CSI Insieme 14 - 2010

download CSI Insieme 14 - 2010

of 24

  • date post

    22-Feb-2016
  • Category

    Documents

  • view

    234
  • download

    0

Embed Size (px)

description

"Uno sport per la vita" all'Eremo di Bienno - Ad Angolo Terme tra pace, luna, giochi e Creato - Rogno invasa dai pongisti del CSI Lombardia - Ne è passata di acqua nelle vasche del CSI Vallecamonica.

Transcript of CSI Insieme 14 - 2010

  • Scoprilo pressotutte le filiali dellaBanca di Valle Camonica

    A noi giovani,da 15 a 25 anni,Banca di Valle Camonicariserva un serviziocompletamente gratis,e questo niente,se siamo concretamenteinteressati c unabellissima sorpresaper noi... imperdibile,anche perch non durerper sempre.

    Hei,hai sentito?

  • 2 7 G E N N A I O 2 0 1 0

    1

    Uno sport per la vitase ne discute a Bienno

    Il Convegno del CSI di Vallecamonica in programma venerd 30 gennaio

    Se la nostra proposta sportiva non valesse a dare senso alla vita delle persone, e in partico-

    lare alla vita dei ragazzi e dei giovani, essa diventerebbe un inutile trastullo in pi nel mercato delle illusioni offer-to dalla societ odierna. Oggi pi di ieri dai ragazzi e dai giovani ci arriva una forte richiesta di aiuto, di fronte alla quale, nel proporre loro lattivit sportiva, non possiamo estraniarci. Per noi e per loro lo sport avr sen-so se fa bene, se aiuta a vivere, se crea comunit, se raccorda positiva-mente corpo e mente, se trasmette messaggi di vita, se propone model-li positivi anche alle menti distratte e disorientate, se riesce a stanare i giovani dalle loro solitudini, dalle loro false certezze, dalle timidezze, dalla voglia di limitatezza. fondamentale far capire ai genitori che lo sport ha un preciso significato allinterno di un progetto di vita personale, familiare, relazionale. Affiancare ogni singolo atleta per aiutarlo a raggiungere buo-ni risultati nello sport e, soprattutto, nella vita il compito arduo di ogni allenatore. Gli aspetti tecnico-spor-tivi, fondamentali per ogni percorso agonistico del ragazzo, vanno inse-riti dentro ad un cammino di umaniz-zazione dove la dimensione religiosa dellesperienza umana deve avere un ruolo importante. Solo cos potremo contribuire a formare dei bravi atleti e soprattutto dei bravi cittadini. Lin-tervento di Edio Costantini, ex Presi-dente del CSI, scritto nel 2007 uno dei tanti scritti di operatori della nostra associazione sulla valenza educativa

    della proposta sportiva ed in partico-lare su quello che pu rappresenta-re lo sport nella vita di una persona. Partendo da queste riflessioni e dal tema scelto per questa stagione spor-tiva dallassociazione il CSI di Valleca-monica ha invitato tutti gli educatori, i religiosi, gli animatori parrocchiali e le societ sportive valligiane a dibat-tere sul tema Uno sport per la vita. Liniziativa incentrata su un conve-gno, ospitato dallEremo dei Santi Pie-tro e Paolo di Bienno, in programma per venerd 29 gennaio alle ore 20. Ad accogliere i partecipanti nellaula magna dellEremo sar don Battista Dassa, consulente ecclesiastico del CSI camuno, attraverso il commen-to della liturgia della parola. Lobbiet-tivo del CSI, con questo confronto, quello di definire il ruolo dei cristiani, ed in particolar modo di unassocia-zione sportiva di ispirazione cristiana come il CSI, nella proposta dellatti-vit sportiva.Su questi temi il dibattito entra nel vivo grazie allintervento di don Alessio Al-

    bertini, Segretario della commissione sport della diocesi di Milano e fratello di Demetrio ex calciatore e compo-nente della Giunta della Federazio-ne Gioco calcio; il sacerdote milane-se nella sua relazione si soffermer anche sul ruolo delleducatore nella promozione della vita attraverso lat-tivit sportiva. Da giornalista e com-mentatore sportivo Bruno Pizzul, par-ticolarmente vicino alle iniziative del CSI, racconter la sua testimonian-za sulle tendenze e sulle emergen-ze dello sport attuale. A conclusione del convegno il dibattito, coordinato dalla giornalista televisiva e atleta Gio Moscardi, che intende far emergere strumenti e proposte per realizzare uno sport educativo. In particolare gli organizzatori intendono dare alcune risposte concrete al tema dellincon-tro attraverso la definizione di proget-ti socio-educativi e alle metodologie per realizzarli sul territorio. Per mag-giori informazioni a disposizione la segreteria del CSI di Vallecamonica a Plemo (0364466161).

  • 2Doppio appuntamento allOratorio promosso dal gruppo sportivo

    Fine settimana ad Angolo Termetra pace, luna, giochi e Creato

    Fine settimana con un dop-pio appuntamento allOratorio di Angolo Terme; gli animatori

    del gruppo sportivo, in collaborazio-ne con la parrocchia, hanno messo in calendario per la fine di gennaio due iniziative che da alcuni anni caratteriz-zano le attivit invernali dellOratorio intitolato a G. Tovini. Nella serata di sabato 30 gennaio protagoniste sa-ranno la luna e la pace unite in una passeggiata notturna per riflettere sui valori della pace. La Fiaccolunta proporr ai partecipanti un suggesti-vo itinerario allinterno del parco del lago Moro illuminato dalle fiaccole messe a disposizione dei cammina-tori dal gruppo sportivo e, si spera, dai raggi della luna piena. La parten-za della passeggiata fissata per le ore 19 dal cortile dellOratorio di An-golo, la conclusione intorno alle ore 20,30 con una cena nella struttura parrocchiale. Le iscrizioni alla mani-festazione devono pervenire entro le ore 17 di sabato 30 gennaio con il versamento della quota di 10 euro per ragazzi e adulti e di 5 euro per i bambini fino a cinque anni. Informa-zioni ed iscrizioni presso lOratorio di Angolo Terme (3405079369) e Ga-nassi Giuliano (0364548044).Al centro della manifestazione dedi-cata agli Under 8 sar invece il Cre-ato e la difesa dellambiente.La festa Fantathlon organizzata dal CSI di Vallecamonica anche questan-no sar un appuntamento doppio con lOratorio di Angolo Terme che in que-sta occasione vive una delle dome-nica riservate alla catechesi giovani-

    le coinvolgendo bambini e genitori. Il programma del Crea-Tour, in pro-gramma domenica 31 gennaio, rical-ca le feste allestite negli ultimi anni dallUnione Sportiva Oratorio di Ango-lo in collaborazione con il CSI. Ritro-vo dei partecipanti presso la palestra comunale alle ore 13.30 per lacco-glienza, le iscrizioni e la formazione dei quattro gruppi di ragazzi previ-sti dagli organizzatori. Nella struttu-ra sportiva si svolger la prima fase dellappuntamento con tre giochi di movimento ed un laboratorio, affron-tati a rotazione dai gruppi dei bimbi. Il tema della salvaguardia ambienta-le sar il filo conduttore dei giochi; i partecipanti saranno cos impegna-

    ti a districarsi tra oggetti di materia-le vario per una mini raccolta diffe-renziata resa ancora pi complicata da un percorso ad ostacoli. Il rispar-mio dellacqua, sotto forma di mille goccioline rappresentate da palline da tennistavolo, sar invece il tema del gioco Una goccia dopo laltra. Infine i bambini dovranno difender-si dagli attacchi di un bracconiere e portare al sicuro in un parco protetto gli animali che saranno loro affidati. Per il laboratorio, ideato dallartista angolese Nadia Gozzi, si stanno an-cora studiando alcuni particolari tec-nici, lidea quella di far costruire ai bambini delle girandole per sottoline-are lutilit della forza del vento e per colorare, insieme alle bandiere aran-cio/blu del CSI, la sfilata che, al ter-mine dei giochi, porter i partecipan-ti dalla palestra alloratorio del paese dove programmata la seconda par-te del pomeriggio di giochi. Nellora-torio, intitolato a Giuseppe Tovini, gli under 8 daranno vita ad un secondo laboratorio manuale che produrr un oggetto, costruito con materiale rici-clato, sempre ispirato dal tema del-la difesa dellambiente. Ultima parte dellappuntamento dedicata alla ri-flessione; nellauditorium parrocchia-le tutti i bambini canteranno insieme Laudato sii o mio Signore e ascol-teranno la riflessione del parroco di Angolo, don Fausto Gregori, che af-fider loro un impegno da esegui-re una volta terminata la festa. Una merenda prelibata offerta dallOrato-rio concluder, intorno alle ore 17, la festa Fantathlon del CSI.

  • 2 7 G E N N A I O 2 0 1 0

    3

  • 4Classifiche giochi in piscina Darfo

    MATTINASociet Partecipanti:GSO Breno, US Montecchio, Polisportiva Gratacasolo, ASC Capo di Ponte, Niardo Volley, AIDO Artogne, GS Darfo, Oratorio Malegno

    Scarabeo Acquatico1 gruppo classificato n18 con 42 lettereRossaini Fabrizio, Rinaldi Simone, Chiudinelli Giorgio, Ar-rigoni Alberto, Natale Chiara, Pelamatti Martino, Salvetti Alessia, Amdzic Nejra2 gruppo classificato n3 con 40 lettereEl Moubarek Nezar, Appolonia Davide, Botticchio Sara, Xafa Stella, Ceri Silv, Filippini Sara, Rivadossi Marina, Gasparini Debora3 gruppo classificato n10 con 37 lettereSingh Gursewak, Zattini Cristian, Santicoli Matteo, Moli-nari Filippo, Valzelli Giulia, Hsani Arianna, Scolari Laura, Bonafani Lucia

    PallaCanotto1 gruppo classificato n2 con 9 palloniTempini Matteo, Rodari Fabio, Laffranchini Yury, Man-ganoni Asya, Romano Alba, Patroni Sabrina, Giacomel-la Giulia, Ducoli Aurora2 gruppo classificato n13 con 8 palloniGabrieli Cristina, Ghirelli Greta, Pezzotti Andrea, Riva-dossi Simone, Chiudinelli Teresa, Micheli Annalisa, Ga-brieli Lidia3 gruppo classificato n7 con 7 palloniSi invita laccompagnatrice del gruppo n7 Erba Giovanna a recapitare il modulo con lelenco dei componenti

    Pesca del Pesce Mattone1 gruppo classificato n12 con 52 associazioniGraziano Cristina, Battaglia Fabio, Domenighini Carlo, Parini Samuele, Ottelli Alfredo, Carelli Beatrice, Mora Sil-via, Opizi Sofia

    Da ventanni i giochi in piscina non sono mai mancati nel torneo polisportivo

    Ne passata di acquanelle vasche del CSI Vallecamonica

    Parafrasando un popolare detto potremmo dire che ne passata di acqua nelle vasche del CSI!, infatti fin dalla stagione sportiva 89/90, quando fu

    riformulata lattivit polisportiva dedicata ai bambini e ra-gazzi che oggi conosciamo, i giochi in piscina non sono mai mancati nelle proposte del CSI. In tutti questi anni lesperienza ludica in acqua ha offerto a migliaia di pic-coli atleti loccasione di sperimentare un modo diverso di fare sport. Vedere oggi giovani allenatori e allenat