Csi Insieme N°22

download Csi Insieme  N°22

of 24

  • date post

    28-May-2015
  • Category

    Sports

  • view

    103
  • download

    4

Embed Size (px)

description

Titoli: Finanziamento diretto per le società sportive di base - Team event e quattro ori nazionali per lo sci camuno – Calcio: gli incontri di Gianico, Darfo e Angolo - La primavera di Paratico accoglie l’atletica

Transcript of Csi Insieme N°22

  • 1. 18 Marzo 2014 Finanziamento diretto per le societ sportive di base Team event e quattro ori per lo sci camuno Calcio: gli incontri di Gianico, Darfo e Angolo La primavera di Paratico accoglie latletica

2. 2 1 8 M A R Z O 2 0 1 4 Serve coraggio: finanziamento diretto per le societ sportive di base AL PROGETTO L1% DEL BILANCIO DEL MONDO DEL CALCIO Noi ci riproviamo, anche se molti ci dicono si tratti di unimpresa impossibile, al- tri di unidea bella ma irrea- lizzabile. Nessuno per spiega perch sia irrealizzabile. Parliamo dellideadiunbandoperfinan- ziare tutte le societ sportive di base del Paese. Dove tro- vareisoldi?Quiilveronodo delproblema.Noiunidealab- biamo. Se in un bel contenitore fi- nisse l1% dei bilanci dei club del mondo del calcio e l1% dei soldini che lo Stato d al Coni per far funzionare il si- stema sportivo italiano, il pro- blema sarebbe risolto. In un bilancio l1% proprio pochi- no. Non cambierebbe nulla per la vita dei club di calcio di serie A nemmeno per la vita del Coni. Eppure quel 2% (1 +1) fa- rebbe la differenza per la vita di de- cine di migliaia di societ sportive di base (quelle di quartiere, di periferia, doratorio...).Inumerilodimostrano.I bilancideiclubdiSerieA,sesomma- ti, mostrano entrate per 1.772 milio- ni di euro. L1% fa 17,72 milioni. Ora prendiamo l1% dei circa 470 milio- ni di euro che lo Stato consegna al Coni per fare funzionare tutto il si- stema sportivo: sono 4,7 milioni di euro. Mettiamo nello stesso conte- nitore questi 4,7 milioni e aggiungia- mo i 17,72 milioni di prima. Ecco che con un prelievo del solo 1% si avreb- be la cifra di 22,42 milioni da mettere N a disposizione delle societ sportive di base di tutto il Paese. Resterebbe un problema: come distribuire quelle risorse?Semplice,emettendounban- do diretto (con regole e graduatoria chiara) aperto direttamente a tutte le societ sportive del paese con crite- ri e parametri che favoriscano quan- ti svolgono un reale e incisivo ruolo educativo e sociale sul territorio. Un bandochedistribuisceoltre22milioni di euro sarebbe una risorsa enorme a sostegno delle societ sportive di base.Alorononservonograndicifre. Unfinanziamento,anchedipochemi- gliaiadieuro,leaiuterebbe(eccome) a tirare avanti nella vita quotidiana, e avrebbe il valore aggiunto di essere percepito come segno di riconosci- mento della dignit del loro operato. Unidea potrebbe essere, ad esem- pio, finanziare le quote di iscrizione delle societ sportive ai campionati e alle attivit delle varie federazioni ed enti di promozione. Piccolecifre,percari- t,maperunasocie- t sportiva cassarle dal bilancio vorreb- be dire tantissimo. Per ottenere un ri- sultato cos signifi- cativo basterebbe che i club si Serie A e il Coni si autotas- sassero dell1% di- cendo: Questa ci- fra minima del mio bilancio la destino direttamente alle societ sportive di base per fare cre- sceremeglioleradici dituttolosport.Che sia una strada possi- bilelodimostra,adesempio,lascelta coraggiosaelungimirantedellaLega calcio di SerieAdi destinareunapar- te delle multe del campionato al so- stegno dello sport in oratorio allinter- no della Junior Tim Cup. Quando continuano a dirci chelano- stra proposta bella ma irrealizzabi- le,senzaspiegarciilperch,sarebbe bello fermarsi e approfondire. Anoi sembra che si tratti solo di una questionedicoraggio.Evogliamoes- sere ottimisti pensando che chi deve farloproviapensarcisueaprendere lapropostasulserio.Migliaiadisocie- t sportive di base ne sarebbe con- tente. Meglio, forse, stracontente. 3. 3 ASSOCIAZIONE 4. 1 8 M A R Z O 2 0 1 4 4 C troppo Piancamuno per il tennistavolo del CSI camuno SENZA STORIAANCHE LA QUARTA TAPPA DEL CIRCUITO CSI stataunbuonallenamentoin vista della finale regionale la quarta prova del campiona- to zonale di tennistavolo del CSI Vallecamonica. Nella palestra comunale di Rogno una cinquantina di atleti ha dato vita a tornei combattuti e di buon valo- re tecnico. Purtroppo la partecipazione cala an- cora rispetto alle precedenti prove del circuito e questo sar motivo di riflessione per la Commissione tec- nica. Non cambia la sostanza della stagione con la Polisportiva Oratorio Piancamunodominatriceincontrasta- ta a livello di societ e in parte anche nelle diverse categorie. Il quinto ap- puntamentostagionalepremiaanche il Centro Giovanile di Rogno che nel decimato torneo di eccellenza si im- pone con la coppia Marcella Delasa e Mario Bianchetti, terza piazza per il portacolori dellOratorio Piancamu- no Alessandro Domenighini. Successo dei padroni di casa anche nella prova riservata agli open gra- zie aAngelo Delasa, primo davanti a RobertoOrsatti(PolisportivaOratorio Piancamuno) e Massimiliano Fena- roli (Polisportiva Gratacasolo). Il resto stato quasi una gara socia- le tra gli atleti della Polisportiva Ora- torio Piancamuno; nella categoria E giovanissimi vince Sofia Mottarella davanti ai compagni di squadra Si- mone Zanardini, Noemi Trentarossi e Diana Mottarella. Identica infilata di pongisti dellOratorio Piancamu- no nel torneo femminile dove si im- pone Claudia Taboni che precede le compagne di societ Martina Zanel- li, Anna Ravelli e Lara Cotti. Leggermente pi contrastato il cam- mino degli atleti della Polisportiva Oratorio Piancamuno nel torneo al- lievi vinto da Nicola Orsatti davanti al rappresentantedellaPolisportivaGra- tacasolo Daniele Rinaldi, terza piaz- za per Matteo Santicoli (Polisportiva Oratorio Piancamuno). Scontate quindi anche le posizioni nella gra- duatoria di societ con la Polisportiva Orato- rio Piancamuno netta- menteprimadavantial Centro Giovanile Ro- gno e alla Polisportiva Gratacasolo.Nellagra- duatoria generale del campionato il distacco traPiancamunoeC.G. Rogno abissale ed quindi scontata la ri- confermadeltitoloperi campioni regionali CSI in carica. Il quinto ap- puntamentostagionale del tennistavolo targa- to CSI di Vallecamoni- ca in programma a Rogno sabato 29 mar- zo con inizio dei tornei alle ore 17,30. 5. 5 ASSOCIAZIONE UNDER 10 A CONFRONTO SUL CAMPO SINTETICO DI DARFO Confronto equilibrato tra le squadre dellU.S. Darfo e del Braone Vittoria casalin- ga per lunder 10 dellU.S.Darfo che nel confronto casa- lingo batte la compagine di Braone; buona partita tra le due formazioni che viaggia- no nella parte centrale della graduatoriaconidarfensipi vicini al vertice occupato da Gratacasolo, Cividate, Arto- gne e Piancamuno. Ospiti penalizzati dalle as- senze, dai solo sette atleti disponibili e dalla gara di sci disputata da alcuni ragazzi in mattinata, il Darfo pres- soch al completo e i cam- bi, nel terzo tempo, saranno decisivi. Gioco molto equili- brato nel primo tempo; lequilibrio si spezza con due precise conclusioni dalla distanza di Nicola Lorandi che superano il portiere avversario. La parte migliore del confronto sta- ta la seconda frazione di gioco; le squadre si affrontano a viso aper- to e i cambi di campo sono rapidi e frequenti. Bravi i portieri a neutraliz- zare le conclusioni a rete e a tene- re inchiodato il punteggio sullo zero a zero. Il Braone rompe il ghiaccio al primo minuto del terzo tempo con un tiro dalla lunga distanza di Daniel Marinazzoli. Fatica Il Darfo a trovare la via della rete perch gli ospiti sono bravi a di- fendersi. Il pareggio arriva al settimo minutograzieadAlfredoFranceschi- nelli che raccoglie una corta respin- ta del portiere avversario. A due mi- V nuti dal termine, dopo che il Braone ha fallito alcune opportunit per tor- nare in vantaggio, arriva il raddoppio delDarforealizzatoancoradaNicola Lorandi. Vittoria quindi dellU.S. Dar- fo pi preciso e pericoloso nelle con- clusioni,menoprecisoinveceilBrao- ne che nel secondo tempo ha avuto le occasioni buone per battere i pa- droni di casa. 6. 6 1 8 M A R Z O 2 0 1 4 Il Cedegolo sbaglia, ma non troppo, i tre punti sono i suoi SUCCESSO DELLUNDER 12 NELLA TRASFERTAA GIANICO Hafattovalerelasuamigliore posizione in classifica nel tor- neo under 12 la Polisportiva Cedegolo ma il Gianico non haaffattodemeritatoriuscendoafer- maregliospitisulpareggiodelsecon- do tempo. Iniziano bene il confronto gli ospiti che nella prima frazione di giocosiportanoinvantaggioalsesto minuto con la rete di Mattia Gnani. In altre occasioni il Cedegolo sfiora la seconda rete che arriva al tredicesi- mo, a metterla a segno il capitano Matteo Pezzoni. La reazione della Polisportiva Gianico tardive e il gol realizzatodaDanieleCottiservesolo H a dimezzare lo svantaggio. Riscatto della squadra di casa nella seconda frazione aperta dal gol, al terzo mi- nuto, di Manuele Ravelli. La Polisportiva Cedegolo si getta in avantietienecostantementeinmano le redini del gioco ma a fare difetto la precisione nelle conclusioni a rete; il meritato pareggio arriva al settimo minuto grazie a Mattia Gnani. Altre volte gli ospiti sfiorano la rete ma il risultato di parit non si sblocca. Po- lisportiva Gianico in difficolt nel ter- zo tempo con gli ospiti che attacca- noconcontinuitepassanosubitoin vantaggio con il rilancio del portiere Massimo Mineo che coglie imprepa- rato il portiere avversario. Un minu- to pi tardi il raddoppio realizzato da Luca Pellegrini, pronto a ribadire in rete la respinta del portiere. La terza rete del Cedegolo arriva allo scade- re ed il terzo gol personale di Mat- tia Gnani. Nonostante la sconfitta buona parti- ta disputata dal Gianico che ha do- vuto cedere ad avversari pi forti; la PolisportivaCedegolohaunpassag- gio a vuoto solo nel secondo tempo dove sono stati troppi gli errori nelle conclusioni, per il resto stata unot- tima prestazione. 7. 7 ATTIVITA SPORTIVA U.S.O. Angolo ammazzagrandi anche il Piamborno si arrende ALTRA VITTORIA CON UNA DELLE FAVORITE PER IL TITOLO ue indizi fanno una prova ed quindi ormai chiaro che la formazionejunioresdellUnio- neSportivaOratorioAngolosi trova pi a suo agio con le squadre pi forti del campionato per poi per- dere punti con quelle che la seguo- no in classifica. I ragazzi diAngolo dopo aver battuto la scorsa setti