CSI Insieme 23

download CSI Insieme 23

of 21

  • date post

    14-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    229
  • download

    0

Embed Size (px)

description

Trent'anni in Vallecamonica per uno sport di qualità - I podisti del CSI scendono in pista - La terza fatica del buon allenatore - Vezza e Ceto/Nadro alle finali nazionali di Lignano.

Transcript of CSI Insieme 23

  • Scoprilo pressotutte le filiali dellaBanca di Valle Camonica

    A noi giovani,da 15 a 25 anni,Banca di Valle Camonicariserva un serviziocompletamente gratis,e questo niente,se siamo concretamenteinteressati c unabellissima sorpresaper noi... imperdibile,anche perch non durerper sempre.

    Hei,hai sentito?

  • 2 3 G I U G N O 2 0 0 9

    1

    Premiazioni e ricordi per la festa del CSI camuno ospitata a Piamborno

    Trentanni in Vallecamonicaper uno sport di qualit

    Il saluto del Presidente Nazionale

    Carissimo Presidente, carissimi amici,desidero festeggiare con voi il 30^ di fondazione del CSI Vallecamoni-ca. Impegni istituzionali, ed in particolare le finali della Gazzetta Cup, mi impediscono di essere fisicamente con voi.Ma con il cuore ci sono. Ci sono, eccome!Mi sento l a Piamborno, insieme a voi, partecipe di una festa che su-pera ampiamente i confini delle vostre Valli.Il CSI Vallecamonica rappresenta oggi una delle realt pi significative a livello nazionale. Ai presidenti, dirigenti, allenatori, ragazze e ragazzi di ciascuna vostra societ sportiva voglio dire conforza ed entusiasmo: Dovete essere orgogliosi di appartenere al CSI Vallecamonica. Vorrei stringere la mano a ciascuna delle persone pre-senti. A ciascuno vorrei dire che, come presidente nazionale, devo rin-graziarvi di vero cuore per quello che fate. Vorrei anche salutare con un abbraccio i tanti dirigenti che ho la fortuna di conoscere personal-menteGli amici del Consiglio, della Presidenza, il presidente (meglio: lamico Claudio).Tanti di loro mi hanno aiutato a crescere come dirigente sportivo e sono per me un prezioso punto di riferimento. Vorrei anche salutare il vostro primo presidente, un certo Renato Picciolo, che oggi ho lonore di ave-re nella mia Presidenza Nazionale. Vi ho rubato fin troppo tempo e vi chiedo scusa. Il fatto che il CSI Vallecamonica ce lho nel cuore e mi spiace veramente tanto non essere l con voi questa sera.So cosa mi perdo.Augurandovi di proseguire sulla strada percorsa fino ad oggi, ricordan-dovi che tutta lItalia vistima e vi ammira, vi abbraccio con infinita amicizia.

    Massimo Achini

    Il CSI di Vallecamonica di ieri, oggi e domani si sono incon-trati allOratorio di Piamborno

    per la festa che ha inaugurato lanno dedicato al trentesimo di costituzio-ne del Comitato camuno. Una festa coincisa con il gal delle premiazio-ni e la consegna dei trofei ai vincitori di tutte le attivit sportive promosse dallassociazione. Alcune centinaia di tesserati in rappresentanza di una trentina di societ sportive hanno af-follato la struttura messa a disposi-zione del CSI per questa serata par-ticolare; sulle note musicali degli ex allievi dellAccademia musicale di Darfo e del complesso Violet si aperta la manifestazione che ha ri-percorso a ritroso la storia trenten-

    nale del CSI di Vallecamonica. Era la primavera del 1979 quando un grup-po di animatori dellAssociazione in accordo con il Comitato provinciale di Brescia decideva di dare vita au-tonoma al comitato camuno; da allo-ra lassociazione cresciuta in Valle-

    camonica fino a raggiungere i 6400 tesserati e superare quota novanta con le societ sportive iscritte ai di-versi campionati. Uno spaccato del-la realt camuna si vista nella festa del trentennale con lentusiasmo degli atleti, i ricordi dei dirigenti, il pensiero

  • 2Societ presentiPolisportiva CedegoloAtletica Esine Eden 77UnicaUnione Sportiva LosineA.S. CimbergoCentro Giovanile RognoNiardo VolleyG.S.A. AngoneU.S. Oratorio DemoU.S. MalonnoG.S. Ceto/NadroLages PisogneUnione Sportiva VezzaU.S. Oratorio MalegnoOratorio GorzoneSci Cai EdoloAido ArtognePolisportiva EdolesePolisportiva GratacasoloCentro Giovanile PisogneG.S. Oratorio DarfoPolisp. Oratorio PiancamunoU.S. Berzo MonteA.S. BoarioOratorio BiennoG.S. Oratorio BrenoU.S. Oratorio Angolo

    rivolto sempre alle iniziative future. Il saluto di Claudio Ceccon, Presiden-te del CSI camuno, ha aperto la se-rata e dato il via alla lunga sequenza di premiazioni; sul podio sono saliti per primi gli sciatori seguiti dai podi-sti. Tra i premiati camuni anche atleti titolati a livello nazionale e regionale; negli sciatori applausi per Nicola Vi-tali, campione italiano CSI di slalom gigante, e per Simone Frassi, cam-pione nazionale di combinata. Tra i premiati del podismo un particolare riconoscimento allimpegno nellatti-vit regionale e nazionale agli atleti dellAtletica Esine Eden 77, tra que-sti Ayoub Zarrar secondo nel Trofeo

  • 2 3 G I U G N O 2 0 0 9

    3

    Gli auguri del Comitato CSI di PaviaCarissimi amici del CSI Vallecamonica desideriamo partecipare alla vostra gioia per la ricorrenza del trentennale di fondazione del Comi-tato. Siete stati precursori ed anticipatori di una promozione sporti-va che ha saputo rendersi protagonista attiva coinvolgendo gli Orato-ri, la scuola, la famiglia, lintera valle. Il lavoro silenzioso ma prezioso che avete svolto contribuisce a guardare al domani con uomini e donne formati al rispetto delle regole e alla passione per la libert intesa come strumento di alta espressione delluomo. Con le pi sincere felicitazioni e laugurio di una prospettiva senza limite. Con amicizia e stima

    Sergio Contrini - Presidente Comitato CSI Pavia

    Lombardia di corsa campestre. Dopo la pausa musicale la consegna dei premi del settore tennistavolo parti-ta subito forte con la plurimedaglia-ta Laura Boiardi, sul gradino pi alto del podio della categoria Giovanis-simi. La rappresentante del Centro Giovanile di Rogno ha aggiunto al ti-tolo camuno la medaglia doro con-quistata nelle manifestazioni regiona-li e nazionali. Insieme a lei applausi supplementari per i riconoscimenti ottenuti nel corso della stagione a Mi-chela Canossi, Pietro Romele e Ga-briele Mazzoli. Degli ospiti attesi alla festa presenti il sindaco di Piambor-no e Renato Picciolo, coordinatore nazionale dellattivit sportiva e so-prattutto primo presidente del CSI di Vallecamonica. Assente per impegni legati ad una manifestazione nazio-nale il Presidente nazionale del CSI Massimo Achini ha inviato una let-tera e gli auguri video trasmessi sul maxi schermo. La parte centrale del Gal stato quindi dedicato allasso-ciazione e al ricordo di questi 30 anni di presenza sul territorio; in sequen-za prima Renato Picciolo poi Toma-so Bottichio e quindi Claudio Ceccon

  • 4hanno ripercorso la loro esperienza alla presidenza del Comitato camuno sottolineando la ricchezza personale acquisita grazie a questo impegno. Sulla ribalta sono stati chiamati gli ex consiglieri di comitato e i componenti dellattuale consiglio di comitato per la consegna del gagliardetto elaborato per il trentennale. Momento clou della premiazione la consegna dei disco-boli doro, massimo riconoscimento previsto dallassociazione; lOratorio San Giovanni Bosco di Bienno sta-ta premiata come societ sportiva da pi anni affiliata al CSI. Alcuni docu-menti testimoniano la partecipazio-ne alle attivit del CSI alla fine degli anni 40 del gruppo sportivo presie-duto oggi da Walter Pedretti. A riti-rare lattestato il Presidente e il Par-roco ed ex consulente ecclesiastico del CSI don Aldo Marriotti. Premiato come dirigente sportivo impegnato da oltre 30 anni nel CSI stato Pier-giacomo Mantovani che ha vissuto tutti i passaggi allinterno dellassocia-zione. Prima da allenatore poi come consigliere di Comitato, quindi arbitro e, soprattutto, responsabile in alcu-ni settori sportivi come le bocce e la mountain bike introdotte tra le attivit promosse dal CSI in Vallecamonica.

    Non solo impegno nellassociazione ma anche nel proprio gruppo sporti-vo dove sono cresciuti tanti animatori diventati in seguito dirigenti di socie-t, arbitri e consiglieri del CSI; il tut-to allinsegna di uno sport educativo e dellunione tra le diverse agenzie educative. Oltre a distribuire coppe e medaglie il CSI camuno ha ricevuto anche un premio dal grande signifi-cato; la Cooperativa Azzurra infatti ha approfittato di questo importante ap-

    puntamento per ringraziare il CSI, con un oggetto preparato dai ragazzi di-versamente abili, per la collaborazio-ne instaurata in questi anni soprattutto in occasione della festa finale del tor-neo di calcio multiabili dove i ragazzi disabili si sono confrontati con le for-mazioni di alcuni istituti scolastici del-la Vallecamonica . A consegnarlo al Presidente Ceccon stato il respon-sabile del progetto Giuseppe Zeziola, accompagnato da una ragazza com-

  • 2 3 G I U G N O 2 0 0 9

    5

    ponente della formazione della Coo-perativa Azzurra. Lultima parte della serata stata dedicata agli sport di squadra con pallavolo e calcio pro-tagonisti; prima i pallavolisti e le pal-lavolisti con le scatenate ragazze del Niardo Voley ad animare la cerimo-nia di premiazione. Quindi il calcio con lultimo titolo assegnato proprio nel corso della festa del trentennale; per conoscere i vincitori del titolo del-la categoria Open a sei giocatori si infatti atteso fino a tarda ora quan-do da Pisogne sono arrivati i prota-gonisti della finale. Entusiasmo per tutti i campioni camuni per una ceri-monia di premiazione che ha perso ladrenalina del successo ottenuto sul campo ma che ha comunque re-galato tanti applausi e una coreogra-fia degna dellimpegno profuso dagli atleti. Il CSI camuno ha consegnato anche un premio particolare a tutte le societ sportive presenti; per il 30 compleanno stato in fatti distribui-

    to il pallone di calcio commemorati-vo della storica impresa azzurra ai Mondiali di Germania 2006 donato al CSI dalla Gazzetta dello sport. Team-geist ovvero Spirito di squadra era il nome del pallone usato dai nostri Campioni del Mondo che ora hanno anche le squadra del Csi con stam-pato Italia-Francia 5-3 indelebile

    sul cuoio. I numerosi riconoscimenti consegnati durante la serata non rap-presentano solo un tributo di merito, ma piuttosto il segno di una continu-i