Csi Insieme N°23

download Csi Insieme N°23

of 30

  • date post

    12-Nov-2014
  • Category

    Sports

  • view

    342
  • download

    3

Embed Size (px)

description

Titoli: Non esistono bambini “scarsi” – Assemblea CSI 2014: più società attente alla programmazione - Oro a squadre e cinque titoli regionali per il tennistavolo del CSI camuno - Pioggia e vento ingredienti della corsa a Pellalepre.

Transcript of Csi Insieme N°23

  • 1. 25 Marzo 2014 Non esistono bambini scarsi Assemblea 2014: societ attente allaprogrammazione Oro a squadre e cinquetitoliregionali per il tennistavolo del CSI camuno Pioggia e vento ingredienti della corsa a Pellalepre
  • 2. 2 2 5 M A R Z O 2 0 1 4 Non esistono bimbi scarsi. In squadra ciascuno importante LA SCARSEZZA NON APPARTIENE AL MONDO DEI BAMBINI e uno ha la pazienza e il pia- ceredifrequentarelavitavera delle societ sportive incontra spesso storie di vita quotidia- na straordinarie. Lultima che mi capitata quella di Giuseppe.Allenatore dellAsdoAzzurri Lissone Giu- seppehaaccesoilsuoPceha scrittounaletterachedovrebbe essere appesa negli spogliatoi delle squadre di settore giova- nile di tutta Italia. Vale davve- ro la pena leggerla insieme: Sono 3 anni che trascorro il mio tempo libero in mezzo ai bambini che giocano a calcio. C chi gioca, chi ci prova, chi semplicemente sta nel campo aspettando che la palla passi dalle sue parti per tirare un cal- cio e dare un senso al suo al- lenamento. Nehovistedituttiicolori:hovi- sto portieri salutare la mamma, igna- ri del fatto che la palla stesse caram- bolandolentamenteinporta,hovisto difensori schierarsi alle spalle del- la porta. Ho visto rincorrere la palla oltre la li- nea laterale, portieri voler fare gli at- taccanti e centravanti che hanno in- sistitoperfareiportieri.Hoincontrato bambini che non volevano andare in panchina; altri che non volevano andare in campo. Ho visto bambi- ni che tifano contemporaneamen- te Juve, Inter e Milan e portieri che volevano sfilarsi i guanti perch fa- ceva caldo. Un bambino che voleva partecipare allallenamento mentre il pap non voleva. Ho visto il con- trario. Non ho mai visto un bambino scarso. Sono sempre pi convinto chelascarsezzanonappartengaal mondo dei bambini.Aloro conces- so tutto anche di definire scarso un proprio compagno o un avversario. Agli adulti questa concessione non pu essere fatta. Lo so, non tutti i bambini sono abili allo stesso modo nel calcio. C chi piabileascuola,chiinpiscina,echi nonvuolemostrarelepropriecapaci- t agli altri. C chi conosce il rispetto per il prossimo, chi abile nel tirar di- ritto nonostante qualcuno abbia trac- ciato per lui una strada tortuosa. C chi capace di tirarsi indietro quan- do si accorge di non essere accetta- to e chi, invece, insiste nella propria passione, anche se per gli altri non un campione. E c chi pi abile S degli altri a giocare a calcio. Gli allenatori lo sanno e i genitori lo vedono. Ma cosa c di pi bello che vedere il proprio figlio soddisfatto e contento anche per aver preso parte a una gara pur senza toccare una palla? Cosa c di pi com- movente (e raro...) di un bimbo che gioisce di un gol del compa- gno come se fosse suo? Non ho mai al- lenatounbimboscar- so. Ho cercato sem- prediscoprireilmeglio di ogni bambino che mi viene affidato. Vederecomeglisiillu- minanogliocchiquan- do calcia un pallonein portaolasmorfiadifa- tica e la soddisfazione di un portiere che ha appena sventato un gol, mi fa pen- sare che i miei bimbi sono tutti cam- pioni. Quando uno di loro mi abbraccia nel belmezzodellallenamento,apparen- temente senza motivo, e mi stringe comesevolesseringraziarmidiaverlo fatto sentire importante, anche per 5 minuti, fa illuminare anche i miei oc- chi e mi fa pensare che nessuno dei miei bimbi scarso. Ancheseriesconoanonsporcarsiin uncampoinfangato,ancheseloscat- to pi veloce se lo riservano per cor- rere negli spogliatoi a fine partita. Anche se in campo dovessero per- dere tutte le partite.
  • 3. 3 PRIMA PAGINA Chiesa e sport tra grano e zizzania, il Conclave del CSI IL CONVEGNO E IN PROGRAMMA IL PROSSIMO 29 MARZO In vista dellincontro con Papa Francesco e dei festeggiamenti per il 70 di fondazione del CSI stata programmata una rifles- sione sul rapporto tra la nostra asso- ciazione sportiva e la Chiesa. Lidea di don Alessio Albertini, con- sulente ecclesiastico nazionale del CSI, stata quella di convocare un conclave,chesiterraRomailpros- simo 29 marzo, dalle ore 10.00 alle ore17.00nellHotelIlCantico,viadel Cottolengo n. 50 a Roma, per discu- tere sul tema Chiesa e sport tra gra- no e zizzania. Lincontro costituir unoccasione di approfondimento e confronto per ri- percorrere insieme quanto fatto dal CSI in questi 70 anni di servizio nel- le Chiese locali. Partendo da ci, mi piacerebbe pensare con voi ad alcune linee educative, valide ed efficaci, da proporre ai territo- ri, che sappiano valorizzare lo sport per metterlo al servizio delle parroc- chie, degli oratori e delle comunit che ospitano. La partecipazione, come per gli altri incontri, gratuita ed include i mate- riali del convegno ed il pranzo. Per effettuare liscrizione sufficiente vi- sitare il seguente link http://skynetc- si.acodd date.com/csi2/office/index. php?file=compilazione_eventi&id_ evento=3225&cont_type=iscrizione_ eventi. Sar possibile iscriversi fino al 25 marzo e le iscrizioni saranno comunque chiuse al raggiungimen- to dei 50 iscritti. Per eventuali per- nottamenti del venerd presso lHo- tel Il Cantico, i relativi costi saranno I a carico dei partecipanti i quali, per la prenotazione, potranno chiama- Un sito per il 7 giugno 2014 on-lineilsitocheraccoglie news, info, approfondimen- ti e anticipazioni riguardanti lincontro delle societ spor- tiveconPapaFrancescodel7 giugno2014inoccasionedel 70esimoanniversariodifon- dazione del Centro Sportivo Italiano.Icomitatielesociet sportivesarannocosaggiornatitempestivamentesuglisviluppiorganiz- zativi per partecipare al grande appuntamento con la storia. www.societasportivedalpapa.org re il numero 06.68404560, fino ad esaurimento disponibilit.
  • 4. 2 5 M A R Z O 2 0 1 4 4 Societ sportive del CSI pi attente alla programmazione ALLASSEMBLEA DI BRENO ASSEGNATI I DISCOBOLI DORO assembleadellesocietspor- tive del CSI di Vallecamoni- ca stata la festa del Grup- po Sportivo Oratorio Breno e di Renato Picciolo ma an- che loccasione per riflettere in ma- niera seria sullimpegno e lapparte- nenza allassociazione. La scossa ai rappresentanti delle ventidue socie- t sportive presenti nellaccogliente sala del Centro San Siro a Breno stata data dalla relazione del Prese- dente Claudio Ceccon: Pochissima partecipazione alle riunioni di pro- grammazione, pochissimo contribu- to umano alla realizzazione dellatti- vit, poco interesse alla formazione se non obbligati, poco interesse ad attivit extra comitato, poco interes- se nei confronti di nuove discipline. Occorre quindi riprendere lo spirito di appartenenza, avere pi coraggio nellescelteecurareconmaggioreat- tenzionelaprogrammazione.Mievi auguro che qualcuno si faccia avan- ti per offrire il proprio contributo e per rinvigorire la voglia di sperimentare che in alcuni settori sta piano a pia- no scemando. Serve coraggio, ser- vono idee ma ahim anche gambe solideespallelargheeresistenti.La rispostaaquestaprovocazionepes- simistica non mancata soprattutto da parte di Renato Picciolo, coordi- natore nazionale dellattivit sportiva e tra i fondatori del Comitato CSI di Vallecamonica. Io non me la sento di essere cos pessimista sul futuro dellAssociazione in Vallecamonica. Ho girato lItalia in tanti Comitati e dif- ficilmente ho trovato unassemblea, L non elettiva, cos partecipata. Vedo piuttosto ancora tanta passione, de- terminazione, guardate quindiagliaspettipositivi perch le potenzialit ci sono.Servesicuramen- tepivicinanza allasso- ciazione, ha ribadito To- maso Bottichio, perch in questi anni la fatica cresciuta e si avverte un po di solitudine nel rea- lizzare le tante idee che esprime il Comitato ca- muno. Sintetizzando il dibattitoClaudioCeccon ha invitato le societ ad essere presenti e atten- te alla programmazione perchquellolosnodo principale di tutta lattivi- t promossa sul territo- rio. Quanto difficile ma anche la bellezza e lorgoglio di ap- partenere al CSI stato il tema del
  • 5. 5 ASSOCIAZIONE saluto portato allassemblea dal par- roco di Breno don Franco Corbelli. Il CSI con la sua sensibilit ai valori ha qualcosa in pi perch gli educato- ri non sono attenti solo alla crescita sportiva di un ragazzo ma si occu- pano dello sviluppo di una persona in tutte le sue sfaccettature. Quindi importante che gli educatori sportivi siano esempio per i ragazzi.Atren- tacinque anni dal Congresso che ha sancito lautonomia da Brescia il CSI di Vallecamonica tornato a Breno per festeggiare, con lassegnazione dei discoboli doro, due degli artefi- ci di questo processo. Renato Picciolo stato il primo pre- sidente del CSI di Vallecamonica e il Gruppo Sportivo Oratorio Breno stato tra e societ sportive che han- no operato per la formazione di un Comitato in Valle. Partecipazione, democrazia e rispetto delle regole, questo ha insegnato a Renato Pic- ciolo lesperienza nel CSI di Valleca- monica. Non potr mai dimenticare quello che ho imparato in 18 anni di impegno in questo comitato, sta- ta una storia che mi servita anche nella vita. Il coordinatore naziona- le dellattivit sportiva ha ricordato poi limportanza del senso di appar- tenenza allassociazione. Allinizio avrei voluto fosse evitata lassegna- zioneamediquestoriconoscimento, adesso mi sento felice ed orgoglio- so di essere qui questa sera perch ho vissuto questa occasione come la conclusione di una positiva espe- rienza complessiva. Poi la promessa di tornare tra due anni, a conclusione del suo impe- gno nella direzione nazionale, per dare ancora una mano al CSI camu- no. Sono cinquanta gli anni di attivit del Gruppo Sportivo Oratorio Breno ripercorsirapidamenteinassemblea attraverso le cronache e le fotografie del giorna