CSI Insieme 06 - 2012

download CSI Insieme 06 - 2012

of 24

  • date post

    11-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    221
  • download

    6

Embed Size (px)

description

CSI Insieme N° 6 – Titoli: Valorizzare la pratica sportiva - Quattro passi per Boario insieme a Telethon - Il bigliardino inaugura la stagione - Ceto-Nadro: una società sportiva che si rinnova.

Transcript of CSI Insieme 06 - 2012

  • C E N T R O S P O R T I V O I T A L I A N O

    ValleCamonicaValorizzarela pratica sportiva

    Quattro passiper Boarioinsieme a Telethon

    Il bigliardinoinaugurala stagione

    Ceto-Nadro:una societ sportivache si rinnova

    9 novembre 2011

  • www.olimpiacoppe.comolimpiacoppe@libero.it

    IndirizziCSI Vallecamonica - Via San Martino 4425040 Plemo di Esine (Bs)Telefono 0364.466161 - 0364.466376Fax 0364.360500Sede di Edolo 0364.71379E-mail: info@csivallecamonica.itPresidente CSI Vallecamonica Claudio CecconE-mail: ceccon.claudio@libero.itConsulente ecclesiastico don Battista DassaE-mail: francobattista@tele2.itDesignatori arbitraliCalcio: Menolfi Bortolo 3473441353Attivit Polisportiva: Pezzotti Gabriele 3381964197Pallavolo: Salvetti Cristian 3473448112

    Sito internet CSI Vallecamonica: www.sportgio.netSito ufficiale CSI Nazionale: www.csi-net.itSito ufficiale CSI Lombardia: www.csi.lombardia.it

    C E N T R O S P O R T I V O I T A L I A N O

    ValleCamonica

    Riferimenti per i versamentiUBI Banca di Valle Camonica Filiale di BrenoCodice IBAN per Bonifici: IT39F0324454160000000037006Banca di Credito Cooperativo di Brescia Filiale di Cividate CamunoCodice IBAN per Bonifici: IT86Q0869254350015000150300Conto Corrente Postale N 14023212Intestare tutti i pagamenti a:Centro Sportivo Italiano Comitato di Vallecamonica

    NON SOLO

    COPPE

    MA ANCHE

    TENDE

    DA SOLEN

    ON SOLO

    COPPE

    MA ANCHE

    TENDE

    DA SOLE

  • 9 N O V E M B R E 2 0 1 1

    3

    Sport per tutti patrimonio e responsabilit dellintero sistema sportivo mondiale

    Il Cio: tempo di agire per valorizzare la pratica sportiva

    Il Cio, Comitato Internazionale Olimpico, il massimo organi-

    smo dello sport mondiale. Non tutti lo sanno, ma fin dal 1994 il Cio or-ganizza, a cadenza biennale o an-nuale, un congresso mondiale del-lo sport per tutti al quale partecipano una quantit di Paesi, oggi oltre 50. Nellultimo Congresso, il quattordi-cesimo della serie, che si svolto a Pechino circa un mese fa, il Cio ha approvato un documento in cui si af-ferma che, in fatto di sport per tutti, arrivato il momento di passare allazio-ne. Il massimo organismo dello sport mondiale si rivolge a tutti: Governi, Istituzioni non governative, Comitati Olimpici Nazionali, Federazioni, Asso-ciazionismo sportivo di qualsiasi ori-gine: a tutti dice con chiarezza: Ba-sta chiacchiere. il tempo di azioni concrete che favoriscano la diffusio-ne della pratica sportiva. La dichia-razione entusiasmante e sorpren-dente. Basta Convegni, documenti, ragionamenti nei quali affermare e ribadire limportanza dello sport per tutti. A livello mondiale questa con-sapevolezza chiara ed acquisita. Ora il tempo di passare a politiche, strategie, azioni che concretamente sostengano la diffusione della prati-ca sportiva tra tutta la popolazione: in ogni ambito e in ogni contesto. Il documento del Cio non parla politi-chese. Pur stando su linee genera-li chiaro e concreto. Per esempio chiede ai Governi di ricordare che la pratica sportiva di massa porta inne-gabili benefici sia sanitari che sociali, accrescendo il benessere generale.

    E rivolgendosi alle Istituzioni sportive le richiama al dovere di collaborare sia tra di loro che con le organizza-zioni governative, per diffondere an-cor di pi unattivit fisica regolare. Al Csi, poi, non pu che fare molto piacere il richiamo alla cooperazione tra settori sportivi e settori educativi. Ed ora veniamo a noi. Se abbiamo capito bene si aperta una porta importante, forse siamo da-vanti ad una svolta epocale. Per de-cenni in Italia la battaglia a favore del-lo sport per tutti stata una faccenda riguardante quasi esclusivamente gli Enti di Promozione Sportiva. Oggi, in base alle indicazioni del Cio, diventa patrimonio e responsabilit dellintero sistema sportivo mondiale, e quindi anche di quello italiano. Ed una re-sponsabilit pressante, al punto che il Cio dice: Basta chiacchiere, dia-moci da fare per sviluppare lo sport per tutti in tutto il mondo . Di fronte a questa sfida lItalia deve decidere se farsi trovare pronta e protagoni-sta oppure se restare un passo in-dietro rispetto agli sviluppi dello sport

    mondiale. Segnali molto incoraggianti ci sono. Nel Coni da circa un anno stato creata una commissione di lavo-ro dedicata a questa materia. Siamo vicini alla nascita (in casa Coni) del primo Osservatorio nazionale sport per tutti. Nel documento di autorifor-ma del Coni tra le tre priorit fonda-mentali indicata con chiarezza la valorizzazione dello sport per tutti. Il Sottosegretario con delega allo sport ha aperto un tavolo di lavoro sul que-sto tema (con la presenza di tutti i soggetti interessati). Ora serve una svolta. Serve cambia-re marcia e infilare una serie di ini-ziative e strategie concrete che va-lorizzino e sostengano la diffusione della pratica sportiva tra tutta la po-polazione. Noi siamo ottimisti e cre-diamo che questo accadr . E che accadr a breve. Di pi. Ci piace im-maginare unItalia in testa alla clas-sifica del medagliere mondiale della valorizzazione dello sport per tutti. Sarebbe un risultato pesante, che resterebbe scritto nella storia dello sport italiano e del Paese.

  • 4Riparte con slancio e passione la societ sportiva affiliata al CSI

    Ceto/Nadro: una societ sportiva che si rinnova

    Il rinnovo delle cariche in una societ sportiva sempre oc-

    casione di riflessione sulloperato di chi lascia e sulla progettualit di chi entra un p come un alito di vento fresco che entra dimprovviso da una fine-stra e, muovendo laria, crea scompi-glio tra le carte abbandonate su una scrivania ed ecco che la novit rende nuovo ci che si via via affievolito e si riparte nuovamente con slancio e passione.E un p quello che, in questultimo periodo, successo nella societ del Ceto Nadro che da qualche anno par-

    tecipa attivamente e con successo alla vita del CSI valligiano. In effet-ti la partenza del G.S. Ceto Nadro, fortemente voluta dal suo presiden-te Roberto Lanzetti, stata come dire bruciante. ricca di spunti e di buone intenzioni, con persone che avevano voglia di mettersi in gioco e che sono riuscite in molti modi ad evidenziare le potenzialit di questa societ e lofferta sportiva da essa proposta. Ricordiamo linaugurazione del Cen-tro Sportivo nella cornice naturale del-le nostre alpi con due simboli della Vallecamonica che tutti conoscono: il

    pizzo Badile e la Concarena. Il bellis-simo panorama, che rende le giorna-te trascorse al Campo meravigliose, stato spesso sede di manifestazio-ni sportive quali i tornei estivi di calcio tra cui ricordiamo il Memorial Marti-no Tarsia, Davide Ronchi, i vari tornei organizzati dalla frizzante Gestione del Bar Ristoro in collaborazione con il Gruppo Sportivo, e ancora il Gre-en Volley, il Grest dello Sport che tut-ti gli anni rendono le giornate estive pi interessanti per giovani, adulti e anziani. Tutto ci si verificato gra-zie allimpegno di tutti.Come in tutte le cose per qualche volta si perde di vista il fine unico per cui si sono unite le forze e si ha la-

    Giochi di una voltaa Ceto-Nadro

    A Ceto-Nadro domenica 20 novembre sono in programma I giochi di una vol-ta - Festa per bambini e ragazzi under 8 / 10 per riscoprire i giochi del passato ed imparare a costruire dei giocattoli arti-gianali. Il programma della festa, orga-nizzata in collaborazione con il Grup-po Sportivo Ceto-Nadro, prevede dalle ore 13.30 alle ore 14.00 laccoglienza ed iscrizioni delle squadre presso il Centro Sportivo Ceto-Nadro; dalle ore 14.00 giochi motori nel centro storico di Na-dro per divertirsi con i giochi del passa-to e laboratori per imparare a costruire dei giocattoli artigianali presso il Mu-seo della Riserva Regionale delle Inci-sioni Rupestri di Nadro. In conclusione, alle ore 16.30, merenda presso il Centro Sportivo Ceto-Nadro.

  • 9 N O V E M B R E 2 0 1 1

    5

    vorato tanto, i rapporti si incrinano, si lascia che motivi diversi da quelli ispiratori della attivit sportiva vada-no a minare le fondamenta della so-ciet stessa provocando un lento ma inarrestabile rallentamento delle at-tivit; non si fa pi parte di ununica organizzazione che ha una sua pro-gettualit ma ognuno va per la sua strada, inventa le sue regole; il risul-tato finale per non pu che eviden-ziare il fallimento.E da qui siamo ripartiti: le dimissioni di Roby ci hanno obbligato a rivedere gli ultimi anni in maniera retrospettiva per capire le cause di questo stand by. E abbiamo cominciato a imma-ginare come avremmo voluto vede-re la nostra societ sportiva, come avremmo dovuto organizzarla per renderla pi forte.Abbiamo innanzitutto ridefinito il ruo-lo del presidente che oltre ad essere il legale rappresentante della societ ha il solo ruolo di coordinatore e so-vrintendente delle varie attivit; ab-biamo individuato le aree nelle qua-li vogliamo crescere ed integrare le performance sportive; ognuna di esse far capo ad un referente che avr il compito di organizzare il settore, co-ordinare gli allenatori, rilevare le ne-cessit di attrezzature e risorse.Accanto a queste persone ne abbia-mo poste altre con compiti di gestio-ne e ricerca delle risorse umane ed economiche; altre ancora si occupa-no della gestione della vita sociale or-ganizzando i vari momenti di socializ-zazione e convivialit. Insomma una organizzazione variegata che cer-cher di coinvolgere nel segno dello sport tutti quanti vorranno. FARE SPORT PER SPORT.A distanza di due mesi dallelezione del nuovo direttivo possiamo dire che la macchina si messa in moto e pian piano sta prendendo forma un nuovo progetto di sviluppo e potenziamento

    delle attivit; e quindi il direttivo orga-nizza, i volontari si mettono allopera, le squadre si iscrivono ai campionati della stagione. A tal proposito voglia-mo ricordare che anche questanno sono numerose le squadre che par