'Alias' Kaspar Hauser - Il Manifesto

Click here to load reader

  • date post

    30-May-2015
  • Category

    Documents

  • view

    1.640
  • download

    4

Embed Size (px)

description

Article from Roberto Silvestri on ALIAS, (supplement of the daily newspaper IL MANIFESTO) for the Rotterdam Film Festival World Première of "Tthe Legend of Kaspar Hauser" starring Vincent Gallo.

Transcript of 'Alias' Kaspar Hauser - Il Manifesto

  • 1. di DAVIDE MANULI * sembrava che attorno a me produttori, distributori e Claudia Gerini, Elisa Sednaoui e Fabrizio Gifuni. Per dantenna esteri (tipo Canal+, Art-Zdf) ecc Tutto istituzioni si strappassero i capelli per lavorare con me. finire colonna sonora di uno dei pi famosi compositori questo infine non ha aiutato nel processo selettivo perVorrei raccontare la vicenda del mio ultimo filmMi sono rimboccato le maniche e ho portato indi musica electro-techno del mondo, e cio Vitalic. Che Berlino e Cannes che oramai sono grandi centriLa leggenda di Kaspar Hauser per far capire a che puntoconcorso a Torino un documentario girato al Polo Norddirea Rai Cinema il direttore Paolo Del Brocco commerciali e certificati per il Mainstream. Non sostiamo in Italia con lauto-produzione.Inauditi-Inuit! Poi in concorso a Locarno nel 2008 Beket,incontra me e i co-produttori della Blue Film e si dice davvero pi che dire dellauto-produzione.So solo Rifaccio il secondo Kaspar Hauser 35 anni dopo il vincendo il premio della critica e il Miami Film Festival, non interessato dopo che Brancaleoni aveva giuna cosa per: con la crisi economica e finanziariatentativo di Werner Herzog del 1975, che vince il premio e adesso portando in anteprima mondiale a Rotterdambocciato il progetto definendolo nero su bianco poco globale anche il Sistema Cinema tende come ledella giuria a Cannes. Rifaccio il secondo Kaspar Hauser La leggenda di Kaspar Hauser con Vincent Gallo interessante, per una sceneggiatura piena di lacune. Ilbanche ad accorparsi, per diventare pi grande in vistadella storia cinematografica, in bianco e nero, conprotagonista che interpreta 2 personaggi (il film verrno di Rai Cinema mi fa saltare immediatamente ladi reggere londa durto della crisi. Diventando piVincent Gallo doppio protagonista (dopo che ha appenaproiettato il 30 gennaio). Rotterdam presenta 4 gioielli o presenza di Charlotte Rampling per il ruolo dagrandi, vogliono meno prodotti ma pi grandi. Pervinto la Coppa Volpi a Venezia)mi sembravapunte di diamante in anteprima assoluta: James Franco, protagonista, poich senza la Rai non abbiamo i soldi lauto-produzione non vedo via duscita. Dal tunnel,unoperazione culturalmente interessantemiTakeshi Miike, Davide Manuli e Lav Diaz. Ci ho messo 4 per pagarle il cachet. Il percorso dei 3 anni per mettere non si vede luce penetrare.sembravaanni per arrivare al festival di Rotterdam, 4 anni disu il film in auto-produzione diventa unincubo in Ho co-prodotto il film con la mia casa di produzione, lavoro durissimo spesi a cercare partnership e perenne salita: essendo piccoli produttori non * regista cinematografico autore di Girotondo,la Shooting Hope Productions srl, che ho fondato nel finanziamenti con un cast che prevedeva: Vincent Gallo,riusciamo a trovare gli agganci giusti per legiro intorno al mondo (1998), Inauditi, Inuit! (2006) Beket2005 per poter lavorareda solo, poich non mi Vincent Gallo, Charlotte Rampling poi rimpiazzata da co-produzioni europee, per i bandi esteri, per i diritti(2008), La leggenda di Kaspar Hauser (2012).

2. (2) ALIAS28 GENNAIO 2012 41 FESTUIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA DI ROTTERDAMIL RITORNO LAV DIAZ Corruzione, colonialismo, povert. La storia delle Filippine attraverso lodissea di due operi che lasciano la citt alla ricerca di un tesoro. Sei ore: Florentina Hubaldo, CTE ilDI KASPAR HAUSER remake in alta definizione di Agonistes, Myth of a Nation (2009). Cte la sindrome di rincretinimento da pugni. Nella sezione non competitiva Spectrum di Rotterdam anche Century of Birthing (gi a Venezia e Toronto), un cineasta in lotta per completare il suo nuovo film e per non farsi sbranare dagli avidi direttori di festival, paragonato a un leader religioso che guida, non senza problemi di fede, una setta di sole donne. 355 in tutto. Ma di Lavrente Lidico Diaz (vegetariano, classe 1958) promette di aggiungere dopo questa proiezione altre due ore. E chi vuole divertirsi (o intristirsi) confronti la scheda Wikipedia Lav Diaz in lingua italiana (tremenda) con quella in lingua inglese.di ROBERTO SILVESTRI DAVIDE MANNessuno mette in discussione,se il contatto avvenuto - e non facile (come abbiamo letto in primapagina) perch film di godimentofrancescano come Girotondo eBeket sono stati nascosti agli sguardiindiscreti dal nostro submercato edalle nostre istituzioni culturalipubbliche - la prepotenza visuale, lasuperbia espressiva, lo charmemagnetico, e lo stile saturo fino aesplodere dei film in bianco, nero &grigio di Davide Manuli. Storieaffascinanti e incantate, perch abilinel mettere in moto un differenteprocesso spirituale, nel traghettarci edeviarci dallopulenza rassicurantedellimitazione della vita (complicequesta volta un cast mozzafiato:Vincent Gallo, Claudia Gerini, ElisaSednaoui, Marco Lampis e Fabrizio Come mai Kaspar Hauser diventato negliGifuni per il quale ha scritto ilMonologo del Prete GiuseppeGenna che per Munli il pi grande ultimi 100 anni, un mito, un archetipo, unscrittore vivente in Italia) aldenudato, allo stilizzato, allo Cristo, un idiota, unenigma che affascinascarnificato, come nella basilicabizantina quando tutti gli sguardi lumanit? Perch un essere speciale...cullati dallampia spazialit e dagli orisi ghiacciano dun tratto scontrandosicon gli occhi dellicona... Vincono leossessioni, insomma, dello stiletrascendentale nel senso che davaPaul Schrader a questo concetto:quello capace di trasportare lospettatore dallabbondanza allararefazione, dal familiare verso unadimensione aliena che si sbarazzadelleffetto di realt. Ci che distingueuna sequenza di Manuli (o di Bene,Dreyer, Ozu, Godard, Bresson, Cipr &Maresco...) da un solo frame di Virzo Lars von Treir o Emmerich infattiche in questi ultimi casi,comico-satirico o tragico oiperspettacolare non conta, puressendo il cinema riuscito atraghettare ogni altra arte nel XXsecolo, il loro (e la maggior parte delcinema di qualit commerciale odautore) rimasto tristemente legatoal XIX secolo, alla brama diverosimiglianza, a una narrativainutilmente realista, sia del sensibileche dellinteriorit, dellazione comedellaffabulazione, tutta per fattasolo di mezzi temporali ricchi, comeavrebbe detto Jacques Maritain.Questo misterioso e esoterico KasparHauser (appare la nuda vita, e per lacivilt insostenibile, la rimuove, lacancella, la imprigiona, la rimodella oributta in mare, come si fa con gliextracomunitari) che Manuli presentain prima mondiale in questi giorni aRotterdam rischia di diventare lapunta pi avanzata di questoprocesso di depurazione stilistica, unmoltiplicatore di movimenti emotiviper lo spettatore, quando limmaginesi ferma, e di discesa nelle profonditsubumane quando la cinepresa diManuli ha il coraggio di sollevarsi e diAndroginia,inquadrare il cielo, in porzione occidente non c pi tempo peresagerata. Prendo molto dal conoscersi, comunicare, accogliere,subconscio e dalletere che ci aiutare, scambiarsi riti ed usanze.circonda, lanalisi del mio lavoro non Cosa ha imparato Kaspar Hauser neilo faccio, in parte, neanche durante ilsuoi 2/3 anni di vita sociale eprocesso creativo ci confessa. Due borghese concessigli a Norimberga?artisti mi assomigliano. Genet, cheNulla! Siamo sicuri che sia lui lidiota,uscito di prigione anche grazie a un e noi gli intelligenti? Intanto in cielofutura umanitsaggio di Sartre, voleva accoltellarlo iniziano a farsi vivi gli Ufo cheper averlo analizzato a sua insaputa e vegliano e monitorano la terra primainutilmente, e De Niro, geniodi un eventuale loro sbarco nel futuro.mondiale dei nostri tempi, definito da Il personaggio del pushertutti quelli h provano a intervistarlo interpretato da Gallo in contattotonto spaesato e sempliciotto, con gli alieni per svolgere la suaperch non trova mai le parole missione, di contro-esoterismo neiadeguate al suo genio.... confronti di Kaspar, che va eliminato. Gli ufo nel film vengono utilizzati perPerch rifai oggi Kaspar Hauser? Conoscendo bene la vera vicenda mi interessano milioni persone? Perch Silvia Calderoni, che adesso lavora coi esoterico che cercavo da sempre.dichiarare da subito che la vicenda haDa 15 anni tenevo sul cassetto Kaspar attirava molto il titolo, la lotta perun essere speciale. Motus. Utilizzare la sua androginicitdei connotati anche extra-umani edHauser ou le combat pour lesprit dilanima. Da 15 anni volevo tornare aper il mio Kaspar mi avrebbeMa il tuo K.H. arriva dal mare esoterici (infatti si fermano in cieloPeter Tradowsky (allievo di RudolfKaspar Hauser, poich il film di Il tuo Kaspar Hauser cosa ha dipermesso di portare il lavoro a unmentre si comunica con gli ufo... formando il triangolo del terzo occhioSteiner) senza finirlo perch davvero Werner Herzog non rende giustizia aspeciale? livello superiore, e cio landroginicit Ho lottato anni per rifare Kaspar induista e shivaita, per il qualetroppo incasinato ed euforico.quello che accaduto e a tutte le sue Per il mio Kaspar Hauser volevo uncome archetipo per il futuroHauser perch lo trovo moderno elandroginicit la perfezione). Eimplicazioni archetipe, poetiche,giovane contorsionista russo delladellumanit. Avere un Kaspar Hauserallineato col presente: una grandeanche per elevare in senso letterale laesoteriche, spirituali, religiose, umane scuola circense, perch volevo che imaschio/femmina mi permetteva dimetafora dei giorni nostri: lovicenda, portarla in cielo, pere esistenzialiIl film di Herzog unsuoi poteri fossero principalmenteriattaccarmi alla pi pura tradizione straniero, lo sconosciuto arriva sullaguardare allins, dove noi nondeclassamento della vicenda, poichginnici, poi la cosa saltata in fretta, induista e shivaita, e cio quella dellaterra dal mare, viene accolto e recluso guardiamo quasi pi. Letere per gli narrata in modo troppo letterale.difficile da rintracciare o difficilmente perfezione quando Shiva (maschio) e senza ascoltarlo, conoscerlo o capirlo, induisti uno dei 5 elementiSilvia Calderoni in La leggenda di KasparCome mai Kaspar Hau