ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI ... Principi internazionali: IAS 1 IAS 18, IFRS 7

download ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI ... Principi internazionali: IAS 1 IAS 18, IFRS 7

of 42

  • date post

    24-Jul-2020
  • Category

    Documents

  • view

    0
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI ... Principi internazionali: IAS 1 IAS 18, IFRS 7

  • ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI VICENZA - CORSO PRATICANTI

    PROCEDURE DI REVISIONE DELL’ATTIVO

    Vicenza, 17 marzo 2012

  • 2

    Indice

    ► L’oggetto della revisione e riferimenti ai “manuali” di

    revisione

    ► I contenuti dei conti e le transazioni sottostanti

    ► Overview delle assertions e delle procedure di revisione

    ► Le procedure di revisione (PSP) ed esercizi

    ► L’informativa di bilancio (cenni)

    ► Casi e discussione

  • 3

    L’oggetto della revisione

    I crediti commerciali

    Principi Italiani: OIC 15

    Codice Civile: art. 2424, 2426, 2427

    ► Che cosa rappresentano? ► Rappresentano il diritto ad esigere ad una data scadenza determinati ammontari da

    clienti e da altri soggetti.

    ► Crediti e ricavi sono due aspetti contabili correlati agli stessi fatti di gestione.

    ► Da che cosa deriva il “diritto ad esigere” ? ► Nelle imprese mercantili, industriali e di servizi tale diritto deriva di solito dalla

    vendita di prodotti, merci e servizi.

    ► I crediti devono essere iscritti in bilancio secondo il valore

    presumibile di realizzazione

    http://gaait-aa.ey.net/Attachment.aspx?PersistentBookId=1002&attachmentName=OIC n.15 Crediti.pdf&ProductId=311

  • 4

    L’oggetto della revisione

    I crediti commerciali (segue)

    Principi internazionali: IAS 1 IAS 18, IFRS 7 (IAS 21 cenni) ► Conceptual framework: è controllato dall’entità a seguito di un

    evento passato e produrrà flussi di cassa futuri

    ► IAS 1.54: Come minimo, il prospetto di stato patrimoniale deve

    includere: (.,.) lettera h) crediti commerciali e altri crediti (…);

    ► IAS 18 Ricavi, contiene riferimenti utili a circostanziare i “crediti

    commerciali”

    ► IFRS 7 Strumenti finanziari: informazioni integrative. Cenni:

    ► Movimenti del fondo svalutazione crediti (IFRS 7.16)

    ► Informativa sul rischio di credito (IFRS 7.36), quali esposizione,

    garanzie, qualità dei crediti non scaduti e non svalutatati

    ► IAS 21: Effetti delle variazioni dei cambi delle valute estere (cenni)

    ► convertiti utilizzando il tasso di chiusura

  • 5

    Riferimenti ai “manuali” di revisione

    ► International Auditing Standards: ISA 500, 501, 505,

    520, 530, 540.

    ► Principi di revisione emessi da CNDCEC e

    raccomandati da Consob:

    ► 500: Gli elementi probativi della revisione

    ► 501: Gli elementi probativi - Considerazioni addizionali per casi

    specifici

    ► 505: Le conferme esterne

    ► 520: Le procedure di analisi comparativa

    ► 530: Campionamento di revisione ed altre procedure di verifica

    con selezione delle voci da esaminare

    ► 540: La revisione delle misurazioni del fair value e della

    direttiva informativa

  • 6

    Riferimenti ai “manuali” di revisione

    (segue)

    ► EY Global Audit Methodology (GAM):

    ► P08 - Identify significant accounts and disclosures and relevant

    assertinons.

    ► S02 - Identify significant classes of transactions, significant

    disclosure processes and related IT applications.

    ► S08 – Make combined risk assessments (CRA)

    ► S11 – Design substantive procedures

    ► Significa impostare gli audit programs

    ► E05 – Perform substantive procedures

    ► Significa eseguire gli audit programs e documentare le

    conclusioni.

  • 7

    Indice

    ► L’oggetto della revisione e riferimenti ai “manuali” di

    revisione

    ► I contenuti dei conti e le transazioni sottostanti

    ► Overview delle assertions e delle procedure di revisione

    ► Le procedure di revisione (PSP) ed esercizi

    ► L’informativa di bilancio (cenni)

    ► Casi e discussione

    .

  • 8

    Il contenuto dei conti:

    Classificazione (OIC 15)

    ► I crediti vengono distinti per:

    ► Origine:

    ► Crediti sorti in relazione a ricavi derivanti da operazioni di gestione

    caratteristica

    ► Crediti sorti per prestiti e finanziamenti concessi

    ► Crediti sorti per altre ragioni

    ► Natura del debitore:

    ► Crediti vs clienti

    ► Crediti vs consociate

    ► Crediti vs altri

    ► Scadenza:

    ► Crediti a breve scadenza

    ► Crediti media o lunga scadenza *

    * Di norma caso non applicabile ai crediti commerciali

  • 9

    Il contenuto dei conti:

    Valutazione (OIC 15)

    ► I crediti vanno esposti in bilancio al valore di presumibile realizzo,

    ovvero iscritti al valore nominale rettificato per:

    ► Perdite per inesigibilità

    ► Resi e rettifiche di fatturazione

    ► Sconti ed abbuoni

    ► Interessi non maturati

    ► Altre cause di minor realizzo

    ► Il valore nominale dei crediti in bilancio deve essere rettificato, tramite

    un fondo appositamente stanziato, per le perdite per inesigibilità che:

    ► Sono inerenti ai saldi dei crediti espressi in bilancio

    ► Possono essere ragionevolmente previste

    ► Per il principio della competenza, il fondo deve essere sufficiente per

    coprire:

    ► Le perdite per situazioni di inesigibilità già manifestatesi

    ► Le perdite per situazioni di inesigibilità temute o latenti

  • 10

    Il contenuto dei conti:

    Valutazione crediti in valuta estera (OIC 26) cenni)

    ► I ricavi e i proventi, i costi e gli oneri relativi ad operazioni

    in valuta devono essere determinati al cambio corrente

    alla data nella quale l’operazione è compiuta (art. 2425-

    bis 2° c. C.C):

    ► Valutazione a fine esercizio: ► Valutazione a tasso di cambio a pronti alla data di chiusura dell’esercizio

    (art. 2426 n. 8 bis).

    ► Gli utili e le perdite che si manifestano vanno imputati a conto economico.

    ► L’eventuale utile netto deve essere accantonato in una riserva non

    distribuibile in sede di destinazione del risultato di esercizio.

    ► Informativa: ► Indicare i criteri applicati nella conversione dei valori (art. 2427, n.1).

    ► Indicare eventuali effetti significativi delle variazioni dei cambi valutari

    verificatesi successivamente alla chiusura dell’esercizio (art. 2427, n. 6-

    bis).

  • 11

    Le principali classi di transazioni: Vendita

    ► Il fatto di gestione “vendita” comporta il riconoscimento di:

    ► ricavo (componente positivo di reddito)

    ► incremento dei crediti commerciali

    ► incremento dei debiti verso l’erario per la quota IVA applicabile, connessa

    all’emissione della fattura

    ► Esempio di scrittura contabile (con fatturazione con IVA)

    ► I crediti sono iscrivibili in bilancio se sussiste il “titolo” (se esiste

    l’obbligazione del terzo a pagare la somma dovuta all’impresa).

    Dare Avere

    Crediti com.li (SP) @ Ricavi (CE) 121 100

    IVA (SP) 21

  • 12

    Le principali classi di transazioni: Vendita – considerazioni sulla fatturazione

    ► La fatturazione, operazione richiesta dalla normativa IVA,

    può essere immediata (contestuale alla spedizione) o

    differita (cumulativa per tutte le spedizioni del mese).

    ► I momenti di riconoscimento dei ricavi ed emissione delle

    fattura spesso coincidono, ma possono essere due

    momenti diversi: es: ► Ricavo maturato ma non fatturato (es fatture da emettere)

    ► Importo fatturato a fronte di ricavo non maturato (es fattura di acconto)

    ► E’ importante comprendere i termini e le condizioni

    contrattuali al fine di determinare il momento del

    riconoscimento del ricavo e dell’iscrizione del credito,

    nonché la relativa contabilizzazione

  • 13

    Le principali classi di transazioni: Incassi

    ► L’incasso del credito di norma comporta:

    ► Un incremento delle disponibilità liquide.

    ► Una riduzione dell’attivo circolante.

    ► Esempio di scrittura contabile

    Dare Avere

    Banca c/c (SP) @ Crediti com.li (SP) 121 121

  • 14

    Le principali classi di transazioni: Incassi

    Modalità di incasso di un credito verso cliente: ► Maggiormente usate

    ► Bonifico Bancario: un soggetto ordina alla banca di pagare una certa

    somma a favore di un terzo creditore

    ► Ricevuta bancaria: un terzo creditore invia un avviso al debitore

    attraverso il circuito bancario e il debitore autorizza il pagamento

    ► Denaro contante e moneta elettronica (solo nel settore “retail”)

    ► Meno usate

    ► Assegno: (titolo di credito con cui chi ha fondi disponibili presso una

    banca ordina alla stessa di pagare a vista una determinata somma a

    favore proprio o di altra persona)

    ► Raramente u