Corso di studio : · PDF filestoria antica storia medievale (istituzioni ed economia del...

Click here to load reader

  • date post

    15-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    212
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Corso di studio : · PDF filestoria antica storia medievale (istituzioni ed economia del...

CdS pag. 1 di 3

Corso di studio : Storia

Tipo Laurea Laurea

Denominazione Storia

Title History

Tipologia Metodologico / Professionalizzante

Classe di appartenenza L-42 STORIA

Eventuale seconda classe

Obiettivi formativi e descrizione I laureati in Storia dovranno aver acquisito un'ampia formazione di base e le competenze necessarie per accostarsi alla ricerca storica, con la connessa attitudine culturale e professionale a collegare correttamente il presente al passato, e ad indagare quest'ultimo con gli strumenti necessari perconseguirne una conoscenza di tipo scientifico.La formazione di base, focalizzata sulle discipline storiche, dovr essere inoltre contrassegnata: a) dalla conoscenza dei fondamenti delle discipline letterarie, geografiche, filosofiche, storico-artistiche (edelle scienze umane in genere); b) dalla capacit di utilizzare con efficacia, in forma scritta e orale, almeno una lingua straniera moderna dell'U. E.; c) dalla capacit di servirsi dei principali strumentiinformatici.I requisiti necessari per l'avviamento alla pratica della ricerca storica saranno conseguiti medianteesperienze d'apprendimento estese all'intero arco cronologico dal mondo antico a quello contemporaneo (nella sua dimensione planetaria). Entro un ambito cronologico definito, o in un particolare settore tematico, tali requisiti comporteranno la conoscenza sicura dei grandi temi e dibattiti storiografici, e delle metodologie di trattamento e interpretazione delle fonti. Costituir altres obiettivo formativo imprescindibile l'acquisizione di un linguaggio storiografico (orale e scritto) rigoroso ma chiaro, attento alle problematiche inerenti l'esposizione specificamente scientifica e quella didattica e divulgativa.Il corso avr valenza metodologica, in preparazione dell'accesso ad una laurea magistrale, ma prevede altres un curriculum professionalizzante. Concorrer alla definizione del profilo professionale del laureato in Storia un approfondimento delle principali conoscenze in ambitoarchivistico, bibliografico, completate da una conoscenza dei fondamenti giuridici e aministrativi dello Stato, e da un'ulteriore approfondimento in campo storico artistico. Parte essenziale del percorso professionalizante sar un'esperienza documentata di tirocinio presso un Ente o luogo di lavoro d'interesse per l'attivit di ricerca storica e di conservazione dei beni culturali, o la divulgazione storico-culturale. I laureati in Storia potranno svolgere attivit professionale presso Enti pubblici e privati, neisettori dei servizi culturali (con compiti sia di svolgimento e coordinamento di ricerche storiche, sia di conservazione e valorizzazione del patrimonio archivistico, librario e della cultura materiale);dell'editoria e del giornalismo di carattere culturale (con particolare riguardo a tutte le forme di divulgazione storica); dei rapporti culturali internazionali.Per accedere al corso di laurea gli studenti devono dimostrare di padroneggiare la lingua italiananell'espressione scritta e orale.

Description

Numero Programmato Non programmato

Numero Posti

Motivaz. Num. Progr. Locale

Numero Stimato matricole 100

Requisiti di ammissione Diploma di Scuola Superiore o titolo equipollente e adeguata conoscenza della lingua italiananell'espressione scritta e orale. La verifica dei requisiti di accesso avverr attraverso un test di ingresso di carattere orientativo. Agli studenti che evidenziassero lacune, saranno offerte attivit didattiche di recupero e rafforzamento a cura del corso di laurea

Voto di Laurea Il voto di Laurea triennale, espresso in Centodecimi ed eventuale Lode, sar attribuito valutando la preparazione complessiva dello studente attestata dagli esiti degli esami parzialie la maturit scientifica da lui dimostrata nella Prova Finale.Per la determinazione del voto finale si dovr anzitutto calcolare la media ponderata dei voti ottenuti negli esami parziali, che il candidato ha sostenuto prima della Prova Finale. La media in Trentesimi cos ottenuta sar successivamente convertita in Centodecimi e arrotondata all'intero pi vicino (fino a 0,50 all'intero inferiore; da 0,51 all'intero superiore). Alla media espressa in Centodecimi si aggiungeranno:1 punto ogni 6 Lodi conseguite dal candidato durante il suo curriculum di studi;2 punti se la Prova finale stata giudicata SUFFICIENTE3 punti se la Prova finale stata giudicata BUONA4 punti se la Prova finale stata giudicata MOLTO BUONA

CdS pag. 2 di 3

5 punti se la Prova finale stata giudicata ECCELLENTEQualora, in seguito a tale computo, lo studente sia pervenuto al voto di 110/110, la Commissione, esaminato il curriculum degli studi, potr valutare l'opportunit di aggiungere al voto stesso la distinzione della Lode.

Base multiplo CFU 3

Specifica CFU per le lezioni frontali sono previste 7 ore di attivit didattica in aula per credito. Per le attivit che prevedono esercitazioni e seminari la percentuale di attivit in aula pu aumentare. I laboratori possono prevedere anche pi del 50% di attivit in aula.

Attivit di ricerca rilevante I docenti del corso di laurea in Storia costituiscono un rilevante corpo di studiosi che svolgono attivit nei settori della: storia anticastoria medievale (istituzioni ed economia del medioevo italianostoria moderna (storia della toscana, mentalit, della religionestoria contemporanea (storia dei conflitti nel XX secolo, storia della mentalit e della cultura)Storia di ambito extraeuropeo (Storia degli USA, dei paesi africani, della Cina e del Giappone)Storico istituzionale Archivistico e paleografico.Un elenco delle pi significative pubblicazioni dei docenti del corso di laurea :1) Mauro RONZANI, Un'idea trecentesca di cimitero. La costruzione e l'uso del Camposanto nella Pisa del secolo XIV, Pisa 2005, 140 pp.2) Alessandra VERONESE & Avraham DAVID (eds.), A Sion e a Gerusalemme. Viaggio in Terra Santa (1521-1523), edizione e traduzione di testi ebraici con commento e note, Firenze2003, 127 pp. 3) Alberto Mario BANTI, La nazione del Risorgimento. Parentela, santit e onore alle origini dell'Italia unita, Torino 2006.4) Paolo PEZZINO, Senza Stato. Le radici storiche della crisi italiana, Bari 2002, 196 pp. 5) Stefano VILLANI, A True Account of the Great Tryals and Cruel Sufferings Undergone by Those Two Faithful Servants of God Katherine Evans and Sarah Cheevers, Pisa 2003, 380 pp. 6) Antonella GRATI & Arturo PACINI, Carteggio degli oratori mantovani alla corte sforzesca (1450-1500), XV, 1495-1498, Roma 2003, 495 pp. 7) Laura SAVELLI, L'industria in montagna, Firenze 2004, 480 pp. 8) Umberto LONGO, La santit medievale, Roma 2006, 296 pp. 9) Roberto BIZZOCCHI, Guida allo studio della storia moderna, Bari 2002, 176 pp. 10) Cecilia IANNELLA, Cronica di Pisa. Dal ms. Roncioni 338 dell'Archivio di Stato di Pisa. Edizione e commento, Roma 2005, 452 pp.11) Michele BATTINI, Peccati di Memoria. La mancata Norimberga italiana e la democrazia dell'oblio, Bari 2003, 211 pp. 12) Silio SCALFATI, Carte Archivio arcivescovile Pisa 1100-1150, Pisa 2006, 370 pp. 13) Silio SCALFATI, Carte Archivio arcivescovile Pisa 1150-1200, Pisa 2006, 450 pp.14) Luigina CARRATORI, Archivio della Certosa di Calci (Archivio di Stato di Pisa, Corporazioni Religiose Soppresse), secoli XIII-XIX. Inventario e studio, Pisa 2005, 712 pp.15) Silvana SEIDEL MENCHI & Diego QUAGLIONI (a cura di), I tribunali del matrimonio (secoli XV-XVIII), Bologna 2006.16) Ettore CINNELLA, Makhno et la rvolution ukrainienne, Lyon 2003, 136 pp. 17) Luca BALDISSARA & Paolo PEZZINO (a cura di), Giudicare e punire. I processi per crimini di guerra tra diritto e politica, Napoli 2005, 344 pp. pp.18) Alessandro POLSI, Storia dell'ONU, Roma, Laterza, 200619) Gabriele RANZATO, L'eclissi della democrazia. La guerra civile spagnola e le sue origini. 1931-1939, Torino 2004, 692 pp.

CFU Docenti interni minimo 162

CFU Docenti interni massimo 180

CFU Docenti esterni minimo 0

CFU Docenti esterni massimo 18

Docenti di rif. per requisiti minimi Mauro Ronzani, prof. ord, M-STO/01, 12 CFUGiuseppe Del Monte, pof. ord., L-OR/01, 12 CFUAndrea Menzione, prof. ass., M-STO/02, 12 CFUAlberto Mario Banti, prof. ord, M-STO/04, 12 CFULuca Curti, prof. ord., L-FIL-LET/10, 12 CFUMichele Battini, prof. ord, M-STO/04, 12 CFUGiuliana Biagioli, prof. ord., SECS-P/12, 12 CFUMarco Lenci, prof. ord., SPS/13, 12 CFUArnaldo Testi, prof. ord., SPS/05 12 CFUAlessandro Polsi, ord. SPS/03 6 CFURoberto Bizzocchi, ord. MSTO/02 12 CFUPaolo Pezzino, ord. M-STO/04 12 CFUGabriele Ranzato, prof. ord. M-STO/04 12 CFUGiuseppe Petralia, prof. ord., M-STO/01, 6 CFU

CdS pag. 3 di 3

Silio Scalfati, prof. ord., M-STO/09, 12 CFUCecilia Iannella, ric., M-STO/01, 6 CFU

Percorso Eccellenza

Rapporto con il mondo del lavoro Il CdS riconosce un ruolo strategico fondamentale per interagire con il mondo del lavoro al Comitato di indirizzo (costituito in data 22 giugno 2006); Il comitato di indirizzo, che si riunisce normalmente una volta all'anno,ha fra i suoi componenti rappresentanti delle realt sociali, economiche e imprenditoriali, oltre che accademiche e scolastiche del territorio di riferimento.Tirocini pre laurea. Il CdS gestisce direttamente progetti di stage per gli studenti, in particolarmodo laureandi, al fine di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro e di realizzare momenti di alternanza di studio e lavoro nell'ambito dei processi. A tal fine stipula convenzioni di stage con le aziende private e pubbliche, e enti pubblici (Archivi, Biblioteche, Comuni) In tale ambito, il CdS presta un'attivit di indirizzo e di promozione di contatti con le realt interessate disposte ad accogliere gli stagisti per realizzare progetti specifici e per meglio apprezzare le risorse in