Casi clinici di bambini diversamente abili

download Casi clinici di bambini diversamente abili

of 32

  • date post

    29-Jun-2015
  • Category

    Documents

  • view

    182
  • download

    5

Embed Size (px)

Transcript of Casi clinici di bambini diversamente abili

  • 1. Ass. di Acquaticit & MedicinaAss. di Acquaticit & Medicina NaturaleNaturale AcquaMeNaAcquaMeNa 348-8621980348-8621980 Corso perCorso per ASSISTENTI SPECIALIZZATE PERASSISTENTI SPECIALIZZATE PER GIOVANI DIVERSAMENTE ABILIGIOVANI DIVERSAMENTE ABILI Dott. Massimo PietrangeliDott. Massimo Pietrangeli Neonatologo - PediatraNeonatologo - Pediatra Perfezionato inPerfezionato in Scienze MotorieScienze Motorie Istruttore Pediatric Basic Life SupportIstruttore Pediatric Basic Life Support

2. Associazione Sportiva eAssociazione Sportiva e SocioculturaleSocioculturale Il DelfinoIl Delfino Conferenza sulla MOTILITA INFANTILEConferenza sulla MOTILITA INFANTILE PRIME FASIPRIME FASI DELLO SVILUPPODELLO SVILUPPO NEUROPSICOMOTORIONEUROPSICOMOTORIO Dott. Massimo PietrangeliDott. Massimo Pietrangeli 3. FILOGENESI ed ONTOGENESIFILOGENESI ed ONTOGENESI LIVELLOLIVELLO II IIII IIIIII IVIV CreaturaCreatura PescePesce AnfibioAnfibio RettileRettile UomoUomo CervelloCervello BulboBulbo PontePonte MesencefaloMesencefalo CortecciaCorteccia AmbienteAmbiente AcquaAcqua FangoFango ErbaErba Ogni terrenoOgni terreno MobilitMobilit Solo troncoSolo tronco OmolateraleOmolaterale SchemaSchema CrociatoCrociato Cammino,Cammino, corsa,nuoto..corsa,nuoto.. VistaVista OcchiOcchi indipendentiindipendenti Iniziano aIniziano a sovrapporsisovrapporsi MaggiorMaggior sovrapposizionesovrapposizione ConvergenzaConvergenza EquilibrioEquilibrio Libero dallaLibero dalla gravitgravit Compl.Compl. SoggSogg a gravita gravit Sfida inizialeSfida iniziale alla gravitalla gravit Equilibrio suEquilibrio su due puntidue punti LinguaggioLinguaggio Sono vivoSono vivo Suoni vitaliSuoni vitali SuoniSuoni significativisignificativi PAROLAPAROLA 4. Caso 1Caso 1 SCHEDA ANAGRAFICA DELL ALUNNOSCHEDA ANAGRAFICA DELL ALUNNO Lalunno Max, di tredici anni, nato in Ucraina il 15 / 8 / 84 , adottatoLalunno Max, di tredici anni, nato in Ucraina il 15 / 8 / 84 , adottato dalla famiglia DA. a tre mesi di vita e residente a Torredalla famiglia DA. a tre mesi di vita e residente a Torre Annunziata, frequenta per la prima volta la classe II C dellaAnnunziata, frequenta per la prima volta la classe II C della suddetta Scuola Media.suddetta Scuola Media. Ha frequentato la Scuola Elementare di Torre Annunziata, ripetendoHa frequentato la Scuola Elementare di Torre Annunziata, ripetendo la classe V. E stato seguito gi dallultimo anno di elementari dallla classe V. E stato seguito gi dallultimo anno di elementari dall insegnante di sostegno.insegnante di sostegno. NUCLEO FAMILIARENUCLEO FAMILIARE Il nucleo familiare dellalunno costituito dalla madre Giovanna,Il nucleo familiare dellalunno costituito dalla madre Giovanna, casalinga, e da un suo fratello che vive con loro ; il padre, D. D.,casalinga, e da un suo fratello che vive con loro ; il padre, D. D., operaio, vive per lavoro in USA.operaio, vive per lavoro in USA. RAPPORTI CON LAMBIENTE FAMIGLIARAPPORTI CON LAMBIENTE FAMIGLIA Tali rapporti sono complessi e delicati, in quanto la madre delTali rapporti sono complessi e delicati, in quanto la madre del ragazzo non ha praticamente ancora accettato lhandicap del figlio, eragazzo non ha praticamente ancora accettato lhandicap del figlio, e questi risente del clima conflittuale conseguente.questi risente del clima conflittuale conseguente. RAPPORTI CON LAMBIENTE SCUOLARAPPORTI CON LAMBIENTE SCUOLA Max abbastanza inserito nel gruppo classe, ben accetto daiMax abbastanza inserito nel gruppo classe, ben accetto dai compagni ed ha con loro, con qualcuno in particolare, un buoncompagni ed ha con loro, con qualcuno in particolare, un buon rapporto, e cos pure con gli insegnanti. Ha instaurato un buonrapporto, e cos pure con gli insegnanti. Ha instaurato un buon rapporto anche con linsegnate di sostegno.rapporto anche con linsegnate di sostegno. Egli viene volentieri a scuola e mostra interesse per alcune attivitEgli viene volentieri a scuola e mostra interesse per alcune attivit didattiche, ma deve essere continuamente guidato e stimolato perdidattiche, ma deve essere continuamente guidato e stimolato per eseguire i compiti proposti. Si rivela spesso polemico eeseguire i compiti proposti. Si rivela spesso polemico e contestatore, esigente ed egocentrico ; ci dovuto probabilmente allacontestatore, esigente ed egocentrico ; ci dovuto probabilmente alla sua condizione che gli crea disagio sa fisico che psichico e dunquesua condizione che gli crea disagio sa fisico che psichico e dunque scolastico. Deve essere seguito e rincuorato, con attenzioni notevoli.scolastico. Deve essere seguito e rincuorato, con attenzioni notevoli. 5. Spesso si esprime spontaneamente, ma non sempre in modo opportuno eSpesso si esprime spontaneamente, ma non sempre in modo opportuno e coerente al contesto. Amante delle proprie idee, preferisce parlare di fatti ecoerente al contesto. Amante delle proprie idee, preferisce parlare di fatti e avvenimenti propri e altrui.avvenimenti propri e altrui. DIAGNOSI CLINICADIAGNOSI CLINICA Dalla diagnosi funzionale, redatta il 04 / 02 / 98 dallequipe medica psico-Dalla diagnosi funzionale, redatta il 04 / 02 / 98 dallequipe medica psico- pedagogica, risulta che Max presenta pedagogica, risulta che Max presenta Paralisi cerebrale infantile. DiplegiaParalisi cerebrale infantile. Diplegia spastica con impostabilit e spasticit associate, da probabile dannospastica con impostabilit e spasticit associate, da probabile danno perinatale. Conseguenze funzionali : lieve ritardo mentale e difficolt diperinatale. Conseguenze funzionali : lieve ritardo mentale e difficolt di apprendimentoapprendimento.. DIAGNOSI FUNZIONALEDIAGNOSI FUNZIONALE Diplegia spastica con ritardo mentale lieve, che comporta difficolt a livelloDiplegia spastica con ritardo mentale lieve, che comporta difficolt a livello gnosico.gnosico. Max frequenta il centro riabilitativo dellIstituto Paolo VI di B, dove Max frequenta il centro riabilitativo dellIstituto Paolo VI di B, dove sottoposto a terapie varie : fisiochinesiterapia, psicomotricit e logopedia.sottoposto a terapie varie : fisiochinesiterapia, psicomotricit e logopedia. Si muove con lausilio del girello da quando ha eseguito un intervento agliSi muove con lausilio del girello da quando ha eseguito un intervento agli adduttori.adduttori. PROFILO DINAMICO FUNZIONALE REDATTO IL 04 / 02 / 98PROFILO DINAMICO FUNZIONALE REDATTO IL 04 / 02 / 98 Settori di attivit in cui si riscontrano le difficolt :Settori di attivit in cui si riscontrano le difficolt : Area linguistica e logico matematicaArea linguistica e logico matematica ASSE COGNITIVOASSE COGNITIVO Livello di sviluppo cognitivoLivello di sviluppo cognitivo : diminuzione lieve.: diminuzione lieve. ASSE AFFETTIVO RELAZIONALEASSE AFFETTIVO RELAZIONALE Area delArea del ss : deve essere incoraggiato e stimolato per avere un sufficiente: deve essere incoraggiato e stimolato per avere un sufficiente livello di autostima.livello di autostima. Rapporti con gli altriRapporti con gli altri : buoni.: buoni. ASSE COMUNICAZIONALEASSE COMUNICAZIONALE Mezzi privilegiatiMezzi privilegiati : linguaggio verbale.: linguaggio verbale. Contenuti prevalentiContenuti prevalenti : eventi personali ed esperienze altrui.: eventi personali ed esperienze altrui. Modalit di interazioneModalit di interazione : tranquilla.: tranquilla. 6. ASSE LINGUISTICOASSE LINGUISTICO ComprensioneComprensione : comprende semplici messaggi.: comprende semplici messaggi. ProduzioneProduzione : trascrive ci che ha compreso attraverso domande stimolo.: trascrive ci che ha compreso attraverso domande stimolo. Uso comunicativoUso comunicativo : trasmette messaggi chiari e corretti verbalmente.: trasmette messaggi chiari e corretti verbalmente. ASSE SENSORIALEASSE SENSORIALE Funzionalit visivaFunzionalit visiva : diminuzione severa.: diminuzione severa. Funzionalit uditivaFunzionalit uditiva : nella norma.: nella norma. ASSE MOTORIO PRASSICOASSE MOTORIO PRASSICO Motricit globaleMotricit globale :: gravemente compromessa.gravemente compromessa. Motricit fineMotricit fine : compromessa, ma se guidato riesce a scrivere.: compromessa, ma se guidato riesce a scrivere. Prassie semplici e complessePrassie semplici e complesse : difficolt nelleseguire movimenti complessi che: difficolt nelleseguire movimenti complessi che richiedono uno spazio pi ampio.richiedono uno spazio pi ampio. ASSE NEUROLOGICOASSE NEUROLOGICO Capacit mnesticheCapacit mnestiche : buone.: buone. Capacit attentiveCapacit attentive : limitate.: limitate. Organizzazione spazio temporaleOrganizzazione spazio temporale :: grave difficolt.grave difficolt. ASSE DELL AUTONOMIAASSE DELL AUTONOMIA Autonomia personaleAutonomia personale :: gravemente compromessa.gravemente compromessa. Autonomia socialeAutonomia sociale :: gravemente compromessa.gravemente compromessa. ASSE DELL APPRENDIMENTOASSE DELL APPRENDIMENTO Gioco e grafismoGioco e grafismo : non rispetta sempre le regole del gioco.: non rispetta sempre le regole del gioco. Lettura e scritturaLettura e scrittura : poco scorrevoli, errori ortografici e grammaticali.: poco scorrevoli, errori ortografici e grammaticali. Uso spontaneo delle competenzeUso spontaneo delle competenze : inesistente.: inesistente. Apprendimenti curricolariApprendimenti curricolari : programmazione individualizzata.: programmazione individualizzata. SFERA CONATIVASFERA CONATIVA 1 ) Impegno1 ) Impegno : non costante.: non costante. 2 ) Capacit mnestiche2 ) Capacit mnestiche : buone.: buone. 33 )) II tempi di attenzione e concentrazionetempi di attenzione e concentrazione sonosono limitati.limitati. 4 ) Organizzazione spazio temporale4 ) Organizzazione spazio temporale : grave difficolt.: grave difficolt. 5 ) Autonomia personale5 ) Autonomia personale : gravemente compromessa.: gravemente compromessa. 7. CONTROLLO INIZIALE DELLE NOZIONI POSSEDUTE DALL ALUNNOCONTROLLO INIZIALE DE