Aggiornamenti albanesi

download Aggiornamenti albanesi

of 41

  • date post

    17-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    242
  • download

    9

Embed Size (px)

description

Aggiornamenti albanesi

Transcript of Aggiornamenti albanesi

  • 1Prditsimi Shqiptar

    RIVISTA DELLA CAMERA DI COMMERCIO ITALIANA IN ALBANIA

    n. 11 Giugno 2010

    Corridoio VIIIKorridori VIII

    Progetti IPAProjekti IPA

    Camera di Commercio Italiana in AlbaniaDhoma e Tregtis Italiane n Shqipri

    Un viaggio verso nuovi orizzontiNj udhtim drejt horizonteve t reja

    Ambasciata dItalia

  • 2Aggiornamenti Albanesi

    PresidenteGiovanni DEGENNARO

    QTZHK Centro Commerciale dello Sviluppo Culturale

    Vice PresidentiMichele CICELLA - Agrigose

    Luigi B. NIDITO(Tesoriere)-LBNEditorVincenzo PASTORESSA - Telcom Albania

    Consiglieri effettiviLibero CATALANO - Veneto Banka

    Carmine CIPRO - Manifacture ItalianaStefano FARABBI - Intesa Sanpaolo Bank Albania

    Vito Bruno FIORENTINO - FilantoStefano GALLINI - Eurotech Cement

    Giordano GORINI - EssegeiGaetano MARRONE - Volalba

    Marco MONACO SORGE - Studio Legale TonucciGianluca PIERELLA - Tirana Softwaregroup

    ProbiviriGaetano TARSITANI (Presidente) - Istituto Internazionale

    Alfo GIORGI - Gruppo Giorgi Marina di OrikumArta MUSKOLLARI - Global Service

    RevisoriAntonio VENTURA (Presidente)

    Paolo GIORGIALONGOShpresa KOIRAJ

    Segretario GeneraleAlda BAKIRI

    C.C.I.A.

  • 3Prditsimi Shqiptar

    Progetti IPAProjekti IPA

    Camera di Commercio Italiana in AlbaniaDhoma e Tregtis Italiane n Shqipri

    Un viaggio verso nuovi orizzontinj Udhtim drejt horizonteve t reja

    Ambasciata dItalia

    RIVISTA DELLA CAMERA DI COMMERCIO ITALIANA IN ALBANIA

    n. 11 Giugno 2010

    Corridoio VIIIKorridori VIII

    SommarioIndeksi

    Saluto del Presidente Avv. DegennaroPershendetje e Presidentit Av. Degennaro 4

    LAlbania vicina - Editoriale di Luigi NiditoShqipria ndodhet afr - Editorial nga Luigi Nidito 5-7

    La sede della CCIA a Valona: un contributo fondamentaleZyra e CCIA n Vlor: nj kondribut i rndsishm 8-9

    Un paese pieno di opportunit - Sede CCIA a ScutariNj vend q ofron plot mundsi - Zyra e CCIA n Shkodr 10-11

    Corridoio VIII: un ponte fra lAdriatico e il Mar NeroKorridori VIII: nj ur mes Adriatikut dhe Detit t Zi 14-15

    Grandi opportunit offerte dai progetti IPAMundsi t mdha t ofruara nga projekti IPA 16-17

    Missione della Camera di Commercio Italo-Ellenica di SaloniccoMisioni i Dhoms s Tregtis Italo-Greke t Selanikut 18-19

    Missione a Roma della Camera di Commercio Italiana in AlbaniaMision n Rom i Dhoms s Tregtis Italiane n Shqipri 20-21

    Si costituisce la Confindustria BalcaniThemelohet Konfindustria e Ballkanit 22-23

    Delegazione dellUnione Industriale di Prato a TiranaDelegacioni i Unionit Industrial t Pratos n Tiran 24

    Libro in albanese MADRE TERESA di Renato FarinaN shqip libri i NN TEREZA nga Renato Farina 24

    Sala multimediale Madre Teresa nel Palazzo di CulturaSalla multimediale Nn Tereza n Pallatin e Kulturs 25

    Collaborazione CCIA e Comitato Dante Alighieri di TiranaBashkpunim i CCIA me Komitetin Dante Alighieri n Tiran 26

    Gemellaggio fra una scuola di Tirana e una arbreshBinjakzim midis nj shkolle n Tiran dhe nj arbreshe 27

    Fattoria italianaFerma italiane 28

    Il Consorzio Albania Export a Torino e una sede a TiranaConsorzi Albania Export n Torino dhe nj seli n Tiran 29

    Manifacture ItalianaManifacture Italiana 30-32

    Marina di OrikumMarina e Orikumit 33-35

    Shqiperia TrikotShqipria Trikot 36-38

    AggiornamentiAlbanesiOrgano della C.C.I.A.Sheshi SkanderbejPallati i KultursTiran - AlbaniaTel. +355 4 2234243Fax +355 4 2259098www.ccia.alsegreteria@ccia.alDirettore ResponsabileLuigi NiditoImpaginazione e stampaLBN Editor

  • 4Aggiornamenti Albanesi

    Questo anno 2010 un anno pieno di difficolt nel quale in tutti i Paesi siamocostretti a registrare grandi problemi in campo economico che inevitabilmente siripercuotono sul piano sociale. Anche in Albania landamento delleconomia ha subi-to un arresto in settori trainanti, a cominciare da quello delle costruzioni e da altricomparti produttivi che in passato hanno contribuito alla forte crescita del PIL, cre-scita che lAlbania ha fatto registrare per alcuni anni di seguito. Tutto ci non devescoraggiarci, al contrario proprio questo il momento per pensare al futuro comnelle abitudini e nella stessa indole della imprenditoria pi avveduta. Il Governodeve aiutare questa nostra propensione; e noi stessi, come operatori economici,dobbiamo guardare in avanti con caparbia fiducia. LAlbania negli ultimi tempi hafatto passi concreti nelladeguarsi agli standard di tipo europeo. C ancora molto da fare ed per questo che anche le varieAssociazioni di categoria devono fare la loro parte. Per parte nostra, come storica Associazione Imprenditori Italiani Operantiin Albania (AIIOA), abbiamo deciso di adeguarci alla presente realt e chiedere il riconoscimento ufficiale come Camera diCommercio Italiana in Albania (CCIA), inserendo operatori albanesi nella compagine sociale e adeguando la nostra organizza-zione alle esigenze di una moderna Camera di Commercio al servizio di tutti quegli operatori, che nei due Paesi voglionocostruire rapporti economici produttivi e commerciali fra Italia e Albania attraverso un concreto spirito di collaborazione epartenariato. Le condizioni sono favorevoli anche perch lAlbania, seppure in crescita rallentata, presenta ancora una situa-zione di prospettiva in positivo. In pi ci conforta il fatto che la nostra impostazione convintamente condivisa anche dallanostra Ambasciata, verso la quale va tutto il nostro apprezzamento per laiuto costante in questo nostro nuovo impegno. Nonci resta che auspicare un sollecito riconoscimento come CCIA per poter lavorare come nuovo importante soggetto istituzionalenella realt albanese con lo scopo di ampliare sempre di pi le occasioni di collaborazione e scambio fra le realt economicheitaliane ed albanesi.

    Avv. Giovanni DegennaroPresidente della Camera di Commercio

    Italiana in Albania

    Av. Giovanni DegennaroPresidenti i Dhoms s Tregtis

    Italiane n Shqipri

    Viti 2010 sht nj vit i mbushur me vshtirsi, ku n t gjith vendet vihen re probleme t mdha n fushn ekonomike tcilat, n mnyr t pashmangshme, reflektohen n planin shoqror. Edhe n Shqipri mbarvajtja e ekonomis ka psuar njfrenim n sektor t rndsishm si sht ai i ndrtimit dhe n sektor t tjer t prodhimit q n t shkuarn kan ndikuarn rritjen e ndjeshme t Prodhimit t Brendshm Bruto, nj rritje q n Shqipri u shnua pr disa vite rradhazi. Por e gjithkjo nuk duhet t na shkurajoj, prkundrazi sht pikrisht ky momenti kur duhet menduar pr t ardhmen, si sht zakondhe prirje e siprmarrjeve m t kujdesshme. Qeveria duhet ti vij n ndihm ksaj prirjes son dhe vet ne si operatorekonomik duhet t shohim prpara me krenari dhe besim. Shqipria koht e fundit ka br hapa konkret n prshtatjen mestandartet europiane. Ka ende shum pr t br dhe pr kt arsye Shoqatat e Kategorive duhet t luajn rolin e tyre. Ngaana jon, si Shoqata historike e Siprmarrsve Italian q Operojn n Shqipri (AIIOA), kemi vendosur q ti prshtatemirealitetit t tanishm dhe t krkojm njohjen zyrtare si Dhoma e Tregtis Italiane n Shqipri (CCIA), duke pranuar dheoperator shqiptar dhe duke prshtatur organizimin ton me krkesat e nj dhome tregtie moderne, n shrbim t t gjithatyre operatorve q n t dy vendet dshirojn t ndrtojn marrdhnie ekonomike dhe tregtare ndrmjet Italis dheShqipris, nprmjet nj bashkpunimi dhe partneriteti konkret. Kushtet jan t favorshme edhe pse Shqipria, megjithsegjendet n nj faz rritjeje t ngadalt, paraqet ende nj perspektiv pozitive. Pr m tepr na ngushllon fakti se qndrimiyn sht sht aprovuar me bindje edhe nga Ambasada jon, s cils i prcjellim t gjith mirnjohjen ton pr ndihmesn

    e vazhdueshme pr kt angazhimin ton t ri. Nuk na mbetet vese t shpresojm n njohjen zyrtare si CCIA q tmund t punojm si nj subjekt i ri dhe i rndsishm institucional n realitetin shqiptar, me qllimin pr t zgjeruargjithnj e m tepr rastet e bashkpunimit dhe t shkmbimit midis realiteteve ekonomike italiane dhe shqiptare.

  • 5Prditsimi Shqiptar

    Questa prima met del 2010 in Albania stata caratterizzatadalla serie di eventi organizzati dallAmbasciata dItalia: Ita-lia ed Albania 2010 Due popoli, un mare, unamicizia.Va dato subito atto allAmbasciatoreSaba DElia e per aver voluto questieventi, che rappresentano una testi-monianza tangibile del legame socialee culturale, oltre che istituzionale, trai due Paesi. Gli albanesi, a tutti i livelli,hanno accolto queste manifestazionicon partecipazione ed interesse nellaconsapevolezza di un rapporto fra Ita-lia ed Albania, che questi eventi han-no riaffermato, ma che si perde nellanotte dei secoli. Va sottolineato chenon si trattato di occasioni di incon-tro di tipo celebrativo od istituzionale,ma di vero e proprio confronto con-creto su temi, che rappresentano oggi,ed ancor pi domani, il vero riferimentoalla base dello sviluppo economico esociale dellAlbania in stretta relazio-ne di amicizia con lItalia, rapporto che viatico positivo per lingresso dellAl-bania in Europa.LAlbania non europea solo geogra-ficamente, ma lo per storia, tradi-zioni, cultura e per lumanit albanese che tali valori racchiu-de in s. La squa