Nexus New Times 111 anteprima

Click here to load reader

  • date post

    03-Apr-2016
  • Category

    Documents

  • view

    231
  • download

    1

Embed Size (px)

description

Nel bel mezzo di questa strana estate, scombussolata da anomalie meteorologiche, turbolenze geopolitiche ed emergenze sanitarie, esce il nr. 111 dell’edizione italiana di NEXUS New Times con una serie di articoli davvero straordinari: parliamo delle più recenti e sofisticate tecnologie per il controllo mentale, del linguaggio sconosciuto delle piante, dell’utilizzo dell’acqua per curare le malattie croniche legate alla disidratazione, della grande frode del Colonnello Richard Vyse nella Piramide di Cheope, di un rivoluzionario concetto di baricentro, della storia e delle applicazioni del Gas di Brown, dei misteriosi eventi riportati dalle cronache del Sichuan, in Cina, nonché degli strani contatti di un residente del Perù e dei suoi viaggi alla “sorgente delle anime”. Nella sezione italiana a cura della nostra redazione parliamo dei viaggi dell’Anima in altre dimensioni e dei suoi passaggi terreni nel corso di varie esistenze, iniziamo a fare il punto sul fenomeno dei cosiddetti “Bambi

Transcript of Nexus New Times 111 anteprima

  • Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in Legge 27/02/2004 n.46) - Art.1, Comma 1, DCB - Padovawww.nexusedizioni.it

    NE

    W T

    IME

    S

    111n. 111 ed. italiana111

    E D I Z I O N E I T A L I A N A

    8,00 - Rivista bimestrale nr. 111 - Vol. 4 - agosto - settembre 2014

    Gli alberi sono liriche che la terra scrive sul cielo. Noi li abbattiamo e li trasformiamo in carta per potervi

    registrare, invece, la nostra vuotaggine.

    Kahlil Gibran

    LE TECNICHE DI CONTROLLO MENTALE DEL XXI SECOLOIL LINGUAGGIO PERDUTO DELLE PIANTE

    GUARIRE LE MALATTIE CRONICHE CON LACQUA

    LA GRANDE FRODE DELLA PIRAMIDE DI CHEOPE

    IL GAS DI BROWN PER UN FUTURO DI ENERGIA PULITA

    BAMBINI INDACO: DAL MITO ALLA SCIENZA

  • EDIZIONE ITALIANAPeriodico Bimestrale

    Anno XX - Numero 111AGOSTO - SETTEMBRE 2014

    DICHIARAZIONE DI INTENTI NEXUS riconosce che lumanit sottoposta

    ad un massivo processo di trasformazione. Tenendo presente tutto ci, NEXUS cerca di

    fornire informazioni difficili da ottenere, per assistere le persone attraverso tali cambiamenti.

    NEXUS non ha legami con alcuna ideologia od organizzazione religiosa, filosofica o politica.

    POLITICA DI AUTORIZZAZIONE ALLA RIPRODUZIONE

    Mentre incoraggiamo attivamente la riproduzione e la diffusione delle informazioni di NEXUS,

    chiunque colto a guadagnarci soldi, senza la nostra espressa autorizzazione,

    finir nei guai quando lo becchiamo!

    LETTERE AL DIRETTORE 4

    EDITORIALE 5

    VILLAGGIO GLOBALE 6Parliamo della rimozione di importanti articoli informativi da parte di Google, della minaccia alla biodiversit costituita dai pesticidi, dei cambiamenti nel campo magnetico terrestre, della frode dei vaccini anti-influenzali, dei metadati, di jihadismo e petrolio, dello scandalo della revisione del glifosato in Europa, e altro.

    IL CONTROLLO MENTALE NEL XXI SECOLO 13Di Steven DiBasio. Le tecnologie in grado di insinuarsi nella mente e controllare i comporta-menti sono diventate sempre pi sofisticate nel corso dei decenni, ma vengono tenute nascoste per motivi di sicurezza nazionale. Alcuni degli ultimi sviluppi che sono stati resi pubblici hanno risvolti inquietanti.

    IL LINGUAGGIO PERDUTO DELLE PIANTE prima parte 23Di Stephen Harrod Buhner. Imparando a ritrovare il legame con la natura e con le altre forme di vita, possiamo scoprire la saggezza delle piante. La loro chimica si intreccia in una rete complessa con la vita di tutti gli organismi, preservandoli e addirittura guarendoli quando sono malati.

    DISIDRATAZIONE E MALATTIE CRONICHE seconda parte 29Di Fereydoon Batmanghelidj. Per combattere le malattie causate dalla disidratazione, dobbi-amo bere acqua a sufficienza e includere nella nostra dieta sale marino e minerali. Questo semplice regime pu fare bene a chi soffre di diabete, cardiopatie, dolori reumatici, emicrania e persino cancro.

    UNA NUOVA LETTURA SULLA FRODE DELLA GRANDE PIRAMIDE 37Di Scott Creighton. Il diario manoscritto del Colonnello Richard Howard Vyse rivela delle gra-vi discrepanze, finora ignote, sullinterpretazione dei geroglifici relativi al faraone egizio Khufu, che lasciano pensare che nella Grande Piramide sia stata perpetrata una frode che ha influenzato e manipolato lopinione generale su questo monumento.

    SCIENCE NEWS 43Presentiamo una proposta di Christopher Carmody sul baricentro, dove il centro di una massa nel contempo un punto di gravit zero e anche il punto di emanazione dellintera attrazione gra-vitazionale di un corpo. Le leggi baricentriche dimostrano la verit: tutto in uno e uno in tutto.

    LA STORIA E IL FUTURO DEL GAS DI BROWN 49Di J. J. Hurtak e Desiree Hurtak. Le ricerche sul gas di Brown, o gas ossidrico, continuano di buon passo in tutto il mondo: si stanno esplorando nuove applicazioni in vari campi, fra cui la saldatura, lindustria automobilistica e persino la trasmutazione delle scorie nucleari.

    LE SORPRENDENTI ANOMALIE DELLA PROVINCIA DEL SICHUAN 57Di Paul Stonehill. Una delle culle della civilt cinese, il Sichuan una regione dai molti segreti, fra cui interferenze geomagnetiche, avvistamenti di UFO, eventi paranormali, singolari manu-fatti antichi, strane immagini che si creano nel paesaggio, misteri criptozoologici e molto altro.

    THE TWILIGHT ZONE 64In questo numero presentiamo due post pubblicati da Linda Moulton Howe su Earthfiles.com sugli avvistamenti UFO di un residente in Per, i suoi incontri con un essere grigio che comu-nicava telepaticamente e i suoi viaggi con uno spirito guida alla sorgente delle anime.

    PUNTO ZERO 69Parliamo dei viaggi dellAnima in altre dimensioni e dei suoi passaggi terreni nel corso di varie esistenze, iniziamo a fare il punto sul fenomeno dei cosiddetti Bambini Indaco, ed esami-niamo le relazioni pericolose fra i servizi di intelligence militari e le cosiddette scuole per lo sviluppo del potenziale umano e delle capacit extrasensoriali.

    RECENSIONI 89

  • 5Nexus New Times 111

    Le tecnologie in grado di insinuarsi nella mente e controllare i comportamenti sono diventate sempre pi sofisticate nel corso dei decenni, ma vengono tenute nascoste per motivi di sicurezza nazionale. Alcuni degli ultimi sviluppi che sono stati resi pubblici hanno risvolti inquietanti.

    Il controllo mentale del XXI secolo

    di Steven DiBasio 13 gennaio e 10 marzo 2014

    E-mail: [email protected]

    Pubblicato su VeteransToday.com

    Prima parte: http://tinyurl.com/oubee4j

    Seconda parte: http://tinyurl.com/mhbpyd3

    PRIMA PARTE Una teoria del complotto?Il controllo mentale un argomento che viene comunemente percepito co-me una teoria del complotto o roba da X-Files. Insomma, visto come qualcosa che probabilmente non reale, e di cui non vale certo la pena di preoccuparsi troppo. Questo atteggiamento deriva almeno in parte dalla con-vinzione diffusa che il cervello umano sia talmente complicato ci che c di pi complesso nelluniverso una definizione comune che non possi-bile, e forse non lo sar mai, comprenderlo a fondo. Un autore, per esempio, descrive il cervello definendolo di una complessit forse infinita,1 mentre un altro, David Brooks del New York Times, scrive che probabilmente impossi-bile che una mappa dellattivit cerebrale possa rivelare stati mentali come emozioni e desideri.2 Analogamente, Andrew Sullivan, blogger ed ex redatto-re di New Republic, ritiene che le neuroscienze siano tuttora in fasce e che conosciamo il cervello umano solo superficialmente, e per supportare questa posizione si ricollega a un articolo del New Yorker.3Il servizio di punta del numero di ottobre 2004 della rivista Discover, intito-lato Il mito del controllo mentale, avverte il lettore che anche se il controllo mentale il pane quotidiano della fantascienza familiare, non c ragione di preoccuparsi troppo, perch decifrare per davvero il codice neurale sarebbe come svelare gli altri grandi misteri della scienza come lorigine delluni-verso e della vita sulla Terra, e in definitiva assai poco probabile.4 Secondo larticolo, dato che il cervello il pi importante mistero della scienza e pro-babilmente il pi difficile da risolvere, nella peggiore delle ipotesi il control-lo mentale rimane una preoccupazione remota.5Lidea di fondo sembra essere quella che un sofisticato controllo mentale im-probabile se prima non si comprende appieno il cervello, e al momento noi non conosciamo abbastanza il cervello.

    La concezione del codice neuraleNaturalmente possibile mettere in dubbio la nozione che comprendere to-talmente il codice neurale sia un prerequisito per il controllo mentale, dato che non sempre necessario sapere come funziona qualcosa perch ne segua-no degli effetti. Tuttavia, presupporre che il cervello sia complesso al punto che ci che siamo riusciti a interpretare finora non che una minima parte non corretto...

    shop.nexusedizioni.it

  • Nexus New Times 111

    6

    Imparando a ritrovare il legame con la natura e con le altre forme di vita, possiamo scoprire la saggezza delle piante. La loro chimica si intreccia in una rete complessa con la vita di tutti gli organismi, preservandoli e addirittura guarendoli quando sono malati.

    Il linguaggio perduto delle piante

    di Stephen Harrod Buhner 2003

    The Foundation for Gaian Studies

    8 Pioneer Road

    Silver City, NM 88061, USA

    E-mail: [email protected]

    Sito Web: http://gaianstudies.org

    Per gran parte del periodo in cui gli esseri umani hanno abitato la Terra, la loro integrazione nellambiente stata tale per cui, fino a tempi piuttosto re-centi, non vi era separazione fra uomo e natura. Questa concezione trova un riscontro nel sapere che giunge a noi dalla maggior parte delle culture indi-gene e antiche: questi popoli non avvertivano s stessi e la natura come enti-t separate. Lintimo intreccio dellumanit con le altre forme di vita durante tutta levoluzione significa che lintero sviluppo della specie umana, in quanto specie distinta, non si pu separare dagli ecosistemi in cui si sviluppata. Una simile interconnessione con lambiente talmente fondamentale per la nostra specie che, in definitiva, non possiamo comprendere noi stessi come esseri umani senza conoscere in una certa misura la natura stessa. Poich lesperienza della natura e delle altre forme di vita integrata tanto profondamente nella storia della nostra specie, luomo possiede una predisposizione genetica verso la natura e le altre forme di vita: tuttavia occorrono delle esperienze specifiche per attivarla. Edward O. Wilson chiama questo sentimento o interesse innato verso le forme e i sistemi viventi, ovvero per la natura, biofilia.Questa affinit innata verso tutte le forme di vita verso cose che nella pro-spettiva occidentale non appaiono neppu