Libretto Palio 2013

Click here to load reader

  • date post

    15-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    235
  • download

    8

Embed Size (px)

description

Libretto Palio 2013

Transcript of Libretto Palio 2013

  • I I edizione 2013

    Cultura e divertimento per valorizzare le tradizioni storiche, folkloristiche ed in genere tutte le espressioni di valori popolari locali

    AD

    AU

    GU

    ST

    A P

    ER

    AN

    GU

    ST

    A

    2 - 3 - 4 AgostoFESTA AL CASTELLOCentro Storico

    26 - 27 - 28 LuglioPALIO DEL CONCONEPiazza Iannucci

    Comune di Castro dei VolsciAssessorato Cultura - Comitato Palio

    Giorni dell antico Statuto

    www.giornidellanticostatuto.it

  • Saluto del Sindaco di Castro dei Volsci Dott. Massimo Lombardi

    Abbiamo ancora vivi nella memoria i bei momenti del Palio dello scorso anno, vinto dalla Carcia di Collepece, come la carrettella, il lancio delluovo e la corsa con il concone o i momenti di ilarit della serata delle scenette teatrali per non parlare delle manifestazioni e delle rappresentazioni tenute nel centro storico e culminate con la rappresentazione dellincendio della rocca medioevale, che siamo gi ai nastri di partenza della prossima edizione del Palio. Edizione che si presenta gi, vista la grande partecipazione delle Carcie alle riunioni di preparazione e alle giornate di allenamento, ricca di spirito sportivo di rivalsa e di voglia di primeggiare nei giochi. Sono certo che anche in questa edizione le piazze che ospiteranno le varie manifestazioni saranno strapiene di concittadini castresi vogliosi di divertirsi che avranno la possibilit di stare insieme e di sentirsi partecipi di una collettivit e non soltanto della Carcia per la quale tifano e che i concorrenti sapranno avere anche momenti di scontro aspro ma sempre nel rispetto delle regole e del rispetto dellavversario. Un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito e che contribuiranno alla buona riuscita della manifestazione, sponsor, organizzatori, partecipanti, figuranti e pubblico nella speranza che i tanti giovani, che cosi fortemente e massicciamente partecipano, possano coinvolgersi anche in altre manifestazione o in momenti aggregativi che il Comune proporr nel futuro. Un pensiero mi corre anche a chi nella scorsa edizione stato indimenticabile partecipante e oggi non pi con noi. Buona partecipazione a tutti senza dimenticare che comunque un gioco.

    Saluto del Assessore alla Cultura di Castro dei Volsci Leonardo Ambrosi

    Nonostante il momento di forte crisi economica dopo il successo dello scorso anno non abbiamo voluto rinunciare a quello che grazie agli sforzi dellAmministrazione Comunale e del Comitato organizzatore ormai destinato a diventare levento estivo che unisce, come il presepe, tutto il paese facendo incontrare sulla piazza e per le vie del borgo tutte le generazioni allinsegna della sportivit e della valorizzazione delle tradizioni folkloristiche ed enogastronomiche. Un momento che deve aiutarci a superare i dissa-pori, i campanilismi e le spaccature facendoci ritrovare quello spirito di socializzazione che ha sempre contraddistinto i castresi. Come Assessore con delega alla Cultura e Turismo mi sento onorato di aver so-stenuto il rilancio della passata edizione del Palio del Concone dopo tanti anni di interruzione e di essere ancora una volta parte integrante di questa grande festa dietro la quale si nascondono mesi di estenuanti preparativi tanto per i partecipanti quanto per gli organizzatori. La vittoria pi grande ottenuta prima ancora che inizi la manifestazione quella di aver dato modo di socializzare a giovani e meno giovani che prima non si conoscevano nonostante abitavano nella stessa contrada. Ringrazio il Comitato Palio ed il suo esperto Presidente nonch i professionisti e gli artigiani che stanno mettendo il loro tempo ed il loro ingegno a servizio di questa iniziativa ed auspico che limpegno del Comitato continui anche nei prossimi mesi portando a compimento altri ambiziosi obiettivi, quali la nascita di un gruppo storico medievale, che sappiano risvegliare lorgoglio di essere castresi ed allo stesso tempo facciano parlare del nostro balcone della Ciociaria.

    Saluto del Presidente del Comitato Pier Luigi Normalenti

    Eccoci al nostro secondo appuntamento con la manifestazione Giorni dellantico Statuto che spero possa diventare nel tempo levento clou dellestate castrese. E un grande momento d incontro tra persone che cercano svago, che sanno quanto bello, importante e arricchente partecipare ed essere almeno per un giorno protagonisti al centro della scena.Il successo riscosso nella prima edizione ci ha dato la giusta motivazione per ripartire anche questanno e prepararne una nuova cercando di correggere gli errori dellanno passato e di riproporre una festa sempre pi avvincente con un programma di tutto rispetto. Questanno in particolare la situazione economica ci ha richiesto dei sacrifici ma, con sapienza e pru-denza, non abbiamo voluto rinunciare a fare del nostro meglio per offrire una festa che, speriamo, sia di qualit sulla scia della passata edizione. L dove il sostegno economico si ridotto abbiamo cercato di sopperire con un maggior impegno da parte di ciascuno.Confidiamo in una vostra partecipazione numerosa, perch solo cos saremo ripagati di tutte le nostre fatiche. Ringrazio fin dora tutti coloro che verranno a vedere la festa, augurando loro di portare con s un ottimo ricordo di un evento cos importante e gioioso per Castro dei Volsci. Buona festa a tutti.

  • GIORNI DELLANTICO STATUTOLa manifestazione nata per valorizzare le tradizioni storiche, folkloristiche ed in genere tutte le espressioni di valori popolari locali ed perci dedicata agli antichi Statuta terrae Castri. Attraverso questa manifestazione ripercorrendo la storia dei nostri avi vogliamo far conoscere meglio lorganizzazione e il modo di vivere di quella piccola comunit medioevale. Questi Statuta, con le loro semplici regole, hanno retto la vita della gente per la maggior parte del secondo Millennio, essendo rimasti in auge fino allinizio dellOttocento. La festa ripropone anche la Concione universale o adunanza dei capifamiglia maschi del territorio comunale, per la rituale elezione degli officiali del castello e il Palio del Concone, una serie di gare in cui si cimentano 6 Carcie (contrade).

    LANTICO STATUTO COLONNESE DI CASTROIl municipio di Castro dei Volsci possiede un piccolo codice pergamenaceo che, vergato in eleganti caratteri umanistici del XVI sec., rappresenta senzaltro una copia, di statuti pi antichi, eseguita da un copista presso i Colonna a Roma nel 1589. Allegate allo statuto vi sono alcune lettere dei principi Colonna che confermano e alcune volte integrano lantico codice ogni volta che prendono possesso della terra di Castro. Una delle pi antiche confirmationi risale al 23 febbraio 1561 e porta la firma di Marcantonio Colonna eroe di Lepanto. La stesura dello Statuto va collocata nel periodo compreso tra i limiti cronologici del 1404 (il primo anno a cui potrebbe risalire la dominazione colonnese) e il 1510, delle copie pi antiche comunque non esistono tracce. Per quel che riguarda i limiti cronologici della vigenza dello statuto, inteso nel suo complesso, fatta eccezione per le rubriche riguardanti i crimini e le mole, lo statuto stato integralmente in vigore dal secolo XV agli inizi del XVlll, quando con lassoggettamento delle terre baronali alla legislazione statuale la sua normativa perse rapidamente valore.

    ORGANIZZAZIONE DELLA TERRA DI CASTRO TRA IL XIII E XVIII SECOLOOFFICIALI MAGGIORIOfficiali N. 4: Uno per ogni carcia. Venivano eletti dal popolo in Concione Universale (un uomo per foco ov-vero famiglia), duravano in carica sei mesi ed erano rieleggibili. Erano lorgano esecutivo della comunit.Consiglieri N. 12: erano eletti dal popolo nel numero di 4 per ogni carcia durante la Concione Universale. Anche essi duravano in carica sei mesi ed erano rieleggibili. Deliberavano nel pubblico Consiglio sulle questioni pi importanti. N. 1 Sindaco: Sindacava loperato degli Officiali.

    Le carcie (contrade) possiamo dire che anticamente costituivano la ripartizione elettorale del comune. A Castro le carcie erano quattro: Carcia SantOliva, Carcia di Mezzo, Carcia Santa Maria, Carcia Valle.

    OFFICIALI MINORIVenivano eletti dagli Officiali maggiori e duravano in carica sei mesi:Soprastanti N. 2: Percorrevano e sorvegliavano le terre e i confini del comune. Riferivano sui danni scoperti. Erano inoltre tutori dellordine pubblico.Pacieri N. 4: Avevano il compito di ricomporre le controversie tra i cittadini.Viali N. 4: Dovevano curare e sorvegliare sulla pulizia delle strade, dei ponti, fontane pubbliche e corsi dacqua. Dovevano farle accomodare a spese del comune o di privati.Apprezzatori del campo N. 4: Dovevano pronunziarsi sul valore dei fondi e su questioni riguardanti confini di propriet private e pubbliche. Estimatori dei Danni dati tanto da Bestie, come da Persone.Sindacatori N. 2: Sindacavano loperato degli officiali e delle altre cariche pubbliche, se ne accertavano negli-genze li colpivano con ammende.Grascieri N. 4 : Lacquisto del grano era regolato dai grascieri o grasseri, che avevano in custodia le chiavi del magazzino comunale. I grascieri misuravano il grano in presenza di un priore; dopo aver pesato il proprio raccolto si doveva lasciare al comune una quantit di grano, detta moltura, che andava a formare il grano dellabbondanza da utilizzare in anni di carestia.FUNZIONARINOTAIO: Stendeva i rogiti notarili e fungeva anche da segretario comunale.PROCURATORE: Curava gli affari castresi a Roma.DEPOSITARIO: Addetto alle finanze comunali.SVEGLIARINO DEL PURGATORIO: Bussando alla porta di ogni casa, ricordava ad ognuno che la vita ha un termine e che ognuno dovr poi rispondere dei propri peccati. MODERATORE DELLOROLOGIO: Provvedeva a ricaricare i pesi del pubblico orologio.BANDITORE: Aveva in compito di divulgare a voce i bandi pubblici.

  • Castro dei Volsci Giorni dell antico Statuto 2013

    PROGRAMMA

    VI edizione PALIO DEL