IL CENTRALIZZATO DI NUOVA GENERAZIONE, AUTONOMIA … Wireless... · manuali correttivi e di...

of 15/15
Urmet Energy s.r.l. IL CENTRALIZZATO DI NUOVA GENERAZIONE, AUTONOMIA TERMICA E CONTABILIZZAZIONE DI SINGOLE UNITA' ABITATIVE USO RAZIONALE DELL'ENERGIA E CONTENIMENTO DEI CONSUMI IN CONDOMINI CON IMPIANTO CENTRALIZZATO O ASSERVITI AL TELERISCALDAMENTO
  • date post

    18-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    219
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of IL CENTRALIZZATO DI NUOVA GENERAZIONE, AUTONOMIA … Wireless... · manuali correttivi e di...

Urmet Energy s.r.l.

IL CENTRALIZZATO DI NUOVA GENERAZIONE, AUTONOMIA TERMICA E CONTABILIZZAZIONE DI SINGOLE UNITA' ABITATIVE USO RAZIONALE DELL'ENERGIA E CONTENIMENTO DEI CONSUMI IN CONDOMINI CON IMPIANTO CENTRALIZZATO O ASSERVITI AL TELERISCALDAMENTO

2

Iperthermo Wireless Rev6.docx

Sommario

1. PREMESSA ................................................................................................................................................... 3

2. SOLUZIONE DA ADOTTARE ......................................................................................................................... 3

3. IL SISTEMA .................................................................................................................................................. 5

Integrato ........................................................................................................................................................ 5

Modulare ....................................................................................................................................................... 5

Universale ...................................................................................................................................................... 6

4. PRINCIPALI CARATTERISTICHE E PRESTAZIONI DEL SISTEMA ..................................................................... 6

Zone di autonomia termica ........................................................................................................................... 6

Produzione di energia termica ...................................................................................................................... 6

Misurazione del comfort e dei consumi reali ................................................................................................ 6

Funzioni telematiche e registrazione ............................................................................................................ 7

5. UNITA' PRINCIPALI DI SISTEMA .................................................................................................................. 7

6. FUNZIONI DI SISTEMA ................................................................................................................................ 8

7. COMPOSIZIONE HARDWARE ...................................................................................................................... 9

8. SOFTWARE DINTERFACCIA CON IL SISTEMA ........................................................................................... 11

9. SOLUZIONE WIRELESS .............................................................................................................................. 12

Caratteristiche sistema senza fili (Wireless) ................................................................................................ 13

Le capacit della rete senza fili sono: .......................................................................................................... 13

10. DISPOSITIVI WIRELESS .............................................................................................................................. 14

Ponte WB868 ............................................................................................................................................... 14

Elettroattuatore WNA ................................................................................................................................. 14

Cronotermostato WCT ................................................................................................................................ 15

Sonda ambiente WSA .................................................................................................................................. 15

3

Iperthermo Wireless Rev6.docx

1. PREMESSA

La direttiva 2010/31/UE del Parlamento Europeo del 19 maggio 2010 sulla prestazione energetica nell'edilizia, afferma

che gli edifici sono responsabili del 40% del consumo globale di energia nell'Unione Europea. Il settore in

espansione, questo porter a un ulteriore aumento della quota di consumo energetico.

Risulta fondamentale l'applicazione di soluzioni tecniche che inducono a un uso razionale dell'energia in grado di dare

una concreta risposta alla politica di contenimento dei consumi, mantenendo o addirittura migliorando il livello di

comfort reso all'utenza.

L'ottimizzazione dei processi di produzione, distribuzione e conservazione dellenergia termica porta a massimizzare il

rendimento energetico in funzione del servizio reso. Il rendimento rappresenta un importante elemento

nell'intervento di conservazione dell'energia prodotta ed uno dei fattori su cui focalizzata la maggior parte degli

interventi tecnici e tecnologici. Questo approccio, fondamentale sul piano scientifico, non prende in considerazione

l'utilizzo dell'energia, aspetto che proprio in virt della massimizzazione del rendimento, assorbe quasi la totalit

dell'energia prodotta.

Una pi efficace e attenta gestione dellapporto termico utilizzato dall'utenza e generato dalla centrale termica,

permette di ridurre e ottimizzare in modo significativo il valore dell'energia termica prodotta.

Questa soluzione permette di recuperare gli interventi fatti per migliorare il rendimento di sistema, di certificare il

comfort goduto, ma soprattutto, fornire uno strumento eccezionale che induce all'utenza a un comportamento

virtuoso premiante, che va ad agire sull'energia termica prodotta che altrimenti risulterebbe inutilizzata.

Questo obiettivo raggiunto dai sistemi che permettono:

a ogni residente, con impianto termico centrale unico, garantire la possibilit di ottenere un programma

orario di riscaldamento e un livello di temperatura (livello di comfort) personalizzati;

agli ambienti disabitati, anche solo saltuariamente, di mantenere la temperatura a valori inferiori al comfort,

per tutto il tempo di non utilizzo;

temperature ambiente regolate ai valori di comfort scelti dall'utente;

la giusta considerazione, nella regolazione termica, della presenza nellambiente di fonti alternative di calore

(soleggiamento, presenza persone, fonti energetiche domestiche occasionali, ecc.) producendo

automaticamente e autonomamente, una riduzione dell'energia richiesta alla centrale termica;

la registrazione storica delle temperature allinterno delle singole unit abitative, per tutti i giorni di unintera

annualit, consentendo lattestazione dimostrativa del conseguimento dei risultati. Oltre alla temperatura,

sono registrate le variazioni dei contatori di consumo riferiti al periodo di interesse, in modo da rendere

immediata la valutazione del risparmio/consumi conseguiti dall'utente;

la disponibilit di visualizzazioni grafiche, oltre ai dati di contabilizzazione, rendendo allutente una sintesi

immediata e un diretto riscontro tra le esigenze espresse e i risultati conseguiti.

2. SOLUZIONE DA ADOTTARE

La logica dominante sul mercato, che prevede la termoregolazione della sola produzione dell'energia, riferita alla

rilevazione della temperatura esterna, ovvero termoregolazione climatica, indipendente dal suo utilizzo che avverr

dellenergia prodotta. Questa logica deve essere abbandonata a favore di sistemi in grado di massimizzare il comfort e

minimizzare i consumi sulla base delle reali esigenze abitative dei singoli utenti.

4

Iperthermo Wireless Rev6.docx

Esistono diverse tipologie di edificio, (alberghi, scuole, condomini, complessi commerciali o di uffici, case di cura,

ospedali, ecc.), ma per semplicit, ci riferiamo al condominio, che la realt pi diffusa (dove occorre anche conside-

rare la contabilizzazione dei consumi) con impianto termico centrale o asservito a rete di teleriscaldamento: la produ-

zione (trasformazione) di calore-energia unica per ledificio, mentre il consumo (uso), (che utilizza quella produzio-

ne), individuale, e quindi complessivamente diverso, perch dettato dallo stile di vita di ogni residente con esigenze

di riscaldamento differenti.

Le esigenze individuali sono espresse da orari di riscaldamento e da livelli di temperatura.

Il problema da risolvere come produrre sempre e solo lenergia che viene richiesta.

Su un piano logico, il consumo di calore-energia (uso) ha prevalente rilevanza sulla produzione (trasformazione). La

produzione di energia termica pu considerarsi correttamente avvenuta solo se effettuata come diretta conseguen-

za delle esigenze che ne hanno determinato luso.

Da questa constatazione si evidenzia la necessit di identificare una tecnologia di cui avvalersi per far corrispondere la

produzione di calore-energia alle necessit di consumo dei singoli utenti.

Come gi espresso in premessa e richiamato dalle Norme vigenti, gli interventi tecnici da realizzare sono:

lettura e rilevamento continuo della temperatura ambiente o di zona (conoscenza);

gestione globale a livello di edificio dei dati raccolti (controllo adattativo ottimizzato);

produzione dell'energia necessaria sulla base delle esigenze espresse (ottimizzazione della produzione sulla

base del reale fabbisogno);

comando degli organi di intercettazione e regolazione sia a livello centrale che di singola zona di autonomia

termica (attuazione);

Registrazione e contabilizzazione sia a livello centrale che per ogni singola zona di autonomia termica, dei

parametri che determinano i consumi richiesti a riscontro delle azioni virtuose da parte dell'utenza.

Questo approccio garantisce l'ottenimento di un significativo risparmio energetico che nelle applicazioni ha permesso

di recuperare dal 10% al 35% dei consumi storici riparametrizzati sulla base dei gradi-giorno ed energia termica

ceduta, come conseguenza del:

1. riconoscimento sistematico del fattore di non contemporaneit negli utilizzi energetici dei residenti che

comporta minor volume riscaldato, minor riscaldamento delle strutture, minori dispersioni verso l'esterno;

2. controllo ed equilibratura nellerogazione della temperatura a tutte le parti programmate dell'edificio, con

conseguente annullamento della somministrazione di sovra temperature a quel 50% dell'edificio

(componente favorita) che fino ad oggi si rende necessaria per garantire almeno l'erogazione del comfort

all'altro 50% di edificio (componente sfavorita);

3. minore erogazione di calore-energia ai residenti che non sono interessati a tutte le ore fornite dalla

programmazione, come accade con la termoregolazione climatica anche in presenza di orologio di centrale;

4. recupero del 100% dell'energia introdotta negli edifici da apporti esterni al sistema controllato come ad

esempio soleggiamento, presenza di persone, attivit domestiche esotermiche ecc.

Indirettamente si rendono superflui i costi e gli apparati di telegestione, poich non saranno pi necessari interventi

manuali correttivi e di adattamento euristico delle curve di pendenza che regolano la centrale termica. Questa attivit

di telegestione costituisce un costo di esercizio che spesso non tecnicamente possibile eseguire in tempo reale per

cui, per evitare all'utenza un disservizio, si regolano innalzando in modo indiscriminato le condizioni di comfort su

valori medi anzich gestiti zona per zona.

5

Iperthermo Wireless Rev6.docx

evidente che se un ambiente (o un gruppo di ambienti che corrispondono a una zona) si comporta termicamente in

modo differente, l'edificio, grazie alla regolazione zona per zona, sar in equilibrio termico.

Si deve anche tener conto che le curve climatiche pre-impostate costituiscono un limite e un errore nel controllo,

qualora la curva selezionata (K) sia inadatta alle caratteristiche di un impianto, in funzione delle condizioni climatiche

esterne. Problema che viene definitivamente superato dal sistema di controllo diretto adattativo, applicato zona per

zona.

3. IL SISTEMA

La societ Urmet Energy si interessa dei problemi del comfort ambientale e il suo lavoro si concentrato nella

realizzazione di prodotti integrati come unica e originale soluzione concreta alle problematiche indicate.

INTEGRATO

Tutte le funzioni primarie:

termoregolazione,

programmazione,

contabilizzazione,

segnalazioni anomalie e allarmi,

impostazione/programmazione sia locale che da remoto,

monitoraggio dellimpianto e dellutenza da remoto

sono gestite in modo integrato considerando tutti gli aspetti di misura, regolazione e controllo, diagnostica,

contabilizzazione e documentazione.

MODULARE

Il sistema si adatta alle esigenze dell'edificio da controllare in modo scalabile. Le esigenze dellimpianto e dellutenza

sono soddisfatte aggiungendo moduli e/o dispositivi anche in fasi successive allinstallazione.

Con IperThermo possibile avere:

programmazione oraria dei periodi di comfort, risparmio, antigelo e personal per ogni zona di autonomia

termica;

impostazione della temperatura di comfort, risparmio e antigelo per ogni periodo;

impostazione e visualizzazione della temperatura e della programmazione di zona, tramite la funzione

cronotermostato gestita direttamente dall'utente;

orologio di centrale con gestione delle condizioni di antigelo, antimuffa, blocco valvole inattive;

gestione da remoto delle funzioni di supervisione e gestione delle singole utenze (interfaccia WEB);

gestione delle funzioni di manutenzione ordinaria e preventiva con segnalazione automatica degli eventi sia

programmati che le condizioni di allarme;

rilevazione e gestione automatica delle condizioni di anomalia con segnalazione alla postazione/i di servizio

remoto;

gestione degli ordini di servizio (funzione implementata fine 2011);

gestione remota tramite GSM/SMS della temperatura di zona per ogni singolo utente;

contabilizzazione ai fini della ripartizione delle spese di riscaldamento, totali e per ciascuna zona di

autonomia termica espressa in kWh e/o in Gradi-Giorno (CONSIP);

visualizzazione tramite interfaccia web dei grafici di temperatura, dei dati e dei parametri di controllo e dei

contatori di consumo;

fatturazione personalizzata gestita direttamente dall'amministratore di sistema;

6

Iperthermo Wireless Rev6.docx

UNIVERSALE

Pu essere applicato a qualunque sistema di distribuzione termica:

ad aria;

ad acqua;

a colonne montanti;

a zone, ecc.;

e di diffusione termica:

a radiatori,

a ventilconvettori,

a convettori,

a pannelli,

a pavimento,

a bocchette daria (con limitazioni sulla contabilizzazione)

4. PRINCIPALI CARATTERISTICHE E PRESTAZIONI DEL SISTEMA

ZONE DI AUTONOMIA TERMICA

Lapplicazione di IperThermo permette il frazionamento delledificio in diverse unit termicamente autonome,

chiamate zone di autonomia termica.

Per ogni zona il sistema gestisce programmi orari di climatizzazione, temperature e contabilizzazione dei consumi

indipendenti.

Per ogni zona, sono automaticamente e autonomamente gestite funzioni autoadattative (self-tuning) che ricercano

alcuni parametri che permettono di ottimizzare i consumi (pre-accensione/spegnimento, decadimento anomalo,

carenza di potenzialit termica ecc.)

PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA

Il sistema IperThermo permette di ottimizzare la produzione di energia termica fornendo in kWh il fabbisogno

istantaneo delle utenze attive. Questo valore permette alla centrale termica di operare sulla reale potenza necessaria,

utilizzando gli apparati di produzione in modo pi efficiente, con una gestione scorrevole della temperatura del fluido

termovettore sulla base dei reali valori di potenza richiesta.

In sostanza, viene abbandonato il sistema di produzione termica riferita alledificio nella sua interezza, assolvendo cos

la prescrizione del comma 12 dellart. 5 del DPR 412/93 integrato nel DPR 551/99, che dispone di parzializzare la

climatizzazione in relazione alle condizioni di occupazione degli ambienti.

A ciascuna zona lapporto termico conforme alla temperatura specifica richiesta, inoltre tiene conto, in automatico, di

tutti gli apporti termici terzi voluti o occasionali (soleggiamento, orientamento, presenza persone, altre fonti

occasionali, ecc.).

MISURAZIONE DEL COMFORT E DEI CONSUMI REALI

Ai fini della ripartizione delle spese di riscaldamento (art. 26/5 della L. 10/91), il sistema IperThermo esprime la

misura del comfort in gradi-giorno (CONSIP) e la misura del consumo in Kwh equivalenti.

A tale scopo, il sistema misura in continuo la differenza tra la temperatura rilevata dalla sonda di zona e la temperatura

rilevata dalla sonda esterna di edificio, identificando cos la misura della temperatura in ogni zona goduta espressa in

gradi-giorno reali. Il calcolo contemporaneo del consumo espresso in Kwh equivalenti, in base alla legge di emissione

termica dei corpi scaldanti, permette una valutazione compensata del reale apporto termico in ogni zona.

7

Iperthermo Wireless Rev6.docx

La fatturazione andr a suddividere il costo totale dimpianto in funzione dei valori contabilizzati sulla base dei

totalizzatori sopra indicati, zona per zone e quindi utenza per utenza.

FUNZIONI TELEMATICHE E REGISTRAZIONE

L'IperThermo consente di operare sia a livello locale che da remoto, in particolare sono disponibili tutte le funzioni

che riguardano gli obblighi del terzo responsabile ovvero:

valori temperatura, stato e funzionamento pompe e bruciatori, controllo apertura e chiusura degli

elettroattuatori di periferia;

programmazione individuale per la climatizzazione indipendente di zona;

rilevamento dei dati ai fini della contabilizzazione;

mantenimento dei dati di impianto e di contabilizzazione storicizzati (almeno 2 anni);

monitoraggio delle ore di funzionamento di ogni elemento dimpianto a esso collegato; in grado di fornire

segnalazioni, sulla base di soglie impostabili, per attivare il servizio di manutenzione preventiva.

Nel Sistema sempre attiva la funzione di memorizzazione dei dati e dei parametri, per consentire il recupero anche a

distanza di tempo (2 anni oltre la stagione in corso) delle informazioni su eventi e valori acquisiti.

IperThermo fornisce in maniera grafica e numerica vari rapporti, al fine di documentare e argomentare i dati di

contabilizzazione e consumo di utenza e impianto. Tali informazioni sono utili e funzionali per qualificare su dati

oggettivi efficienza dell'edificio/centrale termica.

5. UNITA' PRINCIPALI DI SISTEMA

CEMIa o SYNAPSY

Unit centrale di sistema CEMI (Centrale Elaborazione e Misurazione Integrata), sostanzialmente un PC industriale con

requisiti tecnici ben precisi, esegue le funzioni di acquisizione, elaborazione, controllo e segnalazione, ottimizzando i

parametri di regolazione termica. Tramite il Gateway, controlla i dispositivi di acquisizione, interfaccia e attuazione

installati all'interno dell'edificio. Il CEMI oltre alle funzioni di controllo e regolazione, assolve anche le funzioni di

gestione e archiviazione dei dati storici relativi a tutti i parametri e dati acquisiti e in particolare la gestione storica dei

dati ai fini della contabilizzazione sui consumi.

Tramite il modulo esterno modem PSTN, ADSL, GSM/GPRS o UMTS, permette la gestione da remoto dell'intero

impianto, l'invio degli allarmi e delle segnalazioni al centro servizi preposto alle funzioni di assistenza tecnica.

Consente la gestione di 5400 zone di autonomia termica e la memorizzazione dei dati storici a esse associati per pi di

due stagioni.

Il sistema racchiude la sintesi pro-attiva di decine di anni di esperienza e di gestione di impianti termici, i cui raffinati

algoritmi rappresentano un discreto ma nello stesso tempo avanzato sistema tecnologico, con illimitate potenzialit di

sviluppo, grazie alla gestione gerarchica e modulare delle funzioni logiche interne.

8

Iperthermo Wireless Rev6.docx

GATEWAY

Modulo dinterfaccia del CEMI. Prevede le seguenti connessioni:

3 linee espansione LS-NET/RS485;

2 ingressi di misura della temperatura per la contabilizzazione;

2 ingressi analogici 0-10V (utilizzabili come ingressi allarmi, velocit pompe, sensori pressione ecc.);

2 uscite analogiche 0-10V (utilizzabile per impostazione velocit pompe, controllo dispositivi esterni);

2 uscite O.C. (open collector per pilotaggio rel esterni a 12Vdc);

1 connessione al CEMI (device USB specifico).

Altre funzioni:

Visualizzatore grafico LCD colori con 5 tasti per visualizzazioni di stato e tre LED di segnalazione.

6. FUNZIONI DI SISTEMA

Gestione del calendario perpetuo.

Gestione del cambio automatico ora solare / ora legale.

Registrazione degli accessi al sistema e alle singole funzioni.

Registrazione storica delle variazioni richieste agli impianti.

Programmazione settimanale perpetua.

Gestione di 250 Giorni Tipo liberamente configurabili su 8 fasce orarie giornaliere, utilizzabili per tutte le

programmazioni temporali.

Gestione di 16 Periodi climatici configurabili su datario annuale per funzionamento in modo Invernale o

Estivo, con la possibilit di associare diversi set di temperatura a seconda del periodo.

Gestione dei set di temperatura: Comfort, Risparmio, Limite, Personal, utilizzati come riferimento base per le

regolazioni specifiche relative a ciascun periodo climatico.

Gestione della Programmazione Giornaliera, su datario annuale, dei Giorni Tipo per ogni singolo giorno e

singola Zona.

9

Iperthermo Wireless Rev6.docx

Gestione della Programmazione Manuale effettuata dall'Utente tramite Crono-termostato o Variostato, con

priorit sulla Programmazione Giornaliera.

Facolt dell'utente di aumentare o diminuire il proprio set di temperatura diversificato per ogni zona di

autonomia termica.

Possibilit di disabilitare le variazioni di parametri sul Crono-termostato e rendere la regolazione

completamente regolata da CEMI.

Gestione della temperatura Personal impostabile nella costruzione dei giorni tipo e liberamente configurabile

secondo le esigenze dell'utente.

7. COMPOSIZIONE HARDWARE

Il Sistema composto dai seguenti Moduli:

CEMI. Modulo di acquisizione e controllo in cui sono inseriti gli algoritmi di gestione.

Gateway. Modulo di conversione e adattamento protocolli, permette la connessione dei moduli e/o

interfacce esterne (es. ADC, WB868 ecc) verso il CEMI.

Ponte WB868. Modulo di interfaccia bidirezionale tra i dispositivi in rete cablata LS-NET verso i dispositivi

periferici wireless. Raccoglie e trasmette i dati dei dispositivi connessi via radio e li converte in LS-NET.

Crono-termostato. Modulo che permette all'utente per la visualizzazione/modifica delle impostazioni;

Disponibile versione cablata e wireless.

Variostato. il modulo che permette all'utente di poter variare il set di temperatura (disponibile solo versione

cablata).

Sonda di temperatura ambiente. Modulo che permette la rilevazione della temperatura in un ambiente

specifico. Pu essere connessa via cavo (cablata) o wireless.

Moduli ADC. Sono i moduli di interfaccia tra il modulo GATEWAY e il campo (sonde, attuatori ecc).

Attuatore. Modulo che aziona l'apertura/chiusura delle valvole a spillo sui corpi scaldanti. La connessione pu

essere cablata o wireless.

Sonda esterna. Permette la rilevazione della temperatura esterna. Versione per connessione cablata o

wireless;

Sonda a contatto e a immersione. Sono i sensori che vanno a misurare la temperatura del fluido termovettore

Figura 1 Schema di impianto dorsale alimentazione

10

Iperthermo Wireless Rev6.docx

Figura 2 Schema di impianto dorsali LS-NET

DP Dispositivi periferici

ADC Convertitori da segnale analogico (temperatura) a digitale (LS-NET) da utilizzarsi su impianto cablato.

11

Iperthermo Wireless Rev6.docx

8. SOFTWARE DINTERFACCIA CON IL SISTEMA

Il sistema prevede due interfacce specializzate per le funzioni di gestione remota dell'impianto (web) e per la

manutenzione (Manutentore).

Web: il software di gestione del sistema e studiato per essere semplice e di immediata comprensione utilizzando

l'interfaccia tramite browser internet/intranet.

Web Consente di:

impostare i dati anagrafici dell'impianto

gestire gli utenti con anagrafica dei numeri per SMS abilitati

creare/modificare i giorni tipo (programmazione oraria)

creare/modificare le settimane tipo (modelli di programmazioni settimanali richiamabili)

programmare orario e set d temperatura per ogni utente

visualizzare/impostare i parametri di zona

visualizzare le informazioni dei parametri impostati, acquisiti e di stato di ogni zona di autonomia termica

visualizzare i grafici sia in tempo reale che storici

visualizzare i valori dei contatori

ottenere aiuto in linea (help on line)

selezionare/impostare la lingua.

Manutentore: software di creazione dell'impianto e di assegnazione dei dispositivi che compongono il sistema, nonch

di controllo di corretta installazione. Destinato alla configurazione dell'impianto e degli apparati installati.

Manutentore consente di:

creare nuovi impianti

configurare i moduli di interfaccia e di espansione

configurare sonde di misura in centrale termica e di riferimento (sonda esterna)

configurare utenti ai fini della contabilizzazione

configurare periodi di funzionamento

ottenere aiuto in linea (help on line).

Si usa inoltre per gli interventi di sostituzione/integrazione dei dispositivi dell'impianto/i.

12

Iperthermo Wireless Rev6.docx

9. SOLUZIONE WIRELESS

La connessione dei moduli all'interno dell'edificio cablata utilizzando il BUS LS-NET il quale collega e alimenta i

moduli di conversione del segnale radio WBR868. Questo permette di garantire una copertura del segnale radio a

bassa energia, utilizzato dai dispositivi periferici, in modo sicuro e bidirezionale. Il BUS LS-NET, utilizza segnali digitali

codificati e canalizzati per trasferire le informazioni tra il CEMI, utilizzando l'interfaccia Gateway e i dispositivi installati

13

Iperthermo Wireless Rev6.docx

nelle zone di autonomia termica gestite in prossimit tramite i WB868, garantendo una sicura connessione tra le parti.

Il modulo WB868 va installato in prossimit della zona da controllare, ad esempio il pianerottolo prospiciente l'ingresso

dell'appartamento/i dove sono configurate una o pi zone di autonomia termica. La connessione con i dispositivi

periferici (DP) all'interno della zona di autonomia termica avviene in wireless, quindi senza la necessit di cavi. I

protocolli wireless, sviluppati specificamente per questo tipo di applicazione, garantiscono affidabilit e sicurezza con

un risparmio dell'energia fornita dalle batterie.

Le operazioni di configurazione sono in buona parte automatizzate, salvo le associazioni logiche tra DP e zona che sono

eseguite con uno specifico programma di configurazione.

La durata delle batterie stimata superiore alle tre stagioni, leggermente inferiore per gli attuatori in base al numero

di cicli di apertura/chiusura richiesti dal controllo della temperatura di zona.

Ogni zona di autonomia termica realizzata con almeno un sensore di temperatura e da un attuatore wireless per ogni

corpo scaldante interessato. Ununit abitativa pu essere suddivisa anche su pi zone di autonomia termica. In genere

tale suddivisione limitata alla zona giorno e alla zona notte per gli appartamenti pi grandi, dove ha senso separare le

due zone. Questa suddivisione pu essere estesa o ridotta come nel caso di appartamenti di dimensione inferiore che

in genere danno risultati soddisfacenti con un'unica zona.

CARATTERISTICHE SISTEMA SENZA FILI (WIRELESS)

La soluzione tecnica adottata utilizza le migliori tecnologie presenti sul mercato per la realizzazione di una rete senza

fili in radiofrequenza sulla banda 868 Mhz ISM europea bidirezionale in conformit con le normative:

Conformit IMC: ETSI 301489-V1.8.1 e ETSI EN 301 489-3 V1.4.1

Conformit ETSI: EN 300-220-2 V2.3.1

Sicurezza: EN 61010-1:2006 e EN62311:2008

I componenti del sistema sono stati specificatamente progettati nella seguente gamma:

WB868 dispositivo convertitore da rete cablata LS-NET PLUS a rete senza fili (Weconet), alimentato

direttamente dalla rete cablata

WCT interfaccia utente wireless che permette all'utente di cambiare le proprie impostazioni di comfort nella

zona controllata con sensore di temperatura interno. Alimentato a batteria

WSA sensore di temperatura alimentato a batteria

WNA valvola bidirezionale wireless alimentata a batteria

Tutti i dispositivi sono controllati tramite i convertitori WB868 dallunit centrale CEMI/Gateway.

LE CAPACIT DELLA RETE SENZA FILI SONO:

Capacit di indirizzamento sino a 3000 dispositivi e capacit di gestione sino a 1800 zone di autonomia

termica gestite in rete senza degradazione delle prestazioni del sistema;

Autonomia dei sensori a batteria di almeno tre anni;

Autonomia attuatori WNA di 30000 cicli ON/OFF

14

Iperthermo Wireless Rev6.docx

Implementazione di tecniche che aumentano l'affidabilit del sistema di comunicazione in presenza di ostacoli,

variazioni della disposizione di oggetti riflettenti/assorbenti il segnale radio, riflessioni e percorsi multipli, segnali

interferenti a banda stretta (ad es. forni a micro onde, telecomandi etc).

Protocollo di comunicazione Weconet proprietario con rilevazione e correzione degli errori di comunicazione

wireless e dello stato dei dispositivi periferici, indirizzamento con assegnazione automatica del numero

identificativo nella rete, ricerca automatica del percorso migliore dunque del ponte con maggiore visibilit,

diagnostica delle comunicazioni da remoto.

10. DISPOSITIVI WIRELESS

PONTE WB868

Convertitore da rete cablata LS-NET PLUS a rete wireless Weconet, garantisce una sicura copertura locale dei dispositivi

wireless su pi zone di autonomia termica.

Gestione automatica delle connessioni wireless bidirezionale e degli errori, con diagnostica da remoto tramite rete LS-

NET.

3 Led di segnalazione stato operativo sul pannello frontale.

ELETTROATTUATORE WNA

Permette la gestione del singolo corpo scaldante tramite il comando diretto di valvole termostatizzabili standard

disponibili sul mercato (filetto M30x1.5).

La connessione wireless bi-direzionale, permette un sicuro controllo di attivazione e una precisa diagnostica di stato,

rendendolo idoneo oltre alla regolazione della temperatura di zona, anche allimpiego per le funzioni di

contabilizzazione.

Led di diagnosi stato dispositivo.

Pulsante protetto contro gli azionamenti accidentali per il controllo dello stato.

15

Iperthermo Wireless Rev6.docx

CRONOTERMOSTATO WCT

Permette la selezione della programmazione giornaliera (giorni tipo) e della selezione delle funzioni Automatico,

Manuale e giorno a scelta.

Trasmissione della temperatura ambiente misurata tramite sensore interno, modifica della temperatura impostata

(offset), temporizzazione delle funzioni con ripristino automatico della programmazione a fine periodo (gestione

assenza, fuori orario temporizzato ecc.), visualizzazione dei contatori di consumo, indicazione dello stato della

valvola/e associate, indicazione della temperatura ambiente, visualizzazione dellorologio perpetuo con lora fornita

direttamente dal sistema di controllo, visualizzazione delle fasce orarie di programmazione, indicazione dello stato di

batteria, diagnostica completa da remoto grazie alla connessione bidirezionale wireless. Possibilit di

attivazione/disattivazione da remoto (override).

Il WCT consigliato nelle zone dove si vuole dare allutente la massima flessibilit di gestione che consente il sistema.

SONDA AMBIENTE WSA

Permette al sistema centrale di regolazione (CEMI) lacquisizione della temperatura ambiente.

La programmazione oraria delle zone associate a questo tipo di sonda, direttamente programmata sul sistema di

gestione centrale (CEMI). Limpiego consigliato nelle zone dove richiesta la regolazione e/o la contabilizzazione

senza necessit di interventi di programmazione locale da parte dellutente.

Led di segnalazione di stato.