Esposizioni ai campi elettromagnetici nelle attività...

of 47/47
1 Esposizioni ai campi elettromagnetici nelle attività sanitarie Dr. R. Di Liberto [email protected] Struttura Complessa di Fisica Sanitaria Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia
  • date post

    15-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    220
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Esposizioni ai campi elettromagnetici nelle attività...

1

Esposizioni ai campi elettromagnetici nelle attivit sanitarie

Dr. R. Di Liberto

[email protected]

Struttura Complessa di Fisica Sanitaria

Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia

2

Le radiazioni non ionizzanti

Fonte: NIR in Medicina 2001

3

I CEM in ambito sanitario

DOVE cercare ?

(INDIVIDUAZIONE DEI LUOGHI DI LAVORO)

4

Attivit di diagnostica

Attivit di terapia

Attivit di ricerca

Ambienti di lavoro

( Aree sanitarie, tecniche e amministrative)

5

I CEM in ambito sanitario

COSA cercare ?

(INDIVIDUAZIONE DELLE ATTIVITA E DELLE SORGENTI)

6

Valutazione della esposizione a CEM

Cosa fare e come fare ?

7

8

9

10

11

Situazioni giustificabili

12

Situazioni giustificabili

\

13

Situazioni giustificabili

14

Situazioni da valutare

15

Situazioni da valutare

16

Situazioni da valutare

< 100 A popolazione

< 500 A lavoratori

17

Bande di frequenza:

ELF

Radiofrequenze

Microonde

18

Tipologie di sorgenti: apparecchiature medicali

Marconi e RADAR terapie Apparecchiature per ipertermia Apparecchi per magnetoterapia Apparecchi per magnetostimolazione Elettrobisturi RF Ablatori RF e MW Tomografi a risonanza magnetica

19

Tipologie di sorgenti: apparecchiature medicali

Apparecchiature per Marconiterapia: utilizzano onde corte a frequenze di emissione 6,78 MHz, 13,56 MHz, 27,12 MHz e 40,68 MHz.

In genere la frequenza piutilizzata quella di 27,12 MHz. Le potenze erogate variano da alcune decine di watt fino a 500 W. Lemissione di tipo continua sinusoidale.

Impiego: diatermia

20

Tipologie di sorgenti: apparecchiature medicali

Apparecchiature per Radarterapia:utilizzano microonde a 915 MHz e 2450 MHz. Le potenze erogate in genere sono regolabili da 50 W a 200 W . Lemissione di tipo continua sinusoidale.

Impiego: diatermia

21

Tipologie di sorgenti: apparecchiature medicali

In genere i valori di azione non vengono superati se le

apparecchiature sono in buono stato (cavi, antenne, etc.) e se impiegate in spazi non ristretti.

22

Tipologie di sorgenti: apparecchiature medicali

Apparecchiature per ipertermia: utilizzano campi elettromagnetici con frequenze da 13 a 432 MHz. Lemissione pu essere continua, modulata e/o pulsata

600 W continui - 1200 W modulati - 2400 W pulsati

23

Tipologie di sorgenti: apparecchiature medicali

Queste apparecchiature generano un campo elettrico molto localizzato tramite

limpiego di antenne speciali. Possono comunque essere

superati i valori di AZIONE. Impiego: ipertermia di tessuti neoplastici

24

Tipologie di sorgenti: apparecchiature medicali

Apparecchiature per magnetoterapia: utilizzano campi magnetici a bassa frequenza (da 1 a 100 Hz) generati da bobine a solenoide allinterno delle quali viene posizionato il paziente per la terapia o bobine per applicazioni locali. Lintensit del campo magnetico pu arrivare sino a 5 mT(50 Gauss);

Impiego: riabilitazione, terapia antalgica,

patologie articolari ed ossee

25

Tipologie di sorgenti: apparecchiature medicali

La modalit di emissione e di attenuazione del campo magnetico tale da non costituire per i lavoratori addetti una fonte di rischio diretto.

26

Tipologie di sorgenti: apparecchiature medicaliApparecchiature per magnetostimolazionetranscranica (TMS): utilizzano campi magnetici pulsati a bassa frequenza (< 1 Hz) ma di elevata intensitgenerati da bobine a farfalla applicate a contatto dello scalpo del paziente.

Impiego: diagnostica e terapia neurologica

27

Tipologie di sorgenti: apparecchiature medicaliElettrobisturi a RF: utilizzano correnti a

radiofrequenza (200 KHz 3.3

MHz) con emissione sinusoidale continua

o modulata e/o pulsata. Le potenze erogate arrivano fino a 400 watt

28

Effetti della temperaturaEffetti della temperatura

T > 100C

T >> 100C, circa 500C

esplosione cellula vaporizzazione H2O cellulare scissione proteine (pirolisi)

TAGLIO

evaporazione H2O senza esplosione essiccazione tessuto

COAGULAZIONE

vaporizzazione proteine carbonizzazione tessuto e occlusione vasi

CAUTERIZZAZIONE(dermatologia)

T < 100C

29

ModalitModalit di funzionamento: tagliodi funzionamento: taglio

Forma donda della corrente sinusoidale, treno

donda continuo e di ampiezza sufficientemente

elevata.

Per effetto della corrente nel tessuto scocca un

arco che non si estingue fin quando scorre corrente

T > 100C

30

ModalitModalit di funzionamento: tagliodi funzionamento: taglio

La temperatura che viene raggiunta l dove giunge larco elevata e la corrente pu essere calibrata in modo che questa su peri la temperatura di ebollizione dellacqua contenuta nelle cellule e nei liquidi extracellulari

La cellula esplode , lacqua vaporizza incrementando la resistenza

elettrica del tessuto, e ci favorisce ulteriorment e lincremento locale

della temperatura. La ionizzazione dellaria prodot ta dallarco favorisce il

suo mantenimento. Lesplosione delle cellule consen te la separazione dei

tessuti ed in ci si manifesta lazione del TAGLIO

T > 100C

31

ModalitModalit di funzionamento: coagulazionedi funzionamento: coagulazione

T < 100C

Se invece lenergia fornita al tessuto minore ,

levaporazione dei liquidi cellulari pi lenta e po rta

alla denaturazione proteica con conseguente coagulo.

In particolare, nel sangue si forma la fibrina che,

solidificandosi, ostruisce il vaso sanguigno.

32

Per ottenere la coagulazione con il bisturi elettri co occorre alimentare

lelettrodo con una corrente intermittente in modo che la quantit di calore

sviluppata non produca lesplosione delle cellule , e quindi il taglio del

tessuto, ma solo un loro riscaldamento in modo tale che lacqua fuoriesca

dalla cellula senza distruggerla. Questo tipo di co rrente intermittente viene

ottenuta con pacchetti di segnale sinusoidale ciascuno dei quali pu

essere composto da uno o pi cicli.

ModalitModalit di funzionamento: coagulazionedi funzionamento: coagulazione

T < 100C

33

Tipologie di sorgenti: apparecchiature medicali

Elettrobisturi a RF: utilizzano correnti a

radiofrequenza (200 KHz 3.3

MHz) con emissione sinusoidale continua o

modulata e/o pulsata. Le

potenze erogate arrivano fino a

400 watt

Modalit COAG

Modalit CUT

34

Tipologie di sorgenti: apparecchiature medicali

Nella modalitTAGLIO i livelli

di campo elettrico emesso sono in genere

inferiori rispetto alle modalitBLEND o COAG.

Modalit COAG

35

Tipologie di sorgenti: apparecchiature medicali

Ablatori a RF : utilizzano correnti a radiofrequenza a circa 500 KHz con

emissione sinusoidale continua. La

potenza erogata arriva fino a 200

watt

Impiego: ipertermia (necrotizzazione di tessuti)

36

Applicazioni ablatori RF Applicazioni ablatori RF

Aritmie cardiache

Fegato (epatocarcinoma e metastasi epatiche)

Patologie oronasalilegate al

russamento e difficoltrespirazione

OssoOsso(metastasi e osteoma osteoide)

Polmone(prevalentemente metastasi)

Rene(prevalentemente

carcinoma su rene unico)

Prostata(carcinoma e iperplasia prostatica benigna)

37

Tipologie di sorgenti: apparecchiature medicali

Ablatori a MW: utilizzano campi EM a microonde (300-2450 MHz) con emissione sinusoidale continua o pulsata. Le potenze erogate arrivano fino a 200 watt

Impiego: ipertermia (necrotizzazione di tessuti)

38

Applicazioni ablazione a MW Applicazioni ablazione a MW

Tumori al cervello

Patologie prostatiche,ipertrofia benigna

Patologie del rene

Disordini endometrio

39

Tipologie di sorgenti: apparecchiature medicali

Lemissione di CEM pu portare al

superamento dei valori di azione in condizioni

particolari.

Poich vengono impiegati spesso su masse o metastasi

palpabili, sono possibili effetti indesiderati

alle mani delloperatore.

Impiego: ipertermia di tessuti neoplastici

Tipologie di sorgenti: apparecchiature medicali

Tomografi RM ad alto campo (1,5 -3 T): sono sorgenti di campo magnetico statico, campi magnetici variabili (gradienti) e di campi elettromagnetici a RF.

Lesposizione dei lavoratori va valutata con particolare attenzione in presenza di campo statico da 3T e nelle attivit interventistiche.

Tipologie di sorgenti: apparecchiature medicali

Tomografi RM ad basso campo(< 0,5 T): sono sorgenti di campo magnetico statico, campi magnetici variabili (gradienti) e di campi elettromagnetici a RF.

Lesposizione dei lavoratori in genere non presenta problemi.

42

Tipologie di sorgenti: impianti e sistemi non medicali

43

Tipologie di sorgenti non medicali :

Macchine elettriche

Personal computer

Radiotrasmittenti

44

Circuiti elettrici

Trasformatori elettrici

Quadri M.T./B.T.

I valori di azione non vengono mai

superati.

45

Tipologie di sorgenti non medicali:

Qui il rischio non certamente il campo magnetico emesso!

Molto buonama molte calorie!

Piastre elettriche

46

Tipologie di sorgenti non medicali:

I valori di azione per il campo magnetico

possono essere superati!

Saldatrici elettriche

47

Se avete seguto fin qui vuol dire che il vostro corpo possiede una

elevataresistenza!!!

Grazie per la vostra attenzione.