Attività e competenze

download Attività e competenze

of 16

  • date post

    18-Dec-2014
  • Category

    Automotive

  • view

    183
  • download

    1

Embed Size (px)

description

Attività e competenze professionali nel settore Temotecnico ed edile

Transcript of Attività e competenze

  • 1. GABRIELE CAROLI Perito Industriale Libero Professionista Consulente Esperto CasaClima Operatore CND in Termografia Infrarossa Certificato Livello II Uni EN 473 ISO9712 ATTIVIT E COMPETENZE - Adempimenti normativi Legge 10 DAL 156- DGR1366 - Certificazioni Energetiche (Emilia Romagna CasaClima) - Detrazioni Fiscali 65% - Diagnosi ed ottimizzazione energetica degli edifici - Analisi economiche e tempi di rientro - Progettazione impianti termoidraulici - Impianti Tecnologici Fonti Rinnovabili - Automazione edifici ed impianti - Analisi energetiche in regime dinamico - Ponti termici costruttivi - Analisi agli elementi finiti -Termografia e analisi non distruttive - Blower door test Permeabilit allaria degli edifici - Prevenzione incendi - Direzione Tecnica Lavori 1
  • 2. Certificazioni Energetiche La Regione Emilia-Romagna si dotata di un proprio sistema di certificazione ed obbligatoria come previsto dal Piano energetico regionale. CasaClima un sistema di certificazione volontaria di qualit, riconosciuta a livello internazionale che certifica il processo dalla progettazione al collaudo 2
  • 3. Detrazioni Fiscali 65% Il decreto n. 63/2013 proroga la detrazione fiscale per lefficienza energetica degli edifici al 31 dicembre 2013 (e per le parti comuni di edifici condominiali al 30 giugno 2014) ed innalza la detrazione dal 55% al 65%. Larticolo 15 del presente decreto prevede inoltre incentivi per le schermature solari, la micro-cogenerazione e la micro-trigenerazione. In base allArt. 6 comma 7 a) e b) della LEGGE DI STABILITA 2014 verranno introdotte poi le seguenti modifiche: Per edifici e unit immobiliari le detrazioni si applicheranno al 65% anche alle spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014, e al 50% alle spese sostenute dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2015. Per parti comuni di edifici condominiali e tutte le unit immobiliari di cui si compone il singolo condominio, le detrazioni si applicheranno al 65% per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 30 giugno 2015 al 50%, per le spese sostenute dal 1 luglio 2015 al 30 giugno 2016. Tutti gli interventi devono rispondere a determinati requisiti che e esprimano il grado di isolamento indicato dal decreto, o alle specifiche tecniche riportate nello stesso. Il rispetto dei limiti di dispersione e delle specifiche tecniche deve essere asseverato da un tecnico abilitato, iscritto al proprio Ordine o Collegio professionale. 3
  • 4. Diagnosi ed Ottimizzazione energetica OBBIETTIVI Riduzione dei costi di riscaldamento e raffrescamento Riduzione dei costi di manutenzione Aumento del comfort abitativo Aumento della salubrit e qualit indoor degli ambienti Rivalutazione del valore delledificio Contributo alla tutela dellambiente e del clima ITER PROCEDURALE Diagnosi energetica preliminare Riduzione del fabbisogno energetico Studio di fattibilit e progettazione integrata dellintervento Integrazione impianti fonti rinnovabili Certificazione energetica. 4
  • 5. ANALISI ECONOMICA Analisi costo benefici degli interventi di riqualificazione Il calcolo dei tempi di rientro di fatto il fulcro e lelemento motivatore di ogni intervento di riqualificazione energetica. Inoltre nellAttestato di Prestazione energetica, il certificatore tenuto a suggerire una serie di possibili interventi miranti a migliorare lefficienza energetica delledificio e a calcolarne il tempo di ritorno. Proposta degli interventi di riqualificazione energetica personalizzati con verifica in tempo reale della fattibilit economica Redazione di Scenari comparativi con: - Interventi su involucro edilizio - Solare Termico e Fotovoltaico - Detrazioni 65%, 50% e Conto Termico - Illuminazione LED, CFL, Alogena - Caldaie Tradizionali o Pompe di Calore - Prestazione e Classe Energetica 5
  • 6. Progettazione impianti PIPING ENGINEERING 6 IDRONICA AERAULICA
  • 7. Impianti con fonti rinnovabili Con il DGR 1366/2011 in vigore dal 6 ottobre 2011 la Regione Emilia-Romagna recepisce la Direttiva 2009/28/CE ed il DLgs 28/2011 in materia di utilizzo delle fonti di energia rinnovabile (FER). - Solare termico - Solare fotovoltaico - Biomasse - Geotermia - Cogenerazione - Aerotermia Con i nuovi limiti in vigore dal 1 giugno 2012 che impongono lutilizzo delle FER per il 35% di copertura dei consumi (ACS+Riscaldamento+Raffrescamento), limpianto diventa inevitabilmente pi complesso e non pu pi essere considerato un semplice accessorio a corredo degli edifici, ma assume un ruolo preponderante rendendo indispensabile un accurata progettazione nellottica del sistema edificio-impianto. 7
  • 8. Automazione Edifici e Impianti Lautomazione degli edifici la base principale per ottenere elevati risparmi energetici e una riduzione dei costi di gestione (total cost of ownership). Inoltre vengono soddisfatti i requisiti sempre pi severi in materia di sicurezza, protezione e comfort. Si applica: - Illuminazione - Sistemi HVAC - Schermature solari - Antincendio e sicurezza - Antintrusione - Monitoraggio Il comitato europeo di normazione (CEN) in base alla EPBD 2002/91 (aggiornata con la Direttiva 2009/28/CE Pacchetto climaenergia: obiettivo 20/20/20) ha emanato la norma EN15232 che definisce i metodi per la valutazione del risparmio energetico conseguibile in edifici ove vengono impiegate tecnologie di gestione e controllo automatico degli impianti tecnologici e dellimpianto elettrico. Il DGR 1366 della Regione Emilia Romagna ha gi recepito la norma anticipandone la cogenza. 8
  • 9. ANALISI ENERGETICHE IN REGIME DINAMICO VALUTAZIONE TERMICA DINAMICA INVERNALE ED ESTIVA 9
  • 10. PONTI TERMICI COSTRUTTIVI ANALISI AGLI ELEMENTI FINITI (FEM) La DELIBERA 156/08 E la successiva DGR 1366/11 definiscono: ponte termico: Discontinuit di isolamento termico che si pu verificare in corrispondenza agli innesti di elementi strutturali (solai e pareti verticali o pareti verticali tra loro). ponte termico corretto: situazione in cui la trasmittanza termica della parete fittizia non supera pi del 15% la trasmittanza termica della parete corrente. Il ricorso ad abachi statici per calcolare il peso energetico dei ponti termici pu portare ad errori di valutazione dellordine del 20-50%, mentre con metodi di calcolo agli elementi finiti lerrore scende al 2%. Inoltre conoscere la distribuzione delle temperature in prossimit dei nodi architettonici consente di prevenire la formazione di patologie igrotermiche come muffa e condensa superficiale. 10
  • 11. PONTI TERMICI COSTRUTTIVI CALCOLO PSI E TEMPERATURA SUPERFICIALE DI NODI COMPLESSI VERIFICA E CALCOLO CONDIZIONI CRITICHE CHE GENERANO MUFFA E CONDENSA 10,8 C! 15,3 C! Condizioni ottimali per lo sviluppo delle MUFFE, sono una temperatura compresa fra i 18C ed i 32C con umidit relativa compresa fra il 75 e l'80% per un periodo di tempo superiore alle 48 ore. Possono tuttavia sopravvivere in un intervallo di temperatura compreso tra 0C e 40C. Con Ti= 20Ce UR=65% Sar sufficiente una temperatura superficiale di 16C perch la muffa inizi il suo sviluppo!!! 11
  • 12. Termografia e analisi non distruttive UNI EN 473:2008 ISO9712 Indagini qualitative negli edifici - Integrit dellisolamento termico - Ponti termici costruttivi - Infiltrazioni daria - Infiltrazioni dacqua - Umidit di risalita - Mappatura impianti di riscaldamento - Perdite impianti di ventilazione - Integrit dei pannelli fotovoltaici Indagini predittive in campo industriale - cabine di trasformazione - quadri di potenza e controllo - interruttori - blindosbarre e scatole di derivazione - trasformatori - cavi 12
  • 13. BLOWER DOOR TEST TEST DI PERMEABILITA ALLARIA DELLINVOLUCRO EDILIZIO SECONDO UNI EN 13829 E un test che permette di rilevare le perdite daria dellinvolucro edilizio e di valutare il tasso di ricambio daria delledificio: la permeabilit allaria. E finalizzato alla determinazione del numero orario di ricambi daria mettendo ledificio in depressione rispetto allesterno con un Differenza di pressione di 50 Pa : tanto maggiore questo valore (denominato anche n50), tanto maggiori sono le infiltrazioni daria nelledificio, e quindi gli sprechi energetici. Altri problemi connessi con un errato valo