ANNO ACCADEMICO 2013/2014 i g - uniroma3.it di Giurisprudenza... · Diritto Processuale...

of 120/120
s g i u i DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA r ANNO ACCADEMICO 2013/2014 ORDINE DEGLI STUDI
  • date post

    24-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    217
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of ANNO ACCADEMICO 2013/2014 i g - uniroma3.it di Giurisprudenza... · Diritto Processuale...

sgi u

i DIPARTIMENTODI GIURISPRUDENZA rANNO ACCADEMICO 2013/2014ORDINE DEGLI STUDI

rsgi u

i ANNO ACCADEMICO 2013/2014

DIPARTIMENTODI GIURISPRUDENZA

ORDINE DEGLI STUDI

3 IND

ICE

IndicePresentazione 7

Elenco degli insegnamenti 9

Insegnamenti mutuati da altri Dipartimenti 12

L/14 Scienze dei Servizi Giuridici 13

I Corsi di Laurea:Laurea Magistrale (LMG/01) e Laurea Triennale (L/14) 15

Info e recapiti 19

Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza LMG/01 23

Corso di Laurea Triennale in Scienze dei Servizi Giuridici L/14 27

Linnovazione didattica 29

Corsi in lingua 29

Corsi di lingua ed informatica giuridica 29

Corsi di preparazione allo svolgimento di prove scrittee alla redazione di atti e pareri 30

Corsi di Clinica Legale 30

Percorso di studi Diritto e Finanza 30

Internazionalizzazione degli studi 31

Programma Erasmus 31

Doppi Titoli 31

Programma Vinci 33

Doppio titolo italo-francese Laurea Magistrale italiana - Master recherche 33

Estratto del Regolamento Didattico del Dipartimento 39

Immatricolazione (artt. 23-25) 39

Iscrizione ai successivi anni di corso (artt. 26-27) 41

Passaggi - Trasferimenti - Secondi titoli (artt. 2835) 41

La didattica (artt. 36 e ss.) 44

Propedeuticit (art. 38) 45

Esami di profitto (artt. 40-43) 47

Esami di laurea (artt. 44-53) 49

Corsi di preparazione allo svolgimento di provescritte e alla redazione di Atti e Pareri (allegato n. 3) 54

Calendario di Dipartimento 55

Studying Law at Roma Tre 57

Un progetto sponsorizzato dalla Fondazione Ferdinando Peretti 57

A project sponsored by the Fondazione Ferdinando Peretti 59

Altri corsi in lingua 61

Diritto francese delle obbligazioni e dei contratti 61

Droit franais des obligations et des contrats 62

Diritto ibero-americano 63

Derecho ibero-americano 63

Tedesco giuridico 64

Juradeutsch 64

Rapporti internazionali 67

Lifelong Learning Programme/Erasmus 69

Coordinatori Disciplinari (Departmental Coordinators) 69

Referenti di Area (Area Referees) 70

Ufficio Programmi Europei per la Moblit studentesca(European Program Office for Student Mobility) 71

Corsi Post Lauream 79

Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali 79

Scuola Dottorale internazionale Tullio Ascarelli 79IND

ICE

4

IND

ICE

5

Master 85

Master di I livello in Studi internazionali Strategico-Militari 85

Master di I livello in Diritto dei Servizi Sanitari, Managenemet eCoordinamento dei Servizi Socio-Sanitari ed Educativi 85

Master di II livello in Diritto Amministrativo eScienze dellAmministrazione 86

Master di II livello in Diritto dellAmbiente 87

Master di II livello in Diritto dellImmigrazione 88

Master di II livello in Diritto Penitenziario e Costituzione (DIPEC) 89

Master di II livello in Diritto Sanitario e Farmaceutico 90

Master di II livello in Esperto in relazioni industriali e di lavoro 91

Master di II livello per Giuristi e consulenti dImpresa 92

Master di II livello in Transnational and Comparative Law 92

Conoscere lUniversit 93

Universit degli Studi Roma Tre 93

Sistema Bibliotecario di Ateneo (SBA) 96

Servizi di Ateneo 100

Come arrivare a Roma Tre 113

PresentazioneIl Dipartimento di Giurisprudenza di Roma Tre raccoglie l'eredit della Facolt diGiurisprudenza, la quale, sin dalla sua fondazione (1995), ha progettato e via viaconsolidato unesperienza didattica innovativa nel panorama delle offerte del si-stema universitario italiano favorendo, la partecipazione degli studenti alle espe-rienze di studio e ricerca dei docenti e valorizzando un progetto formativo intesoa favorire non solo lacquisizione di contenuti, bens anche e anzitutto la padro-nanza del metodo e della tecnica giuridica, nonch la piena comprensione delcontesto sociale nel quale il diritto destinato a operare. Interventi di particolarerilievo sono stati ladozione di un numero programmato daccessi, compatibilecon lutilizzazione ottimale delle risorse (docenti, personale tecnico-amministra-tivo-bibliotecario, aule, laboratori informatici e linguistici) e la semestralizzazionedei corsi, alcuni dei quali sono reiterati con pi livelli dapprofondimento per lematerie pi impegnative dal punto di vista didattico.Gli strumenti per qualificare lofferta didattica possono essere cos sintetizzati: predisposizione di unampia rosa dinsegnamenti opzionali, alcuni dei quali

molto innovativi, che si affiancano agli insegnamenti fondamentali ai quali ilDipartimento dedica una particolare attenzione;

una accentuata internazionalizzazione, con lattivazione di insegnamenti in lin-gua straniera, sulla base del progetto formativo Studying Law at Roma Tre;

offerta di corsi per lapprendimento della lingua giuridica straniera (inglese, te-desco, francese), indispensabile tanto sul piano professionale, quanto sulpiano culturale e scientifico;

presenza qualificata di visiting professor provenienti da Stati europei e noneuropei;

intensificazione dellinterscambio studentesco con atenei di altri Paesi (progettiErasmus, ma non solo) che implica unapprezzabile presenza di studenti stra-nieri, accanto a quelli italiani, nei corsi attivi presso il Dipartimento e lacco-glienza in universit straniere di un numero significativo di studenti italiani;

didattica di preparazione basata sulla metodologia innovativa di imparare fa-cendo: corsi di scrittura di atti e pareri, corsi di clinica legale, corsi di simula-zione processuale;

riconoscimento di titoli di studio acquisiti allestero, su base di reciprocit, con-dizionato alla verifica della compatibilit del percorso di studi rispetto ai requi-siti di legge, che consente di conseguire la laurea tanto in Italia, quantoallestero (doppio titolo di laurea);

un percorso di studi multidisciplinare in Diritto e Finanza, che offre l'oppor-tunit di conseguire la seconda Laurea in Finanza e Impresa, successivamente 7 PR

ESE

NTA

ZIO

NE

a un piano di studio specifico della Laurea Magistrale in Giurisprudenza, peravviare alle nuove competenze professionali in Law and Finance.

corsi dalta formazione post lauream (Scuola Professioni Legali, una pluralitdi Master con obiettivi diversificati) volti a consolidare la preparazione specia-listica conseguita nel quinquennio;

Scuola dottorale, le cui attivit sono orientate nel senso dellinterdisciplinariete dellinternazionalizzazione del sapere giuridico;

una intensa e vivace attivit culturale che accompagna nellintero anno acca-demico la vita del Dipartimento, con lorganizzazione di convegni, seminari,incontri.

Il DirettoreProf. Paolo Benvenuti

PR

ESE

NTA

ZIO

NE

8

Elenco degliinsegnamentiINSEGNAMENTO DOCENTEAdvanced International Law: Jessup Moot Court Competition (Dir. Internazionale avanzato: processo simulato) (IUS 13) Prof. M.SossaiAnglo-American Company Law (IUS 04)(Diritto commerciale anglo-americano) Prof. A. GuacceroClinica del Diritto dellimmigrazione e della cittadinanza Prof.ssa E.RigoClinica legale in diritto dei minori Prof. Ettore BattelliDerecho Ibero-Americano (moduli) (IUS 02) Prof. S. MazzamutoDiritto Agrario (IUS 03) Prof. G. SpotoDiritto Amministrativo I (A-L) (IUS 10) Prof. G. CorsoDiritto Amministrativo I (M-Z) (IUS 10) Prof. G. NapolitanoDiritto Amministrativo II (A-L) (IUS 10) Prof. G. RossiDiritto Amministrativo II (M-Z) (IUS 10) Prof.ssa M.A. SandulliDiritto Amministrativo Europeo (IUS 10) Prof.ssa S. Del GattoDiritto Bancario (IUS 04) Prof. M. BussolettiDiritto Canonico (IUS 11) Prof. C. FantappiDiritto Cinese (IUS 02) Prof. G. RossiDiritto Civile (A-L) (IUS 01) Prof. S. MazzamutoDiritto Civile (M-Z) (IUS 01) Prof. A. GentiliDiritto Civile II (Il sistema dei diritti reali) (IUS 01) Prof. P. M. Vecchi Diritto Commerciale I (A-L) (IUS 04) Prof. M. BussolettiDiritto Commerciale I (M-Z) (IUS 04) Prof. G. CabrasDiritto Commerciale II (IUS 04) Prof. S. FortunatoDiritto Contabile (moduli) (IUS 04) Prof. M. Bussoletti

Prof. S. Fortunato Diritto Costituzionale (A-L) (IUS 08) Prof. A. CelottoDiritto Costituzionale (M-Z) (IUS 08) Prof. M. RuotoloDiritto Costituzionale Comparato (IUS 08) Prof.ssa G. PistorioDiritto Costituzionale Regionale (IUS 08) Prof. G. FontanaDiritto del Lavoro (A-L) (IUS 07) Prof. G. ProiaDiritto del Lavoro (M-Z) (IUS 07) Prof.ssa A. PessiDiritto del Lavoro II (A-L) (IUS 07) Prof. G. Proia Diritto del Lavoro II (M-Z) (IUS 07) Prof.ssa A. PessiDiritto dellAmbiente (IUS 03) Prof. G. Rossi Diritto dellInformatica e delle nuove tecnologie (IUS 09) Prof. F. Cardarelli Diritto dellUnione Europea (A-L) (IUS 14) Prof. G. CaggianoDiritto dellUnione Europea (M-Z) (IUS 14) Prof.ssa C. MorviducciDiritto delle successioni Prof. E. BilottiDiritto di Famiglia italiano e comparato (IUS 01) Prof. F. Macario E

LE

NC

O D

EG

LI IN

SE

GN

AM

EN

TI

9

10ELE

NC

O D

EG

LI IN

SE

GN

AM

EN

TI

Diritto Ecclesiastico (A-L) (IUS 11) Prof. C. Cardia Diritto Ecclesiastico (M-Z) (IUS 11) Prof.ssa R. Benigni Diritto Fallimentare (IUS 04) Prof. G. CabrasDiritto Finanziario (IUS 12) Prof. E. Cardi Diritto Industriale (IUS 04) Prof. G. BertolottiDiritto Internazionale (A-L) (IUS 13) Prof. P. BenvenutiDiritto Internazionale (M-Z) (IUS 13) Prof.ssa A. Di BlaseDiritto Internazionale Privato (IUS 13) Prof.ssa A. Di BlaseDiritto Parlamentare (IUS 08) Prof. ssa E. FrontoniDiritto Penale (A-L) (IUS 17) Prof. M. Trapani Diritto Penale (M-Z) (IUS 17) Prof. E. MezzettiDiritto Penale II (A-L) (IUS 17) Prof. M. TrapaniDiritto Penale II (M-Z) (IUS 17) Prof. M. CatenacciDiritto Penale Commerciale (IUS 17) Prof. E. MezzettiDiritto Penale Internazionale (IUS 17) Prof. M. MasucciDiritto Processuale Civile I (A-L) (IUS 15) Prof. A. CarrattaDiritto Processuale Civile I (M-Z) (IUS 15) Prof. G. RuffiniDiritto Processuale Civile II (A-L) (IUS 15) Prof. G. CostantinoDiritto Processuale Civile II (M-Z) (IUS 15) Prof. A. CarrattaDiritto Processuale Costituzionale (IUS 08) Prof. F. ModugnoDiritto Processuale Penale (A-L) (IUS 16) Prof. G. PaolozziDiritto Processuale Penale (M-Z) (IUS 16) Prof. L. Marafioti Diritto Pubblico dellEconomia (IUS 05) Prof. E. CardiDiritto Pubblico Romano (IUS 18) Prof. L. FascioneDiritto Romano (A-L) (IUS 18) Prof.ssa L. VaccaDiritto Romano (M-Z) (IUS 18) Prof.ssa G. RossettiDiritto Sanitario (IUS 10) Prof. G. CorsoDiritto Tributario (A-L) (IUS 12) Prof. G. TinelliDiritto Tributario (M-Z) (IUS 12) Prof. G. GirelliDroit francais des obligations et des contrats(Diritto francese delle obbligazioni e dei contratti) (IUS 02) Prof. P. M. VecchiEconomia Politica (A-D) (SECS-P01) Prof. E. FelliEconomia Politica (E-O) (SECS-P01) Prof. S. GinebriEconomia Politica (P-Z) (SECS-P01) Prof. G. N. De VitoEconomic Analysis of Law(Analisi economica del Diritto) (IUS/02) Prof. G. Rojas ElguetaEsegesi delle Fonti del Diritto Romano (IUS 18) Prof. M.U. SperandioEuropean Judicial System (Giustizia europea) (IUS 14) Prof.ssa E. PistoiaEuropean Union Transport Law(Diritto dei trasporti dellUnione Europea) (IUS 02) Prof. V. Zeno-ZencovichFilosofia del Diritto (A-D) (IUS 20) Prof. E. RestaFilosofia del Diritto (E-O) (IUS 20) Prof. D. IppolitoFilosofia del Diritto (P-Z) (IUS 20) Prof. L. DAvackGiustizia Amministrativa (IUS 10) Prof.ssa M. A. SandulliGiustizia sociale e mercato (SECS-P03) Prof.ssa E. GranagliaHuman Rights (Diritti umani) (IUS/20) Prof.ssa E. Rigo

Prof. M. SossaiInformatica giuridica e logica giuridica (IUS 20) da definireInternational Arbitration (IUS 02/13/15)(Arbitrato internazionale) Prof. D. Di PietroInternational Business Contracts (IUS 02)(Diritto dei contratti internazionali) Prof. R. SpitzmillerInternational Humanitarian Law (IUS 13)(Diritto internazionale umanitario) Prof. G. BartoliniIstituzioni Diritto Privato L/14 (A-Z) (IUS 01) Prof. G. Grisi Istituzioni Diritto Privato I (A-D) (IUS 01) Prof. A. ZoppiniIstituzioni Diritto Privato I (E-O) (IUS 01) Prof. E. Moscati

11 ELE

NC

O D

EG

LI IN

SE

GN

AM

EN

TI

Istituzioni Diritto Privato I (P-Z) (IUS 01) Prof. R. ClariziaIstituzioni Diritto Privato II (A-D) (IUS 01) Prof. G. Grisi Istituzioni Diritto Privato II (E-O) (IUS 01) Prof. P. M. VecchiIstituzioni Diritto Privato II (P-Z) (IUS 01) Prof. A. GemmaIstituzioni Diritto Pubblico (A-D) (IUS 09) Prof. P. CarnevaleIstituzioni di Diritto Pubblico (E-O) (IUS 09) Prof. C. ColapietroIstituzioni Diritto Pubblico (P-Z) (IUS 09) Prof. G. SergesLaw and Humanities (Diritto e cultura) (IUS 19) Prof. E. ConteLe politiche di immigrazione e di asilo dellUE Prof.ssa C. MorviducciLingua giuridica Inglese (ND) Prof.ssa I. RobinsonLingua giuridica Tedesca (ND) Prof. F. MacarioPolitica Economica (SECS-P02) Prof. E. FelliPrivate Comparative Law (IUS 02)(Diritto Privato Comparato) Prof.ssa N. VardiPublic Economics and Regulation (SECS-P03)(Economia delle istituzioni) Prof. B. BisesScienza delle Finanze (A-L) (SECS-P03) Prof. B. BisesScienza delle Finanze (M-Z) (SECS-P03) Prof.ssa E. GranagliaSistemi Giuridici Comparati (A-D) (IUS 02) Prof. F. MacarioSistemi Giuridici Comparati (E-O) (IUS 02) Prof. A. GuacceroSistemi Giuridici Comparati (P-Z) (IUS 02) Prof. V. Zeno-ZencovichSociologia del Diritto (IUS 20) Prof. E. RestaState and Market in European Union Law (IUS 10)(Stato e Mercato nel diritto U.E.) Prof.ssa M. LottiniStoria del Diritto Medievale e Moderno (A-D) (IUS 19) Prof. L. Lo SchiavoStoria del Diritto Medievale e Moderno (E-O) (IUS 19) Prof.ssa S. MenzingerStoria del Diritto Medievale e Moderno (P-Z) (IUS 19) Prof. P. Alvazzi del FrateStoria del Diritto Privato Romano (A-D) (IUS 18) Prof. L. FascioneStoria del Diritto Privato Romano (E-O) (IUS18) Prof. M.U. SperandioStoria del Diritto Privato Romano (P-Z) (IUS 18) Prof. V. ManninoStoria della Giustizia Medievale e Moderna (IUS 19) Prof.ssa M. ChiantiniStoria delle Codificazioni Moderne (IUS 19) Prof. P. Alvazzi del FrateTeoria generale del Diritto (IUS 20) Prof. L. FerrajoliThe Legal Protection of Culture Heritage (IUS 02)(Protezione giuridica del patrimonio culturale) Prof.ssa F. Mac Millan

Programmi dei corsiI programmi degli Insegnamenti e delle Attivit Didattiche sono disponibili sulsito e sono comunque passibili di revisioni e integrazioni da parte dei docenti.Si consiglia di consultare costantemente il sito di Dipartimento, periodicamenteaggiornato, allindirizzo http://www.giur.uniroma3.it, nella pagina personale delDocente titolare del corso.

Insegnamenti mutuati da altri DipartimentiBilancio Mutuato dai Dipartimenti di Economia e di

Scienze AziendaliCorporate &Investment BanKing Mutuato dai Dipartimenti di Economia

e di Scienze AziendaliDiritti e libert costituzionali Mutuato dal Dipartimento di Scienze PoliticheDiritto dei Mercati Finanziari Mutuato dai Dipartimenti di Economia

e di Scienze AziendaliDiritto del lavoronelle Amministrazioni Pubbliche Mutuato dal Dipartimento di Scienze PoliticheDiritto della comunicazione e dellinformazione Mutuato dai Dipartimenti gi di Lettere e FilosofiaDiritto internazionale delleconomia Mutuato dai Dipartimenti di Economia

e di Scienze AziendaliEconomia Aziendale Mutuato dai Dipartimenti di Economia

e di Scienze AziendaliEconomia degli intermediari finanziari Mutuato dai Dipartimenti di Economia

e di Scienze AziendaliEconomia delle imprese di Assicurazionee Previdenza Mutuato dai Dipartimenti di Economia

e di Scienze AziendaliEconomia Monetaria (classica) Mutuato dai Dipartimenti di Economia

e di Scienze AziendaliEuropean Competition Law Mutuato dai Dipartimenti di Economia

e di Scienze AziendaliFinanza dell'Assicurazionee dei Fondi pensione Mutuato dai Dipartimenti di Economia

e di Scienze AziendaliMatematica Finanziaria Mutuato dai Dipartimenti di Economia

e di Scienze AziendaliMatematica generale Mutuato dai Dipartimenti di Economia

e di Scienze AziendaliPrincipi contabili e informativa finanziaria Mutuato dai Dipartimenti di Economia

e di Scienze AziendaliProfili Giuridici della multimedialit Mutuato dai Dipartimenti gi di Lettere e FilosofiaStatistica Mutuato dai Dipartimenti di Economia

e di Scienze AziendaliStatistica economica Mutuato dal Dipartimento di Scienze PoliticheStoria del Diritto Pubblico Mutuato dal Dipartimento di Scienze PoliticheStoria degli ordinamenti Amministrativie Giudiziari Mutuato dal Dipartimento di Scienze PoliticheValutazione Finanziaria e gestione del rischio Mutuato dai Dipartimenti di Economia

e di Scienze Aziendali

Per lindividuazione del semestre fare riferimento allOrdine degli Studi del Dipar-timento dal quale linsegnamento mutuato.Gli insegnamenti integrativi mutuati da altro Dipartimento fanno conseguire il nu-mero di crediti previsto dal regolamento didattico del Dipartimento da cui si mutuae comunque non superiore a sette.

}

12ELE

NC

O D

EG

LI IN

SE

GN

AM

EN

TI

13 ELE

NC

O D

EG

LI IN

SE

GN

AM

EN

TI

L/14 Scienze dei Servizi GiuridiciPer la Laurea Triennale si fa riferimento alla programmazione dei primi tre annidella LMG/01 con la sola differenza dei seguenti insegnamenti che vengono attivatiappositamente, per il Secondo semestre del Primo anno:

Diritto ed Economia della Previdenza Prof. M. GambaccianiEconomia Politica della Previdenza Prof. S. GinebriIstituzioni di Diritto Privato (A-Z) Prof. G. GrisiLaboratorio storico degli ordinamenti amministrativi Prof.ssa S. Di Paolo

}

I Corsi di Laurea:Laurea Magistrale(LMG/01) eLaurea Triennale (L/14)

Il Dipartimento offre due Corsi di Laurea: uno quinquennale in Giurisprudenza(classe LMG/01) ed uno triennale in Scienze dei Servizi Giuridici (classe L/14).

Il Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza (LMG/01) di durata quinquen-nale a Ciclo Unico risulta assai articolato in funzione dei contenuti professionali eculturali. Lo studente pu scegliere nellambito di una ricca rosa dinsegnamentiopzionali, alcuni dei quali molto innovativi.

Il Corso di Laurea in Scienze dei Servizi Giuridici (L/14) ha una durata triennaleed articolato in modo tale da consentire agli studenti la massima libert di sceltadel percorso formativo, in vista di specifici sbocchi professionali per i quali si ri-chieda una solida preparazione giuridica di base accompagnata da taluni saperispecialistici. Gli studenti hanno a disposizione lintera gamma degli insegnamentiimpartiti nel Dipartimento e potranno avvalersi dei consigli dei docenti e dei tutorper scegliere con quali materie e con quali altre attivit formative acquisire i creditinecessari al conseguimento della Laurea.

Gli studenti possono effettuare il passaggio da un Corso di Laurea allaltro perconseguire il titolo che ritengono pi consono ai loro desideri: se passano dalCorso triennale al Corso quinquennale dovranno acquisire i crediti necessari perrispettare il pi impegnativo piano di studi di questultima; se passano dal Corsoquinquennale al Corso triennale potranno utilizzare, in pratica, tutti (o quasi tutti)i crediti acquisiti seguendo i corsi della prima.

Per informazioni pi specifiche si rimanda allestratto del Regolamento di Dipar-timento nelle pagine seguenti. I

CO

RSI D

I LA

UR

EA

15

16I C

OR

SI D

I LA

UR

EA

Conoscere il Dipartimento

Tutte le informazioni relative al Dipartimento di Giurisprudenza sono, costante-mente, pubblicate online sul sito: http://www.giur.uniroma3.it

Accesso al Dipartimento: il numero programmato

Per ottimizzare il rapporto studenti/docenti e consentire a tutti gli iscritti di utilizzareal meglio le strutture messe a disposizione dallAteneo (centro linguistico, labora-torio informatico, biblioteche) il Dipartimento ha adottato un numero programmatodi 1000 immatricolati per il Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza e di 200immatricolati per il Corso di Laurea triennale in Scienze dei servizi giuridici. Qualorale richieste di immatricolazione ad uno dei due Corsi di Laurea dovesse risultareinferiore a quello programmato, i posti vacanti saranno messi a disposizione dichi ha chiesto dessere iscritto allaltro Corso di Laurea, fermo restando il numerocomplessivo di 1.200 immatricolati.

La selezione verr effettuata sulla base di una prova di verifica, che si svolgernella prima met di settembre, volta ad accertare tramite test a risposta multipla: le abilit logico-formali dei candidati; la capacit di comprensione di un testo.La valutazione potr essere: a) sufficiente; b) insufficiente (in uno dei due ambiti oin entrambi); c) gravemente insufficiente (meno del 20% di risposte congrue in al-meno un ambito). La valutazione di sufficiente consente di entrare subito in gra-duatoria; quella di insufficiente pu consentire di entrare in graduatoria, maimpone di partecipare a corsi di recupero; quella di gravemente insufficiente nonconsente in nessun caso limmatricolazione.

Gli studenti che provengono da altri Dipartimenti o Corsi di studio giuridici onon giuridici, o che sono gi in possesso di una Laurea, possono essere am-messi a un anno di corso successivo al primo (senza passare per i test din-gresso) purch abbiano maturato almeno 20 crediti formativi riconosciuti dalDipartimento. Anche in questo caso gli accessi sono limitati e avverranno sullabase di graduatorie stilate secondo i principi fissati dal regolamento didatticodel Dipartimento.

possibile altres liscrizione a corsi singoli per coloro che intendono approfondireo aggiornarsi sulla tematica specifica del singolo corso.

La semestralizzazione dei corsi

Per favorire il collegamento tra le attivit didattiche (lezioni, esercitazioni, seminari)e gli esami, i corsi sono stati semestralizzati.

Il primo semestre da ottobre a marzo: le lezioni si tengono dal 1 ottobre allinizio

17 I C

OR

SI D

I LA

UR

EA

delle festivit natalizie; sono previsti tre appelli desame, nei mesi di gennaio efebbraio.

Il secondo semestre da marzo a settembre: le lezioni si tengono dal 1 marzo afine maggio; sono previsti tre appelli desame tra giugno e luglio, due appelli asettembre.

Alcuni insegnamenti della Laurea quinquennale, considerati di particolare impor-tanza e complessit, si articolano in due semestri, con le relative prove su partidella materia.

19 INFO

E R

EC

AP

ITI

Info e recapitiIl Dipartimento ha sede in Via Ostiense, 159/163 ed in Via Ostiense, 139.(Metropolitana linea B fermata San Paolo)La Segreteria Studenti ha sede in Via Ostiense, 175.

Sito di Dipartimentohttp://www.giur.uniroma3.it

DirettoreProf. Paolo Benvenuti

Area DidatticaResponsabile: Angela De VitoPiero PepiAnna La GammaM. Silvia PassarelliGiovanna Di Carlo tel. 06 57332204; fax 06 [email protected] di apertura:da luned a venerd 9.00-13.00

Segreteria dei Corsi di StudioResponsabile: Emilia NicolaoFerruccio NetriLia Mancinitel. 06 [email protected] informazioni sullattivit didattica, sugli orari delle lezioni e di ricevimentodei professori, sui piani di studio, sui programmi dei corsi e la prenotazione agliesami, passaggi, trasferimenti.La segreteria didattica effettua il seguente orario di apertura al pubblico:luned, mercoled e venerd 9.00-12.00 marted e gioved 10.00-12.00, 14.30-16.30

Area per la RicercaResponsabile: Giuseppina SantilliAlessia CantarellaFederico Melograno

20INFO

E R

EC

AP

ITI

Area AmministrativaResponsabile: Marzia AlbaneseDolores Appelio

Ufficio MasterResponsabile: Ferruccio Netriorario di apertura:luned, mercoled e venerd 10.00-12.00

Sportello ErasmusAngelo Mario FarinaVia Ostiense, 139tel. +39 06 57334335; fax +39 06 57334239e-mail: [email protected] informazioni sul Programma Erasmus.Lo Sportello Erasmus effettua il seguente orario di apertura al pubblico:marted 10.00-12.00 e gioved 14.30-16.30

Segreteria Studying LawM. Silvia Passarellie-mail: [email protected] 06 57332445

Ufficio Supporti OperativiVia Ostiense, 139Riccardo DAlfonso tel. 06 57334319Fabio Strippoli tel. 06 57334248orario di ricevimento:da luned a venerd 9.00-13.30;14.30-16.30

Segreteria Scuola di specializzazione per le professioni legaliAnna La GammaGiovanna Di Carlotel. 06 57332518; fax 06 [email protected] di apertura:luned, mercoled e venerd 10.00-12.00;marted e gioved 14.30-16.00

Referente di Dipartimento per gli studenti con disabilitSara Menzinger tel. 06 57332484e-mail: [email protected] n. 232Ricevimento: luned 10.00-11.00

21 INFO

E R

EC

AP

ITI

Laboratorio didattico informaticoResponsabile: Lina MariniPaolo NicolaiVia Ostiense,161tel. 06 57332373 tel. 06 57332460Il laboratorio didattico informatico effettua il seguente orario di apertura al pubblico:luned-venerd [email protected]

Segreteria studentiVia Ostiense, 175front office: luned-venerd 10.00-14.00sportello virtuale: marted e gioved 12.00-14.00tel. 06 57332100; fax 06 57332724http://portalestudente.uniroma3.it

Biblioteca darea GiuridicaDirettore: Rosa De MartinoResponsabile Sezione giuridica: Tiziana Mancinitel. 06 57332242/2288; fax 06 57332287e-mail: [email protected]://host.uniroma3.it/biblioteche/Rinnovo e prenotazione dei prestiti on-linePrestito Interbibliotecario: [email protected] di apertura:luned-venerd 09.00-19.30Distribuzione, Prestito, Restituzione:luned-venerd 09.00-8.30Restituzione prestiti in Box:luned-venerd 07.00-09.00 e 18.00-20.30sabato 07.00-13.30

CO

RSO

DI LA

UR

EA

MA

GIS

TR

ALE

IN

GIU

RIS

PR

UD

EN

ZA

23

Corso di LaureaMagistrale inGiurisprudenzaClasse LMG/01

Gli obiettivi formativi del Piano di studio coincidono con quelli dellintero Corso diLaurea e mirano soprattutto a formare laureati per le professioni forensi, per lamagistratura, per le pubbliche amministrazioni, per le imprese e per ogni altra at-tivit in cui sia richiesta una competenza giuridica a largo spettro. Il piano di studio il seguente:

Primo semestre CFU Secondo semestre CFUPrimo anno Istituzioni di diritto pubblico 10 Sistemi giuridici comparati 9

Storia del diritto privato romano 10 Istituzioni di diritto privato I 10Filosofia del diritto 10 Economia politica 10

Secondo anno Diritto costituzionale 9 Diritto dellUnione Europea 9Istituzioni di diritto privato II 9 Diritto del lavoro 12Storia del Diritto Med. e Mod 10 Scienza delle finanze 7Informatica giur. e log. Giur. (id.) 5

Terzo anno Diritto penale 10 Diritto processuale civile I 10Diritto commerciale I 10 Diritto amministrativo I 9Diritto ecclesiastico 7 Diritto tributario 7

Insegnamento a scelta 7Quarto anno Diritto amministrativo II 9 Diritto civile 8

Diritto romano 8 Diritto commerciale II 8Diritto penale II 8 Diritto processuale civile II 8Lingua (idoneit) (1) 4 Insegnamento a scelta 7

Quinto anno Diritto internazionale 9 Insegnamento a scelta 7Diritto processuale penale (2) 10+4 Lingua giuridica (idoneit) (1) 4Insegnamento a scelta 7 Prova finale 19

Gli insegnamenti segnati in grassetto (26 esami e 3 idoneit) sono obbligatori.Gli insegnamenti in corsivo individuano gli spazi lasciati liberi alla scelta dello stu-dente. Essi comprendono tutti gli insegnamenti opzionali attivati in Dipartimento.Un insegnamento a scelta pu essere sostituito con sette crediti acquisiti conaltre attivit formative.

Si precisa che per gli insegnamenti a scelta il riferimento allanno di corso pu-ramente indicativo, salvo sempre il rispetto delle propedeuticit.Gli insegnamenti integrativi mutuati da altro Dipartimento fanno conseguire il nu-mero di crediti previsto dal regolamento didattico del Dipartimento da cui si mutua,ma non superiore a sette.

Per il percorso Diritto e Finanza, come indicato nell'allegato 9 del Regolamentodi Dipartimento, sono previste deroghe al piano di studio generale con la predi-sposizione di un percorso specifico.

N.B. Gli studenti possono svolgere eventualmente un esame in pi rispetto a quelliprevisti dallordinamento didattico. Detto esame potr sostituire anche ai fini dellamedia uno degli esami opzionali gi svolti.

1) I. Lingua di baseNel Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza (classe LMG/01) le conoscenze linguistichedi base (livello B1) devono essere verificate secondo le seguenti modalit:

a) attraverso la verifica effettuata dal Centro linguistico di Ateneo, se lo studente ha gi cono-scenze linguistiche;

b) qualora il test di cui alla lettera precedente non dia risultati adeguati, attraverso un corso spe-cifico previsto dal CLA;

c) attraverso il riconoscimento da parte del Dipartimento di corsi presso altra istituzione lingui-stica accreditata (il cui elenco disponibile presso il sito web del CLA).

Per tale conoscenze di base sono attribuiti 4 CFU.

II. Lingua giuridicaUna volta conseguito il livello base (B1) di conoscenza linguistica attraverso le modalit sud-dette, i 4 CFU relativi alla Lingua giuridica del corso Classe LMG/01 potranno essere conse-guiti, in qualunque anno di corso, purch sia gi superata la prova propedeutica diconoscenza della lingua base (livello B1) secondo le seguenti modalit:

a) frequentando i corsi ufficiali di lingua giuridica (inglese o tedesco) e superando la relativaprova di idoneit;

b) frequentando i corsi di materie giuridiche tenuti in lingua (inglese, francese, spagnolo) attivatidal Dipartimento e superando il relativo esame, purch tali corsi prevedano espressamentelattribuzione dei crediti di lingua giuridica;

c) sostenendo, nellambito del programma Erasmus, esami presso Universit straniere.A tal proposito si precisa che analogo riconoscimento potr essere dato anche agli studentiche nel Corso di Laurea triennale (ex classe 31) abbiano partecipato al programma Erasmussostenendo esami presso Universit straniere;

d) nellattivit delaborazione della tesi, sotto la supervisione del relatore. I crediti relativi alleabilit linguistiche in occasione della elaborazione della tesi di laurea possono essere acquisitisecondo le seguenti modalit:i) il relatore potr assegnare al laureando una serie di letture in lingua straniera, funzionali al-lelaborazione della tesi e verificare che dal lavoro finale risulti la loro assimilazione e il loroutilizzo;

e) inoltre, il requisito dell'assimilazione della lingua straniera potr ritenersi soddisfatto qualora,per la redazione della tesi, il candidato svolga parte del lavoro, certificandolo, presso una isti-tuzione universitaria straniera, ovvero presso altra istituzione o struttura bibliotecaria stranieraequipollenti, per un periodo di tempo congruo in relazione allelaborazione della tesi.C

OR

SO

DI LA

UR

EA

MA

GIS

TR

ALE

IN

GIU

RIS

PR

UD

EN

ZA

24

Ai fini dellattribuzione dei relativi crediti il candidato dovr presentare, unitamente alla tesi,una attestazione che elenchi le letture fatte e/o le sedi straniere dove la ricerca stata con-dotta, controfirmata dal relatore. Tale attestazione sar consegnata alla presidenza di Dipar-timento.

Il relatore, verificato che lo studente abbia adempiuto a quanto prescritto e prima che lo stu-dente presenti la domanda definitiva di Laurea, certifica su verbale di esame il conseguimentodellabilit linguistica con la dizione idoneo.

e) studenti che abbiano preparato la tesi di Laurea presso Universit o Istituti di livello universi-tario stranieri.

III. Ulteriori regolea) Per seguire i corsi di lingua giuridica ovvero i corsi di diritto impartiti in lingua straniera ne-

cessario possedere il livello B1. Tale requisito, oltre che formale, anche sostanziale non es-sendo ragionevolmente esigibile da uno studente la comprensione di un linguaggio altamentespecialistico come quello giuridico se non dispone gi di un livello minimo di conoscenze dibase.

b) Non vi consequenzialit fra la lingua per la quale stata ottenuta lidoneit di base e lalingua giuridica. Fermo restando il livello di accesso (B1) lo studente pu anche optare perottenere i crediti in una lingua giuridica diversa da quella di base.

2) Linsegnamento di Diritto processuale penale si articola in un Corso di lezioni di 10 creditiaccompagnato da attivit seminariale di 4 crediti. Gli studenti che hanno effettuato il passaggiodal Corso di Laurea triennale in Scienze Giuridiche (Classe 31 ordinamento ad esaurimento) alCorso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza (classe LMG/01) e hanno gi acquisito 7 CFU nelsettore scientifico disciplinare IUS 16, possono acquisire solo 7 CFU nel medesimo settore.

CO

RSO

DI LA

UR

EA

MA

GIS

TR

ALE

IN

GIU

RIS

PR

UD

EN

ZA

25

27

Corso di Laurea Triennale inScienze dei Servizi GiuridiciClasse L/14

La durata del Corso di Laurea di tre anni. Gli studenti del corso di laurea inScienze dei Servizi Giuridici devono attenersi al percorso segnato dagli esami de-finiti come obbligatori dal corso stesso e possono avvalersi di tutti gli insegnamentiopzionali del Dipartimento.

Piano di studio (L/14)

Primo semestre CFU Secondo semestre CFUPrimo anno Istituzioni di Diritto Pubblico 10 Istituzioni di diritto privato 10

Storia del diritto privato romano 6 Sistemi giuridici comparati 9Filosofia del diritto 10 Materia a scelta limitata (1) 9

Materia a scelta 7Secondo anno Informatica giur. e log. giur. (idon.) 5 Diritto del lavoro 10

Storia del dir. medioevale e mod. 6 Diritto dellUnione Europea 9Materia a scelta 7 Materia a scelta 7Materia a scelta 7 Lingua (idoneit) 4Attivit formative (idoneit) 2 Attivit formative (idoneit) 2

Terzo anno Diritto penale 10 Diritto processuale civile I 10Diritto commerciale I 10 Diritto amministrativo I 9Materia a scelta 7 Tirocini 1Attivit formative (idoneit) 4 Prova finale 9

Il numero di esami complessivo di 18; diventa di 19 se alle attivit formative sisostituisce un ulteriore insegnamento; si pu ridurre anche di ununit (e quindiscendere anche a 17) se gli insegnamenti scelti dallo studente attribuiscono unnumero di crediti superiore a quelli previsti in tabella.Per attivit formative si intendono: corsi di scrittura, seminari, processi simulati,partecipazione guidata a convegni, esperienze professionali guidate, ecc.

Equipollenze e acquisizione dei crediti (L/14)1. Ai fini del conseguimento della Laurea Triennale in Scienze dei servizi giuridici,

sono previste le seguenti equipollenze:- linsegnamento d'Istituzioni di diritto pubblico (IUS 09) considerato equipol-

lente all'insegnamento di Diritto costituzionale;- linsegnamento di Informatica giuridica e Logica giuridica (IUS 20) conside-

rato equipollente allinsegnamento di Informatica (INF/01). CO

RSO

DI LA

UR

EA

TR

IEN

NA

LE

IN

SC

IEN

ZE

DE

I SE

RVIZ

I G

IUR

IDIC

I

2. Per gli insegnamenti di Storia del diritto privato romano, Storia del diritto me-dioevale e moderno, ferma restando la frequenza alle lezioni dei corsi dellaLaurea Magistrale LMG/01, previsto un programma semplificato, che corri-sponda al numero di CFU della tabella del corso di Laurea Triennale.

3. Gli studenti del Corso di Laurea Triennale, se vogliono, sono ammessi a fre-quentare gli insegnamenti completi di Storia del diritto privato romano, Storiadel diritto medioevale e moderno, per conseguire i relativi crediti.

4. I CFU conseguiti in esubero in qualsivoglia attivit formativa programmata dalDipartimento (insegnamenti con pi di sette crediti), potranno essere imputati:

- ai CFU riservati agli insegnamenti affini e integrativi;- agli insegnamenti a scelta dello studente;- ai tirocini formativi e d'orientamento;- alle altre attivit formative.

N.B. Gli studenti possono svolgere eventualmente un esame in pi rispetto a quelliprevisti dallordinamento didattico. Detto esame potr sostituire anche ai fini dellamedia uno degli esami opzionali gi svolti.

(1) Un insegnamento a scelta tra Economia politica, Scienze delle finanze, Economia aziendale oDiritto tributario. Qualora lo studente scelga Scienza delle Finanze o Diritto tributario pu soste-nere lesame con un programma che deve essere integrato con un modulo aggiuntivo di due cre-diti. Nel caso lo studente scelga Economia Aziendale gli saranno riconosciuti i 9 crediti previstidal Corso di Laurea dal quale viene mutuata (v. art. 11 del Regolamento di Dipartimento).

CO

RSO

DI LA

UR

EA

TR

IEN

NA

LE

IN

SC

IEN

ZE

DE

I SE

RVIZ

I G

IUR

IDIC

I

28

LIN

NO

VAZ

ION

E D

IDATTIC

A

29

LinnovazionedidatticaCorsi in lingua

Il Dipartimento mette a disposizione insegnamenti in lingua inglese, uno in linguaspagnola e uno in lingua francese, ciascuno di sette crediti, nel quadro della se-zione didattica Studying Law at Roma Tre:1. Anglo-American Company Law2. Economic Analysis of Law3. European Judicial System4. European Union Transport Law5. Human Rights6. International Arbitration7. International Business Contracts8. International Humanitarian Law9. Law and Humanities10.Advanced International Law: Jessup Moot Court Competition11.Private Comparative Law12.Public Economics and Regulation13.State and Market in European Union Law14.The Legal Protection of Culture Heritage15.Droit franais des obligations et des contracts16.Derecho ibero-americano.

Corsi di lingua ed informatica giuridica

- un corso dinglese giuridico (4 CFU);- un corso di tedesco giuridico (4 CFU);- un corso dinformatica giuridica e logica giuridica (5 CFU).

}

}

Corsi di preparazione allo svolgimento diprove scritte e alla redazione di atti e pareri

Il Dipartimento organizza due corsi di preparazione allo svolgimento di provescritte e alla redazione di atti e pareri: uno in Diritto civile (3 CFU); uno in Diritto amministrativo (3 CFU);

I corsi sono riservati rispettivamente a 50 studenti (preferibilmente) del III anno ea 50 studenti (preferibilmente) del IV anno.Liscrizione ai predetti corsi regolata da apposite norme, indicate nella specificasezione dellOrdine degli Studi (allegato n.3).

Corsi di Clinica Legale

Il Dipartimento ha attivato cliniche legali in: Diritto delle migrazioni e cittadinanza Diritti dei minori Diritti dei risparmiatori.

Percorso di studi Diritto e Finanza

Con il coordinamento dellofferta didattica del Dipartimento di Giurisprudenza edel Dipartimento di Scienze aziendali predisposto un percorso di studi Dirittoe Finanza. In virt di questo percorso, previsto che lo studente, che abbia giconseguito la Laurea Magistrale in Giurisprudenza a ciclo unico (LMG/01) conesami a scelta prestabiliti, pu conseguire una seconda Laurea magistrale in Fi-nanza e Impresa (LM-16 o LM-17) con un percorso di studi riservato e abbreviato,denominato percorso Diritto e finanza. Il succedersi della Laurea magistrale inGiurisprudenza e della Laurea magistrale in Finanza e impresa (percorso di studiDiritto e Finanza) culturalmente concepito come un unicum.

La natura multidisciplinare del percorso di studi Diritto e Finanza del tuttoevidente e pu avviare la costruzione di nuove figure professionali, con com-petenze di law and finance, che appaiono oggi particolarmente allattenzionedel mercato del lavoro.

LIN

NO

VAZ

ION

E D

IDATTIC

A

30

}

}

}

INTE

RN

AZ

ION

ALIZ

ZA

ZIO

NE

DE

GLI STU

DI

31

Internazionalizzazionedegli studiProgramma Erasmus

Di particolare interesse ladesione al programma Erasmus, al quale lUniversitRoma Tre partecipa attivamente in coerenza con la sua vocazione internazionale. quindi possibile realizzare stabilmente lo scambio di studenti con alcune Uni-versit di Paesi europei, sulla base di una serie di accordi interuniversitari. Le isti-tuzioni giuridiche europee interessate sono elencate nellapposita sezionedellOrdine degli Studi A.A. 2013/2014 (eventuali cambiamenti ed incrementi sonocomunque possibili).

Doppi Titoli

Agli studenti del Dipartimento viene offerta la possibilit di seguire piani di studioappositamente predisposti per conseguire un doppio titolo di laurea italiano edestero, sulla base di accordi internazionali stipulati dallUniversit Roma Tre, intesia promuovere linternazionalizzazione degli studi giuridici, utile per conseguire unapreparazione adeguata al fine dellesercizio di professioni giuridiche presso isti-tuzioni internazionali o societ multinazionali, della professione forense anche al-lestero, della ricerca e dellinsegnamento.Gli accordi fino ad oggi stipulati riguardano:

Doppio titolo italo-francese - Programma VinciLaurea Magistrale italiana in Giurisprudenza (LMG/01) e Master Recherche - DroitMention Droit Priv - Specialit Les contrats en droit europen. Questo pianodi studio, previsto da un programma di scambio con la Facult de Droit et desSciences Sociales dellUniversit di Poitiers (Francia), riservato agli studenti cheabbiano completato il terzo anno della LMG/01, per un massimo di cinque postie che abbiano superato la selezione prevista nel bando pubblicato annualmentedall'Universit Roma Tre.

Doppio titolo italo-statunitense - Nova Southeastern University di Fort Lau-derdale (Florida)Laurea Magistrale italiana in Giurisprudenza (LMG/01) e titolo di Juris Doctor negliStati Uniti. Questo piano di studio, previsto da un programma di scambio con ilLaw Center della Nova Southeastern University di Fort Lauderdale (Florida), ri-servato agli studenti che abbiano completato il terzo anno della LMG/01 e per un

}

}

massimo di cinque posti e che abbiano superato la selezione prevista nel bandoche viene pubblicato annualmente dall'Universit Roma Tre. Inoltre sono previstiposti di scambio semestrale.

Doppio titolo italo-spagnolo - Universit di MurciaLaurea Magistrale italiana in Giurisprudenza (LMG-01) e Grado en Derecho + 60crediti di master. Questo piano di studio, previsto da un programma di scambiocon la Facultad de Derecho de la Universidad de Murcia (Spagna), riservato aglistudenti che abbiano completato il terzo anno della LMG/01, per un massimodi nove posti e che abbiano superato la selezione prevista nel bando che vienepubblicato annualmente dall'Universit Roma Tre. Inoltre sono previsti posti discambio semestrale.

INTE

RN

AZ

ION

ALIZ

ZA

ZIO

NE

DE

GLI STU

DI

32

ProgrammaVinci

Doppio titolo italo-francese:Laurea Magistrale italiana (LMG/01) Masterrecherche francese (Mention: droit priv)

Coordinatori del programma:PER LUNIVERSIT DEGLI STUDI ROMA TREProf. Vincenzo ManninoPER LUNIVERSIT DE POITIERSProf. Hlene Boucard

Il presente programma rappresenta una rimodulazione (a seguito dellentrata invigore del D.M. 270/2004) del precedente Corso di laurea magistrale in Giurispru-denza Italiana (Classe 22/S) Master Recherche francese attivato dallA.A.2004/2005 nellambito del Programma Vinci (Universit italo-francese), a seguitodi apposita convenzione, dallUniversit degli Studi Roma Tre Dipartimento diGiurisprudenza di Roma Tre (in collegamento con lattivit del Centro di Eccellenzain Diritto europeo istituito con D.M. n. 81 del 2 aprile 2001 nella stessa Diparti-mento) e dallUniversit de Poitiers Facult de droit et des Sciences sociales (incollaborazione con lequipe di ricerca in Diritto privato, E.A. 1230).

Il presente programma, che si sostanzia in un piano di studio personalizzato, tendea fare conseguire un doppio titolo italiano-francese: Laurea Magistrale italiana inGiurisprudenza (LMG/01) e Master Recherche francese Mention Droit Priv Specialit Les contrats en droit europen.

Il conseguimento del Master francese d attualmente accesso agli esami profes-sionali francesi (avvocatura o magistratura). Lammissione a una Scuola Profes-sionale di avvocati (Centre de Formation Professionelle dAvocats, 18 mesi di studisupplementari) condizionata al superamento degli esami di accesso al Centre P

RO

GR

AM

MA

VIN

CI

33

}

Rgional de Formation Professionelle dAvocats (C.R.F.P.A.) che organizzato dallUniversit. LInstitut dEtudes Judiciaires dellUniversit de Poitiers prepara glistudenti a questo esame.

Il programma risponde allesigenza di internazionalizzazione degli studi giuridici:unesigenza, questa, assai viva, soprattutto, nellambito dellUnione europea, conriguardo alle numerose professioni giuridiche; certamente per le attivit delle so-ciet multinazionali, ma anche nelle professioni forensi e ancora negli organismieuropei, nonch, infine, nella ricerca e nellinsegnamento.

Organizzazione- I primi tre anni si svolgono, per gli studenti italiani, a Roma Tre; per gli studenti

francesi a Poitiers o in altra universit francese- I due semestri del IV anno si svolgono a Roma, per gli studenti francesi; a Poi-

tiers, per gli studenti di Roma Tre. Il primo semestre del V anno, per tutti gli stu-denti, si svolge a Roma Tre; il secondo semestre del V anno si svolge a Poitiers.

- Gli insegnamenti che devono essere seguiti dagli studenti sono impartiti di co-mune accordo fra le due Dipartimento.

- Gli insegnamenti vengono valutati secondo le modalit del Dipartimento di ac-coglienza.

- Nel corso dei due primi semestri del IV anno agli studenti selezionati pu es-sere conferita una borsa di mobilit Erasmus, purch non labbiano gi otte-nuta negli anni precedenti.

- Gli studenti avranno nei periodi di soggiorno allestero lo status di studenti Era-smus.

- Il piano di studi personalizzato riservato esclusivamente agli studenti che neabbiano fatto richiesta e che abbiano superato la selezione secondo il Bandoemanato annualmente dall'Universit Roma Tre.

- Possono presentare domanda solo gli studenti regolarmente iscritti al III annodella Laurea Magistrale in Giurisprudenza (Classe LMG/01), i quali, abbiano su-perato tutti gli esami del primo, secondo e terzo anno, conseguendo 180 CFU. Le eventuali anticipazioni degli esami relativi al IV e V anno gi realizzate, de-cadono.

- La domanda di ammissione al programma consente di conseguire il doppiotitolo italiano-laurea magistrale (LMG/01) e francese-Master Recherche fran-cese (Mention Droit Priv Specialit Les contrats en droit europen) deveessere presentata secondo le modalit previste dal Bando emanato annual-mente dall'Universit Roma Tre.

- La selezione degli studenti avviene nei primi giorni del mese di settembre.- Le Universit partner, per la selezione degli studenti devono verificare i seguenti

requisiti:Qualit del dossierPreparazione linguisticaMotivazioneP

RO

GR

AM

MA

VIN

CI

34

- Lammissione definitiva subordinata in ciascuna delle Universit partner allaverifica del superamento di tutti gli esami previsti per il I, II e III anno, nonchal conseguimento dei relativi 180 crediti (ECTS);

- Il piano di studi personalizzato, relativamente agli studenti della parte italianacorrisponde, per i primi tre anni, a quello dei corrispondenti 3 anni della Li-cence francese: in particolare a quello che devono seguire gli studenti rego-larmente iscritti nella Facult de droit et des sciences sociales de lUniversitde Poitiers;

- Per quanto concerne lequivalenza dei primi 3 anni di studio si precisa cheessa discende dalla comparazione dei rispettivi ordinamenti didattici .

Per quanto concerne gli studenti italiani, lammissione comporta lautomatica ado-zione del piano di studi personalizzato che consente lacquisizione del doppiotitolo Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza (Classe LMG/01)/MasterRecherche francese Mention Droit Priv Specialit Les contrats en droiteuropen.

Inoltre, il conseguimento del Master francese, secondo lattuale normativa vigente,d accesso agli esami professionali francesi (avvocatura o magistratura). Lam-missione ad una Scuola professionale dAvvocati (Centre de Formation Profes-sionnelle dAvocats, 18 mesi di studi supplementari) condizionata alsuperamento dellesame di accesso al Centre Rgional de Formation Profession-nelle dAvocats (C.R.F.P.A.) che organizzato dallUniversit. LInstitut dEtudesjudiciaires dellUniversit de Poitiers prepara gli studenti a questo esame.

Il quadro degli insegnamenti del quarto e quinto anno conformemente a quantoriportato nellOrdine degli Studi della Dipartimento A.A. 2013/2014 il seguente:

QUADRO DEGLI INSEGNAMENTI DEL QUARTO ANNO

Primo semestre per gli studenti di Roma Tre a POITIERS CFUDroit civil (=Diritto civile) (Jus01) 4

Droit civil, Les obligations 1, in 2e anne + TDe Droit civil, Les contrats spciaux 1, in 3e anne (sans TD)

Droit administratif (=Diritto amministrativo II) (Jus10) 9 Droit administratif gnral, in 2e anne e Droit des contrats publics in 4me anne

Droit pnal (=Diritto penale II) (Jus17) 8 Droit pnal gnral, in 2e anne e Droit pnal spcial, in 4e anne

Droit du travail (=Diritto del lavoro II) (Jus07) 7 Droit du travail I,, in 3e anne + TD

Attestazione di conoscenza della lingua francese 4Totale 32

Secondo semestre per gli studenti di Roma Tre a POITIERS CFUProcedure civile (=Diritto processuale civile II) (Jus15) 8

Procdure civile I in 3e anne e Procdure civile II in 4me anne PR

OG

RA

MM

A V

INC

I

35

Droit commercial (=Diritto commerciale II) (Jus04) 8 Droit des groupements de droit priv in 3e anne e Procdures collectives in 4e anne

Droit civil 4 Droit civil, les obligations 2, in 2e anne + TDe Droit civil, Les contrats spciaux 2, in 3e anne (sans TD)

Histoire du droit (=Diritto romano) (Jus18) 8 Histoire des institutions, in 2e anne + TD

Totale 28

Primo semestre per gli studenti di Poitiers a ROMA TRE CFUDiritto amministrativo II 9Oppure: Anglo American Company Law 9Diritto penale II 8Diritto romano o Storia del Diritto Privato Romano 8Attestazione di conoscenza della lingua italiana 4Totale 29

Secondo semestre a Roma per gli studenti di Poitiers a ROMA TRE CFUDiritto civile 8 Diritto commerciale IIOppure: Diritto amministrativo I 8Diritto processuale civile II 8 International business contracts and international arbitration (in inglese) 7Totale 31

QUADRO DEGLI INSEGNAMENTI DEL QUINTO ANNO

Primo semestre per tutti gli studenti di Roma Tre e Poitiers a ROMA TRE CFUDiritto internazionale 9Diritto processuale penale 10Diritto processuale penale (Moduli integrativi) 4Materia a scelta 7Totale 30

Secondo semestre per tutti gli studenti di Roma Tre e Poitiers A POITIERS CFU

Alla materia a scelta del piano di studio della Dipartimento di Giurisprudenza

di Roma Tre corrispondono i seguenti insegnamenti con i relativi crediti:

Droit civil: obligations et contrats 7Droit commercial 7

Seminari a scelta: 5 Droit priv compar Droit communautaire Droit international priv

PR

OG

RA

MM

A V

INC

I

36

Prova finale del curriculum: 11

Per gli studenti francesi: MmoirePer gli studenti italiani: MmoireOppure:Stage professionnel e rapport de stageOppure:Stage in seno allEquipe de recherche de droit priv (EA 1230) e rapport de stage con attesta-zione di Introduzione alla ricerca rilasciata dal responsabile della parte francese.

Totale 30

Informazioni

Sportello ErasmusResponsabile amministrativo del programma: Angelo Mario FarinaVia Ostiense, 139 00154 Romatel. +39 06 57334335; fax +39 06 57334239e-mail: [email protected]

PR

OG

RA

MM

A V

INC

I

37

ESTR

ATTO

DE

L R

EG

OLA

ME

NTO

DID

ATTIC

O D

EL D

IPA

RTIM

EN

TO

39

Estratto del RegolamentoDidattico del Dipartimento

CAPO IIIMMATRICOLAZIONE

Art. 23Numero sostenibile e numero programmato

1. Considerata la numerosit ritenuta compatibile e i requisiti necessari di do-cenza di ruolo previsti dal DM 22/09/2010 n. 17;

2. Considerato il trend storico discrizioni ai corsi di laurea del Dipartimento, con-siderato il rilievo dato dal Dipartimento allapprendimento delle lingue straniere,testimoniato anche dalla presenza di numerosi insegnamenti in lingue; consi-derata lesigenza che gli studenti si avvalgano, a tal fine, delle tecnologie e deiposti-studio messi a disposizione dal Centro linguistico dAteneo, Il Diparti-mento fissa, per lanno accademico 2013/2014, in 1000 il numero program-mato per laccesso al Corso di Laurea quinquennale in Giurisprudenza(LMG/01) e in 200 il numero programmato per laccesso al Corso di Laureatriennale in Scienze dei servizi giuridici (L/14).

3. Qualora le richieste di iscrizione al Corso di Laurea quinquennale in Giuri-sprudenza (LMG/01) dovessero risultare in eccesso rispetto al numero pro-grammato, con provvedimento del Direttore sar possibile ammettereallimmatricolazione tanti aspiranti quanti sono i posti rimasti eventual-mente scoperti nel Corso di Laurea triennale in Scienze dei servizi giuridici(L/14).

Art. 24Accesso e prove di verifica

1. Hanno accesso al Dipartimento coloro che si trovano in possesso di un di-ploma di scuola secondaria di II grado o di altro titolo di studio conseguito al-lestero ritenuto idoneo.

2. Le prove per la valutazione della preparazione iniziale degli studenti, che sisvolgeranno nella prima met di settembre (v. calendario di Dipartimento),saranno comuni ai due Corsi di Laurea del Dipartimento di Giurisprudenza.

Le date e le modalit per liscrizione vengono fissate da apposito bando ret-torale.

3. Lopzione tra il Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza (Classe LMG/01)e il Corso di Laurea triennale in Scienze dei servizi giuridici (Classe L/14) dovressere effettuata dopo lammissione al Dipartimento, al momento dellimma-tricolazione alluno o allaltro Corso di Laurea. Lopzione effettuata al primoanno non pregiudica un eventuale passaggio, nei successivi anni di corso, al-laltra Laurea.

4. Per limmatricolazione richiesta una buona cultura generale, particolarmentenellambito storico-istituzionale e della storia del pensiero, affiancata dalla mar-cata attitudine al ragionamento astratto e sequenziale e da una sviluppata ca-pacit di lavoro su testi scritti complessi.

5. Prima dellimmatricolazione al Corso di Studio lo studente deve partecipareagli inizi di settembre a una prova di verifica, volta a riscontrare il possesso diunadeguata preparazione iniziale per quanto riguarda:a) abilit logico-formali;b) capacit di comprensione del testo.

6. La prova di verifica consiste in un test criteriale costituito da una serie di do-mande a risposta multipla nei due ambiti sopra indicati, con valutazione perciascuno di essi e valutazione globale.

7. Il Consiglio di Dipartimento, con lapprovazione della Commissione paritetica,individua, rendendoli pubblici, i livelli dabilit logico-formali e di capacit dicomprensione del testo richiesti per laccesso al corso, sulla base della se-guente graduazione di massima:a) sufficiente;b) insufficiente (in uno dei due ambiti o in entrambi);c) gravemente insufficiente (meno del 20% di risposte congrue in almeno unambito), che non consente limmatricolazione.

Ai fini della valutazione si tiene conto dei criteri di valorizzazione della qualit deirisultati scolastici ai sensi dellart. 4 D. Lgs. 14.1.2008, n.21.

Art. 25Corsi di recupero

Con riferimento agli studenti che abbiano conseguito una valutazione insufficientein uno degli ambiti previsti, il Dipartimento potr organizzare corsi di recupero deidebiti formativi.Si considera, peraltro, che abbia recuperato i debiti formativi in ingresso anche lostudente che nel primo anno di studi abbia sostenuto positivamente prove di va-lutazione per un minimo di 20 crediti, nelle materie di primo anno, entro lultimoappello del mese di settembre. Lo studente con debito formativo di ingresso che non abbia ottenuto valutazionepositiva al termine della frequenza dei corsi di recupero, o non abbia sostenutopositivamente durante il primo anno prove di valutazione per un minimo di 20 cre-diti entro lultimo appello del mese di settembre, non potr essere iscritto al se-condo anno e potr invece iscriversi al primo anno ripetente.ESTR

ATTO

DE

L R

EG

OLA

ME

NTO

DID

ATTIC

O D

EL D

IPA

RTIM

EN

TO

40

CAPO IIIISCRIZIONE AI SUCCESSIVI ANNI DI CORSO

Art. 26Anticipazioni desami, studenti ripetenti, studenti fuori corso

1. Gli studenti iscritti ai vari anni di corso possono anticipare la frequenza a tuttele attivit didattiche del Dipartimento e le relative prove, purch rispettino lepropedeuticit fissate da questo regolamento.

2. Gli studenti che abbiano ultimato il quarto anno del Corso di Laurea quinquen-nale in Giurisprudenza (LMG/01), senza aver conseguito almeno 200 CFU, nonpotranno essere iscritti al quinto anno, ma potranno essere iscritti solo comeripetenti del quarto anno.

3. Gli studenti che non riescono a laurearsi entro il quinto anno verranno iscritticome fuori-corso.

Art. 27Iscrizione alla Laurea Magistrale

Gli studenti iscritti alle Lauree triennali (L/14 ed L/31 ad esaurimento) possono iscri-versi al quarto anno della Laurea Magistrale (LMG/01) solo dopo aver conseguito iltitolo triennale. Tuttavia, per evitare interruzioni nella loro carriera universitaria, glistudenti che abbiano ultimato il terzo anno di corso, anche senza aver superato tuttigli esami, possono chiedere di essere ammessi a frequentare le attivit didattichedel quarto anno della Laurea Magistrale e di sostenere le relative prove desame, aisensi del sesto comma dellart. 12 del Regolamento didattico dAteneo. In questocaso, una volta conseguita la Laurea triennale, potranno regolarmente iscriversi,anche in corso danno, al Corso di Laurea Magistrale e lanno di frequenza sintenderecuperato per intero, ai fini del conseguimento del predetto titolo.

CAPO IVPASSAGGI TRASFERIMENTI SECONDI TITOLI

Art. 28Principi generali

1. In linea con il progetto formativo del Dipartimento di Giurisprudenza, laccessoai Corsi di Laurea avviene con la selezione degli studenti interessati, mediantetest valutativi e la conseguente formazione di una graduatoria, per limmatri-colazione al primo anno, nei limiti del numero programmato fissato nel prece-dente art. 23.

2. Lammissione di studenti per passaggio da altro Dipartimento del nostro Ate-neo, per trasferimento da altri Atenei o per conseguimento di un secondo titoloaccademico ad anni successivi, nei limiti dei posti messi a tal fine a concorsocome indicato nel successivo art. 32, avviene con una selezione effettuata ESTR

ATTO

DE

L R

EG

OLA

ME

NTO

DID

ATTIC

O D

EL D

IPA

RTIM

EN

TO

41

dalla Commissione didattica, di cui in appresso (v. 6 comma), secondo i criteridi valutazione di seguito indicati.

3. Il trasferimento di studenti da corsi di studio di Dipartimenti giuridici di altriAtenei, il passaggio da Corsi di studio di Dipartimenti non giuridici del nostroAteneo e il trasferimento da Dipartimenti non giuridici di altri Atenei, nonchlammissione di studenti che intendano conseguire un secondo titolo accade-mico, non sono consentiti se lo studente, in caso di trasferimento o passaggio,sia fuori-corso nel Dipartimento dorigine o, in ogni caso, sia privo dei requisitiper lammissione almeno al II anno della nostra Dipartimento

4. Per gli studenti gi laureati che intendano conseguire un secondo titolo acca-demico, pu essere chiesta liscrizione nel nostro Dipartimento ai sensi delpresente regolamento, quando la prima laurea sia stata conseguita da non pidi 10 anni. In caso contrario liscrizione al Corso di Laurea pu avvenire unica-mente con la partecipazione dello studente alla selezione ordinaria dammis-sione al primo anno.

5. Per passare, allinterno del Dipartimento, da un Corso di Laurea allaltro oc-corre adeguarsi al piano di studi prescelto, sostenendo le eventuali prove in-tegrative, secondo le indicazioni pubblicate di anno in anno nel bando rettorale.

6. La Commissione didattica, di cui ai precedenti commi, costituita dal Preside,da un professore di ruolo, da un ricercatore e da uno studente espresso dallacomponente studentesca del Consiglio di Dipartimento; si avvale di una unitdi personale di Presidenza con funzione di segretario.

Art. 29Crediti riconoscibili

1. Sono riconoscibili i crediti acquisiti dallo studente per esami sostenuti primadellammissione nel nostro Dipartimento, se riguardanti insegnamenti previstinellordinamento didattico del nostro Dipartimento. Come materie opzionalipossono essere riconosciuti esami relativi a insegnamenti non previsti nel pre-detto ordinamento, purch si tratti di materie giuridiche e, secondo la valuta-zione del titolare di una materia affine impartita in Dipartimento, sianoassimilabili al suo progetto formativo.

2. Per il riconoscimento desami sostenuti dallo studente prima dellammis-sione in questo Dipartimento, si richiede che allesame sia stata attribuitauna votazione in termini numerici. Il riconoscimento di idoneit possibilesoltanto se anche nel nostro ordinamento sia prevista unidoneit per lastessa materia.

3. Non possono essere presi in considerazione esami per i quali lo studente abbiaottenuto altrove il riconoscimento di CFU per esperienze professionali, corsipost lauream e, in genere, per attivit e titoli conseguiti al di fuori di un percorsouniversitario.

4. Per linsegnamento delle lingue, sono riconoscibili le idoneit riferite alla linguabase, livello B1, e quelle riferite a informatica e logica giuridica. Il riconosci-mento dei crediti relativi alla lingua giuridica pu avvenire solo se viene conte-stualmente riconosciuta lidoneit nella lingua base.E

STR

ATTO

DE

L R

EG

OLA

ME

NTO

DID

ATTIC

O D

EL D

IPA

RTIM

EN

TO

42

Art. 30Convalida degli esami per trasferimento da Corsi di Laurea di studi giuri-

dici di altri Atenei

1. In caso di trasferimento di studenti provenienti da Dipartimenti giuridici daltriAtenei, sono convalidati gli esami per i quali lo studente abbia ottenuto CFUsuperiori o pari a quelli della corrispondente materia impartita nella nostra Di-partimento, con riconoscimento dei CFU previsti in questultima.

2. Qualora i CFU del Dipartimento dorigine siano inferiori a quelli di questo Di-partimento, lesame riconosciuto per il numero di CFU gi conseguiti (purchla divergenza non superi i 2 CFU), con un debito formativo da recuperare. Sela differenza pari o superiore ai 3 CFU, lesame deve essere sostenuto perintero, ma i crediti ottenuti in altra Dipartimento possono essere imputati agliinsegnamenti a scelta dello studente e, in subordine, agli insegnamenti inte-grativi.

3. Qualora lo studente si trasferisca da Dipartimento giuridico che, secondo ilvecchio ordinamento, non preveda lattribuzione di CFU, la valutazione di con-formit dellesame gi sostenuto allinsegnamento impartito nella nostra Di-partimento, eventualmente con un debito formativo, effettuata dallaCommissione didattica, sentito il titolare dellinsegnamento corrispondente.

4. Per gli insegnamenti di Istituzioni di diritto privato IUS/01, Istituzioni di dirittopubblico IUS/09, Diritto commerciale I e II IUS/04, Diritto costituzionale IUS/08,Diritto amministrativo I e II IUS/10, Diritto processuale civile IUS/15, Diritto pro-cessuale penale IUS/16, Diritto penale I e II IUS/17, Filosofia del diritto IUS/20,Economia politica SECS P/01, la Commissione didattica decider, sulla basedei programmi e delle metodologie di studio adottate dal Dipartimento di pro-venienza, quanti e quali crediti convalidare. In ogni caso deve essere convali-data almeno la met dei crediti.

5. Non sono convalidabili gli esami sostenuti da oltre 10 anni.

Art. 31Convalida degli esami per studenti di Dipartimento non giuridiche

1. Per il passaggio di studenti provenienti da Dipartimenti non giuridici di questoAteneo, o per il trasferimento da Dipartimenti non giuridici daltri Atenei, ovveroin caso di studenti gi laureati che intendano conseguire un secondo titolo ac-cademico, sono convalidati gli esami alle condizioni e con le modalit previstedallarticolo che precede.

2. Non sono convalidabili gli esami sostenuti da oltre 10 anni.

Art. 32Graduatorie degli ammessi

Per i passaggi da altri Dipartimenti del nostro Ateneo, per i trasferimenti da Di-partimenti di altri Atenei, per il conseguimento del secondo titolo universitario, ESTR

ATTO

DE

L R

EG

OLA

ME

NTO

DID

ATTIC

O D

EL D

IPA

RTIM

EN

TO

43

la Commissione didattica qualora gli studenti ammessi siano in numero supe-riore al limite totale del 10% del numero programmato per le immatricolazioniprevisto dal Dipartimento per i due Corsi di Studio, predispone per ciascunanno dammissione una graduatoria, sulla base della votazione media conse-guita negli esami convalidati. In caso di parit di votazione la graduatoria ef-fettuata sulla base della somma dei CFU relativa agli esami convalidati.

Art. 33Riconoscimento delle conoscenze acquisite

Il Collegio didattico si riserva di valutare di volta in volta le conoscenze acquisitein attivit diverse da una carriera universitaria e di attribuirvi dei CFU, nei limiti delconsentito.

Art. 34Iscrizione agli anni di corso

Gli studenti provenienti da altri Atenei o da altri Dipartimenti del nostro Ateneo ogi in possesso di laurea precedente che intendano conseguire un secondo titoloaccademico o ai quali siano stati riconosciuti dei CFU ai sensi dellarticolo prece-dente, possono essere ammessi a un anno di corso diverso dal primo, secondo iseguenti requisiti: al secondo anno, se hanno ottenuto il riconoscimento di almeno 20 CFU; al terzo anno, se hanno ottenuto il riconoscimento di almeno 80 CFU; al quarto anno, se hanno ottenuto il riconoscimento di almeno 150 CFU; al quinto anno, se hanno ottenuto il riconoscimento di almeno 200 CFU.

Art. 35Laureati in Scienze giuridiche (L/31)

Gli studenti immatricolati al Corso di Laurea triennale in Scienze giuridiche (L/31),una volta laureati, possono immettersi nella Laurea quinquennale (LMG/01) nel ri-spetto del percorso formativo da questo previsto.

SEZIONE IIILA DIDATTICA

CAPO INORME GENERALI

Art. 36Attivit didattiche

1. Le attivit didattiche frontali si articolano in corsi di lezione, esercitazioni gui-date e seminari.E

STR

ATTO

DE

L R

EG

OLA

ME

NTO

DID

ATTIC

O D

EL D

IPA

RTIM

EN

TO

44

2. Le altre attivit didattiche comprendono l'orientamento e l'assistenza agli stu-denti, il tutorato, la partecipazione guidata a convegni o ad attivit giudiziarie,tirocini, gruppi di studio, esercitazioni pratiche (che possono avvalersi del sup-porto informatico e che possono svolgersi anche a distanza) e ogni altra attivitritenuta utile alla formazione degli studenti.

3. L'attribuzione di CFU alle attivit formative deliberata dal Consiglio di Dipar-timento, in funzione di Collegio didattico.

Art. 37Crediti e impegno didattico dei professori

1. A ogni credito corrispondono 25 ore dimpegno complessivo dello studente,delle quali almeno 6 debbono essere costituite da attivit didattiche frontali(art. 11, comma 9 del regolamento didattico dAteneo). Nel rispetto di tale li-mite, ogni docente moduler il proprio impegno didattico in modo da assicu-rare agli studenti la migliore combinazione in rapporto alle specificit dellamateria tra lo studio individuale (che non pu essere comunque inferiore allamet dellimpegno complessivo dello studente) e la partecipazione alle attivitdidatti- che programmate. In media si prevedono 8 ore di attivit didattica fron-tale per ogni credito e 17 ore di studio individuale.

2. I limiti dellimpegno didattico dogni docente sono disciplinati dalle norme dilegge vigenti.

Art. 38Propedeuticit

Per i corsi LMG/01 ed L/14 sono previste le seguenti propedeuticit:

Non si pu sostenere lesame di: Se non si sostenuto lesame di:Analisi economica del diritto Istituzioni di diritto privato II/Economia politica(Economic Analys Law)Anglo-American Company Law(Diritto commerciale Sistemi giuridici comparati/Diritto commerciale Iangloamericano)Derecho ibero-americano Istituzioni di diritto privato/Istituzioni di diritto(Diritto ibero-americano) pubblico/Diritto CostituzionaleDiritto agrario Istituzioni di diritto privato IIDiritto amministrativo II Diritto amministrativo IDiritto amministrativo europeo Diritto amministrativo IDiritto amministrativo I Istituzioni di diritto privato II/Istituzioni di

diritto pubblicoDiritto bancario Diritto commerciale IDiritto canonico Istituzioni di diritto pubblicoDiritto civile Istituzioni di diritto Privato II/Istituzioni

di diritto pubblicoDiritto civile II Diritto civileDiritto commerciale I Istituzioni di diritto privato IIDiritto commerciale II Diritto commerciale IDiritto comune Storia del diritto privato romano E

STR

ATTO

DE

L R

EG

OLA

ME

NTO

DID

ATTIC

O D

EL D

IPA

RTIM

EN

TO

45

Diritto contabile Diritto commerciale IDiritto costituzionale Istituzioni di diritto pubblicoDiritto costituzionale comparato Diritto costituzionale (LMG/01);

Ist. Diritto Pubblico (L/14)Diritto costituzionale regionale Diritto costituzionaleDiritto del lavoro Ist. Dir. Privato II / Ist. Dir. PubblicoDiritto del lavoro II Diritto del lavoroDiritto dellambiente Diritto amministrativo IDiritto dellinformatica Istituzioni di diritto privato IIe delle nuove tecnologieDiritto dellUnione Europea Istituzioni di diritto pubblico/Istituzioni

di diritto privato IDiritto delle successioni Istituzioni di diritto privato IIDiritto di famiglia italiano e comparato Istituzioni di diritto privato IIDiritto ecclesiastico Istituzioni di diritto pubblicoDiritto fallimentare Diritto commerciale IDiritto finanziario Economia politica/Diritto tributarioDiritto industriale Diritto commerciale IDiritto internazionale Istituzioni di diritto pubblico/Istituzioni

di diritto privato I/Dir. DellUEDiritto internazionale privato Istituzioni di diritto privato IDiritto parlamentare Diritto costituzionaleDiritto penale Istituzioni di diritto pubblico/Istituzioni

di diritto privato IDiritto penale commerciale Diritto penaleDiritto penale II Diritto penaleDiritto penale internazionale Diritto penaleDiritto privato comparato Istituzioni di diritto privato II/Sistemi giuridici

comparatiDiritto processuale civile Istituzioni di diritto privato II/Istituzioni

di diritto pubblicoDiritto processuale civile II Diritto processuale civile IDiritto processuale costituzionale Istituzioni di diritto pubblico/Diritto costituzionaleDiritto processuale penale Diritto costituzionale/Diritto penaleDiritto pubblico romano Storia del diritto privato romanoDiritto romano Storia del diritto privato romano/Istituzioni

di diritto privato I e IIDiritto sanitario Diritto amministrativo IDiritto tributario Per il CdL in Scienze dei Servizi Giuridici

(classe L/14): Istituzioni di diritto pubblicoPer il CdLM in Giurisprudenza(classe LMG/01): Diritto commerciale I

Droit franais des obligations Istituzioni di diritto privato II/Sistemi giuridici et des contrats comparati(Diritto francese delle obligazionie dei contratti)Esegesi delle fonti del diritto romano Storia del diritto privato romanoEuropean Competition Law Istituzioni di diritto privato I/Diritto dellUnione(Diritto europeo della concorrenza) europea European Judicial System Sistemi giuridici comparati/Diritto dellUnione(Giustizia europea) europeaGiustizia amministrativa Dir. Amministrativo I/Diritto processuale civile I Giustizia sociale e mercato Scienza delle finanzeInternational Arbitration(Arbitrato internazionale) Diritto commerciale I/Diritto processuale civile I ESTR

ATTO

DE

L R

EG

OLA

ME

NTO

DID

ATTIC

O D

EL D

IPA

RTIM

EN

TO

46

International Business Contracts Sistemi giuridici comparati(Diritto dei contratti internazionali)International Humanitarian Law Istituzioni di diritto pubblico/Istituzioni di diritto(Diritto internazionale umanitario) privato IIstituzioni di diritto privato II Istituzioni di diritto privato I Le politiche di immigrazione e di asilo UE Ist. dir. pubblico

Ist. dir. privato IDir. dellUE

Politica economica Economia politicaPublic Economics and Regulation Economia politica(Economia delle istituzioni)Scienza delle finanze Economia politica (1)Storia del diritto medievale e moderno Storia del diritto privato romanoStoria del diritto medioevale e moderno II Storia del diritto medievale e modernoTeoria generale del diritto Filosofia del diritto

(1) Per la Laurea Triennale non prevista la propedeuticit di Economia Politica, ma il consegui-mento di 2 CFU aggiuntivi

Art. 39Tutorato

1. Il servizio di tutorato ha lo scopo:- dintegrare lorientamento e fornire assistenza agli studenti durante il percorso

formativo universitario;- di presentare allo studente le occasioni formative offerte sia dallAteneo, sia da

enti pubblici e privati convenzionati con lAteneo, sia dai programmi di mobilitnazionale e internazionale; di curare lefficacia dei rapporti studenti-docenti;

- di orientare culturalmente e professionalmente gli studenti;- dindirizzare ad apposite strutture di supporto per il superamento di eventuali

difficolt o situazioni di disagio psicologico.2. Il Collegio didattico dirige e coordina lattivit di tutorato mediante la redazione

di un programma annuale, tenendo conto del fatto che tale attivit rientra tra icompiti istituzionali dei docenti.

3. I docenti possono avvalersi, nello svolgimento dellattivit di tutorato, della col-laborazione di studenti che siano iscritti almeno al terzo anno di corso.

4. Il Collegio didattico pu nominare tra i suoi docenti uno o pi responsabili del-lattivit di tutorato, per curarne laspetto organizzativo e riferire al Collegio di-dattico sul suo svolgimento.

CAPO IIESAMI DI PROFITTO

Art. 40Tipologie di prove

1. Le modalit di verifica dei risultati delle attivit formative potranno consisterein esami, scritti od orali, ovvero in altre prove, individuate dal responsabile ESTR

ATTO

DE

L R

EG

OLA

ME

NTO

DID

ATTIC

O D

EL D

IPA

RTIM

EN

TO

47

dellattivit formativa stessa coerentemente con la struttura e le finalit delcorso dinsegnamento. La votazione espressa in trentesimi e la commissioneallunanimit pu conferire la lode.

2. Se il responsabile dellattivit formativa lo reputa opportuno, possono esserepreviste prove di valutazione intermedia da svolgersi durante il corso dinse-gnamento corrispondente, del cui esito si potr tener conto ai fini della valu-tazione finale.

3. Le prove di valutazione intermedia si svolgeranno nei termini e con le modalitstabilite dal Collegio didattico e approvate dal Consiglio di Dipartimento.

4. Le modalit di accesso e di svolgimento delle prove sono adeguatamente pub-blicizzate.

Art. 41Composizione delle commissioni

1. Le commissioni per gli esami di profitto sono formate da almeno due compo-nenti. Le commissioni esprimono il voto in trentesimi e possono attribuire lalo- de allunanimit.

2. Le commissioni sono composte dal docente ufficiale dellinsegnamento confunzioni di presidente e da:

- docenti universitari di ruolo e fuori ruolo;- professori a contratto;- titolari di contratti di collaborazione didattica;- cultori della materia, nominati secondo le disposizioni dellapposito regola-

mento (allegato n 8).3. Nel caso dinsegnamenti costituiti da moduli tenuti da docenti ufficiali diversi,

tutti i docenti fanno parte della commissione.4. Le commissioni e i loro presidenti sono nominati dal Preside del Dipartimento.5. I presidenti delle commissioni certificano, per ciascuna seduta, nellapposito

verbale desame, la composizione della commissione chiamata a operare nelcorso della seduta stessa.

6. Le prove desame possono essere scritte, orali e pratiche; la votazione siesprime in trentesimi, a meno che non sia espressamente previsto dal regola-mento didattico il carattere di prova di idoneit.

7. Deve essere assicurata la pubblicit delle prove desame e delle eventualiprove di valutazione intermedie.

8. Lesito dellesame viene attestato dal verbale, che deve comunque esserefirma- to dal presidente della commissione. Con tale adempimento si sancisceil risultato e il regolare svolgimento dellesame.

9. In caso di giustificato impedimento del presidente della commissione o di unodei docenti ufficiali di un modulo dellinsegnamento, il Preside del Dipartimentoprocede alla nomina di un altro docente dello stesso settore scientifico-disci-plinare o di settore affine, in qualit di sostituto.

10. In caso di giustificato impedimento del presidente della commissione, la datagi fissata per lesame pu essere posticipata.E

STR

ATTO

DE

L R

EG

OLA

ME

NTO

DID

ATTIC

O D

EL D

IPA

RTIM

EN

TO

48

Art. 42Calendario desame

1. Ladozione di moduli semestrali dinsegnamento stata ritenuta pi adatta agarantire un miglior coordinamento fra la fruizione dellofferta didattica, la pre-parazione delle materie e le relative prove di esame.

2. Tra un appello e laltro devono intercorrere almeno due settimane e gli appellidovranno essere fissati come segue:

- sessione invernale: tre appelli tra il 7 gennaio e la fine di febbraio; il terzo ap-pello dovr tenersi di norma non prima del quindici febbraio;

- sessione estiva: tre appelli tra linizio di giugno e la fine di luglio; di norma ilprimo appello dovr tenersi entro la prima met di giugno ed il terzo non primadel quindici luglio;

- sessione autunnale: due appelli nel mese di settembre;- sessione straordinaria (riservata a tutti gli studenti ai quali manchino due esami

per la laurea e abbiano gi avuta assegnata la tesi) nella seconda settimana dinovembre.

3. Il Collegio didattico, nella seduta dedicata alla programmazione, precisa ledate iniziali e finali degli appelli, tenendo conto delle festivit e delle esigenzedella didattica.

4. Le date dinizio dellappello fissate in calendario di norma non possono essereanticipate, ma solo posticipate; per anticiparle occorre, comunque, un preav-viso di almeno due mesi.(v. Calendario di Dipartimento)

Art. 43Prenotazioni per gli esami

1. Per sostenere gli esami gli studenti devono prenotarsi on-line sul sito webhttp://portalestudente.uniroma3.it/ non oltre il 6 giorno antecedente la datadellesame.

2. Non possibile effettuare la prenotazione per un appello prima della chiusuradellappello precedente.

3. Almeno tre giorni prima dellinizio di ogni sessione il Preside sorteggia la letteradellalfabeto a partire dalla quale verr stilato lelenco degli esaminandi.

CAPO III ESAMI DI LAUREA

Art. 44Contenuti delle prove

1. Le prove finali dei Corsi di Laurea quinquennale (LMG/01 e 22/S a esaurimento)sono costituite da un elaborato scritto (la tesi) su uno specifico tema, ancheinterdisciplinare, legato ad un insegnamento di cui lo studente abbia superato ESTR

ATTO

DE

L R

EG

OLA

ME

NTO

DID

ATTIC

O D

EL D

IPA

RTIM

EN

TO

49

lesame, trattato con un approfondimento adeguato al numero di CFU ricono-sciuti dallordinamento didattico.

2. Le prove finali dei Corsi di Laurea Triennale (L/14 e L/31) sono costituite da unbreve elaborato scritto legato ad un insegnamento di cui lo studente abbia su-perato lesame, che pu anche sintetizzare i risultati di una ricerca giurispru-denziale, di unaltra esperienza pratica o di un tirocinio.

3. Le predette prove finali possono essere redatte anche in una lingua diversadallitaliano, purch il candidato presenti un abstract in lingua italiana.

Art. 45Assegnazione della tesi

1. Gli studenti concordano con il relatore largomento della dissertazione al-meno sei mesi prima della sessione in cui prevedono di poter sostenerelesame di laurea. Il Collegio Didattico fissa in 20 il numero massimo delle tesiche, in ciascun anno solare, il docente pu assegnare. 2. Lo studente pu richiedere la tesi di laurea su disciplina della quale ha so-stenuto lesame. Lassegnazione della tesi pu essere richiesta anche a do-cente diverso da quello con cui si sostenuto lesame prescindendo quindidal canale di appartenenza.3. Il modulo per lassegnazione della tesi, firmato dal relatore, viene depositatopresso la segreteria dei corsi di studio del Dipartimento, che ne rilascia rice-vuta. La segreteria dei corsi di studio tiene un registro di protocollo, che attestala data di presentazione del modulo, e uno schedario, dal quale risultano letesi assegnate da ciascun docente.4. Lassegnazione della tesi ha una durata di 12 mesi, al termine dei quali ilcandidato che ancora non si laureato, deve rinnovare lassegnazione conlapposito modulo firmato dal relatore di conferma tesi anchessa della duratadi 12 mesi. La segreteria dei corsi di studio rilascer nuova ricevuta con relativonumero di protocollo.I moduli di assegnazione tesi e conferma tesi sono disponibili allinternodel sito del Dipartimento al seguente link: http://www.giur.uniroma3.it/?q=se-greteriadidattica oppure c/o lo sportello della segreteria dei corsi di studio.5. Qualora lo studente non effettui quanto indicato al comma 3, dovr compi-lare una nuova Assegnazione tesi e dovr nuovamente osservare i 6 mesi ditempo prima di poter discutere la tesi.

Art. 46Termini per la Presentazione della domanda di conseguimento titolo (ex

domanda preliminare) CORSI D.M. 509, D.M. 270

1. Gli studenti dovranno presentare una domanda di conseguimento titolo in fun-zione della conferma esplicita secondo la tempistica indicata nellallegato 2quando mancano loro ancora 27 CFU alla fine del curriculum e comunque neitermini stabiliti nellAllegato n 2 Calendario didattico del Dipartimento.E

STR

ATTO

DE

L R

EG

OLA

ME

NTO

DID

ATTIC

O D

EL D

IPA

RTIM

EN

TO

50

2. Lo studente in possesso dei requisiti previsti dal Dipartimento e secondo lescadenze indicate nellAllegato n 2 Calendario didattico del Dipartimentodovr attenersi alle indicazioni previste allinterno del portale dello studente allink di seguito indicato: (http://portalestudente.uniroma3.it/) nella sezione Car-riera Ammissione allesame di laurea Adempimenti.

Nel caso in cui non siano rispettati i termini indicati i candidati non saranno inseritinegli elenchi della sessione di laurea e non sono ammesse deroghe.

Termini per la presentazione della domanda preliminare di laurea CORSI ANTE509 (Vecchio ordinamento quadriennale)

1. Gli studenti dovranno presentare una domanda di preiscrizione allesame dilaurea in funzione della domanda definitiva secondo la tempistica indicatanellAllegato n 2 quando mancano loro 3 esami e comunque nei termini sta-biliti nellAllegato n 2 Calendario didattico del Dipartimento.

2. Lo studente in possesso dei requisiti previsti dal Dipartimento e secondo lescadenze indicate nellAllegato n 2 invier la domanda compilata via e-mailal relatore, alla Segreteria dellarea didattica([email protected]) e allUf-ficio competente della Segreteria Studenti ([email protected]) se-condo le modalit previste allinterno del portale dello studente al link diseguito indicato: (http://portalestudente.uniroma3.it/) nella sezione Carriera Ammissione allesame di laurea Adempimenti.

Nel caso in cui non siano rispettati i termini indicati i candidati non saranno inseritinegli elenchi della sessione di laurea e non sono ammesse deroghe.

Art. 47Termini per la presentazione della Conferma esplicita

(ex domanda definitiva) CORSI D.M. 509, D.M. 270

Quando tutti i crediti saranno acquisiti, la Conferma esplicita per liscrizione al-lesame di laurea (relazionata alla domanda conseguimento titolo secondo la tem-pistica indicata nellallegato 2), dovr essere compilata on line attenendosi alleindicazioni previste allinterno del Portale dello Studente al link di seguito indicato:http://portalestudente.uniroma3.it/ nella sezione Carriera Ammissione allesamedi laurea Adempimenti Dipartimento.

Nel caso in cui non siano rispettati i termini indicati i candidati non saranno inseritinegli elenchi della sessione di laurea e non sono ammesse deroghe.

Termini per la presentazione delle domande di laureaCORSI ANTE 509 (Vecchio ordinamento quadriennale) E

STR

ATTO

DE

L R

EG

OLA

ME

NTO

DID

ATTIC

O D

EL D

IPA

RTIM

EN

TO

51

Quando saranno stati sostenuti tutti gli esami, la domanda definitiva per liscrizioneallesame di laurea (relazionata alla domanda preliminare secondo la tempisticaindicata nellallegato 2), controfirmata dal relatore, dovr essere presentata allaSegreteria studenti entro le date indicate nellallegato n2 Calendario di Diparti-mento secondo le modalit previste allinterno del Portale dello Studente al linkdi seguito indicato: http://portalestudente.uniroma3.it/ nella sezione Carriera Ammissione allesame di laurea Adempimenti Dipartimento.

Nel caso in cui non siano rispettati i termini indicati i candidati non saranno inseritinegli elenchi della sessione di laurea e non sono ammesse deroghe.

Lanticipazione dellesame di laurea rispetto alla durata normale del corso di stu-dio, ammessa soltanto per il Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza(Classe LMG/01) e nei limiti del quarto anno di corso con delibera del consiglio diDipartimento e sempre che lo studente abbia provveduto al conguaglio delle tassefissate dallAteneo per i servizi resi.

Art. 48Rinuncia ammissione esame di laurea/prova finale

Presentazione di una nuova domanda di laurea in caso di rinuncia

Gli studenti che intendano rinunciare alla discussione della tesi di laurea dovrannoattenersi alle indicazioni previste allinterno del portale dello studente al link di se-guito indicato: http://portalestudente.uniroma3.it/ nella sezione Carriera Ammis-sione allesame di laurea Adempimenti Dipartimento.

Nello stesso link indicato cosa fare per presentare una nuova domanda di laureain caso di rinuncia.

Art. 49Presentazione delle tesi

1. Il laureando deve presentare la propria tesi di laurea in duplice esemplare: unosu supporto cartaceo e uno su CD-R. Il CD-R (non riscrivibile), firmato dal re-latore e dal laureando, unitamente a una dichiarazione dello studente di con-formit tra la copia cartacea consegnata al prof. Relatore e il CD-R, dovressere depositato in segreteria studenti dieci giorni prima della data diniziodella sessione di laurea secondo i termini previsti allinterno del Portale delloStudente al link di seguito indicato: http://portalestudente.uniroma3.it/ nellasezione Carriera Ammissione allesame di laurea Adempimenti Diparti-mento.

2. Una copia della tesi dovr essere consegnata dallo studente al relatore. Ilgiorno della discussione della tesi lo studente dovr portare con s, oltre lacopia personale della tesi, unaltra copia che sar messa a disposizione dellacommissione.E

STR

ATTO

DE

L R

EG

OLA

ME

NTO

DID

ATTIC

O D

EL D

IPA

RTIM

EN

TO

52

A