Analisi multi-dimensionale di una rivoluzione tecnologica e sociale

of 41/41
Università degli Studi di Milano Bicocca Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione Corso di Laurea in Teoria e Tecnologia della Comunicazione Corso Web 2.0 | a.a. 2009/2010 Prof. R. Polillo Analisi multi-dimensionale di una rivoluzione tecnologica e sociale UnDo group: Roberto Falcone | Erika Montoli | Matteo Ostuni
  • date post

    03-Nov-2014
  • Category

    Technology

  • view

    10
  • download

    4

Embed Size (px)

description

Presentazione multi-dimensionale di Google

Transcript of Analisi multi-dimensionale di una rivoluzione tecnologica e sociale

  • 1. Universit degli Studi di Milano Bicocca Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione Corso di Laurea in Teoria e Tecnologia della Comunicazione Corso Web 2.0 | a.a. 2009/2010Prof. R. Polillo Analisi multi-dimensionale di una rivoluzione tecnologica e socialeUnDo group: Roberto Falcone | Erika Montoli | Matteo Ostuni

2. I motori di ricerca.

  • Il principale strumento di accesso allinformazione via Internet.
  • La fonte pi importante di informazioni quando si valuta un prodotto o un servizio. ( Nielsen , 2009)
  • La visibilit sui motori di ricerca fa registrare un valore triplo dibrand awarenessrispetto a quello scaturito da altre forme di pubblicit on-line. ( webmasterpoint , 2009)
  • Doppio bacino di utenza:user&business .

3. I motori di ricerca pi diffusi. 4. Google.

  • Motore di ricerca per antonomasia.
    • 72% delle ricerche effettuate
    • 84% di penetrazione nel mercato
  • Elevatobrand power .
    • Brand pi importante al mondo
      • ( Brandz Top 100 Most Valuable Global Brands, 2009 )
  • Florida potenza finanziaria.
    • 2008: patrimonio complessivo stimato in oltre 225 miliardi di dollari.

5. Analisi multidimensionale. 6. La dimensionetecnologica. 7. La promessa di Google.

  • Fine anni 90:
    • esplosione del World Wide Web
    • difficolt da parte degli utenti di Internet nel reperimento dei contenuti
  • La risposta di Google:
    • Interfaccia minimale
    • Alta velocit di accesso ai risultati
    • Raffinati algoritmi di ricerca

8. Algoritmo PageRank (1).

  • Page, L., Brin, S., The PageRank Citation Ranking: bringing order to the web Stanford University , 1998.
  • Unidea semplice: lanalisi delle citazioni.
  • Link popularity / link quality .
  • Modello del navigatore casuale.

9. Algoritmo PageRank (2). 10. Altri algoritmi.

  • Problema della pertinenza dei risultati e della presenza di spam.
    • Algoritmo TrustRank.
    • Algoritmo Hilltop.
    • Algoritmo PhraseRank.
    • Filtro Sandbox.

11. Le nuove frontiere di Google (1).

  • Algoritmo PulseRank ( real-time search ) [2009]
    • Freshness
      • il contenuto pubblicato pi di recente da considerarsi come il pi rilevante?
    • Domain authority
      • i siti specialistici e i blog hanno la stessa importanza?
    • User authority
      • qual la reputazione dellautore di un post?
    • Acceleration
      • come si pu individuare una pagina web emergente rispetto ad unaltra gi popolare?
  • Real-time search:OneRiot, Collecta, CrowdEye

12. Le nuove frontiere di Google (2).

  • Algoritmo FriendRank [2009]: lamicizia si pu comprare.
  • Identificazione degliopinion leaderdi un network
  • Incentivazione finanziaria in cambio della possibilit di sponsorizzare tramite annunci il profilo dell influencer .
  • Google potr fornire agli inserzionisti la possibilit di investire su network ben targhezzati, su tutti i membri del network o solamente sul profilo dellopinion leader (in grado di influenzare tutta la sua community).

13. Le nuove frontiere di Google (3).

  • Google Caffeine [2009]:
    • aumento della velocit di indicizzazione
    • aumento dellaccuratezza dei risultati
      • semantic web
    • aumento del numero dei risultati
      • Deep Web

14. La dimensione del marketing. 15. Google AdWords.

  • Prodotto leader nel mercato dei programmi PPC (Pay Per Click) utilizzati nel Search Engine Marketing
  • Permette la pubblicazione di annunci testuali, immagini e video sulle pagine dei risultati di ricerca e sui siti della rete di contenuti Google.
  • Due opzioni principali:
    • targeting per parole chiave : annunci visualizzati per le parole chiave scelte, sia quando ricercate su Google sia quando attinenti con il contenuto della pagina di uno dei siti della Rete di Contenuti Google.
    • targeting per posizionamento : annunci visualizzati sui siti della Rete di Contenuti specificati durante l'impostazione della campagna.

16. AdWords: funzionamento.

  • Crezione di un account Adwords.
  • Selezione della lingua e della provenienza geografica dei potenziali clienti.
  • Scelta di un titolo dellannuncio efficace e rappresentativo dellazienda o del prodotto che si vuole sponsorizzare.
  • Scelta delle keyword pertinenti allargomento del sito.
  • Impostazione del costo di ogni click e del budget giornaliero.
  • Monitoraggio della campagna ed analisi del ROI
    • Google Analytics.

17. AdWords: costi e modelli di business.

  • Quota di attivazione dell'account richiesta da Google, variabile per Paese.
  • Modelli di determinazione del prezzo:
    • CPM- Costo per mille Impression: ogni 1000 visualizzazioni dell'annuncio l'inserzionista paga un importo, indipendentemente dai click ricevuti.
    • CPC- Costo per Click: per ogni click fatto su un annuncio l'inserzionista paga un importo.
    • CPA- Costo per Azione: l'inserzionista paga un importo solo e soltanto quando i navigatori compiono un'azione prestabilita sul sito collegato alla campagna.

18. AdWords: vantaggi.

  • Controllo diretto del costo della campagna pubblicitaria
    • impostazione dell'offerta massima per click
    • impostazione del budget giornaliero
  • Prevenzione contro click fraudolento.
  • AdWords consente di raggiungere l'80% dell'utenza Internet.
  • Opzioni di targeting:
    • impostazioni geografiche
    • impostazione del linguaggio

19. Google AdSense.

  • Strumento semplice e gratuito che consente ai publisher di siti web di qualsiasi dimensione di visualizzare annunci Google pertinenti sulle proprie pagine di contenuti e ricavarne un guadagno.
  • Contestualit : gli annunci degli inserzionisti vengono selezionati in modo da essere pertinenti con il contenuto del proprio sito web o blog.
  • Pertinenza : gli annunci sono pertinenti a ci che i visitatori cercano nel sito oppure corrispondono alle caratteristiche e agli interessi del pubblico attirato dal contenuto delle pagine

20. AdSense: funzionamento. 21. AdSense: tipologie di annunci.

  • AdSense per icontenuti :
    • lista di siti web con titolo, descrizione e link
    • lista non dettagliata di link
    • visualizzazione di immagini ed animazioni
    • anteprima di un video
  • AdSense per laricerca : strumento di ricerca che genera guadagni dai risultati delle query
  • AdSense FeedRss
  • AdSense Mobile

22. AdSense: vantaggi.

  • Competenze specifiche minimali:
    • identificazione della nicchia specifica di riferimento
    • ottimizzazione elementare per i motori di ricerca
  • Nessun investimento iniziale pubblicitario (solo hosting)
  • Annunci mirati al pubblico di destinazione
  • Filtraggio degli annunci indesiderati
  • Personalizzazione della visualizzazione grafica degli annunci
  • Nessun limite geografico (conteggio di click esteri)

23. AdWords vs Adsense.

  • Target: utenza business
  • Investimento economico iniziale
  • Nessuna analisi sul contenuto del sito
  • Ricavi in termini di utenza mirata
  • Target: utenza consumer (blog, siti privati)
  • Nessun investimento economico iniziale
  • Analisi sul contenuto del sito
  • Ricavi economici

24. La dimensione dei servizi. 25. Google Labs.

  • Google Labs un campo di prova tecnologico messo a disposizione dei tecnici Google e degli utenti con maggiore inventiva.
  • I tecnici Google che desiderano realizzare idee apparentemente stravaganti postano i prototipi su Google Labs e richiedono agli utenti commenti e suggerimenti su come utilizzarli e migliorarli.
  • Non si garantisce che questi esperimenti vengano poi inclusi in Google.com perch si tratta di attivit alla prima fase di sviluppo.
  • Vengono invitati gli utenti Google interessati alle ultime novit tecnologiche a provare i prototipi postati e inviare i propri commenti direttamente agli sviluppatori.

26. Google Labs: servizi (1).

  • City tours:evoluzione di Google Maps destinata ai turisti che vogliono preparare un itinerario della citt che stanno per visitare.
  • Squared:web application che impagina i risultati delle ricerche sotto forma di foglio di calcolo.

27. Google Labs: servizi (2).

    • News Timeline:nuova funzionalit aggiunta a Google News che visualizza una timeline di notizie relative agli ultimi giorni configurabile con le proprie fonti dinformazione preferite presenti sul web o semplicemente usando la funzione di ricerca per visualizzare le notizie provenienti da una di esse.
    • Fast Flip:nuovo servizio che permette una lettura delle news online pi vicina a quella offline, permettendo di sfogliare le varie pagine e gli articoli in maniera molto simile alle pagine di una rivista cartacea.

28. GoogleLabs: servizi (3).

  • Google Image Swirl:raggruppa le immagini simili e offre una pratica interfaccia per navigare all'interno degli insiemi per scremare la propria ricerca e ottenere l'immagine che meglio si adatta alle proprie esigenze.
    • Similar Images : funzione per ricercare immagini simili; integrata in Google Image.

29. Google Labs: osservazioni.

  • Google Labs un ottimo strumento per ottenere i suggerimenti degli utenti interessati senza imporre tutte le nuove funzioni a tutti gli utenti di Google.
  • Inviando a Google un parere sull'utilit della tecnologia proposta esso pu essere di aiuto per incoraggiare un'idea utile o per criticare un prototipo che per lutenza non lo .

30. Google Dashboard.

  • Un cruscottoche raccoglie in ununica pagina tutti i dati relativi ai servizi Google utilizzati da ogni singolo utente.
  • Offre agli utenti la possibilit di gestire in maniera chiara e trasparente i propri dati.
  • Permette di rispondere alla domanda Che cosa sa Google di me?

31. Google Dashboard.

  • Grazie a Google Dashboard possibile per chiunque abbia un account Google e utilizzi attraverso di esso pi servizi, gestire comodamente e tenere sottocchio tutti gli aggiornamenti ad essi relativi.
  • Il servizio consentir allutente di:
    • essere aggiornato sulle e-mail ricevute tramite Gmail
    • visualizzare le attivit legate al blog personale creato su Blogger
    • gestire il proprio account su YouTube
    • visualizzare le attivit svolte su Google Docs
    • visualizzare la cronologia delle ricerche effettuate sul web
    • visualizzare le ultime ricerche effettuate su Google Maps

32. Dashboard: osservazioni.

  • Loperazione messa in atto da Google ha il merito di assegnare assoluta centralit all'utente come attore primo delle proprie scelte.
  • Se opportunamente analizzata ed utilizzata dagli utenti, Dashboard permetter infatti agli stessi di controllare le informazioni depositate presso i server Google, diventando pertanto controllore primo ed unico della propria privacy online.
  • La privacy l'elemento al centro di tutto, con Google a perseguirne una visione evoluta e composita: tutelare le informazioni non significa celarle e nasconderle, ma piuttosto utilizzarle con cognizione di causa avendone sempre e comunque a disposizione il controllo totale.

33. Dashboard: la privacy.

  • Google si autoproclama gestore degli archivi:
  • Vi offriamo un grande passo verso la trasparenza ed il controllo dei dati da parte degli utentie speriamo che ci contribuisca a far riflettere il settore su tali questioni.
  • Alma Whitten, ingegnere software di sicurezza e riservatezza di Google - 2009

34. Google: il lato oscuro. 35. Google: la profilazione dellutente. 36. Google:le informazioni tracciabili.

  • Cosa stai cercando : Google Search
  • Le pagine visitate : Google AdSense cookie tracking / API
  • I blog che segui :Google Reader / Blogger
  • Le tue informazioni finanziarie : Google AdSense / Google Checkout
  • Le tue informazioni sul tuo business : Google AdWords
  • Le informazioni sul tuo sito : Google Analytics
  • Le tue e-mail : GMail
  • I dati sul tuo computer : Google Desktop
  • I tuoi documenti : Google Docs
  • I tuoi appuntamenti : Google Calendar
  • Le tue relazioni sociali : Google Orkut
  • La tua posizione : Google Latitude / Google Maps for mobile
  • I tuoi video : YouTube
  • I tuoi studi : Google Books / Google Scholar / Google University Search
  • La tua navigazione : Google Chrome
  • Il tuo stato di salute : Google Health
  • Il tuo indirizzo : Google Maps / Google AdSense / Google Checkout
  • Il tuo numero di cellulare : Google Mobile / Google Calendar SMS notifier
  • Le tue fotografie : Google Picasa
  • I prodotti che intendi acquistare : Google Product
  • I tuoi interessi:Google Alerts

37. The dark side of Google (1).

  • Geicoaccusa il servizio AdWords di vendere termini sotto il loro trademark a concorrenti, violando le leggi sul marchio registrato [2004].
    • Sentenza : l'uso di un nome tutelato come keyword cosa assolutamente plausibile e da tale attivit non ne discende alcun danno per il trademark.
  • Luis Vuittondenuncia Google per abuso di marchio commerciale tramite il programma AdWords: alcuni annunci che apparivano sulle pagine dei risultati conducevano a siti che vendevano merce contraffatta a marchioVuitton[2004].
    • Sentenza:Luis Vuitton vince la causa e ottiene un risarcimento di 200 mila euro.
  • Le Meridien Hotelsdenuncia Google per violazione del trademark. Lutente che avesse cercato un hotel Le Meridien nella pagina dei risultati della sua ricerca avrebbe trovato anche link sponsorizzati di aziende concorrenti [2005].
    • Sentenza : Le Meridien Hotels vince la causa.
  • KinderStartaccusa Google di aver diminuito in maniera ingiustificata il valore PageRank relativo al proprio sito [2006].
    • Sentenza:Google viene assolto per mancanza di prove.

38. The dark side of Google (2).

  • Censura della versione cinese di Google.
  • Durata eccessiva deicookie : scadenza nel 2038.
  • Open Book Alliancedenuncia Google Books per violazione del diritto dautore [2008].
  • FIEG denuncia che Google News aggrega i contenuti giornalistici di una molteplicit di editori secondo criteri non pubblici ma regolati da un algoritmo coperto da segreto industriale [2009].

39. The dark side of Google: video.

  • La cospirazione di Google:
    • http://www.youtube.com/watch?v=oNofb-OlZyQ
  • La risposta di Google:
    • http://www.youtube.com/watch?v=JmhW5IHaD Us

40. Googolopoly (?). 41.

  • Grazie dellattenzione.