1985 - Sebastiano A. Patan¨ - Bruxelles 1985

download 1985 - Sebastiano A. Patan¨ - Bruxelles 1985

of 20

  • date post

    29-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    225
  • download

    0

Embed Size (px)

description

poesia sociale

Transcript of 1985 - Sebastiano A. Patan¨ - Bruxelles 1985

  • Sebastiano A. Patan

    Bruxelles 1985

    Catania 1985

  • Bruxelles 1985 di Sebastiano A. Patan

    Catania 1985

  • 29 maggio 1985

    Circa un'ora prima della partita i tifosi inglesi pi accesi (i

    cosiddetti hooligans) cominciarono a spingersi verso il settore

    Z a ondate, cercando il take an end ("prendi la curva") e

    sfondando le reti divisorie: memori degli incidenti della finale

    di Roma di un anno prima si aspettavano forse una reazione

    altrettanto violenta da parte dei tifosi juventini, reazione che

    non sarebbe mai potuta esserci dato che la tifoseria

    organizzata bianconera era situata nella curva opposta. Gli

    inglesi sostennero di aver caricato a scopo intimidatorio, ma i

    semplici spettatori, juventini e non, impauriti, anche per il

    mancato intervento e per l'assoluta impreparazione delle forze

    dell'ordine belga, furono costretti ad arretrare ammassandosi

    contro il muro opposto alla curva dei sostenitori del Liverpool.

    Nella grande ressa che venne a crearsi alcuni si lanciarono nel

    vuoto per evitare di rimanere schiacciati, altri cercarono di

    scavalcare gli ostacoli ed entrare nel settore adiacente, altri si

    ferirono contro le recinzioni. Il muro ad un certo punto croll

    per il troppo peso, moltissime persone rimasero schiacciate,

    calpestate e uccise nella corsa verso una via d'uscita, per molti

    rappresentata da un varco aperto verso il campo da gioco.

    Varie testimonianze affermano anche che alcune morti furono

    causate direttamente dagli inglesi dato che questi,

    nell'inseguire gli altri tifosi, si armarono di spranghe e

    bottiglie rotte (probabilmente furono fatte entrare bevande

    alcoliche all'interno dello stadio o vi erano gi presenti diversi

    oggetti sparsi sugli spalti) per infierire in questo modo contro i

    tifosi avversari. Quest'ultima versione pu essere confermata

    dal fatto che sui corpi di almeno tre delle vittime furono

  • trovate ferite da taglio. Dall'altra parte dello stadio i tifosi

    juventini del settore N e tutti gli altri sportivi accorsi allo

    stadio sentirono le voci dello speaker e dei capitani delle due

    squadre che invitavano alla calma, ma in pochi si resero conto

    di quello che stava realmente accadendo. Un battaglione

    mobile della Polizia belga, di stanza ad un chilometro dallo

    stadio, giunse finalmente dopo pi di mezz'ora per ristabilire

    l'ordine, trovando per il campo e gli spalti frange inferocite di

    tifoseria bianconera.

    Gli scampati alla tragedia si rivolsero comunque ai giornalisti

    in tribuna stampa purch telefonassero in Italia, per rassicurare

    i familiari. I morti furono 39, dei quali 32 italiani, 4 belgi, 2

    francesi e 1 irlandese. 370 i feriti.

  • Bruxelles 1985 Catania 1985

  • Bruxelles 1985

    1

    Bussa il cuore

    nel petto,

    infastidito da crudelt,

    chiedendomi,

    povero intossicato,

    poesie

    4 giugno 1985

  • Derisione

  • Bruxelles 1985

    2

    Nelle stanze segrete

    dellanima, si muovono lenti

    fluidi teoremi irrisolti.

    Ride la jena

    accanto alle carogne.

    4 giugno 1985

  • Cuore di poeta

  • Bruxelles 1985

    3

    Ora, sonde docchi scrutano cervelli sintetici;

    ora, che scomparsa la rabbia,

    amarezze raccolgono

    cocci di sgomento

    per porgerli

    a poeti

    5 giugno 1985

  • bevetene tutti questo il mio sangue

  • Bruxelles 1985

    4

    Sporadici cristalli di cielo

    che si schiantano al suolo,

    scompaiono fra le pietre;

    ma milioni di lacrime,

    rotti gli argini,

    abbattono bandiere e stracci.

    Vite semplificate

    non rinunziano vendette,

    mentre brindano in osterie

    Morte ed Ignoranza

    5 giugno 1985

  • Prosit!

  • Bruxelles 1985

    5

    Vita da tamburelli non serve a niente

    lasciare scorrere

    fiumi di idiozie,

    tendiamo larco e scagliamo risoluzioni.

    Cresceranno, certo,

    fiori di libert

    e menti liberate

    potranno regalare,

    finalmente,

    amore

    6 giugno 1985

  • Realt e finzione

  • Bruxelles 1985

    6

    Le quantit superano

    i ritmi di sfaldamento

    ed il rimorso

    non vale il piacere.

    Dio morto?

    6 giugno 1985

  • Indice

    Bruxelles 1985 1 2 3 4 5 6

    Disegni

    Derisione Cuore di poeta bevetene tutti Prosit! Realt e finzione

  • http://leviepoetiche.blogspot.com/