Segnaletica Stradale e Sicurezza - Automobile Club d' 2016-02-15آ  Progettazione Stradale e...

download Segnaletica Stradale e Sicurezza - Automobile Club d' 2016-02-15آ  Progettazione Stradale e Sicurezza

of 35

  • date post

    13-Jul-2020
  • Category

    Documents

  • view

    0
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Segnaletica Stradale e Sicurezza - Automobile Club d' 2016-02-15آ  Progettazione Stradale e...

  • Progettazione Stradale e Sicurezza di Esercizio ― XVI Convegno Tecnico ACI, Roma 18-19 febbraio 2005

    Laboratorio di Sistemi Cognitivi Laboratorio di Sistemi Cognitivi

    Segnaletica Stradale e Sicurezza:Segnaletica Stradale e Sicurezza:

    Il problema della comprensione dei segnali dal punto Il problema della comprensione dei segnali dal punto di vista cognitivodi vista cognitivo

    Danilo FumDanilo Fum Dipartimento di PsicologiaDipartimento di Psicologia

    Università di TriesteUniversità di Trieste

  • Progettazione Stradale e Sicurezza di Esercizio ― XVI Convegno Tecnico ACI, Roma 18-19 febbraio 2005

    Laboratorio di Sistemi Cognitivi Laboratorio di Sistemi Cognitivi

    Segnaletica Stradale e Sicurezza:Segnaletica Stradale e Sicurezza:

    Il problema della comprensione dei segnali dal punto Il problema della comprensione dei segnali dal punto di vista cognitivodi vista cognitivo

    Danilo FumDanilo Fum Dipartimento di PsicologiaDipartimento di Psicologia

    Università di TriesteUniversità di Trieste

  • Progettazione Stradale e Sicurezza di Esercizio ― XVI Convegno Tecnico ACI, Roma 18-19 febbraio 2005

    IntroduzioneIntroduzione

    •• SegnaleticaSegnaletica stradalestradale come come elementoelemento didi criticitàcriticità nelnel problemaproblema delladella sicurezzasicurezza

    •• ElementoElemento centralecentrale nellanella complessacomplessa catena catena sistemicasistemica veicoloveicolo--stradastrada-- conducenteconducente..

    •• AspettiAspetti normativinormativi concentraticoncentrati essenzialmenteessenzialmente sullesulle componenti componenti “hardware” e “hardware” e giuridicagiuridica del del problemaproblema..

  • Progettazione Stradale e Sicurezza di Esercizio ― XVI Convegno Tecnico ACI, Roma 18-19 febbraio 2005

    GliGli elementielementi del del problemaproblema

    • • ScopoScopo delladella segnaleticasegnaletica: : inviareinviare un un messaggio messaggio utile, utile, tempestivotempestivo, , chiarochiaro e e comprensibilecomprensibile all’utenteall’utente per per elicitarneelicitarne le le reazionireazioni. .

    • • QuestoQuesto spessospesso non non avvieneavviene. Come . Come sempresempre succede nelsuccede nel casocaso di di fenomenifenomeni complessicomplessi, le cause , le cause didi un tale un tale fallimentofallimento sonosono molteplicimolteplici..

    • • TesiTesi : : UnaUna responsabilitàresponsabilità notevolenotevole nelnel mancatomancato funzionamentofunzionamento del del sistemasistema didi segnalazionesegnalazione è è dada ascrivereascrivere al al mancatomancato apprezzamento apprezzamento del del ruoloruolo del del fattorefattore umanoumano. .

    • • CorollarioCorollario ……

  • Progettazione Stradale e Sicurezza di Esercizio ― XVI Convegno Tecnico ACI, Roma 18-19 febbraio 2005

    Il Il problemaproblema daldal puntopunto didi vista vista cognitivocognitivo

    “Comprendere” un segnale stradale implica una serie di processi:“Comprendere” un segnale stradale implica una serie di processi:

    •• IndividuazioneIndividuazione del del segnale segnale

    •• IdentificazioneIdentificazione del del segnalesegnale e e letturalettura didi eventualieventuali iscrizioniiscrizioni

    •• RiconoscimentoRiconoscimento del del segnalesegnale

    •• ReazioneReazione al al segnalesegnale

  • Progettazione Stradale e Sicurezza di Esercizio ― XVI Convegno Tecnico ACI, Roma 18-19 febbraio 2005

    I I processiprocessi cognitivicognitivi coinvolticoinvolti

    Ciascuna di queste fasi (non necessariamente sequenziali) chiamaCiascuna di queste fasi (non necessariamente sequenziali) chiama in giocoin gioco una serie di processi cognitivi:una serie di processi cognitivi:

    •• IndividuazioneIndividuazione: : sensazionesensazione, , attenzioneattenzione

    •• IdentificazioneIdentificazione e e letturalettura: : percezionepercezione, , processiprocessi automatici automatici

    •• RiconoscimentoRiconoscimento: : categorizzazioncategorizzazion, , apprendimentoapprendimento

    •• ReazioneReazione: : presapresa didi decisionedecisione, , processiprocessi motorimotori

  • Progettazione Stradale e Sicurezza di Esercizio ― XVI Convegno Tecnico ACI, Roma 18-19 febbraio 2005

    RiformulazioneRiformulazione tesitesi didi fondofondo

    Quando il processo di segnalazione non funziona, è probabile cheQuando il processo di segnalazione non funziona, è probabile che qualcosaqualcosa sia “andato storto” in uno o più di questi processi. sia “andato storto” in uno o più di questi processi.

    Ne dovrebbe conseguire che, per progettare opportunamente il sisNe dovrebbe conseguire che, per progettare opportunamente il sistema ditema di segnalazione, si dovrebbe tenere in considerazione le caratterissegnalazione, si dovrebbe tenere in considerazione le caratteristiche di basetiche di base di questi processi.di questi processi.

    In realtà questo non avviene. La preoccupazione principale nel In realtà questo non avviene. La preoccupazione principale nel progettareprogettare le segnalazioni (al netto di alcuni importanti, ma non ancora sule segnalazioni (al netto di alcuni importanti, ma non ancora sufficienti,fficienti, aspetti “hardware”) resta ancora quella giuridicoaspetti “hardware”) resta ancora quella giuridico--amministrativa.amministrativa.

  • Progettazione Stradale e Sicurezza di Esercizio ― XVI Convegno Tecnico ACI, Roma 18-19 febbraio 2005

    Il Il fattorefattore umanoumano presopreso seriamenteseriamente

    Vediamo cosa si potrebbe ricavare invece dal prendere seriamenteVediamo cosa si potrebbe ricavare invece dal prendere seriamente in in considerazione “il fattore umano”, i limiti e le capacità del noconsiderazione “il fattore umano”, i limiti e le capacità del nostro sistemastro sistema cognitivo.cognitivo.

    Inoltre, e questo è un altro fatto importantissimo e spesso neglInoltre, e questo è un altro fatto importantissimo e spesso negletto, etto, occorre tenere in considerazione il fatto che le persone differioccorre tenere in considerazione il fatto che le persone differisconoscono le une dalle altre, per ragioni individuali, culturali e socialile une dalle altre, per ragioni individuali, culturali e sociali..

  • Progettazione Stradale e Sicurezza di Esercizio ― XVI Convegno Tecnico ACI, Roma 18-19 febbraio 2005

    AvvertenzaAvvertenza

    •• NessunaNessuna pretesapretesa didi esaustivitàesaustività. . GliGli esempiesempi qui qui presentatipresentati vannovanno consideraticonsiderati solo come “solo come “studistudi didi casocaso”.”.

    •• NessunaNessuna pretesapretesa valutativavalutativa sullasulla normativanormativa vigentevigente, la , la quale quale risponderisponde a a vincolivincoli precisiprecisi..

    •• Ma (Ma (nellonello spiritospirito del del convegnoconvegno) … ) … unauna lancialancia spezzataspezzata a a favorefavore didi un un allargamentoallargamento dell’otticadell’ottica con la con la qualequale vieneviene elaborataelaborata lala normativanormativa. .

  • Progettazione Stradale e Sicurezza di Esercizio ― XVI Convegno Tecnico ACI, Roma 18-19 febbraio 2005

    IndividuazioneIndividuazione del del segnalesegnale

    La concezione comune, o la teoria ingenua, che sta alla base delLa concezione comune, o la teoria ingenua, che sta alla base della visionela visione umana può essere sintetizzata nella frase … “noi vediamo le coseumana può essere sintetizzata nella frase … “noi vediamo le cose come sono”.come sono”.

    Applicata alla segnalazione stradale, questa concezione assume cApplicata alla segnalazione stradale, questa concezione assume che, se unhe, se un segnale c’è, e non esistono ovvi ostacoli alla sua individuazionsegnale c’è, e non esistono ovvi ostacoli alla sua individuazione, allora …e, allora … lo si vede. lo si vede.

  • Progettazione Stradale e Sicurezza di Esercizio ― XVI Convegno Tecnico ACI, Roma 18-19 febbraio 2005

    IndividuazioneIndividuazione del del segnalesegnale

    In realtà è noto da tempo in psicologia della percezione:In realtà è noto da tempo in psicologia della percezione:

    •• cheche non non tuttotutto quelloquello cheche c’èc’è, , sisi vede vede

    •• non non tuttotutto quelloquello cheche sisi vedevede, , c’èc’è

    •• sisi vedonovedono cosecose cheche non non potrebberopotrebbero esistereesistere

    •• sisi vedonovedono cosecose diverse diverse dada come come sonosono

    •• ci sono cose che dipendono dal come le si vedonoci sono cose che dipendono dal come le si vedono

  • Progettazione Stradale e Sicurezza di Esercizio ― XVI Convegno Tecnico ACI, Roma 18-19 febbraio 2005

    Non Non tuttotutto quelloquello cheche c’èc’è, , sisi vedevede

  • Progettazione Stradale e Sicurezza di Esercizio ― XVI Convegno Tecnico ACI, Roma 18-19 febbraio 2005

    Non Non tuttotutto quelloquello cheche sisi vedevede c’èc’è

  • Progettazione Stradale e Sicurezza di Esercizio ― XVI Convegno Tecnico ACI, Roma 18-19 febbraio 2005

    SiSi vedonovedono cosecose cheche non non potrebberopotrebbero esistereesistere

  • Progettazione Stradale e Sicurezza di Esercizio ― XVI Convegno Tecnico ACI, Roma 18-19 febbraio 2005

    SiSi vedonovedono le le cosecose diverse diverse dada come come sonosono