NON CHIAMARMI STRANIERO! Canzone-poema di: Rafael Amor Montaggio: Lorenzo Pascua Traduzione italiana...

Click here to load reader

  • date post

    02-May-2015
  • Category

    Documents

  • view

    220
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of NON CHIAMARMI STRANIERO! Canzone-poema di: Rafael Amor Montaggio: Lorenzo Pascua Traduzione italiana...

  • Slide 1
  • Slide 2
  • NON CHIAMARMI STRANIERO! Canzone-poema di: Rafael Amor Montaggio: Lorenzo Pascua Traduzione italiana dallo spagnolo: Fr.Massignani-Peg. Clicca
  • Slide 3
  • Non chiamarmi straniero perch sono nato lontano, o perch ha altro nome la terra da dove vengo.
  • Slide 4
  • Non chiamarmi straniero se nellamore di una madre abbiamo la stessa luce, nel canto e nel bacio, che ci suonano uguali le madri contro il loro petto. Non chiamarmi straniero, non pensare da dove vengo, meglio sapere dove andiamo, dove ci porter il tempo.
  • Slide 5
  • Non chiamarmi straniero, perch il tuo pane e il tuo fuoco, calma la mia fame e il mio freddo e mi protegge il tuo tetto. Non chiamarmi straniero, il tuo frumento come il mio, la tua mano come la mia, il tuo fuoco come il mio, la fame non avvisa mai, vive cambiando di padrone.
  • Slide 6
  • E mi chiami straniero perch mi conduce un cammino, perch sono nato in un altro paese, perch non conosco altri mari, e un giorno salpai da unaltro porto, che sempre rimangono uguali nelladdio dei fazzoletti e le pupille lacrimanti di quello che abbiamo lasciato lontano.. Gli amici che ci chiamano e sono uguali le preghiere e lamore di chi sogna il giorno del ritorno.
  • Slide 7
  • NON CHIAMARMI STRANIERO!!! Abbiamo lo stesso grido, la stessa vecchia stanchezza trascina luomo dai tempi lontani, quando non esistevano frontiere, prima che venissero loro coloro che dividono e ammazzano, coloro che rubano, coloro che mentiscono, coloro che vendono i nostri sogni, coloro che un giorno inventarono questa parola straniero
  • Slide 8
  • Non chiamarmi straniero perch una parola triste, una gelida parola, sa di dimenticanza e esilio. Non chiamarmi straniero guarda il tuo bambino e il mio come corrono mano nella mano fino alla fine del sentiero. Non chiamarmi straniero loro non sanno la lingua, di limiti n di bandiere, guardali se ne vanno al cielo con un sorriso di colomba che li unisce nel volo.
  • Slide 9
  • Non chiamarmi straniero, pensa a tuo fratello e al mio, il corpo pieno di pallottole, abbracciando di morte il suolo. Loro non erano stranieri, si sono conosciuti da sempre per la libert eterna, ugualmente liberi morirono.
  • Slide 10
  • NON CHIAMARMI STRANIERO!!! Guardami bene negli occhi, oltre lodio, dellegoismo e paura.
  • Slide 11
  • NON POSSO ESSERE STRANIERO!!! E vedrai che sono un uomo!