Matdid87687

Click here to load reader

  • date post

    13-Jun-2015
  • Category

    Mobile

  • view

    89
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Matdid87687

  • 1. Dr.ssa Barbara Arf Dipartimento di Psicologia e Antropologia Culturale Facolt di Scienze della Formazione Alfabetizzazione: apprendere a leggere e scrivere

2. Alfabetizzazione emergente Consiste di conoscenze, costruzioni e abilit che sono precursori evolutivi delle pratiche formali di lettura e scrittura Importante nel tracciare percorsi di sviluppo tipico e atipico Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 3. La comprensione della natura simbolica degli artefatti culturali La costruzione della lingua scritta La distinzione tra sistemi notazionali Alfabetizzazione emergente Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 4. Lo sviluppo del concetto di artefatto simbolico Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 5. Lartefatto simbolico Una classe di oggetti fisici che hanno la funzione di rappresentare altre cose da s (parole, disegni e immagini, scrittura,numeri,mappe, testi, etc.) Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 6. La comprensione dellartefatto simbolico Comprendere che un oggetto ha una duplice natura: sia un oggetto materiale (si pu toccare, ascoltare, vedere) sia un oggetto mentale (una rappresentazione di altro (DeLoache, Pierrotsakos, Uttal, Rosengren, & Gottlieb, 1998). Riconoscere che ha unorigine mentale ( stato creato/prodotto con l'intenzione di..) Essere capaci di rappresentarsi i processi psicologici che ne sono alla base (inventare, ricordare, etc.). Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 7. Dott.ssa Barbara Arf - DPAC Grasping the nature of pictures DeLoache et al. (1998) 9 mesi: esplorazione manuale delle immagini (toccare e sentire le immagini) 19 mesi: indicare Costa dAvorio Costa dAvorioStati Uniti 8. Le immagini Precoce consapevolezza che alcuni oggetti (immagini) hanno una funzione simbolica: rappresentano qualcosa 18-19 mesi: lesplorazione manuale di immagini sostituita dallindicazione (De Loache, et al., 1998) 3 anni: il bambino si rappresenta loggetto come lesito di un atto o intenzione mentale da parte del suo autore. Linterpretazione dell'immagine non dipende pi dalla sua forma reale, ma da ci che significa (Bloom & Markson, 1998) Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 9. I testi Un uso culturalmente appropriato dei testi, nei termini di azioni compiute su questi oggetti (sfogliare, indicare e commentare immagini e parole scritte, raccontare, etc.) si osserva gi tra i 3 e i 4 anni. Il bambino per non comprende ancora la natura simbolica del testo. Verso i 5-6 anni: comprende che il testo pu rappresentare cose inventate/finte. Non coglie ancora pienamente la natura simbolica del testo. 7 anni: il testo come prodotto di un atto mentale e della mente di un autore. Il bambino capace di rappresentarsi una mente: a) che ha pensato le parole e le immagini che trova nel libro (la storia), b) che ha avuto l'intenzione di fingere, raccontare che, ossia unintenzione culturalmente rivolta ad altri (Levorato & Arf, 2006). Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 10. Chi Francesco Altan? La costruzione dellauthorhip La comprensione da parte del bambino che il testo che sta sfogliando solo laspetto materiale di un atto che ha origine nella mente di un autore. Significa comprendere che le parole e le immagini sono state prima pensieri o semplici intenzioni nella mente di qualcuno e solo dopo sono state prodotte nel testo, per essere lette. Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 11. ToM e Authorship Lauthorship: un tipo particolare di Teoria della Mente, che riguarda una classe di relazioni psicologiche opache o a distanza (Leslie, 1994 Moore, 1996) - il legame tra lagente e loggetto non direttamente osservabile, non essendo questi due elementi contemporaneamente presenti agli occhi dellosservatore. Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 12. ll testo come prodotto della mente dellautore ll bambino deve elaborare tre generi di rappresentazione: a)quella della relazione psicologica tra autore e testo: chi lautore? Perch inventa la storia? a)quella del rapporto tra autore e realt: come fa lautore a conoscere le cose che racconta? a)quella del rapporto tra testo e realt (la natura simbolica del testo): la storia succede davvero? Le stesse cose possono esistere in altri libri? Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 13. Lintervista: Edoardo (4,11) Rapporto autore/testo: Ecco vedi, qui scritto Francesco Altan; secondo te chi potrebbe essere?, Secondo te perch F. A. ha deciso di scrivere la storia? Rapporto autore/realt: Come fa Francesco Altan a conoscere la storia? Rapporto testo/realt: Pippo esiste davvero?, Pippo potrebbe posarsi su questa finestra? Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 14. Il testo come prodotto della mente dellautore Fase Et Riconoscelafinzionedieventiepersonaggi 4-5anni Riconoscelanaturasimbolicadeltesto 5-6anni Riconoscel'originementaledeltesto 7-8anni Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 15. Apprendere a Leggere Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 16. Abilit di lettura La lettura strumentale, ossia la capacit di denominare le parole del testo ad alta voce in modo corretto e scorrevole: Riconoscimento pesce Decodifica delle parole p-e-s-c-e pesce Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 17. Il Modello a due vie ed i Sotto-tipi di dislessia Riferito allarchitettura neuronale e a processi di lettura nelladulto Postula lesistenza di due due strategie/vie di lettura: Dott.ssa Barbara Arf - DPAC Diretta / LessicaleDiretta / Lessicale Indiretta / Sub-lessicaleIndiretta / Sub-lessicale Riconoscimento:Riconoscimento: recuparo dal repertorio lessicalerecuparo dal repertorio lessicale Analisi delle sub-unit:Analisi delle sub-unit: regole di conversione grafema/fonemaregole di conversione grafema/fonema 18. Strategie di Lettura La via Lessicale:via Lessicale: attivata nella lettura di parole note. (+) globale (+) corretta (+) fluente La via Sub-Lessicale:via Sub-Lessicale: attivata nella lettura di parole non conosciute, pseudo-parole e non-parole (sequenze di lettere illegittime o legittime ma non corrispondenti a parole della lingua). (+) analitica (-) fluente (-) corretta Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 19. Modelli di apprendimento della lettura decifrativa Modelli stadiali (Coltheart & Rastle, 1994) Il bambino sviluppa un processo di lettura efficace attraverso una serie di fasi la cui sequenza stabile (apprendimento deduttivo): dal semplice riconoscimento visivo della parola nella sua forma grafica globale allo sviluppo di strategie fonologiche di conversione grafema-fonema a una fase ortografica conclusiva (riconoscimento di una sequenza di grafemi) Teorie connessioniste (McClelland, 1989) imparare a leggere non procede per mezzo dellacquisizione di regole via via pi sofisticate, ma dallesperienza delle parole scritte. Il bambino stabilisce via via sempre pi connessioni tra le sequenze ortografiche delle parole scritte e il suono delle stesse parole (apprendimento induttivo) Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 20. Modello di Apprendimento della Lettura (Frith, 1985) Fase Esempio Caratteristiche Logografica BAR Vocabolario visivo Alfabetica M-e-l-a Lettura fonetica Ortografica Me-la Pattern di grafemi/sillabe Lessicale Mela Vocabolario lessicale Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 21. Critiche al Modello di Frith Variabilit dell'ordine degli stadi. Gi nelle prime fasi di acquisizione della lettura bambini con buone capacit di sintesi e segmentazione fonemica apprendono prima a usare una strategia fonologica e non logografica (Stuart & Coltheart, 1988) Influenza del metodo di insegnamento. Bambini di 6 anni che avevano appreso a leggere con un metodo fonetico utilizzavano da subito strategie fonologiche di lettura, che gradatamente sparivano con laumentare dellet (Doctor & Coltheart, 1980) Caratteristiche dell'ortografia. Lutilizzo della via visiva si instaura pi tardi nei bambini italiani (lingua ad ortografia regolare) che nei bambini inglesi (lingua ad ortografia irregolare) (Scalisi & Berardi, 1992) Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 22. Modello evolutivo di Ehri (1999) Fase pre-alfabetica: il bambino basa la sua lettura sullinterpretazione di alcuni indizi visivi (molla giallo) Parzialmente alfabetica: la lettura avviene sulla base di indizi di tipo fonetico (il bambino comincia ad impiegare la sua rudimentale conoscenza dei nomi delle lettere e delle prime corrispondenze lettera-suono per leggere): casa cane Pienamente alfabetica: la corrispondenza segno-suono completa. Il bambino riconosce e impiega in modo scorrevole la corrispondenza grafema-fonema. Comincia a memorizzare i nessi tra sequenze grafemiche e pronuncia delle parole: c-a-n-e Alfabetica consolidata: la lettura immediata, fluente e visiva delle parole discende dallesercizio della lettura fonologica: cane Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 23. Ipotesi del self-teaching (Share, 1995) Attraverso l'esercizio della lettura sub-lessicale lettera per lettera il bambino memorizza rappresentazioni di gruppi di lettere (ortografiche) e della loro corrispondenza con sequenze fonologiche: D-r-a-g-o - D-r-a-go - Dra-go - Drago Verificato per lItaliano (Orsolini et al., 2006): le abilit di codifica lettera per lettera in prima elementare predicono le successive abilit di lettura Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 24. La comprensione del testo Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 25. Cos un testo? ununit di significato complessa, diversa dalla combinazione dei singoli significati delle frasi che lo compongono. In altri termini.. il risultato dei collegamenti stabiliti dal lettore tra le sue varie frasi, e delle aggiunte da esso operate per colmare i vuoti di informazione del testo (inferenze). Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 26. Comprensione del testo ..per comprensione si intende genericamente un PROCESSO di assimilazione di conoscenze ad altre conoscenze, dato dalla costruzione di una RAPPRESENTAZIONE MENTALE, che frutto dellintegrazione di nuove informazioni, desunte dal testo, allinterno di una struttura conoscitiva pre- esistente nel lettore. Dott.ssa Barbara Arf - DPAC 27. La Comprensione un processo multi-componenziale Dott.ssa Barbara