Le dipendenze comportamentali - International · PDF file Il concetto di dipendenze...

Click here to load reader

  • date post

    07-Jul-2020
  • Category

    Documents

  • view

    0
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Le dipendenze comportamentali - International · PDF file Il concetto di dipendenze...

  • 30/10/2019 Le dipendenze comportamentali | Genitori si diventa OdV

    www.genitorisidiventa.org/notiziario/le-dipendenze-comportamentali 1/16

    Home (/)

    Le dipendenze comportamentali

    Autore:  Francesca Ancidei

    Il concetto di dipendenze comportamentali e’ relativamente nuovo. Nel 2013 nella quinta

    edizione del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-5) viene inserita la

    de�nizione di “dipendenze patologiche comportamentali” che vengono considerate in modo

    analogo alle dipendenze da sostanze.

    Un aspetto peculiare è che coinvolgono pulsioni “normali” quali sesso, cibo, amore, denaro,

    gioco, ecc… che, raggiungendo livelli eccessivi, invasivi e pericolosi per la persona, divengono

    patologiche. 

    Nelle dipendenze comportamentali sono coinvolti gli stessi circuiti neurali del piacere e del

    rinforzo evidenziati nelle tossicodipendenze.

    Ciò che le contraddistingue resta sempre l’incapacità del soggetto di mitigare il comportamento,

    nonostante le conseguenze negative che osserva nella sua quotidianità.

    Le dipendenze comportamentali maggiormente riscontrate sono:

    Dipendenza sessuale

    Dipendenza a�ettiva

    Workaholism

    Gioco d’azzardo patologico (GAP)

    Tecno dipendenze :

    Internet

    Cellulare

    Videogiochi

    TV

     

    DIPENDENZA SESSUALE

    (/)

    http://www.genitorisidiventa.org/ http://www.genitorisidiventa.org/ http://www.genitorisidiventa.org/

  • 30/10/2019 Le dipendenze comportamentali | Genitori si diventa OdV

    www.genitorisidiventa.org/notiziario/le-dipendenze-comportamentali 2/16

    Persistente e fallimentare controllo degli impulsi sessuali. Vengono messi in atto

    comportamenti ipersessualizzati. Molti ricercatori vedono nella digitalizzazione un

    importante fattore patogeno in quanto ha signi�cativamente aumentato e facilitato la

    possibilità di fruire di servizi pornogra�ci o condividere materiale a sfondo sessuale in rete. Ha

    alla base gli stessi meccanismi biologici e �siologici della dipendenza da sostanze. Si è in

    presenza di una disfunzione del sistema dopaminergico e di quello serotoninergico in cui il

    neurotrasmettitore della dopamina (che ha la funzione di sollecitare la messa in atto di

    comportamenti atti al raggiungimento del piacere) verrebbe rilasciato in modo disregolato. 

     

    DIPENDENZA AFFETTIVA

    Rientra nelle nuove dipendenze ed è una delle più di�cili da ammettere. Ha un’alta incidenza

    nella popolazione femminile. Sintomi:

    non essere in grado di prendere decisioni da soli

    comportamento sottomesso

    avere bisogno costante di rassicurazioni

     

    Olivier Clerc nel libro “La rana che �nì cotta senza accorgersene e altre lezioni di vita”

    rappresenta perfettamente, con la sua metafora, le fasi della dipendenza a�ettiva: “…una rana,

    immersa in una pentola d’acqua che si riscalda molto lentamente, inizialmente si trova bene, ma

    quando l’acqua incomincia a scottare non ha più lo forze per saltare fuori…”

     

    WORKAHOLISM

    Dipendenza dal lavoro. E’ un disturbo ossessivo – compulsivo che si manifesta in un’incapacità

    di regolare le proprie abitudini di lavoro �no all’esclusione delle altre principali attività della

    vita. I settori più colpiti sono quelli della libera professione. Provoca sbalzi adrenalinici elevati

    che portano ad aggressività sociale e familiare, perdita della propria privacy in una

    confusione fra sfera personale e sfera professionale. Incapacità di rilassarsi con conseguente

    forte aumento dello stress, intolleranza verso qualunque ostacolo rispetto al loro modo di

    concepire il lavoro, atteggiamento controllante.

     

    GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO (GAP)

    (/)

    http://www.genitorisidiventa.org/ http://www.genitorisidiventa.org/

  • 30/10/2019 Le dipendenze comportamentali | Genitori si diventa OdV

    www.genitorisidiventa.org/notiziario/le-dipendenze-comportamentali 3/16

    Si colloca nel Manuale dei Disturbi Mentali tra i disturbi del controllo degli impulsi ed è

    caratterizzato dall’incapacità di resistere alla tentazione “persistente, ricorrente e

    maladattiva” di giocare somme di denaro elevate.

    Si possono identi�care diverse fasi nella sua evoluzione:

    Fase 1: le vincite

    Fase 2: le perdite

    Fase 3: il crollo

    Fase 4: la disperazione

    Fase 5: sentimento di irreparabilità.

     

    Vincere corrisponde ad una frenesia che porterà a nuovi tentativi.

    Perdere corrisponde a una frenesia sollecitata da sensi di colpa inconsci.

    Ha gli stessi meccanismi della dipendenza da sostanze.

    Le conseguenze più dirette si rilevano nel deteriorarsi delle attività personali, familiari e

    lavorative. 

    Dai dati risulta come i giovani giochino più degli adulti e i maschi più delle femmine.

    Molte persone a�ette da GAP possono essere molto competitive, energiche, irrequiete e facili

    ad annoiarsi. Inoltre, sembrano essere eccessivamente preoccupate dell’approvazione altrui

    e molto generose. 

     

    Tecnodipendenze

    Sono le dipendenze maggiormente rilevate quando si parla di bambini e ragazzi.

    Gli strumenti di comunicazione tecnologica divengono mezzi di estensione e prolungamento del

    Sé. Costituiscono un terzo oggetto che permette ai ragazzi di sentirsi in connessione

    permanente attraverso una comunicazione che annulla l’attesa e la de�nizione di uno

    spazio di incontro.

    (/)

    http://www.genitorisidiventa.org/ http://www.genitorisidiventa.org/

  • 30/10/2019 Le dipendenze comportamentali | Genitori si diventa OdV

    www.genitorisidiventa.org/notiziario/le-dipendenze-comportamentali 4/16

    Le relazioni sociali mediate da uno schermo escludono buona parte della comunicazione non

    verbale fondamentale per rapportarsi correttamente agli altri e per prendere coscienza di sé in

    relazione all’altro.

    Davanti ad una webcam di�cilmente si arrossisce e in assenza di contatto �sico la tensione

    emotiva non si esplica ma si accumula in una sorta di groviglio di rabbia repressa.

    Un’emozione che resta inespressa se non trova sfogo, ad esempio, nell’attività �sica.

    I cambiamenti che avvengono a livello cerebrale nei primi anni dell’adolescenza predispongono

    alla comparsa di quattro caratteristiche mentali:

     

    Ricerca di novità: emerge da una maggiore spinta alla ricerca di grati�cazioni che crea la

    motivazione interna a sperimentare esperienze nuove e a vivere più intensamente.

    Aspetto negativo: maggiore importanza data all’eccitazione, al brivido, alla minimizzazione

    di conseguenze negative. Impulsività può portare a tradurre in atto un’idea senza prima

    fermarsi a ri�ettere sulle conseguenze.

    Coinvolgimento sociale: intensi�carsi delle relazioni e legami con i coetanei

    Aspetto negativo: chi si isola dagli adulti e frequenta solo i pari è a rischio.

    Maggiore intensità emotiva: maggiore vitalità all’esistenza

    Aspetto negativo: l’emotività potrebbe prendere il sopravvento causando impulsività,

    sbalzi di umore e reattività accentuata.

    Esplorazione creativa: nuove capacità di pensiero astratto permettono di mettere in

    discussione lo status quo, di a�rontare i problemi con strategie fuori dagli schemi. 

    Aspetto negativo: La ricerca del senso della vita può portare a una crisi di identità, a

    essere vulnerabili nei confronti delle pressioni del gruppo, a un senso di disorientamento

    e mancanza di scopo.

     

    Gli aspetti negativi delle caratteristiche mentali dell’adolescenza sono particolarmente sollecitati

    dalla mediazione e deformazione che gli strumenti tecnologici pongono nelle relazioni. 

    Le dipendenze tecnologiche condividono secondo Gri�ths(1997) i componenti nucleari delle

    altre dipendenze e precisamente:

    Dominanza (salience): l’attività domina i pensieri, i sentimenti e i comportamenti

    dell’individuo, assumendo un valore primario tra tutti i suoi interessi;

    (/)

    http://www.genitorisidiventa.org/ http://www.genitorisidiventa.org/

  • 30/10/2019 Le dipendenze comportamentali | Genitori si diventa OdV

    www.genitorisidiventa.org/notiziario/le-dipendenze-comportamentali 5/16

    Alterazioni del tono dell’umore: l’inizio dell’attività provoca cambiamenti nel tono

    dell’umore, l’individuo può esperire un aumento dell’eccitazione o maggiore rilassatezza

    come conseguenza diretta dell’incontro con l’oggetto della dipendenza;

    Tolleranza, sintomi di astinenza, bisogno di aumentare progressivamente l’attività per

    ottenere l’e�etto desiderato;

    Sintomi di astinenza: malessere psichico/�sico che si manifesta quando si interrompe o si

    riduce il comportamento o l’uso dello strumento;

    Con�itto con chi sta vicino : con�itti interpersonali interni a sé stesso, a causa del

    comportamento dipendente;

    Ricadute quando si tenta di smettere: tendenza a ricominciare l’attività dopo averla

    interrotta.

     

    DIPENDENZA DIGITALE

     

    Bambini

    Gli studiosi dell’America