THE BEST OF BOTH WORLDS .Dai paesaggi intermedi ai paesaggi rurbani Paolo Colarossi Sapienza...

download THE BEST OF BOTH WORLDS .Dai paesaggi intermedi ai paesaggi rurbani Paolo Colarossi Sapienza Università

of 65

  • date post

    02-Sep-2018
  • Category

    Documents

  • view

    212
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of THE BEST OF BOTH WORLDS .Dai paesaggi intermedi ai paesaggi rurbani Paolo Colarossi Sapienza...

  • Dai paesaggi intermedi ai paesaggi rurbaniPaolo Colarossi

    Sapienza Universit di Roma

    CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PROGETTAZIONE URBANA

    THE BEST OF BOTH WORLDSLa progettazione urbana e la rigenerazione della citt leggera

    Camera dei Deputati

    Nuova aula del Palazzo dei Gruppi Parlamentari

    15 16 ottobre 2015

  • SOMMARIO:

    1. Chiarimenti: dai paesaggi intermedi ai paesaggi

    rurbani

    2. Classificazioni di tipi di paesaggio intermedio

    3. Cosa fare? Progettare scenari di paesaggi rurbani

    (Il meglio di entrambi i mondi)

    4. Modalit e strumenti di intervento: tre questioni

  • 1. Chiarimenti: dai paesaggi intermedi ai paesaggi

    rurbani

    Cosa il paesaggio intermedio

    E un fenomeno del XX-XXI secolo, cui sono stati dati molti nomi:

    citt diffusa, citt sgranata, citt dispersa, citt continua, citt fuori dalla citt,

    citt leggera

    Ma se vediamo il fenomeno sotto la specie di paesaggio:

    si pu definire Paesaggio intermedio quel paesaggio che non-citt e

    non-campagna

  • Perch non-citt: perch sono assenti o carenti o inadeguate le

    quattro qualit necessarie per un buon abitare: accoglienza,

    socialit, urbanit e bellezza.

    Vale a dire: mancano in queste aree edificate uno spazio pubblico di

    qualit e i relativi servizi e attrezzature, che sono elementi

    costitutivi della citt.

    Perch non-campagna: perch spesso sono andate perse le qualit

    (anche estetiche) di un paesaggio rurale (a causa di residenze di

    tipo urbano, manufatti per la produzione e il commercio, depositi,

    ecc, abbandono delle colture). Non pi riconoscibile e

    apprezzabile (non pi percepibile), da parte degli abitanti, lo status

    di campagna tradizionale.

    Il paesaggio intermedio un paesaggio da rigenerare come

    paesaggio rurbano

  • Il fenomeno della non-citt e della non-campagna:

    alcune immagini

  • Viterbo

  • Viterbo

  • San Cesareo

  • San Cesareo

  • Sora

  • Sora

  • Cosa il paesaggio rurbano

    Paesaggio rurbano: una prospettiva, uno scenario per la

    trasformazione-rigenerazione del paesaggio intermedio: un

    paesaggio di relazioni tra adeguati livelli di qualit urbana

    dellabitato e adeguati livelli di qualit rurale per la campagna.

    Ma quali caratteristiche di qualit urbana (di paesaggio urbano) e quali

    caratteristiche di qualit rurale (di paesaggio rurale)?

    Per individuare come passare da un paesaggio intermedio a un paesaggio

    rurbano occorre definire quale sia il punto di partenza: il paesaggio

    intermedio nelle sue diverse caratterizzazioni, cio i diversi tipi di

    paesaggio intermedio: la diversit paesaggistica dei paesaggi

    intermedi.

  • 2. Classificazioni di tipi di paesaggio intermedio

    Una classificazione tradizionale (ma non adeguata perch semplificata e

    parziale) quella fatta in relazione alle

    caratteristiche morfologiche delledificato.

    Si possono individuare tre tipi fondamentali di aree edificate della non-citt:

    Edificazione sgranata

    Piccoli frammenti di edificazione

    Grandi frammenti o pezzi pi o meno compatti di edificazione

  • Edificazione sgranata

  • Piccoli frammenti di edificazione

  • Grandi frammenti o pezzi pi o meno compatti di edificazione

  • Ma se invece si vede il fenomeno sotto la specie di paesaggio e si rovescia il punto di vista dalla parte della campagna, ecco che

    possiamo classificare almeno cinque tipi di paesaggio intermedio, in rapporto a:

    caratteristiche della morfologia, percezione del paesaggio, localizzazione rispetto ad aree urbane della citt consolidata, diversi

    possibili scenari di assetto verso lidea di paesaggio rurbano:

    Campagna abitata

    Campagna periurbana

    Campagna intraurbana (intracampagna)

    Campagna abitata periurbana

    Campagna abitata intraurbana (intracampagna abitata)

  • Campagna abitata (edificazione sgranata)

  • Campagna abitata (edificazione sgranata)

  • Campagna abitata (piccoli frammenti di edificazione)

  • La percezione dei diversi tipi del paesaggio intermedio:

    Campagna abitata:

    Prevale il paesaggio della campagna; ledificato costituito da case unifamiliari per lo pi a uno o due piani isolate,

    lotti in genere di dimensioni superiori ai 5.000 mq (edificazione per grani), coltivazioni anche specializzate

    (orti, ulivi,vigne,frutteti, ecc)

  • Campagna periurbana

  • Campagna periurbana

  • La percezione dei diversi tipi del paesaggio intermedio:

    Campagna periurbana

    A seconda delle configurazioni del margine edilizio (netto o sfrangiato) prevale la percezione del limite tra citt e campagna o della transizione tra citt e campagna

    (lo sguardo verso lesterno degli abitanti percepisce comunque una campagna ancora tale)

  • Campagna intraurbana (intracampagna)

  • La percezione dei diversi tipi del paesaggio intermedio:

    Campagna intraurbana (intracampagna)

    Si percepisce uno spazio non edificato a volte coltivato, spesso non coltivato, anche di limitate dimensioni,

    contornato da margini urbani.

  • Campagna abitata periurbana

  • Campagna abitata periurbana

  • La percezione dei diversi tipi del paesaggio intermedio:

    Campagna abitata periurbana

    Come il primo tipo: prevale la percezione del paesaggio della campagna, ma la contiguit della citt permette una pi o meno buona accessibilit alle attrezzature e

    servizi.

  • Campagna abitata intraurbana (intracampagna abitata)

  • La percezione dei diversi tipi del paesaggio intermedio:

    Campagna abitata intraurbana (intracampagna abitata)

    Percezione di una discontinuit tra aree urbanizzate pi o meno dense che contornano un paesaggio di campagna

    abitata dove comunque prevale il paesaggio delle coltivazioni. Possibile laccessibilit a attrezzature e servizi

    quando presenti nelle aree urbanizzate circostanti.

  • 3. Cosa fare: Progettare scenari di paesaggi rurbani

    (Il meglio di entrambi i mondi)

    Paesaggio rurbano per un buon abitare significa un paesaggio con le qualit

    dellaccoglienza, della socialit, dellurbanit, della bellezza.

    Per la bellezza, un ruolo determinante riveste la campagna.

    Ma per le altre tre qualit il ruolo determinante dello spazio pubblico.

    Qualit dellurbanit significa attrezzature e servizi (elemento costitutivo

    della citt).

    Anche nel paesaggio rurbano vale il concetto di centro come

    addensamento e concentrazione di attrezzature e servizi, commisurati alla

    condizione di rurbanit

    Per formare paesaggi rurbani occorre introdurre centralit nel

    paesaggio intermedio

  • Perch introdurre centralit nel paesaggio rurbano?

    Quale vantaggi o utilit per gli abitanti?

    Vantaggi per il miglioramento di valori morfologici, funzionali e

    sociali (favorendo la percezione immagine mentale - di una

    struttura, di un centro che ordina, gerarchizza e caratterizza il

    paesaggio e gli usi).

    Dunque miglioramento delle qualit dellabitare.

    Ma che significa fare centralit nel paesaggio rurbano?

    Alcuni caratteri morfologici e funzionali di una centralit rurbana:

    addensamenti edilizi attorno o lungo spazi pubblici, aggregazione e

    contiguit di attrezzature (anche di diversa scala), mixit, mobilit

    dolce, correlazioni con il contesto, edifici di due-tre piani.

    Il tutto conforme ai caratteri di un paesaggio rurbano

  • Due modalit di base (due ipotesi) per fare centri rurbani:

    - inserti di centralit nelle edificazioni sgranate e nei piccoli

    frammenti,

    - marginature (fasce di transizione edificato-campagna con spazi

    pubblici e servizi sui margini dei frammenti o pezzi edificati).

    N.B.: anche il margine urbano pu essere centro: con un duplice

    risultato: dotazione di servizi e attrezzature e valorizzazione delle aree

    agricole contigue (in parte anche acquisite dalle Amministrazioni comunali

    tramite compensazioni e conservate come aree agricole: i paesaggi di

    pomerio del XXI secolo come fasce agricole intangibili di margine

    alledificato)

  • Qualche scenario progettuale per paesaggi rurbani

    (per progettare inserti di centralit):

    I piccoli borghi (nuclei contenenti residenze e relativi spazi pubblici, ma

    anche attrezzature e servizi di medie-grandi dimensioni, che spesso ora

    sono disseminati allinterno del paesaggio intermedio)

    Le piazzette rurbane (piccoli spazi pubblici, delimitati da modeste quantit

    edilizie, con commercio e attrezzature private ai piani terra)

    Le nuove mura citt-campagna (fasce di margine alle aree urbanizzate

    esistenti, in parte edificate con edilizia residenziale, ma contenenti spazi

    pubblici, attrezzature e servizi pubblici e privati che sono carenti o assenti

    nelle aree urbanizzate; le nuove mura costruiscono una facciata dellurbano

    rivolta verso la campagna, mettono in relazione citt e campagna)

    I centri verdi (aree di prevalente interesse ambientale allinterno di

    edificazione sgranata o tra frammenti di edificazione; sono aree da

    attrezzare come parchi)

    Inoltre:

    la densificazione diffusa per il miglioramento della qualit ambientale nelle

    aree di edificazione sgranata

  • Scenario dei piccoli borghi

  • Scenario dei piccoli borghi