Social Media e internazionalizzazione Pmi

of 14 /14
Social Media uno strumento per l’internazionalizzazione? 20/01/2014 - Moira Quintili

Embed Size (px)

description

Intervento per webinar della SQcuola di Blog, sulle potenzialità dei Social Media a supporto dei processi di internazionalizzazione delle Pmi

Transcript of Social Media e internazionalizzazione Pmi

Page 1: Social Media e internazionalizzazione Pmi

Social Media uno strumento per l’internazionalizzazione?

20/01/2014 - Moira Quintili

Page 2: Social Media e internazionalizzazione Pmi

Network e internazionalizzazione

• Lo studio dei processi internazionali in una prospettiva di network, considera l’impresa più o meno internazionalizzata a seconda del grado di coinvolgimento nelle reti di relazioni tra attori di diverse nazioni e dal grado di interrelazione di tale coinvolgimento (Johansson, Mattson, 1988).

• L’internazionalizzazione può essere interpretata come un percorso attraverso il quale l’impresa sviluppa le proprie relazioni in diversi paesi secondo tre possibili traiettorie: • creazione di relazioni in nuovi network,

• sviluppo delle relazioni nei network esistenti

• la connessione/integrazione dei network nei diversi paesi

Page 3: Social Media e internazionalizzazione Pmi

Network internazionalizzazione e PMI

• Le relazioni possono essere considerate un elemento chiave nei processi di internazionalizzazione. I network offrono opportunità e motivazioni alle imprese per internazionalizzarsi.

• Il network supporta l’impresa fin dalle prime fasi di approccio ai mercati esteri, fungendo da canale informativo, facilitando il superamento delle barriere all’ingresso nel mercato, lo sviluppo di nuove risorse e competenze, riducendo le incertezze, i rischi e i costi dell’attività internazionale.

• Il network presenta delle caratteristiche uniche e distintive per ogni

tipologia di impresa. Le relazioni instaurate dall’impresa con i diversi attori, costituiscono una fonte di vantaggio competitivo difficilmente replicabile e potenzialmente sfruttabile, specialmente dalle Pmi, per accrescere la propria posizione in campo internazionale, condividendo risorse, rischi ed incrementando il baglio di conoscenze.

Page 4: Social Media e internazionalizzazione Pmi

Alcuni segnali positivi:

crescita delle esportazioni 2010 – 2012 ( %) (Ice – Prometeia 2013)

Nonostante l’andamento negativo dell’Europa, le esportazioni sono cresciute di più rispetto agli altri paesi europei.

Page 5: Social Media e internazionalizzazione Pmi

Nuove sfide verso mercati emergenti:

Quota di mercato dell’Italia in Cina (Ice – Prometeia 2013)

Page 6: Social Media e internazionalizzazione Pmi

Gli ostacoli all’internazionalizzazione delle PMI

• Limitatezza risorse (finanziarie – manageriali)

• Scarsa conoscenza del mercato – mancanza di informazioni adeguate

• Carenza di personale specializzato

• Difficoltà selezione partner (agenti-distributori)

• Mancanza di supporto pubblico

• Costi di trasporto

• Leggi e regolamenti stranieri

• Tariffe e barriere commerciali

• Differenze culturali

Page 7: Social Media e internazionalizzazione Pmi

Social Media strumenti «low cost» con elevate potenzialità per la costruzione di un network internazionale e strategia di comunicazione.

Limitate risorse finanziarie

Gli ostacoli all’internazionalizzazione

Page 8: Social Media e internazionalizzazione Pmi

Strumenti di monitoraggio dei Social Media consentono di acquisire informazioni rilevanti per la definizione di una strategia di marketing internazionale (analisi mercati potenziali, opportunità di vendita).

Scarsa conoscenza del mercato

Gli ostacoli all’internazionalizzazione

Page 9: Social Media e internazionalizzazione Pmi

Scarsa conoscenza del mercato

Se i mercati sono conversazioni:

• Analizzando le conversazioni siamo in grado di saperci orientare nella scelta dei mercati

• Integrare le fonti di informazioni preesistenti con ricerche su motori di ricerca e delle conversazioni sui social

Ad es. Google Trend – Mention - TalkWalker analisi dell’interesse e delle conversazioni nelle diverse zone geografiche su un determinato prodotto.

Page 10: Social Media e internazionalizzazione Pmi

Per comprendere:

• Mercati potenziali (integrazione ricerche e dati da canali informativi tradizionali)

• «sentiment» positivo o negativo per un particolare prodotto

• Gusti e preferenze (adattamenti di prodotto)

• Concorrenti

• Diverse modalità d’uso (ampliare le occasioni d’uso del prodotto) ed eventualmente capire se è necessario intervenire per informare sull’uso adeguato del prodotto.

• Monitorare gruppi, forum relativi al settore di interesse individuando eventuali influencer per un possibile ingaggio e presentazione prodotto.

Analisi delle conversazioni

Riduzione costi

Informazioni aggiornate in tempo reale

Personale competente e

qualificato

Page 11: Social Media e internazionalizzazione Pmi

L’uso dei Social Media consente di individuare e costruire relazioni con partner internazionali e ridurre la distanza tra azienda e cliente finale. Accorciamento della catena di intermediazione internazionale.

Difficoltà selezione partner

Gli ostacoli all’internazionalizzazione

Page 12: Social Media e internazionalizzazione Pmi

Costruire un network di qualità

• Ricerca partner

• Migliorare il dialogo con i partner esistenti

• Valutare e scremare il network costruito

• Integrare vecchi strumenti (fiere, missioni imprenditoriali) con i nuovi strumenti «social» per un primo contatto (prima dell’evento) e per rafforzare il legame (post evento) mantenendo viva la relazione.

Page 13: Social Media e internazionalizzazione Pmi

Spunti di riflessione

• Diffusione dell’utilizzo dei social media nelle Pmi • 30% Pmi europee • 25% Pmi italiane (Facebook, Twitter, Youtube) (fonte: Eurostat – Social media- statistics on the use by enterprises, 2013)

• Nuovi modelli competitivi basati sulla condivisione, collaborazione, network

• Formazione figure professionali adeguate