Seminario: Musiche popolari contemporanee 2010-11omero.humnet.unipi.it/matdid/1039/Musiche popolari...

of 71 /71
Seminario: Musiche popolari contemporanee 2010-11 Alessandro Bratus Lezione 1 Presentazione del corso La popular music

Embed Size (px)

Transcript of Seminario: Musiche popolari contemporanee 2010-11omero.humnet.unipi.it/matdid/1039/Musiche popolari...

  • Seminario: Musiche popolari contemporanee 2010-11

    Alessandro Bratus

    Lezione 1

    Presentazione del corso

    La popular music

  • Presentazione del corso - 1

    Oggetto: lo studio e l'analisi della popular musiccome oggetto culturale e sociale

    Riflessione su un oggetto essenziale nel panorama contemporaneo

    Obiettivo: affinare strumenti teorici e tecnici per avvicinarsi a tali testi in modo pi consapevole

    Impostazione musicologica, concentrazione sulla musica stessa e sulle sue strutture

  • Presentazione del corso - 2

    Argomenti:

    Definizione dell'oggetto di studio

    Definizione della canzone e della sua analisi

    Rapporto tra popular music studies e musicologia

    Panoramica sulle metodologie analitiche possibili e sui principali approcci

    Popular music come oggetto intertestuale: cover, remix, ri-mediazioni

    Analisi che procede da un confronto tra diversi oggetti e dalle loro diverse ricadiute comunicative

  • Presentazione del corso - 3

    Esempio: All Along the Watchtower

    Bob Dylan, John Wesley Harding (1967)

    Jimi Hendrix, Electric Ladyland (1968)

    Spostamento del soggetto narrante (cfr. interpretazione vocale)

    Diversa interpretazione giro armonico

    Spostamento nel genere musicale

    Contrasto nel metodo di produzione

    Rif. bibliografico: Albin Zak, Bob Dylan and Jimi Hendrix: Juxtaposing and Transformation All Along the Watchtower, JAMS 57/3, 2004, pp. 599-644.

  • All Along The Watchtower linea e ambito melodico

  • All Along The Watchtower giro armonico

  • Cos' la popular music? - 3

    Dal sito della IASPM italiana (www.iaspmitalia.net):

    La popular music non uno stile musicale, ma una galassia di musiche comprendente un vasto insieme di stili e generi circolanti attraverso i media e fruiti da un pubblico di massa.

    non una, ma tante musiche (soprattutto nel XX secolo), scomparsa delle distinzioni folk/popular, colto/popular

    Altre definizioni?

    Musica popolare

    Musica di consumo

    Musica leggera

    etc.

  • Cos' la popular music? - 4

  • Seminario: Musiche popolari contemporanee 2010-11

    Alessandro Bratus

    Lezione 2

    La canzone

    Ripetizione discorsiva e musematica

    Moduli e modelli

  • La canzone

    Concetto universale, presente nelle pi diverse latitudini ed epoche storiche

    oggetto appartenente alla popular culture, intesa in senso estensivo (folk vs popular)

    forma legata al disco e alla storia dei supporti di riproduzione

    struttura: formata da elementi musicali o testuali che si ripetono

    Rif. bibliografico: Franco Fabbri, La canzone, in Enciclopedia della musica, vol. I, Il Novecento, Torino, Einaudi, 2001, pp. 551-576.

  • CB vs. SR

    The Beatles, Yesterday

    The Beatles, Norwegian Wood

  • CB vs. SR vs. ?

    considerazione marginale del rapporto dinamico tra i diversi elementi costitutivi di un pezzo

    (La Via) Per quanto legittima, e in sostanza sottoscrivibile, la distinzione [tra schema CB e SR nda] risulta un po univoca e rigidamente schematica, per lappunto, anche perch tiene conto esclusivamente della struttura musicale della canzone, non del suo interagire con la forma e i contenuti del testo verbale.

  • La canzone come ripetizione

    Discorsiva (macroforma)

    Musematica (microforma)

    Concetto di autoriflessione (Middleton)

    formale: canzone costituita da unit discretizzabili che si ripetono

    stilistica: allusione/parodia ad altri stili e generi

    audiotattile: riferimento a specifici esecutori ed esecuzioni

    Rif. bibliografico: Richard Middleton, Studiare la popular music, Milano, Feltriinelli, 1994, pp. 292/310.

  • La canzone: tipologie formali

    Strofica

    blues

    Jimi Hendrix, Red House

    con refrain

    F. De Andr, Canzone del maggio

    Bipartita: strofa / ritornello

    Bob Dylan, Like a Rolling Stone

    Tripartita: il bridge

    L. Battisti, Elena No

  • Ripetizione musematica

    Musema: unit significativa minima e ricorrente in cui si pu segmentare il discorso musicale

    influenza sia il ritmo, sia la melodia di una canzone

    composizione popular per lo pi basata su processi di ripetizione/variazione

    D. Bowie, Life on Mars

    motivo base di due battute ripetuto e alzato di tono

  • La canzone: moduli e modelli

    Strutture ideali soggiacenti alla performance di una canzone

    azione dei musicisti ascritta al concetto di estemporizzazione (Caporaletti, Momson, etc.)

    concetto teorico che permette di rendere ragione di quanto accade nella pratica

    varianti della stessa canzone sono in rapporto rispetto al modello

    Rif. bibliografico: Franco Fabbri, La canzone, in Enciclopedia della musica, vol. I, Il Novecento, Torino, Einaudi, 2001, pp. 551-576.

  • Seminario: Musiche popolari contemporanee 2010-11

    Alessandro Bratus

    Lezione 3

    Popular music e musicologia

    Storiografia e popular music

    Analisi musicale e popular music

  • Popular music e musicologia - 1

    Musicologia che fino a pochi anni fa ha ignorato il campo del popular

    problema terminologico

    metodologia basata sulla notazione

    Ideologia modellata sul concetto di musica assoluta

    Hamm, Yesterdays: storia come sequenza di grandi opoere o figure

    Mellers (Dylan e Beatles): armonia, tonalit

    ricerca dell'originalit

    centralit del parametro verbale

    Rif. bibliografico: Richard Middleton, Studiare la popular music, Milano, Feltriinelli, 1994, pp. 151/182.

  • Popular music e musicologia - 2

    Critica della musicologia come campo ideologicamente orientato

    riorganizzazione della storia della musica

    uso degli strumenti musicologici e critici che deve tenere conto delle specificit della materia

    diversit tra musiche popular e eurocolte pi apparente che reale

    Van Der Merwe, Origins of the Popular Style

    continuit storiche anche secolari nella musica occidentale

  • Popular music e musicologia - 3

    Dal passamezzo moderno alla struttura del blues in 12 battute:

    The Beatles, I Saw Her Standing There

  • Popular music e musicologia - 4

    Dal passacaglio all'uso di riff discendenti

    The Animals, Don't Let Me Be Misunderstood

  • Storiografia e popular music - 1

    Ricostruzione di un campo musicale unitario per le musiche del XX secolo

    musica d'arte: criteri dell'estetica moderna/modernista

    storia delle tecniche compositive

    popular music: produzione capitalista

    storia di eventi (biografici o storici)

    ambiti comuni: metodo storiografico, studio del processo compositivo, indagine sul rapporto con la tecnologia, etc.

    diverse prospettive possibili: storica, etnomusicologica, compositiva, etc.

  • Storiografia e popular music - 2

    Progressive rock come momento di convergenza tra problemi compositivi

    cfr. The Beatles, Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band

    concept album (ricerca formale)

    struttura delle canzoni che si allontana dall'elaborazione del blues

    utilizzo creativo delle tecnologie elettroniche

    Rif. bibliografico: Gianmario Borio, Una storia unitaria delle musiche del secolo XX?, Il Saggiatore Musicale 10/2, 2003, pp. 333/349.

  • Storiografia e popular music - 3

    Influenza dal surrealismo e dadaismo (pop art)

    17 pezzi diversi per durata, metro, tempo e strumentazione

    sezioni imparentate per materiale tematico o altre caratteristiche

    simmetrie nella costruzione della prima parte del disco

    da Pig alla fine del disco, forma ABA'A''

  • Storiografia e popular music - 4

    Uso della strumentazione funzionale (composizione contemporanea)

    organico di base composto da batteria, basso e tastiere

    uso di effetti elettronici per modificare il timbro degli strumenti o globale

    aggiunta di un quartetto di fiati

    timbro come istanza determinante a livello formale

    Soft Machine, Hibou, Anemone and Baer

    centro di simmetria del primo lato del disco

    forma del brano tripartita (ABA')

    ciclo di variazioni in 7/8

  • Analisi musicale e popular music - 1

    Problema del confronto tra musicologia e popular music la preminenza della forma o del significato

    approcci semiotici o interepretativi (Laing, Tagg, Grossberg, etc.)

    approcci sociologici (Hebdige, Sheperd, etc.)

    Middleton: importanza del gesto nella popular music come elemento chiave per ascoltatori e per l'analisi

    Rif. bibliografico: Richard Middleton, Analisi della popular music e musicologia: gettare un ponte?, Rivista di Analisi e Teoria Musicale 2, 2002, pp. 115-131.

  • Analisi musicale e popular music - 2

  • Seminario: Musiche popolari contemporanee 2010-11

    Alessandro Bratus

    Lezione 4

    Etnomusicologia e popular music

    Musica e societ

    Comunicazione e popular music: il metodo di Philip Tagg

  • Etnomusicologia e popular music - 1

    Popular music come parte di una cultura, appocci culturalisti/etnologici

    3 approccio alla definizione di folk (C. Seeger)

    tipologie musicali colto/folk/popular

    processi di trasmissione orale / scittori

    variabilit delle pratiche musicali

    Ricerca sul folk e popular music:

    oggetto di studio simile

    metodo di studio

    politica del folk: autenticit

    sociologia del folk

    Rif. bibliografico: Richard Middleton, Studiare la popular music, Milano, Feltriinelli, 1994, pp. 182/235.

  • Etnomusicologia e popular music - 2

    Modello di ricerca culturale simile

    ricerca di dei valori simbolici della musica all'interno di un determinato gruppo sociale

    processi di continuit/variazione

    classificazione

    mito culturale del folk come et dell'oro

    teorie dell'omologia (Blacking)

    Lomax e la cantometrica

    Keil: omologie associative tra prodotti culturali e societ

  • Etnomusicologia e popular music - 2

    Modello di ricerca culturale simile

    ricerca di dei valori simbolici della musica all'interno di un determinato gruppo sociale

    processi di continuit/variazione

    classificazione

    mito culturale del folk come et dell'oro

    teorie dell'omologia (Blacking)

    Lomax e la cantometrica

    Keil: omologie associative tra prodotti culturali e societ

  • Etnomusicologia e popular music - 3

    Jimi Hendrix, Gipsy Eyes

    5 idee musicali primarie da cui si genera tutta la canzone

  • Musica e societ - 1

    Teoria delle sottoculture

    Sociologia dell'adolescenza, collegamento tra giovani e popular music

    Frith interpreta i bisogni dei giovani

    Chabers, legame tra la nascita della popular music e la figura del teenager

    Sottocultura: nuovo assemblaggio di materiali della cultura-madre tramite il bricolage

    Willis, Hebdige: relazioni di omologia tra stile di vita e manifestazioni legate alla musica

  • Comunicazione e popular music: Philip Tagg -1

    Modo per avvicinarsi alla relazione musica e societ, ma passando dalla musica stessa

    comunicazione musicale come processo che avvien tramite un codice

    segno in musica = musema

    legato alle convenzioni socio-culturali

    sostituzione ipotetiche

    http://www.tagg.org/teaching/analys/SemioMus.ppt

  • Comunicazione e popular music: Philip Tagg -2

    Scomposizione dell'oggetto in musemi

    Selezione di pezzi con caratteristiche simili

    connotazioni extramusicali

    verso il significato?

    Fernando (Abba)

    http://uk.youtube.com/watch?v=u3LRFTRhyOI

    http://www.youtube.com/watch?v=cKHiWgeWDyY

  • Seminario: Musiche popolari contemporanee 2010-11

    Alessandro Bratus

    Lezione 5

    I concetti di modello e di estemporizzazione

    Significazione primaria e secondaria

    Strati e scatola sonora

  • Modello ed estemporizzazione - 1

    Strutture ideali soggiacenti alla performance di una canzone

    azione dei musicisti ascritta al concetto di estemporizzazione (Caporaletti)

    concetto teorico che permette di rendere ragione di quanto accade nella pratica

    varianti della stessa canzone sono in rapporto rispetto al modello

  • Modello ed estemporizzazione - 2

    Analisi paradigmatica (Ruwet)

    ripetizione come base del metodo

    priorit dei parametri che possibile scrivere e vedere sulla pagina

    metodo paradigmatico e commutativo (cfr. Tagg)

    Analisi generativa

    interazione tra strutture profonde e di superficie di un brano

    The Who, My Generation

    Rif. bibliografico: Richard Middleton, Studiare la popular music, Milano, Feltriinelli, 1994, pp. 243/344.

  • Significazione primaria e secondaria - 1

    Teoria dell'informazione: stimoli percepiti nella dialettica tra elementi ridondanti e nuovi

    musica come linguaggio temporale (sintagmatico)

    musica: non un vero sistema linguistico

    significato interno (grammaticale) vs. esterno (culturale)

  • Significazione primaria e secondaria - 2

    Significazione primaria: il significato della musica risiede nella musica stessa

    denotazione

    Significazione secondaria: valore culturale/semiotico della musica legato ad essa in modo indiretto

    connotazione

    connessione con le strutture profonde del comportamento e della cultura (mito, fisiologia, etc.)

  • Strati compositivi e popular music

    4 livelli strutturali comuni a gran parte delle canzoni popular

    basso (ritmo)

    batteria (scansione del tempo, groove)

    melodia (figura)

    riempitivo (stile)

    Propellerheads feat. Shirley Bassey, History Repeating (Decksandrumandrockandroll, 1998)

    Rif. bibliografico: Allan F. Moore, Come si ascolta la popular music, in Enciclopedia della musica, vol. I, Il Novecento, Torino, Einaudi, 2001, pp. 701-718

  • Scatola sonora

    Analisi del sound

    gerarchia strutturale delle parti che corrisponde alla loro presentazione nello spazio stereo

    rappresentazione tridimensionale:

    distribuzione stereofonica destra/sinistra

    altezza/ambito delle parti

    profondit = volume

  • Seminario: Musiche popolari contemporanee 2010-11

    Alessandro Bratus

    Lezione 6

    Cover e popular music: parabola storica e tipologie di cover

    Intertestualit e popular music

  • Cover: storia e tipologia - 1

    Radici storiche del fenomeno delle cover tra anni Venti e Cinquanta

    momento spartiacque: cambiamento nel modello industriale editoriale/discografico

    Anni Venti: diffusione del jazz e della radio

    1914 ASCAP, diritti di riproduzione fonomeccanica

    1939 BMI, alternativa all'ASCAP

    1940, rinnovo dell'accordo tra radio ed editori

    Rif. bibliografico: Luca Marconi, Per una tipologia e una storia delle cover, in Remix/Remake. Pratiche di replicabilit, Roma, Meltemi, 2006, pp. 209/228.

  • Cover: storia e tipologia - 2

    ASCAP vs. BMI

    conflitto tra associazioni che anche un confronto tra musiche diverse

    mainstream: Tin Pan Alley (cover da un testo scritto)

    privilegia l'esecuzione dal vivo

    generi di nicchia: country, blues, musica caraibica, etc. (cover da un'incisione)

    West End Blues: Louis Armstrong e King Oliver

  • Cover: storia e tipologia - 3

    Pratica delle cover legata a un discorso di tipo commerciale: ci si rivolge a un pubblico simile cercando di emulare lo stesso successo

    repliche concorrenti in reperibilit

    repliche concorrenti in appetibilit: tentativo di modificare la canzone per renderla maggiormente appetibile a un pubblico diverso dall'originale (crossover)

    dinamiche anche razziali

  • Cover: storia e tipologia - 4

    Anni Cinquanta:

    pubblico dei teen-ager

    supporti a 33 e 45 giri

    nuovi strumenti musicali

    nascita della radio a transistor

    nascita delle top forty

    centralit del parametro sonoro rispetto a quello compositivo

  • Cover: storia e tipologia - 5

    Cover come operazione rifunzionalizzante: nuova funzione per un nuovo contesto

    sia a livello generazionale/sociale, sia razziale/etnico (crossover)

    ripresa della stessa canzone (cover)

    disco-risposta: dialogo tra la canzone e la nuova creazione

    See You Later, Alligator (B. Haley)

    See You Later, Allen Ginsberg (B. Dylan & The Band)

  • Cover: storia e tipologia - 6

    Anni Sessanta: canzoni che vengono riprese con un fine divulgativo (tradizionali)

    folk-rock: nuova funzionalizzazione che fa passare le canzone da un genere (e da un pubblico) a un'altro

    B. Dylan e The Animals, The House of the Rising Sun

    con la fine del decennio la cover come pratica massiccia smette di essere significativa dal punto di vista commerciale

    cover come omaggio o come critica

    Devo, (I Can't Get No) Satisfaction

  • Intertestualit e popular music - 1

    Approccio mutuato dagli studi letterari (Genette)

    transtestualit come relazione di compresenza tra due o pi testi (fenomeno multiplo):

    intertestualit: allusione, citazione, plagio (rapporto 1:1)

    paratestualit: rapporto tra il testo e le sue parti accessorie (titoli, capitoli, introduzione, illustrazioni, etc.)

    metatestualit: critiche, recensioni (testi che parlano di altri testi)

    architestualit: testi che appartegono allo stesso genere

    ipertestualit: elaborazione di un testo B (ipertesto) a partire da un testo A (ipotesto)

    Rif. bibliografico: Serge Lacasse, Intertextuality and Hypertextuality in Recorded Popular Music, in Critical Essays in Popular Musicology, Aldershot, Ashgate, 2007, pp. 147/170.

  • Intertestualit e popular music - 2

    Pratiche intertestuali nella popular music

    plagio: copia

    citazione: inserimento di un frammento di testo in un'altro

    allosonica: citazione parametri melodici/ritmici

    autosonica: ripresa del suono (sampling) e sua deformazione

    allusione: inserzione di frammento di testo che rimandano ad altre musice e canzoni

    The Beatles, Glass Onion

  • Intertestualit e popular music - 3

    Pratiche ipertestuali nella popular music

    parodia: lo stile rimane invariato, cambia il soggetto

    travestimento: testo originale invariato, si lavora sullo stile musicale

    pastiche: diversit tra testo originale e variante, ricollocazione a livello di stile musicale

    copia

    cover: reinterpretazione di una canzone che riprende le caratteristiche stilistiche del suo autore

    remix:

    autosonico: brano originale + elementi nuovi

    configurazione di un nuovo brano dall'originale rinconfigurando gli elementi originali

    Aphex Twin, Heroes (D. Bowie)

  • Intertestualit e popular music - 4

  • Seminario: Musiche popolari contemporanee 2010-11

    Alessandro Bratus

    Lezione 7

    Intermusicalit

  • Intermusicalit - 1

    Studi sul jazz che coniano il termine per spiegare il passaggio di frasi, riff e melodie da un esecutore all'altro

    connessione con il passato

    consapevolezza rispetto quello che si sta citando, dialogo con il passato

    modo per intendere la pratica musicale all'interno del proprio contesto sociale

    metafora della conversazione nel jazz (I. Monson, Saying Something)

    Rif. bibliografico: Ingrid Monsom, Saying Something. Jazz Improvisation and Interaction, Chicago, Unviersity of Chicago Press, 1996, pp. 97/132.

  • Intermusicalit - 2

    Bakhtin: musica come sistema linguistico

    eteroglossia: presenza di diversi stili all'interno di ogni lingua, risultato di forze

    centripete: verso la standardizzazione, unificazione, egemonia

    centrifughe: decentralizzazione, competizione)

    musica afroamericana: nuovo livello di complessit data dalla doppia coscienza (Du Bois)

  • Intermusicalit - 3

    J. Coltrane, My Favourite Things

  • Intermusicalit - 4

    Intermusicalit

    mette alla prova la competenza musicale degli ascoltatori e dei musicisti stessi

    mette al centro non solo elementi melodici, accordali o formali, ma anche dettagli legati alle qualit aurali del suono

    citazione da fonte scritta, dalla memoria o da fonte registrata

    messa in dialogo di due oggetti sia a livello di significati, sia a livello storico

  • Seminario: Musiche popolari contemporanee 2010-11

    Alessandro Bratus

    Lezione 8

    I Basement Tapes come aggregato stilistico

    Il caso di Ode to Billie Joe e Clothesline Saga

  • The Basement Tapes - 1

    104 brani registrati da Dylan & The Band tra lestate e l'autunno del 1967 a Woodstock

    nastri della cantina, registrazioni realizzate negli studi improvvisati nelle cantine (o in altre sale) delle case dei musicisti a Woodstock

    rimangono per molti anni una sorta di segreto pubblico nella discografia di Dylan, contengono molte canzoni inedite

    periodo particolare della carriera di Dylan, legato alla recente svolta elettrica dopo Newport 1965 (cfr. I'm Not There, No Direction Home)

    Rif. bibliografico: Alessandro Bratus, `Guardate qui, mucchio di casinari da cantina': Bob Dylan al lavoro sottoterra, [email protected] 1/1, 2010, http://www.iaspmjournal.net/index.php/IASPM_Journal/article/view/539/505.

  • The Basement Tapes - 2

    formati in maniera praticamente paritaria da cover e brani originali

    concetto di autoriflessione (R. Middleton) come forza propulsiva della composizione popular

    elementi costitutivi tratti dalle diverse fonti trattati, selezionati, rielaborati secondo logiche analoghe, senza riguardo per la loro provenienza

    cover come riserva di materiali stilistici eterogenei

    messa a punto di uno stile originale, profonda rielaborazione dei modelli

  • The Basement Tapes - cover

    Rocknroll

    I Forgot To Remember To Forget (1955)

    Confidential (1956)

    Silhouettes (1957)

    All American Boy (1959)

    Baby Ain't That Fine (1966)

    Country

    Be Careful Of The Stones That You Throw (1949)

    You Win Again (1952)

    (Now And Then There's) A Fool Such as I (1953)

    I Don't Hurt Anymore (1954)

    Folsom Prison Blues (1956)

    Belshazar (1957)

    Big River (1958)

    Cool Water (1959)

    Waltzing With Sin 1 & 2 (1963)

    Still In Town

    Blues

    You Gotta Kickin' My Dog Around (1916)

    See That My Grave Is Kept Clean (1928)

    I'm In The Mood (1951)

    Flight Of The Bumble Bee

    Soul

    People Get Ready (1965)

    Folk-revival

    Joshua Gone Barbados (1963)

    The Bells Of Rhymney (1965)

    Rock Salt And Nails (1965)

    Traditional

    Bonnie Ship The Diamond

    Come All Ye Far And Tender Ladies

    Coming Round The Mountain

    Down On Me

    Going Down The Road

    Hills Of Mexico

    Johnny Todd

    900 Miles

    Ol' Roisin The Beau

    Wildwood Flower

    Young but Daily Growing

    Classic (opera)

    The Royal Canal (1954)

  • Clothesline Saga e Ode to Billie Joe - 1

    Canzone-risposta

    Billie Gentry arriva al primo posto delle classifiche americane il 26 agosto 1967, dopo essere entrata per la prima volta due settimane prima

    canzone-risposta?

    ignora le regole non scritte sul modello di partenza e sull'aderenza della canzone-risposta al modello

    caso particolare di appropeiazione di un universo stilistico associato a un'intera nazione

  • Clothesline Saga e Ode to Billie Joe - 2

    After a while we took in the clothes / And nobody said very muchJust some old wild shirts and a couple pairs of pants / Which nobody really wanted

    to touchMama come in and picked up a book / An' Papa asked her what it wasSomeone else asked, "What do you care?" / Papa said, "Well, just becauseThen they started to take back their clothes / Hang 'em on the lineIt was January the thirtieth / And everybody was feelin' fine

    AA

    BBCC

    It was the third of June, another sleepy, dusty Delta dayI was out choppin' cotton and my brother was balin' hayAnd at dinner time we stopped, and we walked back to the house to eatAnd mama hollered at the back door "y'all remember to wipe your feet"And then she said she got some news this mornin' from Choctaw RidgeToday Billy Joe MacAllister jumped off the Tallahatchie Bridge

    AABBCC

  • Clothesline Saga e Ode to Billie Joe - 3

    Similarit nel testo verbale:

    struttura strofica

    costruzione AAB (blues)

    feeling documentario

    scelte narrative di tipo didascalico

    bozzetti archetipici di vita quotidiana

  • Clothesline Saga e Ode to Billie Joe - 4

    : Mi (I) Mi Mi Mi :

    La (IV) La La La

    Mi (I) Mi Mi Mi

    Si (V) Si Si Si

    Mi (I) Mi Mi Mi

    : Re (V) Re Re Re :

    Sol (I) Sol Sol Sol

    Re (V) Re Re Re

    Sol (I) Sol Sol Sol

    Re (V) Do (IV) Re (V) Re

  • Clothesline Saga e Ode to Billie Joe - 5

  • Clothesline Saga e Ode to Billie Joe - 6

  • Crash on the Leeve (Down in the Flood) strofa 1

  • Clotheline Saga: arrangiamento (I strofa)

    Battute 1 (1) 2/11 (10) 12/35 (24)

    2/6 7 8/10 11 12/14 15 16 17/

    18

    19 20 21/23 24 25/

    26

    27 28 29/31 32 33 34 35

    Giro arm. A

    Sezione Intro Str. 1 (false start) Str. 1

    Chitarra 2

    Chitarra 1

    Voce

    Basso

    Organo

    Piano

  • Ode To Billie Joe: arrangiamento

    Battute 1/4 (4) 5/28 (24) 29/52 (24) 53/76 (24) 77/100 (24) 101/124 (24) 125/128 (4)

    1/3 4 5/24 25/28 101/108 109/124

    Giro Arm. A A A A A

    Sezione Intro Str. 1 Str. 2 Str. 3 Str. 4 Str. 5 Coda Basso

    Archi

    Voce

    Chitarra