Saggio analitico sul Corano Soave Saggio... · PDF file1 Saggio analitico sul Corano Il...

Click here to load reader

  • date post

    17-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    221
  • download

    1

Embed Size (px)

Transcript of Saggio analitico sul Corano Soave Saggio... · PDF file1 Saggio analitico sul Corano Il...

1

Saggio analitico sul Corano Il Corano tradotto da Piccardo in http://www.libreriaislamica.it/ Questo vuole essere un ausilio alloccidentale che si vuole avvicinare al testo sacro dellIslam, ma abituato ai testi sacri occidentali (lAntico Testamento e il Vangelo) che hanno una struttura ordinata uniformemente per tema trattato e che si trova smarrito di fronte alla stesura apparentemente caotica delle sure (capitoli) del Corano. Grazie allordinamento dei versetti per tema trattato, stato possibile creare un indice analitico per temi sfusi e un indice generale che raccolga i temi in classi vicine allottica occidentale (diritto di famiglia, diritto penale, indicazioni militari, ecc.). Ho fatto questo lavoro di compilazione grazie alla consultazione di una versione del Corano di Hamza Roberto Piccardo, ma essendo indicate sure e versetti di riferimento lo studioso potr consultare la traduzione che preferisce. Cos loccidentale che abbia a che fare con mediorientali che orientano la propria vita a quanto viene indicato dal Corano (considerato letteralmente parola di Dio) e dalla Sunna (raccolte canoniche su quanto abbia detto, e non detto, fatto e non fatto il Profeta Muhammad - pbsl), potr avere un agile strumento di consultazione con cui potr facilmente verificare che, per esempio, non c una parola nel Corano che renda lecita linfibulazione e che vi sono numerosi versetti che spingono il fedele alla tolleranza e al perdono. Si veda per esempio la Sura XLI, Esposti chiaramente, versetto 34: Non sono certo uguali la cattiva [azione] e quella buona. Respingi quella con qualcosa che sia migliore: colui dal quale ti divideva l'inimicizia, diventer un amico affettuoso. O anche la Sura IV, le Donne, versetto 114: Non c' nulla di buono in molti dei loro conciliaboli, eccezion fatta per chi ordina un'elemosina o una buona azione o la riconciliazione tra gli uomini. A chi fa questo per compiacimento di Dio daremo ricompensa immensa. Perfino nella guerra viene raccomandata la moderazione. Si veda la Sura II, la Giovenca, versetto 190: Combattete per la causa di Dio contro coloro che vi combattono, ma senza eccessi, ch Dio non ama coloro che eccedono. Pubblico questo lavoro di studio assolutamente non per sostituire, ma per aumentare la comprensione del Corano, soprattutto da parte di coloro che non fanno parte dellIslam e nutrono numerose prevenzioni (magari non fondate) per questa religione, confondendo gli estremisti con la maggioranza silenziosa. Quindi lo considero un lavoro volto alla comprensione reciproca tra Cristianesimo (molte sono le parti del Corano dedicate a Ges o a Maria) e Islam. Il lavoro portato avanti in modo che tutti i versetti siano indicati almeno una volta in una categoria o in unaltra; alcuni gruppi di versetti sono per la loro natura indicati in pi di una categoria, ma questa attribuzione multipla non lho potuta applicare in tutti i casi che forse lo necessitavano, perch se no il lavoro sarebbe risultato troppo voluminoso. Tengo a sottolineare che se qualcuno trovasse degli errori di attribuzione in questa o quella categoria, sarei lieto e riconoscente se me lo comunicasse cos che possa correggere il testo per la seconda edizione.

Marcello Soave ([email protected]) 22/11/2010

2

Abramo: Sura II, la Giovenca, da versetto 124 a 132 124 E Abramo! Quando il suo Signore lo prov con i Suoi ordini ed egli li esegu, [il Signore] disse: Far di te una guida per gli uomini, E i miei discendenti?, Il Mio patto, disse [Dio], non riguarda quelli che prevaricano. 125 E quando facemmo della Casa un luogo di riunione e un rifugio per gli uomini. Prendete come luogo di culto quello in cui Abramo ristette! E stabilimmo un patto con Abramo e Ismaele: Purificate la Mia Casa per coloro che vi gireranno attorno, vi si ritireranno, si inchineranno e si prosterneranno. 126 E quando Abramo disse: Fanne una contrada sicura e provvedi di frutti la sua gente, quelli di loro che avranno creduto in Dio e nell'Ultimo Giorno, disse [il Signore]: E a chi sar stato miscredente conceder un godimento illusorio e poi lo destiner al castigo del Fuoco. Che tristo avvenire! 127 E quando Abramo e Ismaele posero le fondamenta della Casa, dissero: O Signor nostro, accettala da noi! Tu sei Colui che tutto ascolta e conosce! 128 O Signor nostro, fai di noi dei musulmani e della nostra discendenza una comunit musulmana. Mostraci i riti e accetta il nostro pentimento. In verit Tu sei il Perdonatore, il Clemente! 129 O Signor nostro, suscita tra loro un Messaggero che reciti i Tuoi versetti e insegni il Libro e la saggezza e accresca la loro purezza. Tu sei il Saggio, il Possente. 130 Chi altri avr dunque in odio la religione di Abramo, se non colui che coltiva la stoltezza nell'animo suo? Noi lo abbiamo scelto in questo mondo e nell'altra vita sar tra i devoti. 131 Quando il suo Signore gli disse: Sottomettiti, disse: Mi sottometto al Signore dei mondi. 132 Fu questo che Abramo inculc ai suoi figli e anche Giacobbe [disse]: Figli miei, Dio ha scelto per voi la religione: non morite se non musulmani. Sura II, la Giovenca, versetto 120 135 Dicono: Siate giudei o nazareni, sarete sulla retta via. Di': [Seguiamo] piuttosto la religione di Abramo, che era puro credente e non associatore. Sura II, la Giovenca, versetto 258 258 Non hai visto colui che per il fatto che Dio lo aveva fatto re, discuteva con Abramo a proposito del suo Signore? Quando Abramo disse: Il mio Signore Colui che d la vita e la morte, rispose [l'altro]: Sono io che d la vita e la morte! E Abramo: Dio fa sorgere il sole da Oriente, fallo nascere da Occidente. Rest confuso il miscredente: Dio non guida i popoli che prevaricano. Sura II, la Giovenca, versetto 260 260 E quando Abramo disse: Signore, mostrami come resusciti i morti, Dio disse: Ancora non credi? S, disse Abramo, ma [fa] che il mio cuore si acquieti. Disse Dio: Prendi quattro uccelli e falli a pezzi, poi mettine una parte su ogni monte e chiamali: verranno da te con volo veloce. Sappi che Dio eccelso e saggio. Sura III, la famiglia di Gioacchino, versetti 67 e 68 67 Abramo non era n giudeo n nazareno, ma puro credente e musulmano. E non era uno degli associatori. 68 I pi vicini ad Abramo sono quelli che lo hanno seguito [cos come hanno seguito] questo profeta e quelli che hanno creduto. Dio il patrono dei credenti. Sura IV, le Donne, versetto 125 125 Chi [potrebbe scegliere] religione migliore di colui che sottomette a Dio il suo volto, opera il

3

bene e segue sinceramente la religione di Abramo il sincero? Dio prese Abramo per amico. Sura VI, il Bestiame, versetti da 74 a 84 74 Quando Abramo disse a suo padre Terah: Prenderai gli idoli per divinit? Vedo che tu e il tuo popolo siete in palese errore! 75 Cos mostrammo ad Abramo il regno dei cieli e della terra, affinch fosse tra coloro che credono con fermezza. 76 Quando la notte l'avvolse, vide una stella e disse: Ecco il mio Signore! Poi quando essa tramont disse: Non amo quelli che tramontano. 77 Quando osserv la luna che sorgeva, disse: Ecco il mio Signore! Quando poi tramont, disse: Se il mio Signore non mi guida sar certamente tra coloro che si perdono! 78 Quando poi vide il sole che sorgeva, disse: Ecco il mio Signore, ecco il pi grande! Quando poi tramont disse: O popol mio, io rinnego ci che associate a Dio! 79 In tutta sincerit rivolgo il mio volto verso Colui che ha creato i cieli e la terra e non sono tra coloro che associano. 80 La sua gente argoment contro di lui, ma egli disse: Volete polemizzare con me in merito a Dio, quando Lui che mi ha guidato? E non temo affatto i soci che Gli attribuite, ma [temo solo] ci che vorr il mio Signore. Il mio Signore abbraccia tutte le cose nella Sua scienza. Non rifletterete dunque? 81 Come potrei temere i soci che Gli attribuite, quando voi non temete di associare a Dio coloro riguardo ai quali non vi ha fatto scendere nessuna autorit? Quale dei due partiti pi nel giusto, [ditelo] se lo sapete. 82 Coloro che hanno creduto e non ammantano di iniquit la loro fede, ecco a chi spetta l'immunit; essi sono i ben guidati. 83 Questo l'argomento che fornimmo ad Abramo contro la sua gente. Noi eleviamo il livello di chi vogliamo. Il tuo Signore saggio, sapiente. 84 Gli demmo Isacco e Giacobbe e li guidammo entrambi. E in precedenza guidammo No; tra i suoi discendenti [guidammo]: Davide, Salomone, Giobbe, Giuseppe, Mos e Aronne. Cos Noi ricompensiamo quelli che fanno il bene. Sura IX, il Pentimento, versetto 114 114 Abramo chiese perdono in favore di suo padre, soltanto a causa di una promessa che gli aveva fatto; ma quando fu evidente che egli era un nemico di Dio, si dissoci da lui; [eppure] Abramo era tenero e premuroso [nei confronti del padre]. Sura XI, Hud, versetti da 69 a 76 69 Giunsero presso Abramo i Nostri angeli con la lieta novella. Dissero: Pace, rispose Pace! e non tard a servir loro un vitello arrostito. 70 Quando vide che le loro mani non lo avvicinavano, si insospett ed ebbe paura di loro. Dissero: Non aver paura. In verit siamo stati inviati al popolo di Lot. 71 Sua moglie era in piedi e rise. Le annunciammo Isacco e dopo Isacco, Giacobbe. 72 Ella disse: Guai a me! Partorir vecchia come sono, con un marito vegliardo? Questa davvero una cosa singolare! 73 Dissero: Ti stupisci dell'ordine di Dio? La misericordia di Dio e le Sue benedizioni siano su di voi, o gente della casa! In verit Egli degno di lode, glorioso. 74 Quando Abramo fu rassicurato e apprese la lieta novella, cerc di disputare con Noi [a favore] del popolo di Lot. 75 Invero Abramo era magnanimo, umile, incline al pentimento. 76 O Abramo, desisti da ci, che gi il Decreto del tuo Signore deciso. Giunger loro un castigo irrevocabile.

4

Sura XIV, Abramo, versetti da 35 a 41 35 E [ricorda] quando Abramo disse: O mio Signore, rendi sicura questa contrada e preserva me e i miei figli dall'adorazione degli idoli. 36 O mio Signore, in ver