RATTI SPA RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE …...RATTI SPA RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER...

of 198 /198
RATTI SPA RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER L’ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014

Embed Size (px)

Transcript of RATTI SPA RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE …...RATTI SPA RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER...

  • RATTI SPA RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER L’ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014

  • FOTOGRAFIA SU 2 FACCIATE

  • FOTOGRAFIA SU 2 FACCIATE

  • RATTI S.p.A.

    5

    Sede in Guanzate (Como) – Via Madonna, 30 Capitale Sociale € 11.115.000 int. vers. Codice Fiscale e numero iscrizione al Registro Imprese di Como: 00808220131 www.ratti.it ORGANI SOCIALI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE (i) Presidente DONATELLA RATTI (1) Vice Presidente ANTONIO FAVRIN (1) Amministratore Delegato SERGIO TAMBORINI (1) Consiglieri ANDREA PAOLO MARIA DONÀ DALLE ROSE (3) CARLO CESARE LAZZATI (2-3) FEDERICA FAVRIN (2) SERGIO MEACCI (2-3) DAVIDE FAVRIN GIOVANNA LAZZAROTTO (1) Componente del Comitato Esecutivo

    (2) Componente del Comitato Controllo e Rischi (3) Componente del Comitato per la Remunerazione COLLEGIO SINDACALE (ii) Presidente GIOVANNI RIZZI Sindaci effettivi MARCO DELLA PUTTA

    ANTONELLA ALFONSI Sindaci supplenti STEFANO RUDELLI

    ALESSANDRA ANTONIA BIAGI SOCIETÀ DI REVISIONE RECONTA ERNST & YOUNG S.p.A. Con riferimento alla composizione degli organi sociali si precisa che nel periodo di riferimento sono avvenute le seguenti variazioni: (i) in data 24 aprile 2014 l’Assemblea dei Soci ha deliberato l’aumento del numero dei componenti il

    Consiglio di Amministrazione da n. 7 a n. 9 componenti, nominando contestualmente il signor Davide Favrin e la signora Giovanna Lazzarotto. Gli amministratori avranno un mandato di ugual durata rispetto agli altri consiglieri, e resteranno pertanto in carica sino all’assemblea chiamata ad approvare il bilancio al 31 dicembre 2015;

    (ii) in data 24 aprile 2014 l’Assemblea dei Soci ha nominato il Collegio Sindacale, composto dai Sindaci

    effettivi Giovanni Rizzi (Presidente), Marco Della Putta e Antonella Alfonsi, e dai Sindaci supplenti Stefano Rudelli e Alessandra Antonia Biagi. Il nominato Collegio Sindacale resterà in carica per i prossimi tre esercizi, e pertanto sino all’assemblea chiamata ad approvare il bilancio al 31 dicembre 2016.

    5

    RATTI S.p.A.

  • FOTOGRAFIA

  • Gruppo RATTI – Highlights

    7

    I dati significativi del Gruppo, in migliaia di Euro, possono essere così riassunti: importi in migliaia di Euro

    Dati Patrimoniali: 2014 2013

    Attività non correnti 36.912 34.577

    Attività correnti 63.653 71.341

    Totale Attività 100.565 105.918

    Passività non correnti 14.891 17.550

    Passività correnti 45.182 47.381

    Patrimonio netto attribuibile ai soci della Controllante 40.494 40.987

    Partecipazioni di terzi (2) ---

    Dati Economici: 2014 2013 Ricavi dalla vendita di beni e servizi (Fatturato) 100.459 102.411

    Variazione delle rimanenze di prodotti finiti e semilavorati (651) 21

    Valore della produzione e altri proventi 101.326 103.830

    Costi operativi (95.712) (98.205)

    MARGINE LORDO (EBITDA) ADJUSTED (1) 9.584 7.698

    MARGINE LORDO (EBITDA) 7.898 7.698

    RISULTATO OPERATIVO (EBIT) 5.614 5.625

    Risultato ante imposte (EBT) 4.797 5.193

    Risultato dell'esercizio attribuibile ai soci della Controllante 2.739 3.149

    Utile (Perdita) per azione (Euro) 0,10 0,12

    Utile (Perdita) per azione diluito (Euro) 0,10 0,12 (1) Margine Lordo (EBITDA) prima dei proventi ed oneri non ricorrenti

    Fatturato per tipo prodotto: 2014 2013 Donna 47.018 47.815

    Uomo 19.124 18.856

    Prodotto Finito 28.243 30.044

    Arredamento 5.668 5.614

    Altri e non allocati 406 82

    Totale 100.459 102.411

    Posizione finanziaria netta: 2014 2013 Posizione finanziaria netta corrente 6.561 8.309

    Posizione finanziaria netta non corrente (6.110) (8.334)

    Posizione finanziaria netta totale 451 (25)

    Organico: 2014 2013 Dirigenti 12 13

    Quadri e impiegati 281 298

    Intermedi e operai 246 262

    Totale organico 539 573

    7

    Gruppo RATTI - Highlights

  • Gruppo RATTI – Highlights

    8

    7.6028.703

    7.698 7.898

    (3.000)

    (1.000)

    1.000

    3.000

    5.000

    7.000

    9.000

    2011 2012 2013 2014

    EBITDA (migliaia di Euro)

    5.3776.441

    5.625 5.614

    (5.000)

    (3.000)

    (1.000)

    1.000

    3.000

    5.000

    7.000

    2011 2012 2013 2014

    EBIT (migliaia di Euro)

    90.749103.414 102.411 100.459

    0

    20.000

    40.000

    60.000

    80.000

    100.000

    120.000

    2011 2012 2013 2014

    RICAVI NETTI (migliaia di Euro)

    587 561 573 539

    0

    100

    200

    300

    400

    500

    600

    700

    2011 2012 2013 2014

    PERSONALE DIPENDENTE(unità)

    Gruppo RATTI – Highlights

    8

    7.6028.703

    7.698 7.898

    (3.000)

    (1.000)

    1.000

    3.000

    5.000

    7.000

    9.000

    2011 2012 2013 2014

    EBITDA (migliaia di Euro)

    5.3776.441

    5.625 5.614

    (5.000)

    (3.000)

    (1.000)

    1.000

    3.000

    5.000

    7.000

    2011 2012 2013 2014

    EBIT (migliaia di Euro)

    90.749103.414 102.411 100.459

    0

    20.000

    40.000

    60.000

    80.000

    100.000

    120.000

    2011 2012 2013 2014

    RICAVI NETTI (migliaia di Euro)

    587 561 573 539

    0

    100

    200

    300

    400

    500

    600

    700

    2011 2012 2013 2014

    PERSONALE DIPENDENTE(unità)

    Gruppo RATTI – Highlights

    8

    7.6028.703

    7.698 7.898

    (3.000)

    (1.000)

    1.000

    3.000

    5.000

    7.000

    9.000

    2011 2012 2013 2014

    EBITDA (migliaia di Euro)

    5.3776.441

    5.625 5.614

    (5.000)

    (3.000)

    (1.000)

    1.000

    3.000

    5.000

    7.000

    2011 2012 2013 2014

    EBIT (migliaia di Euro)

    90.749103.414 102.411 100.459

    0

    20.000

    40.000

    60.000

    80.000

    100.000

    120.000

    2011 2012 2013 2014

    RICAVI NETTI (migliaia di Euro)

    587 561 573 539

    0

    100

    200

    300

    400

    500

    600

    700

    2011 2012 2013 2014

    PERSONALE DIPENDENTE(unità)

    Gruppo RATTI – Highlights

    8

    7.6028.703

    7.698 7.898

    (3.000)

    (1.000)

    1.000

    3.000

    5.000

    7.000

    9.000

    2011 2012 2013 2014

    EBITDA (migliaia di Euro)

    5.3776.441

    5.625 5.614

    (5.000)

    (3.000)

    (1.000)

    1.000

    3.000

    5.000

    7.000

    2011 2012 2013 2014

    EBIT (migliaia di Euro)

    90.749103.414 102.411 100.459

    0

    20.000

    40.000

    60.000

    80.000

    100.000

    120.000

    2011 2012 2013 2014

    RICAVI NETTI (migliaia di Euro)

    587 561 573 539

    0

    100

    200

    300

    400

    500

    600

    700

    2011 2012 2013 2014

    PERSONALE DIPENDENTE(unità)

    8

    Gruppo RATTI - Highlights

  • Grup

    ppo RATTI –

    Prodotto Fin28,1%

    – Highlight

    Uomo19,0%

    nito

    Arr

    FATTURAT

    ts

    redamento5,6%

    TO PER TIPO PR

    Altri0,5%

    RODOTTO

    9

    Donna46,8%

    U.S.A.10,5%

    Giappone3,4%

    Alt1

    FA

    Europa (UE)33,3%

    ri Paesi19,0%

    ATTURATO PERR AREA GEOGR

    Italia33,8%

    RAFICA

    Grup

    ppo RATTI –

    Prodotto Fin28,1%

    – Highlight

    Uomo19,0%

    nito

    Arr

    FATTURAT

    ts

    redamento5,6%

    TO PER TIPO PR

    Altri0,5%

    RODOTTO

    9

    Donna46,8%

    U.S.A.10,5%

    Giappone3,4%

    Alt1

    FA

    Europa (UE)33,3%

    ri Paesi19,0%

    ATTURATO PERR AREA GEOGR

    Italia33,8%

    RAFICA

    Grup

    ppo RATTI –

    Prodotto Fin28,1%

    – Highlight

    Uomo19,0%

    nito

    Arr

    FATTURAT

    ts

    redamento5,6%

    TO PER TIPO PR

    Altri0,5%

    RODOTTO

    9

    Donna46,8%

    U.S.A.10,5%

    Giappone3,4%

    Alt1

    FA

    Europa (UE)33,3%

    ri Paesi19,0%

    ATTURATO PERR AREA GEOGR

    Italia33,8%

    RAFICA

    Grup

    ppo RATTI –

    Prodotto Fin28,1%

    – Highlight

    Uomo19,0%

    nito

    Arr

    FATTURAT

    ts

    redamento5,6%

    TO PER TIPO PR

    Altri0,5%

    RODOTTO

    9

    Donna46,8%

    U.S.A.10,5%

    Giappone3,4%

    Alt1

    FA

    Europa (UE)33,3%

    ri Paesi19,0%

    ATTURATO PERR AREA GEOGR

    Italia33,8%

    RAFICA

    9

    Gruppo RATTI - Highlights

    ANDAMENTO TITOLO RATTI

    Prz Ufficiale Andamento Borsa ITA (FTSE All-Share)

    3,2500

    2,7500

    2,2500

    03/0

    3/20

    14

    18/0

    3/20

    14

    02/0

    4/20

    14

    17/0

    4/20

    14

    07/0

    5/20

    14

    22/0

    5/20

    14

    06/0

    6/20

    14

    23/0

    6/20

    14

    08/0

    7/20

    14

    23/0

    7/20

    14

    07/0

    8/20

    14

    25/0

    8/20

    14

    09/0

    9/20

    14

    24/0

    9/20

    14

    09/1

    0/20

    14

    24/1

    0/20

    14

    10/1

    1/20

    14

    25/1

    1/20

    14

    10/1

    2/20

    14

    30/1

    2/20

    14

    16/0

    1/20

    15

    02/0

    2/20

    15

    17/0

    2/20

    15

    prez

    zo ti

    tolo

    anda

    men

    to b

    orsa

    Ital

    ia (F

    TSE

    All-

    Shar

    e)

    1,7500

    25.000

    22.500

    17.500

    15.000

    12.500

    20.000

    04/0

    3/20

    15

  • FOTOGRAFIA

  • 11

    Gruppo RATTI - Le sedi operative

    RATTI S.p.A. Guanzate (Como) Via Madonna, 30 Produzione e vendita di tessuti

    stampatietintiinfiloinseta,

    lana,cotone,linoedaltrefibre

    perabbigliamento,cravatteria,

    arredamentoedaccessori.

    Direzionegeneralee

    commerciale.

    CREOMODAS.a.r.l. Sousse(Tunisia) ZoneIndustrielle Laboratorio.

    KalaaKebira,4060

    RATTIUSAInc. NewYork(USA) 8West,40thStreet Filialecommerciale.

    RATTIInternationalTrading Shanghai(China) Room303B,N.118XinlingRoad, Acquistoecommercializzazione

    (Shanghai)Co.,Ltd. WaigaoqiaoFreeTradeZone, ditessutieprodottifiniti.

    Shanghai

    S.C.TEXTROMS.r.l. Cluj-Napoca Floresti,LunadeSus, Produzioneditessutistampati

    (Romania) str.Halanr.10 percravatteria,accessoried

    abbigliamento.

  • 12

    Gruppo RATTI - Struttura del Gruppo ed area di consolidamento

    Stabilimenti Polo Uomo Polo Prodotto Finito Altre SocietàPolo Donna Polo ArredamentoFiliali

    Commerciali

    Polo Donna

    RattiSetamarina

    Ratti DonnaFashion R. Industries Carnet

    Polo Uomo

    Ratti Uomo Ratti UomoTinto filo

    PoloArredamento

    Ratti d Ratti Collezioni Ratti Studio

    PoloProdotto Finito

    S.C. Textrom S.r.l.

    100%

    RATTI S.p.A.

    Società manifatturiere

    Altre Società

    Ratti InternationalTrading (Shanghai)

    Co., Ltd.Creomoda S.a.r.l. Ratti Usa Inc.

    100% 100%95%

  • 13

    Gruppo RATTI - Struttura organizzativaGruppo RATTI - Struttura organizzativa

    11

  • FOTOGRAFIA

  • Indice

    15

    Gruppo RATTI

    RELAZIONE SULLA GESTIONE • Premessa pag. 16 • Il Gruppo Ratti 16 • Quadro generale 16 • I risultati del Gruppo nell’esercizio 2014 17 • Informazioni sulla gestione ed eventi significativi del Gruppo 19 • Altre informazioni 29 • Rischi e incertezze 30 • Raccordo tra bilancio consolidato e bilancio della Ratti S.p.A. 34 • Prevedibile evoluzione della gestione 35 • Fatti di rilievo successivi al 31 dicembre 2014 35 • Proposte all’Assemblea degli Azionisti 35

    BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2014

    Situazione patrimoniale – finanziaria 38 Prospetto dell’utile/(perdita) d’esercizio 39 Prospetto delle altre componenti del conto economico complessivo 40 Prospetto delle variazioni del patrimonio netto 41 Rendiconto finanziario 42 Note esplicative (Principi contabili e altre note esplicative) 43 Allegati 102

    Attestazione dell’Amministratore Delegato e del Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari 109 Relazione della società di revisione 110

    RATTI S.p.A. • Premessa 114 • Corporate Governance 114

    BILANCIO RATTI S.p.A. AL 31 DICEMBRE 2014

    Situazione patrimoniale – finanziaria 115 Prospetto dell’utile/(perdita) d’esercizio 116 Prospetto delle altre componenti del conto economico complessivo 117 Prospetto delle variazioni del patrimonio netto 118 Rendiconto finanziario 119 Note esplicative (Principi contabili e altre note esplicative) 120 Allegati 174

    Attestazione dell’Amministratore Delegato e del Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari 185 Relazione della società di revisione 186 Relazione del Collegio Sindacale 189 Il presente fascicolo è disponibile sul sito Internet all’indirizzo: www.ratti.it

    Indice

    15

    Gruppo RATTI

    RELAZIONE SULLA GESTIONE • Premessa pag. 16 • Il Gruppo Ratti 16 • Quadro generale 16 • I risultati del Gruppo nell’esercizio 2014 17 • Informazioni sulla gestione ed eventi significativi del Gruppo 19 • Altre informazioni 29 • Rischi e incertezze 30 • Raccordo tra bilancio consolidato e bilancio della Ratti S.p.A. 34 • Prevedibile evoluzione della gestione 35 • Fatti di rilievo successivi al 31 dicembre 2014 35 • Proposte all’Assemblea degli Azionisti 35

    BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2014

    Situazione patrimoniale – finanziaria 38 Prospetto dell’utile/(perdita) d’esercizio 39 Prospetto delle altre componenti del conto economico complessivo 40 Prospetto delle variazioni del patrimonio netto 41 Rendiconto finanziario 42 Note esplicative (Principi contabili e altre note esplicative) 43 Allegati 102

    Attestazione dell’Amministratore Delegato e del Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari 109 Relazione della società di revisione 110

    RATTI S.p.A. • Premessa 114 • Corporate Governance 114

    BILANCIO RATTI S.p.A. AL 31 DICEMBRE 2014

    Situazione patrimoniale – finanziaria 115 Prospetto dell’utile/(perdita) d’esercizio 116 Prospetto delle altre componenti del conto economico complessivo 117 Prospetto delle variazioni del patrimonio netto 118 Rendiconto finanziario 119 Note esplicative (Principi contabili e altre note esplicative) 120 Allegati 174

    Attestazione dell’Amministratore Delegato e del Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari 185 Relazione della società di revisione 186 Relazione del Collegio Sindacale 189 Il presente fascicolo è disponibile sul sito Internet all’indirizzo: www.ratti.it

    Indice

    15

    Gruppo RATTI

    RELAZIONE SULLA GESTIONE • Premessa pag. 16 • Il Gruppo Ratti 16 • Quadro generale 16 • I risultati del Gruppo nell’esercizio 2014 17 • Informazioni sulla gestione ed eventi significativi del Gruppo 19 • Altre informazioni 29 • Rischi e incertezze 30 • Raccordo tra bilancio consolidato e bilancio della Ratti S.p.A. 34 • Prevedibile evoluzione della gestione 35 • Fatti di rilievo successivi al 31 dicembre 2014 35 • Proposte all’Assemblea degli Azionisti 35

    BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2014

    Situazione patrimoniale – finanziaria 38 Prospetto dell’utile/(perdita) d’esercizio 39 Prospetto delle altre componenti del conto economico complessivo 40 Prospetto delle variazioni del patrimonio netto 41 Rendiconto finanziario 42 Note esplicative (Principi contabili e altre note esplicative) 43 Allegati 102

    Attestazione dell’Amministratore Delegato e del Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari 109 Relazione della società di revisione 110

    RATTI S.p.A. • Premessa 114 • Corporate Governance 114

    BILANCIO RATTI S.p.A. AL 31 DICEMBRE 2014

    Situazione patrimoniale – finanziaria 115 Prospetto dell’utile/(perdita) d’esercizio 116 Prospetto delle altre componenti del conto economico complessivo 117 Prospetto delle variazioni del patrimonio netto 118 Rendiconto finanziario 119 Note esplicative (Principi contabili e altre note esplicative) 120 Allegati 174

    Attestazione dell’Amministratore Delegato e del Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari 185 Relazione della società di revisione 186 Relazione del Collegio Sindacale 189 Il presente fascicolo è disponibile sul sito Internet all’indirizzo: www.ratti.it

    15

    Indice

    GRUPPO RATTI

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    16

    PREMESSA La relazione di cui all’art. 40, comma 1, del D.Lgs. 9 aprile 1991, n. 127, e la relazione di cui all’art. 2428 del cod. civ. sono presentate in un unico documento, ai sensi dell’art. 40 del D.Lgs. 9 aprile 1991, n. 127, comma 2-bis: la Relazione sulla gestione al bilancio consolidato al 31 dicembre 2014. IL GRUPPO RATTI Il Gruppo Ratti (di seguito anche il Gruppo), di cui Ratti S.p.A. è la società capogruppo (di seguito anche la società Capogruppo, la Capogruppo o la Controllante), svolge attività creative, di produzione e vendita nell’ambito del settore tessile. Più in particolare il Gruppo opera nella produzione e commercializzazione di tessuti stampati, uniti e tinti in filo per abbigliamento, camiceria, cravatteria, intimo, mare ed arredamento, e nella realizzazione e distribuzione di prodotti confezionati, principalmente accessori maschili e femminili (quali cravatte, sciarpe e foulards).

    La capacità produttiva del Gruppo è concentrata nella società Ratti S.p.A., presso la sede di Guanzate, in provincia di Como.

    Le altre società operative hanno natura commerciale o di supporto alle attività produttive ed operano nei settori merceologici tipici della Capogruppo.

    Il Gruppo è organizzato ed opera attraverso quattro “Poli di business” che si caratterizzano per la tipologia di prodotto e struttura commerciale: - Donna: tessuti uniti, stampati e tinti in filo per abbigliamento donna, camiceria, bagno, intimo, scarpe

    e borse; - Uomo: tessuti stampati e tinti in filo per cravatteria e camiceria uomo; - Prodotto Finito: prodotti confezionati su licenza e fornitura (principalmente accessori uomo e donna); - Arredamento: tessuti uniti e stampati per arredamento. Con riferimento all’esercizio 2014, non si segnalano operazioni inerenti le società partecipate incluse nell’area di consolidamento. QUADRO GENERALE

    Il comparto tessile-moda italiano ha chiuso l’anno 2014 in crescita del 3,3%1 rispetto all’anno precedente. Tale incremento ha riguardato sia le aziende che operano a monte della filiera, che hanno messo a segno una crescita del 2,9%, che quelle che operano a valle, il cui incremento è stato pari al 4,1%. In linea di continuità con quanto avvenuto nei precedenti esercizi, elemento trainante è stato l’export, che registra complessivamente un aumento del 3,9%. Per quanto riguarda il mercato interno, si registra una contrazione dei dati di sell-out del settore abbigliamento, compensata dalla crescita del fatturato business to business delle aziende che operano a monte della filiera.

    I prezzi di acquisto della seta greggia in dollari hanno registrato una diminuzione di circa il 3% rispetto al termine dell’esercizio precedente. Tuttavia, tale dinamica di prezzo è stata rovesciata dall’andamento del cambio euro/dollaro, che ha determinato il progressivo incremento del prezzo in euro della seta in corso d’anno, con aumento che si attesta alla fine dell’anno nell’ordine del 7% rispetto al termine dell’esercizio precedente.

    1 Fonte: Sistema Moda Italia, “L’industria italiana del Tessile-Moda: pre-consuntivi 2014 e scenario primo semestre 2015”, marzo 2015

    16

    Relazione sulla gestione

    GRUPPO RATTI

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    17

    I RISULTATI DEL GRUPPO NELL’ESERCIZIO 2014 I principali indicatori economici relativi all’esercizio 2014, confrontati con i corrispondenti valori dell’esercizio precedente, sono di seguito riportati:

    importi in migliaia di Euro

    Riepilogo dati economici: 31.12.2014 31.12.2013

    Ricavi dalla vendita di beni e servizi 100.459 102.411

    Valore della produzione e altri proventi 101.326 103.830

    Margine lordo (EBITDA) ADJUSTED (1) 9.584 7.698

    Margine lordo (EBITDA) 7.898 7.698

    Risultato operativo (EBIT) 5.614 5.625

    Risultato ante-imposte (EBT) 4.797 5.193

    Risultato dell'esercizio 2.737 3.149

    (1) Margine Lordo (EBITDA) prima dei proventi ed oneri non ricorrenti

    L’andamento della gestione evidenzia per l’esercizio 2014 un fatturato di 100,5 milioni di Euro, in diminuzione di circa 2,0 milioni di Euro (-1,9%) rispetto all’esercizio precedente. La dinamica delle vendite è stata caratterizzata dalla flessione registrata dal Polo Prodotto Finito (-1,8 milioni di Euro, -6%), e dal Polo Donna (-0,8 milioni di Euro, -1,7%). Con riferimento alle altre aree di business, l’esercizio 2014 evidenzia la sostanziale conferma dei livelli di fatturato del 2013.

    In un anno caratterizzato dalla sostanziale conferma del fatturato dell’esercizio precedente, il Margine Lordo (EBITDA) prima degli oneri non ricorrenti è risultato pari a 9,6 milioni di Euro, con un forte incremento rispetto all’esercizio precedente (+1,9 milioni di Euro, +24,5%), ed una incidenza percentuale sul valore della produzione che sale al 9,5% (+2,0% rispetto al 2013). Tale risultato riflette l’efficacia delle azioni intraprese dal management per la razionalizzazione dei processi aziendali, anche grazie ai significativi investimenti effettuati, con i conseguenti benefici in termini di costi di produzione e di struttura.

    Nell’ambito delle attività tese ad una miglior allocazione delle risorse aziendali, la Capogruppo ha finalizzato negli ultimi mesi del 2014 una procedura di mobilità relativa ad un massimo di 40 addetti, ai sensi e per gli effetti della Legge 223/91. Alla data del 31 dicembre 2014 hanno già avuto accesso alla mobilità o al trattamento pensionistico 32 addetti, ai quali si aggiungeranno, nel corso del 2015, altri 3 dipendenti, per un totale di 35 addetti. Il costo complessivo della manovra ammonta a 1,7 milioni di Euro, inclusi nei costi del personale di natura non ricorrente dell’esercizio in oggetto.

    Al netto dei costi straordinari per la procedura di mobilità, il Margine Lordo (EBITDA) del 2014 è pari a 7,9 milioni di Euro, con un incremento di 0,2 milioni di Euro rispetto all’esercizio precedente (+2,6%).

    Il Risultato Operativo (EBIT) dell’esercizio 2014 è pari a 5,6 milioni di Euro, ed è sostanzialmente allineato all’esercizio 2013, che aveva registrato un Risultato Operativo di 5,6 milioni di Euro. Il Risultato Operativo ha registrato ammortamenti ed accantonamenti superiori al precedente esercizio per 0,2 milioni di Euro, principalmente a seguito dell’entrata in ammortamento degli investimenti effettuati.

    Con riferimento all’utile ante-imposte del periodo, lo stesso ammonta a 4,8 milioni di Euro, che si confronta con 5,2 milioni di Euro al 31 dicembre 2013, mentre l’utile netto è pari a 2,7 milioni di Euro, che si confronta con un utile netto di 3,1 milioni di Euro nell’esercizio precedente.

    Quanto alla società Capogruppo, invece, la stessa ha chiuso l’esercizio 2014 con un fatturato di 100,5 milioni di Euro, contro 102,5 milioni di Euro registrati nel 2013 (-1,9%), un margine lordo (EBITDA) pari a 7,8 milioni di Euro, contro 7,6 milioni di Euro registrati nell’esercizio 2013, ed un risultato operativo (EBIT) di 5,6 milioni di Euro, in linea con il risultato operativo dell’anno 2013. A livello di Capogruppo il risultato ante-imposte ed il risultato dell’esercizio sono pari a 4,8 milioni di Euro e 2,8 milioni di Euro rispettivamente.

    17

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    18

    102,4 100,5

    0,0

    10,0

    20,0

    30,0

    40,0

    50,0

    60,0

    70,0

    80,0

    90,0

    100,0

    110,0

    Fatturato

    Fatturato(milioni di Euro)

    2013 2014

    7,7

    5,65,2

    3,1

    7,9

    5,6

    4,8

    2,7

    0,0

    1,0

    2,0

    3,0

    4,0

    5,0

    6,0

    7,0

    8,0

    9,0

    10,0

    EBITDA EBIT Risultato anteimposte

    Ris. Periodoattribuibile ai socidella Controllante

    Principali indicatori economici consolidati(milioni di Euro)

    2013 2014

    15,7

    34,6

    41,0

    (0,0)

    41,0

    12,0

    36,9

    40,0

    0,5

    40,5

    (5,0)

    0,0

    5,0

    10,0

    15,0

    20,0

    25,0

    30,0

    35,0

    40,0

    45,0

    Capitale netto difunzionamento

    Attività fisse Capitale investito netto Posizione finanziaria netta Patrimonio nettoattribuibile ai soci della

    Controllante

    Principali indicatori patrimoniali consolidati(milioni di Euro)

    2013 2014

    18

    Relazione sulla gestione

    GRUPPO RATTI

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    19

    INFORMAZIONI SULLA GESTIONE ED EVENTI SIGNIFICATIVI DEL GRUPPO Informazioni sul conto economico: I dati economici del Gruppo Ratti, desunti dal conto economico consolidato per l’esercizio chiuso al 31.12.2014, possono essere così riassunti:

    importi in migliaia di Euro

    Dati Economici 2014 2013

    Ricavi dalla vendita di beni e servizi 100.459 102.411

    Variazione delle rimanenze di prodotti finiti e semilavorati (651) 21

    Altri ricavi e proventi 1.518 1.398

    Valore della produzione e altri proventi 101.326 103.830

    Costi per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci (34.831) (37.334)

    Costi per servizi (24.069) (25.763)

    Costi per godimento beni di terzi (2.989) (2.886)

    Costi per il personale (28.537) (26.967)

    Altri costi operativi (1.843) (1.937)

    Ammortamento attrezzatura varia di stampa (1.159) (1.245)

    Margine Lordo (EBITDA) 7.898 7.698

    Ammortamenti (1.988) (1.872)

    Accantonamenti e svalutazioni (296) (201)

    Risultato operativo (EBIT) 5.614 5.625

    Risultato ante imposte (EBT) 4.797 5.193

    Risultato dell'esercizio attribuibile ai soci della Controllante 2.739 3.149

    Raccordo tra Margine Lordo (EBITDA), Margine Lordo (EBITDA) Adjusted e Risultato Operativo da conto economico consolidato:

    importi in migliaia di Euro

    2014 2013

    RISULTATO OPERATIVO 5.614 5.625

    Accantonamenti e svalutazioni 296 201

    Ammortamenti 1.988 1.872

    MARGINE LORDO (EBITDA) 7.898 7.698

    Costi del personale non ricorrenti 1.686 ---

    MARGINE LORDO (EBITDA) ADJUSTED 9.584 7.698

    19

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    20

    Eventi e operazioni significative non ricorrenti Nell’esercizio 2014, sulla base di quanto indicato dalla delibera Consob n. 15519 del 27 luglio 2006, sono stati individuati come “eventi ed operazioni significative non ricorrenti” gli oneri di ristrutturazione relativi alla procedura di mobilità sottoscritta in data 4 novembre 2014 dalla Capogruppo per un numero massimo di 40 addetti, per un costo totale di 1,7 milioni di Euro. Per maggiori dettagli si rimanda al paragrafo “I risultati del Gruppo nell’esercizio 2014”. Analisi dei ricavi: Le società del Gruppo hanno contribuito al fatturato (ricavi dalla vendita di beni e servizi) dell’esercizio 2014 come di seguito riepilogato:

    importi in migliaia di Euro

    Società 2014 2013

    Ratti S.p.A. 100.536 102.529

    Creomoda S.a.r.l. 159 199

    Ratti USA Inc. 214 241

    Ratti International Trading (Shanghai) Co. Ltd. --- ---

    S.C. Textrom S.r.l. 736 836

    Totale aggregato 101.645 103.805

    Rettifiche di consolidamento (1.186) (1.394)

    Totale consolidato 100.459 102.411

    La composizione del fatturato per tipo prodotto e per area geografica è la seguente:

    importi in migliaia di Euro

    Tipo prodotto: 2014 % 2013 % Variazione %

    Donna 47.018 46,8 47.815 46,7 (1,7)

    Uomo 19.124 19 18.856 18,4 1,4

    Prodotto Finito 28.243 28,1 30.044 29,3 (6,0)

    Arredamento 5.668 5,6 5.614 5,5 1,0

    Altri e non allocati 406 0,5 82 0,1 395,1

    Totale 100.459 100 102.411 100 (1,9)

    47,8

    18,9

    30,0

    5,60,1

    47,0

    19,1

    28,2

    5,70,4

    0,0

    10,0

    20,0

    30,0

    40,0

    50,0

    60,0

    Donna Uomo Prodotto Finito Arredamento Altri e non allocati

    Fatturato per tipo prodotto(milioni di Euro)

    2013 2014

    20

    Relazione sulla gestione

    GRUPPO RATTI

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    21

    importi in migliaia di Euro

    Area geografica: 2014 % 2013 % Variazione %

    Italia 33.958 33,8 31.970 31,2 6,2

    Europa (UE) 33.377 33,3 37.749 36,9 (11,6)

    U.S.A. 10.588 10,5 11.705 11,4 (9,5)

    Giappone 3.425 3,4 4.118 4 (16,8)

    Altri Paesi 19.111 19 16.869 16,5 13,3

    Totale 100.459 100 102.411 100 (1,9)

    L’andamento della gestione evidenzia per l’esercizio 2014 un fatturato di 100,5 milioni di Euro, in diminuzione di circa 2,0 milioni di Euro (-1,9%) rispetto all’esercizio precedente. La dinamica delle vendite è stata caratterizzata da un lato dalla flessione registrata dal Polo Prodotto Finito (-1,8 milioni di Euro, -6%), e dal Polo Donna (-0,8 milioni di Euro, -1,7%). Con riferimento alle altre aree di business, l’esercizio 2014 evidenzia la sostanziale conferma dei livelli di fatturato del 2013. Quanto all’andamento per area geografica, l’esercizio in oggetto evidenzia la diminuzione delle vendite realizzate sul mercato europeo (-4,4 milioni di Euro, - 11,6%), a cui si contrappone la crescita del mercato domestico (+2,0 milioni di Euro, +6,2%), e degli Altri Paesi (+2,2 milioni di Euro, +13,3%) con particolare riferimento al Middle East.

    31,937,7

    11,7

    4,1

    16,9

    34,0 33,4

    10,6

    3,4

    19,1

    0,0

    10,0

    20,0

    30,0

    40,0

    50,0

    Italia Europa (UE) U.S.A. Giappone Altri Paesi

    Fatturato per area geografica(milioni di Euro)

    2013 2014

    21

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    22

    Costi operativi importi in migliaia di Euro

    2014 2013

    Costi per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci 34.831 37.334

    Costi per servizi 24.069 25.763

    Costi per godimento beni di terzi 2.989 2.886

    Costi per il personale 28.537 26.967

    Altri costi operativi 1.843 1.937

    Ammortamento attrezzatura varia di stampa 1.159 1.245

    Ammortamenti 1.988 1.872

    Accantonamenti e svalutazioni 296 201

    Totale 95.712 98.205

    I costi per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci sono complessivamente in diminuzione rispetto all’esercizio 2013 di 2,5 milioni di Euro, principalmente a seguito dei minori acquisti di materie prime. I costi per servizi risultano in diminuzione rispetto all’esercizio precedente di 1,7 milioni di Euro, in relazione al decremento dei costi per lavorazioni esterne (-1,0 milioni di Euro), dei costi per consulenze (-0,5 milioni di Euro) e dei costi per utenze (-0,4 milioni di Euro). I costi per il personale ammontano per l’esercizio 2014 a 28,5 milioni di Euro, e registrano un incremento di 1,6 milioni di Euro rispetto all’esercizio 2013, collegato alla sopra citata procedura di mobilità. Il costo complessivo della manovra, comprensivo di incentivi all’esodo ed oneri collegati alla procedura, è pari a 1,7 milioni di Euro. Risultato Operativo (EBIT):

    importi in migliaia di Euro

    2014 2013

    Risultato Operativo (EBIT) 5.614 5.625

    A seguito degli elementi sopra descritti, il Risultato Operativo (EBIT) al 31 dicembre 2014 è positivo per 5,6 milioni di Euro.

    Risultato ante imposte (EBT): importi in migliaia di Euro

    2014 2013

    Risultato ante imposte (EBT) 4.797 5.193

    Il Risultato ante imposte (EBT) è pari a 4,8 milioni di Euro, e si confronta con un risultato di 5,2 milioni di Euro nel 2013, dopo aver registrato oneri finanziari netti per 817 migliaia di Euro, che si confrontano con 432 migliaia di Euro relativi all’esercizio 2013. A tale proposito si evidenzia che l’esercizio 2013 aveva registrato uno sbilancio netto delle differenze di cambio positivo per 124 migliaia di Euro, mentre nell’anno 2014 tale sbilancio risulta negativo per 234 migliaia di Euro.

    22

    Relazione sulla gestione

    GRUPPO RATTI

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    23

    Risultato dell’esercizio importi in migliaia di Euro

    2014 2013

    Risultato dell'esercizio 2.739 3.149

    Il risultato dell’esercizio è pari a 2,7 milioni di Euro, dopo aver registrato imposte sul reddito per complessivi 2,1 milioni di Euro; tale risultato si confronta con un utile di 3,1 milioni di Euro relativi all’esercizio precedente, che aveva registrato imposte per complessivi 2,0 milioni di Euro.

    Le società del Gruppo hanno contribuito a tale risultato con i seguenti risultati parziali, derivanti dai bilanci utilizzati per la predisposizione del bilancio consolidato, che vengono di seguito confrontati con gli analoghi risultati dell'anno 2013:

    importi in migliaia di Euro

    Società 2014 2013

    Ratti S.p.A. 2.753 3.173

    Creomoda S.a.r.l. (33) 5

    Ratti USA Inc. (78) (60)

    Ratti International Trading (Shanghai) Co. Ltd. (29) (28)

    S.C. Textrom S.r.l. 142 77

    Totale aggregato 2.755 3.167

    Rettifiche di consolidamento (16) (18)

    Risultato attribuibile ai soci della Controllante 2.739 3.149

    23

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    24

    Struttura patrimoniale e finanziaria La struttura patrimoniale e finanziaria del Gruppo al 31 dicembre 2014, raffrontata con quella al 31 dicembre 2013, è di seguito sinteticamente rappresentata:

    importi in migliaia di Euro

    31.12.2014 31.12.2013

    Rimanenze 21.712 22.012

    Crediti commerciali ed altri crediti 21.438 23.159

    Crediti per imposte sul reddito 41 147

    Passività correnti non finanziarie (31.241) (29.592)

    A. Capitale netto di funzionamento 11.950 15.726

    Immobili, impianti e macchinari 29.034 26.084

    Altre attività immateriali 759 736

    Altre attività non correnti 7.119 7.757

    B. Attività Fisse 36.912 34.577

    C. Trattamento fine rapporto (6.900) (7.464)

    D. Fondo per rischi ed oneri (935) (1.036)

    E. Altre Passività non correnti (986) (791)

    F. Capitale investito netto 40.041 41.012

    Coperto da: Posizione finanziaria corrente (6.561) (8.309)

    Posizione finanziaria netta non corrente 6.110 8.334

    G. Posizione finanziaria netta totale (451) 25

    H. Patrimonio netto 40.492 40.987

    I. TOTALE (G+H) 40.041 41.012

    Il capitale netto di funzionamento al 31 dicembre 2014 è pari a 12,0 milioni di Euro, e risulta complessivamente in diminuzione di 3,8 milioni di Euro rispetto ai valori registrati al 31 dicembre 2013. Tale decremento è principalmente originato: i) dalla riduzione dei crediti commerciali e degli altri crediti (-1,7 milioni di Euro); ii) dall’incremento delle altre passività non finanziarie, pari a 1,6 milioni di Euro, sostanzialmente ascrivibile alla rilevazione del debito per TFR e degli incentivi all’esodo da liquidare al personale in uscita nell’ambito della sopra citata procedura di mobilità per 2,1 milioni di Euro. Le attività fisse registrano un aumento netto di 2,3 milioni di Euro originato da un lato dall’incremento netto delle immobilizzazioni materiali e immateriali di 3,0 milioni di Euro (investimenti per complessivi 6,2 milioni di Euro ed ammortamenti per 3,0 milioni di Euro), e, dall’altro, dal decremento della altre attività non correnti di 0,6 milioni di Euro, riconducibile al decremento delle attività per imposte differite sulle perdite fiscali pregresse in relazione alla previsione di utilizzo in compensazione sugli utili fiscali dell’esercizio.

    24

    Relazione sulla gestione

    GRUPPO RATTI

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    25

    A seguito dei fenomeni sopra descritti il capitale netto investito al 31 dicembre 2014 risulta complessivamente in diminuzione rispetto al 31 dicembre 2013 di 1,0 milioni di Euro. Per l’andamento della posizione finanziaria netta si rinvia al paragrafo successivo, mentre per la riconciliazione dei dati sopra esposti con il bilancio consolidato si rinvia ai quadri di raccordo successivamente riportati. Dati Finanziari:

    La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2014 ammonta a 451 migliaia di Euro e registra un incremento di 476 migliaia di Euro. Il Free Cash Flow2 generato nel 2014 è stato pari a 3,1 milioni di Euro, con un incremento di 2,1 milioni di Euro rispetto all’esercizio precedente, nonostante la forte crescita degli investimenti. La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2014 si sostanzia come segue:

    importi in migliaia di Euro

    31.12.2014 31.12.2013

    Poste correnti:

    Cassa ed altre disponibilità liquide equivalenti 20.462 26.023

    Attività finanziarie correnti per strumenti derivati --- ---

    Passività finanziarie correnti vs. banche e altri finanziatori (13.436) (17.246)

    Passività finanziarie correnti per leasing finanziari --- ---

    Passività finanziarie per strumenti derivati (465) (468)

    Totale posizione finanziaria corrente 6.561 8.309

    Poste non correnti:

    Passività finanziarie vs. banche e altri finanziatori (6.110) (8.334)

    Passività finanziarie per leasing finanziari --- ---

    Posizione finanziaria non corrente (6.110) (8.334)

    Posizione finanziaria netta totale: 0

    Disponibilità (indebitamento) 451 (25)

    2 Free Cash Flow = Liquidità netta generata dall’attività operativa – Liquidità assorbita dall’attività di investimento

    25

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    26

    Altre informazioni Investimenti in Immobili, impianti e macchinari: Il dettaglio degli incrementi dell’esercizio, comprensivo delle riclassifiche dagli investimenti in corso, è il seguente:

    importi in migliaia di Euro

    31.12.2014 31.12.2013

    Fabbricati 402 599

    Impianti e macchinari 2.954 804

    Attrezzature 1.212 1.273

    Mobili e macchine 68 65

    Automezzi 24 56

    Investimenti in corso 1.568 974

    Totale 6.228 3.771

    di cui per leasing finanziari --- ---

    di cui acquisizioni immobili, impianti e macchinari 6.228 3.771

    Gli investimenti dell’esercizio 2014 ammontano a 6,2 milioni di Euro e riflettono la continuità della politica di investimento in tecnologie e di rinnovo degli impianti adottata dal Gruppo. Si segnalano in particolare: i) il potenziamento dei reparti lavaggio e vaporizzo per un importo di 2,6 milioni di Euro; ii) l’acquisto di attrezzature varie di stampa per 1,1 milioni di Euro; iii) investimenti in nuovi impianti di finissaggio per 1,1 milioni di Euro.

    26

    Relazione sulla gestione

    GRUPPO RATTI

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    27

    Investimenti in immobilizzazioni immateriali: I principali investimenti in immobilizzazioni immateriali sono ascrivibili alla Capogruppo e si riferiscono all’acquisto di archivi tessili per 0,1 milioni di Euro e ai costi dei sistemi e delle procedure informatiche aventi utilità pluriennale per 0,1 milioni di Euro. Ricerca - sviluppo – qualità Le attività di ricerca e sviluppo riguardano sostanzialmente la società Capogruppo. La ricerca e l’innovazione tecnologica sono orientate al miglioramento degli standard qualitativi, attraverso studi su nuove tecnologie di stampa e finissaggio, e sulla ricerca di nuovi tessuti. In questo contesto assumono particolare importanza le esigenze di servizio e flessibilità richieste dalla clientela, soprattutto in tema di rapidità di consegna dei prodotti e qualità. Si evidenzia che la società Capogruppo, nel corso dell’esercizio 2014, ha svolto attività di ricerca e sviluppo per innovazione tecnologica ed ha indirizzato i propri sforzi in particolare su progetti che si ritengono particolarmente innovativi, svolti nello stabilimento di Guanzate, denominati:

    1. Progetto 1 – attività di ricerca e sviluppo finalizzata allo studio di soluzione a carattere innovativo nell’ambito della definizione di collezioni ad ampio respiro nel settore del tessuto per abbigliamento, accessori ed arredamento;

    2. Progetto 2 – attività di ricerca e sviluppo finalizzata allo studio e sperimentazione di soluzioni tecniche e tecnologiche per il miglioramento dell’efficienza e della qualità dei processi produttivi aziendali;

    3. Progetto 3 – progetto di ricerca e sviluppo indirizzato allo studio tecnico applicativo di nuove metodologie di analisi e di processo operativo, legati ai sistemi informativi aziendali;

    4. Progetto 4 - attività di studio e ricerca finalizzata alla definizione di un baco da seta geneticamente modificato per la produzione di un filo di seta con caratteristiche microbiotiche, antibatteriche e proprietà tali da essere utilizzato in campo cosmetico, farmaceutico e tessile (SILKBIOTECH);

    5. Progetto 5 – attività di ricerca e sviluppo finalizzata alla messa a punto di processi innovativi nell’ambito della lavorazione della seta per ottimizzare i percorsi specifici operativi, nell’ottica di una maggiore efficienza di carattere qualitativo, economico ed ambientale.

    Per lo sviluppo dei progetti sopra indicati la società ha sostenuto nel corso dell’esercizio costi relativi ad attività di R&S per un valore complessivo di 2.109.371 Euro. Si confida che l’esito positivo di tali innovazioni possa generare buoni risultati in termine di fatturato con ricadute favorevoli sull’economia dell’azienda. Il costo sostenuto per le spese di Ricerca e Sviluppo di cui sopra, è stato considerato quale costo di esercizio ed imputato direttamente a Conto Economico.

    27

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    28

    Risorse umane: L’organico al 31 dicembre dettagliato per le società del Gruppo è il seguente:

    31.12.2014 31.12.2013

    Ratti S.p.A. 486 517

    Creomoda S.a.r.l. 23 23

    Ratti USA Inc. 2 2

    Ratti International Trading (Shanghai) Co. Ltd. --- ---

    S.C. Textrom S.r.l. 28 31

    Totale Gruppo 539 573

    Alla fine del 2014 il numero complessivo dei dipendenti si è decrementato rispetto al 31 dicembre 2013 di n. 35 addetti. Il decremento è collegato in particolare alla procedura di mobilità avviata dalla Capogruppo nel mese di ottobre 2014. Si evidenzia di seguito il numero totale e medio dei dipendenti suddiviso per categorie:

    31.12.2014 31.12.2013 Media Media

    2014 2013

    Dirigenti 12 13 13 13

    Quadri e Impiegati 281 298 299 304

    Intermedi e Operai 246 262 258 255

    Totale Gruppo 539 573 570 572

    Non si segnalano cause in corso per eventi significativi, quali morti, infortuni e/o malattie professionali. Ambiente Il Gruppo Ratti svolge un’attività ad impatto ambientale moderato, comunque regolata da specifiche normative. Il Gruppo considera da sempre essenziale svolgere un ruolo attivo nel processo di continua sensibilizzazione e responsabilizzazione nei confronti della salvaguardia ambientale. Il Gruppo ritiene di operare nel completo rispetto degli adempimenti e delle norme in materia ambientale, sia in fase di produzione che d’immissione dei propri prodotti sul mercato, con un costante impegno finalizzato a: • minimizzare progressivamente ogni significativo impatto ambientale legato a nuovi sviluppi

    tecnologici e/o di prodotto; • progettare adeguatamente attività, prodotti e servizi in modo da ridurre (per quanto possibile dal

    punto di vista tecnico/economico) ogni significativo impatto ambientale e rischio per la salute sia dei propri lavoratori che delle parti interessate, durante l’attività di produzione, il loro utilizzo ed il successivo smaltimento;

    • prevenire (per quanto possibile) potenziali e significativi inquinamenti, danni ambientali, incidenti/infortuni, nonché ridurre il consumo di risorse non rinnovabili.

    Verifiche ispettive, periodicamente effettuate da parte degli Enti di controllo, non hanno ad oggi portato risultati/verbali negativi, condanne, sanzioni e/o segnalazioni in merito. Non vi sono cause pregresse e/o in corso né contenziosi aperti di carattere ambientale.

    28

    Relazione sulla gestione

    GRUPPO RATTI

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    29

    Rapporti con parti correlate - Rapporti con società del Gruppo

    La capacità produttiva del Gruppo è attualmente concentrata nella società capogruppo Ratti S.p.A.. La controllata rumena S.C. Textrom S.r.l. presta attualmente servizi di lavorazione alla Capogruppo con un peso marginale sui volumi complessivi di produzione. Le altre società operative hanno prevalente natura commerciale ed operano nei settori merceologici tipici della Capogruppo, ciò comporta scambi di natura commerciale all’interno del Gruppo medesimo, che avvengono a condizioni di mercato, tenuto conto delle caratteristiche dei beni e dei servizi prestati. Il rapporto maggiormente significativo è quello relativo a Ratti Usa Inc., una filiale commerciale che percepisce a fronte della propria attività, commissioni da Ratti S.p.A. Quanto ai rapporti tra la Società Capogruppo e le altre società del Gruppo si rinvia alla nota n. 11 - Rapporti con parti correlate e all’Allegato 3 del bilancio d’esercizio della Capogruppo al 31.12.2014. - Rapporti con altre parti correlate In data 1° dicembre 2010, il Consiglio di Amministrazione della Capogruppo ha approvato la procedura che disciplina le operazioni con parti correlate, ai sensi dell’art. 2391-bis del cod.civ., del Regolamento Emittenti Consob n. 17221 del 12 marzo 2010. Tale procedura definisce le regole che disciplinano l’individuazione, l’approvazione e l’esecuzione delle operazioni con parti correlate poste in essere da Ratti S.p.A., direttamente ovvero per il tramite di società controllate, al fine di assicurarne la trasparenza e la correttezza sostanziale e procedurale. La procedura è entrata in vigore dal 1° gennaio 2011. Quanto alle operazioni avvenute nel corso dell’esercizio 2014, principalmente operazioni di natura commerciale con società del Gruppo Marzotto, si rinvia alla nota n. 11 - Rapporti con parti correlate e all’Allegato 4 del bilancio d’esercizio della società Capogruppo al 31.12.2014. ALTRE INFORMAZIONI Azioni proprie Ai sensi dei n. 3 e 4 del comma 2 art. 2428 del cod. civ., si attesta che la società Capogruppo e le altre società del Gruppo non detengono, né hanno detenuto nel corso dell’anno, azioni o quote proprie e/o di società controllanti, né nel proprio portafoglio, né tramite società fiduciaria o interposta persona, non dando luogo a nessun acquisto o alienazione di esse. Operazioni atipiche e/o inusuali Il bilancio dell’esercizio 2014 non riflette componenti di reddito e poste patrimoniali e finanziarie (positive e/o negative) derivanti da eventi o operazioni atipiche e/o inusuali. Partecipazioni dei componenti degli organi di amministrazione e controllo Quanto alle partecipazioni possedute dagli organi di amministrazione e di controllo, ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14.5.99 - art. 79, si rinvia all’Allegato 6 del Bilancio d’esercizio della società Capogruppo al 31.12.2013.

    29

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    30

    Gestione del rischio finanziario Con riferimento alla gestione del rischio finanziario, ai sensi dell’art. 2428, comma 6-bis, del cod. civ. e dell’art. 40, comma 2, lettera D-bis, del D.Lgs. 127/91, si rinvia alla nota esplicativa n. 11-Gestione del rischio finanziario del bilancio consolidato e alla nota n. 9-Gestione del rischio finanziario del bilancio d’esercizio della società Capogruppo al 31.12.2014. RISCHI E INCERTEZZE Rischi connessi alle condizioni generali dell’economia e del settore L’attività del Gruppo Ratti è esposta ai rischi legati alle condizioni generali dell’economia, caratterizzata allo stato attuale da instabilità. Gli esercizi 2008 e 2009 sono stati caratterizzati dalla congiuntura negativa che ha coinvolto l’intera economia nazionale ed internazionale, a seguito della crisi finanziaria, con un forte rallentamento dei consumi e della domanda, soprattutto del settore tessile - moda, in cui opera il Gruppo.

    Ove la debolezza della domanda e l’elevata incertezza dei mercati di riferimento si presentassero nuovamente ai livelli del biennio 2008-2009, l’attività, le strategie e le prospettive per la Società ed il Gruppo Ratti potrebbero essere negativamente condizionate, con conseguente impatto sulla situazione economica, patrimoniale e finanziaria. Rischi connessi al settore di attività del Gruppo Nel settore di attività del Gruppo non si segnalano particolari regolamentazioni o limitazioni, fatta salva la progressiva liberalizzazione dei flussi di importazione di prodotti tessili dall’est asiatico ed in particolare dalla Cina.

    Il mercato del lusso, contraddistinto da prodotti di elevata creatività, design e qualità, core business del Gruppo, rappresenta una nicchia esposta solo relativamente ai flussi di import di merci a basso prezzo e livello qualitativo modesto. Ciò vale con riferimento principalmente al mercato nazionale ed a quello europeo, mentre il mercato statunitense si mostra tradizionalmente più sensibile al fattore prezzo ed ha orientato, nel corso degli ultimi anni, quote di acquisto sempre più ampie verso produttori cinesi e asiatici in generale.

    E’ opportuno segnalare, comunque, che la crisi generale che ha colpito le principali economie mondiali a partire dall’anno 2008 ha fortemente penalizzato il settore della moda, sia per quanto riguarda il mercato interno, con una discesa repentina della fiducia dei consumatori italiani, sia per quanto riguarda i mercati esteri di sbocco, con riduzioni significative delle importazioni dall’Italia nella filiera del tessile abbigliamento.

    L’andamento futuro dei ricavi del Gruppo è quindi condizionato da un miglioramento del quadro congiunturale che ha toccato, nei primi mesi del 2009, i minimi storici. Nel 2010 e nel 2011 si è verificata la stabilizzazione ed il miglioramento degli indicatori macroeconomici generali, con il riproporsi però di un contesto di incertezza nel triennio 2012-2014, che potrebbe manifestarsi con effetti ancora negativi sull’insieme dei settori a monte della filiera a cui il Gruppo appartiene.

    Rischi connessi all’evoluzione della struttura competitiva

    Come sopra evidenziato, il settore tessile-abbigliamento è stato caratterizzato, a partire dalla seconda metà degli anni novanta, da una crescente concorrenza da parte di operatori dell’est asiatico, in particolare cinesi. Anche il settore tessile-serico, di cui il distretto comasco rappresenta l’eccellenza nel mondo, ha evidenziato una progressiva conquista di quote di mercato da parte di operatori cinesi, in particolar modo nel prodotto di cravatteria e nei mercati di sbocco più sensibili alla variazione dei prezzi di vendita, come quello statunitense.

    30

    Relazione sulla gestione

    GRUPPO RATTI

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    31

    La perdita di quote di mercato ha interessato principalmente i segmenti basso e medio del mercato, mentre il segmento del lusso, rappresentato sostanzialmente dalle case di alta moda italiane e francesi, ha risentito in misura più contenuta della pressione competitiva da parte della Cina.

    La crisi economica mondiale degli ultimi anni, comunque, riducendo i livelli di consumo in tutti i principali mercati di riferimento, ha inasprito la dinamica competitiva nell’ambito del settore tessile serico, ed anche tra gli operatori del distretto comasco.

    La riduzione dei livelli di fatturato di tutti i principali competitors del Gruppo determinerà processi di ristrutturazione nell’ambito delle singole aziende e tenderà a favorire dinamiche di aggregazione tra le stesse, modificando la struttura competitiva del settore.

    Dimensioni che consentano di sostenere una certa massa critica di attività, qualità e livelli di servizio, in termini di creatività e produzione, sempre più esasperati costituiranno i fattori economici di successo nel futuro del settore.

    Rischi connessi al mancato rispetto dei covenant finanziari previsti nei contratti di finanziamento

    La Capogruppo ha sottoscritto in data 23 febbraio 2010 con Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. ed Unicredit Corporate Banking S.p.A., un contratto di finanziamento a medio termine in più tranches di diversa durata.

    Tale contratto di finanziamento prevede il rispetto dei seguenti covenant finanziari:

    Patrimonio Netto non inferiore a 20 milioni di Euro;

    Leverage Net Gearing, ossia il rapporto tra l’indebitamento finanziario netto ed il patrimonio netto, non superiore ad 1,35.

    Il mancato rispetto di alcuni covenant finanziari comporterebbe la decadenza del beneficio del termine e determinerebbe la possibile richiesta di rimborso anticipato dell’intero finanziamento da parte delle Banche.

    Alla data di bilancio (31 dicembre 2014) i suddetti covenants risultano essere rispettati.

    Rischi connessi ai contratti di licenza

    Si segnala che Ratti S.p.A. opera quale licenziataria in esclusiva per la produzione e la commercializzazione di accessori maschili e femminili e tessuti per griffe nel mercato del lusso.

    L’eventuale mancato rinnovo dei contratti di licenza con tali griffe potrebbe comportare effetti negativi sull’attività e sulla situazione economico-patrimoniale e finanziaria del Gruppo Ratti.

    Rischi connessi alla fluttuazione dei tassi di cambio e di interesse

    Il Gruppo opera anche a livello internazionale e pertanto è esposto ai rischi di mercato connessi alla oscillazione dei tassi di cambio. Più in particolare, come più ampiamente illustrato alla nota n. 11 – Gestione del rischio finanziario, il Gruppo è esposto al rischio di cambio sulle vendite e sugli acquisti legato principalmente al dollaro statunitense (USD) e yen giapponese (JPY).

    Per la copertura del rischio su cambi il Gruppo attua una politica di copertura sulla base dei prevedibili flussi netti in valuta attesi. Le coperture vengono effettuate mediante strumenti finanziari derivati (vendite o acquisti a termine di valuta).

    Il Gruppo ha in essere finanziamenti a tasso fisso e variabile ed attua una politica di copertura del rischio tassi su indebitamento a medio-lungo termine, laddove il tasso di remunerazione del finanziamento è variabile e pertanto soggetto a variazioni di mercato. Le coperture vengono effettuate mediante strumenti finanziari derivati (solitamente contratti di interest rate swap).

    31

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    32

    Rischi di credito

    Il rischio di credito è il rischio che un cliente o una delle controparti di uno strumento finanziario causi una perdita finanziaria non adempiendo ad un’obbligazione e deriva sostanzialmente dai crediti commerciali.

    E’ politica del Gruppo l’utilizzo di strumenti volti a mitigare tale rischio, quali l’assicurazione dei crediti e sistematiche procedure di verifica sull’affidabilità dei clienti.

    Allo stato attuale non si segnalano situazioni di particolare incertezza circa la recuperabilità dei crediti iscritti in bilancio, tenuto conto delle svalutazioni effettuate.

    Quanto all’esposizione al rischio di credito a fine esercizio derivante dai crediti verso clienti per area geografica, alla loro anzianità e alla movimentazione del fondo svalutazione si rimanda alla nota esplicativa n. 7.7 - Crediti commerciali ed altri crediti al bilancio consolidato.

    Rischi relativi ai costi energetici, materie prime e semilavorati

    Il Gruppo svolge una significativa attività industriale, legata alla produzione di tessuti stampati, uniti e tinto in filo per abbigliamento, accessori, cravatteria ed arredamento, e pertanto i costi energetici (energia e gas-metano), così come i costi per acquisto di materie prime e semilavorati, rappresentano voci di costo rilevanti del conto economico del Gruppo.

    Si segnala pertanto che variazioni significative di tali costi potrebbero influenzare negativamente i risultati del Gruppo.

    A tale proposito si evidenza che in una dinamica di forti tensioni ed incrementi dei prezzi delle materie prime tessili (cotone, seta e lana) solo una parte di tali incrementi può essere riportata a valle della filiera od assorbita con una riduzione delle inefficienze e riduzioni di costi.

    Rischi connessi al personale chiave

    Il Gruppo opera in settori quali la creazione e la produzione di tessuti e prodotti confezionati di nicchia in cui il know-how, la disponibilità, la competenza e la capacità di personale specializzato rivestono un’importanza significativa.

    I risultati del Gruppo sono pertanto legati alla disponibilità di risorse con elevato know-how e grado di specializzazione.

    La perdita delle prestazioni di un numero significativo di professionisti di elevata specializzazione o di interi gruppi di lavoro dedicati a specifici settori di attività senza un’adeguata sostituzione, nonché l’incapacità di attrarre e trattenere risorse nuove e qualificate, potrebbe pertanto avere effetti negativi sulle prospettive, sull’attività e sui risultati economici e finanziari del Gruppo.

    Rischi connessi alla politica ambientale

    Il Gruppo opera in settori di attività che sono regolati da specifiche normative. Il Gruppo ritiene di aver adottato politiche e sistemi di gestione ambientale conformi alla normativa vigente, nelle diverse giurisdizioni in cui lo stesso opera.

    Tuttavia, non é possibile escludere che in futuro il mutamento degli standard richiesti in uno o più di tali giurisdizioni comporti la necessità di incrementare il livello degli investimenti nel settore ambientale e della sicurezza e che tali spese incidano negativamente sui risultati economici del Gruppo.

    32

    Relazione sulla gestione

    GRUPPO RATTI

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    33

    QUADRI DI RACCORDO Vengono di seguito riportati i quadri di raccordo tra la struttura patrimoniale e finanziaria, esposta precedentemente nelle informazioni sulla gestione ed eventi significativi del Gruppo, e le voci incluse nella situazione patrimoniale - finanziaria consolidata:

    importi in migliaia di Euro

    31.12.2014 31.12.2013

    Passività correnti non finanziarie (schema riclassificato) sono composte da:

    Debiti verso fornitori ed altri debiti (31.241) (29.592)

    Passività correnti non finanziarie (schema riclassificato) (31.241) (29.592)

    Altre attività non correnti (schema riclassificato)

    sono composte da:

    Partecipazioni 139 139

    Altre attività 454 35

    Attività per imposte differite 6.526 7.583

    Altre attività non correnti (schema riclassificato) 7.119 7.757

    Trattamento di fine rapporto (schema riclassificato)

    è composto da:

    Benefici ai dipendenti (parte non corrente) (6.900) (7.464)

    Trattamento fine rapporto (schema riclassificato) (6.900) (7.464)

    Fondi per rischi ed oneri (schema riclassificato)

    è composto da:

    Fondi per rischi ed oneri (parte non corrente) (895) (961)

    Fondi per rischi ed oneri (parte corrente) (40) (75)

    Fondi per rischi ed oneri (schema riclassificato) (935) (1.036)

    Altre passività non correnti (schema riclassificato)

    sono composte da:

    Imposte differite passive (563) (791)

    Altre passività (423) ---

    Altre passività non correnti (schema riclassificato) (986) (791)

    Posizione finanziaria netta corrente (schema riclassificato)

    è composta da:

    Cassa ed altre disponibilità liquide equivalenti 20.462 26.023

    Passività finanziarie (parte corrente) (13.901) (17.714)

    PFN corrente (schema riclassificato) 6.561 8.309

    Posizione finanziaria netta non corrente (schema riclassificato)

    è composta da:

    Passività finanziarie (parte non corrente) (6.110) (8.334)

    PFN non corrente (schema riclassificato) (6.110) (8.334)

    Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    33

    QUADRI DI RACCORDO Vengono di seguito riportati i quadri di raccordo tra la struttura patrimoniale e finanziaria, esposta precedentemente nelle informazioni sulla gestione ed eventi significativi del Gruppo, e le voci incluse nella situazione patrimoniale - finanziaria consolidata:

    importi in migliaia di Euro

    31.12.2014 31.12.2013

    Passività correnti non finanziarie (schema riclassificato) sono composte da:

    Debiti verso fornitori ed altri debiti (31.241) (29.592)

    Passività correnti non finanziarie (schema riclassificato) (31.241) (29.592)

    Altre attività non correnti (schema riclassificato)

    sono composte da:

    Partecipazioni 139 139

    Altre attività 454 35

    Attività per imposte differite 6.526 7.583

    Altre attività non correnti (schema riclassificato) 7.119 7.757

    Trattamento di fine rapporto (schema riclassificato)

    è composto da:

    Benefici ai dipendenti (parte non corrente) (6.900) (7.464)

    Trattamento fine rapporto (schema riclassificato) (6.900) (7.464)

    Fondi per rischi ed oneri (schema riclassificato)

    è composto da:

    Fondi per rischi ed oneri (parte non corrente) (895) (961)

    Fondi per rischi ed oneri (parte corrente) (40) (75)

    Fondi per rischi ed oneri (schema riclassificato) (935) (1.036)

    Altre passività non correnti (schema riclassificato)

    sono composte da:

    Imposte differite passive (563) (791)

    Altre passività (423) ---

    Altre passività non correnti (schema riclassificato) (986) (791)

    Posizione finanziaria netta corrente (schema riclassificato)

    è composta da:

    Cassa ed altre disponibilità liquide equivalenti 20.462 26.023

    Passività finanziarie (parte corrente) (13.901) (17.714)

    PFN corrente (schema riclassificato) 6.561 8.309

    Posizione finanziaria netta non corrente (schema riclassificato)

    è composta da:

    Passività finanziarie (parte non corrente) (6.110) (8.334)

    PFN non corrente (schema riclassificato) (6.110) (8.334)

    33

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    34

    RACCORDO TRA BILANCIO CONSOLIDATO E BILANCIO DELLA RATTI S.p.A.

    importi in migliaia di Euro 31.12.2014 31.12.2013

    PATRIMONIO

    NETTO RISULTATO

    NETTO PATRIMONIO

    NETTO RISULTATO

    NETTO

    Risultato netto e patrimonio netto di Ratti S.p.A. 39.778 2.753 40.338 3.173

    Eliminazione del valore di carico delle partecipazioni consolidate:

    - Valore di carico delle partecipazioni consolidate 1.631 --- 1.631 ---

    - Patrimonio netto e risultato di spettanza delle società consolidate (899) 2 (984) (6)

    - Plusvalori attribuiti ai cespiti alla data di acquisizione delle partecipate 242 (11) 253 (11)

    - Storno rivalutazione terreni e fabbricati partecipazione Rumena (246) --- (246) ---

    Eliminazione degli utili determinati da operazioni infragruppo 32 (7) 39 (7)

    Altre rettifiche minori --- --- --- ---

    Effetto fiscale sulle scritture precedenti (44) --- (44) ---

    Patrimonio netto attribuibile ai soci della Controllante 40.494 2.737 40.987 3.149

    Quota attribuibile a partecipazioni di terzi * (2) 2 --- ---

    Patrimonio netto e risultato consolidato 40.492 2.739 40.987 3.149

    (*) Le quote attribuibili a partecipazioni di terzi si riferiscono al 5% di Creomoda S.a.r.l..

    34

    Relazione sulla gestione

    GRUPPO RATTI

  • Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    35

    PREVEDIBILE EVOLUZIONE DELLA GESTIONE

    Con riferimento all’anno 2015, le più recenti stime sul settore tessile-moda evidenziano un’aspettativa di moderata crescita rispetto all’esercizio precedente. Permangono tuttavia fattori di incertezza interni ed esterni al settore, con particolare riferimento alla debolezza dei consumi interni ed alle tensioni politiche in alcune regioni del mondo, tra cui la Russia. I primi mesi del 2015 evidenziano per il Gruppo Ratti una flessione dei ricavi e degli ordini, principalmente derivante dal termine, in data 31 dicembre 2014, del contratto di licenza per la produzione e distribuzione di tessuti e accessori tessili a marchio Valentino. Si ritiene che tale flessione sarà assorbita in corso d’anno grazie ai nuovi contratti di licenza acquisiti nel 2014 e ad inizio 2015, tra cui il sopra citato Givenchy, ed alle ulteriori azioni commerciali già poste in atto, tra cui la negoziazione in stato avanzato di un accordo di licenza e distribuzione di accessori tessili con Furla, azienda specializzata nel campo della pelletteria e degli accessori, i cui benefici si concretizzeranno nel secondo semestre dell’anno. Nell’anno 2015 il Gruppo concluderà il piano di rinnovo e potenziamento del sito produttivo di Guanzate, in particolare con il completamento dei lavori relativi all’area finissaggio, dove è previsto l’avvio di un nuovo impianto entro la fine del primo semestre, e con importanti interventi per l’efficientamento energetico del parco macchine e delle strutture di servizio. FATTI DI RILIEVO SUCCESSIVI AL 31 DICEMBRE 2014

    In data 29 gennaio 2015 la Capogruppo Ratti S.p.A. ha finalizzato con Givenchy, prestigioso brand di lusso internazionale di proprietà del gruppo francese LVMH, riconosciuto nel mondo per le sue collezioni Haute Couture, Ready-to-wear e Accessories per uomo e donna, un accordo di licenza pluriennale per lo sviluppo, la produzione e la distribuzione a livello mondiale di accessori tessili maschili e femminili quali foulards, stole, sciarpe e cravatte. PROPOSTE ALL’ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

    Signori Azionisti,

    Nel sottoporre alla Vostra approvazione il Bilancio d’esercizio chiuso al 31 dicembre 2014, Vi proponiamo di destinare l’utile di esercizio di 2.752.843 Euro come segue:

    a riserva legale per 137.642 Euro; agli Azionisti tramite l’assegnazione di un dividendo pari a 0,09561978 Euro per

    azione, per complessivi 2.615.201 Euro.

    Contestualmente, sottoponiamo alla Vostra approvazione la proposta di distribuire agli azionisti l’importo aggiuntivo di 0,00438022 Euro per azione, per complessivi 119.799 Euro, tramite utilizzo della riserva disponibile per Utili portati a nuovo, in modo tale da portare il dividendo totale a complessivi 0,10 Euro per azione.

    Il dividendo avrà come data di stacco il 18 maggio 2015 (record date 19 maggio 2015) e come data di pagamento il 20 maggio 2015, e verrà corrisposto alle azioni che saranno in circolazione alla data di stacco cedola.

    **********

    Ratti S.p.A. Per il Consiglio di Amministrazione

    Il Presidente Donatella Ratti

    Guanzate, 13 marzo 2015

    Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    35

    PREVEDIBILE EVOLUZIONE DELLA GESTIONE

    Con riferimento all’anno 2015, le più recenti stime sul settore tessile-moda evidenziano un’aspettativa di moderata crescita rispetto all’esercizio precedente. Permangono tuttavia fattori di incertezza interni ed esterni al settore, con particolare riferimento alla debolezza dei consumi interni ed alle tensioni politiche in alcune regioni del mondo, tra cui la Russia. I primi mesi del 2015 evidenziano per il Gruppo Ratti una flessione dei ricavi e degli ordini, principalmente derivante dal termine, in data 31 dicembre 2014, del contratto di licenza per la produzione e distribuzione di tessuti e accessori tessili a marchio Valentino. Si ritiene che tale flessione sarà assorbita in corso d’anno grazie ai nuovi contratti di licenza acquisiti nel 2014 e ad inizio 2015, tra cui il sopra citato Givenchy, ed alle ulteriori azioni commerciali già poste in atto, tra cui la negoziazione in stato avanzato di un accordo di licenza e distribuzione di accessori tessili con Furla, azienda specializzata nel campo della pelletteria e degli accessori, i cui benefici si concretizzeranno nel secondo semestre dell’anno. Nell’anno 2015 il Gruppo concluderà il piano di rinnovo e potenziamento del sito produttivo di Guanzate, in particolare con il completamento dei lavori relativi all’area finissaggio, dove è previsto l’avvio di un nuovo impianto entro la fine del primo semestre, e con importanti interventi per l’efficientamento energetico del parco macchine e delle strutture di servizio. FATTI DI RILIEVO SUCCESSIVI AL 31 DICEMBRE 2014

    In data 29 gennaio 2015 la Capogruppo Ratti S.p.A. ha finalizzato con Givenchy, prestigioso brand di lusso internazionale di proprietà del gruppo francese LVMH, riconosciuto nel mondo per le sue collezioni Haute Couture, Ready-to-wear e Accessories per uomo e donna, un accordo di licenza pluriennale per lo sviluppo, la produzione e la distribuzione a livello mondiale di accessori tessili maschili e femminili quali foulards, stole, sciarpe e cravatte. PROPOSTE ALL’ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

    Signori Azionisti,

    Nel sottoporre alla Vostra approvazione il Bilancio d’esercizio chiuso al 31 dicembre 2014, Vi proponiamo di destinare l’utile di esercizio di 2.752.843 Euro come segue:

    a riserva legale per 137.642 Euro; agli Azionisti tramite l’assegnazione di un dividendo pari a 0,09561978 Euro per

    azione, per complessivi 2.615.201 Euro.

    Contestualmente, sottoponiamo alla Vostra approvazione la proposta di distribuire agli azionisti l’importo aggiuntivo di 0,00438022 Euro per azione, per complessivi 119.799 Euro, tramite utilizzo della riserva disponibile per Utili portati a nuovo, in modo tale da portare il dividendo totale a complessivi 0,10 Euro per azione.

    Il dividendo avrà come data di stacco il 18 maggio 2015 (record date 19 maggio 2015) e come data di pagamento il 20 maggio 2015, e verrà corrisposto alle azioni che saranno in circolazione alla data di stacco cedola.

    **********

    Ratti S.p.A. Per il Consiglio di Amministrazione

    Il Presidente Donatella Ratti

    Guanzate, 13 marzo 2015

    Relazione sulla gestione Gruppo Ratti

    35

    PREVEDIBILE EVOLUZIONE DELLA GESTIONE

    Con riferimento all’anno 2015, le più recenti stime sul settore tessile-moda evidenziano un’aspettativa di moderata crescita rispetto all’esercizio precedente. Permangono tuttavia fattori di incertezza interni ed esterni al settore, con particolare riferimento alla debolezza dei consumi interni ed alle tensioni politiche in alcune regioni del mondo, tra cui la Russia. I primi mesi del 2015 evidenziano per il Gruppo Ratti una flessione dei ricavi e degli ordini, principalmente derivante dal termine, in data 31 dicembre 2014, del contratto di licenza per la produzione e distribuzione di tessuti e accessori tessili a marchio Valentino. Si ritiene che tale flessione sarà assorbita in corso d’anno grazie ai nuovi contratti di licenza acquisiti nel 2014 e ad inizio 2015, tra cui il sopra citato Givenchy, ed alle ulteriori azioni commerciali già poste in atto, tra cui la negoziazione in stato avanzato di un accordo di licenza e distribuzione di accessori tessili con Furla, azienda specializzata nel campo della pelletteria e degli accessori, i cui benefici si concretizzeranno nel secondo semestre dell’anno. Nell’anno 2015 il Gruppo concluderà il piano di rinnovo e potenziamento del sito produttivo di Guanzate, in particolare con il completamento dei lavori relativi all’area finissaggio, dove è previsto l’avvio di un nuovo impianto entro la fine del primo semestre, e con importanti interventi per l’efficientamento energetico del parco macchine e delle strutture di servizio. FATTI DI RILIEVO SUCCESSIVI AL 31 DICEMBRE 2014

    In data 29 gennaio 2015 la Capogruppo Ratti S.p.A. ha finalizzato con Givenchy, prestigioso brand di lusso internazionale di proprietà del gruppo francese LVMH, riconosciuto nel mondo per le sue collezioni Haute Couture, Ready-to-wear e Accessories per uomo e donna, un accordo di licenza pluriennale per lo sviluppo, la produzione e la distribuzione a livello mondiale di accessori tessili maschili e femminili quali foulards, stole, sciarpe e cravatte. PROPOSTE ALL’ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

    Signori Azionisti,

    Nel sottoporre alla Vostra approvazione il Bilancio d’esercizio chiuso al 31 dicembre 2014, Vi proponiamo di destinare l’utile di esercizio di 2.752.843 Euro come segue:

    a riserva legale per 137.642 Euro; agli Azionisti tramite l’assegnazione di un dividendo pari a 0,09561978 Euro per

    azione, per complessivi 2.615.201 Euro.

    Contestualmente, sottoponiamo alla Vostra approvazione la proposta di distribuire agli azionisti l’importo aggiuntivo di 0,00438022 Euro per azione, per complessivi 119.799 Euro, tramite utilizzo della riserva disponibile per Utili portati a nuovo, in modo tale da portare il dividendo totale a complessivi 0,10 Euro per azione.

    Il dividendo avrà come data di stacco il 18 maggio 2015 (record date 19 maggio 2015) e come data di pagamento il 20 maggio 2015, e verrà corrisposto alle azioni che saranno in circolazione alla data di stacco cedola.

    **********

    Ratti S.p.A. Per il Consiglio di Amministrazione

    Il Presidente Donatella Ratti

    Guanzate, 13 marzo 2015

    35

  • FOTOGRAFIA

  • BILANCIOCONSOLIDATO

    AL31DICEMBRE2014

    GRUPPO RATTI

  • Bilancio consolidato al 31 dicembre 2014

    Gruppo Ratti

    38

    SITUAZIONE PATRIMONIALE-FINANZIARIA

    importi in migliaia di Euro

    ATTIVITA’ Note 31.12.2014 31.12.2013

    Immobili, impianti e macchinari 7.1 29.034 26.084

    Altre attività immateriali 7.2 759 736

    Partecipazioni 7.3 139 139

    Altre attività 7.4 454 35

    Attività per imposte differite 7.5 6.526 7.583

    ATTIVITA’ NON CORRENTI 36.912 34.577

    Rimanenze 7.6 21.712 22.012

    Crediti commerciali ed altri crediti 7.7 21.438 23.159

    di cui verso parti correlate 261 209

    Crediti per imposte sul reddito 7.8 41 147

    Cassa e altre disponibilità liquide equivalenti 7.9 20.462 26.023

    ATTIVITA’ CORRENTI 63.653 71.341

    TOTALE ATTIVITA’ 7. 100.565 105.918

    importi in migliaia di Euro

    PATRIMONIO NETTO E PASSIVITA’ Note 31.12.2014 31.12.2013

    Capitale sociale 11.115 11.115

    Altre riserve 18.440 18.778

    Utili/(Perdite) a nuovo 8.200 7.945

    Risultato dell'esercizio 2.739 3.149

    Patrimonio attribuibile ai soci della Controllante 40.494 40.987

    Quota attribuibile a partecipazioni di terzi (2) ---

    PATRIMONIO NETTO 8.1 40.492 40.987

    Passività finanziarie 8.2 6.110 8.334

    Fondi per rischi ed oneri 8.3 895 961

    Benefici ai dipendenti 8.4 6.900 7.464

    Passività per imposte differite 8.5 563 791

    Altre passività 8.6 423 ---

    PASSIVITA’ NON CORRENTI 14.891 17.550

    Passività finanziarie 8.2 13.901 17.714

    Debiti verso fornitori ed altri debiti 8.7 31.241 29.592

    di cui verso parti correlate 2.427 2.167

    Fondi per rischi ed oneri 8.3 40 75

    Debiti per imposte sul reddito 8.8 --- ---

    PASSIVITA’ CORRENTI 45.182 47.381

    TOTALE PASSIVITA' 60.073 64.931

    TOTALE PATRIMONIO NETTO E PASSIVITA’ 8. 100.565 105.918

    38

    Bilancio consolidato al 31 dicembre 2014

    GRUPPO RATTI

  • Bilancio consolidato al 31 dicembre 2014

    Gruppo Ratti

    39

    PROSPETTO CONSOLIDATO DELL’UTILE/(PERDITA) D’ESERCIZIO

    importi in migliaia di Euro

    Note 2014 2013

    Valore della produzione e altri proventi 101.326 103.830

    Ricavi dalla vendita di beni e servizi 10.1 100.459 102.411

    di cui verso parti correlate 516 219

    Variazione delle rimanenze di prodotti finiti e semilavorati (651) 21

    Altri ricavi e proventi 10.2 1.518 1.398

    di cui verso parti correlate 162 167

    Costi operativi (95.712) (98.205)

    Per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci 10.3 (34.831) (37.334)

    di cui da parti correlate (4.567) (3.543)

    Per servizi 10.4 (24.069) (25.763)

    di cui da parti correlate (766) (847)

    Per godimento beni di terzi 10.5 (2.989) (2.886)

    Costi per il personale 10.6 (28.537) (26.967)

    di cui da parti correlate (4) ---

    di cui non ricorrenti (1.686) Altri costi operativi 10.7 (1.843) (1.937)

    di cui da parti correlate (23) (33)

    Ammortamento attrezzatura varia di stampa 10.8 (1.159) (1.245)

    Ammortamenti 10.8 (1.988) (1.872)

    Accantonamenti e svalutazioni 10.9 (296) (201)

    RISULTATO OPERATIVO 5.614 5.625

    Proventi finanziari 10.10 1.204 1.522

    Oneri finanziari 10.10 (2.021) (1.954)

    RISULTATO ANTE IMPOSTE 4.797 5.193

    Imposte sul reddito dell'esercizio 10.11 (2.060) (2.044)

    RISULTATO DELL'ESERCIZIO 2.737 3.149

    Attribuibile a: Partecipazioni di terzi 2 ---

    Soci della Controllante 2.739 3.149

    UTILE (PERDITA) PER AZIONE 10.12 0,10 0,12

    UTILE (PERDITA) PER AZIONE DILUITO 10.12 0,10 0,12

    39

  • Bilancio consolidato al 31 dicembre 2014

    Gruppo Ratti

    40

    PROSPETTO CONSOLIDATO DELLE ALTRE COMPONENTI DEL CONTO ECONOMICO COMPLESSIVO

    importi in migliaia di Euro Note 2014 2013

    RISULTATO DELL'ESERCIZIO (A) 2.737 3.149

    Altre componenti di conto economico complessivo: Altre componenti di conto economico complessivo

    che saranno successivamente riclassificate

    nell'utile/perdita d'esercizio:

    - Differenze di conversione di bilanci esteri

    81 (17)

    Imposte sul reddito --- ---

    81 (17)

    - (Perdita)/utile netto da cash flow hedge (311) 360 Imposte sul reddito 85 (99)

    (226) 261

    Totale altre componenti di conto economico

    complessivo che saranno successivamente

    riclassificate nell'utile/perdita d'esercizio al netto delle imposte (145) 244

    Altre componenti di conto economico complessivo che non saranno successivamente riclassificate nell'utile/perdita d'esercizio: - (Perdita)/utile da rivalutazione su piani a benefici definiti (485) (42)

    Imposte sul reddito 133 12

    (352) (30)

    Totale altre componenti di conto economico complessivo che non saranno successivamente riclassificate nell'utile/perdita d'esercizio al netto delle imposte (352) (30)

    Totale altre componenti di conto economico complessivo al netto delle imposte (B) (497) 214 TOTALE UTILE/(PERDITA) COMPLESSIVA CONSOLIDATA AL NETTO DELLE IMPOSTE (A+B) 2.240 3.363

    Attribuibile a: - Partecipazioni di terzi (2) ---

    - Soci della Controllante 2.242 3.363

    40

    Bilancio consolidato al 31 dicembre 2014

    GRUPPO RATTI

  • Bilancio consolidato al 31 dicembre 2014

    Gruppo Ratti

    41

    PROSPETTO DELLE VARIAZIONI DEL PATRIMONIO NETTO

    importi in migliaia di Euro Note Capitale

    sociale Rirerva Legale

    Riserva sovrapprezzo

    azioni

    Riserva di Cash Flow Hedging

    Riserva per rimisurazione

    piani per dipendenti a

    benefici definiti (IAS19)

    Riserva di FTA

    Riserva di conversione

    Utili (Perdite a

    nuovo)

    Risultato dell'esercizio

    Totale PN del Gruppo

    Partecipa-zioni di

    terzi

    Totale PN consolidato del Gruppo e dei

    terzi

    SALDI AL 1° GENNAIO 2014 11.115 797 16.834 (179) (601) 1.731 196 7.945 3.149 40.987 0 40.987

    Variazioni del patrimonio netto nel periodo dal 01/01 al 31/12:

    1 – Variazione per transazioni

    --- --- con i soci:

    2 – Destinazione del risultato

    dell’esercizio precedente - a Riserva Legale 159 (159) --- --- - a Dividendi (2.735) (2.735) (2.735)

    - a Utile a nuovo 255 (255) --- ---

    Totale destinazione risultato dell'esercizio precedente 159

    0 0

    255 (3.149) (2.735) (2.735)

    3 – Risultato complessivo

    dell'esercizio:

    - Risultato dell'esercizio 2.739 2.739 (2) 2.737

    - Var. netta della riserva piani per dipendenti a benefici definiti

    (352)

    (352) --- (352)

    - Var. netta della riserva di Cash Flow Hedging

    (226) (226) --- (226)

    - Variazione netta della riserva di conversione 81 81 --- 81

    Totale risultato complessivo dell'esercizio

    (226) (352)

    81 2.739 2.242 (2) 2.240

    SALDI AL 31 DICEMBRE 2014 8.1 11.115 956 16.834 (405) (953) 1.731 277 8.200 2.739 40.494 (2) 40.492

    importi in migliaia di Euro

    Note Capitale sociale

    Rirerva Legale

    Riserva sovrapprezzo

    azioni

    Riserva di Cash Flow Hedging

    Riserva per rimisurazione

    piani per dipendenti a

    benefici definiti (IAS19)

    Riserva di FTA

    Riserva di conversione

    Utili (Perdite a

    nuovo)

    Risultato dell'esercizio

    Totale PN del Gruppo

    Partecipa-zioni di

    terzi

    Totale PN consolidato

    del Gruppo e dei terzi

    SALDI AL 1° GENNAIO 2013 11.115 555 16.834 (440) (571) 1.633 213 6.709 4.311 40.359 0 40.359

    Variazioni del patrimonio netto nel periodo dal 01/01 al 31/12:

    1 – Variazione per transazioni

    --- --- con i soci:

    2 – Destinazione del risultato

    dell’esercizio precedente - a Riserva Legale 242 (242) --- ---

    - a Dividendi (2.735) (2.735) (2.735)

    - a Utile a nuovo 1.334 (1.334) --- ---

    Totale destinazione risultato dell'esercizio precedente 242

    0 0

    1.334 (4.311) (2.735) (2.735)

    3 – Risultato complessivo

    dell'esercizio:

    - Risultato dell'esercizio 3.149 3.149 --- 3.149

    - Var. netta della riserva piani per dipendenti a benefici definiti

    (30)

    (30) --- (30)

    - Var. netta della riserva di Cash Flow Hedging

    261 261 --- 261

    - Variazione netta della riserva di conversione (17) (17) --- (17)

    Totale risultato complessivo dell'esercizio

    261 (30)

    (17) 3.149 3.363 0 3.363

    SALDI AL 31 DICEMBRE 2013 8.1 11.115 797 16.834 (179) (601) 1.633 196 8.043 3.149 40.987 0 40.987

    Bilancio consolidato al 31 dicembre 2013

    Gruppo Ratti

    37

    PROSPETTO CONSOLIDATO DELLE ALTRE COMPONENTI DEL CONTO ECONOMICO COMPLESSIVO

    importi in migliaia di Euro Note 2013 2012

    RISULTATO DELL'ESERCIZIO (A) 3.149 4.310

    Altre componenti di conto economico complessivo: Altre componenti di conto economico complessivo

    che saranno successivamente riclassificate

    nell'utile/perdita d'esercizio:

    - Differenze di conversione di bilanci esteri

    (17) 42

    Imposte sul reddito --- ---

    (17) 42

    - (Perdita)/utile netto da cash flow hedge 360 (161) Imposte sul reddito (99) 44

    261 (117)

    Totale altre componenti di conto economico

    complessivo che saranno successivamente

    riclassificate nell'utile/perdita d'esercizio al netto delle imposte 244 (75)

    Altre componenti di conto economico complessivo che non saranno successivamente riclassificate nell'utile/perdita d'esercizio: - (Perdita)/utile da rivalutazione su piani a benefici definiti (42) (849)

    Imposte sul reddito 12 234

    (30) (615)

    Totale altre componenti di conto economico complessivo che non saranno successivamente riclassificate nell'utile/perdita d'esercizio al netto delle imposte (30) (615)

    Totale altre componenti di conto economico complessivo al netto delle imposte (B) 214 (690) TOTALE UTILE/(PERDITA) COMPLESSIVA CONSOLIDATA AL NETTO DELLE IMPOSTE (A+B) 3.363 3.620

    Attribuibile a: - Partecipazioni di terzi --- (1)

    - Soci della Controllante 3.363 3.621

    Bilancio consolidato al 31 dicembre 2013

    Gruppo Ratti

    38

    PROSPETTO DELLE VARIAZIONI DEL PATRIMONIO NETTO

    importi in migliaia di Euro Note Capitale

    sociale Rirerva Legale

    Riserva sovrapprezzo

    azioni

    Riserva di Cash Flow Hedging

    Riserva per rimisurazione

    piani per dipendenti a

    benefici definiti (IAS19)

    Riserva di FTA

    Riserva di conversione

    Utili (Perdite a

    nuovo)

    Risultato dell'esercizio

    Totale PN del Gruppo

    Partecipa-zioni di

    terzi

    Totale PN consolidato

    del Gruppo e dei terzi

    SALDI AL 1° GENNAIO 2013 11.115 555 16.834 (440) (571) 1.731 213 6.611 4.311 40.359 0 40.359

    Variazioni del patrimonio netto nel periodo dal 01/01 al 31/12:

    1 – Variazione per transazioni

    --- --- con i soci:

    2 – Destinazione del risultato

    dell’esercizio precedente - a Riserva Legale 242 (242) --- ---

    - a Dividendi (2.735) (2.735) (2.735) - a Utile a nuovo 1.334 (1.334) --- ---