PULMONARY ENDARTERECOTMY Surgical technique Piero M.Mikus Az.Ospedaliera e Universitaria...

Click here to load reader

download PULMONARY ENDARTERECOTMY Surgical technique Piero M.Mikus Az.Ospedaliera e Universitaria S.Orsola-MalpighiBologna

of 25

  • date post

    01-May-2015
  • Category

    Documents

  • view

    220
  • download

    1

Embed Size (px)

Transcript of PULMONARY ENDARTERECOTMY Surgical technique Piero M.Mikus Az.Ospedaliera e Universitaria...

  • Slide 1
  • PULMONARY ENDARTERECOTMY Surgical technique Piero M.Mikus Az.Ospedaliera e Universitaria S.Orsola-MalpighiBologna
  • Slide 2
  • CTEPH Progressive and fatal right vent. failure
  • Slide 3
  • Ipertensione Polmonare Cronica Tromboembolica PEA PEA 3500 casi nel mondo (1991-2004) (1991-2004) Sopravvivenza Sopravvivenza 3 mesi 95% - 76% 5 anni 75% - 80% TX Polmone TX Polmone Sopravvivenza Sopravvivenza LT LT 3 mesi 72% 3 mesi 72% 5 anni 44% 5 anni 44% HLT HLT 3 mesi 72% 3 mesi 72% 5 anni 41% 5 anni 41%
  • Slide 4
  • PULMONARY ENDOARTERECTOMY (PEA) Indicazioni chirurgiche Indicazioni chirurgiche - Ipertensione polmonare cronica trombo- embolica con stenosi o ostruzioni dei rami polmonari prossimali (lobari o segmentali) - Classe funzionale NYHA III - IV - PVR medie preoperatorie 4 - 12,5 WU
  • Slide 5
  • Nazzareno Gali - Istituto Cardiologia Universit di Bologna
  • Slide 6
  • Paola Bertaccini Radiologia III Ospedale S.Orsola-Bologna Paola Bertaccini- Radiologia III- S.Orsola. BO
  • Slide 7
  • Paola Bertaccini Radiologia III Ospedale S.Orsola-Bologna Paola Bertaccini- Radiologia III- S.Orsola. BO
  • Slide 8
  • Paola Bertaccini Radiologia III Ospedale S.Orsola-Bologna
  • Slide 9
  • Arterie bronchiali Paola Bertaccini Radiologia III Ospedale S.Orsola-Bologna
  • Slide 10
  • Tommaso Bartalena - Radiologia III S.Orsola-Bologna
  • Slide 11
  • PEA Strategia Chirurgica Il problema da risolvere era il circolo bronchiale refluo Il problema da risolvere era il circolo bronchiale refluo Dal 1990 si adottano uno o due arresti di circolo a 18-20C inferiori ai 20 min ciascuno ( media complessiva riferita 36+/-11 min) Dal 1990 si adottano uno o due arresti di circolo a 18-20C inferiori ai 20 min ciascuno ( media complessiva riferita 36+/-11 min)
  • Slide 12
  • PEA Strategia Chirurgica SVANTAGGI SVANTAGGI - Aumento delle resistenze vascolari - Riduzione della portata cardiaca -Emoconcentrazione ed aumento della viscosit ematica ( microembolie) ( microembolie) - Ridotta capacit coagulativa - Ridotta perfusione dorgano
  • Slide 13
  • PEA Strategia Alternativa SCOPO SCOPO Ottenere un campo esangue in ipotermia moderata METODO Priming nobile Priming nobile Creazione di una depressione nelle cavit sn. Creazione di una depressione nelle cavit sn. Modulazione della portata in base SVO2 Modulazione della portata in base SVO2 Riperfusione a bassa pressione Riperfusione a bassa pressione
  • Slide 14
  • PEA Schema del circuito di CEC
  • Slide 15
  • 2005 Ott.2006 PEA Incremento attivit
  • Slide 16
  • PEA Esperienza personale Giugno 2004-Ottobre 2006 N Pazienti 25 N Pazienti 25 Et 61.6 ( 26 - 81 anni) Et 61.6 ( 26 - 81 anni) Sesso M/F 11/14 Sesso M/F 11/14 NYHA IV 11 NYHA IV 11 NYHA III 14 NYHA III 14 IT severa 12 IT severa 12 IT moderata 12 IT moderata 12 Protesi Tricuspidalica 1 Protesi Tricuspidalica 1 Pregressa Tromboflebite AAII 18 Pregressa Tromboflebite AAII 18 Cateteri a permanenza 3 Cateteri a permanenza 3 RVP > 1000 dyn/sec/cm.-5) 10 RVP > 1000 dyn/sec/cm.-5) 10 Scompenso Cardiaco 1 Scompenso Cardiaco 1 Lesioni Monopolmonari 2 Lesioni Monopolmonari 2 O2 Domiciliare 13 O2 Domiciliare 13
  • Slide 17
  • PEA Esperienza personale Giugno 2004-Ottobre 2006 Conduzione CEC Temperatura media 25.4C (21-28 SD 2.1) Tempo di CEC minuti 275.7 (171-427 SD 54.5) Arresto CC 1 Caso ( 8 a 21C) Ventilazione Media (h) 31.9 (12-78 SD 20)
  • Slide 18
  • Cuore Polmonare Cronico
  • Slide 19
  • Slide 20
  • MACROSCOPIC SPECIMEN
  • Slide 21
  • Slide 22
  • different degree of medial layer thickness Ornella Leone, Insitute of Pathology, S.Orsola Hospital of Bologna
  • Slide 23
  • PEA Esperienza personale Giugno 2004-Ottobre 2006 Morbilit e Mortalit Emorragia postoperatoria 2 ECMO 3 Infezioni Polmonari 2 Decessi a 30 gg. 1 (IMA)
  • Slide 24
  • PEA Valutazione emodinamica IMMEDIATO POST.OP p = 0,0001 FOLLOW UP A 5 MESI (18 PZ.) P. 0,0001 750283 4825 713 314 13/18 < 4 uw 12/18 < 25 48 25
  • Slide 25
  • PEA Conclusioni Esperienza iniziale con buoni risultati immediati e a distanza Esperienza iniziale con buoni risultati immediati e a distanza Non induce alcuna ischemia dorgano Non induce alcuna ischemia dorgano E sempre possibile convertire la nostra strategia in un AC ( 1 /25) E sempre possibile convertire la nostra strategia in un AC ( 1 /25) Crea un campo esangue e consente un intervento radicale Crea un campo esangue e consente un intervento radicale