PIANO DI LAVORO ANNUALE · nome tradizionale e IUPAC ad un composto. Contenuti: ... abratri ˝ ec...

Click here to load reader

  • date post

    11-May-2019
  • Category

    Documents

  • view

    214
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of PIANO DI LAVORO ANNUALE · nome tradizionale e IUPAC ad un composto. Contenuti: ... abratri ˝ ec...

PIANO DI LAVORO ANNUALE Classe _2D Disciplina: Laboratorio di chimica A.S. _2017/2018 Docente: Prof.ssa Licia Segala

Ore settimanali: 1

Libro di testo: fotocopie e dispense fornite dallInsegnante, : Libro di Testo: DC Dimensione Chimica Atomi e Molecole Ed. G. d'Anna

Analisi della situazione di partenza della classe La classe formata da 22 studenti: 9 maschi e 13 femmine. Dalle prime rilevazioni la classe risulta carente nella preparazione di laboratorio, per quanto riguarda la conoscenza delle varie tecniche operative. Sar cura degli insegnanti illustrare dettagliatamente le varie sequenze e seguire gli alunni con assiduit durante lattivit pratica, anche in visione del fatto che un gruppo di essi risulta vivace e tende a distrarsi.

Progettazione disciplinare

Itrduie ripass (entro ottobre)

Sicurezza in laboratorio Etichettatura delle sostanze, simboli di pericolosit, frasi H,P (ex R,S) Uso del quaderno di laboratorio Vetreria di uso generale

Modulo 1 Legami Chimici (entro novembre) Prerequisiti: La configurazione elettronica e le propriet periodiche degli elementi. Obiettivi: Descrivere la formazione del legame ionico e del legame covalente; prevedere il tipo di legame che si forma tra due atomi; giustificare libridazione degli orbitali; rappresentare le formule di struttura di Lewis; prevedere la geometria e la polarit di una molecola; esaminare la natura del legame metallico; analizzare le interazioni che si stabiliscono tra molecole. Contenuti: Legame chimico; legame ionico; molecole; legame covalente; ibridazione; formule di struttura di Lewis; geometria molecolare; polarit delle molecole; legame metallico; legami chimici secondari. Competenze minime: Spiegare la stabilit dei gas nobili. Prevedere la formazione di ioni monoatomici dei gruppi principali. Prevedere la formula di un composto ionico binario e gli ioni che lo compongono. Giustificare la regola dellottetto. Prevedere il tipo di legame in base alla differenza di elettronegativit tra i due atomi. Saper scrivere la formula di Lewis di semplici molecole. Prevedere a quali attrazioni intermolecolari pu dar luogo una certa molecola. Spiegare le propriet fisiche delle sostanze sulla base delle attrazioni intermolecolari e della struttura.

abratri I egae chiic degi ageuri di arget Parit dee ece Saggi di iscibiit e subiit

Modulo 2 Nomenclatura dei composti inorganici (entro dicembre) Prerequisiti: Struttura della tavola periodica. Obiettivi: Definire e calcolare il numero di ossidazione; rappresentare la formule chimica di un composto; assegnare il nome tradizionale e IUPAC ad un composto. Contenuti: Formule chimiche; la nomenclatura chimica dei composti binari e non binari; i composti del cromo e del manganese. Competenze minime: Dal nome saper scrivere la formula dei composti e viceversa. Saper assegnare il nome dei composti partendo dalla conoscenza dei numeri di ossidazione degli elementi.

abratri ecatura chiica Modulo 3 Stechiometria dei composti chimici (entro dicembre) Prerequisiti: Distinguere massa atomica relativa e assoluta. Obiettivi: Definire la mole; applicare il valore della costante di Avogadro nel calcolo stechiometrico; stabilire la composizione percentuale degli elementi in un composto; determinare la formula minima e molecolare di un composto. Contenuti: Numero di Avogadro; la mole; determinazione della composizione percentuale degli elementi in un composto; determinare la formula minima e molecolare di un composto. Competenze minime: Calcolare la massa molare di una sostanza. Descrivere il significato della mole. Saper usare la mole come unit di misura della quantit di sostanza. Eseguire semplici conversioni fra massa, moli, numero di particelle. Calcolare la composizione percentuale in massa di elementi in un composto. Ricavare la formula minima e molecolare di un composto date le % degli elementi e la massa molare.

abratri Deteriaie dea assa di sstae espressa i i Modulo 4 Stati fisici della materia (entro Gennaio) Prerequisiti: Conoscere le grandezze fisiche, concetto di sistema, fase, sostanze pure. Obiettivi: Determinare le propriet degli aeriformi, dei liquidi e dei solidi; analizzare i passaggi di stato. Contenuti: variabili dei gas; gas ideali; leggi dei gas ideali; equazione di stato dei gas ideali; densit di un gas; vapori e gas; evaporazione; tensione superficiale, viscosit capillarit; solidi cristallini; solidi amorfi; cristalli liquidi; plasma; passaggi di fase; fusione e vaporizzazione; condensazione e solidificazione; sublimazione. Competenze minime: Descrivere le caratteristiche fondamentali dei tre stati fisici della materia a livello macroscopico e particellare. Applicare le leggi dei gas. Svolgere calcoli con il volume molare. Svolgere calcoli stechiometrici con i gas.

abratri egge di diffusie dei gas

Modulo 5 Le Soluzioni (entro Gennaio)

Prerequisiti: Solide conoscenze degli argomenti del 1 anno. Obiettivi: Avere un quadro sistematico e operativo delle soluzioni in particolare acquose. Gestire in modo quantitativo l'argomento. Contenuti: Soluzioni, solventi, soluto. Soluzioni gassose. Soluzioni gas/liquido e Llquido/liquido. Miscibilit. Soluzioni di solido in liquido. Effetti della miscibilit soluzioni solide. Concentrazione. Competenze minime: Saper interpretare i valori di composizione. Esprimere la concentrazione di soluzioni. Padroneggiare l'argomento nei suoi fondamentali.

abratri Preparaie di suii ae varie ccetraii per pesata e diuiie iscibiit dei iquidi Effett teric dea dissuie di u sid i acqua Modulo 6 Reazioni Chimiche (entro Febbraio) Prerequisiti: Riconoscere atomi, molecole, composti, avere confidenza col peso molecolare e simili grandezze. Obiettivi: Assegnare i coefficienti a una equazione chimica. Identificare il tipo. Rappresentare una reazione mediante una equazione. Calcolare le quantit con qui reagenti e prodotti partecipano a una reazione. Calcolo di rese. Contenuti: Reazioni Chimiche. Classificazione delle stesse. Stechiometria. Competenze minime: In accordo agli obiettivi principali.

abratri Varie reaii chiiche Modulo 7 Termodinamica Chimica (entro Marzo) Prerequisiti: Idonea conoscenza del modulo precedente. Obiettivi: Discutere del calore di reazione. Analizzare gli scambi di energia in una reazione. Esaminare il 1 e 2 principio della termodinamica. Specificare le variazioni di entalpia. Giustificare la legge di Hess e utilizzarla per semplici calcoli. Prevedere la variazione di entropia per semplici trasformazioni fisiche e chimiche. Esaminare l'equazione di Gibbs e utilizzare le grandezze termodinamiche per per prevedere la spontaneit di una reazione. Contenuti:

Energia delle reazioni chimiche. Calore di reazione. Reazioni esotermiche e endotermiche. 1 principio della termodinamica. Entalpia. Legge di Hess. Processi spontanei. 2 principio della termodinamica. Entropia. Energia libera. Competenze minime: In accordo agli obiettivi principali.

abratri Reaii esteriche ed edteriche Verifica sperietae dea egge di Hess

Modulo 8 Cinetica Chimica (entro Aprile) Prerequisiti: Idonea conoscenza del modulo precedente. Obiettivi: Definire l'espressione della velocit di reazione. Esaminare le reazioni in relazione alla teoria delle collisioni e del complesso attivato. Analizzare il decorso energetico di una reazione. Precisare i fattori da cui dipende la velocit di reazione.

Contenuti: Velocit di reazione. Velocit istantanea. Dinamica delle reazioni. Fattori che influenzano la velocit di reazione. Competenze minime: In accordo agli obiettivi principali.

abratri Studi sperietae dea vecit di reaie Modulo 9 Equilibrio Chimico (entro Maggio) Prerequisiti: Idonea conoscenza dei moduli precedenti. Obiettivi: Definire il significato di equilibrio. Precisare in quali modi pu essere definita la costante di equilibrio. Impiego del quoziente di reazione per per prevedere la direzione di una reazione. Impiegare la costante di equilibrio per il calcolo delle concentrazioni dei componenti di una reazione. Prevedere come si sposta l'equilibrio in base al principio di Le Chatelier. Contenuti:

Reazioni reversibili e irreversibili. Costante di equilibrio. Interpretazione termodinamica dell'equilibrio. Principio di Le Chatelier. Reazioni a completamento. Competenze minime: In accordo agli obiettivi principali.

abratri Studi sperietae deifuea dea variaie dei reageti suequiibri chiic Modulo 10 Equilibri in soluzione acquosa (entro Maggio) Prerequisiti: Idonea conoscenza del modulo precedente. Obiettivi: rappresentare le reazioni di dissociazione ionica. Esaminare acidi e basi secondo Arrhenius e Brnsted-Lowry. Identificare coppia coniugata acido/base. Correlare la forza di un acido con le costanti Ka e Kb. Definire e calcolare il pH di una soluzione. Prevedere la natura acida o basica di un sale. Analizzare come lavorano le soluzioni tampone. Utilizzare Kps per calcolare la solubilit di un sale. Contenuti: Elettroliti. Acidi e basi. Teoria di Arrhenius. Teoria di Brnsted-Lowry. Acidi e basi forti e deboli. Teoria di Lewis. Dissociazione dell'acqua. Soluzioni acidi, basiche, neutre. Costante di dissociazione. pH. Neutralizzazione. Titolazione. Idrolisi salina. Soluzioni tampone. Competenze minime: In accordo agli obiettivi principali.

abratri Deteriaie dea cstate di dissciaie di u acid debe Metodologia e strumenti didattici Metodologia: Lezione introduttiva/integrativa allattivit, attivit di laboratorio, problem solving, discussioni collettive. Strumenti didattici: Dispense di laboratorio, tabelle, grafici, strumentazione in dotazione, PC. Verifica e Valutazione: criteri e strumenti Relazioni sulle prove eseguite, prove di manualit, verifiche scritte. Data, 29/11/2017 Linsegnante

Licia Segala