LInFA – Luogo per Infanzia Famiglie e Adolescenza · 1 LInFA – Luogo per Infanzia Famiglie e...

of 44 /44
1 LInFA – Luogo per Infanzia Famiglie e Adolescenza Percorsi educativi e culturali per alunne e alunni Scuole Secondarie di 2°grado Anno scolastico 2016/17

Transcript of LInFA – Luogo per Infanzia Famiglie e Adolescenza · 1 LInFA – Luogo per Infanzia Famiglie e...

1

LInFA – Luogo per Infanzia Famiglie e Adolescenza

Percorsi educativi e culturali

per alunne e alunni

Scuole Secondarie di 2°grado

Anno scolastico 2016/17

2

3

Scuola Bene Comune, formazione e progetti per una comunità che si educa e impara. Per il secondo anno dopo la firma del nuovo “Patto per la Scuola” , che regola i rapporti tra il Comune di Casalecchio di Reno e i sei istituti del nostro territorio, vi presentiamo il lavoro corposo prodotto da LInFA per ampliare le possibilità dell'offerta formativa territoriale. E' un panorama ricco di idee e opportunità, che mira a valorizzare le competenze di tanti esperti e realtà culturali e socio-educative della nostra comunità e non solo, che è finalizzato a semplificare il lavoro amministrativo degli istituti e che prova a favorire una programmazione più consapevole di insegnanti e famiglie. Crediamo molto nella possibilità che tutti possano contribuire a rendere più forte il percorso educativo e scolastico dei nostri bambini e delle nostre bambine, per costruire competenze, consapevolezze, appartenenze; lo facciamo con molti progetti che si rinnovano ogni anno con la collaborazione reciproca e provando anche a intercettare nuove esperienze e buone pratiche. Sembra solo un catalogo, ma è soprattutto un approccio, una prassi costante, che i servizi del Comune di Casalecchio di Reno utilizzano da tempo, convinti che il ruolo degli enti locali non si esaurisca nei dettati legislativi, ma debba incrociare bisogni e fornire opportunità di crescita pedagogica ad insegnanti e genitori. La politica locale promuove da sempre queste scelte, ma i risultati diventano permanenti solo se gli operatori perseguono e reinventano ogni giorno questa missione pubblica, e di questo dobbiamo rendere merito agli uffici dell'Assessorato Saperi e Nuove Generazioni e tutti i servizi coinvolti. In occasione di questa pubblicazione, però, desidero soprattutto ringraziare Patrizia Guerra, per una vita professionale spesa con passione e competenza dentro queste sfide educative.

Fabio Abagnato Assessore Saperi e Nuove Generazioni

SCUOLA BENE COMUNE presenta le offerte formative per le scuole e le famiglie, rivolgendosi agli adulti del territorio distrettuale e alle classi di ogni ordine e grado del Comune di Casalecchio di Reno. I progetti sono suddivisi per aree tematiche e i titoli proposti dal Comune sono affiancati dallo stemma comunale. Per informazioni e prenotazioni riferirsi ai contatti presenti in ogni singola scheda attività. Coordina il progetto il Servizio LInFA – Luogo per l’Infanzia, le Famiglie, l’Adolescenza, il polo progettuale e di servizi dell’Amministrazione Comunale che nasce dalla sinergia tra CDP – Centro Documentazione Pedagogico e Centro per le Famiglie, in collaborazione con l’Istituzione Casalecchio delle Culture. Ci scusiamo per eventuali errori e/o omissioni.

4

INDICE

Proposte dei Servizi del Comune

Proposte di soggetti esterni

AREA TITOLO A CURA DI COSTO ORARIO

PAG

21 Marzo: lezione di pace

Percorsi di Pace

gratuito

6

Raccolta di manifesti pacifisti

Percorsi di Pace

gratuito

6

Musica e cultura

Percorsi di Pace

gratuito

7

Scolasticamente scorretto

Spazio ECO

€ 58

8

Form

azio

ne c

ivile

In uscita libera

Spazio ECO

€ 60

9

Dinamiche di gruppo

Spazio ECO

€ 58

10

Giochi di pace

Percorsi di Pace

gratuito

11

Legami di coppia e comunicazione

CO.ME.TE

€ 25

12

Sessualità: se ne può parlare

G. Bassini

€ 25

13

Rugby a scuola

Reno Rugby

gratuito

14

Sportello di ascolto psicologico per alunni

A. Ricciardi

€ 30

15

Aikido e Yoga Mindfulness integrati

Asia

€ 60-80

16

Lo Yoga a scuola

C. Cesari

€ 40

17

Salu

te e

Beness

ere

Scuole libere dal fumo

LILT

gratuito

18

Ambiente Escursionismo per la scuola

Percorsi di Pace

gratuito

19

Il mio mondo è in conflitto

CEDIM

€ 45

20

Cittadinanza attiva

Spazio ECO

€ 46

21

Contrasto

alla dispersione scolastica

ABC Digitale e disturbi specifici dell’apprendimento

Spazio ECO

€ 48

22

5

AREA TITOLO A CURA DI COSTO ORARIO

PAG

Progetto di prevenzione primaria

Spazio ECO

gratuito

23

Sportello di ascolto e di consulenza per casi problematici

Fondazione Augusta Pini

€ 30

24

Con il cuore sulle labbra

M. Turriciano

€ 50 + IVA

25

Il bullismo e il conflitto

Centro per le Vittime

gratuito

26

Autocontrollo…che roba è?

CO.ME.TE

€ 25

27

Ascolta il tuo corpo

M. Turriciano

€ 50 + IVA

28

L’animale che c’è in noi

B. Tadolini

gratuito

29

Legalità on air

Spazio ECO

€ 60

30

Redazione multimediale

Spazio ECO

€ 48

31

La Biblioteca propone

Biblioteca C. Pavese

gratuito

32

Il viaggiatore incantato

Teatro Evento

€ 50 + IVA

35

Visita guidata a un laboratorio artigianale ceramico

BACC Bottega Arte Ceramica Casalecchio

gratuito

36

L’urbana saggezza del rammendo urbano

BACC

€ 42

37

Promozione alla lettura attraverso la narrazione

Simone Maretti

€ 95

38 C

om

unic

azio

ne e

d E

spre

ssio

ne

Dentro al fumetto

Entrilmondo

€ 37

39

P.O. La casa sul filo

L. Lambertini gratuito

40

Le parole dell’identità

LInFA

gratuito

41

Intercultura Le parole della migrazione tra realtà e percezione

Aprimondo

gratuito

42

6

21 MARZO: LEZIONE DI PACE

L’iniziativa si prefigge l’obiettivo di testimoniare l’impegno sociale del volontariato e stimolare riflessioni e approfondimenti sui temi della pace, della nonviolenza, della solidarietà tra diversi (per etnia, cultura, religione, capacità), della giustizia sociale, della promozione dei diritti umani. La proposta di approfondimento riguarderà quest’anno i temi della memoria e della sua trasmissione alle giovani generazioni. Tempi e modalità degli interventi e della lezione-testimonianza si definiranno durante lo svolgimento del percorso. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: da concordare Costo: gratuito Data e orario: da concordare Sede: da concordare Condotto da: esperti dell’associazione Percorsi di Pace Riferimenti: Massimiliano Neri Tel. 3396441428

RACCOLTA DI MANIFESTI PACIFISTI (1950-2011)

Gli oltre 5000 manifesti sono a disposizione per analisi ed approfondimenti di ordine storico, su arte grafica e cronaca socio-politica, nonché per la produzione di schede esplicative e per l’allestimento di mostre espositive su varie tematiche: marce per la pace e iniziative di massa, movimenti pacifisti, arte e pace, obiezione di coscienza e servizio civile, nucleare, ecologia-pace-ambiente, donne e pace, diritti umani, cooperazione internazionale e molte altre. Analizzando i materiali a disposizione, le classi potranno allestire mostre o approfondire le tematiche prescelte. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: da concordare Costo: gratuito Data e orario: da concordare Sede: da concordare Condotto da: Vittorio Pallotti (Casa per la pace, CDMPI - Centro di Documentazione del Manifesto Pacifista Internazionale) Riferimenti: Vittorio Pallotti Tel. 3286195309

Area Formazione

civile

7

MUSICA E CULTURA

Contenuti delle diverse proposte:

- canzoni di guerra e canzoni di pace: l’intervento si propone di sottolineare le differenze tra i canti che hanno incitato alla guerra, all’assalto, alla lotta e quelli che vi si sono opposto. Si osserveranno tanto i testi quanto le melodie, i ritmi e gli arrangiamenti. Rivolto alle classi prime e seconde.

- blues e gospel, da uno stesso popolo due espressioni tanto diverse: l’una volta alla terra, l’altra al Cielo, l’una che canta la persona sola, l’altra destinata alla coralità, l’una a cantare le miserie, l’altra le speranze. Tutt’e due infine a fornire un inesauribile humus per tanta musica d’oggi. Rivolto alle classi prime e seconde.

- Carmina burana medievali: i canti degli studenti e la loro vita nel medioevo; il gioco, il bere, gli amori e insieme modi e timbri d’una musica lontana dai nostri anni e dalle nostre orecchie. Rivolto alle classi terze.

- L'opera Don Giovanni: Cos’è un’opera? E un’opera buffa? E un’opera buffa che non fa tanto ridere? E che significati assume la storia di un seduttore punito tanto raccontata e tanto ascoltata? Vedremo la storia e cercheremo di capire le relazioni che ha avuto con la fine del ‘700 e che ha con il nostro presente e anche – perché no? – con i nostri gusti musicali. Rivolto alle classi quarte (ma non esclusivamente)

- Storia dell'Italia unita attraverso i canti in cui ne è rimasta traccia: come la lumaca lascia il segno del suo passaggio, così la Storia. Il segno resta nelle case, nelle strade, nella moda…e anche nelle canzoni. Sarà come un rapido ripasso di storia attraverso i canti dall’Unità d’Italia a…dove riusciamo ad arrivare! Rivolto alle classi quinte.

Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: da concordare, iscrizione obbligatoria Costo: gratuito Data e orario: da concordare Sede: aule scolastiche Condotto da: Paolo Giacomoni, insegnante di lettere, musicista, volontario di Percorsi di Pace Riferimenti: Paolo Giacomoni Tel. 3348300187

Area Formazione

civile

8

SCOLASTICAMENTE SCORRETTO

Scolasticamente scorretto nasce dalla volontà di coinvolgere le classi del Comune di Casalecchio sui temi della legalità democratica e dell’antimafia sociale in forte sinergia con le proposte dell’Amministrazione e del Festival Politicamente scorretto. Il gruppo formazione di Libera Bologna propone, infatti, alle classi moduli formativi di 3 incontri in aula con i seguenti obiettivi: - promuovere la conoscenza del fenomeno mafie in generale e, nello specifico, il

radicamento a Bologna e provincia; - coniugare alla conoscenza e all'informazione un approccio che conduca alla

riflessione e a un atteggiamento critico e responsabile di fronte anche alle dinamiche vissute nel proprio quotidiano;

- sviluppare nei ragazzi il desiderio di partecipare attivamente al cambiamento e il senso di appartenenza alla collettività.

La metodologia utilizzata sarà quella dell'animazione sociale, che predilige il lavoro di gruppo e l'utilizzo di strumenti alternativi giocati che valorizzino la creatività dei ragazzi e sollecitino il “fare insieme” sottolineando l'importanza del cooperare. Le attività proposte verranno rielaborate insieme ai formatori e le tematiche emerse saranno arricchite e approfondite dalle informazioni e dagli strumenti di informazione (libri, articoli di giornale, video, film, siti web) forniti e suggeriti dai formatori stessi nel corso del dialogo costruito col gruppo. Le tematiche affrontate verteranno sulla conoscenza del fenomeno mafie e sulle esperienze di antimafia, senza tralasciare le riflessioni e gli approfondimenti sulle vicende legate al territorio di riferimento e sulle dinamiche vissute dai ragazzi nei propri contesti e nel proprio quotidiano. Non mancheranno gli affondi sui temi legalità, corresponsabilità, partecipazione attiva e associazionismo. Tra i possibili temi di approfondimento, da scegliere in collaborazione con il docente e/o la classe, nonché da selezionare anche in accordo con l’Amministrazione Comunale in relazione all’edizione 2016 di Politicamente Scorretto, ricordiamo: le ecomafie; il narcotraffico; l'impresa mafiosa; il ruolo delle donne; racket e usura; il gioco d'azzardo e la ludopatia; la memoria e i famigliari vittime di mafie; i beni confiscati e il loro riutilizzo sociale. Il laboratorio sarà condotto da due educatori. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 3 incontri di 2 ore ciascuno Costo: Euro 58 all’ora Data e orario: da concordare Sede: aula scolastica dotata di LIM o videoproiettore, con banchi e sedie mobili Condotto da: educatori ed educatrici del gruppo formazione di Libera Bologna Riferimenti: LInFA Tel. 051598295 Email [email protected]

Area Formazione

civile

9

IN USCITA LIBERA

Il progetto In uscita Libera è pensato dal gruppo formazione di Libera Bologna e consta in un modulo formativo organizzato in due incontri. Un primo momento di due ore è previsto in aula, un secondo di tre ore in uscita alla scoperta dei beni confiscati di Bologna e provincia. Obiettivi di questo percorso sono: - conoscere il fenomeno mafie con un particolare riguardo alla situazione del nostro

territorio; - coniugare alla conoscenza e all’informazione un approccio che conduca alla riflessione e

a un atteggiamento critico e responsabile di fronte alle dinamiche del proprio territorio e del proprio quotidiano;

- sviluppare nei ragazzi il desiderio di partecipare attivamente al cambiamento e il senso di appartenenza alla collettività.

La metodologia utilizzata sarà quella dell'animazione sociale, che predilige il lavoro di gruppo e l'utilizzo di strumenti alternativi giocati che valorizzino la creatività dei ragazzi e sollecitino il “fare insieme” sottolineando l'importanza del cooperare. Le attività proposte verranno rielaborate insieme ai formatori e le tematiche emerse saranno arricchite e approfondite dalle informazioni e dagli strumenti di informazione (libri, articoli di giornale, video, film, siti web) forniti e suggeriti dai formatori stessi nel corso del dialogo costruito col gruppo. Durante il primo incontro in aula ai ragazzi verranno date informazioni sul radicamento delle mafie nel nostro territorio; durante il secondo incontro i partecipanti verranno portati a “toccare con mano” quanto raccontato. Nell’uscita, partendo dalla sede di Libera, si visiteranno alcuni dei beni confiscati presenti nel centro di Bologna e di questi verranno illustrate le vicende anche processuali e sottolineata l'importanza del loro essere “bene comune”. Ulteriore tappa sarà il Tribunale, luogo di Giustizia e sede del processo Black Monkey, i cui indagati sono accusati di affiliazione mafia e traffici legati a gioco d’azzardo. L'uscita si concluderà con la rielaborazione dell'esperienza tramite la realizzazione da parte dei ragazzi di un prodotto finale da stabilire insieme. Il laboratorio sarà condotto da due educatori. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 1 incontro di 2 ore in aule + 1 uscita di 3 ore Costo: Euro 60 all’ora Data e orario: da concordare Sede: aula scolastica dotata di LIM o videoproiettore, con banchi e sedie mobili Condotto da: educatori ed educatrici del gruppo formazione di Libera Bologna Riferimenti: LInFA Tel. 051598295 Email [email protected]

Area Formazione

civile

10

DINAMICHE DI GRUPPO IL CIRCO COME STRUMENTO EDUCATIVO

Il percorso ha come obiettivo lo sviluppo del clima di gruppo attraverso il rinforzo delle competenze psicosociali. Il gruppo rappresenta un importante spazio di apprendimento per i ragazzi; è infatti il primo contesto esterno alla famiglia in cui i ragazzi sperimentano, scelgono e costruiscono idee, rappresentazioni e pratiche sulla relazione con l'altro: principale soggetto e cassa di risonanza di queste esperienze, rappresenta una risorsa importante nel sostegno alla crescita. La scelta di questi specifici strumenti di intervento attiene alla grande potenzialità che offrono nel lavoro con l'adolescenza mettendo in relazione corpo, individuo e gruppo. Tre aree che costituiscono il “luogo” elettivo di questa specifica fase di sviluppo. In accordo con l'O.M.S., che individua nelle competenze sociali un importante fattore di protezione, intercettare eventuali problematiche e individuare le risorse da potenziare costituisce il punto di forza del progetto attraversando differenti dimensioni. L'attività di circo è un'attività non competitiva, di sviluppo personale e di scambio sociale e culturale, all'interno della quale ciascun partecipante cresce e si misura con se stesso, cercando di sviluppare nuovi metodi di comunicazione (verbali e corporei). Il circo, inoltre, si caratterizza per la dimensione del gioco come strumento di espressione e di apprendimento; attraverso il gioco verranno affrontate tematiche importanti sia personali che di gruppo; il divertimento sarà un veicolo importante di coinvolgimento di tutti i ragazzi del gruppo. Infine, la motricità, la conoscenza del proprio corpo e dei suoi limiti, la sperimentazione e l'espressività legata al corpo saranno strumenti importanti di lavoro durante il corso. Aree di intervento sugli adolescenti : autostima, autonomia, creatività, socializzazione, cooperazione e rispetto dell'altro, conoscenza del proprio corpo e dei propri limiti e relazione con lo spazio. Un incontro dimostrativo gratuito di un’ora si terrà per le classi interessate a inizio anno scolastico. Nel caso di conferma, si procederà con i moduli (massimo 3 moduli per ciascun gruppo). Il laboratorio sarà condotto da due educatori. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 1 incontro dimostrativo gratuito di 1 ora; moduli da 4 incontri di 1 ora e 30 ciascuno Costo: Euro 58 all’ora Data e orario: da concordare Sede: palestra delle scuole o Spazio ECO Condotto da: Daniele Festi, Educatore Professionale, insegnante di circo sociale Riferimenti: Daniele Festi Tel. 3311056609 oppure LInFA Tel. 051598295 Email [email protected]

Area Salute e

Benessere

11

GIOCHI DI PACE

Il progetto propone attività di coinvolgimento degli alunni utilizzando la corporeità, la presa di coscienza delle proprie modalità di interagire, il proprio vissuto personale, attraverso:

• giochi cooperativi • giochi di situazioni • un lavoro sull’ascolto e sul conflitto • una riflessione sullo star bene con il proprio corpo • la musica

Queste attività favoriscono la possibilità di aprirsi, di conoscersi, di divertirsi e di confrontarsi con gli altri, affrontando insieme tematiche come la relazione, l’amicizia, lo stare assieme o argomenti proposti dalla classe stessa. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 3-4 incontri di 2 ore Costo: gratuito Data e orario: da ottobre a maggio, date e orari da concordare con gli insegnanti Sede: scuola o Casa per la pace Condotto da: Maurizio Sgarzi Riferimenti : Maurizio Sgarzi Tel. 3398444476

Area Salute e

Benessere

12

LEGAMI DI COPPIA E COMUNICAZIONE L’obiettivo è quello di offrire uno spazio d'ascolto in cui parlare dei dubbi, dei desideri e delle paure relative al mondo sentimentale e parlare dei legami di coppia e dei rischi e benefici delle nuove forme di comunicazione (chat, social network, webcam). Una prima parte di formazione frontale lascerà spazio a un confronto/ascolto reciproco, in cui si darà modo ai partecipanti di riflettere ed esprimere le proprie opinioni, garantendo un ambiente privo di emarginazioni e giudizi. Le attività verranno svolte con piccoli gruppi di 6-8 ragazze e ragazzi. Rivolto a : alunni di tutte le classi Modalità : 5 incontri di 2 ore ciascuno, a cadenza settimanale Costo : Euro 25 all’ora Data e orario : tra gennaio e marzo 2017 Sede: istituti scolastici Condotto da : Federica Gurrieri , psicologa e Simona Zabini, psicologa riferimenti: [email protected]

Area Salute e

Benessere

13

SESSUALITÀ: SE NE PUÒ PARLARE

La sessualità è un tema cardine in adolescenza, fase di vita in cui il corpo subisce notevoli trasformazioni e si fa strada l'interesse amoroso e sessuale verso gli altri. I momenti di educazione sessuale/affettiva a scuola sono piuttosto rari, spesso proposti in chiave eteronormativa e incentrati soprattutto sulla “tecnica”; contraccezione, prevenzione di malattie sessualmente trasmissibili, e altri argomenti indispensabili e complessi, ma che non lasciano molto spazio all'esplorazione di vissuti psicologici legati al tema dell'incontro affettivo/sessuale con l'altro, immaginato o già sperimentato. Alcune persone sono molto sicure del proprio sentire già in adolescenza, mentre altre possono metterci più tempo a capire il proprio orientamento o semplicemente ad accettarlo ed esprimerlo. Nel caso dell'omosessualità e della bisessualità, la paura di venire isolati e discriminati da parte di famiglia, amici e società, può indurre a non dichiararsi e fingere in molti contesti, anche con gravi conseguenze per il proprio benessere. Obiettivi: - Fornire uno spazio per discutere di questi temi in una cornice sicura e non-giudicante; - Stimolare un dialogo costruttivo tra partecipanti, in modo che emergano dubbi e spunti su cui riflettere; - Sollecitare l’autonomia di pensiero relativamente alle proprie domande, anche grazie al confronto con i coetanei; - Promuovere un'ottica di rispetto verso il proprio e altrui approccio alla sessualità, anche attraverso processi di decostruzione degli stereotipi. Contenuti: Il primo incontro esplorerà alcuni temi legati all’affettività e alla sessualità, dal punto di vista emotivo, relazionale e culturale. Il secondo incontro verterà sul tema dell'orientamento sessuale: definizione, analisi delle diverse componenti, sfumature e stereotipi, testimonianze di vita. Modalità di svolgimento: giochi rompighiaccio, brainstorming, produzione di cartelloni, dibattiti a partire da storie di adolescenti, attività di gruppo in cui si risponde alle domande formulate dai partecipanti in forma anonima. Gli incontri verranno adattati alla fascia d’età. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 2 incontri di 2 ore ciascuno Costo: Euro 25 all’ora Data e orario: da concordare Sede: aula con sufficiente spazio per creare un cerchio con le sedie Condotto da: Greta Bassini, laureata in psicologia dell'intervento clinico e sociale Riferimento: Tel. 3937428496 Email [email protected]

Area Salute e

Benessere

14

RUGBY A SCUOLA Obiettivo del progetto “Rugby a scuola”, strettamente collegato ai Progetti Sportivi Federali stilati dalla Federazione italiana rugby, è quello di favorire la formazione della personalità totale dell’individuo, con riferimento alle aree morfologiche funzionali, intellettivo-cognitivo, affettivo e sociale mediante l’utilizzo dell’attività motoria e sportiva. Rivolto a: tutte le classi Modalità: 3 incontri da 2 ore (salvo diversi accordi con le scuole) Costo: gratuito Data e orario: da concordare Sede: palestre o spazi verdi Condotto da: Associazione Reno Rugby, da laureati o studenti di Scienze Motorie Riferimenti: Tel. 3802982059 Email [email protected] [email protected]

Area Salute e

Benessere

15

SPORTELLO DI ASCOLTO PSICOLOGICO PER ALUNNI La scuola non è solo un luogo in cui avviene l’apprendimento,ma è uno spazio di relazione e di incontro; un laboratorio in cui sperimentarsi, mettersi alla prova in un ambiente protetto e regolato, per imparare a comunicare e convivere civilmente con i propri coetanei ma anche con gli adulti. Nel difficile compito di accompagnare i ragazzi nel loro percorso di crescita, di formazione e socializzazione, il presente progetto ha lo scopo di configurarsi come uno sportello di ascolto psicologico dove ragazzi, insegnanti e genitori possono accedere qualora sentissero la necessità di maggiori approfondimenti ed indicazioni rispetto ad una situazione problematica o di condividere difficoltà di tipo relazionale. In particolare gli obiettivi del progetto sono:

• fornire una consulenza specialistica per insegnanti riguardo problematiche relative al comportamento, all’apprendimento, alla comunicazione, alla relazione interpersonale ed agli aspetti affettivo-emotivi dei loro studenti;

• fornire uno spazio di ascolto ed un supporto specialistico rivolto ai genitori, trattando problematiche relative al comportamento, all’apprendimento, alla comunicazione, alla relazione genitore-figlio.

• spazio di ascolto e confronto per bambini e ragazzi che si trovano ad affrontare importanti aspetti affettivo-emotivi della loro crescita e possibili problematiche di tipo relazionale.

• facilitare il lavoro di “rete” tra scuola e famiglia quale aspetto di fondamentale importanza nel successo scolastico di ogni studente.

Il progetto sarà svolto da una psicologa psicoterapeuta ad indirizzo Cognitivo Comportamentale che potrà fornire supporto nelle situazioni di: disturbo da Deficit di Attenzione con o senza Iperattività (ADHD), disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA); prerequisiti in età prescolare necessari all’apprendimento; disabilità intellettiva e strategie didattiche; disturbi pervasivi dello sviluppo; disturbi alimentari; aspetti emotivo/ansiosi Inoltre offrirà uno spazio di ascolto ai genitori che necessitano di un confronto con un esperto per comprendere il significato di eventuali difficoltà nella relazione con i propri figli e agli insegnanti che desiderano confrontarsi su eventuali problematiche di dinamica relazionale che possono coinvolgere i propri allievi, il corpo insegnante o il rapporto con i genitori. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: da concordare in base alle esigenze delle scuole interessate Costo: Euro 30 all’ora Data e orario: previsto l’orario antimeridiano Sede: spazio riservato ai colloqui, che ne garantisca la privacy Condotto da: Alessandra Ricciardi, psicologa psicoterapaeuta Riferimenti: Tel. 3491243641 Email [email protected]

Area Salute e

Benessere

16

AIKIDO E YOGA MINDFULNESS INTEGRATI

L'accento della nostra didattica, con i ragazzi di questa età, è posto sulla trasmissione di strumenti atti a centrare se stessi, gestire stress, ansia e aggressività servendoci dell'aikido e anche di pratiche derivanti dalla disciplina dello yoga. Parte degli obiettivi proposti sono comuni all'approccio della Mindfulness. Le età più indicate con le quali svolgere questo tipo di attività sono quelle comprese tra la terza e la quinta superiore. In particolare i ragazzi che si predispongono ad affrontare gli esami finali delle scuole superiori sono i soggetti che più risentono delle problematiche sopra indicate, pertanto bisognosi di avere uno strumento efficace che li aiuti ad affrontare gli esami di maturità e più in generale i momenti più critici della crescita. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 6 incontri di 1 ora e 30 ciascuno Costo: Euro 60 all’ora con un solo educatore; Euro 80 all’ora con due educatori Data e orario: da concordare con le insegnanti (preferibilmente entro aprile per le classi quinte) Sede: uno spazio scolastico che abbia a disposizione delle sedie posizionabili in circolo Condotto da: Davide Prucatti, psicomotricista, insegnante di aikido per adulti (4° Dan) e aikido educativo per bambini e ragazzi, e Laura Stefenelli, laureata in DAMS indirizzo Teatro, insegnante di yoga e meditazione per adulti e ragazzi, insegnante di aikido (2° Dan) educativo per bambini e ragazzi Riferimenti : Te. 3386833650 Email [email protected]

Area Salute e

Benessere

17

LO YOGA A SCUOLA

Il corso di yoga in 10 lezioni ha la finalità di: • lavorare con il corpo in tutte le direzioni dello spazio nell'esecuzione di posizioni:

seduti, in piedi, di apertura, equilibrio e rilassamento (ispirate agli animali ed agli elementi della natura) e di sequenze dinamiche dove il passaggio tra le posizioni e' legato dalla fluidità del respiro (saluto al sole ed alla luna) al fine di conoscere il proprio corpo ed accettare i propri limiti per amarsi così come si e', sciogliere rigidità e tensioni acquisire flessibilità,scioltezza e forza ed imparare la postura corretta che e' alla base della salute;

• conoscere diverse tecniche di respirazione per calmare la mente e trovare la concentrazione, per attivare l'energia vitale, per liberare le vie respiratorie da muco in eccesso, per migliorare la salute dell'organismo;

• usare la voce ed il suono come mezzo espressivo delle emozioni e per canalizzare le energie in una direzione positiva;

• dare via libera all'immaginazione durante le visualizzazioni creative, imparando a tenere viva la fiamma della creatività;

• disegnare per comunicare la sua esperienza; • conoscere la meditazione per scoprire un oasi di pace interiore alla quale poter

accedere in ogni momento per trovare serenità e ricaricare le batterie. Yoga significa Unione e tutte le pratiche che ne fanno parte hanno il fine di accompagnare ogni individuo ad amare se stesso e gli altri, a trovare la salute fisica ed il benessere interiore e a percorrere la sua strada nel rispetto della natura e di tutti gli esseri viventi, per partecipare attivamente ad un progetto comune di bellezza, pace ed amore. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 10 o 20 incontri della durata di 1 ora ciascuno Costo: Euro 40 all’ora Data e orario: da settembre a novembre e/o da febbraio ad aprile con una o due lezioni a settimana Sede: presso le scuole, in palestra o aula spaziosa Condotto da: Caterina Cesari, insegnante di yoga Riferimenti: [email protected]

Area Salute e

Benessere

18

SCUOLE LIBERE DAL FUMO

Il programma affronta il tema della prevenzione al fumo di sigaretta con azioni di contrasto al tabagismo nel contesto scolastico considerato come luogo di lavoro, educazione e vita. Utilizza metodologie laboratoriali interattive e la tecnica dell’Educazione fra pari. Prerequisiti per l’attuazione del programma sono: 1. la costituzione di un gruppo di lavoro d’Istituto (costituito dal Dirigente scolastico o un suo diretto collaboratore, almeno tre docenti, almeno tre studenti di cui un rappresentante del Consiglio d’Istituto, un rappresentante della componente non docente, un rappresentante dei genitori e operatori esterni di riferimento per la realizzazione del programma (operatore LILT); 2. l’intenzione della Scuola di attivare un processo che la renda “scuola libera dal fumo” Il programma richiede: incontri del gruppo di lavoro d’Istituto; 4 ore di formazione dei docenti da parte dell’operatore/i esterni di riferimento; 4 ore di attività in classe da parte dei docenti; 8 ore di formazione dei peer educators da parte dell’operatore esterno di riferimento (almeno nella prima edizione); 4 ore di attività in classe da parte dei peer educators (2 incontri di 2 ore ciascuno). Il programma di coinvolgimento dei pari, per ognuno degli studenti coinvolti prevede: 8 ore di formazione; 4 ore di attività in classe; 4 ore di coinvolgimento nel processo di cambiamento del contesto scolastico, nel percorso di contrasto alla pratica del fumo a scuola. Il progetto prevede lo svolgimento in parallelo delle le tre componenti sotto elencate: 1. attenzione all’ambiente scolastico che si attiva attraverso la costituzione di un gruppo di lavoro rappresentativo di tutte le componenti (Dirigente, docenti, personale non docente, studenti, genitori, operatori sanitari coinvolti nel progetto), la somministrazione di interviste per valutare in termini preliminari l’atteggiamento verso il fumo della comunità scolastica nel suo insieme, l’adozione di un regolamento d’Istituto sul Tabagismo. 2. percorso formativo di educazione fra pari. Un gruppo di studenti del terzo e quarto anno partecipa a un percorso condotto dagli operatori referenti. 3. iniziative curriculari di carattere pluridisciplinare o di approfondimento laboratoriale che i docenti, con la collaborazione dei peer educators, possono sviluppare in classe o utilizzare come stimolo per il coinvolgimento dei genitori. Il progetto comprende delle “attivazioni”, destinate all'utilizzo autonomo degli insegnanti per la conduzione dell'intervento nelle classi. Sono fondamentali l'attività di gruppo e il coinvolgimento attivo delle famiglie in un’intervista. Rivolto a: alunni di classi prime Modalità : incontri di formazione e incontri con le classi, compresenza con un insegnante Costo: gratuito Data e orario: da concordare Sede: aule scolastiche dotate di LIM o videoproiettore Condotto da: Elisabetta Martoni, insegnante Riferimenti: Tel. 0514399148 Email [email protected]

Area Salute e

Benessere

19

ESCURSIONISMO PER LA SCUOLA L’esplorazione diretta di un ambiente costituisce un’indicazione programmatica fondamentale per molte discipline scolastiche. Far nascere in uno studente la curiosità di esplorare la realtà e l’ambiente che lo circonda è un successo educativo importante: solo il contatto diretto con la natura e con luoghi significativi permette di maturare una coscienza ecologica che, prima di essere insegnata, va vissuta attraverso l’attività di escursionismo come capacità di rapportarsi con gli altri e di conoscere sé stessi, imparando ad autovalutarsi. L’escursionismo (trekking) si profila come esperienza personale e comunitaria insieme, serena, gratificante, educativa in quanto insegna a provare lo sforzo e la fatica in un contesto di valori, relazioni, sentimenti capaci di produrre benessere. Su percorsi e luoghi è inoltre possibile fare ricerche e approfondire argomenti di studio e lavoro. Esempi di escursione a Casalecchio di una giornata: partendo da una scuola di Casalecchio, attraverso sentieri o strade poco frequentate si possono raggiungere l’Eremo di Tizzano, la tenuta dei Visconti di Modrone, l’Oasi di S. Gherardo, S. Luca, il parco della Chiusa ecc. Escursioni nei dintorni: parco del S. Pellegrino, Villa Ghigi, Navile e altre. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: da concordare Costo: gratuito Data e orario: da concordare Sede: sedi delle escursioni previste Condotto da: Maurizio Sgarzi e gruppo Escursionismo di Percorsi di pace Riferimenti : Maurizio Sgarzi Tel. 3398444476

Area Ambiente

20

IL MIO MONDO È IN CONFLITTO SI SALVI CHI PUÒ!

Il progetto nasce dalla consapevolezza che il mondo delle relazioni “in guerra” non può solo vedere protagonisti gli adulti attraverso la loro funzione genitoriale ed educativa, anche se prioritaria. Esiste anche la realtà dei minori, intesi come figli, studenti, compagni di gioco non di certo estranei ma sempre più attori, comparse o spettatori di situazioni ad alto contenuto conflittuale. Il punto centrale è che sempre meno sappiamo “so-stare” nel conflitto, perché poveri di una sua alfabetizzazione. Ma oggi imparare a stare nei conflitti è realistico e possibile e come ci insegna il pedagogista Daniele Novara esistono approcci ludici e divertenti in grado di tirar fuori le risorse personali senza conformismi favorendo nuovi apprendimenti. Si tratta di un progetto adatto sia per gruppi classe che vivono particolari situazioni di attrito fra pari e/o con l’Istituzione scolastica, sia per minori in età scolare che vivono difficili momenti di conflitto in famiglia o nelle relazioni sociali che possono incontrarsi in un ambito esterno alla scuola, come ad esempio il servizio LInFA o presso un aula delle scuole interessate. Per facilitare il dialogo e lo scambio esperienziale si prevedono gruppi omogenei per età. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 6 incontri di 2 ore per un piccolo gruppo a numero chiuso (max sedici partecipanti) Costo: Incontro di presentazione del progetto gratuito. Incontro con i gruppi Euro 35,00 all’ora Data e orario: da concordare in base alla richiesta. Si pensa ad una cadenza quindicinale Sede: una stanza di media dimensione Condotto da : Stefania Sordelli, sociologa, formatrice e mediatrice familiare Riferimenti: Email [email protected]

Area Contrasto alla dispersione scolastica

21

CITTADINANZA ATTIVA IL BILANCIO SOCIALE

Ciò che può aiutare a evitare il rischio di autoreferenzialità e formalismo è l’attenzione a costruire un processo di redazione del bilancio sociale partecipato dai principali attori, inteso come strumento di cittadinanza in grado di dialogare tra loro e comunicare le informazioni base. Il Bilancio Sociale è inteso come strumento educativo per aumentare la consapevolezza degli alunni rispetto alla propria scuola e aumentarne il senso civico. Attraverso il percorso i bambini e i ragazzi giungeranno a redigere un “report sociale”, ovvero la raccolta sistematica di tutte le informazioni base, e a realizzare un “bilancio sociale - carta d’identità” della scuola attraverso la realizzazione di un poster-infografica che sintetizzi le informazioni di base. Il laboratorio sarà condotto da due educatori. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 3 incontri di 2 ore ciascuno Costo: Euro 46 all’ora Data e orario: da concordare Sede: aule scolastiche Condotto da: educatori professionali di Open Group Riferimenti: Ilaria Pietrafesa Tel. 3499021146 Email [email protected]

Area Contrasto alla dispersione scolastica

22

ABC DIGITALE E DISTURBI SPECIFICI DELL’APPRENDIMENTO (DSA)

Il laboratorio ha come finalità quelle di favorire la riflessione sulle tematiche inerenti i concetti di diversità, di pregiudizio e di discriminazione, di sensibilizzazione sulla tematica dei DSA e di sviluppare strumenti di peer education per favorire la diffusione dell’esperienza del laboratorio e le informazioni acquisite sui DSA. Nella fase conclusiva il gruppo di dedicherà a costruire uno strumento di disseminazione volto a condividere l’esperienza con l’istituto. In questa fase i ragazzi avranno l’occasione di ripercorrere l’esperienza ricucendo le emozioni e gli stimoli del gruppo in un prodotto narrativo. Attraverso l’uso di uno strumento digitale il gruppo lavorerà alla costruzione di una storia che possa favorire la disseminazione di quanto appreso e che possa sostenerli nel ruolo di peer educator. Il prodotto co-costruito con i ragazzi durante l’incontro si costituirà come video racconto dell’esperienza. Il laboratorio sarà condotto da due educatori. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 2 incontri di 2 ore ciascuno Costo: Euro 48 all’ora Data e orario: da concordare Sede: aule scolastiche Condotto da: e ducatori professionali di Open Group Riferimenti: Ilaria Pietrafesa Tel. 3499021146 Email [email protected]

Area Contrasto alla dispersione scolastica

23

PROGETTO DI PREVENZIONE PRIMARIA RACCOLTA BISOGNI CORPO INSEGNANTI

La metodologia prevede un incontro conoscitivo e di ascolto dei bisogni da parte dell'equipe educativa congiunta di educativa di strada e di Spazio Relazioni, rivolto agli insegnanti delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Da questi incontri di raccolta dei bisogni, partirà una fase di co-progettazione, che potrà prevedere interventi presso in Centro Giovanile, sul territorio o direttamente dentro alle scuole. Il progetto si propone di lavorare su tematiche legate alla particolare fase di crescita in cui si trovano i ragazzi, con particolare attenzione a social network e new media, consumi e sostanze, legalità e comunità, affettività e sessualità, ma potrebbe affrontare anche altre tematiche individuate come emergenti e urgenti dalla classe stessa e/o dai suoi docenti. Il percorso vuole creare uno spazio di confronto e di ascolto all'interno del gruppo classe, dando la possibilità di esprimere ed elaborare pensieri, idee, preoccupazioni, immaginari rispetto ai nuovi compiti evolutivi che l’uscita dall’infanzia determina. Il laboratorio, condotto dagli educatori di strada e del centro giovanile, fornisce uno spazio di dialogo con adulti competenti, garantendo una continuità educativa tra scuola ed extra-scuola. Il laboratorio sarà condotto da due educatori. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: da concordare Costo: gratuito Data e orario: da concordare Sede: aule scolastiche Condotto da: educatori professionali di Open Group Riferimenti: Ilaria Pietrafesa Tel. 3499021146 Email [email protected]

Area Contrasto alla dispersione scolastica

24

SPORTELLO D’ASCOLTO E DI CONSULENZA PER CASI PROBLEMATICI

Lo sportello d’ascolto ha l’intento di offrire il contributo di una figura professionale in grado di accogliere, accompagnare e sostenere i ragazzi, i genitori e gli insegnanti, nei momenti critici e di prevenire situazioni di disagio e difficoltà che si possono creare in classe. Lo sportello d’ascolto per gli alunni si offre come uno strumento che può essere utilizzato dai ragazzi per sostenersi in un momento delicato della crescita, offrendo loro la possibilità di trovare un luogo all’interno della scuola in cui possano essere accolte le loro parole. Lo sportello d’ascolto per gli insegnanti viene proposto come luogo di confronto e riflessione su tematiche inerenti l’attività lavorativa. Si tratta di costruire insieme un luogo di parola, che permetta una riflessione critica su ogni singola difficoltà alla quale l’insegnante e più in generale la scuola è chiamata a offrire una risposta. Si propone inoltre di fornire una consulenza sulla gestione dei casi problematici. Lo sportello d’ascolto per i genitori viene proposto al fine di accogliere le preoccupazioni inerenti alla propria funzione genitoriale e alle criticità che si possono incontrare in rapporto alla crescita dei propri figli. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: da concordare in base alle esigenze delle scuole interessate (min. 10 ore) Costo: Euro 30 all’ora Data e orario: da concordare Sede: da concordare Condotto da: Marilena Rocchio, psicologa area scuole Riferimenti: Fondazione Augusta Pini ed Istituto del Buon Pastore Onlus - Area Scuole Tel. 051231604 Fax 051235958 Email [email protected]

Area Contrasto alla dispersione scolastica

25

CON IL CUORE SULLE LABBRA

LABORATORIO PRATICO-ESPERENZIALE DI COMUNICAZIONE EMPATICA E NON VIOLENTA

Secondo Marshall Rosenberg, fondatore della Comunicazione Nonviolenta, la qualità delle relazioni che compongono la nostra vita è legata innanzitutto al tipo di linguaggio che utilizziamo per comunicare, che è spesso inconsapevolmente violento. Apprendere una modalità non violenta di comunicare consente di creare relazioni autentiche basate sul rispetto reciproco, contribuendo a diminuire il disagio e la solitudine relazionale che la nostra società oggi vive sempre più frequentemente, soprattutto nelle nuove generazioni. Obiettivi e Contenuti: l’obiettivo di questo percorso è quello di aiutare i ragazzi a diventare maggiormente consapevoli della propria modalità di comunicare e apprendere un tipo di comunicazione fondata sull’ascolto di sé e dell’altro. I temi affrontati riguardano la capacità di osservare senza giudicare, comunicare i propri sentimenti assumendosene la responsabilità, riconoscere i bisogni propri e altrui, e differenziare le richieste dalle pretese. La metodologia utilizzata è quella del Counseling di gruppo, con un approccio partecipativo e interattivo. Attraverso attività ludico-creative, role playing e momenti di condivisione per agevolare il confronto, ognuno potrà esplorare le proprie risorse e avviare una riflessione personale in merito alle tematiche affrontate. Altri temi possibili da sviluppare su richiesta con le classi interessate sono: espressione e consapevolezza corporea; orientamento scolastico e capacità decisionali; collaborazione e cooperazione; diversità. Rivolto a: classi delle scuole superiori Modalità: 4 incontri di 2 ore ciascuno (totale 8 ore per ogni classe) + 2 ore gratuite con gli insegnanti (modalità da concordare). Costo: euro 50 all’ora netti (esente IVA e ritenuta d’acconto) + 2 ore gratuite con gli insegnanti Data e orario: da concordare con la scuola Sede: aula scolastica grande o palestra Condotto da: Marianna Turriciano, counselor professionale, psicologa gestaltista e psicoterapeuta della Gestalt in formazione Riferimenti: Tel. 3480388484 Email [email protected]

Area Contrasto alla dispersione scolastica

26

IL BULLISMO E IL CONFLITTO: COME GESTIRLI IN MANIERA ASSERTIVA

Il progetto ha una finalità preventiva e d’intervento verso fenomeni di bullismo, di conflittualità e aggressività in generale. Si parte dalla definizione e dall’approfondimento delle dinamiche e delle conseguenze del bullismo verbale e fisico per poi approfondire la differenza che intercorre tra il conflitto e il bullismo. Il conflitto può essere fonte di crescita e conoscenza se risolto efficacemente mentre il bullismo è una vera e propria forma di violenza tra pari. Saranno poi trattate le strategie comunicative più efficaci per svincolarsi dai bulli, con particolare riferimento alla comunicazione assertiva come forma di “difesa” e di prevenzione verso episodi di prevaricazione. L’assertività è intesa come la capacità di comunicare le proprie idee e le proprie necessità nella comprensione delle esigenze altrui, senza essere né aggressivi (manipolando o svalutando l’altro) né passivi (subendo gli altri senza reagire). I percorsi saranno concordati e organizzati con l’insegnante interessato. In caso di più richieste, il Centro si riserva di individuare le priorità d’intervento. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 4 incontri di 2 ore ( da adattare eventualmente alle esigenze della classe). Costo: gratuito Data e orario: da stabilire con i docenti interessati Sede: aula scolastica dotata di lavagna e computer con proiettore Condotto da: Angela Bianco psicologa e psicoterapeuta Riferimenti: Tel. 051 6132162 Email [email protected]

Area Contrasto alla dispersione scolastica

27

AUTOCONTROLLO...CHE ROBA E’?

Il progetto si articola in due azioni principali, che sono: 1. insegnare agli adolescenti ad individuare le cause dei loro atteggiamenti e sentimenti aggressivi; 2. imparare ad utilizzare delle precise tecniche che possono aiutarli a ridurre l'aggressività e gli eccessi di rabbia. Il laboratorio si pone dunque l’obiettivo di insegnare a:

• riconoscere gli stimoli e/o le richieste ambientali che generano una risposta aggressiva;

• valutare gli eventi esterni che sono causa scatenante del comportamento aggressivo o socialmente non accettabile, attraverso il significato attribuitovi;

• produrre e usare mediatori e strategie cognitive per guidare e controllare il proprio comportamento.

La metodologia prevede il lavoro gruppo. Si privilegeranno tecniche di: Modeling, Role play, Feedback, simulazioni guidate, giochi interattivi. Rivolto a : alunni di classi prime Modalità : 3 incontri di 2 ore ciascuno. È richiesta la collaborazione da parte degli insegnanti del Consiglio di classe Costo : Euro 25 all’ora Data e orario : novembre-dicembre 2016 Sede: istituti scolastici Condotto da : Morena Chili, mediatrice familiare AIMS psicologa Riferimenti : [email protected]

Area Contrasto alla dispersione scolastica

28

ASCOLTA IL TUO CORPO: IMPARARE AD ESPRIMERSI CREATIVAMENTE

RISPETTANDO SÈ E GLI ALTRI

Laboratorio pratico-esperienziale di espressione corporea e consapevolezza emotiva. L’obiettivo di questo percorso è quello di aiutare i ragazzi ad entrare maggiormente in contatto con il proprio corpo e le proprie emozioni. Attraverso la valorizzazione della creatività e il potenziamento delle risorse personali, le tematiche affrontate riguardano l’espressione di sé e la comunicazione non verbale e paraverbale; la consapevolezza del proprio spazio personale e il rispetto degli spazi altrui; l’auto accettazione e l’autostima. La metodologia utilizzata è quella del Counseling di gruppo, con un approccio partecipativo e interattivo. I temi proposti verranno affrontati con attività creative, corporee e improvvisazioni teatrali. Attraverso il confronto, l’interazione tra i partecipanti, la condivisione e il gioco, ognuno potrà esplorare le proprie risorse e avviare una riflessione in merito alle abilità acquisite e quelle che desidera potenziare. In psicoterapia della Gestalt, il corpo è considerato la porta di accesso per entrare in contatto con i propri bisogni, sentimenti ed emozioni, che orientano le nostre scelte e quindi la nostra vita. L’adolescenza è un periodo di grandi cambiamenti, molti dei quali interessano il corpo. Imparare ad essere consapevoli di quello che pensiamo, sentiamo e percepiamo significa diventare protagonisti della propria vita e migliorare la qualità della propria esistenza. Altri temi possibili da sviluppare su richiesta con le classi interessate:

- comunicazione empatica e non violenta; - orientamento scolastico e capacità decisionali; - collaborazione e cooperazione; - diversità.

Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 4 incontri di 2 ore ciascuno (totale 8 ore per ogni classe) + 2 ore con gli insegnanti (modalità da concordare) Costo: Euro 50 all’ora netti (esente IVA e ritenuta d’acconto) + 2 ore gratuite con gli insegnanti Data e orario: da concordare con la scuola Sede: aula scolastica grande o palestra (da concordare) Condotto da: Marianna Turriciano, counselor professionale, psicologa gestaltista e psicoterapeuta della Gestalt in formazione. Riferimenti: Tel. 3480388484 E-mail [email protected] .

Area Contrasto alla dispersione scolastica

29

L’ANIMALE CHE C’E’ IN NOI

Oltre all’anatomia anche il comportamento dell’Homo sapiens è il frutto di un lento processo evolutivo finalizzato alla sopravvivenza nel proprio ambiente, ambiente che nelle ultime decine di migliaia di anni l’uomo ha però enormemente modificato. Ciò fa sì che molti dei comportamenti atavici acquisiti per sopravvivere in antichi ambienti si dimostrino inadeguati (a volte addirittura controproducenti) per vivere nel tipo di società complessa ed articolata che abbiamo culturalmente prodotto. Questo disagio è particolarmente evidente fra gli adolescenti per diversi motivi. Prima di tutto perché essi stanno ancora completando quel naturale processo di maturazione nervosa che fornirà gli strumenti deputati a controllare e gestire gli istinti, permettendo di relazionarsi “civilmente” con gli altri. Poi perché questa difficile transizione nervosa-culturale avviene nel momento in cui essi si trovano a subire i cambiamenti ormonali che li spingono a vivere i potentissimi sentimenti finalizzati al successo della riproduzione “animale” (conflitto generazionale, competizione con gli altri, amore). Il trovarsi a dover gestire questa nuova situazione con strumenti nervosi inadeguati è in gran parte il substrato “organico” del disagio giovanile. Poiché, come recita un vecchio proverbio “Scoperta la causa .. trovato il rimedio”, nell’intervento proposto si fa una doppia cronistoria: quella che ha portato, nel corso di milioni di anni, all’evoluzione del cervello e perciò dei comportamenti umani e quella che, nell’arco della vita di ogni individuo, ripercorre tale evoluzione. Questo permette ai ragazzi di capire cosa sta loro succedendo e perché sta succedendo. Inquadrando poi i comportamenti nei diversi contesti ambientali in cui si sono evoluti, l’intervento proposto fornisce ai ragazzi gli elementi per valutarne l’adeguatezza nella nostra società. L’avere a disposizione degli elementi di giudizio “oggettivi” e “finalizzati” dei loro comportamenti aiuta i ragazzi di acquisire degli strumenti utili per gestirli. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 1 incontro della durata di 2 ore Costo: gratuito Data e orario: primi mesi del 2017 Sede: disponibilità di una presa di corrente elettrica e di una parete bianca Condotto da: Tadolini Bruna, biologa, professore universitario in pensione Riferimenti: Email [email protected]

Area Contrasto alla dispersione scolastica

30

LEGALITÀ ON AIR A TAVOLA SENZA I BOSS / SPESA A PIZZO ZERO /

NO SLOT AREA

Legalità on air propone ai ragazzi di percorrere alcuni “passi” sul terreno di temi come la legalità e la convivenza sociale, la natura delle mafie, il contrasto alla criminalità organizzata e la difesa dei diritti individuali e collettivi, il consumo critico. Questo attraverso la proposizione di un paesaggio di idee, voci, immagini e testimonianze che suggerisce loro come immaginare un proprio originale territorio verso in cui mettersi in viaggio, modelli alternativi di relazioni in cui abitare. Il principio è che la legalità deve essere vissuta e praticata, nei gesti quotidiani e in quelli di comunicazione, di condivisione. I ragazzi arriveranno poi a realizzare una trasmissione radiofonica in diretta o tramite format registrati, elaborando così i contenuti e facendosi autori di comunicazione attiva attraverso il palinsesto di Libera Radio. Il laboratorio sarà condotto da due educatori. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 2 incontri da 2 ore + 1 incontro di 4 ore in Radio Costo: Euro 60 all’ora Data e orario: da concordare Sede: aule scolastiche e studi di Libera Radio-Radio Città del Capo Condotto da: educatori professionali di Open Group Riferimenti: Ilaria Pietrafesa Tel. 3499021146 Email [email protected]

Area Comunicazione ed Espressione

31

REDAZIONE MULTIMEDIALE Il laboratorio condurrà i partecipanti in una vera e propria redazione web per insegnare ai ragazzi i fondamenti della professione giornalistica: come si scrive un articolo, come si prepara un'intervista, come ci si documenta, come si individuano le fonti corrette on line, come si comunica. Verranno attraversati diversi: radiofonico, foto-videografico, narrativo e mediatico, attraverso la realizzazione di un Blog. L’utilizzo dello strumento digitale permette di accompagnare i ragazzi in un esperienza alternativa e consapevole di utilizzo del web, andando verso l’educazione alla cittadinanza digitale attiva e responsabile. I ragazzi si sperimenteranno quindi come redazione multimediale, sperimentando collaborazione, condivisione e risoluzione di problemi ma soprattutto si sentiranno componenti attivi della comunità in cui vivono. Partendo dunque dalle riflessioni e dai temi già realizzati e postati sul blog, i ragazzi verranno sollecitati a individuare e approfondire argomenti anche adiacenti a quelli già affrontati. Saranno dunque i ragazzi stessi, supportati dai due media educators, ad individuare argomenti e format da trattare e realizzare nei cinque incontri, in linea con lo sviluppo di partecipazione attiva. Il laboratorio sarà condotto da due educatori. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 16 incontri di 2 ore ciascuno Costo: Euro 48 all’ora Data e orario: da concordare Sede: Spazio Eco Condotto da: educatori professionali di Open Group Riferimenti: Ilaria Pietrafesa Tel. 3499021146 Email [email protected] oppure LInFA Tel. 051598295 Email [email protected]

Area Comunicazione ed Espressione

32

LA BIBLIOTECA PROPONE La Biblioteca “C. Pavese” organizza in Casa della Conoscenza attività finalizzate a illustrare le opportunità offerte ai ragazzi dai diversi settori del servizio bibliotecario, fare conoscere caratteristiche e ricchezza dei libri e dei materiali multimediali a disposizione, sia a scopo di ricerca che di intrattenimento, rafforzare l’abitudine dei più giovani alla lettura e ai consumi culturali attraverso letture, laboratori e incontri con professionisti e esperti. Per la scuola secondaria di II grado sono previste le seguenti attività:

TI RACCONTO UN LIBRO PROGETTI SPECIALI 2016-2017

Presentazione di classici e nuovi classici della letteratura per ragazzi attraverso la narrazione e la lettura ad alta voce a cura Simone Maretti. Titoli e date delle narrazioni saranno disponibili in Biblioteca entro il mese di settembre 2016. Rivolto a: classi di scuola secondaria di II grado Condotto da: Simone Maretti Modalità: incontri singoli di circa 1 ora e 30 Data e orario: in corso di definizione.

VISITIAMO LA BIBLIOTECA ATTIVITÀ CONTINUATIVE

Gli operatori conducono i ragazzi alla scoperta degli spazi della Casa Conoscenza dedicati alla lettura e alle attività culturali, fornendo tutte le indicazioni utili per future visite in autonomia. Sono possibili anche visite alla Biblioteca a fine di ricerca e lettura senza il supporto diretto del personale, sempre previo appuntamento. Rivolto a: classi di scuola secondaria di II grado Condotto da: personale della Biblioteca “C. Pavese” Modalità: 1 incontro di circa 1 ora e 30 Data e orario: ottobre 2016-maggio 2017. Giorni e orari da concordare, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Area Comunicazione ed Espressione

33

LEGGERE LE IMMAGINI ATTIVITÀ CONTINUATIVE

La tipologia di attività comprende i progetti dell’area multimediale della Biblioteca, afferenti le aree cinema, musica, comunicazione. Le proiezioni rivolte alle classi favoriscono il confronto fra libro e film nel caso di opere cinematografiche tratte da libri per ragazzi oppure integrano, apportando nuovi spunti di riflessione a percorsi tematici specifici. Le proiezioni sono riservate alle classi iscritte alla Biblioteca, in convenzione con AVI Associazione Videoteche italiane. I seguenti percorsi sono attivabili singolarmente: Letteratura a tempo di musica. Quando i libri diven tano canzoni In questo laboratorio analizzeremo alcuni casi in cui la narrativa è entrata nelle canzoni di alcuni dei maggiori cantautori italiani. La stessa storia, raccontata con due tecniche differenti e da punti di vista diversi. Rivolto a: classi di scuola secondaria di II grado Condotto da: Personale della Biblioteca Modalità: 1 incontro di 2 ore Data e orario: Giorni e orari da concordare direttamente con il personale della biblioteca. Cinetica: l'etica che attraversa il cinema Visione e approfondimento di due film per ragionare su responsabilità e doveri. Rivolto a: classi di scuola secondaria di II grado Condotto da: Personale della Biblioteca Modalità: 1 o 2 incontri da 2 ore Data e orario: Giorni e orari da concordare direttamente con il personale della biblioteca. Black Mirror: lo schermo nero che ci guarda Attraverso l'analisi di alcune puntate di una delle serie di maggior successo, esploreremo gli aspetti più contraddittori delle abitudini portate dalle nuove tecnologie. Rivolto a: classi di scuola secondaria di II grado Condotto da: Personale della Biblioteca Modalità: 1/2 incontri da 2 ore Data e orario: Giorni e orari da concordare direttamente con il personale della biblioteca. Di cosa parliamo quando parliamo d’amore Percorso cinematografico dedicato al tema degli affetti. I film presentati indagheranno i diversi aspetti delle relazioni d’amore in età giovanile. Rivolto a: classi scuole superiori Condotto da: Personale della Biblioteca Modalità: 2 incontri da 3 ore Data e orario: Giorni e orari sono concordare direttamente con il personale della Biblioteca

34

Diversi ma uguali Percorso cinematografico dedicato al tema delle differenze (culturali, generazionali, di genere e orientamento sessuale ecc.). I percorsi prevedono la visione e il commento critico di due film. Rivolto a: classi di scuola secondaria di II grado Condotto da: Personale della Biblioteca Modalità: 2 incontri da 3 ore

IL GIORNO DELLA MEMORIA PER IMMAGINI ATTIVITÀ CONTINUATIVE

Proiezioni di film su Shoah e leggi razziali. Rivolto a: classi di scuola secondaria di II grado Condotto da: personale della Biblioteca “C. Pavese” Modalità: incontri di circa 2 ore Data e orario: dal 24 al 27 gennaio 2017

ALLA SCOPERTA DELLE ACQUE DI CASALECCHIO ATTIVITÀ CONTINUATIVE

Alla scoperta della via d’acqua che per 800 anni ha unito i popoli, favorito l’industria, aiutato la gente e promosso lo sviluppo e la tecnologia. Rivolto a: tutte le cassi di scuola secondaria di II grado Condotto da: Ing. Andrea Papetti in collaborazione con Consorzio della Chiusa di Casalecchio e del Canale di Reno. Data e orario: ottobre 2016, aprile-maggio 2017. Sede di tutte le attività: Casa della Conoscenza, via Porrettana 360, Casalecchio di Reno Costo: gratuito Riferimenti e iscrizioni: da martedì 20 settembre 2016 presso Casa della Conoscenza / Biblioteca Comunale “C. Pavese” Tel. 051598300 Email [email protected]

35

IL VIAGGIATORE INCANTATO

Siamo tutti viaggiatori: anche se non siamo Ulisse, o Jim sull’Hispaniola, o il giovane Holden nella grande città, o l’ebreo errante, ognuno di noi compie il viaggio della propria esistenza. Il viaggio è, nella storia letteraria, metafora della vita e soprattutto del divenire, del crescere, del formarsi come individui. Il laboratorio si propone di accompagnare i ragazzi alla ricerca del proprio viaggio. Dove mi piacerebbe andare? Perché proprio lì? Perché dovrei avere una meta? Come vorrei muovermi? E, soprattutto, con chi? Ma poi, perché andare? Con il linguaggio incantato del teatro si possono immaginare scenari imprevedibili… Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 10 incontri di 2 ore ciascuno Costo: Euro 50,00 + IVA 4% all’ora Data e orario: da concordare Sede: aule scolastiche Condotto da: Cristina Bartolini, attrice/formatrice Riferimenti: Tel. 059730496 Email [email protected]

Area Comunicazione ed Espressione

36

VISITA GUIDATA A UN LABORATORIO ARTIGIANALE CERAMICO

Il progetto offre una coinvolgente opportunità ludica e culturale agli studenti con l’obiettivo primario di presentare ed acquisire i valori culturali, manuali e creativi, espressi dalla tradizione artigianale dell’Arte Ceramica. La Visita Guidata ad un laboratorio artigianale, il contatto con materiali, utensili e manufatti inusuali, vedi: argilla, tornio e tornielli, vernici, smalti, pennelli, forno, ingobbi, e le mille tecniche produttive utilizzate nella produzione ceramica. Gli scolari avranno l’opportunità di conoscere e comprendere le varie fasi necessarie alla realizzazione di una maiolica ceramica: dalla modellazione al suo consolidamento nel forno, alla tuffatura nello smalto, alla decorazione, un’esperienza coinvolgente e concreta di conoscenza di un materiale millenario, duttile e malleabile, che da sempre appartiene alla storia dell’uomo. Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 1 incontro di 1 ora e 30 Costo: gratuito Data e orario: da concordare, fino a esaurimento posti Sede: BACC Bottega Arte Ceramica, Casalecchio di Reno Condotto da: operatori, educatori della BACC Bottega Arte Ceramica Casalecchio Riferimenti: Tel. 3339607105 Email: [email protected]

Area Comunicazione ed Espressione

37

L’URBANA SAGGEZZA DEL RAMMENDO URBANO

Il Progetto L’Urbana Saggezza del Rammendo Urbano - lavori in corso , attraverso un’insolita metafora della conoscenza, della conoscenza della Città, dei suoi edifici, dei suoi abitanti, esamina i saperi acquisiti, i disagi vissuti, da un simbolico Piccione Urbano, sorvolando i tetti, ascoltando ed interpretando le voci ed i fatti del mondo, esaminando il degrado urbano. Al centro del palcoscenico creativo due personaggi, due soggetti apparentemente estranei tra loro e controversi: l’Urbe, la moderna città contemporanea, affollata, rumorosa e caotica e il Piccione, specie di columbide uniformemente diffusa e odiata in tutto il mondo. La Saggezza Urbana del Piccione, acquisita dall’allievo, suggerisce la necessità urgente di affrontare il possibile Rammendo Urbano della propria città, attraverso interventi semplici in grado, comunque, di perfezionare un dettaglio, favorire un miglioramento estetico, partendo, ad esempio, dal riordino ordinato, pratico ed estetico di un giardino, di una strada, di una piazza, della facciata storica di un palazzo, della propria aula scolastica. Un diario narrativo, un percorso immaginario, che consente agli allievi, di ampliare i punti di vista, curiosare tra le cose, i fatti e le persone, sviluppando la propria innata curiosità, individuando problemi, proponendo soluzioni. Un ulteriore, innovativo sguardo critico sulla propria città, il quartiere, la casa, la scuola, le persone. Il piccione vive e conosce come pochi lo Spazio Urbano che lo ospita; ne ha assimilato gli usi, i costumi, le contraddizioni, ne ha percepito le passioni, le ansie, i valori, le manie digitali, le valenze estetiche, acquisendo capacità di giudizio: la Saggezza Urbana, la quale, gioco forza, inevitabilmente, conforma il nuovo, severo, rigoroso, sguardo critico, del Rammendo Urbano. Laboratori formativi previsti: Saggezza Urbana : Memorie plastiche - Memorie estetiche - Memorie olfattive Rammendo Urbano: Lavori in corso: apertura di un Cantiere progettuale - indagine visiva e fotografica sul soggetto del Rammento - stesura degli esecutivi progettuali del Rammendo Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: 5 incontri di 1 ora e 30 Costo: Euro 42 all’ora Data e orario: da concordare Sede: spazi scolastici Condotto da: Silvia Elmi, pedagogista e ceramista Riferimenti: Tel. 33396078105 Email [email protected]

Area Comunicazione ed Espressione

38

INTERVENTO DI PROMOZIONE DELLA LETTURA

ATTRAVERSO LA NARRAZIONE

La proposta è la seguente: nel corso di ogni singolo intervento da me realizzato – sia esso rivolto a scuole primarie, secondarie di primo o secondo grado, università della libera età o gruppi eterogenei di spettatori (serate, spettacoli, incontri pomeridiani, ecc.) – raccontare, riassumendola, la trama di un romanzo o in generale di un testo narrativo in prosa. Per fornire uno stimolo alla lettura integrale dell'opera, intendo accompagnare la narrazione con letture di brani scelti che considero significativi per coglierne lo stile, e particolarmente adatti a suggerire la possibilità di un contatto im-mediato con essa. Ho frequentato un corso di dizione e ciò mi consente di dar vita a quella che viene definita “lettura espressiva” (non sono attore, ma narratore. Se l'attore finisce per rubare la scena al personaggio di cui interpreta il ruolo, un buon narratore sa celarsi dietro le proprie storie). Ho verificato come alcuni passaggi di lettura – o, viceversa, di racconto/sintesi – producano maggior effetto se sottolineati da brani musicali selezionati a seconda del romanzo e dell'occasione. La particolare modalità di svolgimento degli interventi è in grado di ricreare, in maniera soddisfacente, la dimensione di meraviglia, curiosità e rapimento nella quale siamo stati abituati ad ascoltare i primi racconti.

Rivolto a: alunni di tutte le classi Modalità: da concordare Costo: Euro 95 all’ora, IVA inclusa Data e orario: da concordare Sede: luogo adeguato ed eventualmente impianto di amplificazione Condotto da: Simone Maretti, narratore Riferimenti: Tel. 3338167207 Email [email protected]

Area Comunicazione ed Espressione

39

DENTRO AL FUMETTO Dentro al fumetto è un laboratorio che utilizza l'espressione artistica del disegno, come mezzo per far riflettere i ragazzi sulle loro emozioni e sulla comunicazione non verbale. L'obiettivo del progetto è stimolare la creatività e la riflessività personali attraverso il linguaggio grafico del disegno e del fumetto; favorire il superamento di difficoltà espressive e di blocchi emotivi delle ragazze e dei ragazzi, attraverso la cornice fantastica della fiaba; stimolare lo spirito di collaborazione, la disposizione all'ascolto e il confronto di punti di vista diversi nel gruppo; valorizzare le differenze incoraggiando i ragazzi a relazionarsi con il proprio retroterra culturale, sociale e familiare. Prendendo spunto dalla fiaba del Califfo Cicogna, che narra la trasformazione di un principe in una Cicogna, useremo l'espediente letterario del fantastico della trasformazione: da esseri umani ad animali antropomorfi. Giocare a cercare “l'animale che mi sento” aiuterà i ragazzi ad esprimere le proprie emozioni al riparo da stereotipi e dai ruoli che vivono a scuola o a casa. La modalità del Disegno e della scoperta del linguaggio del Fumetto, sarà un medium artistico per studiare la gestualità e la mimica facciale, aiuteremo i ragazzi nel disegno usando immagini foto o disegni di animali. Il momento del laboratorio sarà tenuto da un maestro di Disegno e da un Educatore perché crediamo che la performance artistica non si il risultato finale ma un mezzo per costruire ed incentivare il lavoro di gruppo, inoltre avere la guida di un vero maestro di arte aiuterà i ragazzi a scoprire i loro talenti del disegno, poiché tutti i ragazzi lavoreranno su un loro soggetto e alla fine del laboratorio arriveranno a scrivere il proprio fumetto, indipendentemente dalle loro capacità artistiche pregresse. Rivolto a: alunni di tutte le classi in gruppi di classe o interclasse Modalità: 10 incontri da 2 ore ciascuno Costo: Euro 37 all’ora Data e orario: tra gennaio e marzo 2017, in orari da concordare Sede richiesta: aule scolastiche Condotto da: Chiara Milani, educatrice e Vittorio Ormas, Maestro Accademia di Belle Arti Riferimenti: Tel. 3387154922 Email [email protected]

Area Comunicazione ed Espressione

40

LA CASA SUL FILO “La casa sul filo” è un laboratorio interattivo sul tema della violenza di genere, proposto dalla Commissione Pari Opportunità Mosaico (ASC InSieme). L’intenzione è quella di connotare il fenomeno nella sua dimensione culturale: la secolare denigrazione del potenziale femminile come perdita di un valore sociale aggiunto nella convivenza delle donne e degli uomini e la decostruzione della contrapposizione tra i generi come risorsa attiva nel cambiamento dei comportamenti singolari e plurali. L’obiettivo è quello di offrire stimoli alla costruzione di identità più consapevoli e determinate nella difesa della propria integrità fisica e psicologica e della propria libertà di relazione.

Rivolto a: alunni delle classi terze, quarte e quinte Modalità: 2 incontri di 2 ore ciascuno Costo: gratuito Data e ora: da concordare Sede: spazi scolastici Condotto da: Letizia Lambertini, antropologa Riferimenti: LInFA Tel. 051598293 Email [email protected]

Area Pari Opportunità

41

LE PAROLE DELL’IDENTITÀ

Apertura della Settimana dell’Intercultura INCONTRI DI MOnDI 2016

La Settimana dell’Intercultura Incontri di Mondi è giunta alla sua settima edizione e si svolgerà dal 24 al 29 ottobre 2016. L’obiettivo è quello di promuovere riflessioni sulle realtà multiculturali dei nostri territori per generare senso di appartenenza alla comunità plurale, promuovendo azioni che si rivolgono alle diverse fasce generazionali con l’intento di educare alla convivenza tra alterità, facilitare l’apertura al dialogo e favorire la coesione sociale. Interviene Massimo Bosso, Sindaco del Comune di Casalecchio di Reno. Introduce Fabio Abagnato, Assessore Saperi e Nuove Generazioni, Comune di Casalecchio di Reno. È previsto l’incontro con Federico Montanari, Università di Modena-Reggio Emilia, docente di Comunicazione e Semiotica; e Cristina Balma Tivola, antropologa e videomaker, docente presso le Università di Macerata e di Venezia, che presenta il cortometraggio “Identità culturale”, ispirato all’articolo “100% Americans” dell’antropologo Ralph Linton. Coordina l’evento Giovanni Amodio, Responsabile Servizi Educativi, Scolastici e di Integrazione Sociale, Comune di Casalecchio di Reno. Rivolto a: cittadine e cittadini, Sindaci e Amministratori dell’Unione dei Comuni Reno, Lavino e Valsamoggia, rappresentanti del Network Italiano delle Città Interculturali, studenti di scuole secondarie di secondo grado Modalità: accesso libero Costo: gratuito Data e orario: lunedì 24 ottobre 2016, dalle 17 alle 19 Sede: Sala Consiglio, Municipio, via dei Mille 9 Condotto da: docenti ed esperti Riferimenti: LInFA Tel. 051 598295 Email [email protected]

Area Intercultura

42

LE PAROLE DELLA MIGRAZIONE TRA REALTÀ E PERCEZIONI

Il percorso consiste in due incontri rivolti alle classi che hanno l’obiettivo di far conoscere agli studenti l’esperienza diretta di chi emigra e le discrepanze tra realtà e proprie percezioni personali. Gli studenti potranno intervistare le persone migranti e mettere a confronto il loro punto di vista con il proprio, anche tramite attività legate a parole-chiave. Al termine del percorso verranno presentati i dati statistici collegati agli stereotipi più comuni sulla migrazione. Il percorso prevede un incontro preliminare obbligatorio con le insegnanti richiedenti in cui verranno presentati i contenuti e le metodologie di educazione interculturale da attivare successivamente presso le classi pre-iscritte. La mancata partecipazione a questo incontro non renderà possibile la fruizione del laboratorio per la classe. Rivolto a : alunni di tutte le classi (max 1 classe per scuola) Modalità : 1 incontro preliminare tra adulti obbligatorio e 2 incontri di 2 ore con la classe Costo : gratuito Data e orario : primo incontro: martedì 25 ottobre, dalle 18 alle 19; incontri in classe: da concordare Sede: Sala Foschi, Casa della Solidarietà, via del Fanciullo 6, Casalecchio di Reno Condotto da : collaboratori, volontari e migranti dell’Associazione Aprimondo Riferimenti : LInFA Tel. 051 598295 Email [email protected]

Area Intercultura

43

Scheda di iscrizione per

Corsi, Laboratori, Iniziative

Da utilizzare solo per i progetti di LInFA. Per tutti gli altri progetti contattare direttamente i riferimenti della scheda.

Nome e cognome _________________________________________ Servizio/Scuola/Associazione ___________________________________ Recapito e-mail ____________________________________________ Recapito telefonico __________________________________________

Desidero iscrivermi alle seguenti iniziative : TITOLO: __________________________________________________ GESTITO DA: ______________________________________________ Nel caso di Laboratori a scuola specificare: CLASSE __________________________Numero allievi ____________

PER LE ATTIVITÀ DI LINFA SI PREGA DI INVIARE IL PRESENTE MODULO ATTRAVERSO LA SEGRETERIA DI OGNI ISTITUTO SCOLASTICO

ENTRO IL 30 SETTEMBRE 2016

LInFA, Luogo per l’Infanzia, le Famiglie, l’Adolescenza [email protected]

Via del Fanciullo, 6-Casalecchio di Reno (BO) Tel. 051598295 Fax 051598105 www.comune.casalecchio.bo.it

44

A cura di

LInFA, Luogo per l’Infanzia, le Famiglie, l’Adolescenza [email protected]

Via del Fanciullo, 6-Casalecchio di Reno (BO) Tel. 051598295 Fax 051598105 www.comune.casalecchio.bo.it