eBook Lezioni Coaching

Click here to load reader

  • date post

    20-Jul-2015
  • Category

    Documents

  • view

    448
  • download

    3

Embed Size (px)

Transcript of eBook Lezioni Coaching

Robert Dilts

COACHINGDIALOGIKA E-BOOK

Lezioni di

www.dialogika.it

DIALOGIKA E-BOOKRobert Dilts

LEZIONI DI COACHING

Questo libro digitale fa parte del catalogo Edizioni Dialogika. Contiene risorse essenziali per migliorare e altri le proprie competenze in ipnosi, counseling comunicazione efficace. Puoi acquistare altri titoli su www.dialogika.it. Buona lettura! ambiti della

http://www.facebook.com/Dialogika http://twitter.com/Dialogika

2

DIALOGIKA E-BOOKRobert Dilts

LEZIONI DI COACHING

Titolo LEZIONI DI COACHING

Autore Robert Dilts

3

DIALOGIKA E-BOOKRobert Dilts

LEZIONI DI COACHING

................................................................. 5 ............................................................................ 6 ........................... 11 .................................................................... 16 ................................................................ 20 ............................................................ 23 .... 28 ........................ 31 ................................................................ 34 ................................... 36

4

DIALOGIKA E-BOOKRobert Dilts

LEZIONI DI COACHING

Quante volte hai sentito dire che il Coach lavora solo a livello dei comportamenti e delle convinzioni dei propri clienti? In realt per poter essere efficaci nel coaching occorre lavorare a un livello pi profondo che comprenda lidentit del cliente, apportando cos cambiamenti che possono essere duraturi. Queste brevi lezioni hanno proprio lo scopo di farti capire limportanza di un lavoro pi approfondito nel coaching per portare il cliente a dei risultati che un semplice addestramento

comportamentale non potrebbe produrre. Leggendo capirai che cos lidentit di una persona e come sia in relazione con i comportamenti, le convinzioni, i valori personali ma anche con tutto il mondo che ci circonda. Capirai anche come sia possibile lavorare sullidentit per produrre dei cambiamenti che abbiano un effetto cascata e si esprimano visibilmente attraverso miglioramenti sostanziali della propria performance. Non mi resta che augurarti una buona lettura!

5

DIALOGIKA E-BOOKRobert Dilts

LEZIONI DI COACHING

"C una vitalit, una forza vitale, una accelerazione che si traduce in azione, e dal momento che esiste un solo esemplare di voi in ogni dato momento storico questa espressione unica. Se voi la bloccate, non esister pi alcuna forma e andr perduta. Il mondo non potr pi averla. Non spetta a voi determinare quanto buona essa sia, o paragonarla ad altre espressioni. affar vostro ottenere il canale aperto. " (Martha Graham) Lidentit si riferisce al nostro senso di chi siamo. Secondo il modello dei livelli neurologici della PNL, lidentit un livello di cambiamento e di esperienza che si distingue dalle nostre convinzioni, capacit, comportamento e stimoli esterni. Quando diciamo io provo X io faccio X io capisco X io credo X di me ci riferiamo a un Io che per sua natura differente dallesperienza, dal comportamento, dalla comprensione, dalle convinzioni. un livello pi profondo che trascende ma include tutti gli altri livelli di esperienza. lidentit che filtra le esperienze, la comprensione dellesperienza. Perci possiamo avere

6

DIALOGIKA E-BOOKRobert Dilts

LEZIONI DI COACHINGcomportamenti contraddittori, pensieri contraddittori, convinzioni contraddittorie ed essere comunque la stessa persona. In effetti, la parola identit viene dal latino Idem, che letteralmente significa il medesimo. In questo senso riferita a quello che non cambia e collega come un filo i vari contesti ed espresso in ogni cosa facciamo. la nostra identit che organizza le nostre convinzioni, capacit e comportamenti in un solo sistema. La gente spesso sente il proprio senso di identit come fonte, centro, o essenza che sempre con loro. Il nostro senso di identit in relazione anche alla percezione di noi stessi in relazione al sistema pi grande di cui facciamo parte, rendendoli consapevoli del nostro ruolo e della nostra Mission. Perci la percezione dellidentit ha a che fare con la risposta a domande come chi sono? quali sono i miei limiti? e quale il mio scopo? Mentre lidentit distinta da altri livelli di esperienza, possibile per una persona identificarsi con questi altri livelli. La persona si pu identificare con lambiente esterno, i comportamenti, le capacit o le convinzioni. Per esempio la persona pu definirsi come gente di montagna, gente di citt, amanti dei gatti, alcolizzati, giocatori di

7

DIALOGIKA E-BOOKRobert Dilts

LEZIONI DI COACHINGpallacanestro, pittori, maestri, comandanti, conservativi,

fondamentalisti, atei, o credenti. Anche se ognuno di questi modi di definire la propria identit pu aiutare a portare un certo livello di stabilit o chiarezza, sono tutti comunque incompleti. Riflettono la nostra autoimmagine o il concetto di noi stessi pi che la nostra vera identit. Nessuno di loro costituisce la mappa giusta o racconta la storia completa. Ognuna di queste descrizioni limitata e potenzialmente limitante. Sono pi relazionate con la struttura superficiale del s che con la struttura profonda. La struttura profonda dellidentit pu essere paragonata a quella che si conosce come superposizione nella fisica quantistica. Secondo la meccanica quantistica, un oggetto pu essere in pi stati possibili simultaneamente (una superposizione) fino a che non viene osservato. Il processo di osservare loggetto immobilizza lo stato delloggetto in una possibilit unica. Per fare unanalogia con lidentit, possiamo dire che chi siamo nel profondo una superposizione di tutti i nostri stati simultaneamente. Quando agiamo con gli altri e ci sentiamo osservati o anche quando ci osserviamo, tendiamo a congelarci o a rinchiuderci in uno stato particolare o un gruppo di stati.8

DIALOGIKA E-BOOKRobert Dilts

LEZIONI DI COACHINGChiarire la struttura profonda della nostra identit ci permette di esprimere noi stessi in modo ancora pi profondo a livello della nostra struttura superficiale di comportamento. Questo processo comprende alcuni elementi importanti: Trovare e chiarire la nostra direzione nella vita. Gestire i confini tra noi e gli altri Chiarire le convinzioni che sostengono la nostra identit e quelle che ci limitano.

Espandere il nostro senso di s e incorporare nuove dimensioni dellessere. Il coach dovr aiutare i suoi clienti a sviluppare un senso di identit che appropriato alle sfide che affrontano. Anche persone di successo che hanno ottimizzato molte delle competenze possono avere necessita di gestire degli aspetti importanti della propria identit. Il ruolo principale del coach di promuovere lidentit dei clienti e di assisterli nel gestire la complessit delle sue varie sfaccettature. Per fare coaching al livello dellidentit occorre: Determinare quando i problemi di identit sono le sfide chiave per il cliente.9

DIALOGIKA E-BOOKRobert Dilts

LEZIONI DI COACHING Usare mezzi pratici per aiutare i clienti a valutare e a ottimizzare il fatto che sono essi il risultato del loro passato, che adesso sono nel presente e che questo sar il motivo di ci che saranno nel futuro. Assistere i clienti nel percepire il loro ruolo e la loro missione allinterno del sistema di cui fanno parte.

10

DIALOGIKA E-BOOKRobert Dilts

LEZIONI DI COACHING

Uno dei modelli di NLP pi utile per fare del coaching con la C maiuscola quello dei livelli Neurologici. Sia il coaching che il modelling frequentemente hanno bisogno di gestire livelli multipli di apprendimento e cambiamento per poter avere successo. Secondo il modello dei livelli neurologici (Dilts 1989,1990,2000) la vita della gente in un sistema e a maggior ragione la vita del sistema stesso pu essere capita e descritta secondo un numero diverso di livelli: ambiente esterno, comportamenti, capacit, valori e convinzioni, identit e livello spirituale. Al livello pi basico, coaching e modelling devono rivolgersi allambiente in cui un sistema e i suoi membri agiscono e interagiscono, per esempio quando e dove avvengono le operazioni e le relazioni allinterno del sistema o organizzazione. Fattori ambientali determinano il contesto e i limiti sotto cui la gente opera. Lambiente di unorganizzazione, per esempio, composto dalla posizione geografica delle fabbriche, dagli edifici, dagli uffici e strutture degli stessi. Oltre alleffetto che questi fattori hanno sulle persone occorre considerare anche gli effetti che essi possono11

DIALOGIKA E-BOOKRobert Dilts

LEZIONI DI COACHINGavere sui fattori ambientali esterni, cio come influiscono

sullambiente esterno. A un altro livello possiamo esaminare i comportamenti specifici e le azioni di un gruppo o di un individuo, per esempio che cosa la persona o il gruppo fanno allinterno dellorganizzazione. Quali sono gli schemi particolari di lavoro, interazione o comunicazione? A un livello organizzativo i comportamenti possono essere definiti come procedure generali. A livello individuale i comportamenti prendono la forma di routine specifiche di lavoro, abitudini di lavoro o di attivit legate al lavoro. Un altro livello di processo coinvolge le strategie, le abilit e le capacit usate dallorganizzazione o dagli individui per selezionare e dirigere azioni allinterno dellambiente: ad esempio come generano e guidano i loro comportamenti allinterno di un certo contesto. Per un individuo il concetto di capacit include strategie cognitive e abilit come imparare, memorizzare, prendere decisioni e usare la creativit che facilitano la messa in atto di un comportamento particolare o di un compito. A livello organizzativo le capacit si riferiscono alle infrastrutture a disposizione per supportare le comunicazioni, le innovaz