BOZZA PROGETTO DIDATTICO - Istituto Comprensivo di ... · PDF fileprogetto Paesaggi Passaggi....

Click here to load reader

  • date post

    17-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    217
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of BOZZA PROGETTO DIDATTICO - Istituto Comprensivo di ... · PDF fileprogetto Paesaggi Passaggi....

1

PROGETTO DIDATTICO

Il Paradiso Naturale ha visto gli Uomini compresi nella Natura. Il Paradiso Artificiale, che gli Uomini hanno sviluppato nel tempo, quello che viviamo noi oggi e che arrivato a un punto di saturazione. Il Terzo Paradiso unisce il Primo e il Secondo e ci porta verso una nuova dimensione di responsabilit verso il futuro. E unindicazione programmatica di impegno verso il futuro che si apre dal 2003 e procede con una serie di azioni compiute nel mondo per portare lUmanit verso una dimensione che richiama la partecipazione di tutti a una responsabilit nuova.

(Michelangelo Pistoletto intervista Rai2)

Il paesaggio dice chi lo abita: non solo dotato di fisicit, ma anche di aspetti simbolici e figurativi, di aspirazioni e di identit plurime delle comunit insediate. necessario conoscerlo, rappresentarlo, curarlo, governarlo, sostenerlo perch i paesaggi interiori siano zona di contatto e di flusso di emozioni e sentire tra le persone e perch i paesaggi del territorio siano racconti di luoghi vissuti e desiderati dagli abitanti. Quali le introspezioni e le nuove consapevolezze suscitate dal viaggio con la scuola del luogo?

Liberamente rielaborato dal testo Educare al territorio, educare il territorio di C. Giorda e M. Puttilli

Progetto ideato dalla Scuola Primaria di Rossino Stazione creativa,

coordinato da FRANCA ZUCCOLI dell UNIVERSITA BICOCCA DI MILANO

Insegnamenti di Educazione allImmagine e Didattica generale in co-progettazione con Enti, Associazioni, Artisti del Territorio, Scuola e Universit

(Istituto comprensivo di Calolziocorte (Lc) - Anno scolastico 2014-2015)

PAESAGGI

2

Il contesto pag.2 I perch del progetto pag.3 La metodologia pag.4 I contenuti e gli indicatori di qualit pag.5 Le azioni pag.6 I paesaggi: paesaggi interiori: il ritratto pag.7 paesaggio geografico: il luogo abitato pag.12 paesaggi relazionali: il corpo pag.17 paesaggi sonori: ambienti, suoni, voci, strumenti pag.23

Sintesi organizzativa pag.29 La valutazione pag.30 Bibliografia pag.30

Storia didattica recente: i progetti annuali nella scuola primaria di Rossino

2013-14 cibo per lanima/cibo per il corpo/ tutti gi per terra

Larte e la sostenibilit. Natura e cultura. Una terza via: semi di rinascita.

2012-13 emozionarti - tutti gi per terra

Le emozioni nellarte, larte con le emozioni. L orto e i prodotti della terra.

Trasformazioni in una scuola che vive.

2011-12 tamtangram - tutti gi per terra

La partecipazione degli abitanti: la gente dei quartieri e le famiglie. La terra e il

territorio. La coesione sociale.

2010-11 twincle - non solo scuola

Larte nella diversit. Larte del convivere e condividere somiglianze e

contaminazioni.

2009-10 non solo scuola

La rete nelle agenzie educative del territorio. Educazione dentro e fuori la

scuola. Lintrascuola e i linguaggi dellarte.

3

Proposta di progetto

Crisi. Dalletimo greco il concetto di crisi pu essere inteso come difficolt ma anche come opportunit. Dalla situazione di incertezza legata al mantenimento o meno della scuola primaria di Rossino nel territorio collinare-

montano del Comune di Calolziocorte, gli insegnanti, i genitori, il dirigente scolastico insieme alle agenzie del

territorio hanno inteso la crisi come opportunit. Si andati cos promuovendo negli anni recenti una serie di

sperimentazioni specifiche attraverso un modello di intervento scolastico che perseguisse pratiche di Buona Scuola e

che si presentasse come innovativo, sostenibile e trasferibile anche negli anni successivi. Questanno lelemento di

novit il tempo scuola a 24 ore in conseguenza allassegnazione dell organico. Il modello per lanno scolastico 2014-

15 ha rinforzato quindi lintegrazione degli interventi educativi tra scuola ed extrascuola consentendo la stesura del

progetto Paesaggi Passaggi.

Il modello del progetto Paesaggi Passaggi si basa su alcuni punti cardine:

- Sviluppare la tematica Ambiente promossa in senso etico e nella presa in carico del proprio

paesaggio per una scuola integrata nel territorio naturale, culturale, sociale.

- Perseguire lintegrazione tra Paesaggio interiore e Paesaggio esterno attraverso la ricerca di

consapevolezze del proprio mondo emotivo-affettivo-relazionale nonch di identit individuali e

collettive, di vissuti personali e di comunit, anche attraverso immagini e desideri verso paesaggi

futuri. Per una scuola che nutre, cio che educhi al superamento dei confini io-tu, dentro-fuori,

corpo-ambiente, scuola-extrascuola, Natura-Cultura.

- Sviluppare il tema della Terra e della Sostenibilit inteso come avvicinamento corporeo dei bambini

alla terra e ai suoi prodotti attraverso lorto per studiare elementi ed eventi naturali, ma anche

cogliere i concetti di cibo, risorse, impronta ecologica, biodiversit, filiera alimentare, locale-globale,

ecosistema in un intreccio di discorsi scientifici, emotivi, geografici, storici, ecologico-ambientali,

economici. Ma anche simbolici esplorando la Terra come Madre che ci nutre.

- Promuovere una didattica integrata che si espliciti in esperienze in cui i Linguaggi umanistici e

quelli scientifici si incontrino e si parlino, perch il simbolo e il segno convivano, lArte e la Scienza si

integrino in una scuola pensata per bambini interi che apprendano luso intelligente sia del corpo,

sia delle mani, sia della pancia, sia della mente.

- Incentivare progettazioni e pratiche intra-scolastiche per una scuola che si nutre nel territorio e

nutre il territorio: accoglie esperti, artisti e famiglie alimentando esperienze, saperi, linguaggi e

modelli; lascia tracce di s nel quartiere.

- Mettere al centro lArte come motore di trasformazione sociale in un contesto in cui occorre

nutrire la Bellezza dellespressivit personale in ogni azione di insegnamento-apprendimento, in

ogni azione di partecipazione sociale e proiezione di s nel Paesaggio .

- Promuovere il pensiero di M. Pistoletto nel simbolo del Terzo Paradiso.

(VEDI IN PARTICOLARE AZIONI 2/A, 2/B, 2/C E 2/D.)

4

Metodologia laboratoriale

Le azioni saranno basate sullintegrazione e linclusivit tra scuola e extra-scuola attraverso attivit di

Laboratorio. I laboratori saranno gestiti da personale esterno ed esperto presente sul territorio. I contenuti si

intrecceranno e potenzieranno il curricolo scolastico, cercando di garantire ai bambini unofferta formativa

di qualit, offrendo loro contesti e spazi che permettano lespressione di s attraverso una molteplicit di

linguaggi, cercando di valorizzare le specificit di ognuno e le intelligenze multiple, potenziando la

dimensione cognitiva, metacognitiva ed emotiva dei bambini.

Nel progetto educativo che si va presentando il senso del laboratorio non si lega pi a un luogo fisico o a un tempo orario, ma a una forma mentale di apprendistato cognitivo che abbraccia pi momenti della giornata e pi discipline, aperte e interagenti.

Metodologie attive

Il lavoro di gruppo, il brainstorming, il role-play, la discussione, la problematizzazione, la ricerca, la

narrazione si alterneranno ad alcuni momenti di lezione frontale e/o di esercitazione.

Co-progettazione

La scuola desidera abbandonare il proprio centrismo e promuovere una nuova capacit di ideare, progettare, realizzare e validare le esperienze con interlocutori che arricchiscano la visione globale di linguaggi plurimi interagenti e che legittimino le scelte educativo-didattiche. In particolare si predispone una stretta collaborazione con esperti negli ambiti di espressivit corporea, arti visive e musica per le attivit laboratoriali di due pomeriggi e la supervisione della dott.ssa Zuccoli e della sua collaboratrice la dott.ssa de Nicola per lintero progetto. Tra insegnante ed esperto non ci deve essere confusione di ruoli, entrambi devono sentirsi parte di un progetto. Tutto ci che il progetto offre alla scuola come laboratorio condotto da esperti non si aggiunga allazione didattica quotidiana o semplicemente viaggi parallelo alle attivit della classe senza incrociarsi con esse, ma la compenetri e sia in grado di provocare altre azioni in un dialogo continuo di co-costruzione attraverso la riflessione, il ragionamento e la consapevolezza, con attenzione ai "processi" pi che a "prodotti".

Monitoraggio

Diario di bordo, sequenze di documentazione filmica, materiale fotografico, incontri di validazione e monitoraggio fra insegnanti della scuola primaria, esperti e artisti, rappresentanti di agenzie e/o enti del territorio e insegnanti dellUniversit.

5

-

- il fare Arte: Arte come contenuto, come strumento o come dimensione interiore?

- il Pensare - il Pensarsi: percorsi di consapevolezze e relazione tra dentro e fuori

- la Trasformazione del territorio nella Biodiversit dei Paesaggi fisici e culturali-sociali,

comunitari e individuali,

- la Sostenibilit vissuta in alcune pratiche a scuola e a casa

- la C