AGGIORNAMENTI LUGLIO 2007.pdf¢  AGGIORNAMENTI Rassegna di notizie di interesse notarile...

download AGGIORNAMENTI LUGLIO 2007.pdf¢  AGGIORNAMENTI Rassegna di notizie di interesse notarile tratte dai principali

of 35

  • date post

    19-Jul-2020
  • Category

    Documents

  • view

    0
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of AGGIORNAMENTI LUGLIO 2007.pdf¢  AGGIORNAMENTI Rassegna di notizie di interesse notarile...

  • AGGIORNAMENTI

    Rassegna di notizie di interesse notarile tratte dai principali canali di informazione

    Curata da Francesco Boni

    trasmesso via Internet e pubblicato sul sito www.notaibergamo.it

    Mese di LUGLIO 2007

    Notizie varie

    E’ operativa la Convenzione per la “Ristrutturazione” dei debiti agricoli INPS. In data 9 marzo 2007 Deutsche Bank AG e Bayerische Hypo- und Vereinsbank AG, da una parte, e la Società di Cartolarizzazione dei Crediti INPS – SCCI S.p.A. dall’altra, hanno sottoscritto un contratto di acquisto di un portafoglio di crediti contributivi maturati originariamente dall’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (“INPS”) nei confronti di coltivatori diretti, coloni, mezzadri e di aziende agricole (maggiorati di interessi, sanzioni e somme aggiuntive dovuti in relazione agli stessi) (i “Crediti Agricoli”) e successivamente trasferiti da INPS a SCCI tra il 1999 e 2004. Il Consiglio Nazionale del Notariato e Deutsche Bank AG, Bayerische Hypo- und Vereinsbank AG, e UGC Banca S.p.A., hanno sottoscritto una convenzione per disciplinare le attività che ai Notai sarà richiesto di svolgere in relazione alla Ristrutturazione dei Crediti Agricoli tramite il sistema gestionale di UGC Banca relativo ai Crediti Agricoli cui avranno accesso mediante collegamento telematico. L’ “Accordo di Ristrutturazione” In particolare, ai sensi del Contratto di Acquisto, le banche hanno acquistato i Crediti Agricoli dei debitori che sottoscriveranno un accordo (in seguito, “Accordo di Ristrutturazione”) avente ad oggetto una ristrutturazione dei Crediti Agricoli e in virtù del quale:

    (a) i debitori riconosceranno l’intero ammontare dovuto in relazione ai Crediti Agricoli, come risultante dai dati contabili forniti agli Acquirenti da INPS, rinunciando ad ogni eccezione in relazione a tali crediti al solo fine di beneficiare della Ristrutturazione e alla cessione di essi ai sensi del Contratto di Acquisto;

    (b) i debitori accetteranno formalmente la cessione dei Crediti Agricoli, impegnandosi a non sollevare alcuna eccezione, né a contestare, anche indirettamente, tale operazione in qualsivoglia sede, giudiziale o stragiudiziale;

    (c) a fronte di tali riconoscimenti, gli Acquirenti rinuncerebbero ad escutere gli interessi di mora, rivalutazione monetaria, spese legali di lite ed altri costi od oneri connessi ai Crediti Agricoli e rinuncerebbero altresì ad una percentuale da definirsi dell’importo in linea capitale del credito;

    (d) sulla base di quanto precede, i debitori avrebbero la possibilità di corrispondere immediatamente l’importo così ridotto, a saldo e stralcio della posizione, o di dilazionare lo stesso nell’arco di più anni prestando adeguate garanzie.

    La procedura di adesione alla Ristrutturazione

    La procedura di adesione alla Ristrutturazione prevede che ciascun debitore: (a) acceda, per il tramite delle associazioni di categoria, al sistema gestionale di UGC al fine di verificare

    l’entità della propria posizione debitoria, (b) effettui alcuni versamenti a garanzia dell’importo da corrispondersi ad esito della Ristrutturazione e a

    copertura delle spese della Ristrutturazione, (c) rilasci ad alcune persone indicate dalle associazioni di categoria apposita procura alla sottoscrizione

    dell’accordo di Ristrutturazione e di alcuni ulteriori atti, (d) procuri che, in caso di adesione alla Ristrutturazione, secondo l’opzione che prevede il pagamento

    dilazionato, sia rilasciata una fideiussione bancaria secondo il testo predisposto dagli Acquirenti.

    Il Manuale operativo e il Modello di procura speciale Per agevolare il compito del notaio sono stati predisposti un Manuale operativo e un modello di procura speciale entrambi disponibili dalla RUN.

  • Il sistema gestionale telematico I notai potranno accedere mediante collegamento telematico dalla RUN al sistema gestionale di UGC Banca relativo ai Crediti Agricoli e verificare il corretto svolgimento dell’operazione; il collegamento è realizzato da Notartel.

    La Tariffa La convenzione prevede l’applicazione di una tariffa agevolata da parte del notaio (Euro 50,00 + bollo, si veda in dettaglio nel Manuale Operativo ).

    I tempi Le operazioni di ristrutturazione si concluderanno l’ 8 ottobre 2007.

    Dalla RUN Il collegamento telematico al sistema gestionale di UGC Banca e tutte le informazioni e i documenti di supporto all’attività del notaio sono disponibili dalla RUN all’Area “Speciali”>”Ristrutturazione dei debiti agricoli”.

    GIUDIZI SUI BILANCI Con il D. Lgs. n. 32/2007, che ha recepito la parte obbligatoria della direttiva 2003/51/CE, a partire dai bilanci iniziati dal 12.04.2007, tutti i revisori e sindaci revisori saranno chiamati, attraverso un apposito paragrafo, a emettere un giudizio sul bilancio di esercizio e consolidato; tale paragrafo potrà contenere un giudizio positivo, con rilievi, negativo o una dichiarazione di impossibilità ad esprime giudizio.

    D. Lgs. n. 32/2007 (Italia Oggi 10.7.07 p. 36) DIRITTO ANNUALE CCIAA

    Al diritto annuale versato alla Camera di Commercio dopo la scadenza prevista del 18.06.2007 e fino al 9.07.2007 non deve essere aggiunto alcun onere di mora. In sostanza, chi ha pagato in ritardo il dovuto al Registro Imprese e, per questo, si è trovato costretto a versare anche le maggiorazioni previste per il tardivo versamento del diritto camerale, potrà richiedere la restituzione di quanto pagato in eccesso.

    Lett. circ. Min. Svil. Econ. 6.7.07 n. 6982 (Italia Oggi 10.7.07 p. 36) ECCEDENZA ICI A CARICO DEI COMUNI

    L’Agenzia delle Entrate, in assenza di contrarie pattuizioni convenzionali, non è tenuta a verificare la correttezza dei versamenti eseguiti dai contribuenti, ai fini Ici, utilizzando il modello F24. Eventuali eccedenze di importi versati a tale titolo mediante compensazione con crediti Iva non devono essere riversati dal Comune all’Agenzia, ma dovranno essere restituiti direttamente dall’ente locale al contribuente.

    R.M. 159/E/2007 (Il Sole 24Ore 10.07.2007 p. 31) MARCA DA BOLLO DICHIARATA FUORI CORSO

    La vecchia marca da bollo su carta, in lire-euro e in euro, con la sola eccezione dei foglietti e delle marche per cambiali, si potrà usare fino al 31.08. Dal 1.09.2007 è sostituita dal contrassegno telematico (già in uso dal giugno 2005). L’imposta di bollo pertanto si potrà corrispondere solo mediante contrassegno telematico, o in alternativa in modo virtuale, mediante pagamento all’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate o altri uffici autorizzati, mediante versamento in conto corrente postale.

    G.U. n. 146 26.06.2007 (Il Sole 24Ore 15.07.2007 p. 20) ACCERTAMENTO DA STUDI DI SETTORE

    Secondo l’Agenzia delle Entrate (C.M. 31/E/2007), la Legge Finanziaria 2007 ha riaffermato che gli studi di settore possono essere utilizzati in sede di accertamento ogni volta che il contribuente dichiari ricavi o compensi non congrui rispetto ai valori stimati, senza che l’Amministrazione Finanziaria debba fornire ulteriori dimostrazioni a sostegno della pretesa tributaria. La modifica dell’art. 10, c. 1 della legge 146/1998 non cambia la natura degli studi di settore, quali presunzioni gravi, precise e concordanti, facendoli diventare presunzioni legali relative. Inoltre, dato che gli accertamenti basati sugli studi di settore possono essere effettuati solo in presenza di gravi incongruenze tra i ricavi ed i compensi dichiarati e quelli desumibili dalle caratteristiche e dalle condizioni di esercizio della specifica attività svolta o dagli studi di settore, tali gravi incongruenze si verificano quando si ha uno scostamento tra i dati dichiarati e quelli stimati con gli studi di settore, con esclusione degli scostamenti di scarsa rilevanza in termini assoluti o percentuali. Tale affermazione non è ritenuta condivisibile, in quanto appare contraddittoria. Infatti, seguendo il ragionamento del Fisco, gli studi di settore sono presunzioni legali relative; in tal caso, però, la novella del 2007 avrebbe contenuto innovativo per cui, fino al 2007, sarebbe confermata la necessità di motivare gli accertamenti anche in relazione alle gravi incongruenze, con la conseguenza che gli accertamenti effettuati in precedenza sarebbero viziati da violazione di legge. Viceversa, se gli studi di settore sono presunzioni semplici, allora è

  • necessario che gli accertamenti basati su di essi siano motivati nel concreto e non con l’astratto rinvio al risultato di Gerico

    (Il Sole 24Ore 16.07.2007 p. 36) Estinzione anticipata dei mutui immobiliari:

    la banca non può rifiutarsi di rinegoziare l'importo della penale. (Interrogazione Camera dei Deputati 18 luglio 2007, n. 5-01284)

    L'accordo stipulato fra ABI e le Associazioni dei Consumatori, ai sensi dell'art. 7, D.L. n. 7/2007, fissa le penali massime applicabili ai mutui stipulati prima dell'entrata in vigore della disciplina sulle liberalizzazioni; al riguardo la Commissione Finanze precisa che, nell'ipotesi in cui la banca mutuante rifiuti la rinegoziazione dei contratti di mutuo in oggetto, i consumatori possono ricorrere all'autorità giudiziaria per la tutela dei loro diritti e, in particolare, per far valere lo specifico disposto dell'art. 7, ultimo comma.

    AMMINISTRATORE SOCIETÀ DI CAPITALI Il Registro Imprese presso la CCIAA di Roma ha accettato la nomina a tempo indeterminato di un amministratore unico di una Srl presso un’altra Srl, con contestuale designazione, da parte dell’amministratore, di un rappresentante persona fisica. È quindi ammissibile la