XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre...

Click here to load reader

  • date post

    02-May-2015
  • Category

    Documents

  • view

    214
  • download

    1

Embed Size (px)

Transcript of XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre...

  • Slide 1
  • XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010 Tecniche di produzione integrata e residui di prodotti fitosanitari negli alimenti Roberto Capurro Sata Cadir Lab XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010
  • Slide 2
  • XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010 Chi siamo e cosa facciamo Sata S.r.l., nata nel 1986 come studio agronomico tecnico associato, una societ di agronomi con la finalit di soddisfare la richiesta di servizi per la consulenza e il controllo dellintera filiera vegetale su tutto il territorio nazionale. Sata, ha ampliato nel tempo i servizi offerti, passando dalla sperimentazione e consulenza per la produzione, alla consulenza organizzativa, fino all'attivit di verifica ed analisi. Il costante dinamismo e la necessit di sviluppare il settore analitico hanno portato nel 1993 Sata a costituire, con altri partner del mondo produttivo il laboratorio Cadir Lab. I nostri principali clienti sono i diversi soggetti della filiera: aziende produttive, aziende di mezzi tecnici, centri di condizionamento, catene distributive.
  • Slide 3
  • XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010 Indice intervento Residui di prodotti fitosanitari Normativa e Richieste del mercato Un po di storia Controlli analitici Conclusioni
  • Slide 4
  • XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010 Inquadramento storico sulla problematica difesa integrata e residui 1987 1999 1998 1989 1995 1990 NATURAE Applicazione misure agroambientali (Reg CE 2078/92)
  • Slide 5
  • XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010 2000 2007 2003-2005 EUREP GAP GREEN PEACE in Germania 2008 Armonizzazione residui nella UE Linee Guida Nazionali Prod Integrata Forte impulso alla produzione biologica Inquadramento storico sulla problematica difesa integrata e residui
  • Slide 6
  • XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010 Disciplinari /Linee Guida Nazionali Principi generali Da Linee guida nazionali per la produzione integrata delle colture: difesa fitosanitaria e controllo delle infestanti anno 2010 Introduzione .. Particolare importanza va quindi riposta, nel rispetto della normativa vigente, nellattuazione di interventi tesi a: adottare sistemi di monitoraggio razionali che consentano di valutare adeguatamente la situazione fitosanitaria delle coltivazioni; favorire lutilizzo degli ausiliari; promuovere la difesa fitosanitaria attraverso metodi biologici, biotecnologici, fisici, agronomici in alternativa alla lotta chimica; limitare lesposizione degli operatori ai rischi derivanti dalluso dei prodotti fitosanitari, (dispositivi di protezione personale, DPI, ecc.) vedi allegato 3; razionalizzare la distribuzione dei prodotti fitosanitari limitandone la quantit lo spreco e le perdite per deriva: definizione di volumi dacqua di riferimento e metodiche per il collaudo e la taratura delle attrezzature(ecc.) vedi allegato 3; limitare gli inquinamenti puntiformi derivanti da una non corretta preparazione delle soluzioni da distribuire e dal non corretto smaltimento delle stesse; ottimizzare la gestione dei magazzini in cui si conservano i prodotti fitosanitari; smaltire adeguatamente i contenitori dei prodotti fitosanitari.
  • Slide 7
  • XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010 Disciplinari /Linee Guida Nazionali: esclusione sostanze attive autorizzate per: tossicit operatore, impatto su organismi non bersaglio, etc.. Il caso della carota: numero di sostanze attive TipologiaNorma di riferimento2000 Revoche (-)/ Nuove aut.(+) 2010 Fungicidi Autorizzaz. impiego12- 4 / + 210 DPI E. Romagna67 Insetticidi, limacidi, nematocidi Autorizzaz. impiego30-17 / + 417 DPI E. Romagna913 Erbicidi Autorizzaz. impiego22-7 /+116 DPI E. Romagna910 Tra 2000 e 2010 si registra una sostanziale riduzione delle sostanze autorizzate allimpiego, mentre lossatura del DPI rimane sostanzialmente stabile. In pratica dal Disciplinare di Produzione Integrata erano escluse gi nel 2000 sostanze attive con profilo tossicologico e/o impatto ambientale sfavorevole, molte di queste successivamente non hanno superato il processo di revisione europea.
  • Slide 8
  • XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010 Disciplinari /Linee Guida Nazionali Principi generali E i residui nel prodotto? Il problema dei residui toccato solo in un punto delle LGN. Se ne parla nellAll 1 delle Norme generali (riprende Decisione della UE - N. C(96) 3864 del 30/12/96 ), al punto B1 Selezione qualitativa dei mezzi di difesa.
  • Slide 9
  • XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010 Disciplinari /Linee Guida Nazionali e residualit sostanze attive Anche se laspetto residualit richiamato nei documenti del comitato STAR fin dal 1996 e nelle LGN dal 2007, lesperienza insegna che non stato sempre attentamente valutato nella redazione dei disciplinari pubblici, Alcuni casi eclatanti del passato: Uva da tavola, agrumi, ortaggi primi anni di applicazione Reg CE 2078/92: obbligo di utilizzo di insetticidi in formulati microincap. Pomacee primi anni di applicazione Reg CE 2078/92: spinta a ripetuti interventi con Fosalone; Procimidone: mai limitato su nessuna coltura fino al 2007, nonostante i noti problemi di residui NC, soprattutto su colture orticole a ciclo breve per accumulo nel terreno.
  • Slide 10
  • XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010 Disciplinari /Linee Guida Nazionali e residualit sostanze attive Il caso Oxamyl: Dal 1 gennaio 2008 LMR passa da 1 a 0,03 ppm (zucchino) e da 1 a 0,02 ppm (pomodoro e altri ortaggi a frutto). Vengono di conseguenza ridefinite le prescrizioni di etichetta allungando i TC e prevedendo limitazioni pi restrittive (n interventi). Queste prescrizioni non sono comunque sufficienti a garantire il rispetto degli LMR. Le LGN prescrivono: < su pomodoro un massimo di 30 lt/ha alla coltura di Vydate 10L, contro 40 lt/ha per ciclo come limite di etichetta. < su zucchino addirittura le prescrizioni sono meno restrittive rispetto alletichetta (???!!!). La conseguenza che anche il rispetto di disciplinari pubblici (LGN e DPI regionali) non offre maggiori garanzie rispetto a prescrizioni di etichetta inadeguate e non uno strumento utile a garantire residui conformi rispetto agli LMR sulle orticole a frutto in serra.
  • Slide 11
  • XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010 Indice intervento Residui di prodotti fitosanitari Normativa e Richieste del mercato Un po di storia Controlli analitici Conclusioni
  • Slide 12
  • XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010 Normativa residui A far dal 1 settembre 2008 la normativa relativa agli LMR (limiti massimo di residuo) armonizzata a livello UE, Larmonizzazione rappresenta certamente un fatto positivo per la produzione, Non rappresenta per la soluzione di tutti i problemi connessi alla commercializzazione dei prodotti alimentari tra gli Stati della UE: La politica di diverse GDO prevede infatti richieste pi restrittive rispetto alla legge in termini di residui (N massimo di sa, % di LMR, sommatoria, etc.).
  • Slide 13
  • XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010 Le richieste della GDO GDO ITALIAGDO NORD EUROPA Prodotti a marchioTutti i prodotti Residui < % LMRSAlcuni SommatoriaSNo Numero massimo residuiNoAlcuni Black listNoAlcuni Produzione integrataSAlcuni Rispetto delle LGN difesa integrata Solo 1 in maniera prescrittiva No
  • Slide 14
  • XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010 GDO ITALIA a confronto Residui < % LMRSommatoria < 100 Produzione integrata AUCHAN50%Si BENNET50%Si COOP ITALIA30%SS, LGN CONAD50%S ESSELUNGA30%S GS CARREFOUR IPER LOMBARDINI50%Si
  • Slide 15
  • XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010 GDO ESTERO a confronto Residui < LMR ARfD Numero max residui Black list ALDI (D, NL)80%< 80%3, 4 o 5S? EDEKA (D) 70% 50% P.L. S? LIDL (D, NL) 33% S MARK & SPENCER (GB) In futuro % di campioni Residuo Zero > 60% (frutta), 90% (ortaggi) S PLUS (D)70% 3, 4 o 5 REWE (D)70%S REWE, BILLA (A)50%S SAINSBURY (GB)Obiettivo Zero ResiduiIn futuro Sup. De Boer (NL)50%S
  • Slide 16
  • XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010 Indice intervento Residui di prodotti fitosanitari Normativa e Richieste del mercato Un po di storia Controlli analitici Conclusioni
  • Slide 17
  • XIII Congresso Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Reggio Emilia, 23 settembre 2010 Esperienze dallattivit di SATA e CADIR LAB Zucchino I dati presentati derivano da controlli analitici eseguiti in pre raccolta su prodotti origine Sicilia con applicazione di tecniche di difesa integrata o nella fase della vendita al consumatore (origine Italia). I d