TURISMO SCOLASTICO E 5. Turismo scolastico e turismo responsabile 5.1 Come rendere il turismo...

download TURISMO SCOLASTICO E 5. Turismo scolastico e turismo responsabile 5.1 Come rendere il turismo scolastico

of 64

  • date post

    12-Jun-2020
  • Category

    Documents

  • view

    0
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of TURISMO SCOLASTICO E 5. Turismo scolastico e turismo responsabile 5.1 Come rendere il turismo...

  • TURISMO SCOLASTICO E RESPONSABILE • Le “gite di cLasse” e un’agenzia turistica per i giovani

  • Progetto Lo Zainetto del Turismo Comune di Biella Programma di iniziativa comunitaria Interreg III A Italia - Svizzera

    Associazione Verso l’A.Gio, via per Candelo 24 - 13900 Biella tel. 015-8493479

    A cura di Manuela Vinai

    In collaborazione con Elisabetta Cerruti Sola, Chiara Meini

    Si ringrazia ATL Biella Provincia di Biella - Ecomuseo del Biellese Na.Tur.Arte Museo del Territorio Biellese Ente Parco Burcina Santuario di Oropa

    Fotografie di Fabrizio Lava

    Le fotografie contenute nella pubblicazione riguardano il territorio biellese

    Progetto grafico e impaginazione E20Progetti - Biella

    Stampa Arti Grafiche Biellesi - Candelo (BI)

    A. Gio

  • INDICE

    Introduzione

    1. Il turismo scolastico in Italia: quale mercato? 1.1 Gli attori coinvolti 1.2 Le destinazioni 1.3 Fattori di scelta e fattori organizzativi 1.4 Tendenze del mercato e criticità

    2. Il quadro legislativo del turismo scolastico 2.1 La Circolare Ministeriale 291/92 2.2 La Circolare Ministeriale 623/96

    3. Le “gite di classe” degli studenti biellesi

    3.1 Le destinazioni delle gite 3.2 La durata delle gite 3.3 Il periodo di svolgimento delle gite 3.4 Il numero dei partecipanti alle gite 3.5 Durata media dei viaggi e classi coinvolte

    4. Il turismo scolastico nel Biellese 4.1 Le diverse destinazioni 4.2 Tipologie di scuole

    5. Turismo scolastico e turismo responsabile 5.1 Come rendere il turismo scolastico un turismo di qualità 5.2 Il ruolo del turismo responsabile nel Biellese intervista a ViaggiareDomandandosi 5.3 La carta “Bel Paese Buon Turismo”

    6. Lo Zainetto del Turismo: l’esperienza di un progetto 6.1 I protagonisti 6.2 Gli obiettivi 6.3 Le azioni 6.4 Le fasi del progetto

    7. Conclusioni di fattibilità

  • 4

    Presentazione

    Abbiamo investito sul turismo giovanile culturale, con un progetto che ha raggiunto importanti obiettivi. In primo luogo, mobilitare i giovani ad attivarsi in prima persona per costruire itinerari culturali, ambientali, turistici del proprio territorio. Vogliamo aumentare il movimento di giovani, a cominciare dal bacino delle città delle Alpi, per fare in modo che si sentano liberi di vedere e conoscere territori, persone e luoghi, senza dover affrontare grossi investimenti. E come lavorare con e per i giovani se non con internet? Ecco allora un sito web, capace di essere vetrina di percorsi turistici e di offrire una possibilità di scelta tra mete altre dal tradizionale pano- rama dell’offerta del settore. Sono stati implementati degli effettivi scambi di giovani, tra territori considerati “minori” quali Biella e Bellinzona. Infine è stata valutata la possibilità di rendere fattibile un’agenzia di turismo on-line, con uno studio sul mercato del turismo scolastico locale ma non solo. Lo Zainetto che abbiamo costruito in questi tre anni di lavoro ha dimostrato che ci sono molte potenzialità da sfruttare e ottime idee da portare avanti, ed é nostra intenzione dare continuità all’iniziativa.

    Giulio Salivotti Assessore Cultura, Politiche Giovanili e Progetti Europei

    Comune di Biella

  • 5

    Il turismo scolastico è un fenomeno che va acquisendo sempre maggiore rilevanza, sia per dimen- sioni sia per l’importanza riconosciuta al suo valore educativo. La gita scolastica, sempre attesa dai ragazzi come momento importante dal punto di vista relazionale, rappresenta un momento di attività didattica che porta in primo piano valori come il rispetto dell’ambiente e del patrimonio culturale, essenziali alla formazione dell’individuo. Il Biellese è in grado di proporre a questo segmento turistico un’offerta articolata e interessan- te: percorsi culturali, musei ed ecomusei, collegati ad un’ampia scelta di itinerari naturalistici e ambientali, proposte didattiche interattive e servizi di qualità, in un’ottica multidisciplinare in grado di avvicinarli ad un territorio integro e genuino e offrire emozioni autentiche da assaporare e condividere. La strategia di sviluppo turistico del Biellese portata avanti dall’ATL in collaborazione con gli altri enti locali, è orientata alla valorizzazione dell’ottimo potenziale attrattivo del Biellese per tutti colo- ro che viaggiano alla ricerca di autenticità e contatto intimo con i luoghi e la natura: basti pensare al progetto Biella Outdoor, che promuove il turismo naturalistico-sportivo come prodotto strategico del territorio, e si rivolge non soltanto ad un target di esperti sportivi, ma anche a scuole, famiglie e giovani alla ricerca di esperienze alternative che colleghino le attività all’aria aperta ad aspetti di interesse artistico culturale, enogastronomico e di intrattenimento. Nato quanto mai a proposito in una fase in cui il turismo scolastico è orientato a diversificare i flus- si rispetto alle tradizionali ma ormai sovraffollate città d’arte, il progetto ‘Lo Zainetto del Turismo’ é coerente con la nostra visione di sviluppo turistico locale: ci auguriamo pertanto che questo utile strumento di orientamento venga apprezzato e possa contribuire ad attirare nel Biellese viaggiatori consapevoli, in grado di apprezzare gli aspetti di unicità di un territorio lontano dall’omologazione delle destinazioni di massa.

    Alberto Gatti Presidente ATL Biella

  • 6

    INTRODUZIONE

    La citazione di Marc Augè sintetizza elementi alla base del progetto che ha portato alla realizzazione di questa pubblicazione, quali l’importanza di luoghi ‘turisticamente’ considerati minori e del valore del viaggio come conoscenza.

    I temi chiave dello Zainetto del Turismo sono la mobilità giovanile, il turismo responsabile e le po- tenzialità offerte dalle nuove tecnologie.

    Ma cos’è lo Zainetto del Turismo? Lo ZdT è un progetto voluto dalla città di Biella, che ne è capofila di parte italiana, in partnership con la città di Bellinzona, capofila di parte svizzera.

    L’obiettivo è promuovere la mobilità dei giovani nelle città dell’arco alpino, mettendo in rete le proposte di Biella e Bellinzona con quelle di Aosta, Bolzano, Merano, Omegna, Trecate, Varallo e Vercelli.

    La pubblicazione che qui presentiamo vuole rappresentare la sintesi di un’esperienza e al contempo essere di supporto alla sua piena realizzazione. Nella seconda parte della pubblicazione forniamo la descrizione del percorso effettuato in tre anni di progetto ed esplicitiamo in modo accurato quali siano state le connessioni fra questi diversi elementi.

    In sintesi lo ZdT vuole raggiungere un pubblico di ragazzi con proposte di viaggio in località non connotate dal turismo di massa, attraverso lo strumento del web.

    L’innovatività del progetto non risiede singolarmente in ognuno di questi elementi: non inventiamo l’e-tourism, nè il turismo responsabile, nè tantomeno siamo i primi a pensare all’importanza di far viaggiare i giovani. La sfida forse più ambiziosa è stata quella di convogliare questi elementi in un unico prodotto, e far viaggiare i ragazzi da turisti responsabili attraverso le proposte di un sito internet.

    Forse uno dei nostri compiti più urgenti consiste nell’imparare di nuovo a viaggiare, eventualmente nelle nostre immediate vicinanze, per imparare di nuovo a vedere.

    Marc Augè

  • 7

    Il racconto del progetto è il nostro modo di mettere a disposizione le tappe di un percorso che ci auguriamo sia replicabile altrove. La prima parte della pubblicazione ha rappresentato l’ultimo step di verifica del progetto, ed è parte di uno studio di fattibilità volto a valutare gli spazi di mercato per l’iniziativa sostenuta dalla città di Biella.

    La considerazione di partenza è che una grande quantità di ragazzi si muove ogni anno per iniziativa delle istituzioni scolastiche. Perciò abbiamo realizzato un’indagine sul turismo scolastico nel Biellese, per capire quali sono le esigenze o i vincoli che spingono nella scelta dei luoghi di destinazione.

    Nella prima parte della pubblicazione si trovano: • una sintesi della situazione del mercato nazionale del turismo scolastico • un quadro riepilogativo delle normative che regolano il turismo scolastico • i dati relativi alle gite che hanno portato in viaggio gli studenti biellesi • i dati relativi ai ragazzi che da fuori provincia sono venuti a visitare il Biellese

    Infine proponiamo un capitolo dedicato ad esplicitare i punti cardine del turismo responsabile e so- prattutto a mettere in evidenza le sue connessioni e potenzialità rispetto al turismo scolastico e alla sua implementazione nel contesto di un territorio provinciale, il Biellese, ricco di molteplici piccoli siti da connettere nel modo più opportuno per proporre un’offerta articolata e interessante. Rivolgiamo questa pubblicazione soprattutto a quegli insegnanti che si trovano ogni anno a dover adempiere all’onere dell’organizzazione di una gita, consapevoli dello sforzo di buona volontà che fanno nel tentativo di coniugare esigenze di contenuti, di sicurezza, di prezzo e, non ultime, di sod- disfazione dei destinatari del viaggio, i ragazzi.

  • 8

    1. IL TURISMO SCOLASTICO IN ITALIA: QUALE MERCATO?

    Il turismo scolastico1 costituisce una fetta di mercato rilevante, che riguarda ogni anno in Italia quasi 3 milioni di studenti, con relativi docenti e accompagnatori, che prendono parte a viaggi di istruzione in località di rilevanza storica, culturale, artistica o am