Terzo Millennio n.42 - Licio Di musicale ¢â‚¬“Baccini canta Tenco - Porto...

download Terzo Millennio n.42 - Licio Di musicale ¢â‚¬“Baccini canta Tenco - Porto a spasso Luigi nei teatri¢â‚¬â€Œ,

of 48

  • date post

    24-Oct-2020
  • Category

    Documents

  • view

    0
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Terzo Millennio n.42 - Licio Di musicale ¢â‚¬“Baccini canta Tenco - Porto...

  • 1

    Terzo Millennio – periodico on line per l’organizzazione dei moderati

    ANNO XVII Terzo Millennio n.42 – Domenica 13 ottobre 2011

    Eppur si muovono!

    Nei giorni scorsi si è tenuto il primo incontro di “Leggere l’Abruzzo”, con l’intervento dell’On. Giuseppe Quieti. Mentre la 2^ Repubblica chiude i battenti.

    ----------------------------------------------------------------------------------------- Giovedì scorso si è tenuto il primo degli incontri sul tema “Leggere l’Abruzzo”, organizzati dall’Istituto di Cultura “Giuseppe Spataro”. L’incontro era incentrato sulla politica degli anni ’70 e ’80, partendo da una riflessione sul “foglio locale” Presenza Popolare. Un giornale che negli anni ’80 caratterizzò l’iniziativa politica dei giovani della democrazia cristiana. Significativo è stato l’intervento dell’On. Giuseppe Quieti, leader della Dc pescarese per decenni e che, dopo 18 anni, è intervenuto in un incontro pubblico parlando di politica. Il foglio Presenza Popolare, di cui Lorenzo Labarile è stato direttore responsabile e Licio Di Biase direttore, ha rappresentato una palestra in cui i giovani della Dc si sono esercitati e si sono confrontati sui grandi temi della politica, della società e del mondo che cambiava. L’On Quieti ha ricordato come nella Politica della prima Repubblica ci si confrontava per operare scelte in sintonia con i bisogni del territorio. E le scelte venivano concretizzate in un’azione di grande sintonia tra tutti i rappresentanti delle istituzioni. E così è nata la grande viabilità dalla circonvallazione all’asse attrezzato, così sono state realizzate le più innovative ed importanti infrastrutture dall’Ospedale Civile alla nuova Stazione Ferroviaria, dal Porto Turistico al perfezionamento dell’Aeroporto. Tutte opere che hanno determinato uno sviluppo e una crescita esponenziale non solo della città di Pescara, ma di tutto il comprensorio. Questo lavoro è stato concretizzato in poco più di venti anni, dalla fine degli anni ’60 all’inizio degli anni ’90, poi il buio assoluto. Il ventennio successivo, che in questi giorni sta chiudendo i battenti, ha visto un decadimento della politica, caratterizzato solo da piccoli interventi di manutenzione. Non una solo infrastruttura è stata realizzata a Pescara. Ecco il crollo del capoluogo adriatico, che ha determinato un forte impoverimento di tutta la provincia. La speranza è che il ventennio si stia “definitivamente” chiudendo e si possa riprendere la strada dello sviluppo e della crescita. Oltre Quieti sono intervenuti Renzo Gallerati e Tino Di Sipio. Inoltre hanno portato i saluti: Ugo Crescenzi, Presidente dell’Istituto Spataro, Luciano D’Alfonso e Roberto De Camillis. Ha coordinato Licio Di Biase, segretario dell’Istituto “Spataro”. Il prossimo incontro, che si terrà giovedì 24 novembre, si parlerà dell’economia della regione, riflettendo sul libro di Pino Mauro “La convergenza mancata – Mezzo secolo di economia dell’Abruzzo”.

  • 2

    Domenica 20 novembre nell’ambito del Festival delle Letterature dell’Adriatico grande pomeriggio

    all’Auditorium Petruzzi.

    Alle ore 16.45 reading del libro di Licio Di Biase

    “Oh che bel sito…” a cura di Milo Vallone e Rossella Micolitti”.

    Sarà presente l’autore che parlerà del libro.

    A seguire, alle 17.45 presentazione

    del libro di Serena Autieri “Un pizzico di sale”

    e poi alle 19.15

    “L’uomo che non voleva amare” di Federico Moccia

    Saranno presenti gli autori.

  • 3

    L’Istituto di Cultura “G. Spataro”

    Organizza

    “Leggere l’Abruzzo”

    a cura di Licio Di Biase

    Giovedì 24 novembre 2011, ore 18.15

    Presentazione del libro

    “La convergenza mancata. Mezzo secolo di economia dell’Abruzzo”

    (Textus edizioni)

    di Giuseppe Mauro

    Intervengono:

    Giuseppe Mauro, Alfredo Castiglione, Antonio Menna, Antonio De Frenza

    SALA CONSILIARE DEL COMUNE DI PESCARA (PIAZZA ITALIA)

    L’incontro sarà coordinato da Licio Di Biase

  • 4

    Istituto di cultura G.Spataro Leggere l’Abruzzo

    Coordinatore Licio di Biase

    presenta "Già Vinti nel Cuore"

    di F.Mancini-Ed. Solfanelli La singolare biografia giovanile, nel fascismo, nel conflitto e nella Liberazione,

    e le energie del dopoguerra, di Antonio Mancini.

    Primo sindaco D.C. di Pescara.

    Il prodigio di Pescara nuova…

    uno dei fatti straordinari dell’Italia del dopoguerra una città americana in Italia…

    un fatto decisivo nel formare l’Abruzzo e il carattere degli abruzzesi

    (Piovene 1957)

    La innata vocazione per costruire: costruire coscienze e opere (Nerino

    Rossi,2011)

    Licio Di Biase: Mancini tra i primi Seg. Prov.le D.C. nel '46 ; la classe dirigente degasperiana e la ricostruzione. Ugo Crescenzi: Antonio Mancini: democratico e cristiano. Luciano D’Alfonso: Le idee e i fatti: Mancini, il Sindaco della Città Regione. Francesco Mancini: Il vissuto riposto d’una gioventù tra caduta sociale e crisi d’un mondo.

    Venerdì 2 Dicembre 2011- ore 18

    Sala Consiliare del Comune di Pescara

  • 5

    L’Istituto di Cultura “G. Spataro”

    Organizza

    “Leggere l’Abruzzo”

    a cura di Licio Di Biase

    Giovedì 24 novembre 2011, ore 18.15

    Presentazione del libro “La convergenza mancata.

    Mezzo secolo di economia dell’Abruzzo” (Textus edizioni)

    di Giuseppe Mauro

    Intervengono: Giuseppe Mauro, Alfredo Castiglione, Antonio Menna, Antonio De Frenza

    SALA CONSILIARE DEL COMUNE DI PESCARA (PIAZZA ITALIA)

    Venerdì 2 dicembre 2011, ore 18.15

    Presentazione del libro “Già vinti nel cuore”

    (Solfanelli edizioni)

    di Francesco Mancini

    Intervengono: Francesco Mancini, Ugo Crescenzi, Luciano D’Alfonso

    SALA CONSILIARE DEL COMUNE DI PESCARA (PIAZZA ITALIA

  • 6

    Giovedì 15 dicembre 2011, ore 18.15

    Presentazione del libro “3.32 - L'AQUILA

    gli allarmi inascoltati” (Tracce Editore)

    di Paolo Mastri

    Intervengono: Paolo Mastri, Rodolfo De Laurentiis, Florio Corneli

    SALA CONSILIARE DEL COMUNE DI PESCARA (PIAZZA ITALIA)

    Giovedì 12 gennaio 2012, ore 18.15

    Presentazione del libro “101 cose da fare in Abruzzo, almeno una volta nella vita”

    (Newton Compton Editore)

    di Luisa Gasbarri

    Intervengono: Luisa Gasbarri, Luigi Di Fonzo, Osvaldo Bevilacqua

    SALA CONSILIARE DEL COMUNE DI PESCARA (PIAZZA ITALIA)

    Gli incontri saranno coordinati da Licio Di Biase

    ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------ Pescara – Via di Sotto, 41 - tel. 3488286229 - www.liciodibiase.it - liciodibiase@libero.it;

  • 7

    Venerdì 4 novembre 2011

    Dal 16 al 20 novembre 2011 Pescara Vecchia si anima con il IX Festival delle Letterature dell’Adriatico.

    Stefano Benni, Silvano Agosti, Federico Moccia e Luca Sofri tra i protagonisti.

    Francesco Baccini ritira il premio “Parole e musica – Torri Camuzzi”. Da non perdere: la prima mostra su Tex Willer e Magico Vento dedicata a Sergio Bonelli.

    Parole, immagini e musica si intersecheranno a più riprese nel nono Festival delle Letterature dell’Adriatico che si svolgerà a Pescara dal 16 al 20 novembre 2011. Per la prima volta la manifestazione non animerà solo il centro urbano ma si sposterà anche nel quartiere storico del capoluogo adriatico, quello dagli echi dannunziani e l’intuito flaianeo, pronta a catalizzare l’attenzione dell’intero territorio. «Si tratterà di un percorso che porterà dai grandi autori nazionali ai talenti letterari locali – spiega lo scrittore Giovanni Di Iacovo, direttore del Festival - Abbiamo voluto un Festival aperto a tutta la città e a tutti i gusti, che possa promuovere la passione per la lettura e la scrittura in ogni sua forma. Un Festival che vuole essere per tutti e per tutte perché la cultura riguarda tutti e ci rende migliori e più liberi». «Nel Festival delle Letterature i libri prendono vita – spiega Vincenzo D’Aquino, organizzatore del Festival – In soli 3 giorni oltre 100 artisti tra scrittori, musicisti, attori, poeti e pittori provenienti dal resto della regione e da tutta Italia saranno i protagonisti di circa 60 appuntamenti, dislocati in 10 location differenti nella città, in cui per la prima volta Pescara vecchia gioca un ruolo centrale». I giorni Il Festival verrà inaugurato dall’intervento dello scrittore Stefano Benni mercoledì 16 novembre e proseguirà fino al 20. Di mattina sono in programma incontri con gli studenti delle scuole elementari, di sera cene a tema presso i ristoranti del centro storico. I luoghi Il nono Festival delle Letterature dell’Adriatico si svolgerà principalmente nel centro storico, nelle sale del Circolo Aternino, il circolo culturale oggi restituito al suo splendore di inizio Novecento, e dell’Auditorium “Leonardo Petruzzi” del Museo delle Genti d’Abr