Sconfinart 2011 SI · PDF file 2011. 7. 10. · a “Venezia Istanbul” di...

Click here to load reader

  • date post

    24-Mar-2021
  • Category

    Documents

  • view

    1
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Sconfinart 2011 SI · PDF file 2011. 7. 10. · a “Venezia Istanbul” di...

  • PUO’ SI fare XIV edizione

    Sconfinart 2011

  • via verdi, 14/b, pegognaga - mn tel. 346.1211728

    suzzara pegognaga

    Giardini Gina Bianchi via rosselli, suzzara - mn tel. 340.0950683 P.IVA 01452880204

    Devolvi il 5 per mille alla C.H.V. Coop. Onlus

    La Comunità Alloggio a Suzzara è stata inaugurata grazie al vostro aiuto. Abbiamo però ancora bisogno di voi per “mettere in moto” il nostro progetto: dare una casa alle persone disabili, dare serenità alle famiglie, dare un servizio che conservi e migliori la qualità della vita delle persone intorno a noi.

    Presso i nostri giardini è possibile cenare presso il

    Ristorante Il Grande Cocomero

    il ristorante è reso possibile grazie al contributo

    delle mamme della cooperativa e ai volontari

    Parco Florida

    LA COOPERATIVA C.H.V. E I SUOI SERVIZI

    La Coop. C.H.V. Onlus nasce a Suzzara (Mantova) nel 1986 ad opera di un gruppo di genitori, volontari e disabili. Gestisce servizi di assistenza, formazione e integrazione sociale per persone con handicap e disagio sociale a rischio di marginalità. Opera in collaborazione con Enti Locali e Associazioni di Volontariato del territorio. Dal 1997 si occupa con il Centro Socio Educativo (oggi C.D.D.) dell’assistenza qualificata di ragazzi con handicap grave del territorio. Nel 1996 avvia la sperimenta- zione del Servizio Formativo all’Autonomia per l’Integrazione Sociale (SFA) rivolto a persone con handicap psico-fisico più lieve e/o con disagio mentale a rischio di marginalità. Dalla sperimentazione educativa, assistenziale, formativa e riabilitativa della Coop. C.H.V. nasce e sviluppa nel 1998 “Chi è dentro, è dentro... e chi è fuori?” soluzione progettuale avanzata di impresa sociale sempre nell’ottica dell’inclusione sociale e della ricostruzione delle cittadinanze dei più fragili. Il progetto, dalle spiccate caratteristiche produttive e socio-culturali, attualmente prevede la

    Tutti i concerti sono gratuiti

    inizio ore 22,00

  • sonny landreth blues - usa

    28 giugno DOMENICA suzzara giardini gina bianchi

    Nato e cresciuto tra il Mississippi e la Louisiana, Landreth si dedica per diversi anni alla tromba, pri- ma di scoprire lo strumento di cui diventerà un vir- tuoso. Le sue prime ispirazioni sono Scotty Moore, chitarrista di Elvis Presley, Chet Atkins e Ventures. Dopo il primo ingaggio professionale col fisarmo- nicista zydeco Clifton Chenier negli anni 70, il tour con i Red Beans & Rice Revue, a suo agio in mezzo a tanta black music, Landreth inizia a concentrarsi anche sulla propria carriera solista. Session-man richiestissimo, collabora con molti altri musicisti quali John Mayall, Elliot Murphy, Kenny Loggins, Jimmy Buffet, Clarence Brown, Marcia Ball, il pianista di New Orleans Alain Toussaint, e il chitarrista dei Dire Straits Mark Knopfler. Sonny Landreth è un ottimo chitarrista anche con la tecnica convenzionale, ma ciò che lo contraddi- stingue da tutti è il modo in cui utilizza la tecnica dello slide. Infatti Landreth quando adopera lo slide usa contemporaneamente anche le note con le dita e gli accordi, infatti usa lo slide sul dito mignolo, in modo da avere le altre tre dita libere per l’esecuzio- ne di accordi. inoltre con la mano destra è capace di usare qualsiasi tecnica.

    gestione congiunta dei Giardini Pubblici Gina Bianchi di Suzzara e (dal 2005) Parco Florida di Pegognaga mediante il coinvolgimento progettuale ed operativo di circa 60

    giovani/studenti, 20 adulti e diverse agenzie sociali/culturale del territorio mantovano. Ac- canto alla gestione bar e delle aree verdi spicca l’attivazione di Sconfinart, rassegna di concerti

    internazionali di musica etnica e di qualificati eventi culturali. Il nuovo obiettivo, il più ambizioso e importante, è quello conosciuto come Progetto Tartaruga detta-

    to dall’urgenza di dare una casa a persone disabili senza famiglia o che hanno perso la capacità di vivere autonomamente e/o in famiglia. La struttura polifunzionale, esteticamente proiettata in una dimensione di

    apertura verso il territorio, dotata di un servizio di assistenza 24 ore al giorno, supportato da tecnologie av anzate per migliorare la qualità della vita delle persone disabili, è stata inaugurata il 21 Maggio scorso e il suo

    funzionamento è previsto a partire da Gennaio 2012.

    Il Presidente della Coop. C.H.V. Ernesto Volta mail: [email protected]

    SERVIZIO FORMATIVO ALL’AUTONOMIA PER L’INTEGRAZIONE SOCIALE Il Servizio Formativo all’Autonomia per l’Integrazione Sociale ha sede in Piazza Sordello 10 a Palidano di Gonza- ga, una struttura flessibile ed innovativa, ricavata da una strategica e sapiente ristrutturazione dello stabile delle vec- chie scuole elementari del paese e pensata per attivare laboratori micro-produttivi ed iniziative socio-culturali rivolte al territorio. Lo Sfa è un servizio formativo, dunque, con caratteristiche socio-assistenziali rivolto essenzialmente a persone disabili e/o con disagio psicologico dotate di capacità residue fisiche o mentali sufficienti per ipotizzare per- corsi di autonomia e/o integrazione sociale. Proprio per queste ragioni lo Sfa sin dai suoi esordi ha sviluppato anche progetti territoriali importanti di prevenzione del disagio giovanile (legittimati per anni in seno alla ex Legge Turco 285). Ancora oggi sono numerosi i giovani coinvolti attivamente in percorsi progettuali con caratteristiche sociali, culturali e di aggregazione comunitaria. Tra questi alcuni laboratori come la Serigrafia Tessuto Sociale, per la progettazione e stampa grafica su t-shirt, grembiuli, cappelli..., il Laboratorio di Borse e Accessori Moda con stoffe e materiali di recupero, Laboratori Grafico-Artistici, Yoga, Ballo e Cinema Stellare (proiezione film d’essae aperto al pubblico). Libertà Obbligatoria, infatti, che è il nome con cui è conosciuta la sede del Servizio e dei Laboratori si presenta anche architettonicamente in modo affascinante, difficilmente connotabile come struttura specifica riservata a persone disabili quanto come Art-Social Club dotato di spazi e attrezzature tipiche di un circolo predisposto con servizio bar e area spettacoli. Dal 1996 il Servizio Formativo all’Autonomia per l’Integrazione Sociale PercorsIn- crociati è riconosciuto dalla Regione Lombardia ed è accreditato per 30 utenti, il suo funzionamento è regolato dalla supervisione dell’Asl di Mantova e una convenzione diretta con i Comuni di provenienza degli utenti.

    25 ° a

    nn ive

    rsa rio

    C oo

    p. C.

    H. V.

  • E’ il padrino dell’acid jazz, il pioniere della fusion, il mediatore tra generi musicali che prima del suo arrivo, nella Londra primi anni Sessanta , si guarda- vano con sospetto. Il successo mondiale arriva con il sodalizio con la cantante Julie Driscoll e la loro musi- ca psicadelica.Brian Auger, maestro dell’Hammond B3 e del piano elettrico, settant’anni compiuti sabato scorso, 18 luglio, e ben portati (“Il segreto? Bere acqua e mangiare poco”), continua a girare il mondo con una band a conduzione familiare in cui mette orgogliosamente in vetrina i talenti dei figli Karma (batterista) e Savannah Grace (cantante). sapevo di andare controcorrente, di avere preso una direzione contraria al trend della musica commerciale”. In concer- to riprende ancora i vecchi classici e le cover che lo hanno reso ce- lebre, la “Bumpin’ on sunset” di Wes Montgomery e la “Freedom jazz dance” di Eddie Harris, la “Season of the witch” di Dono- van e la “Indian rope man” di Richie Havens , la “Save me” di Aretha Franklin e la “Light my fire” dei Doors.

    brian auger & the new oblivion express

    acid jazz - uk

    luglio DOMENICA3 suzzara giardini gina bianchi

    8 luglio VENERDI’ suzzara giardini gina bianchi

    Nada e Fausto Mesolella, chitarrista degli Avion Travel, intrecciano le loro sensibilità e i loro mondi artistici, in uno spettacolo che segue l’evoluzione del percorso di Nada, da “Come faceva freddo” di Piero Ciampi, a “Venezia Istanbul” di Franco Battiato, alla popolare “Ma che freddo fa”, per attraversare grandi successi come “Il cuore è uno zingaro”, “Amore disperato”, ed approdare alle più recenti sperimentazioni di “Guarda- mi negli occhi” e “Luna in Piena”. La personalissima timbrica vocale di Nada e la chitarra di Mesolella si fondono in un dialogo ipnotico che spazia dal rock, al jazz, alla new age. NADA MALANIMA è un’artista. Basterebbe questo, perché nella sua arte è racchiusa tutta la sua vita. Una donna che non si accontenta mai, che sperimenta, si reinventa, provoca, spazia tra generi musicali, letterari e teatrali con il romanzo “Le mie madri” e lo spettacolo “Musica romanzo”. Dal suo esordio, quasi bambina, la sua vita è un continuo ribellarsi ad ogni etichetta, un evolvere per non farsi mai ingabbiare. FAUSTO MESOLELLA è uno dei chitarristi italiani di maggior talento. Suona da quando aveva 12 anni. E’ il chitarrista degli Avion Travel, con i quali, nel 2000, ha vinto il Festival di San Remo. Ha collaborato, come mu- sicista, autore e produttore, con Nada, Bono degli U2, Gianna Nannini, Paolo Conte, Andrea Bocelli, Samuele Bersani, Giorgio Conte.

    nada e fausto mesolella

    musica d’autore - italia

  • Michele Patruno , detto più comunemente Lino (Crotone, 27 ottobre 1935) è un musicista, attore, chitarrista e banjoista italiano, jazzista e co-fondatore del gruppo musicale I Gufi. Torna come amico della rassegna e sosteni