Rivista Militare n.1-2018 - Esercito ... Infine, ringrazio i membri degli Organi di Rappresentanza...

Click here to load reader

  • date post

    04-Oct-2020
  • Category

    Documents

  • view

    1
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Rivista Militare n.1-2018 - Esercito ... Infine, ringrazio i membri degli Organi di Rappresentanza...

  • Ri vi

    st a

    M ili

    ta re

    1/ 20

    18 PE

    RI O

    D IC

    O D

    EL L’

    ES ER

    C IT

    O F

    O N

    D A

    TO N

    EL 1

    85 6

  • Questo numero è ricco di novità, che spaziano dalla dot- trina logistica nazio- nale alle tematiche sulla sicurezza e sulla formazione, in ambito Unione Europea e NATO. Ma è anche storia - “come non l’avete mai vista” - e tecnologia al tempo dei Romani. Peculiarità, queste, che si aggiungono ad altri articoli storici e di cultura militare, curiosando “oltre i confini”, nella Cina del XVII secolo. Inoltre è stato dato forte impulso ai contributi di natura giuridica, econo- mica e legale. Senza dimenticare il “Premio FiuggiStoria”, ricevuto per la realizzazione del CalendEsercito de- dicato alla Grande Guerra. Buona lettura!

    Nel prossimo numero

    La Battaglia del Solstizio: una vittoria dell’Artiglieria italiana

    Il 20 aprile 2018 al Circo Massimo:

    presentazione della collana

    “Techne”, in occasione del

    Natale di Roma

    Colonnello Domenico Roma

    Gli atleti militari dell’Esercito •

    1-EDITORIALE 1_18.qxp_Layout 1 08/03/18 09:22 Pagina 1

  • Il Sostegno Logistico alle Operazioni Terrestri di Leonardo di Marco, Arcangelo Moro

    4° Forum dei Comandanti delle Forze Terrestri Europee di Giovanni Corrado

    1

    Sommario

    Il Centro di Eccellenza NATO per il combattimento in montagna di Boštjan Blaznik

    NATO DEEP Tunisia e alta formazione nel peacekeeping di Umberto Montuoro

    Jean de Bloch: il futuro della guerra di Giuseppe Cacciaguerra

    Riforma della finanza pubblica. Riflessi sulla contabilità militare di Cesare Tapinetto

    La guerra del Tenente Arturo Stanghellini. Lettere alla famiglia di Niccolò Lucarelli

    Non chiamatelo fumetto fiume. La storia come non l’avete mai vista di Federica Dal Forno

    ...................................................................... Cambio al vertice dell’Esercito

    Il Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina subentra al parigrado Danilo Errico che lascia il servizio attivo dopo oltre 40 anni. Il 27 febbraio u.s., presso la caserma “Rossetti” (Città Militare Cecchignola), alla presenza del Presidente del Consiglio, On. Paolo Gentiloni, del Ministro della Difesa, Sen. Roberta Pinotti e del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, ha avuto luogo la cerimonia di avvicendamento nella carica di Capo di Stato Maggiore dell’Esercito. L’evento è stato preceduto dall’omaggio alla tomba del Milite Ignoto con la deposizione di una corona d’alloro all’Altare della Patria.

  • 2

    IN COPERTINA L’ATLETA DELL’ESERCITO, MICHELA MOIOLI,

    PRIMO ORO ASSOLUTO ITALIANO NELLO SNOWBOARD (PYEONGCHANG 2018 - PENTAPHOTO)

    RIVISTA MILITARE Periodico dell’Esercito fondato nel 1856

    L’Aspettativa per Riduzione di Quadri di Francesco Maioriello

    Carcere Militare: ammissibilità del lavoro esterno retribuito di Alessandra Maria Di Spirito

    L’artiglieria delle Legioni di Flavio Russo

    I quattro cannoni cinesi conservati nell’Istituto Storico e di Cultura dell’Arma del Genio di Carla Sodini

    Le prime missioni internazionali di peacekeeping. Gli Italiani a Creta di Alberto Frattolillo

    Premio FiuggiStoria al CalendEsercito. Intervista a Pino Pelloni

    ...........................................................

    Norme di collaborazione

    Editore Difesa Servizi S.p.A. - C.F.11345641002

    Direttore responsabile Colonnello Domenico Roma

    Capo Sezione Coordinamento attività editoriali e Redattore capo Tenente Colonnello Antonino Longo

    Coordinamento attività editoriali e Redazione pubblicazioni Filippo Antonicelli, Marcello Ciriminna, Raimondo Fierro, Annarita Laurenzi, Stefano Massaro, Lia Nardella, Pasquale Scafetta, Domenico Spoliti

    Segreteria e diffusione Giuseppe Ammirati, Claudio Angelini, Sergio Gabriele De Rosa, Sergio Di Leva, Gabriele Giommetti, Silvio Morini, Federica Sanna, Ciro Visconti

    Sede Via di S. Marco, 8 - 00186 Roma Tel. 06 6796861

    Amministrazione Difesa Servizi S.p.A. Via Flaminia, 335 - 00196 Roma

    Ufficio Amministrazione dello Stato Maggiore dell’Esercito Via Napoli, 42 - 00187 Roma

    Stampa Fotolito Moggio S.r.l. Strada Galli, 5 - 00010 Villa Adriana (RM) Tel. 0774.381922 - 0774.382426

    Distribuzione Agenzia Romana S.r.l. Via di Torre Spaccata 172 - 00169 Roma (RM) Tel. 06.23260188

    Abbonamenti A decorrere dal primo numero utile successivo alla data del versamento, Italia: - Euro 20,00: 6 numeri di Rivista Militare

    (nuovi abbonati) - Euro 15,00: 6 numeri di Rivista Militare (condizioni valide per chi ha sottoscritto l’abbonamento prima del 31.01.2017, rinnovandolo a ogni scadenza)

    Estero: Euro 20,00 (più spese di spedizione)

    Un fascicolo arretrato Euro 4,00 (più spese di spedizione a carico del richiedente) L’importo deve essere versato sul c/c postale 000029599008 intestato a Difesa Servizi S.p.A. Via Flaminia, 335 - 00196 Roma oppure tramite bonifico intestato a Difesa Servizi S.p.A. - codice IBAN IT 37 X 07601 03200 000029599008 - codice BIC/SWIFT BPPIITRRXXX. In alternativa si può effettuare l’abbona- mento on line su www.rodorigoeditore.it

    Iscrizione al Registro della Stampa del Tribunale Civile di Roma n. 944 del 7 giugno 1949

    ISSN 035-6980

    Periodicità trimestrale

    Copyright © 2018 Riproduzione riservata

    INDIRIZZI WEB Internet: www.esercito.difesa.it Intranet: www.sme.esercito.difesa.it

    INDIRIZZI E-MAIL presentazione di proposte editoriali: [email protected] abbonamenti: [email protected] comunicazioni varie: [email protected]

    Marzo 2018

    MINISTERO

    DELLA DIFESA

    Proprietario

    www.esercito.difesa.it mailto:[email protected] mailto:[email protected] mailto:[email protected]

  • 4 Rivista Militare

    Ufficiali, Sottufficiali, Graduati, Volontari, Allievi degli Istituti di Formazione, Carabinieri, Personale Civile dell’Esercito Italiano. Nel lasciare dopo tre anni dal mio insediamento la carica di Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, mi inchino deferente alla Bandiera di Guerra dell’Esercito e a tutti i gloriosi vessilli delle Armi e dei Corpi della Forza Armata. Rivolgo un commosso pensiero a tutti i Caduti che si sono immolati nell’adempimento del dovere in ogni epoca e luogo. Il loro esempio, unitamente alla grande dignità dimostrata dai familiari che convivono ogni giorno con il vuoto lasciato dalla loro prematura perdita, costituisce per Noi tutti un fulgido riferimento e uno sprone nel quotidiano svolgimento del Nostro servizio alle Istituzioni e al Paese. Auguro una pronta e completa guarigione a quanti hanno riportato ferite e mutilazioni così come a tutti i malati e convalescenti, af- finchè possano ritrovare la salute e rientrare rapidamente nei ranghi delle rispettive unità. Infine, ringrazio i membri degli Organi di Rappresentanza Militare per l’intelligente e leale contributo fornito, i rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, custodi dell’immenso patrimonio di tradizioni dell’Esercito, e il personale dei Corpi Ausiliari della Forza Armata. In più di 44 anni di carriera militare ho vissuto epocali evoluzioni degli scenari geopolitici internazionali e le importanti trasformazioni che queste hanno comportato nell’organizzazione e negli impieghi degli strumenti militari terrestri di tutto il mondo. In particolare appaiono evidenti, dopo tutti questi anni, gli enormi passi avanti fatti dall’Esercito Italiano per passare dalla Forza Armata in cui mi sono arruolato, stanziale, basata sulla coscrizione obbligatoria e orientata alla difesa della soglia di Gorizia, allo strumento profes- sionale, dinamico, snello ed efficiente, costantemente impiegato in numerosi Teatri operativi. Una parabola evolutiva di eccezionale portata che ritengo essere ancora in corso, attraverso uno sviluppo graduale e costante che condurrà verso nuovi ambiziosi tra- guardi per essere sempre al passo con i tempi e vincere ogni sfida futura. Il triennio appena trascorso, in cui ho avuto il grandissimo privilegio di essere alla guida della Nostra gloriosissima e storica Istitu- zione, si innesta in questo processo e ha visto, nonostante il perdurare degli stringenti vincoli di bilancio, la realizzazione di nume- rose iniziative. Prima fra tutte, la riorganizzazione della Forza Armata, in ogni settore e livello, dagli organi centrali a quelli periferici, dai Comandi di Vertice ai singoli Reparti, negli ambiti operativi, logistici, infrastrutturali, territoriali e della formazione. Un’ingente opera di riforma ed efficientamento sempre affiancata ad un ininterrotto e costante impiego dei Nostri uomini e delle Nostre donne dentro e fuori i confini nazionali. Il nostro impegno all’estero testimonia, infatti, il ruolo centrale dell’Italia nel contesto delle Alleanze internazionali di cui facciamo parte, nell’ambito dei dispositivi dell’ONU, della NATO e dell’Unione Europea impiegati in molteplici Teatri d’Operazione - dall’Afghanistan alla Libia, dal Libano al Niger, dai Balcani all’Iraq - dove i nostri militari forniscono quotidia- namente una fondamentale azione di supporto a Paesi in condizioni di fragilità istituzionale per costruire stabilità e sicurezza e per dare la speranza di un futuro migliore. Non meno importanti sono poi gli impegni in patria, che