IL RAPPORTO DI AGENZIA, UNA PROSPETTIVA · PDF file 2014. 4. 16. · di agenzia...

Click here to load reader

  • date post

    03-Oct-2020
  • Category

    Documents

  • view

    0
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of IL RAPPORTO DI AGENZIA, UNA PROSPETTIVA · PDF file 2014. 4. 16. · di agenzia...

  • 1

    IL RAPPORTO DI AGENZIA, UNA PROSPETTIVA GIUSLAVORISTICA

    Sommario

    1.L’inquadramento normativo ................................................................................. 3

    1.1) Le fonti legali ................................................................................................ 3

    1.2) Le fonti convenzionali .................................................................................. 8

    1.2.1) La contrattazione corporativa ................................................................ 8

    1.2.2) La contrattazione di tipo comune ......................................................... 13

    1.2.3) Esclusione dell’applicazione della contrattazione collettiva di diritto comune ............................................................................................................ 18

    1.3) Le fonti sovranazionali ............................................................................... 21

    2. La qualificazione del rapporto di agenzia .......................................................... 33

    Premessa ............................................................................................................. 33

    2.1) Distinzioni con altre figure affini ................................................................ 33

    2.1.1) Con il mandato ..................................................................................... 34

    2.1.2) Con il contratto di commissione .......................................................... 38

    2.1.3) Con il contratto di mediazione ............................................................. 41

    2.1.4) Con il procacciatore di affari .............................................................. 43

    2.1.5) Con la concessione di vendita ed il franchising ................................... 46

    2.1.6) Con il promotore finanziario ............................................................... 52

    2.1.7) Con l’agente assicurativo .................................................................... 57

    2.2) Il rapporto di agenzia fra il lavoro autonomo e subordinato ...................... 62

    2.2.1) La durata del rapporto di agenzia: rapporto a tempo indeterminato e determinato. .................................................................................................... 74

    2.2.2) Obblighi e diritti dell’agente. ............................................................... 80

    A) l’obbligo di lealtà, buona fede e diligenza ............................................. 80

    B) L’obbligo di conformazione ed informazione. ...................................... 84

    C) rinvio agli obblighi del commissionario e lo star del credere. .............. 90

    2.2.3) I diritti dell’agente : la provvigione ..................................................... 93

  • 2

    A) La provvigione diretta ed il momento della maturazione del diritto. ... 93

    B) La provvigione indiretta: gli effetti dell’esclusiva ................................. 96

    C) la provvigione postuma .......................................................................... 98

    D) oltre la provvigione : spese e attività accessorie. ................................... 99

    3. La risoluzione del rapporto ........................................................................... 102

    3.1) La risoluzione ordinaria ............................................................................ 102

    3.2)La risoluzione straordinaria ....................................................................... 108

    3.2.1) L’inadempimento e la clausola risolutiva espressa ........................... 108

    3.2.2) La giusta causa .................................................................................. 114

    3.2.3) Risoluzione per impossibilità sopravvenuta ...................................... 120

    3.2.4) La risoluzione anticipata del rapporto di agenzia a tempo determinato ...................................................................................................................... 123

    4.L’indennità al termine del rapporto di agenzia ................................................. 127

    4.1) L’indennità di cessazione del rapporto : evoluzione normativa .............. 127

    4.2) Gli elementi ed i presupposti dell’indennità di risoluzione del rapporto di agenzia nella disciplina odierna ....................................................................... 131

    4.3 )Rapporti fra AEC e legge .......................................................................... 139

    4.4) Il patto di non concorrenza ....................................................................... 147

    5.L’E.N.A.S.A.R.C.O .......................................................................................... 150

    5.1) Una premessa generale ............................................................................. 150

    5.2) Il fondo previdenziale ............................................................................... 152

    5.3) Il fondo per l’indennità della risoluzione del rapporto ............................. 153

    5.4) Il fondo di assistenza ................................................................................. 155

    6.Questioni processuali ........................................................................................ 156

    6.1)Sulla competenza del giudice del lavoro ................................................... 156

    6.2)Clausola compromissoria e art. 808 c.p.c .................................................. 160

    6.3)Rinunzie e transazioni ................................................................................ 161

    Conclusioni .......................................................................................................... 165

  • 3

    Capitolo primo

    1.L’inquadramento normativo

    1.1) Le fonti legali

    In Italia la disciplina del contratto di agenzia inizia a svilupparsi intorno al

    XIX secolo, in particolare la prima menzione di agenzia si può riscontrare

    nel Codice del Commercio, in cui viene trattata fra le imprese di

    commissione. Tuttavia, il codice di commercio italiano del 1882, all’art. 3,

    n. 21, comprende solo la menzione di agenzia, senza alcun altro riferimento

    alla disciplina del modello contrattuale. Tra le attività del commercio,

    invece, venivano considerate anche “le imprese di commissioni, di agenzie

    e gli uffici di affari’’. Quindi anche se in via embrionale, l’attività

    dell’agente veniva indicata fra le principali attività commerciali. In sostanza

    l’agente era visto come "l’anello di congiunzione tra produzione e

    commercio”. 1

    Successivamente, una positivizzazione della disciplina fu tentata dal C.d.

    progetto Vivante del 1920, il quale, visto l’evolversi dell’attività delle

    1 Così A LUMINOSO e G. ZUDDAS “ La mediazione e il contratto di agenzia” in Tratt. Dirr. Comm., dirr. V. BONOCORE, Sezione II, tomo 3.IX, Torino, 2000, pp. 167 e 168; W. BIGIAVI “ Sul concetto di agente di commercio” in Studi urbinati, 1931, pp. 36 e ss. Per una disamina storica più approfondita si veda G. GHEZZI “Del Contratto di Agenzia” in Comm. SCIALOJA – BRANCA, Bologna – Roma, 1970, 2; G. TRIONI “Contratto di Agenzia” in Comm. SCIAJOLA – BRANCA, Bologna - Roma 2006, pag. 2 e ss.; V. FRANCESCHIELLI “ Agenzia “(contratto di)” in Enc. Dir., III, Milano, 1999, pag. 86; Sull’origine e l’inquadramento sistematico del contratto di agenzia si veda G. TRIONI “Il contratto di agenzia”, Padova, 1994, pp 1-11, in cui , con estrema chiarezza, indica il genus del contratto di agenzia antecedente alla formulazione dei progetti Vivante e D’Amelio, richiamando i principali elementi del codice del commercio del 1882 titolo XII, e del codice civile del 1865, di impianto napoleonico, tra cui, come ricordato l’onerosità, e l’abitualità dell’attività di promuovere e “conchiudere” contratti in nome e per conto di case commerciali o società estere. Sull’evoluzione storica del contratto di agenzia anche E. ZANNELLI , “Storia e teoria del rapporto di agenzia”, in Studi Urbinati, 1963, pp. 1 e ss.

  • 4

    relazioni commerciali in Italia ed in Europa, ha offerto una nuova stesura

    del Codice del Commercio alla luce del nuovo assetto economico.

    Già da tale progetto iniziano ad evidenziarsi i caratteri fondamentali del

    contratto di agenzia. Nel progetto Vivante l’agente veniva definito come

    colui che ‘‘è incaricato da una o più ditte italiane o straniere di

    promuovere i loro affari in una determinata piazza o regione e di

    trasmettere le proposte per l’accettazione’’. Un’ulteriore innovazione

    segnata nel medesimo progetto è l’indicazione di una indennità di

    risoluzione di fine rapporto 2.

    Il progetto Vivante fu assorbito dal successivo progetto D’Amelio per la

    stesura del nuovo Codice del Commercio del 1925, nel quale iniziano ad

    identificarsi con maggior chiarezza ulteriori elementi propri della figura

    dell’agente come la zona di competenza, le provvigioni sugli affari andati a

    buon fine, la clausola dello star del credere e l’indennità di risoluzione del

    rapporto.