Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani, versione ... · PDF fileCatalogo dei Terremoti,...

Click here to load reader

  • date post

    25-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    215
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani, versione ... · PDF fileCatalogo dei Terremoti,...

CatalogoParametricodeiTerremotiItaliani,versioneCPTI15

release1.5

acuradiAndreaRovida,MarioLocati,RomanoCamassi,BarbaraLolli,PaoloGasperini

gestioneerevisionedeidatimacrosismiciRaffaeleAzzaro,FilippoBernardini,RomanoCamassi,SalvatoreDAmico,EmanuelaErcolani,

MarioLocati,AntonioRossi,AndreaRovida,AndreaTertulliani

determinazioneerevisionedeiparametri,gestionedeidatistrumentaliPaoloGasperini,BarbaraLolli,CarloMeletti,AndreaRovida

gestionedeidatiedeterminazionedeiparametriperiterremotietneiRaffaeleAzzaro,SalvatoreDAmico

concontributidi:PaolaAlbini,VivianaCastelli,CarlosH.Caracciolo,VeraDAmico,SilviaPondrelli,AlessandroRebez

sitowebacuradiMarioLocati

CPTI15statorealizzatonellambitodellalineadiattivitINGVT3Pericolositsismicaecontributialladefinizionedelrischio

equalecontributoalleattivitdellAllegatoAdellAccordoquadroINGVDPC20122021.

Luglio2016

CatalogoParametricodeiTerremotiItaliani,versione2015 2

Terminidiutilizzodeidati

CPTI15consultabileliberamenteallindirizzohttp://emidius.mi.ingv.it/CPTI15DBMI15.Entroil2016previstalarealizzazionediwebserviceperunaconsultazioneeinterrogazionedeidatimachinefriendly,ciopiagevoletramitestrumentidiversidalbrowserweb.CPTI15unprodottoscientificodellIstitutoNazionalediGeofisicaeVulcanologialacuirealizzazioneharichiestoannidilavoroeraccoglieilfruttodellaricercadidiversiautorididiversienti.CPTI15puessereutilizzatoperscopiscientificisenzafinalitdilucro,acondizionechelafontesiasemprecitata.espressamentevietatalaripubblicazionedelsitowebsottoaltronomeoindirizzo,ousareidatiinessocontenutiperrealizzaresitiwebperlemedesimefinalit.OgniutilizzocommercialeochegeneriprofittoespressamentevietatosenonesplicitamenteautorizzatodallIstitutoNazionalediGeofisicaeVulcanologia.Se volete utilizzare i dati con termini di utilizzo diversi da quelli permessi dalla licenza adottata, o se non sietesicuri che l'utilizzo che volete fare dei dati permesso dalla licenza, si consiglia di contattare gli autori.Citazione

Lutilizzo,ancheparziale,delcatalogoconsentitoacondizionechelafontesiasemprecitatacomesegue:RovidaA.,LocatiM.,CamassiR.,LolliB.,GasperiniP.(eds),2016.CPTI15,the2015versionoftheParametricCatalogueofItalianEarthquakes.IstitutoNazionalediGeofisicaeVulcanologia.doi:http://doi.org/10.6092/INGV.ITCPTI15Licenza

CPTI15vienerilasciatoconunalicenzaCreativeCommonsAttributionNonCommercialShareAlike4.0InternationalCCBYNCSA4.0https://creativecommons.org/licenses/byncsa/4.0/Limitazionidiresponsabilit

CPTI15forniscedatisullasismicititalianautilizzandolemiglioriconoscenzescientifichedisponibili;tuttavia,inconseguenzadellacomplessitdeifenomeninaturaliinoggetto,nullapuessereimputatoall'INGVcircal'eventualeincompletezzaedincertezzadeidatiriportatinelcatalogoecircaaccadimentifuturichepossanoesserededottidagliutentisullabaseditalidati.LIstitutoNazionalediGeofisicaeVulcanologiaegliautorinonsonoresponsabilidellutilizzo,ancheparziale,deidaticontenutiinquestocatalogonsiassumonoalcunaresponsabilitcircaeventualidannirecatiaterziperconclusioniderivantidalleinformazionicontenuteinesso.

CatalogoParametricodeiTerremotiItaliani,versione2015 3

PremessaTrentannifavenivacompletatalacompilazionedel"CatalogodeiTerremotiItalianidallanno1000al1980"delProgetto Finalizzato Geodinamica, pubblicato nel 1985 da Daniele Postpischl (Postpischl, 1985a). Il GruppoCatalogodeiTerremoti,autorediquellavoro,sierapostolobiettivodiverificareleinformazionisuiterremotiitaliani contenutineidiversiCataloghidisponibili, inparticolaredel catalogoENEL (1977), eprepararneunanuovaepiavanzataversione.Aconclusionediquellavoro,cheaicomponentidelGruppodiLavoroeraapparsofindasubitodel tuttopreliminarea frontedelleambizioni iniziali,quellocheapparivachiaroera laver fattoriemergere un intero settore disciplinare pressoch dimenticato, quello della sismologia storica, e laver resopossibili,conlacompilazionedelcatalogoedelleschedemonografichesuipifortiterremotiitalianipubblicatinellAtlasof isoseimalmapsof Italianearthquakes (Postpischl, 1985b), i primi concreti avanzamenti inunprocessoancoralungodiricerche,pergiungereaprodottidefinitivi.Chesipotessearrivareaprodottidefinitiviunidearapidamentesuperata,resaevidentedallungopercorsochehaportatoallaversioneattualedelCatalogoParametricodeiTerremoti Italiani,eredediquellastagione.Nelcorsodeglianniimarginidimiglioramentodelleconoscenzesuiterremotinotiallatradizionesismologicasisonorivelatielosonotuttoraenormiesisonoapertestradediricercadeltuttonuove.Questa versione del Catalogo, trentanni dopo, un ulteriore importante contributo al miglioramento delleconoscenze sui caratteri della sismicit del territorio nazionale, la definizione dei processi sismogenetici,lidentificazioneecaratterizzazionedellestruttureattiveealmiglioramentodellestimedipericolosit.LaprimaversionedelCatalogoParametricodeiTerremotiItaliani,risalenteallugliodel1999(CPTI99;GruppodiLavoroCPTI,1999),fuconcepitacomecatalogodiconsensoallinternodellacomunitscientificadelsettoreperunificare e omogeneizzare, attraverso procedure di stima dei parametri uguali per tutti i terremoti, tutte leinformazionidisponibilisuiterremotiitalianifinoadalloraprodottedafontidiverseoriportatedacataloghitraloroalternativi(NT4.1,CamassieStucchi,1997;CFTI1e2,Boschietal.,1995;1997).Nelmaggio2004furilasciatauna seconda versione (CPTI04, Gruppo di Lavoro CPTI, 2004) utilizzata per la compilazione della Mappa diPericolosit Sismica del territorio nazionaleMPS04 (Gruppo di LavoroMPS, 2004; Stucchi et al., 2011). Taleversioneeradifattonuovasoloperlafinestratemporale19812002,mentresirifacevaalprecedenteCPTI99perlarestanteparte,adeccezionedellaconversionedellamagnitudoMsaMwattraversoformuleempiriche.Successivamente, alcune versioni sperimentali e/o parziali sono state rilasciate per usi interni allINGV o diprogettispecifici.Laterzaversionepubblica,denominataCPTI11(Rovidaetal.,2011),statarilasciataadicembre2011.Insiemeadunprofondoaggiornamentodeidatidibasesiamacrosismici(raccoltinellaversioneDBMI11delDatabaseMacrosismicoItaliano;Locatietal.,2011)siastrumentali,altreimportantiinnovazioniriguardavanolastruttura,conlapresenzacontemporaneadiparametrimacrosismiciestrumentali(oltreaunadeterminazionepreferita),elinclusionedinumerosereplicheeforeshocks.Percontro,permotividitempo,eranostaticonsideratisolodatimacrosismicipubblicatiprimadel2007senzaaggiornarenlerelazioniempiricheperlomogeneizzazionedellemagnitudo strumentali, n le procedure di calcolo dei parametri macrosismici, ad eccezione dellutilizzosperimentaledelmetododiBakuneWentworth(1997)peralcuniterremoticonepicentroinmare.Grazie anche agli sviluppi metodologici maturati nellambito di alcuni progetti europei e, soprattutto, alconsiderevolequantitativodinuovidatidiintensitpubblicatiinquestiultimicinqueanni,unitamenteastimeaggiornate delle magnitudo strumentali, si oggi realizzato, insieme alla nuova versione del databasemacrosismicoassociatoDBMI,unprofondoaggiornamentodelcatalogo,denominatoCPTI15.

CatalogoParametricodeiTerremotiItaliani,versione2015 4

1.IntroduzioneLa nuova versione del Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani CPTI15 rappresenta una significativaevoluzionerispettoalleversioniprecedenti,chesonoquindidaconsideraredeltuttosuperate.AncheseicriterigeneralidicompilazioneelastrutturasonoglistessidellaprecedenteversioneCPTI11,ilcontenutodelcatalogostatoampiamenterivistoperquantoconcerne:

lacoperturatemporale,estesadal2006atuttoil2014 ildatabasemacrosismicodiriferimento(DBMI15;Locatietal.,2016),significativamenteaggiornato idatistrumentaliconsiderati,nuovie/oaggiornati le sogliedi ingressodei terremoti, abbassatea intensitmassima5omagnitudo4.0 (invecedi 56e4.5

rispettivamente) ladeterminazionedeiparametrimacrosismici,basatasuunanuovacalibrazionedellalgoritmoBoxer lemagnitudostrumentali,checomprendonounnuovosetdidatienuoverelazionidiconversione.

IlcatalogocopreallincircalastessaareadiCPTI11(Figura1),valeadirelinteroterritorioitalianoconporzionidelle aree e deimari confinanti, e contiene 4584 terremoti nella finestra temporale 10002014. Il catalogo,quindi,consideraearmonizzailpipossibiledatidibasedidiversotipoeprovenienza.

Lamagnitudoutilizzatalamagnitudomomento(Mw)eintuttiicasiriportatalarelativaincertezza.Tuttiidati e i metodi utilizzati sono accuratamente esplicitati nel catalogo per garantire la massima trasparenzapossibilenelleproceduredicompilazione.AlparidiCPTI11,ilcatalogononstatodeclusteratoecontienequindituttiforeshockselereplichedisponibilieconosciuteallinternodellesogliedimagnitudoeintensitconsiderate.

Figura1.DistribuzionegeograficadegliepicentrideiterremoticontenutiinCPTI15perclassidi Mw. La nuova copertura spaziale rappresentata insieme a quella precedente(tratteggiata).

CatalogoParametricodeiTerremotiItaliani,versione2015 5

Ilcatalogoincludeiterremoticonintensitmassimaoepicentralemaggioreougualea5,insiemeaquelliconmagnitudo strumentale equivalente (secondo i metodi e le conversioni descritte nel seguito) a Mw 4.0 osuperiore.AlcuniterremoticonMw

CatalogoParametricodeiTerremotiItaliani,versione2015 6

2.1.1LocalizzazionedidefaultLalocalizzazioneesplicitatanelcampoTLDef:macrosismica(codiceMM)ostrumentale(II)asecondadelladisponibilitdeidati,oppuresceltatraleduepossibilialternative(MIindicalasceltadellalocalizzazionemacrosismica, IM quella strumentale). In questultimo caso si generalmente scelta la localizzazionemacrosismica per i terremoti fino al 1984 e quella strumentale per quelli successivi. Numerose eccezioniriguardanoadesempio i terremoti localizzati inmareo inprossimitdella costa,per i quali si in generalepreferitalalocalizzazionestrumentale,oviceversasipreferitalalocalizzazionemacrosismicadovelacoperturadella rete sismica era in passato scarsa. Le scelte sono comunque state effettuate valutando il pi possibilelaffidabilit dei dati di base. Per i terr