Bandiera Soffia Vento

download Bandiera Soffia Vento

of 16

  • date post

    16-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    219
  • download

    3

Embed Size (px)

description

Storia di un assedio

Transcript of Bandiera Soffia Vento

  • BANDIERA SOFFIA VENTO(diario di un assedio)

  • Li prendemmo a cannonateE fu un bello spettacolo.Quando credevamo che tutto fosse finito

    Si alz una Bandiera.Era colorata e aveva i buchi delle nostre colubrine. La notte sarebbe stata lunga e adesso lo sapevamo.

    Non si erano arresi.

  • Mostratevi dunque!Due giorni e due notti che la minaccia vi preme le tempie e Voi niente!E oggi ecco che spuntano due bandiere sudicie e rattoppate.

    Qual la forza che vi sostiene?

    Quale demone vi obnubila la mente?Nudi, pur di sventolar vessilli!

  • Fame. Sete.

    Li teniamo chiusi l da settimane.

    Non un rumore, non un movimento.

    Solo quelle maledette bandiere che sventolano oscene il loro orgoglio pezzente.

  • Ecco che allalba spunta una nuova Bandiera.

    Questa fatta con la camicia di uno dei nostri.

    Non stanno fermi dunque, non aspettano la fine.

    E noi non siamo i padroni...

  • 10 anni.Ho visto il freddo arrivare, ho sentito le migrazioni, ho parlato col cielo.Questa la terza che sventola oggi.La prima era bionda, la seconda rossa, questa, nera.Sono fatte di capelli.

    Capelli della loro gente mentre noi qui beviamo liquori che ci consolano.

  • 20 anni, o mille?Noi ce ne andremo forse e non sar un bello spettacolo.Vediamo i pali issati scomparire e appari-re silenziosi e contorti.Solo le loro risate si sentono.

    E le loro enormi bandiere fatte di vento urlare.

  • Quando la televisione non cera, i bambini giocavano con laria. Laria mossa dal vento. Facevano tanti pezzettini di carta e se li mettevano in tasca aspettando il momento giusto. Scrivevano qualcosa in ognuno di essi e quando laria cominciava a muoversi li offrivano al vento. Il dotto mae-strale sapeva ricomporre poemi del passato, la tramontana spericolata sa-peva raccontare avventure fantastiche e il melanconico scirocco componeva sonetti damore. La preferita era la tramontana perch agitava i foglietti in aria e li faceva arrivare veloci.Certo destate nelle giornate di bonaccia, capitava che di giocare non cera verso. Fu per lei, lestate, che i bambini inventarono le bandiere. Nessuno lo sa, ma linvenzione della bandiera tutta dei ragazzi. Bast infilzare i fo-glietti in un bastoncino appuntito e correre, correre, correre. Dopo nacque-ro le girandole, i nastrini colorati e gli aquiloni che con le corse si ani-mavano anche nelle giornate di non vento. Furono spettacoli bellissimi. I cieli delluniverso erano una festa di colori e di movimenti mentre le ragazze ricevevano poesie e i ragazzi leggevano avventure provenienti da tutto il mondo composte e recapitate dai venti della terra.Un giorno tutto fin, ma una bandiera rimase alta a sventolare nellaria. Una bandiera fatta di stracci che ancora oggi si muove al vento, altissima.

  • www.gianenricobarbagli.it