PICCOLA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO - Comune...

of 16 /16
PICCOLA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Città metropolitana di Roma Capitale www.cittametropolitanaroma.gov.it Acquistato con il contributo della Regione Lazio

Embed Size (px)

Transcript of PICCOLA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO - Comune...

PICCOLA GUIDAAL COMPOSTAGGIO

DOMESTICO

Citt metropolitanadi Roma Capitale

www.cittametropolitanaroma.gov.it

Acquistato con il contributo della Regione Lazio

I RIFIUTI: RISORSE PREZIOSE

Rispetto al passato, oggi viviamo un momento di maggioresensibilit allambiente, con una particolare attenzione adusare al meglio le risorse di cui disponiamo. Per quanto riguardala gestione dei rifiuti, si stanno portando avanti con successovarie forme di raccolta differenziata, con il conseguenteriuso o riciclaggio di preziose risorse.

CHE COS IL COMPOSTAGGIO

Il compostaggio un importante esempio di riutilizzo deirifiuti organici.La natura decompone continuamente, per mezzo deimicrorganismi che vivono nel terreno, le sostanze organiche diorigine vegetale e animale, che hanno concluso il loro ciclo vitale.Queste possono essere foglie, fiori appassiti, rami secchi, insettie piccoli animali ecc. Tutto ci che era vivo e biodegradabileviene restituito, attraverso questo ciclo naturale, alla terra.

Il compostaggio domestico unimitazione fai-da-te semplicee alla portata di tutti, del perfetto ciclo della natura. Con questometodo, si controlla e si rende pi veloce di quanto avvenga innatura la fermentazione aerobica della componente organica deirifiuti. Il materiale che si ricava dalla biodegradazione il compost,un prezioso terriccio ideale come fertilizzante in agricoltura, perorti, giardini e piante in vaso.

Con il compostaggio ci rendiamo conto del grande valore deinostri scarti di cucina o del giardino, rifiuti che se non fosserodifferenziati e utilizzati andrebbero sprecati, gettati nelle pattumieree quindi nelle discariche, inutile ingombro che occupa spazio edegrada lambiente. Il compostaggio anche un ritorno alla tradizione,rivalutando pratiche un tempo comuniin ambiente rurale come la buca ingiardino, la concimaia e la cassa dicompostaggio.

COMPOSTAGGIO:5 BUONI MOTIVI PER FARLO

Riciclare sotto forma di compost i rifiutiorganici un vantaggio per noi tutti,per lambiente e per le nostre coltivazioni.

Garantisce la fertilit. Il compost unammendante 100% naturale, assolutamenteeco-compatibile.

Dal punto di vista economico porta ungrande risparmio, perch si pu limitarelacquisto di altri concimi e terriccispeciali. (Risparmio a cui aggiungerequello ricavato da una possibileriduzione sulla tassa/tariffa).

Pi rifiuti compostati = meno rifiuti smaltiti. Visto che i rifiutiorganici sono allincirca un terzo del totale di quelli prodotti,riuscire a riciclarli porta a dover smaltire meno rifiuti, con menocosti, e significa risparmiare spazio nelle discariche, diminuendoanche gli odori e i liquami prodotti.

Evita di inquinare latmosfera conle sostanze inquinanti cheoriginerebbero dalla combustionedegli scarti non compostati.

1

2

3

4

5

COSA SI PU COMPOSTARE

RIFIUTI UMIDI

Sfalci verdiAvanzi di cucinaSalvietteCarta non trattataAlimenti avariatiScarti di verdura e fruttaFondi di caff e filtri di the

RIFIUTI SECCHI

RamagliePagliaFoglie seccheCartoneTrucioliSegatura

COMPOSTAGGIO DOMESTICO:DOVE SI PU FARE

In aggiunta alle diverse forme di raccolta differenziata, gli abitantidi condomini con aree verdi, case con giardino o insediamentirurali possono agevolmente accedere alla pratica del compostaggiodomestico. Una pratica naturale che si colloca perfettamenteallinterno di attivit di giardinaggio e di cura degli orti, producendoun ottimo fertilizzante organico nel rispetto dellambiente.

Il cumulo e la cassa di compostaggio:sono due metodi semplici e efficaci, per la buona aerazione ela facilit di rivoltamento. Particolarmente adatti per chi dotato di un ampio giardino.

Il composter:si tratta di un contenitore aerato e coperto che pu essere diforma, capacit e materiali vari secondo le diverse esigenze.Si va dall'economico fai-da-te in rete metallica rivestita, che hail grande vantaggio di poter essere realizzato della dimensioneche si preferisce, fino al composter chiuso in plastica che sideve acquistare. Il composter ideale per il compostaggio inpiccoli giardini, gli scarti rimangono nascosti alla vista senzaattirare animali indesiderati e sono ben protetti dalle variecondizioni atmosferiche.

Allo scopo di promuovere la pratica del compostaggio domesticola Provincia di Roma distribuisce ai comuni che ne fanno richiestadelle compostiere.

IMPORTANTE: LE REGOLEDEL COMPOSTAGGIO

necessaria una giusta miscelazione dei rifiutiI rifiuti umidi, come quelli di cucina, e quelli secchi, come gliscarti verdi, dovrebbero essere presenti, il pi possibile, inparti uguali. In questo modo si ottiene una corretta proporzionedi elementi importanti per lattivit di compostaggio, comeil carbonio e lazoto; si mantiene il giusto tasso di umidit e diossigeno utile per lattivit dei microrganismi; si garantisceuna porosit ideale per il passaggio dellaria.

Scegliete bene il luogoIl luogo ideale per il cumulo dicompostaggio facilmente ac-cessibile, allasciutto, sotto alberiche lo mantengano allombradestate con il loro fogliame, inmodo che non si secchi troppo,e invece esposto al sole dinverno,quando cadono le foglie, cos davelocizzare il processo di fer-mentazione.

importante poi che ci sia vicino dell'acqua, per averla quandoserve.

Preparate con cura il fondoIl fondo va preparato con delmateriale che crei un sostegno,legnetti, ramaglie, oppure pallet dilegno o ghiaia, in modo da permettereil drenaggio dei liquidi.

Ci importante per evitare cheleccesso di umidit porti allassenzadi ossigeno e quindi alla putrefazionee alla formazione di cattivi odori.

Assicurate laerazione e lumidit necessariePer garantire una corretta presenza di ossigeno importante che il cumulo sia sufficientementeporoso. Sar anche necessario rivoltarloperiodicamente con un forcone. Bisogna anchefare attenzione a conservare la giusta percentualedi umidit, miscelando bene i rifiuti, osservando

che ci sia il giusto drenaggio eesponendo al sole o innaffiando,secondo i casi. Nel corso delcompostaggio, per quantoriguarda i cumuli, importanteanche tenere sotto controllo latemperatura e coprire il cumulo

con juta, tessuto-non tessuto o paglia per proteggerlo dallecondizioni atmosferiche e, al tempo stesso, farlo respirare.

QUANDO PRONTO?

La prima raccolta del prodotto dopo 7/9 mesi, ma come siriconosce?

Prova del pugno. pronto se il materiale rimane pressato. troppo bagnato se gocciola, troppo asciutto se si sbriciola.

Prova del crescione. Seminando del crescione in un vasocon del compost si controlla lo sviluppo della pianta.

Eventualmente il materiale raccolto pu essere setacciatorimettendo nella compostiera ci che non si decompostocompletamente.

INSERITE CORRETTAMENTEGLI SCARTI

Sminuzzare bene i materiali, soprattutto quelli duri e legnosi

Mescolare bene materiali diversi (asciutti e bagnati, grossolani efini, stagionati e freschi, rifiuti della cucina, rifiuti del giardino),cercando di equilibrare la composizione.

Non schiacciare o pressare il materiale introdotto.

Aggiungere di tanto in tanto qualche palata di terra, i restidel composto maturo setacciato e qualche manciata di cenere

Mantenere sempre il materiale coperto con uno strato disfalcio derba o di paglia per contenere la presenza di moscerini

Evitare che il materiale secchi completamente.

Nei periodi siccitosi ricordarsi di innaffiare.

COSA UTILIZZARE

resti di frutta ed ortaggifiori e foglie secche(non malate)fondi di caff o t

gusci di uovapiume, capellipotature

COME

ridotti a pezzitriturati

scolati da eventualiliquidischiacciatidistribuiti benetriturati o ridotti a pezzi

COME SI FA

I rifiuti organici vanno selezionati, triturati e messi nellacompostiera alternati con strati di terra

COSA NON UTILIZZARE

carni e formaggi

plastica e gommaolio esaustovernici ed inchiostritessuti sintetici, vetroceramica e metallipile e medicinali scaduti

PERCH

degradazione lenta,attirano animalinon degradabileinquinantealtamente inquinantinon degradabileinquinantialtamente inquinanti

LE FASI DEL COMPOSTAGGIO

DECOMPOSIZIONE: mese 1 - 2Per primi entrano in azione i batteri termofili che, grazie allapresenza di ossigeno, attaccano la materia organica pi facilmentedegradabile (zuccheri, amminoacidi, proteine, grassi) sviluppandocalore: si ha un progressivo innalzamento delle temperature dellamassa di rifiuti (anche 70 C). In questa fase la massa vienepurificata dai microrganismi dannosi e dagli agenti patogenipresenti negli scarti.

TRASFORMAZIONE: mese 2 - 4La temperatura scende fino a circa 25 C, per lattivit di batterie funghi decompositori. Il cumulo diminuisce di volume perlevaporazione dellacqua contenuta nei residui organici.

MATURAZIONE: mese 4 - 8La temperatura scende ulteriormente. Lintervento di piccoliinvertebrati, quali lombrichi, lumache opilionidi, centopiedi ealghe azzurre, completa la maturazione del compost riducendoloin humus.

Poich gli scarti organici vengono introdotti continuamentenella compostiera, allinterno saranno presenti nello stessotempo tutte queste 3 fasi. Il tempo necessario per ottenere ilprodotto finale pu essere ridotto utilizzando appositiacceleratori.

TEMPO (MESI)

TEMPERATURA C

60

50

40

30

20

10

PROBLEMI E SOLUZIONII problemi sono, in genere, causati da una gestione non attenta.Ecco uno schema degli inconvenienti pi comuni:

PROBLEMA

Cattivi odoriTroppo materiale umido (scalda troppo)Troppo secco(scalda poco)Moscerini e larve insetti

EVENTUALI PROBLEMI DELCOMPOSTAGGIO:COME AFFRONTARLI

Pu succedere che un cumulo risulti freddo: ci pu dipendereda uneccessiva umidit che provoca assenza di ossigeno.In questo caso si consiglia di rivoltarlo, cos da far evaporarelacqua, e di aggiungere componenti pi secche di rifiuti.

Oppure, se al tatto non appare umido, pu darsi che dipendada uno squilibrio carbonio-azoto, nel qual caso sar utile aggiungerescarti o fertilizzanti ricchi di azoto. A volte dal cumulo originanocattivi odori. indice di putrefazione in corso, per la presenzaeccessiva di acqua o azoto. Questo spiacevole inconveniente puessere prevenuto con unequilibrata miscelazione degli scartisecchi e umidi, oppure aggiungendo cenere.

importante, sin dallinizio, fare attenzione alle percentualidi umidit e alla porosit, al corretto drenaggio alla base e arivoltare periodicamente per far prendere aria a tutte le partidel cumulo. Alla fine, per una maggiore sicurezza nella prevenzionedegli odori, il cumulo pu essere ricoperto con materiali dotatidi elevato potere filtrante, come il compost maturo (compostche ha attraversato una fase di maturazione di 8-12 mesi) e leterre argillose.

Come inoculante o acceleratore del processo di compostaggiosi pu aggiungere una miscela composta da 3 litri di acqua, unpanetto di livieto di birra e 4 cucchiai di zucchero.

SOLUZIONE

Aggiungere segatura e rivoltare spessoAggiungere segatura o materiale secco, rivoltareAggiungere materiale contenente azoto (annaffiareleggermente) e rivoltareAggiungere strato calce sul cumulo

IL RUOLO DEL COMPOSTIN ITALIA

Nellanno 2014 gli impianti di compostaggio italiani hannoprodotto oltre 1.326 mila tonnellate di ammendante: misto(63,5%), verde (25,2%), non compostato e compost fuori specifica(11,3%) (Dati ISPRA) collocate per intero sul mercato deifertilizzanti. Questo mercato comprende vari settori:

Il Florovivaismo.Il compost sfuso, miscelato con torbe e altri ingredienti, vieneconfezionato dallindustria dei fertilizzanti e venduto agli hobbistinella grande distribuzione e nei garden center.

La vendita al dettaglio presso limpianto,per hobbisti e giardinieri.

Limpiego presso aziende agricole.

Come si pu vedere, il compost trova un importante utilizzoin tutti i settori del giardinaggio e dellorticoltura, e una suaproduzione pi intensiva porterebbe molti vantaggi.Basti pensare che attualmente, in Italia, limpiego di compostnellagricoltura a pieno campo (orticoltura, frutticoltura,foraggicoltura, ecc.) copre appena il 6,2 % delle effettivepotenzialit. Il compost, come si sinteticamente spiegatofinora, un ammendante eco-compatibile dalle numerosepropriet. Produrlo, per chi ne ha la possibilit, un gesto digrande importanza per la salvaguardia dellambiente.

RIFLESSIONI

Che risparmio produrrebbeil compostaggio domestico nel territorio dellaCitt metropolitana di Roma Capitale?

La diffusione del compostaggio domestico permetterebbe dirisparmiare sui costi di gestione dei rifiuti perch una partedegli scarti organici verrebbero trasformati in casa direttamentedai cittadini, senza ulteriori costi per la loro raccolta, trasportoe trattamento verso gli impianti di compostaggio.Per questo spesso i Comuni prevedono facilitazioni per chipratica il compostaggio domestico.

Che vantaggio pu portare la raccolta differenziatadegli scarti alimentari e organici e successivocompostaggio industriale nel territorio della Cittmetropolitana di Roma Capitale?

La raccolta differenziata del rifiuto organico potrebbe com-portare: La riduzione dei rifiuti conferiti in discarica che consente di farfronte alla problematica dellesaurimento degli spazi edellindividuazione di nuove aree con lattenuazione dellaconflittualit sociale. La riduzione dei costi di gestione dei rifiuti dovuti allaumentodella tariffa di conferimento in discarica per lobbligo dipretrattamento e per lart. 205 dgls 152/2006 il quale prevedelaumento del 20% sulla tariffa di conferimento in discarica peri comuni che non raggiungo le percentuali di raccolta differenziatapreviste.

Per questo sempre pi Comuni stanno passando alla raccoltadifferenziata anche della frazione organica.

* Fonte:Dati ISPRA 2014 Citt metropolitana di Roma Capitale (Comune Roma escluso)

239.666,35 t

TOTALERSU

PRODOTTI*

PRESENZAORGANICONEGLI RSU

TOTALE ORGANICOPRODOTTO

POTENZIALMENTE

684.761 t 35%

Il presente opuscolo stato aggiornato nel 2016 con il contributo del gruppodi lavoro composto da:Alessia FabriFabrizio Piemonteseed stato realizzato nella sua prima versione del 2007 sotto la supervisionedell Ente di Studio per la Pianificazione Ecosostenibile dei Rifiuti.

servizio attivo dal luned al sabato,dalle ore 08:30 alle 12:30

800 996 998NUOVO NUMERO VERDE GRATUITO

DA TELEFONO FISSO

DA TELEFONO CELLULARE

080 556 9000COSTI VARIABILI IN BASE ALLE TARIFFE DEL GEST. TELEF.

Infopoint: Via Papa Giovanni XXIII, 19 - Lanuvio

www.comune.lanuvio.rm.it

www.lanuvio.chiamaaraccolta.it

Stam

pato

su ca

rta ri

cicla

ta