Bull\'s Eye Investing dieci anni dopo

of 14/14
SCENARI FINANZIARI JOHN MAULDIN'STHOUGHTS FROM THE FRONTLINE Newsletter settimanale - Versione Italiana a cura di Horo Capital Bull's Eye Investing dieci anni dopo. di John Mauldin | 30 giugno 2012 - Anno 3 - Numero 26 In questo numero: Bull's Eye Investing (quasi) dieci anni dopo Rivivendo gli ultimi nove anni Siamo ancora lì? Elevati P/E, bassi rendimenti Toscana, il calcio italiano e le due sconfitte tedesche E' passato quasi un decennio, da quando sono co-autore insieme a Ed Easterling di Crestmont Research qualche articolo per questa lettera e che poi tardi divennero cinque o sei capitoli di Bull's Eye Investing. Anche se il decimo anniversario del libro è in realtà il 2013, l'attuale vulnerabilità dei mercati ci ha spinto a rivisitare il materiale con un po' di anticipo, in modo da prepararvi meglio verso quello che ci aspetta. Il riflettere su ciò che è accaduto, ci darà la possibilità di valutare la correttezza delle nostre intuizioni. In questo momento io sono in Toscana e sto guardando il tramonto dalle colline; così dovrò ringraziare Ed per aver fatto il lavoro pesante di questa lettera, mentre io mi stavo rilassando, anche se ci sono così tante cose che accadono, e io ne sono così assuefatto che sono costretto a seguire in continuazione gli attuali eventi, riflettendo ogni giorno sulla loro possibile risoluzione. Devo dire, che alcune notizie offrono sicuramente adrenalina purissima. Ma di questo ne parleremo alla fine. Per ora focalizziamoci sulla previsione di lungo periodo del mercato azionario, che ho scritto alla fine del secolo scorso e al quale Ed ha aggiunto un bel po' materiale, all'inizio del 2003. Ma prima, sono lieto di poter annunciare la pubblicazione dei restanti video della Strategic Investment Conference 2012, co-sponsorizzata dal mio partner Altegris, che abbiamo tenuto il mese scorso. David Rosenberg (e molti partecipanti!) hanno detto che questa è stata la migliore conferenza a cui hanno partecipato. I nostri entusiasti partecipanti hanno creato una stanza piena di energia di cui gli altoparlanti sembravano nutrirsi, e ognuno di loro ha dato un importante contributo. E' stato un momento veramente speciale. Ed ora abbiamo i video. Per visualizzare i video, è necessario essere un membro del Mauldin Circle. Questo programma ha sostituito la nostra Newsletter per gli Accredited Investor. I miei partner di Altegris ed io abbiamo lavorato duramente per migliorare il programma, che ora include l'accesso ai webinar, alle conferenze, agli eventi speciali, ai video, alle newsletter e alle presentazioni di accreditati alternative investment manager e ad opinion leader. La buona notizia è che questo programma è completamente gratuito. L'unica restrizione è che, a causa delle norme è necessario registrarsi ed essere controllati da uno dei miei soci di fiducia, prima di poter essere aggiunto come abbonato qualificato. Questo sarà un processo abbastanza indolore (lo prometto). Una volta registrato, un rappresentante di Altegris vi chiamerà per fornirvi un accesso ai video, alle presentazioni e agli archivi dei relatori presenti nel nostro Strategic Investment Conference del 2012. Cliccate qui per accedere all'iscrizione al nostro esclusivo programma di Experience
  • date post

    18-Nov-2014
  • Category

    Documents

  • view

    298
  • download

    0

Embed Size (px)

description

E\' passato quasi un decennio, da quando sono co-autore insieme a Ed Easterling di Crestmont Research qualche articolo per questa lettera e che poi tardi divennero cinque o sei capitoli di Bull\'s Eye Investing. Anche se il decimo anniversario del libro è in realtà il 2013, l\'attuale vulnerabilità dei mercati ci ha spinto a rivisitare il materiale con un po\' di anticipo, in modo da prepararvi meglio verso quello che ci aspetta. Il riflettere su ciò che è accaduto, ci darà la possibilità di valutare la correttezza delle nostre intuizioni.

Transcript of Bull\'s Eye Investing dieci anni dopo

  • 1. SCENARI FINANZIARIJOHN MAULDINSTHOUGHTS FROM THE FRONTLINENewsletter settimanale - Versione Italiana a cura di Horo CapitalBulls Eye Investing dieci anni dopo.di John Mauldin | 30 giugno 2012 - Anno 3 - Numero 26In questo numero:Bulls Eye Investing (quasi) dieci anni dopoRivivendo gli ultimi nove anniSiamo ancora l?Elevati P/E, bassi rendimentiToscana, il calcio italiano e le due sconfitte tedescheE passato quasi un decennio, da quando sono co-autore insieme a Ed Easterling diCrestmont Research qualche articolo per questa lettera e che poi tardi divennero cinque osei capitoli di Bulls Eye Investing. Anche se il decimo anniversario del libro in realt il2013, lattuale vulnerabilit dei mercati ci ha spinto a rivisitare il materiale con un po dianticipo, in modo da prepararvi meglio verso quello che ci aspetta. Il riflettere su ci che accaduto, ci dar la possibilit di valutare la correttezza delle nostre intuizioni.In questo momento io sono in Toscana e sto guardando il tramonto dalle colline; cosdovr ringraziare Ed per aver fatto il lavoro pesante di questa lettera, mentre io mi stavorilassando, anche se ci sono cos tante cose che accadono, e io ne sono cos assuefattoche sono costretto a seguire in continuazione gli attuali eventi, riflettendo ogni giorno sullaloro possibile risoluzione. Devo dire, che alcune notizie offrono sicuramente adrenalinapurissima. Ma di questo ne parleremo alla fine. Per ora focalizziamoci sulla previsione dilungo periodo del mercato azionario, che ho scritto alla fine del secolo scorso e al qualeEd ha aggiunto un bel po materiale, allinizio del 2003.Ma prima, sono lieto di poter annunciare la pubblicazione dei restanti video della StrategicInvestment Conference 2012, co-sponsorizzata dal mio partner Altegris, che abbiamotenuto il mese scorso. David Rosenberg (e molti partecipanti!) hanno detto che questa stata la migliore conferenza a cui hanno partecipato. I nostri entusiasti partecipanti hannocreato una stanza piena di energia di cui gli altoparlanti sembravano nutrirsi, e ognuno diloro ha dato un importante contributo. E stato un momento veramente speciale. Ed oraabbiamo i video.Per visualizzare i video, necessario essere un membro del Mauldin Circle. Questoprogramma ha sostituito la nostra Newsletter per gli Accredited Investor. I miei partner diAltegris ed io abbiamo lavorato duramente per migliorare il programma, che ora includelaccesso ai webinar, alle conferenze, agli eventi speciali, ai video, alle newsletter e allepresentazioni di accreditati alternative investment manager e ad opinion leader.La buona notizia che questo programma completamente gratuito. Lunica restrizione che, a causa delle norme necessario registrarsi ed essere controllati da uno dei miei socidi fiducia, prima di poter essere aggiunto come abbonato qualificato. Questo sar unprocesso abbastanza indolore (lo prometto). Una volta registrato, un rappresentante diAltegris vi chiamer per fornirvi un accesso ai video, alle presentazioni e agli archivi deirelatori presenti nel nostro Strategic Investment Conference del 2012.Cliccate qui per accedere alliscrizione al nostro esclusivo programma di Experience
  • 2. Mauldin. Dopo aver parlato con il rappresentante di Altegris, sarete in grado di visualizzarela prima serie dei cinque video, con Lacy Dr. Hunt, Jeffrey Gundlach, Niall Ferguson,David Rosenberg, e Mohamed El-Erian, cos come la serie finale con il Dr. Brock, conMarc Faber e con il sottoscritto. Penso che troverete le presentazioni particolarmenteinteressanti. Ed ora, passiamo ai mercati orso secolari.Bulls Eye Investing (quasi) dieci anni dopoBy John Mauldin e Ed EasterlingLa nostra discussione sul mercato orso secolare iniziata quasi dieci anni fa e non comeuna ipotetica previsione, ma come una vera e propria discussione sui fattori fondamentaliche guidano i rendimenti del mercato azionario. Anche se difficile da prevedere ilmercato nel corso dei mesi o dei trimestri, crediamo che i nostri dati mostrino che ilmercato azionario abbastanza prevedibile in periodi abbastanza lunghi. Questi periodisono i cicli di mercato secolari, e sono superiori alla media nella fasi di mercato toro einferiori alla media nella fasi di mercato orso.Nel paragrafo di apertura del capitolo cinque abbiamo scritto:Prenderemo in considerazione il fatto che sia pi utile analizzare le azioni, in terminidi valore rispetto a farlo in termini di prezzo, durante i mercati orso secolari ...Questi cicli in genere impiegano una generazione per fare il loro corso, prima diavere grandezze significative tali da poter diventare sottovalutati e sopravvalutati,avendo cos implicazioni significative sul modo in cui gli investitori dovrebberoaffrontare ciascuno di questi periodi.Inoltre, noi abbiamo sottolineato che:Abbiamo dimostrato che la volatilit e le frequenti manifestazioni di grandi dimensioni sonola norma e non leccezione, dando cos allinvestitore accorto alcune opportunitformidabili. Infine, faremo un collegamento tra linflazione, i tassi di interesse e le azioni equeste ci daranno ulteriori indicazioni sulla direzione, nel prossimo decennio, del mercatoobbligazionario e azionario.Se i cicli del secolo passato, continuano a ripetersi, la maggior parte del primo decennio (opi) di questo secolo sar caratterizzata da un mercato orso secolare, un lungo periododove il mercato azionario tender, in generale, verso il basso o si muover lateralmentecon alcune increspature....Questi periodi in passato sono stati il risultato di cicli di valutazione di mercatorappresentati dal P/E ratio. I cicli di valutazione hanno portato generalmente le tendenze dilungo periodo dellinflazione, verso o lontano dalla stabilit dei prezzi. Nel breve termine imovimenti del mercato sono un po casuali, in quanto sono il risultato della lottacaratterizzata dalle attuali circostanze e dalle forze di mercato, che spingono i prezzi delleazioni intorno ad una linea pi ampia di tendenza del trend.Cosa ha fatto il P/E negli ultimi dieci anni e dove si trova oggi? Che cosa ci dice alriguardo del futuro? Quali nuove informazioni possiamo raccogliere con laggiunta di noveanni di storia, ad alcune delle tabelle e grafici dei capitoli originali? Oltre agli aggiornamentidei grafici, ci sono un bel po di nuovi grafici di Crestmont Research. Bene, c molto da
  • 3. rivedere se guardiamo indietro agli ultimi dieci anni, ma con un occhio rivolto al prossimodecennio. Absolute Return Partners di Niels C. Jensen - www.arpllp.com - la societ partner di John Mauldin per il mercato Europeo. Horo Capital - www.horocapital.it - il partner di Absolute Return Partners per il mercato Italiano. Tel. 02 89096674 - [email protected] gli ultimi nove anniPer avere una buona panoramica degli ultimi nove anni su questo bear market secolare,ecco un aggiornamento alla tabella 5.6 di Bulls Eye Investing. Quando abbiamo scritto icapitoli nel 2003, i grafici e le immagini si riferivano alla fine del 2002. Al momento il P/E si attestato a un nobile 26 una notevole discesa dai livelli della bolla degli anni 40. Perridurre le distorsioni sul P/E causate dal ciclo degli utili, questi ultimi (E) sono statinormalizzati utilizzando il popolare metodo di Robert Shiller di Yale (che utilizza gli utilirelativi ad un periodo di dieci anni). Il risultante P/E spesso chiamato P/E 10 o P/Enormalizzato sul ciclo.
  • 4. http://www.crestmontresearch.com/docs/Stock-Secular-Chart.pdfCi sono diversi punti da sottolineare nel grafico riportato qui sopra. Questo orso secolare(finora!), stato relativamente calmo rispetto a quelli passati. Lorso generalmente ha pianni negativi che anni positivi (solo il 42% positivo), ma in questo ciclo finora abbiamouna percentuale di anni positivi pari al 58%. Gli anni di guadagno e di perdita sono stati piin sordina, con guadagni e perdite in media pari a circa ai due terzi dei normali livelli.Certo, questo orso secolare non stato calmo e labbiamo vissuto in tempo reale, ma lacalma relativa rispetto ai cicli del passato pu essere un indicatore di quello che ci aspettaprima che lorso si ritiri.Alcuni investitori certamente credono che lattuale fase orso sia stata estenuante,. Eccocosa ci ha portato fino ad ora:
  • 5. http://www.crestmontresearch.com/docs/Stock-This-Secular-Bear.pdfIl modello e il processo, non sono stati molto diversi da quelli che ci aspettavamo nel 2003.Come abbiamo scritto in Bulls Eye Investing, "... la volatilit e frequenti manifestazioni digrandi dimensioni sono la norma e non leccezione" nei mercati orso secolari. Si noti comeesempio lorso secolare precedente (1966-1981). S, il calo del 54% entro il 2009 erasuperiore al 45% del 1974, ma ci furono numerosi picchi di breve termine con relativecadute che si ripetevano.
  • 6. C un altro approccio utilizzato in Bulls Eye Investing per valutare la volatilit. La Tabella5.1 ha rivelato che il mercato azionario, molto pi volatile di quanto si creda. Invece diutilizzare delle noiose e confuse statistiche, abbiamo adottato un approccio diverso.Abbiamo evidenziato che il mercato si muove verso lalto o verso il basso di oltre il 10%allanno in quasi il 70% degli anni. Si muove di oltre il 16% in entrambe le direzioni, nellarestante met degli anni. Quindi, che cosa successo finora nel ciclo attuale?Crestmont ha aggiornato la volatilit fino al 2011, rivelandoci oggi nuove conoscenze suitori e su gli orsi. Colpisce il fatto che la volatilit complessiva relativamente simile, siaper i tori che per gli orsi secolari. Si noti la frequenza allinterno dellintervallo, tra il 10% e il16%. Sia nei tori e che negli orsi secolari, circa il 30% - 50% degli anni cadono allinternodei rispettivi range. La differenza che i tori hanno anni con un prevalente rialzo, mentregli orsi hanno anni prevalentemente al ribasso.
  • 7. Finora i risultati, per questo mercato orso secolare sono stati un po diversi. In primo luogo,ci sono stati pi anni allinterno, unaltra indicazione che la prima parte di questo orsosecolare stata un po pi domata del solito. In secondo luogo, nonostante il tonfo del2009, gli anni negativi sono stati sotto-rappresentati. Perch?Finora, questo mercato orso non ha fatto molti progressi attraverso il processofondamentale a cui un orso secolare deve essere sottoposto. Come abbiamo evidenziatoin Bulls Eye Investing, "I cicli di valutazione, hanno portato generalmente tendenze dilungo periodo dellinflazione verso o lontano dalla stabilit dei prezzi." Oltre un occasionaleflirt con la deflazione o linflazione negli ultimi dieci anni, siamo rimasti relativamente vicinialla stabilit dei prezzi. Ci sono certamente un sacco di pressioni che portano alladeflazione e allinflazione, e che guidano questo orso secolare alla sua tana. Ma per ora,siamo in uno stato di attesa. I movimenti del mercato azionario e la sottostante crescitadegli utili negli ultimi nove anni hanno spinto il P/E da sopra i venti, fino a sotto i venti; mail mercato deve ancora sperimentare lintero processo di declino delle valutazioni, a frontedi un trend del tasso di inflazione negativo attraverso la deflazione o tramite elevatainflazione.Siamo ancora l?Ecco due nuovi grafici di Crestmont Research che spiegano dove siamo arrivati e quantastrada dobbiamo ancora fare. I grafici riflettono il P/E ratio normalizzato dal 1900, perlS&P 500 Index per tutti i cicli toro e i cicli orso secolari. Le linee sui grafici evidenziano il
  • 8. rapporto prezzo/utili (P/E) per tutta la durata di ogni ciclo secolare.In primo luogo, si noti che i mercati toro secolari iniziano quando il P/E basso e
  • 9. terminano quando il P/E alto. Allo stesso modo, i mercati orso secolari iniziano quando ilP/E elevato e terminano quando il P/E basso. Nel grafico, quelli con valori bassi sonosegnalati con sfumature verdi, ed invece quelli con valori tipicamente elevati sonosegnalati con sfumature in rosso.Guardate il toro secolare degli anni 1980 e 1990. E come se il toro secolare avesse corsofino alla met degli anni 1990, e poi da quel momento il P/E di nuovo pi cheraddoppiato. Il gi elevato P/E ha raggiunto dei livelli stratosferici, da bolla.Confrontate i due grafici. Ogni ciclo secolare orso prima di quello attuale, statosuccessivamente seguito da un toro secolare che si concluso con P/E nella o vicino allazona rossa. Questo rappresenta il punto di partenza di ogni successivo mercato orsosecolare. Ma questa volta, il super-secolare toro che terminato alla fine del 1990 terminato ad un livello quasi doppio rispetto alla media - infatti ha rappresentato unimportante bolla. Gli ultimi dodici anni hanno visto il riformarsi della bolla, con il P/E che ritornato a livelli tipicamente associati ad un basso tasso di inflazione. C voluto pi di undecennio, per eliminare le estreme distorsioni della fine degli anni 1990.Lattuale valutazione del mercato azionario relativamente elevata, ma non sopravvalutato considerando le attuali condizioni. Una situazione con bassi tassi e bassainflazione, accompagnata da P/E relativamente elevati. Ma se la deflazione o lelevatainflazione (o entrambi) sono in fase di arrivo, allora il mercato molto costoso. Daltraparte, se il tasso di inflazione continua a rimanere basso per mantenere una stabilit deiprezzi, allora questo orso secolare potrebbe rimanere in vita ancora per un po - ma come possibile questo?Elevati P/E, bassi rendimentiIn Bulls Eye Investing abbiamo spiegato che le elevate valutazioni di mercato (P/E) nellungo termine necessariamente portano a dei bassi rendimenti. Ci si verifica perch iperiodi che iniziano con un elevato P/E spesso finiscono con un basso P/E, distruggendocompletamente i rendimenti. Inoltre, ad un elevato P/E corrispondono dei periodi fatti dabassi dividendi. Come conseguenza di questo potevamo scrivere con serenit nove annifa, che i ritorni negli anni successivi sarebbero stati ben al di sotto della media precedente.E comunque in tutti i casi, nel corso degli anni, il livello dei rendimenti altamentecorrelato allandamento del mercato del P/E ratio. Il P/E ratio la misura di valutazioneche riflette il rapporto tra il prezzo pagato per azione e gli utili per azione (EPS). Elevatirendimenti sono associati a periodi durante i quali il P/E ratio aumentato, e viceversabassi o negativi rendimenti sono il risultato di periodi durante i quali il P/E ratio diminuito.Questo pu essere il pi importante aspetto sugli investimenti, che si pu trarre da questolibro. Quando i P/E aumentano, c un detto che dice che "una marea che sale sollevatutte le barche" e questo sempre stato storicamente vero. Quando i P/E diminuiscono,risulta invece difficile investire sul mercato azionario; e investire sugli indici un esercizioassolutamente inutile. Come vedremo nei capitoli successivi, in questi periodi di mercatoorso secolare, un investimento di successo nel mercato azionario richiede un insieme dicompetenze e tecniche ben diverse (e talvolta opposte), rispetto a quelle che invecevengono richieste nelle fasi dei mercati toro ....Dato lattuale e recente livello del P/E, le prospettive non sono purtroppo incoraggianti
  • 10. rispetto a quelli che possono essere in generale i guadagni del mercato (in questo casolaccento posto sui fondi comuni o a indice) nel corso dei prossimi due decenni. Questatriste prospettiva non dettata da uno specifico punto di vista di questo mercato orso; macorrisponde ad una serie di fattori che stanno guidando lattuale mercato orso secolare.Sebbene nel corso degli ultimi nove anni, il P/E diminuito da 26 a quasi a 20 (utilizzandoil metodo Shiller), comunque le valutazioni delle azioni restano tuttora relativamenteelevate. Quindi, quasi tutto quello riportato nei capitoli cinque e sei di Bulls Eye Investingrimane vero anche oggi. Il mercato si mosso attorno ad una volatilit abbastanza tipicadi questi cicli. Il P/E si trova nellestremit inferiore della zona rossa, anzich nella partesuperiore. La cosa pi importante, che partendo da questo momento le elevatevalutazioni fanno presagire dei bassi rendimenti.Quanto bassi? Questo dipende dalla prospettiva di deflazione o di una elevata inflazione.Le nostre sfere di cristallo ci mostrano cose diverse su questo problema, anche se lenostre conclusioni finali sono le stesse. Ed vede con moderata probabilit, sia una elevatainflazione o deflazione. Se guarda la cosa dal lato ottimista, ritiene che le prospettive diuna stabilit dei prezzi possano continuare per un bel po di tempo. John invece, vedesegnali lampeggianti di pericolo che segnalano dei nuovi impulsi deflazionistici, chesaranno seguiti solo successivamente da un aumento dellinflazione. Egli ha descritto ilsuo punto di vista, in Endgame.Cos, insieme, abbiamo diversi scenari. Abbiamo fatto alcune scommesse su chi di noiavr ragione, ma ancora pi importante per voi, e che nessuna delle ipotesi previste potroffrire dei buoni rendimenti nel mercato azionario, perch abbiamo ancora un P/Erelativamente elevato.La prossima settimana torneremo ad esaminare altri paragrafi di Bulls Eye Investing, e poici soffermeremo nellapprofondire le implicazioni di tutta questa analisi.A proposito, Ed ha scritto un libro che una lettura obbligata sui probabili risultati delmercato azionario in questo decennio. Essa permette al lettore di vedere limpatto suifattori chiave, rispetto alla loro previsione. Probable Outcomes ricco di dettagli e ampietabelle e grafici a colori. Ecco un link al libro su Amazon: www.amazon.com/ProbableOutcomes.E John, ha condensato Bulls Eye Investing in una versione per Wiley dal titolo The LittleBook of Bulls Eye Investing, in cui si concentra sulle basi dei cicli secolari e sugliinvestimenti absolute return. Il libro appena uscito, e lo potete trovare nella vostra libreriao presso www.amazon.com/Little Book of Bulls Eye Investing.(Per la cronaca, Ed lautore di Probable Outcomes: Secular Stock Market Insights e delpluri-premiato Unexpected Returns: Understanding Secular Stock Market Cycles. Egli ilPresidente di Crestmont Research, una societ di ricerca e gestione degli investimenti, emembro anziano al Alternative Investment Center alla SMUs Cox School of Business,dove ha precedentemente insegnato nel corso sugli investimenti alternativi e sugli hedgefund agli studenti del MBA. Pubblica delle ricerche provocatorie e analisi grafiche suimercati finanziari su www.crestmontresearch.com, uno dei miei siti preferiti).
  • 11. Toscana, il calcio italiano e le due sconfitte tedescheIo sono in Toscana questa sera, in una piccola citt chiamata Trequanda, nella stessa villadove sono venuto anche le altre volte. Si tratta di un luogo idilliaco, e ogni nuovosoggiorno sempre pi piacevole. Questo il terzo anno che torno in Toscana, ed laprima volta da quando ero bambino che torno in vacanza, per pi di due volte, nello stessoposto. Questo veramente un posto speciale.Questanno ci sono un certo numero di amici che vengono a soggiornare qui per un certoperiodo di tempo, contribuendo a creare quasi un collage che continua a crescere e adessere sempre stimolante in termini di idee e aneddoti. Le conversazioni sono state fontedi ispirazione e spunti di riflessione. E forse aiuta il fatto che le discussioni sono sempre,beh, state divertenti e condite da un buon cibo. Vi riporter maggiori informazioni sugliospiti e sulle nostre conversazioni la prossima settimana, ma ora chiudo con paio di note.Domenica sera abbiamo vagato arrivando fino successivo piccolo villaggio, fatto di circa400 anime, chiamato Montisi. Abbiamo cenato nella piazza del paese, dove abbiamoassistito con met degli abitanti allItalia che giocava contro lInghilterra, nei quarti di finaledi calcio degli Europei. Ho visto la tensione che cresceva, sia fino a quando le duesquadre sono arrivate ad un pareggio e poi nei supplementari, che si conclusa con ilrisultato finale di vittoria da parte dellItalia.E poi Gioved sera abbiamo visto lItalia affrontare la Germania in semifinale. La Germaniaera favorita con un 2-1, anche se uno dei miei ospiti a cena pronosticava un 4-1, maquesta ipotesi ha trovato pochi scommettitori.In qualche modo, lItalia ha semplicemente giocato meglio dei tedeschi. E divertente chementre stavo guardando la partita in Europa i mercati statunitensi erano ancora aperti, equesta mattina David Zervos mi ha inviato questa nota: "... ieri, mentre stavo guardandoItalia vs Germania, qualcosa di molto strano successo proprio mentre Balotelli hasegnato il suo secondo gol. In quel momento, quando diventato chiaro che i tedeschistavano per perdere, lindice [S&P500] schizzato da 1308-1323. E allora mi venuto inmente, che quando la Germania perde, spoos [il termine che usano i trader per lindiceS&P500] win! "E poi sembra che la Germania abbia apparentemente perso di nuovo oggi, in quanto ilprimo ministro italiano Monti (PM e lo spagnolo Rajoy) si sono semplicemente rifiutati di farpassare al vertice qualsiasi risoluzione, fino a quando la Merkel non avesse accettato chela zona euro doveva sostenere congiuntamente le banche spagnole, senza che la Spagnadovesse garantire il debito. E mentre ce stato questo soccorso nei confronti di Madridcera anche un esultanza di gioia a Dublino, in quanto anche gli irlandesi stavano trattandoper un simile accordo, che coster almeno 64 miliardi. Naturalmente, con questo accordodella Germania, ora tutti i contribuenti in Europa sono tra loro legati e non solo inGermania. Ma questa era una condizione necessaria, se una unione fiscale deve esserefatta e la zona euro, in qualche modo deve essere salvata.Forse Monti si fatto coraggio vedendo la sua squadra di calcio vincere, ma certamente laMerkel ha fatto marcia indietro. Secondo un mio punto di vista, per Merkel questo statouno 0-2. interessante notare che sabato scorso quando ero a Madrid, con lamicoAlberto Dubois, questi ha invitato una decina di suoi amici ad unirsi a noi. Il gruppo eracomposto per la maggior parte da imprenditori spagnoli. Dopo le solite domande e su
  • 12. quello che era il mio punto di vista sul mondo, ho iniziato a fare un giro di tavolo ed adintervistarli.Potrei scrivere molto su quello che ci siamo detti, ma due aspetti sono emersi in modoparticolare. Erano tutti daccordo in modo unanime e determinato che la Spagna avrebbefatto di tutto, per rimanere nella zona euro. Una rottura della zona euro non era nemmenosemplicemente un qualcosa che poteva essere contemplata. Uno ha detto "Sarebbe untotale disastro per la Spagna", e tutti gli altri erano daccordo.Ho chiesto "Ma se la Germania decide da sola di lasciare la zona euro, in quanto il prezzodi continuare a farne parte sarebbe troppo alto?" Ancora una volta, erano fermamenteconvinti che la Germania non avrebbe lasciato e un unione fiscale poteva essereraggiunta. Forse questo stato un gruppo di amici auto-selezionato, ma mi ha colpito lapassione con cui hanno sostenuto che leuro sarebbe sopravvissuto. Essi semplicementenon riuscivano ad immaginare una possibile rottura.Non ero convinto che avessero ragione, ma li ho lasciati con un paio di cose su cuiriflettere. E poi oggi, Merkel ha fatto marcia indietro. E i mercati hanno esultato di gioia perla notizia, anche se i dettagli pi spinosi devono essere ancora definiti. La Germaniaperde, il mercato sale. Quanto pu durare questo trend?E il momento di premere il pulsante di invio. Stranamente, trovo che sono stato in grado diresistere al richiamo potente dei meravigliosi vini italiani, che questa settimana sono statimessi nei tavoli qua e l, ma la vera tentazione era il Prosecco italiano durante tutto ilgiorno.Abbiate una grande settimana. Luned andremo al Palio nella famosa piazza di Siena,insieme ad altre circa 250.000 persone che affolleranno quel posto molto piccolo. Questa una tradizione che risale alla met del 1600. Fortunatamente, abbiamo un balcone o dueda cui guardare. Ma ora basta. Buona settimana! Per me certamente lo sar.Il tuo analista che si chiede perch non rimane qui almeno un mese,John [email protected] 2010-2012 John Mauldin. All Rights ReservedCopyright 2010-2012 Horo Capital. Tutti i Diritti RiservatiDisclaimer: La presente pubblicazione distribuita da Horo Capital srl. Pur ponendo lamassima cura nella traduzione della presente pubblicazione e considerando affidabili isuoi contenuti, Horo Capital srl non si assume tuttavia alcuna responsabilit in meritoallesattezza, completezza e attualit dei dati e delle informazioni nella stessa contenutiovvero presenti sulle pubblicazioni utilizzate ai fini della sua predisposizione. Diconseguenza Horo Capital srl declina ogni responsabilit per errori od omissioni. HoroCapital srl si riserva il diritto, senza assumersene lobbligo, di migliorare, modificare o
  • 13. correggere eventuali errori ed omissioni in qualsiasi momento e senza obbligo di avviso.La presente pubblicazione viene fornita per meri fini di informazione ed illustrazione, noncostituendo in nessun caso offerta al pubblico di prodotti finanziari ovvero promozione diservizi e/o attivit di investimento n nei confronti di persone residenti in Italia n dipersone residenti in altre giurisdizioni, a maggior ragione quando tale offerta e/opromozione non sia autorizzata in tali giurisdizioni. Le informazioni fornite noncostituiscono unofferta o una raccomandazione per effettuare o liquidare un investimentoo porre in essere qualsiasi altra transazione. Esse non possono essere considerate comefondamento di una decisione dinvestimento o di altro tipo. Qualsiasi decisionedinvestimento deve essere basata su una consulenza pertinente, specifica eprofessionale. Tutte le informazioni pubblicate non devono essere considerate unasollecitazione al pubblico risparmio o la promozione di alcuna forma dinvestimento nraccomandazioni personalizzate ai sensi del Testo Unico della Finanza trattandosiunicamente di informazione standardizzata rivolta al pubblico indistinto. N Horo Capitalsrl n John Mauldin potranno essere ritenuti responsabili, in tutto o in parte, per i danni(inclusi, a titolo meramente esemplificativo, il danno per perdita o mancato guadagno,interruzione dellattivit, perdita di informazioni o altre perdite economiche di qualunquenatura) derivanti dalluso, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalit, dei dati e delleinformazioni presenti nella presente pubblicazione. Ogni decisione di investimento edisinvestimento pertanto di esclusiva competenza del Cliente che pu decidere di darvi omeno esecuzione con qualsivoglia intermediario autorizzato; qualsiasi eventuale decisioneoperativa presa dal Cliente in base alle informazioni pubblicate , infatti, da considerarsiassunta in piena autonomia decisionale e a proprio esclusivo rischio. Il Contenutopresente nella pubblicazione pu essere riprodotto unicamente nella sua interezza edesclusivamente citando il nome di Horo Capital srl e di John Mauldin, restandone in ognicaso vietato ogni utilizzo commerciale. Si intende per Contenuto tutte le analisi, grafici,immagini, articoli i quali sono tutti protetti da copyright. Horo Capital srl ha la facolt diagire in base a/ovvero di servirsi di qualsiasi elemento sopra esposto e/o di qualsiasiinformazione a cui tale materiale si ispira ovvero tratto anche prima che lo stesso vengapubblicato e messo a disposizione della sua clientela. Horo Capital srl puoccasionalmente, a proprio insindacabile giudizio, assumere posizioni lunghe o corte conriferimento ai prodotti finanziari eventualmente menzionati nella presente pubblicazione. Innessun caso e per nessuna ragione Horo Capital srl, sar tenuta, ad agireconformemente, in tutto o in parte, alle opinioni riportate nella presente pubblicazione.Ogni violazione del copyright in qualsiasi modo si esprima ai danni di Horo Capital srl eJohn Mauldin, sar perseguita legalmente.Per iscriversi alla newsletter GRATUITA settimanale SCENARI FINANZIARI cliccare qui:www.scenarifinanziari.it/Registrazione.aspxPer modificare il proprio indirizzo email di invio della newsletter, effettuare il login suwww.scenarifinanziari.it e andare sulla pagina di registrazione.Per cancellare liscrizione alla newsletter scrivere una mail a:[email protected] from the Frontline3204 Beverly DriveDallas, Texas 75205Horo CapitalIndependent Financial Advisory FirmVia Silvio Pellico, 12
  • 14. 20121 MilanoTel. 02 89096674