18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2°...

of 36 /36
18 Aprile 2010 18 Aprile 2010 P.D.P. P.D.P. P P iano iano D D idattico idattico P P ersonalizzato ersonalizzato s s econdaria econdaria 2 2 ° ° g g rado rado A A driana driana V V olpato olpato

Transcript of 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2°...

Page 1: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

18 Aprile 201018 Aprile 201018 Aprile 201018 Aprile 2010

P.D.P.P.D.P.““PPiano iano DDidattico idattico PPersonalizzatoersonalizzato””

ssecondaria econdaria 22° ° ggradorado

P.D.P.P.D.P.““PPiano iano DDidattico idattico PPersonalizzatoersonalizzato””

ssecondaria econdaria 22° ° ggradorado

AAdriana driana VVolpatoolpatoAAdriana driana VVolpatoolpato

Page 2: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

STRUMENTOSTRUMENTO STRUMENTOSTRUMENTO

educativoeducativo educativoeducativo didatticodidattico didatticodidattico

individua gli individua gli strumentistrumenti

fa emergere ilfa emergere il““verovero” alunno” alunno

Page 3: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

DIAGNOSIDIAGNOSI DIAGNOSIDIAGNOSI

solosolosolosoloconcon

consegnataconsegnata si redige si redige il P.D.P.il P.D.P.

in qualsiasi momento dell’anno scolasticoin qualsiasi momento dell’anno scolasticoin qualsiasi momento dell’anno scolasticoin qualsiasi momento dell’anno scolastico

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 4: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

al primo Consiglio di Classeal primo Consiglio di Classe lo stessolo stesso prende visione della diagnosi prende visione della diagnosi protocollata tramite il Dirigente Scolastico su richiesta della famigliaprotocollata tramite il Dirigente Scolastico su richiesta della famiglia

all’inizio dell’anno scolastico per gli alunni già segnalatiall’inizio dell’anno scolastico per gli alunni già segnalati

il C.diC. redige il P.D.P. il C.diC. redige il P.D.P. COLLEGIALMENTECOLLEGIALMENTE al C.di C. successivo al C.di C. successivo

il PDP, una volta redatto, il PDP, una volta redatto, DEVEDEVE essere consegnato alle famiglia essere consegnato alle famiglia

si monitora il percorso educativo nei verbali dei C.d.C. almeno 2 si monitora il percorso educativo nei verbali dei C.d.C. almeno 2 volte l’anno (scrutinio) ma anche più volte volte l’anno (scrutinio) ma anche più volte

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 5: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

Consiglio di Classe coinvoltoConsiglio di Classe coinvolto

clinicoclinico

genitorigenitori

studentestudente

referente Dislessia d’Istitutoreferente Dislessia d’Istituto

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 6: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

PPercorsoercorso E Educativoducativo P Personalizzatoersonalizzato

permette di creare “permette di creare “su misurasu misura” una personalizzazione del” una personalizzazione del percorso formativo dell’alunnopercorso formativo dell’alunno

permette di monitorarne il suo andamentopermette di monitorarne il suo andamento

facilita il reperimento delle modalità didattiche attivate, il facilita il reperimento delle modalità didattiche attivate, il COMECOME

favorisce il lavoro collegialefavorisce il lavoro collegiale ( (condivisione nel programmare,condivisione nel programmare,

nel processo di insegnamento – apprendimento, nel valutarenel processo di insegnamento – apprendimento, nel valutare)) facilita il passaggio di notizie al cambio del docente / ciclo scolasticofacilita il passaggio di notizie al cambio del docente / ciclo scolastico

Page 7: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

nnormativa di riferimento generale:ormativa di riferimento generale:

Legge 517/77Legge 517/77 art.2 e 7 : art.2 e 7 :autonomia delle Istituzioni Scolastiche autonomia delle Istituzioni Scolastiche

“… “… al fine di garantire il successo formativo dell’alunno”al fine di garantire il successo formativo dell’alunno”

Legge 59/97Legge 59/97 : :autonomia scolasticaautonomia scolastica

DPR 275/99 art.4DPR 275/99 art.4 : :autonomia didattica e organizzativaautonomia didattica e organizzativa

Legge 53/03Legge 53/03 : :personalizzazione del percorso scolasticopersonalizzazione del percorso scolastico

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 8: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

nnormativa di riferimento specifica:ormativa di riferimento specifica: Nota MIUR 4099/A/4 del 5.10.04Nota MIUR 4099/A/4 del 5.10.04: : iniziative relative alla dislessiainiziative relative alla dislessia

strumenti compensativi – dispensativistrumenti compensativi – dispensativi Nota MIUR n.26/A/4 del 5.01.2005Nota MIUR n.26/A/4 del 5.01.2005: : iniziative relative alla dislessiainiziative relative alla dislessia utilizzo degli strumenti compensativi – dispensativi anche in presenza di diagnosiutilizzo degli strumenti compensativi – dispensativi anche in presenza di diagnosi Nota MIUR n.1787 del 1.03.2005Nota MIUR n.1787 del 1.03.2005: : Esami di Stato 2004-2005Esami di Stato 2004-2005 Nota MIUR n.4798 del 27.07.2005Nota MIUR n.4798 del 27.07.2005: : integrazione scolasticaintegrazione scolastica C.M. n.4674 del 10 Maggio 2007C.M. n.4674 del 10 Maggio 2007: : Disturbi di Apprendimento Disturbi di Apprendimento compensazione orale della lingua/e non maternacompensazione orale della lingua/e non materna MIUR Prot.n.5744 del 28 Maggio 2009MIUR Prot.n.5744 del 28 Maggio 2009:: Esami di Stato per gli alunniEsami di Stato per gli alunni affetti da Disturbi Specifici di Apprendimento D.S.A.affetti da Disturbi Specifici di Apprendimento D.S.A. DPR n.122DPR n.122 del 22 Giugno 2009del 22 Giugno 2009: : regolamento per la valutazione degli alunniregolamento per la valutazione degli alunni

Legge regionale Veneto n.16 del 4 Marzo 2010Legge regionale Veneto n.16 del 4 Marzo 2010:: interventi a favore delle interventi a favore delle

persone con D.S.A. e disposizione in materia di servizio sanitario regionalepersone con D.S.A. e disposizione in materia di servizio sanitario regionale O.M.44 Prot. N.3446 del 5 Maggio 2010O.M.44 Prot. N.3446 del 5 Maggio 2010: : Esami si Stato conclusivo deiEsami si Stato conclusivo dei corsi di istruzione secondaria superiore A.S. 2009-2010corsi di istruzione secondaria superiore A.S. 2009-2010 Legge nazionale sui D.S.A. n.170 dell’ 8 Ottobre 2010Legge nazionale sui D.S.A. n.170 dell’ 8 Ottobre 2010 Miur Veneto n.1904 del 03.02.2011Miur Veneto n.1904 del 03.02.2011: : certificazione riferite ad alunni D.S.Acertificazione riferite ad alunni D.S.A.. MIUR.AOODRVEUff.4/n.5289_C27eMIUR.AOODRVEUff.4/n.5289_C27e: : Diagnosi di D.S.A. (legge 170/10)Diagnosi di D.S.A. (legge 170/10)

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 9: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

1. dati relativi all’alunno 1. dati relativi all’alunno 2.2. descrizione del funzionamento delle abilità strumentali descrizione del funzionamento delle abilità strumentali 3.3. caratteristiche comportamentalicaratteristiche comportamentali4. caratteristiche del processo di apprendimento 4. caratteristiche del processo di apprendimento 5.6. strategie per lo studio – strumenti utilizzati dall’alunno5.6. strategie per lo studio – strumenti utilizzati dall’alunno7. individuazione di eventuali modifiche all’interno degli obiettivi 7. individuazione di eventuali modifiche all’interno degli obiettivi disciplinari per il conseguimento delle competenze fondamentali disciplinari per il conseguimento delle competenze fondamentali 8.8. strategie metodologiche e didattiche adottate strategie metodologiche e didattiche adottate 9.9. attività programmateattività programmate10.11. strumenti compensativi/dispensativi 10.11. strumenti compensativi/dispensativi 12. criteri e modalità di verifica e valutazione 12. criteri e modalità di verifica e valutazione 13. assegnazione dei compiti a casa e rapporti con la famiglia13. assegnazione dei compiti a casa e rapporti con la famiglia

Page 10: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 11: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

dalla diagnosi dalla diagnosi

incontri con i tecnici incontri con i tecnici

incontri con la famigliaincontri con la famiglia

incontri di continuitàincontri di continuità osservazione degli osservazione degli stessi insegnatistessi insegnati

- descrizione del funzionamen- descrizione del funzionamen- to delle abilità strumentali to delle abilità strumentali ((lettura – scrittura – calcololettura – scrittura – calcolo))

- modalità del processo dimodalità del processo di apprendimento (apprendimento (memorizzare, memorizzare, automatizzare, sequenziare,automatizzare, sequenziare, organizzare, le informazioni)organizzare, le informazioni)

ccaratteristiche del soggetto con aratteristiche del soggetto con DD..SS..AA si evincono:si evincono:

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 12: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 13: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 14: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

sstrategie trategie mmetodologiche / etodologiche / ddidattiche individuate idattiche individuate dal dal CConsiglio di onsiglio di CClasse per il soggetto con lasse per il soggetto con DD..SS..AA.. che terrà conto:che terrà conto:

tempi di elaborazionetempi di elaborazione

tempi di produzionetempi di produzione

quantità di compiti assegnatiquantità di compiti assegnati

quantità di richieste in fase di verificaquantità di richieste in fase di verifica

comprensione delle consegnecomprensione delle consegne

uso e scelta dei mediatori didattici che facilitano uso e scelta dei mediatori didattici che facilitano l’apprendimento (l’apprendimento (immagini, schemi, mappe …)immagini, schemi, mappe …)

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 15: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 16: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 17: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

iindividuazione di eventuali ndividuazione di eventuali mmodifiche all’interno odifiche all’interno degli degli oobiettivi disciplinaribiettivi disciplinari dal dal CConsiglio di onsiglio di CClasselasse che terrà conto:che terrà conto:

l’obiettivo curricolare: l’obiettivo curricolare: ““saper scrivere testi in modo ortograficamente correttosaper scrivere testi in modo ortograficamente corretto”” viene modificato in viene modificato in ““saper scrivere testisaper scrivere testi””

pur non raggiungendo l’obiettivo disciplinare nella sua completezza,pur non raggiungendo l’obiettivo disciplinare nella sua completezza,si può rendere possibile il conseguimento della competenza si può rendere possibile il conseguimento della competenza fondamentale relativa alla scritturafondamentale relativa alla scrittura ““saper comunicare”saper comunicare”

Comitato Scuola A.I.D. gennaio 2010

Page 18: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 19: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

sstrumenti trumenti ccompensativi:ompensativi: ogni insegnante indicherà gli strumenti compensativi che lo studente ogni insegnante indicherà gli strumenti compensativi che lo studente usufruirà durante le sue ore disciplinari /laboratoriali (es.)usufruirà durante le sue ore disciplinari /laboratoriali (es.)

computer: computer: + controllo sintattico + controllo sintattico + controllo ortografico + controllo ortografico + sintesi vocale+ sintesi vocale

software specifico per la lettura – scrittura – attività di studiosoftware specifico per la lettura – scrittura – attività di studio

tabella dei mesi, tabella dell’alfabeto e dei vari caratteritabella dei mesi, tabella dell’alfabeto e dei vari caratteri

tavola delle coniugazioni verbalitavola delle coniugazioni verbali cartine geografiche e storiche cartine geografiche e storiche

tabella delle misure, tabella delle formule geometrichetabella delle misure, tabella delle formule geometriche

tavola pitagoricatavola pitagorica

calcolatricecalcolatrice

tavole di sviluppo mnemonicotavole di sviluppo mnemonico

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 20: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

sstrumenti trumenti ccompensativi:ompensativi: ogni insegnante indicherà gli strumenti compensativi che lo studente ogni insegnante indicherà gli strumenti compensativi che lo studente usufruirà durante le sue ore disciplinari /laboratoriali (es.)usufruirà durante le sue ore disciplinari /laboratoriali (es.)

audio registratore o lettore MP3 (con cuffia)audio registratore o lettore MP3 (con cuffia)

vocabolario multimediale anche per la L2 – L3 vocabolario multimediale anche per la L2 – L3

traduttori digitaletraduttori digitale

enciclopedia informatica multimediale su CD ROMenciclopedia informatica multimediale su CD ROM

Libro parlato (centri)Libro parlato (centri)

Audiolibro Audiolibro

testi scolastici con allegati CD ROMtesti scolastici con allegati CD ROM

testi in formato PDF – Biblioteca Digitale A.I.D.testi in formato PDF – Biblioteca Digitale A.I.D.

scanner - OCRscanner - OCR

internetinternet

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 21: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

mmisure isure ddispensative:ispensative: ogni insegnante indicherà per la propria disciplina da cosa lo studente ogni insegnante indicherà per la propria disciplina da cosa lo studente

verrà dispensato (es.)verrà dispensato (es.)

lettura a voce altalettura a voce alta scrittura veloce sotto dettaturascrittura veloce sotto dettatura ricopiare dalla lavagnaricopiare dalla lavagna uso del vocabolario cartaceouso del vocabolario cartaceo

studio mnemonico delle coniugazioni verbali studio mnemonico delle coniugazioni verbali uso mnemonico delle tabellineuso mnemonico delle tabelline

dispensa, ove necessario, dallo studio delle lingue straniere in forma dispensa, ove necessario, dallo studio delle lingue straniere in forma scrittascritta

programmazione di tempi più lunghi per prove scritte e studio domesticoprogrammazione di tempi più lunghi per prove scritte e studio domestico riduzione per selezione dei contenuti di studioriduzione per selezione dei contenuti di studio

organizzazione interrogazioni programmateorganizzazione interrogazioni programmate

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 22: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 23: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

mmodalità di verifica:odalità di verifica: ogni insegnante per la propria disciplina indicherà:ogni insegnante per la propria disciplina indicherà:

tempi più lunghi per le prove scrittetempi più lunghi per le prove scritte testo della verifica scritta in formato digitaletesto della verifica scritta in formato digitale lettura del testo della verifica scritta da parte dell’insegnante lettura del testo della verifica scritta da parte dell’insegnante lettura del testo della verifica scrittalettura del testo della verifica scritta con l’utilizzo della sintesi vocalecon l’utilizzo della sintesi vocale riduzione/selezione della quantità di esercizi nelle verifiche scritteriduzione/selezione della quantità di esercizi nelle verifiche scritte

interrogazioni programmate, con supporto di mappe, cartine, immagini ecc.interrogazioni programmate, con supporto di mappe, cartine, immagini ecc. prove orali in compensazione alle prove scritte nella lingua nonprove orali in compensazione alle prove scritte nella lingua non maternamaterna predisporre interrogazioni orali per le materie previste solo oralipredisporre interrogazioni orali per le materie previste solo orali

utilizzo di prove strutturate: risposta chiusa – multipla – V/F – utilizzo di prove strutturate: risposta chiusa – multipla – V/F – cloze – match – (cloze – match – (risposte aperterisposte aperte)) modalità di presentazione delle verifiche ( modalità di presentazione delle verifiche ( cartacea – al PC – concartacea – al PC – con software specifici – altrosoftware specifici – altro …) …) uso di mediatori didattici durante le interrogazioni (uso di mediatori didattici durante le interrogazioni (mappe – schemi - mappe – schemi - immaginiimmagini)) utilizzo di strumenti compensativiutilizzo di strumenti compensativi

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 24: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

ccriteri di valutazione:riteri di valutazione: l’insegnante per la propria disciplina indicherà:l’insegnante per la propria disciplina indicherà:

non vengono sottolineati gli errori ortografici non vengono sottolineati gli errori ortografici non vengono valutati gli errori ortograficinon vengono valutati gli errori ortografici

la valutazione delle prove scritte e orali tiene conto del contenuto e la valutazione delle prove scritte e orali tiene conto del contenuto e non della formanon della forma non si valutano gli errori di spellingnon si valutano gli errori di spelling prove orali hanno maggiore considerazione delle corrispondenti prove prove orali hanno maggiore considerazione delle corrispondenti prove scrittescritte

valutazione delle conoscenze e non delle carenzevalutazione delle conoscenze e non delle carenze valutare non l’apprendimento ma valutare non l’apprendimento ma PERPER l’apprendimento l’apprendimento avere valenza metacognitivaavere valenza metacognitiva

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 25: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 26: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

MATERIE STRUMENTI COMPENSATIVIscritto/orale

STRUMENTI DISPENSATIVIscritto/orale

MODALITÀ DI VERIFICAscritto/orale

CRITERI DI VALUTAZIONEscritto/orale

ITALIANO

STORIA

GEOGRAFIA

MATEMATICA

SCIENZE DELLA TERRA

INGLESE

SCIENZE MOTORIE

MATERIA DI INDIRIZZO

MATERIA DI INDIRIZZO

MATERIA DI INDIRIZZO

MATERIA DI INDIRIZZO

Page 27: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

concordare l’organizzazione per lo studio pomeridianoconcordare l’organizzazione per lo studio pomeridiano

mantenere monitorato il processo educativo dell’alunnomantenere monitorato il processo educativo dell’alunno anche attraverso il tutor pomeridiano (anche attraverso il tutor pomeridiano (genitore, tutor,genitore, tutor, ripetitore, educatoreripetitore, educatore)) concordareconcordare gligli strumenti compensativi utilizzati (strumenti compensativi utilizzati (casa/casa/ scuola)scuola)

le misure dispensative (le misure dispensative (es. tempi più lunghi per lo es. tempi più lunghi per lo studio pomeridiano, interrogazioni programmatestudio pomeridiano, interrogazioni programmate) )

gestione del diariogestione del diario

ppatto con la atto con la ffamiglia/amiglia/sstudentetudente:

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 28: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 29: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

* Consiglio di Classe Consiglio di Classe

* Dirigente ScolasticoDirigente Scolastico

Referente dislessia d’IstitutoReferente dislessia d’Istituto

** genitori genitori studentestudente tecnico tecnico

* campocampo obbligatorio obbligatorio

ffirme di irme di ssottoscrizione:ottoscrizione:

PPianoiano D Didatticoidattico P Personalizzatoersonalizzato

Page 30: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

aadempimenti deldempimenti del CConsiglioonsiglio didi C Classelasse

al primo Consiglio di Classeal primo Consiglio di Classe prende visione della diagnosi prende visione della diagnosi protocollata tramite il Dirigente Scolastico su richiesta della famiglia protocollata tramite il Dirigente Scolastico su richiesta della famiglia

analizza le difficoltà, l’entità del disturbo, le abilitàanalizza le difficoltà, l’entità del disturbo, le abilità

concorda la gestione della comunicazione in classeconcorda la gestione della comunicazione in classe

concorda la modalità di spiegazione, interrogazioneconcorda la modalità di spiegazione, interrogazione

rivisita il processo di insegnamento - apprendimento rivisita il processo di insegnamento - apprendimento

favorisce le strategie compensativefavorisce le strategie compensative

favorisce l’uso degli strumenti dispensativifavorisce l’uso degli strumenti dispensativi

predispone il predispone il P.D.P.P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato

monitora il percorso educativo nei verbali dei C.d.C.monitora il percorso educativo nei verbali dei C.d.C.

informa il responsabile del corso per il conseguimento del patentinoinforma il responsabile del corso per il conseguimento del patentino

adempie alle indicazioni ministeriali per gli Esami di Statoadempie alle indicazioni ministeriali per gli Esami di Stato

Page 31: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

Esame di Stato - Superiori

DOCUMENTO del 15 MAGGIODOCUMENTO del 15 MAGGIOdel CConsiglio di CClasse

CCommissione d’EEsame

Piano Didattico PersonalizzatoPiano Didattico Personalizzatodell’alunno con D.S.A.

allega

Page 32: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

riferimenti

all’alunno con D.S.A.

posti in APPENDICEAPPENDICE

documento integrale consegnato

SOLOSOLO alla alla FFamiglia interessataamiglia interessata

DOCUMENTO DOCUMENTO del del 15 MAGGIO 15 MAGGIOdel del CConsiglio di onsiglio di CClasselasse

Page 33: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

Commissione d’ Esame

DDocumento del ocumento del 1515 MMaggioaggio

indica

strumenti compensativistrumenti compensativi strumenti dispensativistrumenti dispensativi

modalità di presentazione modalità di presentazione delle provedelle prove modalità di verificamodalità di verifica

tempitempi

sistemi valutativisistemi valutativi

predisposizionepredisposizione

3° PROVA 3° PROVA SCRITTASCRITTA

valutazionevalutazione

1° 2° PROVA 1° 2° PROVA SCRITTASCRITTA

Page 34: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.
Page 35: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

Oggetto: prove INVALSI 2011: comunicazioni.Oggetto: prove INVALSI 2011: comunicazioni.

Si ricorda che le prove INVALSI sono di due tipi: Si ricorda che le prove INVALSI sono di due tipi:

di di rilevazione degli apprendimenti ( indagine conoscitiva –statistica che rilevazione degli apprendimenti ( indagine conoscitiva –statistica che riguarda essenzialmente gli Istituti Scolastici e che vengono effettuate riguarda essenzialmente gli Istituti Scolastici e che vengono effettuate dalle classi seconde , quinte della scuola primaria ; primo anno di Scuola dalle classi seconde , quinte della scuola primaria ; primo anno di Scuola Secondaria di primo grado; secondo anno di Scuola Secondaria di secondo Secondaria di primo grado; secondo anno di Scuola Secondaria di secondo grado) grado)

prova di valutazione finale (esame di fine primo ciclo di istruzione ; ex prova di valutazione finale (esame di fine primo ciclo di istruzione ; ex terza media) conclusiva del primo ciclo (il cui risultato entra a far parte terza media) conclusiva del primo ciclo (il cui risultato entra a far parte della valutazione finale negli esami). della valutazione finale negli esami).

. . Nel sito INVALSI sono stabilite le date di somministrazione delle proveNel sito INVALSI sono stabilite le date di somministrazione delle prove: :

10 Maggio 2011: prova di Italiano, di Matematica e Questionario studente per la 10 Maggio 2011: prova di Italiano, di Matematica e Questionario studente per la classe II della scuola secondaria di secondo grado; classe II della scuola secondaria di secondo grado;

11 Maggio 2011: prova di preliminare di lettura (decodifica strumentale) della durata 11 Maggio 2011: prova di preliminare di lettura (decodifica strumentale) della durata di due minuti per la II primaria e prova di Italiano per la II e V primaria; di due minuti per la II primaria e prova di Italiano per la II e V primaria;

12 Maggio 2011: prova di Italiano, di Matematica e Questionario studente per la 12 Maggio 2011: prova di Italiano, di Matematica e Questionario studente per la classe I della scuola secondaria di primo grado; classe I della scuola secondaria di primo grado;

13 maggio 2011: prova di Matematica per la II e V primaria e Questionario studente 13 maggio 2011: prova di Matematica per la II e V primaria e Questionario studente per la V primaria. per la V primaria.

Nel sito INVALSI si legge: Nel sito INVALSI si legge:

25-feb-2011 - ESEMPI DI PROVE In riferimento a diverse richieste pervenute 25-feb-2011 - ESEMPI DI PROVE In riferimento a diverse richieste pervenute da scuole e famiglie, si precisa che, nel pieno rispetto della normativa da scuole e famiglie, si precisa che, nel pieno rispetto della normativa vigente in materia di acquisto di libri scolastici, l"INVALSI non richiede alle vigente in materia di acquisto di libri scolastici, l"INVALSI non richiede alle scuole l"acquisto di nessun libro o testo per la prove del Servizio Nazionale scuole l"acquisto di nessun libro o testo per la prove del Servizio Nazionale di valutazione o per la Prova Nazionale. Si ricorda inoltre che sul sito dell’ di valutazione o per la Prova Nazionale. Si ricorda inoltre che sul sito dell’ Istituto sono disponibili tutte le prove delle edizioni passate del SNV. Dal Istituto sono disponibili tutte le prove delle edizioni passate del SNV. Dal 28/02/2011 saranno anche disponibili esempi di prova per la scuola 28/02/2011 saranno anche disponibili esempi di prova per la scuola secondaria di secondo grado. secondaria di secondo grado.

17-gen-2011 - PROVE IN FORMATO MP3 I file in formato mp3 sono forniti 17-gen-2011 - PROVE IN FORMATO MP3 I file in formato mp3 sono forniti dall’ INVALSI per l"ascolto individuale dall’ INVALSI per l"ascolto individuale

17-gen-2011 - PROVE IN FORMATO ELETTRONICO 17-gen-2011 - PROVE IN FORMATO ELETTRONICO Se richiesti all’ atto dell’ iscrizione, il giorno delle prove l"INVALSI fornirà i Se richiesti all’ atto dell’ iscrizione, il giorno delle prove l"INVALSI fornirà i file in formato testo. Essi potranno essere utilizzati dalle scuole per file in formato testo. Essi potranno essere utilizzati dalle scuole per l’eventuale duplicazione delle prove (anche ingrandita) per gli allievi con l’eventuale duplicazione delle prove (anche ingrandita) per gli allievi con particolari bisogni educativi. particolari bisogni educativi.

Le modalità di partecipazione alle prove SNV degli alunni con DSA, saranno oggetto Le modalità di partecipazione alle prove SNV degli alunni con DSA, saranno oggetto di una di una specifica informativa che verrà pubblicata sul sito dell’INVALSI entro specifica informativa che verrà pubblicata sul sito dell’INVALSI entro il 16.04.2011. il 16.04.2011.

Il 16 febbraio 2011 c’è stato un incontro con AID-INVALSI. Il 16 febbraio 2011 c’è stato un incontro con AID-INVALSI. Erano presenti Dino Cristanini, Presidente INVALSI; Roberto Ricci responsabile Erano presenti Dino Cristanini, Presidente INVALSI; Roberto Ricci responsabile Valutazione INVALSI , Giacomo Stella e Luciana Ventriglia per l’AID. Valutazione INVALSI , Giacomo Stella e Luciana Ventriglia per l’AID. In questo incontro sono statti trattati temi relativi alle problematiche degli studenti In questo incontro sono statti trattati temi relativi alle problematiche degli studenti DSA rispetto alle prove INVALSI DSA rispetto alle prove INVALSI

Da parte dell’INVALSI si è potuto riscontrare la presenza di un’attenzione non Da parte dell’INVALSI si è potuto riscontrare la presenza di un’attenzione non formale, ma fattiva, dimostrata anche dalla circolare del 17/01/2011 (testi in MP3 e formale, ma fattiva, dimostrata anche dalla circolare del 17/01/2011 (testi in MP3 e formato elettronico), che si è allargata alla volontà di mantenere un canale di formato elettronico), che si è allargata alla volontà di mantenere un canale di comunicazione sempre attivo e una collaborazione con l’AID. comunicazione sempre attivo e una collaborazione con l’AID.

L’INVALSI collaborerà con il servizio LIBRO AID per la consulenza in merito al L’INVALSI collaborerà con il servizio LIBRO AID per la consulenza in merito al funzionamento dei file in formato digitale e MP3 previsti per gli studenti con DSA. funzionamento dei file in formato digitale e MP3 previsti per gli studenti con DSA. L’INVALSI ha fornito all’AID le prove degli anni precedenti in pdf, per provarne L’INVALSI ha fornito all’AID le prove degli anni precedenti in pdf, per provarne l’ascolto con la sintesi vocale al fine di far familiarizzare i ragazzi con DSA con queste l’ascolto con la sintesi vocale al fine di far familiarizzare i ragazzi con DSA con queste modalità di somministrazione . modalità di somministrazione .

Attualmente il nostro servizio LIBRO AID ne sta verificando la realizzazione. Attualmente il nostro servizio LIBRO AID ne sta verificando la realizzazione.

Il Presidente Comitato-Scuola Il Presidente Comitato-Scuola Luciana Ventriglia Luciana Ventriglia

Page 36: 18 Aprile 2010 P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico Personalizzato secondaria 2° grado P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Piano Didattico.

Grazie per la gentile collaborazione Grazie per la gentile collaborazione ed attenzione prestatami !ed attenzione prestatami !

adriana Volpatoadriana [email protected]

Grazie per la gentile collaborazione Grazie per la gentile collaborazione ed attenzione prestatami !ed attenzione prestatami !

adriana Volpatoadriana [email protected]