Download - NTeD_AQ DSA

Transcript
  • Centro Territoriale di SupportoNuove Tecnologie e DisabilitAccessibilit ed usabilit delle Nuove Tecnologie nei Disturbi Specifici di ApprendimentoNTeD LAquila feat. Claudia Valentini

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaDisturbi Specifici dellApprendimento (DSA)

    termine che definisce una serie di disabilit, relativamente frequenti durante let evolutiva e di origine neurobiologica, prevalentemente costituzionale

    riguardano lacquisizione delle abilit scolastiche che consentono lapprodo alla conoscenza formale (leggere, scrivere e far di conto)

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

    dislessia (difficolt di lettura ) disgrafia (difficolt esecutiva del tratto grafico) disortografia (disturbo nella velocit e nellaccuratezza della scrittura: err.ortografici) discalculia (disturbo nellambito dei numeri e del calcolo: difficolt di automatizzazione di semplici calcoli, tabelline, ecc

    DSA

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila non sono il risultato di altre patologie neurologiche (epilessia) o di problemi sensoriali (ipoacusia, ipovisione) o di disturbi psicologici ed emozionali il disturbo limitato ad uno o pi moduli le cause sono biologiche: organizzazione strutturale di determinate aree cerebrali, su base genetica o da altre cause non individuate i geni implicati sono diversi

    DSA

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaLANOMALIA ITALIANALa conoscenza del fenomeno dislessia stata a lungo limitata ad una ristretta cerchia di specialisti.

    La consapevolezza del problema assente dal bagaglio culturale medio delle persone che svolgono professioni intellettuali, e il fatto pi grave la carenza di informazione e conoscenza specifica nella scuola, che il teatro di tutti i danni e le sofferenze generate dal disturbo.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaCONSEGUENZEMancato riconoscimentoDiagnosi tardivaIncapacit di affrontare il problema in maniera adeguata dal punto di vista psicologico e didatticoSofferenza psicologicaInsuccesso e abbandono scolastico

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaALCUNI DATI:Nei DS area linguaggio, il trattamento riduce linsuccesso scolastico dal 18% tra 1,4% e 5,4%In Italia (Stella ) tra il 2 e il 2,5% della popolazione scolastica italiana con un picco nella primaria del 5%Effetti: disagio scolastico per cause endogene (indipendenti dalla volont del bambino) o esogene legate allambiente socio-relazionaleE necessario conoscere la situazione di partenza

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaanche con laiuto delle NT-TICpassare dalla compensazione di una disabilithttp://www.aiditalia.org/alla abilitazione di una competenza debole

  • USO DELLINFORMATICA CON I DSA: LA DIAGNOSISCREENING

    CoPS (cognitive profiling system) un sistema computerizzato di valutazione psicometrica per bambini in et compresa tra i 4 e gli 8 anni

    costituito da test su abilit cognitive che possono prevedere la dislessia in una situazione accattivante di gioco.Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

  • USO DELLINFORMATICA CON I DSA: LAUTONOMIAQuando si parla di autonomia per un ragazzo con DSA sintende la possibilit di informarsi, apprendere e comunicare senza dipendere da un mediatore

    Linformatica assume una funzione compensativa, vicariante e motivante Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

  • ABILITARELabilitazione con software educativi

    abilitare non significa guarire dalla disabilit ma ridurre gli effetti sullacquisizione delle abilit di lettura, scrittura e calcoloCentro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

  • Ambiente di gioco e foglio da disegno, non necessario saper leggere.

    Obiettivo: Creativit attraverso il gioco e il canale visivo

    Attivit: disegna, scrivi,conta,muovi,grafici, domande Pu essere utilizzato il touch screen. Monitoraggio esterno delladulto. Possibile la scrittura in maiuscolo.

    FACILISSIMOCentro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

  • il pescatore, il jolly

    Si pescano e/o si giocano le lettere tradistrattori a diversi livelli di difficoltObiettivo:analisi fonologica della parola attraverso la presentazione della forma scritta a fianco.Favoriscono lanalisi fonologica: fonema iniziale, completamento, analisi (parola/immagine, lettera intermedia), completamento- ricostruzione della parola.Facilit di accesso con tasto di invioper i pi piccoli, scansione nella temporizzazione e per livelliCentro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

  • Combina le paroleNellarea fonologica, allena alluso della lingua con immagini, testo e parlato.Graduale introduzione alla lettoscrittura.

    Obiettivo: allena funzioni linguistiche attraverso percorsi individualizzati e personalizzabili.Personalizzazione degli itinerariAutonomia di scelta nel gioco riferito a cinque tipi di esercizi: concetti, vocaboli, frasi, orologio, cruciverba.Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

  • BACHI SPAZIALI Interfaccia gradevole e accattivante

    Obiettivo: Favorire i processi di lettoscrittura

    Tre giochi: Invasori, bachi e farfalle.Possibili di taratura e adattamenti vari, consente la modifica e lintroduzione di nuovi eserciziCentro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

  • Tachistoscopio

    Segue la via lessicale rapida e veloce e la parola decodificata viene intesa come un tutto unico.Si basa sullesposizione temporizzata delle parole che il soggetto deve leggere (primaria)

    Obiettivo: potenziare le abilit di lettura, rafforzando le abilit di lettura visiva; possibile utilizzarlo come test e come esercitazione PersonalizzabileCentro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

  • TIRO AL BERSAGLIORiconoscimento della parolatarget.

    Due modalit: tiro alpalloncino e tiro al piattello

    Obiettivo: Velocizzare la letturafavorendo lanalisi istantaneadelle parole -unit ortograficheAccesso per i mancini e per iDestrorsi, programmabile e regolabile nei feed back (tempi, suoni e al)Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaStrumenti NT-TIC compensativi hardware postazione multimediale, cuffie + microfono scanner (piatto e a penna) + OCR

    software word processor iper-multimedia sintesi vocale riconoscimento vocale traduttore automatico

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquiladal cartaceo al digitalescanner + OCR + WP + sintesi vocale

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaCARLO MOBILE Formato da un insieme di applicativi con specifiche funzioni integrate tra loro

    Verbalizza in forma orale qualsiasi testo selezionabile dal computer, traduce i testi nelle principali lingue estere

    E il completamento di CARLO II

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaMP3 - Audiolibri + libro parlato + podcast

    http://www.libroparlato.orgdalla lezione allaudio digitale

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

    mappe mentali e concettuali

    visual thinkinghttp://www.inspiration.com

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaWWW "Il potere del Web nella sua universalit. Laccesso al Web da parte di tutti, indipendentemente dalle limitazioni dovute alle diverse abilit, ne un aspetto fondamentale.Tim Berners-Lee, direttore del Consorzio W3C e ideatore del WWW

    Un sito Web usabile quando un utente pu fruire in modo efficacedelle informazioni contenute nel sito stesso e delle risorse ad esso associate.contenuti e programmi online sd2.itd.ge.cnr.it/ www.iprase.tn.it/ www.vbscuola.it/

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

    Si pu insegnare al bambino non solo a evitare lerrore, ma anche a capire che lerrore spesso non sta nelle parole ma nelle cose; che bisogna correggere i dettati, certo, ma bisogna soprattutto correggere il mondo.

    Questo, modestamente e con amicizia, sar detto anche per i colleghi insegnanti, per aiutarli a non cadere - a loro volta - nel vizio professionale di scambiare un accento sbagliato per la fine del mondo. (G. Rodari)Claudia Valentini e Maria Parlapiano per CTS NTeD LAquila