UNA STANZA DA SOGNO - Comune di Rimini UNA STANZA DA SOGNO 3 NIDO POLLICINO 2013/14 Le tante facce...

download UNA STANZA DA SOGNO - Comune di Rimini UNA STANZA DA SOGNO 3 NIDO POLLICINO 2013/14 Le tante facce della

of 18

  • date post

    13-Aug-2020
  • Category

    Documents

  • view

    0
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of UNA STANZA DA SOGNO - Comune di Rimini UNA STANZA DA SOGNO 3 NIDO POLLICINO 2013/14 Le tante facce...

  • UNA STANZA

    DA SOGNO

    Documentazione

    Progetto per lo

    Sviluppo e

    l’Apprendimento

    a/s 2013/14

  • UNA STANZA DA SOGNO

    2

    NIDO POLLICINO 2013/14

  • UNA STANZA DA SOGNO

    3

    NIDO POLLICINO 2013/14

    Le tante facce della documentazione

    Le documentazioni che raccolgono le esperienze i momenti di vita dei bambini al

    nido sono sempre molto apprezzate dalle famiglie che hanno modo, cosi, di

    conoscere almeno attraverso le immagini e le parole delle educatrici tutti quegli

    episodi di vita che non hanno condiviso direttamente con i loro figli.

    Accanto a questa finalità più informativa la documentazione è vista dall’equipe

    educativa quale prezioso strumento capace di far conoscere obiettivi e modalità del

    fare educativo al nido; nonché occasione per riflettere in itinere grazie al fatto che

    il lavoro documentativo riesce a registrare e monitorare le risposte dei bambini alle

    proposte realizzate dall’adulto.

    Questa documentazione vuole quindi permettere alle famiglie di avere uno sguardo

    più sistemico sull’intera esperienza del bambino al nido evidenziando come le

    proposte progettate ed elaborate dal gruppo di lavoro, in maniera sinergica, riescano

    a sostenere e orientare la crescita e i bisogni evolutivi che i bambini manifestano

    La documentazione intesse storie che definiscono l’identità del servizio nido quale

    luogo educativo dove nulla è lasciato al caso, ma ogni proposta definita in obiettivi,

    materiali, spazi e tempi rappresenta il frutto di una continua formazione e

    riflessione da parte dell’equipe educativa

    Il progetto per lo sviluppo e l’apprendimento al nido

    Ogni anno il gruppo di lavoro elabora la programmazione educativa per strutturare

    e organizzare spazi interni ed esterni al nido, tempi, materiali, routine, in

    rapporto al numero e all’età dei bambini e offrire opportunità significative per lo

    sviluppo affettivo-relazionale, motorio, sociale e cognitivo del bambino.

    Per permettere che tutti i bambini arrivino a sviluppare appieno le loro capacità

    il collettivo prevede modalità di lavoro a piccolo e/o grande gruppo o individuale,

    così come prevede momenti di intersezione tra bambini di età diverse.

    Gli educatori formulano collegialmente il progetto per lo sviluppo e

    l'apprendimento in cui vengono definiti percorsi dove il bambino è protagonista

    nella relazione con gli altri, nelle esperienze di gioco e può sperimentare, provare,

    scegliere.

  • UNA STANZA DA SOGNO

    4

    NIDO POLLICINO 2013/14

    Gli educatori insieme alla coordinatrice pedagogica, negli incontri di collettivo,

    riflettono e verificano le scelte educative e metodologiche attraverso l'analisi delle

    osservazioni effettuate sia durante le attività di routine sia durante le varie

    esperienze proposte al fine di monitorare le proposte fatte e di renderle

    effettivamente rispondenti ai bisogni e agli interessi dei bambini.

    Il progetto di seguito illustrato nasce dall'osservazione iniziale dei bambini di

    entrambe le sezioni, dalla quale sono emerse caratteristiche e peculiarità che lo

    hanno ispirato

  • UNA STANZA DA SOGNO

    5

    NIDO POLLICINO 2013/14

    Contenuti e motivazioni Nella sezione piccolissimi ( Paperotti) la qualità della giornata educativa è fortemente connotata dal ritmo sonno-veglia: nel sonno è racchiuso metaforicamente il significato della relazione del separarsi e del ricongiungersi, del desiderio-timore di perdersi e ritrovarsi. Consapevoli della delicatezza del momento si vuole intervenire sulla strutturazione del dormitorio in quanto l'organizzazione dello spazio svolge un ruolo importante per la formazione della fiducia, della tranquillità, condizione fondamentale che permette al bambino di passare da una fase di veglia a una di sonno in maniera naturale. Da una analisi sul dormitorio,(attuata utilizzando lo strumento di

    valutazione provinciale) è emerso infatti, che tale spazio è poco personalizzato e riconoscibile, si vuole, quindi, renderlo più familiare attraverso foto e oggetti che ricordano vissuti personali relativi alle abitudini familiari. Nella sezione medi, data l'alta presenza di bambini nella fascia pomeridiana, il progetto si focalizza sul momento del sonno quale routine importante nella giornata al nido. Giulio Coniglio personaggio conosciuto ed amato dai bambini in quanto protagonista del percorso iniziato lo scorso anno, accompagna i bambini attraverso la lettura di una sua storia “Giulio coniglio nel paese dei sogni” per far vivere in modo positivo le emozioni legate al sonno ed aiutarli a superare le eventuali paure / resistenze.

  • UNA STANZA DA SOGNO

    6

    NIDO POLLICINO 2013/14

    Una scia di stelline conduce al dormitorio dove troviamo

    Lucilla, la morbida stellina ci ha portato una sorpresa: un soffice libro da assemblare e un pannello multi tasca con le foto di tutti i bambini portate da casa.

    Giocando con le immagini le commentiamo e inseriamo nel libro morbido che diventa cosi’ di tutti i bambini.

    In un cestino altri regali: gli oggetti personali portati dai genitori che ricordano le abitudini domestiche di ciascuno, li condividiamo insieme e ognuno li ripone nella propria tasca personale del pannello.

    LA PERSONALIZZAZIONE DELLA

    STANZA DEL SONNO COINVOLGE

    BAMBINI E FAMIGLIE

    NELLA SEZIONE PAPEROTTI…

  • UNA STANZA DA SOGNO

    7

    NIDO POLLICINO 2013/14

    DAL DIARIO DELLE EDUCATRICI… I regali portati dalla stellina Lucilla sono stati molto apprezzati dai bambini. Il gioco dell'assemblare un libro con le loro foto è stato molto stimolante: alcuni hanno riconosciuto se stessi e gli amichetti, altri hanno passato molto tempo ad esplorarlo sfogliando le pagine ripetutamente. La proposta di libri con immagini reali di vita quotidiana, a loro famigliari, è stata altrettanto significativa in quanto grazie al commento ad alta voce di noi educatrici, ha stimolato i bambini più grandi alla produzione di alcune parole-frase e i più piccoli ad una ricca produzione di lallazioni. I peluche morbidi e colorati a loro famigliari, in quanto portati da casa, hanno creato un grosso coinvolgimento affettivo che si è manifestato con coccole e carezze e ha favorito scambi ed interazioni a piccolo gruppo. I vari materiali proposti hanno anche stimolato la costruzione di un ulteriore gioco spontaneo: nel pannello multi-tasca i bambini mettevano e toglievano gli oggetti e materiali proposti. La musica soft di sottofondo ha contribuito a creare un'atmosfera intima e rassicurante e anche la scelta di un piccolo gruppo, si è rivelata ottimale per favorire gli scambi relazionali bambino/bambino, bambino/adulto.

  • UNA STANZA DA SOGNO

    8

    NIDO POLLICINO 2013/14

    Una scia di stelline accompagna il gruppo di

    bambini fino al dormitorio dove li attende la stellina Lucilla con un pacco-sorpresa…

    La nostra amica ci ha preparato tanti materiali per rendere più intimo e personale il nostro spazio della nanna. La musica di sottofondo lenta e rilassante reso più emozionante il nostro gioco.

  • UNA STANZA DA SOGNO

    9

    NIDO POLLICINO 2013/14

    Nella sua casina Giulio coniglio con la sua coperta ci

    aspetta… Vicino a sé ha una letterina per invitarci a stare con

    lui, si sta preparando ad andare a letto; anche noi ci togliamo le scarpine entriamo piano piano nel dormitorio e troviamo Giulio coniglio pronto a leggere

    la storia che lo accompagnerà nel mondo dei sogni.

    DAL DIARIO DELLA EDUCATRICI Tutti i bambini manifestano più o meno intensamente qualche emozione legata al sonno: addormentarsi significa abbandonare le certezze della giornata per lasciarsi andare al buio e al mondo onirico. La lettura della storia “Giulio coniglio nel paese dei sogni” è stata utilizzata in quanto Il personaggio di Giulio è conosciuto ed amato dai bambini già dall’anno precedente. I bambini hanno ritrovato la sua casina, si sono immedesimati in lui e hanno vissuto nelle sue azioni gesti e bisogni che anche loro vivono quotidianamente al nido e a casa: svegliarsi, mangiare, giocare con gli amici… Il dormitorio allestito con stoffe e cuscini di diverso materiale e colore, materassi, lenzuola ha voluto rappresentare il paesaggio lunare raccontato nella storia; questo scenario ha molto catturato l’interesse dei bambini e li ha coinvolti in giochi diversi come nascondersi, coprirsi, fare cuscinate, fingere di dormire.

    NELLA SEZIONE CUCCIOLI…

  • UNA STANZA DA SOGNO

    10

    NIDO POLLICINO 2013/14

    L’inserimento nel progetto di più personaggi mediatori utilizzati spesso nella relazione adulto/bambino ha l’obiettivo di offrire “un amico” nel quale rispecchiare la propria esperienza di vita, instaurando al contempo una relazione rassicurante e spesso ricercata dai bambini stessi quale elemento di sicurezza e benessere.

  • UNA STANZA DA SOGNO

    11

    NIDO POLLICINO 2013/14

    Anche questa volta Giulio coniglio con in mano una