Tesi fp panzica

download Tesi fp panzica

of 15

  • date post

    21-Nov-2014
  • Category

    Internet

  • view

    188
  • download

    0

Embed Size (px)

description

 

Transcript of Tesi fp panzica

  • 1. ARGOMENTARE E CONGETTURAREARGOMENTARE E CONGETTURARE NELLA SCUOLA DELLINFANZIA:NELLA SCUOLA DELLINFANZIA: CLASSIFICAZIONE DEGLICLASSIFICAZIONE DEGLI INDICATORI SEMANTICIINDICATORI SEMANTICI Universit degli Studi di PalermoUniversit degli Studi di Palermo Facolt di Scienze della FormazioneFacolt di Scienze della Formazione Corso di Laurea in Scienze della Formazione PrimariaCorso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria ((Indirizzo Scuola dellInfanziaIndirizzo Scuola dellInfanzia)) Anno Accademico 2004-2005Anno Accademico 2004-2005 Relatore:Relatore: Prof. Spagnolo FilippoProf. Spagnolo Filippo Tesi di laurea diTesi di laurea di Guendalina PanzicaGuendalina Panzica

2. La tesi si articolaLa tesi si articola in:in: INTRODUZIONEINTRODUZIONE PRESENTAZIONEPRESENTAZIONE I CAPITOLOI CAPITOLO II CAPITOLOII CAPITOLO III CAPITOLOIII CAPITOLO IV CAPITOLOIV CAPITOLO La teoriaLa teoria delledelle situazionisituazioni La ricerca:La ricerca: Concetto diConcetto di numeronumero ARGOMENTARE E CONGETTURAREARGOMENTARE E CONGETTURARE NELLA SCUOLA DELLINFANZIA:NELLA SCUOLA DELLINFANZIA: CLASSIFICAZIONE DEGLI INDICATORI SEMANTICICLASSIFICAZIONE DEGLI INDICATORI SEMANTICI Le funzioni dellaLe funzioni della scuola dellinfanziascuola dellinfanzia Lapproccio allaLapproccio alla comunicazionecomunicazione delle matematichedelle matematiche La padronanzaLa padronanza dei sistemidei sistemi simbolico-culturali:simbolico-culturali: Linguaggi, segni, simboli perLinguaggi, segni, simboli per argomentare e congetturareargomentare e congetturare La sperimentazioneLa sperimentazione di una esperienzadi una esperienza Piano di lavoro ePiano di lavoro e fasi di sperimentazionefasi di sperimentazione Conclusioni eConclusioni e questioni apertequestioni aperte I risultati:I risultati: analisi delle risposteanalisi delle risposte 3. ARGOMENTARE E CONGETTURAREARGOMENTARE E CONGETTURARE NELLA SCUOLA DELLINFANZIA:NELLA SCUOLA DELLINFANZIA: CLASSIFICAZIONE DEGLI INDICATORI SEMANTICICLASSIFICAZIONE DEGLI INDICATORI SEMANTICI IL CAMPIONEIL CAMPIONE IPOTESI DI RICERCAIPOTESI DI RICERCA se il bambino di scuola dellinfanzia inserito in un ambiente didattico che facilita il processose il bambino di scuola dellinfanzia inserito in un ambiente didattico che facilita il processo dellargomentare e del congetturare, per acquisire il concetto di numero, allora gli alunnidellargomentare e del congetturare, per acquisire il concetto di numero, allora gli alunni potrebbero concretamente avvertire di partecipare attivamente alla costruzione delle loropotrebbero concretamente avvertire di partecipare attivamente alla costruzione delle loro competenze matematiche in modo pi sicuro e permanentecompetenze matematiche in modo pi sicuro e permanente.. Per determinare un campione significativo si proceduto sulla base delle conclusioni scaturite dallePer determinare un campione significativo si proceduto sulla base delle conclusioni scaturite dalle periodo preliminare di osservazione. I prerequisiti necessari con cui sono stati determinati sia ilperiodo preliminare di osservazione. I prerequisiti necessari con cui sono stati determinati sia il campione sperimentale, sia il campione di controllo sono stati let dei bambini (almeno 4-5 anni) e lacampione sperimentale, sia il campione di controllo sono stati let dei bambini (almeno 4-5 anni) e la frequenza continuativa per tutto il periodo del progetto sperimentale al fine di effettuare un raffrontofrequenza continuativa per tutto il periodo del progetto sperimentale al fine di effettuare un raffronto senza equivoci e ambiguit dei dati quantitativi e qualitativi. Lindagine preliminare, da cui sonosenza equivoci e ambiguit dei dati quantitativi e qualitativi. Lindagine preliminare, da cui sono emersi i dati quantitativi, stata rivolta a 57 bambini di et compresa tra i tre e i cinque anni. Laemersi i dati quantitativi, stata rivolta a 57 bambini di et compresa tra i tre e i cinque anni. La sperimentazione vera e propria ha coinvolto 20 bambini, e cio la quasi totalit dei bambini di cinquesperimentazione vera e propria ha coinvolto 20 bambini, e cio la quasi totalit dei bambini di cinque anni che frequentano le sezioni dellIstituto Comprensivo Raffaello Sanzio.anni che frequentano le sezioni dellIstituto Comprensivo Raffaello Sanzio. PIANO DI LAVORO DEL PROGETTO DI RICERCAPIANO DI LAVORO DEL PROGETTO DI RICERCA nella fase preliminare stato effettuato un periodo di osservazionenella fase preliminare stato effettuato un periodo di osservazione e sono statee sono state somministrate contemporaneamente due schedesomministrate contemporaneamente due schede operative.operative. nelle quattro fasi della sperimentazione, si introdotto uno stile comunicativo chenelle quattro fasi della sperimentazione, si introdotto uno stile comunicativo che stimolasse i bambini a comunicare il proprio pensiero e li preparasse a partecipare ad unastimolasse i bambini a comunicare il proprio pensiero e li preparasse a partecipare ad una situazione a-didattica.situazione a-didattica. nella fase conclusiva sono state nuovamente somministrate le schede per rilevare qualinella fase conclusiva sono state nuovamente somministrate le schede per rilevare quali erano gli esiti prodotti dal fattore sperimentale e procedere ad un eventuale raffronto deierano gli esiti prodotti dal fattore sperimentale e procedere ad un eventuale raffronto dei dati quantitativi e qualitativi.dati quantitativi e qualitativi. 4. acquisizione di Competenze matematiche pi sicure e permanenti la Teoria delle Situazioni elaborata da Guy Brousseau, consente di interpretare e tentare delle previsioni sui fenomeni didattici, permette di ripercorrere le fasi di unesperienza didattica, dando vita ad una riflessione sugli elementi costituitivi dei fenomeni dinsegnamento-apprendimento: sapere allievo insegnante, amplificando il ruolo di ognuno dei tre poli e mettendo in evidenza punti di vista ed aspetti, della questione in esame, che altrimenti resterebbero impliciti e latenti. Fornire agli alunni un ambienteFornire agli alunni un ambiente educativo in grado di:educativo in grado di: stimolare le loro potenzialit;stimolare le loro potenzialit; sollecitare la scoperta disollecitare la scoperta di significati;significati; e mettere in moto strategie die mettere in moto strategie di pensiero.pensiero. Schema dellaSchema della SperimentazioneSperimentazione Definire l'ipotesiDefinire l'ipotesi di ricercadi ricerca SituazioneSituazione problema,problema, Analisi a-prioriAnalisi a-priori Raccolta dei datiRaccolta dei dati AnalisiAnalisi statistica:statistica: QuantitativaQuantitativa QualitativaQualitativa Analisi deiAnalisi dei risultatirisultati 5. come occasione sia di fruire sia di produrre sistemi di rappresentazionecome occasione sia di fruire sia di produrre sistemi di rappresentazione della realt riferibili a diversi tipi di codici.della realt riferibili a diversi tipi di codici. PERMETTONO LO SCAMBIO ATTIVO DI SIGNIFICATIPERMETTONO LO SCAMBIO ATTIVO DI SIGNIFICATI I sistemi simbolico-culturali offrono al bambino gli strumenti e i supportiI sistemi simbolico-culturali offrono al bambino gli strumenti e i supporti (modi di operare relazioni tra parlare, ordinare, collocare, quantificare, prevedere)(modi di operare relazioni tra parlare, ordinare, collocare, quantificare, prevedere) necessari per raggiungere sempre pi elevati livelli di sviluppo mentalenecessari per raggiungere sempre pi elevati livelli di sviluppo mentale sono punti di riferimentosono punti di riferimento per linsegnanteper linsegnante Sono forme di organizzazioneSono forme di organizzazione della conoscenzadella conoscenza Mediano il rapportoMediano il rapporto con il mondocon il mondo 6. filastroccafilastrocca Uno, due e tre.Gioca con meUno, due e tre.Gioca con me Ecco qui una manina ben pulita assai carina Guarda un po le cinque dita! Ad uno ad uno vedrai spuntare I primi numeri per contare: Uno il nasino da toccare, una la bocca per parlare, una testa per pensare due mani per contare.. IGiocoIGioco IIGiocoIIGioco A-didatticaA-didattica vola vola e arrivi a 10vola vola e arrivi a 10 Vola vola luccellino; Vola vola Aladino; Vola vola laeroplanino; Vola vola lelefantino; Vola vola il pulcino; Corre corre il cagnolino; Corre corre il tavolino; Corre corre il manichino; Suona suona il cuscino; Suona suona il telefonino; vero o falso? Perch? Con che cosa?vero o falso? Perch? Con che cosa? stendiamo i numeri in filastendiamo i numeri in fila Le carte dei cubetti A dieci bambini vengono distribuiti le cifre dei numeri, I bambini quindi vengono invitati a muoversi liberamente per la sezione, ma ad un comando dellinsegnante dovevano disporsi in fila secondo la cifra che gli era stata attribuita. Linsegnante avvisa: Ricordate i numeri hanno un ordine. Si osservava la costruzione di fronte e di lato, ai bambini viene chiesto: quanti cubetti vedi? quanti cubetti la costruzione ha realmente? Dato che cambiando la visione percettiva della costruzione apparentemente cambiava il numero. Tale problema veniva socializzato con tutti gli altri bambini che potevano esprimere il loro parere o consultarsi tra loro. Il percorso operativoIl percorso operativo 7. I fase preliminare:I fase preliminare: distribuzione della scheda 1distribuzione della scheda 1 Scheda 1Scheda 1 scheda 1 PREscheda 1 PRE SPERIMENTAZIONESPERIMENTAZIONE SS1111 SS1122 SS1133 SS1144 SS1155 SS1166 SS1177 SS1188 SS1199 SS111010 TotaleTotale AlunniAlunni Sezione ASezione A 33 11 00 11 11 00 00 00 00 44 1010 Sezione BSezione B 66 00 00 00 00 00 11 00 00 00 77 Sezione CSezione C 77 22 00 00 11 11 00 00 11 00 1212 Sezione DSezione D 33 00 00 33 22 00 11 00 00 33 1212 Sezione ESezione E 33 00 22 11 00 11 00 11 00 11 99 Sezione FSezione F 55 00 11 11 00 00 00 00 00 00 77 Totale strategie risolutiveTotale strategie risolutive 2727 33 33 66 44 22 22 11 11 88 5757 A L U N N I S1 46% S2 5% S10 14%S9 2% S8 2% S5 7% S4 11