Stufa a pellet Aria Canalizzabili -...

of 44/44
Manuale d’uso e manutenzione Stufe 9 kW canalizzabili14kW canalizzabili (vers.12.2017) Manuale d’uso e manutenzione Stufa a pellet Aria Canalizzabili 10kW Il libretto di istruzioni è parte integrante del prodotto Leggere attentamente le istruzioni prima dell’installazione e dell’utilizzo Il contenuto di questo documento è di proprietà di MEB meccanica s.r.l. e non può essere riprodotto o divulgato a terzi senza autorizzazione
  • date post

    15-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    218
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Stufa a pellet Aria Canalizzabili -...

Manuale duso e manutenzione Stufe 9 kW canalizzabili14kW canalizzabili (vers.12.2017)

Manuale duso e manutenzione

Stufa a pellet Aria Canalizzabili 10kW

Il libretto di istruzioni parte integrante del prodotto

Leggere attentamente le istruzioni prima dellinstallazione e dellutilizzo

Il contenuto di questo documento di propriet di MEB meccanica s.r.l. e non pu essere riprodotto o divulgato a terzi senza autorizzazione

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 2

INDICE

Introduzione ............................................................................................................................................ pag.03

Avvertenze e sicurezza............................................................................................................................ pag.04

Imballo e movimentazione ...................................................................................................................... pag.06

Condizioni di garanzia ............................................................................................................................. pag.07

Caratteristiche tecniche .......................................................................................................................... pag.10

Dimensioni ed ingombro ........................................................................................................... pag11

Posizionamento della stufa ...pag.12

Installazione............................................................................................................................................ pag.12

Collegamento alla rete elettrica .............................................................................................................. pag.12

Presa daria esterna ................................................................................................................................ pag.12

Canna fumaria ........................................................................................................................................ pag.13

Collegamento alla canna fumaria ........................................................................................................... pag.14

Combustibile ........................................................................................................................................... pag.15

Termostato esterno pag.15

Avviamento e spegnimento della stufa ................................................................................................... pag.15

Scheda elettronica .................................................................................................................................. pag.16

Collegamento scheda elettronica ............................................................................................................ pag.17

Pannello di controllo (Display)................................................................................................................. pag.18

Utilizzo del display ..pag.19

Accensione della stufa ............................................................................................................................ pag.19

Spegnimento della stufa ......................................................................................................................... pag.19

Men fruibili dallutilizzatore ..pag.20

Regola data/ora ...................................................................................................................................... pag.20

Impostazioni cronotermostato ................................................................................................................. pag.21

Impostazione Timer ................................................................................................................................ pag.23

Selezione modo di lavorazione (Manuale/Automatico) ....pag.24

Modalit termostato ................................................................................................................................ pag.25

Parametri stufa ........................................................................................................................................ pag.26

Selezione lingua ................................................... pag.28

Log. Errori pag.28

Assistenza ...pag.29

Velocit aria canalizzata ...pag.30

Errori di diagnostica ................................................................................................................................ pag.32

Pulizia e manutenzione ........................................................................................................................... pag.33

Cicli di pulizia consigliati ......................................................................................................................... pag.34

Alcune informazione sui componenti ...................................................................................................... pag.35

Canalizzazione delle stufe 9Kw .............................................................................................................. pag.36

Avvertenze per lutente finale .................................................................................................................. pag.37

Attestato di corretta installazione e avvenuto collaudo............................................................................ pag.38

Tagliandi di manutenzione ...................................................................................................................... pag.39

Attestato dinstallazione e collaudo da inviare al produttore ................................................................... pag.43

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 3

Introduzione

Gentile Cliente, vogliamo ringraziarLa per la preferenza che ci ha voluto accordare scegliendo una stufa a pellet della linea MEB meccanica s.r.l. Per un funzionamento ottimale della stufa e per poter godere pienamente del calore che la fiamma pu diffondere nella sua abitazione, Le consigliamo di leggere con attenzione il presente manuale prima di effettuare la prima accensione. Le ricordiamo che la stufa a pellet deve essere installata da personale abilitato e collaudata con esito favorevole da un tecnico accreditato dalla ditta costruttrice; i tecnici qualificati dovranno rilasciare allacquirente una dichiarazione di conformit dellimpianto e si assumeranno lintera responsabilit dellinstallazione definitiva e del conseguente buon funzionamento del prodotto. La prima accensione da parte di un tecnico abilitato di fondamentale importanza, in quanto tutte le nostre stufe escono dalla fabbrica con una programmazione basata sulle caratteristiche del pellet di nostro uso e regolate secondo la depressione della nostra canna fumaria. La stufa deve quindi essere tarata secondo le esigenze del cliente finale che spesso sono molto diverse da quelle della casa madre. Il tecnico ha anche il compito di spiegare il funzionamento della macchina e di dare tutti i suggerimenti utili per un corretto utilizzo delle nostre stufe. Linstallazione eseguita da personale non specializzato vivamente sconsigliata per motivi di sicurezza, per rispetto delle normative in vigore e per la decorrenza della garanzia per la quale fa fede lattestato di installazione e di collaudo compilato in ogni sua parte da un Centro di Assistenza Tecnica qualificato. Leventuale inosservanza delle condizioni suindicate determiner lesclusione del produttore da ogni responsabilit per eventuali danni che da ci dovessero derivare sia al cliente finale sia a terzi. Le stufe auto- installate o le garanzie senza timbro del collaudatore non avranno diritto allassistenza gratuita. La invitiamo inoltre a leggere attentamente le condizioni di garanzia, limiti ed esclusioni. ATTENZIONE Ambiente & Calore S.r.l. si riserva il diritto di interrompere la produzione dei propri prodotti e di modificare, in qualsiasi momento e senza preavviso, le specifiche tecniche sia dei prodotti che dei loro componenti, senza essere obbligata ad apportare le stesse modifiche sui prodotti o sui componenti gi in commercio o precedentemente venduti.

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 4

Avvertenze e norme generali di sicurezza

Prima di installare lapparecchio, leggere attentamente il presente manuale ed attenersi obbligatoriamente alle prescrizioni contenute, pena il decadimento della garanzia, delle prestazioni e della sicurezza. Con la consegna del presente manuale, MEB meccanica s.r.l. declina ogni responsabilit, sia civile che penale,per incidenti derivati dalla non osservanza parziale o totale delle specifiche in esso contenute.

Lutente prima di iniziare qualsiasi operazione sulla stufa deve aver letto e compreso lintero contenuto del presente libretto.

Ricordiamo che la legge impone linstallazione a regola darte per ogni tipo di stufa/caldaia, anche se a biomassa, tale installazione deve essere eseguita esclusivamente da personale abilitato secondo le normative vigenti dello Stato, regione o Localit in cui il prodotto viene montato.

Le indicazioni di installazione e montaggio contenute in questo manuale, sono da ritenersi come richieste di base. Le normative di alcuni Paesi /luoghi potrebbero essere pi restrittive; in questo caso attenersi scrupolosamente alle normative in vigore nel paese di installazione (tutti i regolamenti locali, inclusi quelli riferiti alle Norme nazionali ed europee devono essere rispettati nellinstallazione dellapparecchio).

Linstallatore dellimpianto responsabile dellinstallazione e deve rilasciare la dichiarazione di conformit delle opere svolte a seguito del collaudo dellimpianto, come previsto dalla legislazione vigente in materia di sicurezza degli impianti.

Per linstallazione della stufa vanno rispettate le norme di legge in vigore per lo scarico dei fumi in canna fumaria. Ricordiamo che linstallazione e il collaudo della stufa devono essere effettuati esclusivamente da personale abilitato che deve eseguire il montaggio a regola darte, deve anche accertare lefficienza del tiraggio della canna fumaria prima e durante la fase di combustione della stufa e deve assumersi lintera responsabilit e la certificazione dellinstallazione e del conseguente buon funzionamento del prodotto allacciato. In caso contrario la stufa non coperta da garanzia e non vi sar alcuna responsabilit da parte del produttore in caso di mancato rispetto di tali precauzioni. E vivamente sconsigliata linstallazione fai-da-te.

La canna fumaria deve essere singola. E vietato collegare pi apparecchi sullo stesso canale da fumo, vietato convogliare nello stesso canale da fumo lo scarico proveniente da cappe sovrastanti, vietato lo scarico diretto a parete dei prodotti della combustione allesterno e verso spazi chiusi anche a cielo libero. E vietato collegare altri apparecchi di qualsiasi tipologia (stufe a legna, caldaie, cappe, ecc.). E vietato installare valvole a farfalla o altro che ostruisca in qualsiasi modo il passaggio dei fumi. Le stufe a pellet non sono idonee allutilizzo di camini in canne condivise. E assolutamente vietato utilizzare una canna fumaria condivisa con unaltra apparecchiatura.

Prima dellinstallazione necessario accertarsi che la superficie sulla quale viene sistemata la stufa sia in grado di sopportarne il peso.

Posizionare una piastra salva pavimento come base per la stufa, in particolar modo qualora il pavimento sia di materiale infiammabile come ad es. parquet o moquette (la piastra deve sporgere sul davanti della stufa di almeno 25/30 cm).

Ai fini delle condizioni di sicurezza la stufa deve essere posizionata a una distanza di almeno 400 mm. da eventuali materiali di rivestimento infiammabili come ad es. perlinati, carta da parati ecc. Questa valutazione va fatta anche per mobili, poltrone, tende ecc. La distanza da materiali non infiammabili (muratura) deve essere di almeno 250 mm. Non incassare la stufa in spazi ristretti o addossarla a pareti in modo tale da compromettere il corretto afflusso di aria alla stessa. Oggetti al di sopra della stufa dovranno essere posizionati ad una distanza di almeno 750 mm. dal coperchio superiore dellapparecchio. Davanti alla stufa non possono essere collocati materiali infiammabili ad una distanza inferiore a 1000 mm.

E vietata linstallazione allinterno di locali con pericolo dincendio. Einoltre vietata linstallazione allinterno di locali ad uso abitativo (ad eccezione degli apparecchi del tipo a funzionamento stagno):

- nei quali siano presenti apparecchi a combustibile liquido con funzionamento continuo o discontinuo che prelevano laria comburente nel locale in cui sono installati;

- nei quali siano presenti apparecchi di tipo B destinato al riscaldamento degli ambienti, con o senza produzione di acqua calda sanitaria o in locali ad essi adiacenti e comunicanti;

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 5

- nei quali comunque la depressione misurata in opera fra ambiente esterno e interno sia maggiore a

4Pa (attenersi comunque a tutte le leggi e le normative nazionali, regionali, locali del paese in cui viene installata la stufa)

In camere da letto, bagni e monolocali consentita esclusivamente linstallazione stagna .

La stufa deve essere collegata ad un impianto elettrico adeguatamente dimensionato per la potenza richiesta e munito di conduttore di terra come previsto dalle normative 73/23 CEE e 93/98 CEE.

E obbligo dellutilizzatore e dellinstallatore, di verificare che limpianto elettrico di rete, al quale lapparecchio sar collegato, corrisponda alla tensione riportata sulla targa didentificazione, che si fornito di tutte le sicurezze idonee a classificare limpianto elettrico a norma.

Poich la stufa consuma aria necessaria alla combustione indispensabile prevedere una presa daria allinterno del locale dove viene installato lapparecchio.

Evitare di tappare o ridurre in sezione le aperture di aerazione del locale di installazione.

Alla prima accensione potrebbe verificarsi lemanazione di cattivi odori dovuti al surriscaldarsi dei componenti verniciati. La vernice siliconica presente sulle pareti in acciaio interne alla camera di combustione ha unicamente una funzione protettiva contro l'ossidazione. Dopo alcune accensioni iniziali, tale vernice potrebbe bruciare o sfogliarsi, ma senza arrecare problemi.

Durante le prime accensioni alcune vernici potrebbero essere ancora instabili, si raccomanda quindi di non toccare le superfici . Lindurimento delle superfici viene terminato dopo alcuni processi di riscaldamento.

Aerare bene il locale varie volte

Lassenza di tiraggio da parte della canna fumaria, lostruzione o la chiusura dellentrata aria braciere o lintasamento del braciere stesso alterano il funzionamento della stufa; durante la fase di accensione ci pu provocare un eccessivo dosaggio di pellet nel braciere a causa del ritardato innesco del fuoco.

Leccessivo fumo in camera di combustione pu dar luogo allauto innesco dei fumi (gas) con una violenta fiammata Si raccomanda in questa condizione di non aprire mai la porta della camera di combustione.

Prima di ogni accensione accertarsi che il braciere sia posizionato correttamente e che non sia intasato di cenere o pellet, che la presa di corrente sia inserita in modo corretto e che lo sportello sia chiuso ermeticamente anche durante il funzionamento.

Controllare la presenza di eventuali ostruzioni prima di accendere la stufa dopo un lungo periodo di mancato utilizzo.

Laccumulo di pellet incombusto che si pu creare nel braciere dopo le mancate accensioni deve essere rimosso prima di procedere ad una nuova accensione. Ogni accensione deve avvenire sempre con braciere vuoto e senza residuo incombusto dovuto al funzionamento precedente.

Non introdurre manualmente pellet nel bruciatore.

Non accendere la stufa tramite materiali infiammabili in nessun caso.

Non utilizzare combustibili diversi dal pellet di legno.

Laccumulo di pellet incombusto che si pu creare nel braciere dopo le mancate accensioni deve essere rimosso prima di procedere ad una nuova accensione.

In caso di eccessivo calore della stufa agire nel display per ridurre al minimo la potenza

Ogni anomalia o malfunzionamento derivante dallutilizzo di COMBUSTIBILE privo dei requisiti raccomandati, fanno decadere la responsabilit verso il Costruttore e la garanzia.

Non toccare la stufa o le sue parti elettriche con le mani bagnate.

Non tirare, staccare, torcere i cavi elettrici che fuoriescono dalla stufa, anche se questa scollegata dalla rete di alimentazione elettrica.

Nel caso di eccessivo calore della stufa ridurre la potenza di lavoro al minimo (Potenza 1)

Spegnere sempre la stufa e staccare il cavo di alimentazione prima di effettuare qualsiasi operazione di pulizia o controllo.

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 6

In caso di mal funzionamento della stufa o di surriscaldamento della stessa, spegnere immediatamente

lapparecchio premendo il tasto on/off sul display, non aprire la porta e lasciarla raffreddare completamente. Contattare il C.A.T

Non aprire la porta della stufa quando questa accesa o in fase di accensione o spegnimento.

Alcune parti della stufa diventano molto calde, evitare quindi di entrare in contatto con queste superfici senza adeguata protezione.

E vietato modificare i dispositivi di sicurezza e di regolazione senza lautorizzazione e le indicazioni del costruttore.

Lutilizzatore dovr assicurarsi che la macchina sia sempre in buono stato per quanto concerne requisiti di sicurezza della stessa.

Controllare periodicamente lo stato di pulizia dei condotti fumi.

In caso di incendio della canna fumaria, spegnere la stufa, non aprire mai lo sportello, munirsi di adeguati sistemi per soffocare la fiamma e chiamare subito le autorit competenti.

Spegnere la stufa in caso di guasto o malfunzionamento.

In caso di allarmi dovuti a malfunzionamenti, non tentare di riaccendere la stufa prima daver accertato la natura che ha generato lallarme ed il conseguente arresto dellapparecchio.

Non lasciare gli elementi dellimballo alla portata dei bambini o di persone inabili non assistite.

Lutilizzo della stufa vietato ai bambini, a tutte le persone inabili non assistite, a persone con riconosciuti limiti psicofisici e sensoriali e a persone che abbiano scarsa esperienza e conoscenza alluso di tali macchine, a meno che siano visionati da personale preposto e responsabile della loro sicurezza.

La stufa deve essere destinata solamente alluso per il quale prevista. Ogni altro uso da considerarsi pericoloso ed improprio. Ogni responsabilit per un uso improprio del prodotto totalmente a carico dellutente e solleva Ambiente & Calore s.r.l. da ogni responsabilit civile e penale.

Non utilizzare mai la stufa come inceneritore , non bisogna introdurre nessun tipo di materiale infiammabile direttamente nel braciere.

Per qualsiasi problema rivolgersi al rivenditore o al personale autorizzato da Ambiente & Calore ed in caso di riparazioni esigere parti di ricambio originali.

Il presente manuale deve essere custodito con cura in quanto dovr accompagnare la stufa durante tutta la sua vita. Se la stufa dovesse essere venduta o trasferita ad un utente diverso, verificare che il presente libretto faccia parte integrante della stufa.

Lutente utilizzatore e/o proprietario dellapparecchio tenuto, come previsto dalla legislazione vigente, ad affidare le attivit di installazione e messa in funzione a personale professionista qualificato e abilitato, e a conoscere i rischi e pericoli derivanti dalla non osservanza di questo. La ditta MEB meccanica s.r.l. non responsabile di inconvenienti, rotture o incidenti dovuti al mancato rispetto o alla mancata applicazione delle indicazioni contenute nel presente manuale.

Imballo e movimentazione

Per proteggere la stufa durante il trasporto e/o stoccaggio stato previsto un imballo, composto da pallet (di appoggio), sacco in nylon e scatola in cartone. Limballo in cartone teme lazione degli agenti atmosferici per cui necessario riporre la stufa in luogo asciutto e riparato. Si raccomanda di smaltire i materiali dimballo in accordo con le disposizioni locali per lo smaltimento dei rifiuti e di eliminare i componenti in nylon che potrebbero costituire fonte di pericolo per i bambini. Dopo aver tolto limballo, controllare che la stufa e le eventuali ceramiche non abbiano subito danni durante il trasporto. Reclami devono essere effettuati al ricevimento della merce e segnalati sul DDT al trasportatore, diversamente non verranno presi in considerazione. Si raccomanda di far effettuare le operazioni di movimentazione della stufa a chi abitualmente utilizza mezzi di sollevamento in pieno rispetto delle vigenti normative riguardanti la sicurezza. Lorientamento della stufa imballata deve essere mantenuto conforme alle indicazioni fornite dai pittogrammi.

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 7

Eseguire loperazione di scarico con mezzo di sollevamento idoneo, con portata adeguata al peso della stufa imballata. I danni causati da trasporto e/o movimentazione non sono coperti da garanzia.

Condizioni di garanzia MEB meccanica s.r.l. informa il Consumatore che le condizioni di Garanzia Commerciale sotto riportate affiancano la Garanzia Legale prestata dal Venditore, lasciando inviolati i diritti previsti a favore del Consumatore dalle disposizioni del Codice del Consumo (D.Lgs.206/2005). DURATA ED ESTENSIONE DELLA GARANZIA MEB meccanica s.r.l. con sede in Via I Maggio, 145 41056 Savignano s/Panaro (MO), garantisce i propri prodotti per 24 mesi (2 anni) dalla data di acquisto per i difetti di fabbricazione e dei materiali. La presente garanzia valida per gli apparecchi destinati alla commercializzazione, venduti ed installati sul territorio italiano. La garanzia decade nel caso in cui il difetto di conformit non venga denunciato al venditore entro 2 (due) mesi dalla data della sua scoperta. Dal settimo al ventiquattresimo mese, nel caso in cui, nel caso di non accertato vizio di conformit, il consumatore dovr sostenere il costo della chiamata. La responsabilit di MEB meccanica s.r.l. limitata alla fornitura dellapparecchio, il quale deve essere installato in modo conforme alla regola darte, seguendo le indicazioni contenute negli appositi manuali in dotazione al prodotto acquistato e conformemente alle leggi in vigore. Linstallazione deve essere eseguita da personale qualificato e sotto la responsabilit di chi lo incarica, che si assumer lintera responsabilit dellinstallazione definitiva e del conseguente buon funzionamento del prodotto installato. Non vi sar responsabilit da parte di MEB meccanica s.r.l. in caso di mancato rispetto di tali precauzioni. MEB meccanica s.r.l. assicura che tutti i prodotti sono realizzati con materiali di qualit e con tecniche di lavorazione che ne garantiscono lefficienza; se durante lutilizzo si dovessero riscontrare particolari difettosi o mal funzionanti, si effettuer la sostituzione gratuita di tali particolari franco rivenditore che ha effettuato la vendita. REQUISITI DI VALIDITA DELLA GARANZIA La garanzia viene riconosciuta valida a condizione che: - lacquirente spedisca a mezzo lettera raccomandata a.r. entro 8 gg. dalla data di acquisto il certificato di garanzia compilato in ogni sua parte, recante la data di acquisto del bene, il timbro del Venditore, il modello e il numero di serie dellapparecchio. La data di acquisto deve essere convalidata dal possesso di un documento fiscale valido (scontrino fiscale, bolla di consegna) rilasciato dal Venditore; - lapparecchio sia installato e collaudato da personale qualificato e autorizzato dalla Casa Produttrice e nel rispetto delle norme vigenti in materia. MEB meccanica s.r.l. declina ogni responsabilit in presenza di 1 avviamento della stufa eseguito direttamente dal Consumatore, dal Venditore o da Tecnico non autorizzato. Qualsiasi intervento in garanzia non modifica la decorrenza iniziale della presente garanzia che cesser, in ogni caso, alla scadenza dei 24 mesi dalla data di acquisto del bene; - lapparecchio sia utilizzato seguendo le indicazioni contenute nel manuale di istruzioni dellapparecchio; - il tagliando di garanzia devessere accompagnato dal documento fiscale di acquisto rilasciato dal Venditore ed esibito al Centro di Assistenza Tecnica autorizzato da MEB meccanica s.r.l. in caso di intervento. ESCLUSIONE DALLA GARANZIA - linstallazione dellapparecchio non stata eseguita nel rispetto delle norme vigenti in materia e senza seguire le indicazioni contenute nel manuale di istruzioni dellapparecchio stesso; - presenza di impianti elettrici e/o idraulici non conformi alle norme vigenti; - negligenza del Cliente per mancata o errata manutenzione del prodotto; - danni derivanti da agenti atmosferici, chimici, elettrochimici, uso improprio del prodotto, inadeguatezza della canna fumaria e/o altre cause non riconducibili alla fabbricazione del prodotto; - danni causati da trasporto e/o movimentazione dellapparecchio. Si raccomanda di controllare con cura lo stato del prodotto al momento della consegna e di segnalare sul documento di trasporto eventuali danni. Reclami non segnalati sul documento di trasporto non verranno presi in considerazione; - interventi per la regolazione/taratura delle impostazioni dellapparecchio riconducibili al tipo di installazione e/o alla tipologia di combustibile; - combustione di materiali non conformi a quelli indicati nel manuale in dotazione allapparecchio. Sono esclusi dalla garanzia tutti i componenti soggetti ad usura e/o asportabili, quali:

Le guarnizioni, vetri ceramici/temprati, particolari verniciati, cromati o zincati, la maiolica, le maniglie, i cavi elettrici.

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 8

Le variazioni cromatiche delle parti verniciate e in maiolica, nonch i cavilli della maiolica non

costituiscono motivo di contestazione o reclamo, in quanto sono caratteristiche naturali dei materiali e delluso del prodotto.

Clausole ulteriori: Per il periodo di inefficienza e/o inutilizzo del prodotto non viene riconosciuto alcun indennizzo. La garanzia non viene prolungata per il periodo di inefficienza, n in caso di sostituzioni di particolari. La garanzia valida solo per lacquirente e non pu essere ceduta. MEB meccanica s.r.l. declina ogni responsabilit per eventuali danni che possano direttamente o indirettamente derivare a persone, cose ed animali domestici in conseguenza della mancata osservanza di tutte le prescrizioni indicate nel presente manuale distruzioni, in particolare quelle relative ad uso, funzionamento e manutenzione dellapparecchio. INTERVENTI IN GARANZIA La richiesta di intervento deve essere inoltrata al rivenditore. RESPONSABILITA MEB meccanica s.r.l. non riconosce alcun risarcimento per danni diretti o indiretti per causa o in dipendenza del prodotto. FORO Per qualsiasi controversia esclusivamente competente il Foro di Modena.

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 9

Le stufe a pellet Canalizzabili

Le stufe a pellet canalizzabili, sono apparecchi da riscaldamento omologati secondo al norma europea EN14785 :2006 presso un ente terzo accreditato dalla Commissione europea come istituto di collaudo e certificazione macchine. Le stufe a pellet canalizzabili, sono prodotti ad alto rendimento per il riscaldamento e vengono alimentate da una fonte di energia alternativa e rinnovabile: il pellet di legno. La combustione controllata per mezzo di una centralina elettronica con le seguenti principali funzioni e dotazioni: - display, consente di impostare i valori di funzionamento e ricevere dati sullo stato di lavoro; - cronotermostato, per limpostazione degli orari di accensione e spegnimento programmati e la temperatura desiderata; - livelli di potenza : possibilit di impostare su 5 livelli di potenza modulante; - regolazione su 5 livelli di ventilazione - temperatura ambiente: impostazione e visualizzazione sul display della temperatura ambiente raggiunta. - possibilit di riscaldare altri ambienti abitativi grazie alla possibilit di canalizzazione dellaria calda. Le stufe sono dotate di: serbatoio pellet di buona capienza per permettere almeno un giorno di autonomia a seconda delle varie potenze dellapparecchio, pratico cassetto estraibile per la raccolta delle ceneri; dispositivi di sicurezza; ventilatore per lo scambio dellaria calda in ambiente ventilatore per lestrazione fumi resistenza elettrica per laccensione della combustione. Per unulteriore conoscenza dei componenti vedere pag. 37 I prodotti a combustione di pellet devono funzionare esclusivamente con la porta della camera di combustione chiusa.

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 10

I dati tecnici della tabella sono ricavati da valori certificati con test di laboratorio, secondo i metodi di prova previsti dalla Normativa EN14785:2006. La potenza dichiarata pu variare a seconda del tipo di combustibile utilizzato. Tutte le prove, i collaudi e le messe a punto sulla stufa sono stati eseguiti con pellet certificato. MEB meccanica s.r.l. non responsabile di malfunzionamenti, guasti o problemi dipendenti dallutilizzo di pellet non raccomandato, in quanto i parametri di combustione possono variare in funzione della qualit del combustibile. Per il funzionamento ottimale in fase di collaudo/prima accensione pu rendersi necessario il settaggio dei parametri rispetto ai valori di fabbrica. Questa attivit di esclusiva pertinenza del CAT che lunico ad essere autorizzato ad intervenire per la fase di 1^ accensione.

CARATTERISTICHE TECNICHE STUFE A PELLET CANALIZZABILI

Valore

Minerva 10kW

Capacit serbatoio Kg 15

Rendimento nom. % 90,2

Rendimento rid. % 93

Potenza termica introdotta nom. kW 10

Potenza termica introdotta rid. kW 3

Potenza termica utile nom. kW 9

Potenza termica utiile rid. kW 2,8

Autonomia max. potenza* h 7,25

Autonomia min. potenza* h 24

Consumo pellet max. * Kg/h 2,07

Consumo pellet min. * Kg/h 0,62

Temperatura media dei fumi nom. C 144,4

Temperatura media dei fumi rid. C 66,4

Tiraggio nom. Pa 12-10

Portata massica dei fumi nom. g/s 6,9

Portata massica dei fumi rid. g/s 4,2

CO a 13% di O2 nom. mg/Nmc 221

CO a 13% di O2 rid. mg/Nmc 748

Volume riscaldabile indicativo m3 m3 320

Peso Sofia/Capri Kg 120/135

Peso 14 kW Air acciao/ceramica Kg

Peso 14 kW Air canalizzabile acciaio/ceramica

Kg

Dimensione uscita fumi mm 80

Dimensione presa daria mm 40

Dimensioni tubo canalizzazione mm 80

Assorbimento elettrico min/max W 7/520

Alimentazione elettrica V-Hz 230V 50Hz

Protezione su alimentazione generale

Fusibile 5x20 4A

Protezione sus scheda elettronica Fusibile 5x20 4A

Combustibile pellet di legno, pezzatura 6 mm, potere calor. Inf. Sostanza secca 18923 kJ7kg, umidit 7,5%

Valori indicativi. I valori possono variare a seconda del pellet utilizzato.

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 11

VISTA POSTERIORE MOD. MINERVA 10 KW

DIMENSIONI ED INGOMBRO MOD. MINERVA 10 KW

LxHxP: (920x855x328)mm

EQUIPAGGIAMENTO E DOTAZIONI DI SICUREZZA

Minerva

10kW

Sonda ambiente

Cronotermostato settimanale

Regolazione su 5 livelli di potenza modulante

Regolazione su 5 livelli di ventilazione

Autoregolazione dosaggio pellet

Vetro autopulente

Contenitore cenere estraibile

Braciere in acciaio inox

2 ventilatori separati per la gestione della canalizzazione

Telecomando (optional)

Dotazione di sicurezza

Pressostato

Monitoraggio continuo temperatura fumi

Termostato a riarmo manuale

Controllo rotazione motore fumi

Misuratore di flusso aria comburente

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 12

POSIZIONAMENTO DELLA STUFA

Lapparecchio deve essere installato su un pavimento di adeguata capacit di carico. Il posizionamento della stufa deve garantire facile accesso per la pulizia della stufa stessa, dei condotti dei gas di scarico e della canna fumaria. L ubicazione della stufa deve essere quindi scelta in funzione dellambiente, dello scarico e della canna fumaria. Verificare presso le autorit locali se vi sono delle normative restrittive che riguardano la presa daria comburente, la presa daerazione ambiente, limpianto di scarico fumi comprensivo di canna fumaria e comignolo. Prevedere gli appositi spazi (almeno 50 cm) per permettere interventi tecnici sulle stufe. La ditta costruttrice declina ogni responsabilit in caso di installazioni non conformi alle leggi in vigore, di un ricambio daria non conforme alle norme e di un uso non appropriato dellapparecchio.

INSTALLAZIONE

Inserire e regolare i 4 piedini che si trovano nella busta unitamente al presente manuale ed al cavo di alimentazione, in modo che la base della stufa si sollevi dal pavimento. Consigliamo di collocare la stufa in una posizione vantaggiosa per il collegamento della canna fumaria, in un punto centrale rispetto allambiente da riscaldare per facilitare la distribuzione uniforme del calore e per avere una resa ottimale; bisogna montare una piastra salva pavimento sotto la stufa in presenza di pavimenti infiammabili. La stufa deve essere posizionata nel rispetto delle distanze e condizioni indicate nelle norme generali di sicurezza (pag.4)

COLLEGAMENTO ALLA RETE ELETTRICA

Assicurarsi che limpianto elettrico sia a norma, provvisto della messa a terra e dellinterruttore differenziale secondo le Norme vigenti. Il cavo di alimentazione non deve mai toccare il tubo di scarico della stufa. Tutti i collegamenti elettrici devono essere effettuati da personale qualificato secondo le norme vigenti: Il collegamento elettrico della stufa va effettuato su una presa dotata di messa a terra, accertandosi che il voltaggio sia quello indicato sulla targhetta di identificazione della stufa e nelle caratteristiche tecniche del presente manuale.

1. Assicurarsi che il cavo di collegamento alla rete elettrica non venga a contatto con parti calde della stufa e che non rimanga schiacciato dalla stessa, al fine di evitare il pericolo di cortocircuiti.

2. Non posizionare il cavo di alimentazione dove vi sia passaggio di cose o persone 3. Non maneggiare la spina con mani umide o bagnate. 4. Non utilizzare prese multiple o riduzioni per il collegamento. 5. La presa deve essere accessibile quando lapparecchio installato.

Effettuare il collegamento tramite lapposito cavo con spina in dotazione con la stufa. Il cavo alimenta la centralina e tutti i componenti elettrici della stufa. La stufa dotata di una presa di corrente con fusibile e di un interruttore elettrico bipolare, nel caso in cui la centralina non dovesse accendersi, anche dopo aver messo linterruttore in ON, verificare che il fusibile sia integro. Ricordarsi sempre di togliere la tensione alla stufa (disinserire la spina dalla presa di corrente), prima eseguire qualsiasi intervento di manutenzione e/o di controllo!!!

PRESA DARIA ESTERNA

La stufa deve essere posizionata in un luogo dove possa affluire almeno tanta aria quanta ne viene richiesta dalla regolare combustione dellapparecchio e dalla ventilazione del locale. Il riciclo daria esterno deve essere sempre reintegrato nellambiente dove posizionata la stufa attraverso apposite prese daria come da normativa. Lafflusso daria deve avvenire per via diretta o indiretta attraverso aperture permanenti su pareti esterne, i fori non devono essere ostruiti n dallinterno n dallesterno e devono essere protetti con idonea griglia, purch questultima non riduca la sezione minima. Lafflusso daria pu avvenire anche da locali attigui a quello dinstallazione della stufa purch siano dotati di presa daria esterna e non siano destinati a camera da letto, rimesse, magazzini o garage dove non esista pericolo dincendio per la presenza, ad esempio, di materiali combustibili o in locali dove vi sia un tiraggio contrario provocato da un qualsiasi dispositivo di aspirazione per il quale non sia previsto un ingresso daria. La presa daria deve avere una superficie netta totale di minimo 100 cm

2, tale superficie va aumentata se allinterno

del locale vi un elettroventilatore per lestrazione dellaria viziata (es. cappa da cucina),o altre stufe, e deve essere realizzata ad una quota prossima al pavimento ed in modo da impedirne una facile ostruzione. Lingresso dellaria comburente allinterno della stufa avviene tramite un tubo predisposto sul lato posteriore. Verificare periodicamente che nulla ostruisca il passaggio dellaria. Nel caso di collegamento dellaria comburente, il tubo utilizzato deve essere ignifugo e resistente ad almeno 110C

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 13

CANNA FUMARIA

Le seguenti informazioni sono indicative, obbligatorio far eseguire i lavori da un fumista qualificato nel rispetto delle normative vigenti UNI 10683 - Generatori di calore a legna. Requisiti di installazione; UNI 7129 - Impianti a gas per uso domestico alimentati da rete di distribuzione. Progettazione, installazione e manutenzione. Si raccomanda allinstallatore di verificare lefficienza e lo stato della canna fumaria: tutti i regolamenti locali, inclusi quelli che fanno riferimento alle norme nazionali ed europee devono essere rispettati al momento dellinstallazione dellapparecchio.

La stufa a pellet funziona tramite un tiraggio fumi forzato da un elettroventilatore, per questo motivo il collegamento della stufa alla canna fumaria unoperazione importante e va sempre effettuata e controllata da personale competente e abilitato che deve rilasciare la certificazione. Ricordatevi che le installazioni fai-da-te e non a norma di legge non attivano la garanzia e la ditta costruttrice della stufa declina ogni responsabilit riguardo al cattivo funzionamento dellapparecchio o a danni causati dallo stesso se imputabili allutilizzo di canna fumaria mal dimensionata e che non soddisfi le norme vigenti UNI 10683. La canna fumaria si distingue in due componenti, la canna fumaria vera e propria ed il collegamento alla canna fumaria. La canna fumaria ha un andamento verticale (sono vietati i tratti in orizzontale), deve presentare al massimo 2 cambi di direzione con curve a 45 (sono vietate curve a 90) e deve trasportare i fumi oltre il colmo del tetto della casa (lattuale legislazione impone 50cm al di sopra del colmo, salvo alcune eccezioni). Il dimensionamento della canna fumaria fondamentale, deve essere fatto da personale abilitato e qualificato. Esso dipende prima di tutto dalla potenza della stufa che deve essere installata (pi precisamente dal volume dei fumi e dal tiraggio richiesto che deve essere riportato nelletichetta della macchina) e dal tipo di combustibile che viene bruciato. Le stufe /caldaie di nostra produzione garantiscono rendimenti molto alti, per questo motivo i fumi in uscita hanno temperature molto basse, che comportano unalta densit dei fumi da cui ne deriva la necessit di una canna fumaria adeguata. La sezione della canna fumaria deve essere dimensionata in funzione delle caratteristiche tecniche della stufa e dal tipo e luogo di installazione. Le misure minime della canna fumaria devono essere:

Per potenze fino a 10 kW Diametro minimo 100mm

Per potenze da 10 fino a 20 kW Diametro minimo 120mm

Per potenze da 20 fino a 30 kW Diametro minimo 150mm

Per potenze da 30 fino a 34 kW Diametro minimo 180mm

E necessario tenere in considerazione anche tutte le leggi e le normative nazionali, regionali, provinciali e comunali presenti nel

paese in cui stato installato lapparecchio, nonch delle istruzioni contenute nel presente manuale.

Esempi di installazioni corrette

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 14

La canna fumaria deve essere a tenuta dei fumi, deve avere andamento verticale senza strozzature, deve essere realizzata con materiali impermeabili ai fumi, alla condensa e termicamente isolata e adatta a resistere nel tempo alle normali sollecitazioni meccaniche. Deve essere coibentata esternamente per evitare fenomeni di condensa e ridurre leffetto del raffreddamento dei fumi, soprattutto in zone molto fredde o particolarmente ventose dove pi difficile garantire una costanza del tiraggio. La canna fumaria deve essere distanziata da materiali combustibili o facilmente infiammabili. Limbocco della canna fumaria deve essere nello stesso locale in cui posizionato lapparecchio o al massimo nel locale attiguo e avere al di sotto dellimbocco una camera di raccolta dei solidi e condense di altezza non inferiore a 50 cm, accessibile mediante sportello meccanico a tenuta stagna. La depressione (tiraggio) che deve avere una canna fumaria dipende dalle caratteristiche delle stufe/caldaie che vengono installate, questo dato importante deve essere riportato nelletichetta della macchina. La depressione necessaria per i vari modelli di stufe a pellet mediamente di 12Pa (0,12 mbar) che va misurata a stufa accesa alla massima potenza. Bisogna lasciare opportuni spazi per permettere il facile controllo e la pulizia della canna fumaria . E molto importante la manutenzione delle canne fumarie, specialmente la loro pulizia, la canna fumaria va controllata da un tecnico esperto almeno una volta allanno. La mancata pulizia pregiudica la sicurezza! IMPORTANTE: La canna fumaria deve essere singola (norma UNI7129/92). E vietato collegare pi apparecchi sullo stesso canale da fumo, vietato convogliare nello stesso canale da fumo lo scarico proveniente da cappe sovrastanti, vietato lo scarico diretto a parete dei prodotti della combustione allesterno e verso spazi chiusi anche a cielo libero. E vietato collegare altri apparecchi di qualsiasi tipologia (stufe a legna, caldaie, cappe, ecc.). E vietato installare valvole a farfalla o altro che ostruisca in qualsiasi modo il passaggio dei fumi. Le stufe a pellet non sono idonee allutilizzo di camini in canne condivise. E assolutamente vietato utilizzare una canna fumaria condivisa con unaltra apparecchiatura.

COLLEGAMENTO ALLA CANNA FUMARIA

Il tratto di tubo che collega la stufa alla canna fumaria definito collegamento alla canna fumaria. In questo tratto il tubo non deve avere riduzioni di diametro rispetto alluscita prevista nella stufa; il collegamento deve essere breve (massimo 1,5 metri, altrimenti deve essere aumentata la sezione). Bisogna evitare tratti di tubo orizzontali i in contropendenza (rivolti verso il basso) e i tubi devono essere ben fissati, il loro peso non deve gravare nella stufa. La stufa necessita di manutenzione, pertanto la canna fumaria deve essere facilmente scollegabile dalla stufa stessa

Esempi di installazioni non idonee

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 15

COMBUSTIBILE

Il pellet un combustibile che si presenta in forma di piccoli cilindri del diametro di 6 mm circa e di lunghezza massima di 20-25 mm, ottenuti dalla compressione della segatura, legna di scarto sminuzzata, poco farinoso, senza uso di additivi, coloranti e materiali estranei. Controllare sempre che nella confezione del pellet siano riportate gli estremi delle certificazioni di qualit facenti

riferimento alle norme internazionali DIN Plus, 51731 e -NORM M7135 e UNI EN 14961 (classe A1 oppure A2) La stufa costruita per bruciare pellet di essenza non resinosa e privo di leganti artificiali, preferibilmente derivante dal faggio. Utilizzare pellet umido provoca una cattiva combustione e un mal funzionamento del carico, pertanto assicurarsi che venga tenuto in locali asciutti e lontano almeno un metro da qualsiasi fonte di calore. Le differenti caratteristiche del pellet, in fase di combustione, determinano anche differenti incrostazioni del braciere della stufa. Si raccomanda di utilizzare lo stesso tipo di pellet adoperato nelle prime fasi di avvio del prodotto quando sono state effettuate le adeguate tarature in funzione del combustibile. La sostituzione continua di tipologia o di qualit di combustibile potrebbe causare continue regolazioni di combustione da parte del CAT. N.B. Limpiego di pellet con caratteristiche diverse da quelle sopra indicate diminuisce il rendimento della stufa, crea incrostazioni, intasamento del braciere e delle condutture di scarico, una cattiva combustione, sporca il vetro e rende necessaria una nuova taratura dei parametri della combustione. Non si garantisce il buon funzionamento con un tipo di pellet diverso dalla tipologia sopra riportata. Limpiego di pellet scadenti o di qualsiasi altro materiale danneggia le funzioni della vostra stufa, determinando la cessazione della garanzia e la responsabilit del produttore.

TERMOSTATO ESTERNO

Le stufe ad aria canalizzate, NON sono predisposte per listallazione di un termostato esterno.

CARICAMENTO PELLET Per caricare il pellet nella stufa aprire lapposito sportello, introdurre il pellet direttamente dal sacco oppure aiutandosi con apposite sessole o piccoli contenitori. Fare attenzione a non introdurre insieme al pellet pezzi di plastica del sacco o eventuali fili usati per sigillare i sacchi.

consigliabile caricare il pellet a macchina spenta e fredda,diversamente fare attenzioni alle parti calde della stufa. Non appoggiare il sacco del pellet pieno sopra la stufa se questa ha particolari in ceramica in quanto il peso potrebbe romperli. Se ci dovesse essere la necessit di ricaricare il pellet a stufa accesa fare attenzione a non appoggiare il sacco nelle superfici calde, ed evitare comunque il contatto con queste superfici per evitare scottature. Non togliere le protezioni allinterno del contenitore del pellet. Utilizzare esclusivamente pellet di legno diam. 6 mm. ATTENZIONE!!! Nelle stufe con la camera stagna la chiusura dello sportello del serbatoio del pellet viene controllato dalla scheda elettronica, pertanto se il coperchio non ben chiuso la stufa non caricher il pellet e generer lallarme NO SIC DEP .

AVVIAMENTO E SPEGNIMENTO DELLA STUFA

-Accertarsi che il serbatoio di contenimento del pellet sia stato riempito di pellet. -Accertarsi che la spina sia correttamente inserita sia nella presa della stufa, sia nella presa di casa. -Accertarsi che la porta sia ben chiusa. Non usare mai liquidi infiammabili o altri combustibili non indicati. -Accertarsi che linterruttore di accensione situato sulla stufa ed a ridosso della presa del cavo di alimentazione, sia posizionato su 1. -Premere il tasto di accensione situato sul display. Quando la stufa viene accesa per la prima volta, bisogna tenere conto che il tubo coclea che alimenta il braciere completamente vuoto (privo di pellet), ci pu provocare 3 tentativi di accensione a vuoto. Attendere che la coclea si riempia di pellet e che esso cada nel braciere. Laccensione del pellet avviene molto facilmente se linstallazione corretta e la canna fumaria efficiente. Effettuata la prima accensione e per le successive accensioni ed a stufa spenta, agire come segue: svuotare e pulire il braciere e verificare che ci sia pellet a sufficienza nel serbatoio. I valori di programmazione sono impostati dalla ditta e possono essere variati solo da un tecnico autorizzato.

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 16

Scheda elettronica

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 17

Collegamenti Scheda Elettronica

Connettore jP2.

Morsetto (Pin) Descrizione

1 Segnale sensore Pressione

2

Connettore JP1.

Morsetto

(pin)

Descrizione

1 Ventilatore aria ambiente

2

3 Motore aspirazione fumi

4

5 N 230 Vac 50 Hz

6 F 230 Vac 50 Hz

Connettore JP6

Morsetto (Pin)

Descrizione

1

Collegamento UPS 230V 50 Hz 2

3

Connettore JP4.

Morsetto (Pin) Descrizione

1

2 Segnale Pressostato

3 Segnale termostato sicurezza

4 Accenditore

5

6 Motore Coclea

7

Connettore J13.

Morsetto (Pin)

Descrizione

1

2

3

4

5 Sonda Ambiente

6

7 Termostato esterno/GSM

8

9 Blu Sonda fumi

10 Rosso Sonda fumi

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 18

Connettore JP9.

Morsetto (Pin) Descrizione

1 Ingresso Encoder

2 + 5 V 100 mA

3 GND

4

Connettore JP12.

Descrizione

Connettore ingresso digitale

Connettore A.

Descrizione

Connettore sensore aria

Connettore JP23.

Descrizione

Connettore seriale

Connettore T

Descrizione

Termostato a riarmo manuale

PANNELLO DI CONTROLLO (Display)

Lunit Display si presenta come da immagine sotto riportata e permette di colloquiare con il controllore con la semplice pressione di alcuni tasti. Il display informa loperatore sullo stato operativo della stufa. In modalit programmazione sono visualizzati i vari parametri che possono essere modificati agendo sui tasti.

Funzione dei tasti:

1. Tasto SET: utilizzato per entrare nel men e confermare variazione dati durante la fase di impostazione.

2. Tasto AUTO: permette di modificare il funzionamento della stufa da Automatico a Manuale.

-Funzionamento Manuale, la stufa lavorer utilizzando solamente il programma di lavoro impostato manualmente; non

moduler automaticamente il suo funzionamento per raggiungere la temperatura richiesta in ambiente.

-Funzionamento Auto, la stufa lavorer modulando automaticamente il suo funzionamento scegliendo i programmi di

lavoro (da P1 a P5) pi consoni, in modo da raggiungere quanto prima la temperatura richiesta in ambiente.

3. Tasto On/Off: Accensione/Spegnimento della stufa. In caso di errore, se premuto per qualche secondo

esegue il reset dell'allarme. Usato anche per uscire dai men senza alcuna variazione dati.

4. Tasto TEMP+: consente laumento della temperatura, usato anche per scorrere il men/dati.

5. Tasto TEMP-: permette la diminuzione della temperatura, usato anche per scorrere il men/dati.

6. Tasto PROG+: consente di aumentare il programma di lavoro (da P1 a P5), usato anche per scorrere il men/dati.

7. Tasto PROG-: permette di diminuire il programma di lavoro (da P1 a P5), usato anche per scorrere il men/dati.

ATTENZIONE!!! I tasti 6. (PROG+) e 7. (PROG-), sono inattivi a termo stufa/caldaie non in funzione.

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 19

UTILIZZO DEL DISPLAY Una volta collegata elettricamente la stufa e dopo avere posizionato su 1 linterruttore situato a ridosso della presa nella quale inserito il cavo di alimentazione, il display riporter per alcuni secondi le indicazioni tecniche riguardanti il tipo di software presente; in seguito esso si presenter come sotto (men iniziale a stufa spenta):

ACCENSIONE STUFA

Per accendere la stufa necessario premere per qualche secondo il tasto 3 (START). La stufa proceder automaticamente nella fase di accensione e riscaldamento. Se si tratta di prima accensione e quindi primo carico di pellet, sar necessario eseguire pi cicli di accensione in modo che il pellet entri nel circuito di alimentazione. Attenzione: anche nel caso di riaccensione successivo a spegnimento automatico per pellet terminato con Codice Errore 5, sar possibile un successivo errore di accensione dovuto allo svuotamento del circuito di alimentazione del pellet. Se il comando di accensione viene dato ancora in fase di raffreddamento la stufa passa in modalit di attesa fintanto che la temperatura fumi non sar scesa sotto la temperatura della macchina spenta. Appena avviata laccensione nel display si legger quanto segue:

Questa dicitura rimarr fino alla conclusione del ciclo di accensione della durata di alcuni minuti e terminato il quale nel display si legger:

oppure

Manuale/auto a seconda dellimpostazione scelta (tasto AUTO) Ta rappresenta la temperatura in ambiente rilevata dalla stufa Ti rappresenta la temperatura impostata, ovvero la temperatura che si desidera raggiungere in ambiente. P5 rappresenta il programma di lavoro (da P1 a P5) in uso.

SPEGNIMENTO DELLA STUFA Premere per qualche secondo il tasto 3 ( ) per spegnere la stufa e ritornare al men iniziale raffigurato nel display sotto riportato:

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 20

MENU FRUIBILI DALLUTILIZZATORE (sia a stufa in funzione che a stufa a riposo) I men utilizzabili sono 11:

MENU DESCRIZIONE REGOLA DATA-ORA permette di impostare data ed ora corrente

PROG. SETTIMANALE permette di impostare pi accensioni e spegnimenti; ci in virt delle

proprie necessit.

IMP. TIMER permette laccensione/spegnimento della stufa dopo un lasso di

tempo (ore) da stabilito.

SELEZIONE MODO Automatico Permette di impostare funzionamento Manuale o Automatico

MOD. TERMOSTATO permette di impostare con quale sistema gestire il funzionamento della stufa (Termostato interno/Termostato esterno/Crono Prog. 1-

5/GSM Prog. 1-5).

PARAMETRI STUFA permette di apportare alcune variazioni in % sul funzionamento della

stufa per esempio aumentando/diminuendo il carico del pellet.

SEL. LINGUA Italiano

permette la scelta della lingua tra quelle disponibili.

LOG ERRORI permette la visualizzazione degli ultimi 10 allarmi verificatesi.

ASSISTENZA visualizza il nominativo dellassistenza tecnica da contatatre al

bisogno.

SET PARAMETRI Pellets

fruibili solamente dal servizio di assistenza tecnica.

VEL CANALIZZATA 1 (solo per modello ISCHIA) permette di aumentare/diminuire la velocit del flusso di aria

canalizzato

Press. Acqua 0.0 Bar Non abilitato

REGOLA DATA E ORA

Partendo dalla posizione visualizzata nel display sopra, premere il tasto SET e si legger:

Entrare nel men premendo ancora il tasto SET; nel display si legger:

Lindicazione del giorno lampegger (Ma = marted in questo caso), e con i tasti 4 (TEMP+) e 5 (TEMP-) possibile modificare il giorno della settimana. Successivamente premendo il tasto 6 (PROG+) inizieranno a lampeggiare le ore (08:15 in questo caso) e sempre con lutilizzo dei tasti 4 (TEMP+) e 5 (TEMP-) sar possibile impostare lora e i minuti corretti. Continuare pigiando il tasto 6 (PROG+) per regolare giorno/mese/anno e i tasti 4 (TEMP+) e 5 ( TEMP-) per regolarne i valori. Terminata la regolazione confermare premendo il tasto 1 (SET) e premere il tasto 3 ( ) per ritornare al men iniziale raffigurato nel display sotto riportato:

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 21

IMPOSTAZIONE CRONOTERMOSTATO Questa stufa ha un suo cronotermostato interno, che permette di programmare accensioni/spegnimenti impostandoli secondo le proprie esigenze. Le accensioni/spegnimenti programmabili sono 30. Per impostare tali accensioni/spegnimenti seguire le indicazioni successive.

Partendo dalla posizione visualizzata nel display sopra, premere il tasto 1 (SET) e sul display verr visualizzato il men sotto riportato:

Ora premere il tasto 4 (TEMP)+ e visualizzeremo la seguente dicitura:

Ora premere il tasto 1 (SET) nel display e apparir quanto segue:

F01= programma N1 F02= programma N2 F03= programma N3, ecc. Impostazione del Giorno Il giorno (Do=domenica in questo caso) lampegger; con i tasti 4 (TEMP+) e 5 (TEMP-); possibile scorrere i vari giorni della settimana (Do,Lu,Ma,Me,Gi,Ve,Sa) oppure possibile scegliere tra altre 2 opzioni, LV che significa da luned al venerdi mentre SD sta per sabato e domenica. Una volta impostato il giorno corretto si pu passare allimpostazione delle ore. Impostazione Orario Premendo una volta il tasto 6 (PROG+), impostare le ore usando i tasti 4 (TEMP+) e 5 (TEMP-). Alla successiva pressione del tasto 6 (PROG+) si passer allimpostazione dei minuti (sempre usando i tasti 4 (TEMP+) e 5 (TEMP-)). Impostazione opzione On/Off e No A./Abil. Alla successiva pressione del tasto 6 (PROG+) lampegger la scritta On/Off. Questa impostazione indica se si tratta di unaccensione (On) o di uno spegnimento (Off). La regolazione viene fatta sempre con i tasti 4 (TEMP+) e 5 (TEMP-) . Alla successiva pressione del tasto 6 (PROG+) lampegger la scritta No A./Abil. Questa impostazione indica se questo programma ABILITATO o NON E ABILITATO, unopzione quindi che permette di attivare o disattivare il programma memorizzato.

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 22

Esempio: supponiamo di voler impostare unaccensione che deve avvenire tutti i giorni lavorativi della settimana (dal luned al venerd) alle 07:00, limpostazione sar la seguente:

Dopo aver impostato laccensione, premere il tasto 1 (SET) per confermare e automaticamente il display presenter F02, il secondo programma. Supponiamo di voler spegnere la stufa tutti i giorni lavorativi della settimana alle ore 09:00, limpostazione sar la seguente:

Confermare con il tasto 1 (SET) le impostazioni. Se ora si vuol uscire dalla programmazione premere il tasto 1/0, se invece si vuole continuare nellinserimento dei programmi, premere nuovamente il tasto 1 (SET) e nel display apparir il terzo programma F03. Ogni qualvolta si rientra nelle impostazioni PROG.SETTIMANALE automaticamente viene riproposto il programma F01; possibile modificarlo con i tasti 6 (PROG+) e 7 (PROG-), oppure scorrere i successivi programmi premendo il tasto 1 (SET). Supponiamo ora di voler effettuare solo per il giorno venerd unaccensione alle ore 19:00. Cerchiamo il primo programma libero, F03 in questo caso (non devono essere utilizzati per forza in successione numerica):

Per ottenere quanto desiderato dobbiamo impostare il display come sopra riportato. Terminate le impostazioni confermare sempre con il tasto 1 (SET). Ora vediamo lo spegnimento relativo al precedente programma che supponiamo avvenga alle ore 21:00. Le impostazioni dovranno essere le seguenti:

Confermare con il tasto 1 (SET) ed uscire premendo il tasto 3 ( ). Una volta impostato il cronotermostato, per rendere operative le impostazione caricate bisogna premere il tasto 2 (AUTO) con il quale si seleziona il modo AUTOMATICO. Ora a stufa spenta il display si presenter come sotto indicato:

Visione del display a stufa spenta con il cronotermostato attivato

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 23

Raccomandazioni: Allinterno dei vari programmi ricordarsi sempre di attivare la funzione desiderata verificando che ci sia la presenza della scritta Abil, diversamente il programma non viene eseguito. Solo con la funzione AUTO vengono eseguite le accensioni e gli spegnimenti programmati, pertanto verificare la presenza di tale dicitura nel display, altrimenti attivare la funzione premendo il tasto 2 (AUTO). Se con la funzione AUTO inserita viene premuto il tasto 2 (AUTO) il sistema passa nuovamente al sistema MANUALE.

IMPOSTAZIONE TIMER Il timer permette di impostare laccensione/spegnimento della stufa fra un certo numero di ore. Questa funzione diventa molto utile, se per esempio ci si deve assentare da casa per alcuni giorni. In questo caso, possibile imposter il Timer per riattivare la stufa fra un certo numero di ore (99 al massimo). Lo stesso concetto valido se si desidera spegnere la macchina fra un certo numero di ore. ATTENZIONE!!! In funzionamento Manuale, le IMPOSTAZIONI TIMER Abilitate, hanno la priorit sulle programmazioni del cronotermostato. In tal caso, la stufa NON considerer le programmazioni del cronotermostato. In funzionamento AUTO la stufa eseguir le indicazioni del cronotermostato (accensione e spegnimento agli orari e nei giorni programmati) e NON considerer le IMPOSTAZIONI TIMER. Per impostare il Timer , procedere come segue.

Partendo dalla posizione visualizzata nel display sopra, premere il tasto 1 (SET) e sul display verr visualizzato il men sotto riportato:

Ora premere il tasto 4 (TEMP+) scorrendo i vari men, sino a che nel display si legger il men desiderato, in questo caso TIMER:

Premere il tasto 1 (SET) e nel display si legger:

Con i tasti 6 (PROG+) e 7 (PROG-) selezioniamo lelemento da modificare mentre con i tasti 4 (TEMP+) e 5 (TEMP-) modifichiamo lo stesso: Off/On ci permette di decidere se si tratta di unaccensione o di uno spegnimento; Prog.1-5 ci permette di impostare la potenza in accensione (serve solo nel caso di funzionamento) 1-99 rappresentano le ore di impostazione del Timer; No Abil-Abil se la funzione attivata o meno.

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 24

Ipotizziamo di voler accendere la stufa fra 3 ore, le impostazioni dovranno essere le seguenti:

Se impostato il Timer come sopra otterremo che la stufa si accender fra 3 ore. Prestare attenzione alla modalit: - in MANUALE: la stufa si accende e lavora in programma 1 (funzionamento minimo); - in AUTO: la stufa si accende seguendo le impostazioni del cronotermostato. Nel caso si tratti di una stufa in modo MANUALE questa si accender e lavorer con il programma impostato, in questo caso Prog.1, mentre se selezionato il modo AUTO eseguir laccensione se impostata nel cronotermostato. Per verificare che il Timer sia effettivamente attivo dopo le impostazioni confermare con il tasto 1 (SET) e premere il tasto 3 ( ) per ritornare al men principale. Si dovr leggere lorario, limpostazione Manuale/Auto e la scritta Timer On-Off con il relativo conto alla rovescia.

Se invece si programma il Timer per uno spegnimento, a stufa accesa nel display si legger quanto sotto:

Compare la dicitura Risc. seguita dallindicazione Manuale o Auto (dipende dalla modalit scelta), la quale si alterner con la scritta Timer Off 2:59. Terminata la regolazione confermare premendo il tasto 1 (SET) e premere il tasto 3 ( ) per ritornare al men iniziale raffigurato nel display sotto riportato:

SELEZIONE MODO di lavoro (AUTOMATICO/MANUALE) La stufa in grado di funzionare in 2 modi Manuale o Automatico. La selezione viene fatta attraverso il tasto 2 (AUTO) che si trova nel pannello di controllo oppure accedendo attraverso il men, dove si trova la voce SELEZIONE MODO: - Con il sistema Manuale la stufa si accende o si spegne solo dopo la pressione per circa 2 secondi del tasto di accensione /spegnimento. - Con il sistema Auto la stufa segue le impostazioni del cronotermostato. Anche durante il funzionamento con il sistema Auto possibile accendere/spegnere la stufa con i tasti dal pannello di controllo.

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 25

MODALITA TERMOSTATO

La modalit termostato permette di selezionare con quale sistema gestire il funzionamento della stufa: - Termostato esterno (INSTALLAZIONE NON PREVISTA) - Termostato interno - Crono Prog.1-5 - GSM Prog.1-5

Partendo dalla posizione visualizzata nel display sopra, premere il tasto 1 (SET) e sul display verr visualizzato il men sotto riportato:

Ora premere il tasto 4 (TEMP+) scorrendo i vari men, sino a che nel display si legger il men desiderato, in questo caso MODALITA TERMOSTATO:

Selezionare la funzione premendo il tasto 1 (SET) e nel display apparir la seguente scrittura:

Ora premendo il tasto 4 (TEMP+) e 5 (TEMP-) sar possibile selezionare le seguenti opzioni: -Termostato interno Significa che la stufa funziona utilizzando solo ed esclusivamente il proprio termostato interno. -Termostato esterno NON possibile linstallazione. -Crono Prog. 1-5 Con questa selezione il termostato esterno viene visto come un cronotermostato, quindi in grado di accendere o spegnere la stufa. - Se a stufa spenta viene chiuso il contatto del cronotermostato esterno essa inizia laccensione; . La potenza della stufa dopo laccensione sar quella impostata (Prog. Da 1 a 5). - Se il cronotermostato esterno collegato la stufa prima modula fino alla potenza minima e poi inizia il ciclo di spegnimento. Dal pannello di controllo posso sempre accendere o spegnere la stufa manualmente. Se la stufa si accesa automaticamente con il segnale proveniente dal cronotermostato esterno e questa viene poi spenta manualmente dal pannello di controllo non si riaccender pi al prossimo comando dal cronotermostato esterno se questo non viene prima aperto e poi richiuso.

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 26

-GSM Prog.1-5 E disponibile un kit da connettere alla scheda elettronica con il quale possibile attivare la stufa con un comando remoto. Se viene selezionata questa funzione non possibile accendere o spegnere la stufa nemmeno dal pannello di controllo, possibile selezionare con i tasti 6 (PROG+) e 7 (PROG-) la potenza di lavoro dopo laccensione, e comunque a temperatura raggiunta la stufa modula fino alla potenza minima. Questa selezione pu essere utilizzata anche per attivare la stufa/ con un semplice interruttore esterno. . Terminata la regolazione confermare premendo il tasto 1 (SET) e premere il tasto 3 ( ) per ritornare al men iniziale raffigurato nel display sotto riportato:

PARAMETRI STUFA Con i parametri stufa possibile variare in percentuale il funzionamento di alcuni particolari della stufa.

Partendo dalla posizione visualizzata nel display sopra, premere il tasto 1 (SET) e sul display verr visualizzato il men sotto riportato:

Ora premere il tasto 4 (TEMP+) scorrendo i vari men, sino a che nel display si legger il men desiderato, in questo caso PARAMETRI STUFA:

Premendo il tasto 1 (SET) possibile accedere al men:

Con i tasti 4 (TEMP+) 5 (TEMP-) possibile modificare il carico pellet con valori che vanno dal - 50% fino al + 50%. ATTENZIONE!!! Nel modificare questa percentuale, in quanto cambia la quantit di pellet introdotta in tutte i programmi di lavoro e le fasi di accensione. Pertanto utilizzare la funzione solo per correggere il dosaggio del pellet a seguito del cambio del tipo di pellet. Comunque lelettronica controlla le temperature di lavoro e se queste superano i valori prefissati provvede automaticamente a ridurre la quantit del pellet. Attenzione anche nel ridurre la quantit di pellet, poich viene ridotto il dosaggio in tutte i programmi di lavoro compresa la minima e si rischia lo spegnimento della stufa per carenza di pellet.

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 27

Se si desidera uscire dal men premere il tasto 3 ( ). Altrimenti premendo ora il tasto 6 (PROG+) nel display si passa al prossimo parametro:

Con i tasti 4 (TEMP+) 5 (TEMP-) possibile modificare laspirazione dei fumi con valori che vanno dal - 50% fino al + 50%. ATTENZIONE!!! Se non si esperti nella regolazione della combustione bene evitare lutilizzo di questa funzione in quanto modifica la quantit di aria introdotta per la combustione. Questa funzione normalmente viene adoperata per adattare la stufa alle caratteristiche della canna fumaria. Pertanto in presenza di canne fumarie pigre e di piccole dimensioni si tende ad aumentare laspirazione dellaria mentre con canne fumarie con depressioni superiori ai 12-15 Pa si tende a diminuire la quantit di aria. Alcuni tipi di pellet per la loro conformazione richiedono una taratura superiore dellaspirazione dellaria. Se si desidera uscire dal men premere il tasto 3 ( ). . Viceversa premendo ora il tasto 6 (PROG+) si procedere con il prossimo parametro:

Premendo ora il tasto 6 (PROG+) nel display si legge:

Questo men ci permette di regolare la temperatura rilevata dalla stufa. Tr: rappresenta la temperatura rilevata Tc: rappresenta la temperatura che si legge nel display Fc: rappresenta il fattore correttivo. Con i tasti 4 (TEMP+) 5 (TEMP-) possibile modificare il valore di Fc. Sotto ne vediamo un esempio:

In questo caso la temperatura rilevata sempre 22C (valore Tr) ma il valore visualizzato nel display sar 28C (valore Tc). Questi aggiustamenti servono poich le stufe rilevano la temperatura nei pressi della stufa stessa. Pertanto se si vuole avere una lettura corretta (di solito si usa un termometro presente in ambiente come riferimento) basta correggere il valore di Fc. Terminata la regolazione confermare premendo il tasto 1 (SET) e premere il tasto 3 ( ) per ritornare al men iniziale raffigurato nel display sotto riportato:

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 28

SELEZIONE LINGUA

Questo men contiene le lingue fruibili dallutilizzatore.

Partendo dalla posizione visualizzata nel display sopra, premere il tasto 1 (SET) e sul display verr visualizzato il men sotto riportato:

Ora premere il tasto 4 (TEMP+) scorrendo i vari men, sino a che nel display si legger il men desiderato, in questo caso SEL. LINGUA:

Con i tasti 6 (PROG+) 7 (PROG-) possibile selezionare Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo e Italiano. Terminata la regolazione confermare premendo il tasto 1 (SET) e premere il tasto 3 ( ) per ritornare al men iniziale raffigurato nel display sotto riportato:

LOG ERRORI Questo men tiene in memoria gli ultimi 10 allarmi (Errore) che ha avuto la stufa.

Partendo dalla posizione visualizzata nel display sopra, premere il tasto 1 (SET) e sul display verr visualizzato il men sotto riportato:

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 29

Ora premere il tasto 4 (TEMP+) scorrendo i vari men, sino a che nel display si legger il men desiderato, in questo caso LOG. ERRORI:

Selezionando questo men con il tasto 1 (SET) apparir la videata sotto riportata:

R rappresenta il numero dellevento (da 1 a 10) 13/03 rappresenta la data dellevento (giorno mese) 15:33 lora dellevento Cod.0 rappresenta il tipo di allarme; questa dicitura si alterna alla descrizione dellallarme (Esempio: Asp. Aria insuff. = Aspirazione Aria insufficiente) Con i tasti 6 (PROG+) 7 (PROG-) possibile scorrere i vari allarmi.

Premere il tasto 3 ( ) per ritornare al men iniziale raffigurato nel display sotto riportato:

ASSISTENZA

Selezionando il men Assistenza possibile trovare i numeri di telefono, gli indirizzi e-mail o web a cui rivolgersi in caso di problemi (se inseriti dalla Casa Produttrice).

Partendo dalla posizione visualizzata nel display sopra, premere il tasto 1 (SET) e sul display verr visualizzato il men sotto riportato:

Ora premere il tasto 4 (TEMP+) e scorrere i vari men, sino a che nel display si legger il men desiderato, in questo caso ASSISTENZA:

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 30

Selezionando questo men con il tasto 1 (SET) possibile trovare i numeri di telefono, gli indirizzi e-mail o web a cui rivolgersi in caso di problemi (se inseriti dalla Casa Produttrice). Premere il tasto 3 ( ) per ritornare al men iniziale raffigurato nel display sotto riportato:

VEL. CANALIZZATO Questo men ci permette di aumentare/diminuire la velocit del flusso di aria canalizzato.

Partendo dalla posizione visualizzata nel display sopra, premere il tasto 1 (SET) e sul display verr visualizzato il men sotto riportato:

Ora premere il tasto 4 (TEMP+) e scorrere i vari men, sino a che nel display si legger il men desiderato, in questo caso VEL. CANALIZZATO 1:

Con i tasti 4 (TEMP+) 5 (TEMP-) possibile modificare il valore della potenza. Valore 0 = spenta , valore 1 = minimo , valore 5 = massimo. Confermare la selezione con il tasto 1 (SET). Premere il tasto 3 ( ) per ritornare al men iniziale raffigurato nel display sotto riportato:

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 31

PRESS. ACQUA Questo men per questo modello di stufa NON operativo.

Partendo dalla posizione visualizzata nel display sopra, premere il tasto 1 (SET) e sul display verr visualizzato il men sotto riportato:

Ora premere il tasto 4 (TEMP+) e scorrere i vari men, sino a che nel display si legger il men desiderato, in questo caso Press Acqua 0.0 Bar

ATTENZIONE!!! Men disabilitato e NON utilizzabile.

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 32

ERRORI DI DIAGNOSTICA

Reset errori di sistema La stufa segnala mediante codice di errore e relativa descrizione ogni situazione anomala rilevata. Prima di riaccendere la macchina necessario resettare ogni errore mediante la pressione del tasto 3 ( ) per circa 3 secondi e comunque fino alla scomparsa della segnalazione di errore sul display LCD. Gli ultimi 10 errori vengono salvati in una memoria non volatile e possono essere visualizzati entrando nel menu LOG ERRORI. Tipologia Errori Durante il funzionamento se il sistema rileva una anomalia la stufa si spegne automaticamente seguendo il ciclo di raffreddamento e viene visualizzato sul display un messaggio di errore che sar possibile cancellare solo manualmente. Anche se in modalit di funzionamento automatico la stufa attende il comando MANUALE di reset allarme per presa visione. Gli errori visualizzati sono i seguenti: Errore 1 Allarme mancata accensione Se dopo un ciclo di accensione la stufa non raggiunge la temperatura minima di esercizio, il ciclo termina con errore ed il sistema procede ad un raffreddamento programmato. Ci potrebbe essere a causa di mancanza di combustibile, crogiolo sporco oppure accenditore sporco o difettoso. Errore 2 Anomalia aspirazione fumi Se durante il funzionamento il motore di aspirazione fumi non mantiene la velocit programmata, il ciclo termina con errore di sistema e procede ad un raffreddamento programmato. Ci avviene solo con sensore di aspirazione attivo ( possibile anche escluderlo). Errore 3 Anomalia circuito di aspirazione fumi Se durante il funzionamento il sistema rileva una non sufficiente aspirazione daria, il ciclo termina con errore di sistema e procede ad un raffreddamento programmato. Tale errore comune sia alluso con pressostato che con sensore di aspirazione. (solo se sensore aspirazione presente). Errore 4 Allarme temperatura acqua (ATTIVO SOLO NELLE VERSIONI TERMOSTUFE/CALDAIE) Se durante il funzionamento la temperatura dellacqua raggiunge gli 85C la stufa va in spegnimento, segnalando tale anomalia con errore 4. Errore 5 Allarme mancanza pellet Se durante il funzionamento la temperatura della camera di combustione scende sotto il limite previsto, il ciclo termina con errore di sistema. Ci pu essere dovuto alla mancanza di combustibile o blocco di erogazione dello stesso. Errore 6 Allarme pressostato (se presente) Se il pressostato viene attivato per una depressione insufficiente dell'aspirazione fumi il ciclo termina il riscaldamento con errore 6. Ci potrebbe essere causato da una ostruzione dell'aspirazione o espulsione dei fumi. Errore 7 Allarme termostato di sicurezza Se durante il funzionamento scatta il termostato di sicurezza, il carico di pellet viene automaticamente bloccato e la stufa termina il riscaldamento con errore 7. Errore 8 Allarme mancanza tensione di rete Se durante qualsiasi fase di funzionamento della stufa viene a mancare la tensione di alimentazione, al ripristino della energia elettrica viene segnalato l'allarme di mancanza alimentazione di rete e la stufa va in spegnimento. Errore 9 Allarme motore fumi Durante la fase di riscaldamento se il motore fumi scende di velocit sotto la soglia minima, la stufa va in errore per malfunzionamento del motore aspirazione fumi e passa direttamente in raffreddamento alla massima velocit. Tale inconveniente dovuto alla cenere depositata nel giro fumi e/o per mancanza di manutenzione programmata. Errore 10 Allarme sovratemperatura scheda La temperatura della scheda elettronica viene monitorata e se quest'ultima supera i 70C per oltre 3 minuti la stufa passa in raffreddamento per sovratemperatura. Non staccare mai la spina durante lo spegnimento per blocco. Importante riferire al CAT (centro assistenza tecnica) la segnalazione che appare sul display. Per la manutenzione e interventi di riparazione devono essere utilizzati pezzi di ricambio originali.

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 33

PULIZIA E MANUTENZIONE

Attenzione: le operazioni di pulizia di tutte le parti vanno eseguite a stufa completamente fredda e con la spina elettrica disinserita! La pulizia e manutenzione ordinarie, quotidiane o settimanali sono a cura del Cliente. Le operazioni di manutenzione e di pulizia della stufa dipendono da vari fattori: lutilizzo, il tipo di pellet, le prestazioni richieste, canna fumaria. Le seguenti operazioni devono essere eseguite alloccorrenza, per assicurare una perfetta condizione di combustione: -aprire lo sportello e aspirare il piano fuoco mediante un idoneo aspiratore (foto 1, forto 2 e foto 3);

togliere il braciere, pulirlo accuratamente da eventuali incrostazioni (vedi foto sotto), compresi i fori che permettono il

passaggio dellaria di combustione (foto 2 ). Questa operazione la pi importante e delicata, deve essere eseguita ogni qualvolta ci si accorga di residui incombusti allinterno del braciere (se la stufa ben regolata e si utilizza un pellet di qualit, loperazione va fatta ogni15-20 ore di lavoro); Riposizionare correttamente il braciere nel suo alloggio.

aspirare il vano braciere, pulire i bordi di contatto prima di riporre il braciere ; riposizionare il braciere avendo cura di collocarlo correttamente nel suo alloggiamento ponendo attenzione che esso

appoggi correttamente nella base; durante le operazioni di estrazione e riposizionamento del braciere fare attenzione a non urtare la resistenza; estrarre il cassetto e svuotarlo quindi riposizionarlo al suo posto

Foto 4

per svuotare il cassetto cenere, svitare le due viti, estrarre il cassetto , svuotarlo e riposizionarlo al suo posto stringendo bene le viti di fissaggio. (foto 4) Attenzione: la mancata chiusura dei galletti fino in fondo, pu causare un passaggio daria e quindi una cattiva combustione, pregiudicando il buon funzionamento della stufa

pulire il vetro con un panno umido (o un panno umido con della cenere). Galletti da svitare N.B. Riposizionando il braciere, verificare accuratamente che i bordi dello stesso aderiscano completamente alla loro sede. Controllare accuratamente che non ci sia alcun residuo di combustione nella zona di contatto tra i bordi del braciere e la superficie su cui appoggia. Chiudere lo sportello. Messa fuori servizio a fine stagione A fine di ogni stagione, prima di spegnere la stufa, si consiglia di togliere completamente il pellet dal serbatoio. Nel periodo di non utilizzo la stufa deve essere scollegata dalla rete elettrica.

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 34

CICLI DI PULIZIA CONSIGLIATI (valori indicativi)

La pulizia della canna fumaria unoperazione consigliabile almeno una volta allanno. Nel caso siano presenti dei tratti orizzontali, necessario verificare e rimuovere periodicamente il deposito di fuliggine. I dati riportati nella precedente tabella sono puramente indicativi. La frequenza con cui pulire limpianto di scarico fumi da determinare in base allutilizzo che viene fatto della stufa ed al tipo di installazione. La casa produttrice consiglia di affidarsi ad un centro di assistenza autorizzato (C.A.T.) per la manutenzione e la pulizia di fine stagione perch questultimo eseguir anche un controllo generale della componentistica. In caso di mancanza di regolare pulizia e manutenzione la garanzia decade.

Tutti i g

iorn

i

Ogni 8/1

0

ore

di la

voro

Ogni 25/3

0

ore

di la

voro

Ogni 60/8

0

ore

di la

voro

Ogni

300

/350

ore

di la

voro

Ogni

700/8

00

ore

di la

voro

Alm

en

o

una

vo

lta

all

anno

Pulizia braciere

Pulizia vetro

Aspirazione camera di combustione stufa

Svuotamento contenitore cenere

Pulizia contenitore pellet

A cura del C.A.T.

Pulizia dei canali fumi , camera fumi e tubazioni di scarico, verifica efficienza candeletta e guarnizioni di tenuta, pulizia condotti aria

Pulizia canna fumaria

Manuale duso e manutenzione Stufe 5-6-8-9-10-11-14kW Air (vers.12.17) pag. 35

ALCUNE INFORMAZIONI SUI COMPONENTI

Motoriduttore coclea: il motore coclea aziona la rotazione della coclea, la quale ha il compito di portare il pellet contenuto nella tramoggia di carico al braciere per la combustione. Controllo elettronico: tutti gli ingressi e le uscite della stufa (pannello comando, ventilatori, sonde) sono gestite dal controllo elettronico il quale regola e controlla la stufa garantendo un funzionamento ottimale ed in completa sicurezza. Presa interruttore: dotata di un fusibile da 4 A che possibile cambiare estraendolo con un comune cacciavite. Linterruttore bipolare permette di togliere completamente tensione alla stufa e di separare lalimentazione dalla rete elettrica da quella della stufa. Sonda temperatura ambiente: tramite il pannello di comando possibile impostare la temperatura desiderata; la stufa a pellet sar in grado di mantenerla costante nella stanza e/o abitazione in cui posizionata. Per ottenere questa uniformit di calore una sonda, posta sul pannello posteriore o laterale della stufa, rileva costantemente la temperatura dellambiente trasmettendola al controllo che a sua volta regoler il funzionamento della stufa in base alle impostazioni effettuate. Sensore di flusso o pressostato:Questo dispositivo in caso di ostruzione della canna fumaria interviene direttamente sulla scheda elettronica che immediatamente provvede a spegnere e raffreddare la stufa. Estrattore fumi: ha la funzione di aspirare I fumi della combustione. Questo dispositivo permette una perfetta combustione del pellet, un aumento del rendimento termico e una riduzione delle ceneri. Il numero dei giri del motore di ventilazione e del moto