STRUMENTI E OCI I Trombone Coulisse · 2016-08-21 · Trombone Imboccatura L’imboccatura...

of 1/1
STORIA Anche per questo strumento si parla di origini molto antiche, tuttavia il trombone con l’aspetto più simile a quello moderno si fa risalire al XV secolo d.C. Il suo utilizzo principale è quello di rinforzo e di sostegno ad altri strumenti o voci. Nel corso dei secoli il trombone acquista una maggiore importanza, tanto da essere utilizzato da compositori come Mo- zart e Wagner. Nel corso del XX secolo è ampiamente presente nelle orchestre jazz, come strumento sia solista, sia d’accompa- gnamento. Fra i maggiori trombonisti ricordiamo lo statuniten- se Glenn Miller, che ha fondato anche un’importante orchestra jazz. COME SI PRODUCE IL SUONO Nel trombone il suono viene prodotto dal soffio che l’esecutore immette nello stru- mento poggiando le labbra sull’imboccatura. Le diverse note si ottengono grazie a una sezione mobile – la coulisse – che permette di deviare il percorso dell’aria all’inter- no dello strumento variando, di conseguenza, la colonna d’aria che entra in risonanza e produce il suono. ESTENSIONE Trombone Imboccatura L’imboccatura metallica è, come nella tromba, a forma di imbuto. Campana Anche nel trombone la parte finale si chiama campana. Essendo più grande e più aperta di quella degli altri aerofoni, contribuisce a rendere il suono molto potente. Coulisse Anche se esiste ed è ancora fabbricato il trombone con i pistoni (meccanismo simile a quello della tromba), quello più utilizzato è il trombone a coulisse. La coulisse è un lungo tubo cilindrico a forma di U che scorre nel tubo fisso. Azionata dalla mano destra del trombonista, la coulisse varia la lunghezza del percorso dell’aria, modificando così l’altezza del suono.
  • date post

    10-Aug-2020
  • Category

    Documents

  • view

    8
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of STRUMENTI E OCI I Trombone Coulisse · 2016-08-21 · Trombone Imboccatura L’imboccatura...

  • STRUMENTI E VOCIPARTE 2 Unità 1I suoni e gli strumenti musicali

    STORIA Anche per questo strumento si parla di origini molto antiche, tuttavia il trombone con l’aspetto più simile a quello moderno si fa risalire al XV secolo d.C. Il suo utilizzo principale è quello di rinforzo e di sostegno ad altri strumenti o voci. Nel corso dei secoli il trombone acquista una maggiore importanza, tanto da essere utilizzato da compositori come Mo-zart e Wagner. Nel corso del XX secolo è ampiamente presente nelle orchestre jazz, come strumento sia solista, sia d’accompa-gnamento. Fra i maggiori trombonisti ricordiamo lo statuniten-se Glenn Miller, che ha fondato anche un’importante orchestra jazz.

    COME SI PRODUCE IL SUONO Nel trombone il suono viene prodotto dal soffio che l’esecutore immette nello stru-mento poggiando le labbra sull’imboccatura. Le diverse note si ottengono grazie a una sezione mobile – la coulisse – che permette di deviare il percorso dell’aria all’inter-no dello strumento variando, di conseguenza, la colonna d’aria che entra in risonanza e produce il suono.

    ESTENSIONE

    Trombone

    ImboccaturaL’imboccatura metallica è, come nella tromba, a forma di imbuto.

    CampanaAnche nel trombone la parte finale si chiama campana. Essendo più grande e più aperta di quella degli altri aerofoni, contribuisce a rendere il suono molto potente.

    CoulisseAnche se esiste ed è ancora fabbricato il trombone con i pistoni (meccanismo simile a quello della tromba), quello più utilizzato è il trombone a coulisse. La coulisse è un lungo tubo cilindrico a forma di U che scorre nel tubo fisso. Azionata dalla mano destra del trombonista, la coulisse varia la lunghezza del percorso dell’aria, modificando così l’altezza del suono.