Spagna medievale

of 9/9
Da al-Andalus alla Spagna La Penisola iberica nei secoli VIII-XIII
  • date post

    20-Feb-2016
  • Category

    Documents

  • view

    40
  • download

    3

Embed Size (px)

description

power point sulla sogna nel medioevo

Transcript of Spagna medievale

  • Da al-Andalus alla SpagnaLa Penisola iberica nei secoli VIII-XIII

  • La conquista islamicaAllinizio del secolo VIII, lespansione islamica ha ormai raggiunto il Maghreb.Il regno visigoto di Spagna, indebolito dalla guerra civile e dai contrasti sociali, risulta una conquista pi facile e veloce di quanto previsto dagli stessi generali arabi.

  • Il califfato dOccidenteDopo il violento cambio di dinastia verificatosi al vertice dellimpero arabo nel 750, Abd al-Ramn, un superstite principe omayyade, riesce a mantenere il controllo di al-Andalus in qualit di emiro indipendente di Cordova.Nel 910 un suo discendente, lemiro Abd al-Ramn III, si proclama califfo, spezzando cos anche lunit religiosa del mondo islamico.

  • Gli ultimi OmayyadiNella seconda met del X secolo, la dinastia omayyade perde gradualmente il controllo del potere a favore di potenti emiri e ministri, tra i quali spicca Muhammad ibn Ab mir (noto in area cristiana come Almanzor, adattamento dell'arabo: , al-Manr, ossia al-Manr bi-llh, Colui che reso vincitore da Dio ), che dal 978 alla sua morte, nel 1002, il sovrano di fatto di al-Andalus.

  • La frammentazione di al-AndalusLestinzione della discendenza diretta della casa degli Omayyadi e linsipienza dei successori di al-Manr portano al collasso del Califfato di Cordova che, al termine di una lunga e sanguinosa guerra civile, nel 1031 si frammenta in una serie di regni provinciali, le cosiddette Taifas, in costante lotta fra loro.

  • La ReconquistaLa crisi di al-Andalus favorisce i progetti espansionistici dei regni cristiani del Nord.Intervenendo spesso come alleati o mercenari nelle guerre tra i Reynos de Taifas, i sovrani del Nord iniziano quel lungo processo di rioccupazione della penisola che passa sotto il nome di Reconquista.

  • Lintervento degli AlmoravidiDopo i primi grandi successi cristiani (occupazione di Toledo e Valencia), i sovrani delle Taifas chiedono lintervento dei potenti Almoravidi (da al-Murbin = quelli del rib ), una setta politico-religiosa di origine berbera che ha nel frattempo creato un vasto impero nellAfrica occidentale.Gli Almoravidi riescono in effetti a bloccare lavanzata cristiana e a recuperare posizioni, ma impongono il loro stretto controllo sui sovrani islamici di al-Andalus, considerati troppo poco rigorosi nella loro fede, che perdono di fatto la loro indipendenza.

  • Gli AlmohadiAllinizio del XII secolo, gli Almoravidi vengono rovesciati da una nuova organizzazione politico-religiosa di stampo rigorista, gli Almohadi (al-muwaidn = gli Unitari, gli affermatori dell'unicit di Dio, tawd ), che a loro volta impongono il proprio dominio ai sovrani delle Taifas.Linevitabile indebolimento delle posizioni islamiche provocato dal crescente malcontento dei principi di al-Andalus per questa situazione, determina le condizioni per la decisiva vittoria delle forze cristiane nella battaglia di Las Navas de Tolosa, nel 1212, alla quale segue il rapido collasso di al-Andalus.

  • Granada, lultimo bastione di al-AndalusDalla met del XIII secolo, il dominio islamico nella Penisola iberica si limita al territorio del Regno di Granada.Grazie allabilit diplomatica dei sovrani della dinastia dei Nasridi, questultimo bastione dellIslam iberico resister tuttavia con successo fino al 1492.